HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | Foto | I Video | Sondaggi | Quiz | Forum | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Downloads | Fresco di Stampa | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani |
  Cerca
PASSO O NON PASSO, QUESTO E' IL DILEMMA Momenti che non voglio scordare Anticaccia? Parliamone CACCIATRICI SI NASCE. UN'APERTURA AL TEMPO DELLE MELE CATIA E LA PRIMA ESPERIENZA CHIARI AVVERTIMENTI PIU' VIVA E PIU' AMATA ECCE CANEM DE ANIMALISTIBUS ovvero DEGLI ANIMALISTI IL CATALOGO E' QUESTO.... CINOFILIA E CINOTECNIA QUALCHE SASSO IN PICCIONAIA ISPRA. UN INDOVINO MI DISSE... MIGRATORI D'EUROPA L'ipocrisia anticaccia fomenta il bracconaggio MIGRATORISTI GRANDE RISORSA Fauna ungulata e vincolismo ambientale Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO Ai luoghi comuni sulla caccia DIAMOCI UN TAGLIO SPENDING REVIEW, OVVERO ABBATTIAMO GLI SPRECHI DOPO LE EUROPEE: VECCHI PROBLEMI PER NUOVE PROSPETTIVE Biodiversità: difendetela dagli ambientalisti GUARIRE DALLA ZAMBILLA Le specie invasive ci libereranno dall'animalismo EUROPEE: SCEGLIAMOLI BENE La rivoluzione verde è nel piatto La caccia al tempo di Facebook SOSTIENE PUTTINI: Pensieri e sogni di un addestratore cinofilo a riposo COSE SAGGE E MERAVIGLIOSE AMBIENTE: OCCHIO AL GATTOPARDO C'ERO UNA VOLTA ALL'EXA QUESTA E' LA CACCIA! EUROPA AL RISVEGLIO TOPI EROI PER I BAMBINI DELLA BRAMBILLA CACCIA LAZIO: quali certezze? ISPRA, I CALENDARI QUESTI SCONOSCIUTI UNITI PER LA BIODIVERSITÀ E LA CACCIA SOSTENIBILE LO DICO COL CUORE IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E' I veri volontari dell'ambiente DIAMOGLI CREDITO PROMOZIONE GRATUITA PENSIERINI DEL DOPO EPIFANIA Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse Anche National Geographic America conquistato dalle cacciatrici Più valore alla selvaggina e alla caccia Il cinghiale di Colombo Porto di fucile - NON C'E' MALE! PAC & CACCIA LILITH - LA CACCIA E' NATURALE Effetto protezionismo Ispra: il caso beccaccia Il grande bluff dei ricorsi anticaccia COME FARE COSA FARE Supermarket society Romantica Tipi di comunicazione: C'E' MURO E MURO Ambientalisti sveglia! Crisi e Parchi, è l'ora di scelte coraggiose SPRAZZI DI SERENO POINTER E NON PIU' SOGNO DI CACCIATORE UN CLICK E SEI A CACCIA FINALMENTE SI SCENDE IN CAMPO RIPRENDIAMOCI LA NOSTRA DIGNITA' DI CACCIATORI LA FAUNA SELVATICA: COME UN GRANDE CARTOON ALLA FIERA DELL'EST VOGLIO UNA CLASSE DIRIGENTE MODERNA IL NUOVO PARTITO DEI VECCHI TROMBATI “Caccia è cultura, amore e tradizione” L'assurda battaglia al contenimento faunistico CACCIA PERMANENTE CACCIATORI DIVISI Partiamo dalla Toscana ITALIA: un paese senza identità. Nemmeno per la caccia C’ERA UNA VOLTA… I cacciatori nel regno delle eterne emergenze Gli ambientalisti e la trave nell'occhio Addio alle rondini? L’Europa “boccia” l’articolo 842 (e la gestione faunistica di Stato) ITALIA TERRA DI SANTI, POETI... SAGGI..... SUCCEDE ANCHE QUESTO BASTA ASINI AMBIENTALISMO DA SALOTTO E CONTROLLO DELLA FAUNA Siamo tutti figli di Diana TOSCANA: ALLEVAMENTO DI UNGULATI A CIELO APERTO ALLARME DANNI DANNI FAUNA SELVATICA: Chi rompe paga… STALLO O NON STALLO CI RIVEDREMO A ROMA “L'ipocrisia delle coscienze pulite” UN DIFFICILE VOTO INTELLIGENTE SALVAGENTE CINGHIALE CACCIA DIECI VOLTE MENO PERICOLOSA DI QUALSIASI ALTRA ATTIVITA' ZONE UMIDE: CHI PAGA? Lepri e lepraioli QUESTA SI CHE E' UN'AGENDA SPENDING REVIEW E CERTEZZA DELLE REGOLE La Caccia, il futuro è nei giovani – Un regalo sotto l’albero A SCUOLA NON S'INVECCHIA I nuovi cacciatori li vogliamo così NEORURALI DE NOANTRI FRANCIA MON AMOUR LA CACCIA E' GREEN? Stupidità... stasera che si fa? NUOVA LINFA PER LA CACCIA TERRA INCOGNITA L’Italia a cui vorrei fosse affidata la caccia La marcia in più della selvaggina EPPUR SI MUOVE COLLARI ELETTRICI: LECITI O ILLECITI? DIVERSA OPINIONE IN PRIMA PERSONA PER DIFENDERE IL PATRIMONIO NATURALE Opinioni fuori dal coro - VACCI TU A MANNAIL!!! A