Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Moriglione, pavoncella e la polvere sotto il tappeto Ambientalisti in discesaLa giusta battaglia dei circhiIl pane … e la cacciaCacciatori e piccoli passiAvanti tutta in EuropaAmbientalista? Sì, cacciatore!Selvaggina, la via della filieraGiovani. Cacciatori. NaturalistiPadule di Fucecchio. Fatti non p.Diamo una mano alla starnaTornare ai tempi della naturaRitorniamo al mitoGreta e la terra I Restoni non sono “quelli che restano”Riprendiamoci la naturaDiscorso sulla coturnice, ma non soloLa piaga dei ParchiBentornata ExaHorror naturaProvocazioni e fermezzaMaestra montagnaSPORT O PASSIONE?Un contratto a uso del manovratoreCol cinghiale al casello, ma non soloCinghiale. Il ricercatore svela la bufalaCambiamenti climatici e migrazioneScelta di campo e arie partenopeeIl nostro futuro è in EuropaLa mia Flyway è differenteIl futuro potrebbe essere la gestione adattativa?Un amoreAmbientalismo de noantriAria fresca e un pensierino alla SerraIl caso Leopold LipuUna sbiadita stellaViva la caccia!Questione di passioneIl mondo che verràIl senso della Lipu per i passeriArmi. Le nuove regoleSi va per l'aperturaLa tentazione di riprovarciIncendi. Il presente, il futuroAmbiente. Vogliamo parlare dei Parchi?SOGNO DI UN'ELISA DI MEZZA ESTATELa nostra frontieraCerusici e norciniSaggezza cinotecnicaUn ministro smarritoMa dov'era la Lipu quando ci rubavano gli habitat?E se si ripartisse dalla pernice?ISTINTO VENATORIO DEL CANE DA FERMAAntibracconaggio, a che punto siamo?Nuovo Governo. Un limite, un'opportunitàCronaca di una passioneDotti, medici e sapientiDiamoci una mossaE' giusto essere amici degli animali, ma oggi è meglio difendere gli uominiOrnitologo sarà lei! - Ornitologia “accademica” vs. Ornitologia “venatoria”Battistoni. Ambientalista cacciatore, con un occhio alla migratoriaEmozioni di una capannistaBruzzone, è ora di riformeCaccia richiamo profondoCalo uccelli e agricoltura. La resa dei conti Le visioni di lupo Gianroberto e i tre grilliniAttesaVaghe stelle del sudLa caccia come la vedo ioELEZIONI 4 MARZO: CHI VOTARE E CHI NOUn primato sconosciutoLa carica degli ungulatiIl sabato del cacciatoreSpeciale elezioni: Un voto per la cacciaAndare a votare e votare beneOH QUANTE BELLE FIGLIE...A testa altaDella beccaccia e del suo patrimonioCi vuole più coraggioDove va la caccia secondo SimonaDove va la caccia? "Lo decidiamo noi"A futura memoria per l'umanità di domani Il futuro dipenderà da noiInsostenibili sarete voi!Anche gli ambientalisti calano. Eccome!Referendum e autonomieSulla legge del salmì e altre meraviglieQuestione di DnaMarco Ciarafoni: Giovani, giovani e unitàMassimo Zaratin: far conoscere a chi non saSparvoli: il futuro nel cacciatore ambientalistaCacciatori, è nato WeHunter! BANA. MIGRATORISTA PER...TRADIZIONECRETTI. LA CACCIA E' SEMPRE DOMANIHUNTER FOREVERSORRENTI: GUARDARE AVANTI CON OTTIMISMOFiere degli uccelli: ecco dove sbagliano gli animalistiAmici ambientalisti chiedete la chiusura della caccia e fatela finita!ETTORE ZANON. EUROPA EUROPA!INCENDI E SICCITA'. FACCIAMO CHIAREZZAMASSIMO MARRACCI. ATTENTI AI BISTICCIOrsi, sono troppi?L'ultimo beneUNA SOCIETÀ ALLA