CACCIA A CACCIA!!! PROVOCAZIONI Estate di fuoco MISTIFICAZIONI SICUREZZA A CACCIA, PRIMA DI TUTTO Sostenibili e consapevoli! COLPI DI SOLE COLPI DI CALORE Aiutati che il Ciel ti aiuta! Insieme saremo Forti! TECNOCRATI? NO ESPERIENTI LA RICERCA DIMENTICATA PARCHI: RIFORMA-LAMPO DE CHE'! Orgoglio di contadino Campagna o città? CACCIA: UNA RISORSA PER TUTTI. PRENDIAMO ESEMPIO DAGLI ALTRI CALENDARI VENATORI CON LEGGE REGIONALE: UN'OPINIONE CHE FA RIFLETTERE CONFRONTO FRA GENERAZIONI LA CACCIA CHE SI RESPIRA Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute GLI SMEMORATI DI COLLEGNO MUFLONE E CAPRIOLO IN ASPROMONTE: un sogno o una possibile realtà? Piemonte: Salta il camoscio/tuona la valanga... DELLE COSE DELLA NATURA Cultura Rurale: una soluzione per far ripartire l'Italia Il nodo delle specie aliene che fa capitolare gli ambientalisti LA CACCIA NELLA STORIA, PASSIONE E NECESSITÀ PAC IN TERRIS UCCELLI D'EUROPA GIRA GIRA..... STORIA SEMPLICE DI UNA CACCIATRICE LAMENTO DI UN GIOVANE ERRANTE PER LA CAMPAGNA TOCCA A NOI! CRISI. SOLUZIONE ALLA GRILLO IL SENSO DELLA CACCIA DI SILVIA VERITA' E CERTEZZA DEL DIRITTO PROCEDURE D’INFRAZIONE E DEROGHE: UN CONTRIBUTO ALLA CHIAREZZA BECCACCE DI BEFANA CACCIA, FASE DUE PROVOCAZIONI DI FINE D’ANNO RICERCA RICERCA SPIGOLATURE DI NATALE Dai pomodori alle lampadine LA RUMBA DEL CINGHIALONE NON ERA AMORE Finalmente autunno Il paradosso dell'Ispra IL PIANETA DEI CACCIATORI Le caste animali A CACCIA ANCHE DOMANI A CACCIA SI, MA DOVE? ORGOGLIO DI CACCIATORE Per il nostro futuro copiamo dai colleghi europei FINALMENTE A CACCIA APRE LA CACCIA! Amico cacciatore, guarda e passa Riforma sui Parchi in arrivo? E i cuccioli umani? MEDITATE, AMBIENTALISTI, MEDITATE LA FARSA DEI CALENDARI Armi, la civiltà fa la differenza Il Pointer e la caccia Col cane dalla notte dei tempi Contarli, certo, ma come? Questa è una passione! IL PENTOLONE LA LOGICA DELLA PICCOLA QUANTITA' SOLDI E AMBIENTE. DIECI DOMANDE NON SOLO STORNO QUEL CHE RESTA DELLA CACCIA AGLI ACQUATICI La lezione di Rocchetta di Vara BASTA CON LA STERPAZZOLA CON LO SCAPPELLAMENTO A DESTRA MIGRATORI TRADITI CORONA L'ERETICO Cacciatori e Agricoltori, due facce della stessa medaglia Deroghe: non è una missione impossibile AMBIENTALISMO E' CULTURA RURALE Sei il mio cane ALLE RADICI DELLA CACCIA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL’UOMO: IMPORTANTE SENTENZA A FAVORE DELLA CACCIA COME DIREBBE LO STORNO, DEL DOMAN NON V'E' CERTEZZA... BOCCONCINI PRIMAVERA CACCIA, PASSIONE, POCHE CHIACCHIERE COMUNITARIA: RIMEDIARE AL PASTICCIO QUESTIONE DI CALENDARIO LA BAMBINA CHE SOGNAVA LA CACCIA PRENDIAMO IL MEGLIO BELLEZZA E AMBIENTE. LA NOSTRA RICCHEZZA TUTTI A TAVOLA RIFLETTERE MA ALLO STESSO TEMPO AGIRE LA CACCIA SERVE. ECCOME! METTI UNA SERA A CENA Urbanismo e Wilderness: un confronto impari CONFESSIONI DI UNA TIRATRICE DI SKEET GIOVANI, GIOVANI E ANCORA GIOVANI IL CAPRIOLO POLITICO NO - Per una visione storicistica della caccia in Italia Accade solo in Italia? L’ambientalismo tra ecologia profonda e profonda ignoranza FRA STORIA E ATTUALITA' Non sono cacciatore ma la selvaggina fa bene. Intervista a Filippo Ongaro “Solo” una passione Tra ideologia e strategia politica IL CATALOGO E' QUESTO TORNIAMO A SVOLGERE UN RACCONTO DA DONNA A DONNA: IL MALE DEL TURISMO. Lettera aperta di Lara Leporatti al Ministro Brambilla Italiani ignoranti della caccia CACCE TIPICHE E VITA IN CAMPAGNA Ed il giorno arriva DEROGHE E CACCIA ALLA MIGRATORIA: DA RISOLVERE. UNA VOLTA PER TUTTE! PRE-APERTURA DI CREDITO Domani sarà un altro giorno MIGRATORIA E SELEZIONE Alcune riflessioni sulla caccia in Italia Divagazioni per una rivoluzione culturale La senatrice Adamo va alla guerra PERCHE’ NON SCENDI, PERCHE’ NON RISTAI? ( versi di G. Carducci) Calendari venatori. Le bugie degli ambientalisti Un'arte chiamata caccia AREZZO SCONFESSA LA BRAMBILLA Animalismi e solitudini In un vecchio armadio STAGIONE VECCHIA NON FA BUON BRODO Belli, matti ed inguaribili SIAMO LIGURI! Ieri, mille anni fa, io caccio Cosa mangiano gli animali degli animalisti? SCIENZA, CONOSCENZA, CULTURA C'ERA UNA VOLTA UNA SCIMMIA MOVIMENTO STATICO, ANZI NO, REGRESSIVO ORSI. COMUNITARIA. PROVVEDIMENTO ZOPPO MA CON SICURO VALORE SIMBOLICO Aerei e trasporto munizioni - La situazione della caccia oggi: “Io speriamo che me la cavo” ALL'ARIA APERTA! Contro ogni tentazione. PORTIAMOLI A CACCIA IPSOS FACTO! DIAMOCI DEL NOI IN FINLANDIA SI', CHE VANNO A CACCIA! RIFLESSIONI DI UN PEONE IL PAESE PIU' STRANO DEL MONDO Fuoco Amico PER UNA CULTURA RURALE. MEGLIO: PER UNA CULTURA DELLA CACCIA CHE AFFONDA LE SUE RADICI NELLA TRADIZIONE RURALE E Jules Verne diventò anticaccia CULTURA RURALE E CULTURA URBANA A CONFRONTO L'Enpa insulta i cacciatori SELVAGGINA IN AIUTO DELL’ECONOMIA America: un continente di vita selvaggia LA LIBERTA’ DI STARE INSIEME A chi giova la selezione LA CACCIA COME LA NUTELLA? LUPO, CHI SEI? Le fonti energetiche del futuro: nucleare si o no? TOSCANA: ARRIVA LA NUOVA LEGGE A caccia con L'arco... A caccia con la storia... Interpretazioni e commenti di nuova concezione 10 domande ai detrattori della caccia IL BRIVIDO CHE CERCHIAMO La caccia come antidoto alla catastrofe climatica Per una educazione alla natura E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA IL CAPRIOLO MANNARO CONSIDERAZIONI E PROPOSTE PER IL FUTURO DELLA CACCIA IN ITALIA Caccia - anticaccia: alla ricerca della ragione perduta Allarmismo e vecchi trucchetti Ancora Tozzi ? REALISMO, PRIMA DI TUTTO Le invasioni barbariche APERTURA E DOPO. COSA COME QUANDO Piombo e No Toxic: serve un nuovo materiale per le cartucce destinate agli acquatici Di altro dovremmo arrabbiarci I GIOVANI E IL NUOVO AMBIENTALISMO Cinofili, cinologi e cinotecnici Un rinascimento ambientale è possibile Gelosi e orgogliosi delle nostre tradizioni LA CACCIA SALVATA DALLE DONNE? Nuovo catalogo BigHunter 2009 – 2010: un omaggio all' Ars Venandi Tutto e il contrario di tutto DALL'OLIO: UNITA' VO' CERCANDO... IL VECCHIO CANE: RICORDIAMOCI DI TUTTE LE GIOIE CHE CI HA DONATO La voce dei protagonisti sui cinghiali a Genova Tutti insieme... magicamente Ambiente: una speranza nella caccia SOLO SU BIG HUNTER: DALL’OLIO, PRIMA INTERVISTA La Caccia ha bisogno di uomini che si impegnano LA COMUNICAZIONE NON E' COME TIRARE A UN TORDO Il capanno: tra architettura rurale e passione infinita DONNE ...DU DU DU... DI-DI-DI I..... IN CERCA DI DIANA EUROPA EUROPA VICINI ALLA VERITA' Beccaccia sostenibile CACCIA E SOCIETA' Wilbur Smith, scrittore da best seller innamorato della caccia BAGGIO, CON LA CACCIA DALL’ETA’ DI CINQUE ANNI PARLAMENTO EUROPEO - Fai sottoscrivere un impegno per la caccia al tuo candidato CACCIA ALL'ORSI ORGOGLIOSI DI ESSERE CACCIATORI UN DOCUMENTARIO SENZA SORPRESE, ALMENO PER I CACCIATORI Ridiamo il giusto orgoglio al cacciatore moderno e consapevole Il cane con il proprio olfatto è il vero ausiliare dell'uomo, anche oltre la caccia. 157: PENSIERI E PAROLE MA COS'E' QUESTA CACCIA? 157 CACCIA: LA SINTESI ORSI E' UNA BOZZA DI DISCUSSIONE MIGLIORARE LE RAZZE? SI PUO’ FARE CINGHIALI CHE PASSIONE La cultura cinofila ATC DIAMOCI DA FARE Il vitello che mangi non è morto d'infarto! Ripensare la caccia? PER UN FUTURO DELLA CACCIA QUANTO CI COSTI, BELLA TOPOLONA PUCCINI CACCIATORE E AMBIENTALISTA ANTE - LITTERAM Un nuovo corso per gli ungulati Siamo noi le Giubbe Verdi Ruralità e caccia fra cultura, tradizione ed economia Rilanciamo il consumo alimentare della selvaggina La caccia secondo Giuliano, umorista de La Repubblica Questa è la caccia Il cane oggetto: attenzione alla pericolosa tendenza della civiltà dei consumi La cinegetica e la caccia col cane Gestione e tradizione BASTA TESSERE AMAR...TORD E il beccafico perse la via del nord Dimostriamo credibilità Apertura passione serenità editoriale - Fucili italiani come le ferrari Orgoglio di Cacciatore I Tordi e le Beccacce La Caccia è Rock