DERIVATORDO, TORDELLA, BIBÌ, BIBÒ E CAPITAN COCORICÒLibro Origini – Iscrizioni recordMERAVIGLIOSA BECCACCIASerra uno di noi. L'animalista coi baffiCacciatore o lupo cattivo?IL CINGHIALE SALVA LA CACCIABrambusconi, "che figata"ETICA O ETICHETTA?DUE CHIOSE ALLO STORICOCARTA VINCE CARTA PERDECacciatori e noL'AGNELLO E LA CICORIAPER ELISA - La dolce passione di una cacciatrice di carattereSOSTIENE LARALUPO, QUANTO CI COSTIA UN PASSO DAL PARADISO - Dopo l' ISPRA ecco l'ONCFS franceseISPRA: C'ERA UNA VOLTA IL LABORATORIO PER NON PERDERE LA TRAMONTANAC'ERA UNA VOLTA...LUPO: CHE BOCCA GRANDE CHE HAI!!!Altro che caccia. Ecco quali sono le vere infrazioni italianeTABU' LUPOFIRMAMENTO SOCIALALTRO CHE CACCIA! E' L'HABITAT CHE RISCHIA GROSSOLUPO. ATTENDIAMO LUMICHI DICE PARCHI DICE PORCHI, E... NOTERELLE SUL CANE DA CACCIACos’è la cacciaLa ri-propostaCuore di beccacciaCacciatori in Europa. Un'azienda da 16 miliardiLA GRANDE CUCINA DELLA SELVAGGINA Una bella scopertaCARI AMBIENTALISTI, NON SI COMINCIA DALLA CODAOsservatori regionali, avanti!Ungulati: una risorsa preziosaLa mia prima volta al cinghiale: onore alla 110!Il cinghiale nel mirino. Braccata e selezione: una convivenza possibileANIMALISTI. LA DEBOLEZZA DEI VIOLENTITORDI TORDISTANNO TUTTI BENEETERNA APERTURATANTE MAGICHE APERTURECI SIAMO!LA SFIDA DELLA COMUNICAZIONELA SANA DIETA DEL CACCIATORE CELESTEANCH'IO CACCIOMIGRATORIA, MA DI CHI?Biodiversità e specie opportuniste: l'esempio franceseREWILDING ECONOMY – IL PASSATO PROSSIMO VENTUROLasciate la carne ai bambiniUccellacci e uccellini, chi ce la fa e chi....CINGHIALI D'UNA VOLTADATEMI UN'APP, SOLLEVERO' L'ISPRAMONTAGNA, 22 ANNI DOPOElegia per un vecchio signoreLA GRANDE BUFALAAnimali & Co: un problema di comunicazioneLUPO O CINGHIALE?Papa Francesco: gli animali dopo l'uomoLe allodole, mia nonna e le vecchietteLa caccia e gli chefUNGULATI CHE PASSIONEPARCHI E AREE PROTETTE: ECCO LA FRANCIALe beccacce e il lupoQUESTIONE DI PROSPETTIVALa cinofilia ufficiale. Parte seconda con scusePROBLEMA LUPOBisturi facili. Cuccioli? No graziePerché ho scelto il setter inglese?Galletti fa mea culpaQuesta è la cinofilia ufficialeC'era una volta il cinghialeBracconieri di speranzeGip, amor di cacciatore. Il piccolo franceseSAVETHEHUNTERS, MATTEOTROMBONI SFIATATII sistemi elettronici di addestramentoGUANO CAPITALEIn principio era una DeaC'era una volta l'orso bianco che campava di caramelleUNA TERRA DIVERSAMEMORIE. Da regina a reginainformAZione?Iniziazione del cuccioloneUNIONE AL PALO?E GALLETTI FECE IL SORDOLA PARABOLA DI CECILCROCCHETTE VEGANEL'ecoturismo fa danniALLODOLE PER SEMPRETRUE LIESCI SIAMO?Natura. Madre o matrigna?LA CACCIA, PROTAGONISTA INCONFESSATA DI EXPOUN’APERTURA DA FAVOLAI cuccioli di oggiMACCHE' PREAPERTURACACCIA, PROVE E VARIA UMANITA'Emergenza cinghiali ovvero: la sagra delle chiacchiereFORMAZIONE, FORMAZIONE!I cani da ferma oggiArlecchino o Pinocchio? LA SANZIONE DELLA VERGOGNAPrima informarsi, poi farsi un'opinioneEffetto FlegetonteIl cane domestico (maschio)Il valore della cacciaChi è diavolo, chi acquasanta?CANDIDATI ECCELLENTIPUBBLICO O PRIVATO?LA FRANCIA E I MINORI A CACCIAREGIONALI 2015: SCEGLIAMO I NOSTRI CANDIDATICaccia vissuta“Se