Editoriale

E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA


lunedì 19 ottobre 2009
    
 
Infiniti, gli incontri, andando a caccia, con l’oggetto del nostro desiderio. Mitiche belve, animali divini, orsi, lepri, bisonti, leoni, ma anche camosci, caprioli, lepri. E ancora starne, germani, palombe. E cinghiali e oche e.. Ognuno di noi rincorre il suo mito. Anche un’allodola, o un tordo, possono essere un mito. E’ questione soggettiva. E di suggestioni. Dal mito alla storia il passo è breve. Le storie si tramandano. Gli echi delle gesta creano a loro volta nuovi miti.

Se oggi si volesse fare una classifica, non c’è dubbio che la corona andrebbe ovviamente alla.. .regina. La beccaccia, si, proprio lei. Almeno in Europa. Tolstoj, Turghenjev, Maupassant, per parlare dei mostri sacri, Rigoni Stem, Pieroni, Garavini, Celano, tanto per citare alcuni dei più noti di casa nostra, hanno contribuito ad alimentare la magia di questo unico, meraviglioso uccello, che racchiude in sé ciò che il cacciatore di oggi ricerca andando a caccia: il mistero della vita e del bosco, la prova della propria abilità e di quella del suo cane, l’imprevedibile evolversi dell’azione.

Ma non minore mito e mistero e magia, hanno evocato i momenti dell’aspetto mattutino e serale alla beccaccia. Memorabili le pagine di “Anna Karenina”. Una pratica oggi proibita, almeno da noi, giustamente, se si pensa alla caccia non più come un rito ma come disciplina composita, intrisa ancora di passioni sì, ma ricca soprattutto di valori etici, che derivano dalla consapevolezza della odierna precarietà del patrimonio naturale. E tuttavia il farfallare improvviso e fugace della beccaccia nell’incerta luce del tramonto - quasi a buio, lungo un sentiero, al rientro da una giornata di caccia - suscita fremiti anche nel cacciatore più distratto.

E’ normale perciò che tali e tanti.sentimenti siano oggetto di attenzioni mercantili che a volte toccano livelli di vera e propria speculazione a danno di ingenui sognatori. Il fatto è che i territori --- e vengono in mente le lande solitarie intorno al Mar Nero - pur raggiungibili con i mezzi che la civiltà delle macchine ci fornisce - sono tali e talmente vasti che anche le più accanite intenzioni si disperdono nell’immensità di boschi e foreste. Mentre dall’altro lato, quello della beccaccia - e della natura che ha già tutto scritto, nei codici geneticici degli esseri viventi - si registrano sempre più testimonianze di soggetti e forse di intere popolazioni, che anno dopo anno cambiano comportamento. Ovvero, la beccaccia affina sempre più le sue astuzie.

Per cui, il beccacciaro classico che adotta uno stile da manuale può trovarsi a mal partito, lui e il cane, di fronte a una beccaccia che si comporta come una starna, o come una pernice.

D’altra parte, già da anni si parla di fagiani che conoscono le paline, mentre le anitre, pur avendo una vista da falco, preferiscono alimentarsi di notte, piuttosto che frequentare lande e paduli in pieno giorno.
Eh, sì. E’ l’eterna storia delle insidie del predatore e delle contromisure della preda. La vita e la morte indissolubilmente collegate. Viene in mente quel detto africano, molto efficace tanto che oggi è stato al servizio anche di una marca di scarpe: «Appena si fa giorno, la gazzella sa che deve correre per sfuggire al leone; il leone sa che deve correre per prendere la gazzella. Appena si fa giorno, non importa che tu sia leone o gazzella. Devi correre!».

Due chiacchiere sul passo

Leggi altri Editoriali

35 commenti finora...

Re:E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA

ciao mi chiamo carmelo sono di laterza provincia di taranto e fino ad oggi ne ho fatti 18 beccaccie domani spero di trovare 3 beccaccie grazie a clarrissa incrocio seter e breton il bisnonno di clarissa e' negus il campione ....

da carmelobeccaccia 11/12/2009 21.23

Re:E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA

Grazie mille

da Ermanno 27/10/2009 8.43

Re:E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA

X ERMANO...Sulla home page a destra c'è "contatta redazione" (o simile)

da Asterione 26/10/2009 19.53

Re:E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA

Come posso mettermi in contatto con la redazione?????devo dire una cosa

da Ermanno 26/10/2009 9.45

Re:E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA

Per Chicco:non serve a niente, gli anticacccia si muovono in modo trasversale in tutto il parlamento, e comunque, a mio modesto avviso queste coalizioni, (semmai ce ne fosse stato bisogno)hanno ulteriormente rovinato la politica del nostro paese,con questi partitucoli da quattro soldi che minacciano di far saltare i governi ad ogni piè sospinto. Bisogna capire che questi partiti dallo 0,1 al 5,0% non bisogna votarli. Sarebbe auspicabile 2/3 grossi partiti che rappresentino le tre correnti di pensiro ormai consolidate.(destra, sinistra, e centro)Al di là di questo bisogna imparare a difendersi da soli, fondendoci tutti insieme in una sola forza, credo che sia la nostra unica possibilità. Scusatemi, siamo fuori dal tema, ma sentivo il bisogno di esternare questo mio convincimento, non necessariamente da codividere da parte vostra. Un forte saluto.

da Nato cacciatore 23/10/2009 16.26

Re:E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA

per la legge, credo che tutti, e soprattutto Orsi e company, aspettino con trepidazione le primarie del PD. Se vince Bersani, probabilmente se ne potrà riparlare. Con Franceschini e arcicacce varie va tutto a farsi benedire. Meglio scegliere il male minore. Io, pur controvoglia, vado a votare per Bersani. Non si sa mai gli mancasse proprio un voto.

da Chicco 23/10/2009 15.31

Re:E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA

X Mario: intanto , a mio modesto avviso, quando si parla di Caccia non si è mai fuori tema e non si è neppure intrusi. Per quanto riguarda la modifica della 157, come ti ha risposto molto sinteticamente Lucas, si, nonostante le tante promesse da parte di taluni parlamentari coinvolti nel problema, nonostante la buona volontà degli stessi, allo stato attuale, non si cava un ragno dal buco: ci sono gli anticaccia annidati in tutti, ripeto TUTTI, i partiti che fanno da ago della bilancia perché i loro voti, anche se sparuti, hanno un peso determinante; d’altronde lo stesso sen. Orsi lo ha ammesso di recente con un suo intervento proprio qui su big hunter, che al momento non c’è neppure uno spiraglio di luce e che tutti remano contro e cercano di far perdere tempo con chiacchiere inutili. Non è per ripetermi, ma lo suggerisco a tutti: perché non cliccate sulla home page di questo stupendo sito su “Agorà Venandi” e leggete quanto si propone il Movimento di pensiero trasversale alla politica e di tutti noi cacciatori, e vi fate una idea su come si potrebbero ottenere certe cose, se si è uniti ed al di fuori delle tante, troppe ed inutili AAVV che speculano sulle nostre tessere. Fallo, caro Mario e poi, se vuoi, ne possiamo discutere da buoni amici Cacciatori interessati al bene della Caccia. Un caro saluto, Nino

da ninohunter.07@katamail.com 23/10/2009 12.49

Re:E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA

Mario, la seconda che hai detto.

da lucas 22/10/2009 21.33

Re:E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA

Ciao a tutti,sono fuori argomento ,ma qualcuno sà dirni qualcosa sull'iter della 157????.Ormai non se ne parla più!!!!é tutto finito in una bolla di sapone????.Scusate l'intrusione.

da Mario 22/10/2009 19.08

Re:E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA

Come dice Ninohunter, ogni cacciatore riportato sul giusto sentiero, da grande soddisfazione.

da Nato cacciatore 22/10/2009 17.20

Re:E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA

Pratico un po' tutte le caccie ma soprattutto la valle, ad ogni modo quelle 2/3 beccacce all'anno riesco a farmele. grazie alla conoscenza dei posti in cui abito, vi assicuro che l'emozione che mi da non e' da parogonare a niente altro! Di beccaccini posso anche arrivare a circa 40 a stagione camminando nelle vallette, e' la mia preda preferita ma non mi dara' mai l'emozione di una beccaccia!!! PARERE DEL TUTTO PERSONALE!

da F.Clauido 22/10/2009 9.57

Re:E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA

X NINO...Io rispetto le opinioni altrui,io ho solo voluto dire la mia opinione personale non avevo intezione di insultare nessun tipo di caccia e sopratutto chi la pratica...Comunque quello scritto da lucas è la verità all'estero le stanno abbatendo in quantità enorme,anche se vale per tutti i tipi di selvaggina migratoria il discorso

da Asterione 21/10/2009 18.34

Re:E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA

Per Nino; fammi sapere se ti è giunto il mio indirizzo di posta elettronica, oltre alla poesia, fammi avere anche notizie in merito alla tua iniziativa.Con grande umiltà mi permetto una piccola correzione al tuo post,quando tu dici di boschi meno maestosi della Basilicata e della Puglia, è perchè dei politici hanno dato dei confini alla nostra libertà in modo tangibile, (che il nostro cuore rifiuta) e questo non ci impedisce di vedere il territorio rurale, di questa nostra Italia (tanto maltrattata) nella sua interezza, meravigliosamente maestoso. P.S.finchè la legge pone dei limiti alla nostra libertà, noi da cittadini onesti ci inchiniamo ma dissentiamo. Ricambio con piacere il fortissimo abbraccio.Pasquale

da Pasquale Cinquegrana 21/10/2009 16.40

Re:E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA

X ETRUSCO una beccaccia alzata con grande sorpresa domenica scorsa tarda mattinata...occhio che stanno arrivando.

da TIBURZI 21/10/2009 15.48

Re:E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA

Caro Giuliano, sei venuto davvero bene in foto! Il tempo non ti ha offeso. Sarà perché ne passi buona parte a correre... Ciao felice

da Felice modica 21/10/2009 14.00

Re:E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA

TREVISO: CACCIATORI DI MERLI FERISCONO SIGNORA IN GIARDINO.