questa è etica”QUANDO GLI AMBIENTALISTI CADONO DAL PEROLe contraddizioni dell'ExpoQUESTIONE DI CORPOL'ultimo lupo e l'ignoranza dei nostri soloniCalendari venatori: si riparteDOVE ANCORA MI PORTA IL VENTOLUCI E OMBRE DI UN PROGETTOCANE DA FERMA: ADDESTRIAMOLO PURE, MA CON GIUDIZIOCHIUSO UN CICLO...A patti col diavolo... e poi?BIGHUNTER'S HEROES: LE MAGNIFICHE CACCE DI LORENZOMISTERI DELLA TELECANI E BECCACCE: UN RAPPORTO DIFFICILEE' IL TORDO CHE TARDA. MA GALLETTI NON LO SATordi e beccacce tra le grinfie della politicaDonne cacciatrici piene di fascino predatorioItaliani confusi su caccia e selvagginaStoria di una particella cosmicaVegani per modaAnime e animaliMUSICA E NUVOLE L'uomo è cacciatore: parola di Wilbur SmithCHI LA VUOLE COTTA, E CHI....Nutria: un caso tutto italiano - un problema e una risorsaZIZZAGA, GALLETTI, ZIZZAGA!E se anche le piante provassero dolore?PASSO O NON PASSO, QUESTO E' IL DILEMMAMomenti che non voglio scordare Anticaccia? ParliamoneCACCIATRICI SI NASCE. UN'APERTURA AL TEMPO DELLE MELECATIA E LA PRIMA ESPERIENZACHIARI AVVERTIMENTIPIU' VIVA E PIU' AMATAECCE CANEMDE ANIMALISTIBUS ovvero DEGLI ANIMALISTIIL CATALOGO E' QUESTO....CINOFILIA E CINOTECNIA QUALCHE SASSO IN PICCIONAIAISPRA. UN INDOVINO MI DISSE...MIGRATORI D'EUROPAL'ipocrisia anticaccia fomenta il bracconaggioMIGRATORISTI GRANDE RISORSAFauna ungulata e vincolismo ambientaleDecreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTROAi luoghi comuni sulla caccia DIAMOCI UN TAGLIOSPENDING REVIEW, OVVERO ABBATTIAMO GLI SPRECHIDOPO LE EUROPEE: VECCHI PROBLEMI PER NUOVE PROSPETTIVEBiodiversità: difendetela dagli ambientalisti GUARIRE DALLA ZAMBILLALe specie invasive ci libereranno dall'animalismoEUROPEE: SCEGLIAMOLI BENELa rivoluzione verde è nel piattoLa caccia al tempo di FacebookSOSTIENE PUTTINI: Pensieri e sogni di un addestratore cinofilo a riposoCOSE SAGGE E MERAVIGLIOSEAMBIENTE: OCCHIO AL GATTOPARDOC'ERO UNA VOLTA ALL'EXAQUESTA E' LA CACCIA!EUROPA AL RISVEGLIOTOPI EROI PER I BAMBINI DELLA BRAMBILLACACCIA LAZIO: quali certezze?ISPRA, I CALENDARI QUESTI SCONOSCIUTIUNITI PER LA BIODIVERSITÀ E LA CACCIA SOSTENIBILELO DICO COL CUOREIL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'I veri volontari dell'ambienteDIAMOGLI CREDITOPROMOZIONE GRATUITA PENSIERINI DEL DOPO EPIFANIAAmbientalisti italiani, poche idee ma confuseAnche National Geographic America conquistato dalle cacciatriciPiù valore alla selvaggina e alla cacciaIl cinghiale di ColomboPorto di fucile - NON C'E' MALE!PAC & CACCIALILITH - LA CACCIA E' NATURALEEffetto protezionismo Ispra: il caso beccacciaIl grande bluff dei ricorsi anticacciaCOME FARE COSA FARESupermarket societyRomanticaTipi di comunicazione: C'E' MURO E MUROAmbientalisti sveglia!Crisi e Parchi, è l'ora di scelte coraggioseSPRAZZI DI SERENOPOINTER E NON PIU'SOGNO DI CACCIATOREUN CLICK E SEI A CACCIA FINALMENTE SI SCENDE IN CAMPORIPRENDIAMOCI LA NOSTRA DIGNITA' DI CACCIATORILA FAUNA SELVATICA: COME UN GRANDE CARTOONALLA FIERA DELL'ESTVOGLIO UNA CLASSE DIRIGENTE MODERNAIL NUOVO PARTITO DEI VECCHI TROMBATI“Caccia è cultura, amore e tradizione” L'assurda battaglia al contenimento faunisticoCACCIA PERMANENTE CACCIATORI