da STRUZZO 21/10/2009 13.24

Re:E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA

X Pasquale Cinquegrana. Carissimo Pasquale, non immagini quanto mi ha fatto piacere leggere quanto da te postato. Sono tornato indietro di almeno quaranta anni, quando, cacciando negli immensi e stupendi boschi della Basilicata e della Puglia (meno maestosi ma molto ricettivi per la Regina), anche a me piaceva levare e rilevare la Beccaccia per godere e della cerca e ferma dei cani e per capire meglio le astuzie che di volta in volta metteva in atto (ed anche per imparare meglio le rimesse). Ma, ahimé, dopo dovevo abbatterla altrimenti il mio fidato amico, mi guardava di traverso ed abbaiava: voleva anche lui, giustamente, avere il suo compenso, quella di poterla abboccare. Oggi, almeno qui da noi in Puglia (in Basilicata ormai sonno anni che non ci fanno cacciare!) i boschi rientrano, quasi tutti, nei parchi nazionali e regionali, per cui, oggi trovare una Beccaccia è un’impresa ardua e la concorrenza (determinata purtroppo dalla mancanza della cultura venatoria) è tale che se non la abbatti di prima, forse non hai neppure il tempo di tirare il colpo di recupero! Per me, credimi (e so perfettamente che lo capisci) è una grande tristezza vedere abbattere la Regina da cacciatori che si aggirano per boschetti (quelli ci sono rimasti!) incalzando cani e cacciatori per “rubare” il selvatico, per uccidere senza scopo, senza merito se non quello di fare carniere e basta. Mi ha fatto piacere che mi hai portato indietro negli anni quando la Caccia era una cosa sacra e vigeva il codice d’onore, non scritto, del Cacciatore, ma nel contempo mi hai fatto aprire una ferita che avrei voluto tenere coperta dalle bende macchiate di sangue, ma non te ne voglio, ci mancherebbe, anzi: grazie, grazie di cuore, mio caro amico e magari potessi tenere in mano la mia amata Regina, accarezzarla, baciarla e lasciarla libera nel suo Regno!. Un fortissimo abbraccio, Nino P.S. se mi fornisci un indirizzo di posta elettronica, ti invio una poesia.

da ninohunter.07@katamail.com 21/10/2009 13.03

Re:E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA

Da quando hanno comiciato a massacrarle all'estero, di beccacce in Italia se ne vedono sempre meno.

da lucas 21/10/2009 12.01

Re:E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA

Scusatemi,non riesco a non dedicare una poesia del dialetto napoletano,debitamente tradotta, affinchè possa essere comprensibile a questo spiritosone che si firma di volta in volta nei modi più cialtroneschi possibili. Titolo: lo struzzo. In una lunga notte di spasmi e di tormenti,ti defecai,struzzo! struzzo l'olezzo tuo è stato portato via dal vento, cade una foglia e non ti copre, passa un piede e non ti calpesta,sai perchè? perchè sei struzzo, e più stai, più struzzo ti fai. la parola struzzo non è volgare, giusto?

da contro anticaccia 21/10/2009 10.03

Re:E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA

Peccato che tu non sia una beccaccia.

da mi piacerebbe averti faccia a faccia 20/10/2009 23.33

Re:E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA

ma perché non le lasciate in pace, le beccacce? che male vi hanno fatto??

da Natale Quattrolatteria (nato anticaccia) 20/10/2009 22.58

Re:E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA

Rettifica errore;non di meno (nondimeno)

da Pasquale Cinquegrana (nato cacciatore) 20/10/2009 18.42

Re:E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA

Hai ragione Nino, capisco cosa vuoi dire quando affermi che per tenerla fra le mani e carezzarla devi abbatterla, non potendo più ridargli la libertà. Come avrai capito, anch'io sono un appassionato della regina, però voglio confessarti che quando sono in giro per boschi con i miei cani e dopo aver dato fondo a tutte le mie forze e aver stillato fino all'ultima goccia di sudore, e nondimeno i miei compagni a quattro zampe, e oramai pensi che sia ora di tornare a casa senza avere avuto la fortuna dell'incontro tanto agognato, ecco che il cuore fa un balzo,i cani sono in ferma statuaria, li a pochi metri ce lei, come per incanto svanisce la fatica non senti più il sudore che scende giù per la schiena, il premio a tutta la fatica fatta è lì a pochi passi, mi preparo guido i cani affinche lei possa spiccare il volo, si alza la vedo è bellissima, ma non imbraccio il fucile, mi è bastato sentire il battito delle sue ali e vederla allontanare in volo, in cuor mio gli do appuntamento a una prossima volta. Sai di tanto in tanto mi emoziono anche così, senza dovere abbatterla a tutti i costi. Un fraterno e caro saluto.Pasquale Cinquegrana

da Pasquale Cinquegrana (nato cacciatore) 20/10/2009 17.40

Re:E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA

X luigi: mi spiace che per te, come per tutti oggi, la Caccia (quella che tu ami) sia diventata un ricordo o quasi. Comunque meglio vivere di ricordi che di rimpianti. Il guaio è che le nuove generazioni non conoscono queste stupende Cacce e quindi diventano sempre più una schiera di sparatori, anche perchè, appunto come dici, gli habitat per le specie più pregiate ed affascinanti, sono ormai racchiuse in parchi (tabù per l’Italia e non per il resto del modo!), e non so fino a quanto vale la pena crescersi un cane da ferma, che con i pochi incontri che potrà avere, sarà difficile che diventi un grande esperto. Così come la caccia agli acquatici in paduli o lungo i corsi dei fiumi o negli invasi artificiale: non esistono più queste possibilità e quindi anche questa stupenda Caccia è destinata ad essere come le altre: in riserve, con lanci al momento della cacciata e, per gli acquatici, anatre di allevamento germinate che vengono lanciate il giorno di caccia! Per tutti questi motivi che mi rammarico e che vorrei lasciare qualcosa di positivo alle nuove generazioni, ma occorre che ci si metta tutti insieme a piantare quel famoso albero che vorrei piantare oggi, con l’aiuto di tutti, perché domani qualcun altro possa sedersi alla sua ombra! Questo è il Movimento di pensiero che vorrei portare in porto assieme a NATURALMENTECACCIA, gruppo di Cacciatori e non che si devono impegnare per ottenere una legge venatoria più vivibile ed un territorio venabile più ampio, recuperando quello che ci è stato scippato. Se credi di volerne parlare, clicca, sulla hom page di questo sito, su Agorà Venandi e se poi lo vorrai,scrivimi una mail e ti potrò dare informazioni su NATURALMENTECACCIA inviandoti la bozza del documento programmatico, senza alcun impegno da parte tua, solo per curiosità. Una stretta di mano. Nino

da ninohunter.07@katamail.com 20/10/2009 17.03

Re:E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA

Nino, magari avessi avuto la possibilità di cacciarle, sono anch'io della schiera di coloro i quali na hanno sentito solo parlare, ma quando sono divenuto cacciatore purtroppo erano appena trascorsi gli anni delle starne e delle coturnici: se esse ( le coturnici ) ancora ci sono in qualche santuario non è possibile accedervici perchè o sono zone chiuse alla caccia oppure a causa degli Atc, avere l'autorizzazzione è quasi un miraggio. Per le starne, non penso proprio che esiste ancora il ceppo italico , quello della media alta collina se non addirittura della montagna, si montagna, perchè in montagna c'erano i terreni coltivati a granaglia e la viveva la starna italica quindi era un selvatico del tipo della beccaccia, naturalmente con caratteristiche di vita sociale diverse e quindi con abitudini diverse ma certamente affascinanti nell'insidiarle.

da luigi 20/10/2009 13.23

Re:E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA

X luigi: Si caro Luigi, starne, coturnici tutte cacce meravigliose che rispetto, ma rispetto anche la caccia senza cane, ad allodole, tordi, colombacci, ecc. quando viene praticata nel rispetto del selvatico. Il punto è che il fascino del bosco, la cerca di un selvatico nobile, timido e furbo nello stesso tempo, la stoccata tra i rami dove, talvolta appena la intravedi, … insomma è tutto uno spettacolo emozionante ed unico. Così come, altra caccia fortemente scenografica, emozionante è quella agli acquatici nei paduli, sul territorio libero (non certo in riserve!) dove un volo di anatre, ai primi chiarori dell’aurora o all’ultima luce rossastra del tramonto, sono spettacoli ineguagliabili, indescrivibili che solo se si vivono si possono apprezzare. Ecco perché, la Beccaccia è stata da sempre oggetto di poesie, racconti, dipinti, sculture… quindi, caro Luigi, forse la caccia alla Regina ( perché Regina, allora?) ha un tocco particolare che ti prende l’anima e non ti lascia più. Augurandoti un sincero augurio di “in bocca al lupo” per la tua bellissima caccia al starne e coturnici (e perché no a pernici), che hanno pure loro un fascino particolare, perdonami se ti suggerisco di provare a cacciare anche la Beccaccia: poi mi dirai. Una stretta di mano. Nino

da ninohunter.07@katamail.com 20/10/2009 11.22

Re:E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA

ma, parlandone più prosaicamente, come siete messi a incontri? Ne avete viste? Ne avete prese?

da etrusco 20/10/2009 10.26

Re:E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA

... e le starne e coturnici dell'italico suolo cosa rappresentavano per il cacciatore con il cane da ferma? Altro che beccacce, senza nulla togliere naturalmente a questo splendido selvatico, uno dei pochi rimasti oggi che può valere ancora la pena il rinnovo del porto d'armi. Ma queste erano cacce di altri tempi che magari i cinquantenni di oggi nemmeno sanno!!!

da luigi 20/10/2009 8.48

Re:E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA

X Asterione: rispetto il tuo punto di vista sulla scala preferenziale. ad ognuno il suo. quello che non capisco, invece, è la tua poca stima per la caccia alla Beccaccia. forse, anche se no la condividi, dovresti, pure tu, rispettare le opinioni e preferenze degli altri. Comunque ribadisco il mio pensiero circa la caccia alla Beccaccia: bisogna provare per credere, così come bisogna salire sulla Rolls-Royce e/o sulla Ferrari e guidarle per apprezzarne le qualità. Come dici, senza offesa. Un saluto, Nino - X GIULIANO INCERPI: si d’accordo, nella vita, specialmente quella d’oggi, bisogna correre. Bisogna correre per le giuste ragioni che adduci, ma non sempre bisogna correre se si vuol sopravvivere, ed i popoli che vivono, come dici, a contatto con la Natura “crudele”, sanno bene che non sempre bisogna correre: talvolta occorre fermarsi, bisogna fermarsi perché non sempre la corsa ti salva o ti fa raggiungere la selvaggina che, nella corsa, cerca scampo (io sono nato ad Asmara e ci ho vissuto per circa 15 anni, con un padre ed uno zio Cacciatori, che mi hanno insegnato ad amare la Caccia, la Natura ed a rispettare la selvaggina che non sempre si deve braccare e/o sopprimere). Si credo di capire cosa intendi, ma va al di la della Caccia, infatti: “E' l'essenza stessa dell'essere.” Noi “ supercivilizzati” non abbiamo dimenticato di correre, ma corriamo per un egoismo innato che per molti, si deve correre per essere i primi ad arraffare il più possibile, non solamente il necessario, ma anche il superfluo. La Caccia, ne sono convinto, è ben altra cosa.

da ninohunter.07@katamail.com 19/10/2009 19.46

Re:E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA

Senza offesa se la beccaccia è una rolls-royce il beccacino e la gallinella d'acqua sono dei ferrari...La caccia alla beccaccia è sullo stesso livello di altri tipi di caccia è che senza offesa per nessuno i "beccacciai" l'hanno sempre idolatrata come la migliore ma personalmente non mi sembra niente di eccezionale...O niente di così più di altre caccie

da Asterione 19/10/2009 17.46

Re:E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA

Il "devi correre", aldilà della magia della beccaccia, è la metafora della vita. E' l'essenza stessa dell'essere. E' la risposta a tutti coloro che, superficialmente, pensano che in natura ci siano i buoni (i predati) e i cattivi (i predatori, e l'uomo cacciatore in testa). Non è così. Tutti, predatori e predati, siamo affetti dello stesso mal di vivere. Se si vuol sopravvivere, dobbiamo correre. E' quello che sanno da sempre i popoli che vivono a contatto con la natura "crudele", e che noi, supersensibili, supercivilizzati, supercolti abbiamo da tempo dimenticato.

da giuliano 19/10/2009 17.35

Re:E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA

Caro Asterione, non immagini quanto mi dispiace che tu non abbia provato la gioia e l'emozione della vera Caccia!. Certamente tutti i tipi di Caccia, se fatti con passione, sono più che rispettabili ed io li rispetto al massimo, ma vedi, mio caro (e forse giovane amico) di automobili ce ne sono tante e tutte belle e buone, ma di Rolls-Royce ce n’è solo una. Un cordiale saluto, Nino

da ninohunter.07@katamail.com 19/10/2009 16.24

Re:E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA

Io non ho mai capito cosa ci trovate di tanto bello nella caccia alla beccaccia...Senza offesa per nessuno...Non è poi così più furba di altri animali...Beccacino e gallinella d'acqua sono molto più stimolanti e agueriti della beccaccia

da Asterione 19/10/2009 15.51

Re:E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA

Caro Giuliano , quando si parla della Regina del Bosco, mi si accappona la pelle. Mi si accappona perché ho speso più della metà della mia vita a cercarla per boschi, marane! Cercarla per poterla tenere in mano, accarezzarla, baciarla, come si fa per una cosa che si ama tanto. Il mio rammarico: per poter godere di questa gioia, doverle togliere la gioia di vivere. Che peccato! Circa il comportamento della Beccaccia oggi, convengo che è mutato rispetto agli anni in cui si aveva il culto della regina, per diverse ragioni: ormai il suo habitat è notevolmente cambiato, le marane sono solo un ricordo di oltre trent’anni fa, i grandi boschi si vanno rastremando sempre più, e il culto per la Regina è diventato, purtroppo, una caccia spietata e senza rispetto per il soggetto. Oggi si vuole fare carniere e basta, non importa se, magari, si rasenta il limite del bracconaggio (o forse si oltrepassa tale limite), non ci si accontenta della giornata di caccia per godere del lavoro del proprio ausiliario, dell’intravedere tra rami la sagoma sfuggente della Beccaccia per una stoccata sicura, per non ferirla e poterla perdere. Oggi si fa la caccia all’aspetto, il cane serve solo per il riporto … e la chiamano caccia alla beccaccia! Che tristezza, mio caro Giuliano! “Eh, sì. E’ l’eterna storia delle insidie del predatore e delle contromisure della preda. La vita e la morte indissolubilmente collegate.” ma questa verità, purtroppo, non è dovuta al Cacciatore, ma alla Natura che ha voluto, (giustamente?) creare questa situazione di diffidenza. Che bello sarebbe poter avere tra le mani la Regina viva, accarezzarla, baciarla e lasciarla andare via… Che bello sarebbe stato! Perdonami, caro Amico Giuliano, ma non condivido, nel caso della Caccia alla Beccaccia “Appena si fa giorno …. Devi correre!». No, non devi correre perché lei è la che ti aspetta e se corri, non la trovi perché o la spaventi, e si invola, o la salti. Un cordialissimo saluto. Nino

da ninohunter.07@katamail.com 19/10/2009 15.40

Re:E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA

La beccaccia é in arrivo,e con essa,gli ONESTI difensori della natura:i forestali!! prepariamoci a cercare amici e avvocati!!!!Ormai le tasse sono state pagate!!!!!!!!!

da nino ag. 19/10/2009 15.19