DIVISIPartiamo dalla ToscanaITALIA: un paese senza identità. Nemmeno per la cacciaC’ERA UNA VOLTA…I cacciatori nel regno delle eterne emergenzeGli ambientalisti e la trave nell'occhioAddio alle rondini?L’Europa “boccia” l’articolo 842 (e la gestione faunistica di Stato)ITALIA TERRA DI SANTI, POETI... SAGGI.....SUCCEDE ANCHE QUESTOBASTA ASINIAMBIENTALISMO DA SALOTTO E CONTROLLO DELLA FAUNA Siamo tutti figli di DianaTOSCANA: ALLEVAMENTO DI UNGULATI A CIELO APERTOALLARME DANNIDANNI FAUNA SELVATICA: Chi rompe paga…STALLO O NON STALLO CI RIVEDREMO A ROMA“L'ipocrisia delle coscienze pulite”UN DIFFICILE VOTO INTELLIGENTE SALVAGENTE CINGHIALECACCIA DIECI VOLTE MENO PERICOLOSA DI QUALSIASI ALTRA ATTIVITA'ZONE UMIDE: CHI PAGA?Lepri e lepraioli QUESTA SI CHE E' UN'AGENDASPENDING REVIEW E CERTEZZA DELLE REGOLELa Caccia, il futuro è nei giovani – Un regalo sotto l’alberoA SCUOLA NON S'INVECCHIA I nuovi cacciatori li vogliamo cosìNEORURALI DE NOANTRIFRANCIA MON AMOURLA CACCIA E' GREEN? Stupidità... stasera che si fa? NUOVA LINFA PER LA CACCIATERRA INCOGNITAL’Italia a cui vorrei fosse affidata la cacciaLa marcia in più della selvaggina EPPUR SI MUOVECOLLARI ELETTRICI: LECITI O ILLECITI?DIVERSA OPINIONEIN PRIMA PERSONA PER DIFENDERE IL PATRIMONIO NATURALEOpinioni fuori dal coro - VACCI TU A MANNAIL!!!A CACCIA A CACCIA!!!PROVOCAZIONI Estate di fuocoMISTIFICAZIONISICUREZZA A CACCIA, PRIMA DI TUTTOSostenibili e consapevoli!COLPI DI SOLE COLPI DI CALOREAiutati che il Ciel ti aiuta! Insieme saremo Forti!TECNOCRATI? NO ESPERIENTILA RICERCA DIMENTICATAPARCHI: RIFORMA-LAMPO DE CHE'!Orgoglio di contadinoCampagna o città?CACCIA: UNA RISORSA PER TUTTI. PRENDIAMO ESEMPIO DAGLI ALTRICALENDARI VENATORI CON LEGGE REGIONALE: UN'OPINIONE CHE FA RIFLETTERECONFRONTO FRA GENERAZIONILA CACCIA CHE SI RESPIRARapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute GLI SMEMORATI DI COLLEGNOMUFLONE E CAPRIOLO IN ASPROMONTE: un sogno o una possibile realtà?Piemonte: Salta il camoscio/tuona la valanga...DELLE COSE DELLA NATURACultura Rurale: una soluzione per far ripartire l'ItaliaIl nodo delle specie aliene che fa capitolare gli ambientalistiLA CACCIA NELLA STORIA, PASSIONE E NECESSITÀPAC IN TERRISUCCELLI D'EUROPAGIRA GIRA.....STORIA SEMPLICE DI UNA CACCIATRICE LAMENTO DI UN GIOVANE ERRANTE PER LA CAMPAGNATOCCA A NOI!CRISI. SOLUZIONE ALLA GRILLOIL SENSO DELLA CACCIA DI SILVIAVERITA' E CERTEZZA DEL DIRITTOPROCEDURE D’INFRAZIONE E DEROGHE: UN CONTRIBUTO ALLA CHIAREZZABECCACCE DI BEFANACACCIA, FASE DUEPROVOCAZIONI DI FINE D’ANNORICERCA RICERCASPIGOLATURE DI NATALEDai pomodori alle lampadine LA RUMBA DEL CINGHIALONENON ERA AMOREFinalmente autunnoIl paradosso dell'IspraIL PIANETA DEI CACCIATORILe caste animali A CACCIA ANCHE DOMANIA CACCIA SI, MA DOVE?ORGOGLIO DI CACCIATOREPer il nostro futuro copiamo dai colleghi europei FINALMENTE A CACCIAAPRE LA CACCIA!Amico cacciatore, guarda e passaRiforma sui Parchi in arrivo?E i cuccioli umani?MEDITATE, AMBIENTALISTI, MEDITATELA FARSA DEI CALENDARI Armi, la civiltà fa la differenzaIl Pointer e la cacciaCol cane dalla notte dei tempiContarli, certo, ma come?Questa è una passione!IL PENTOLONELA LOGICA DELLA PICCOLA QUANTITA' SOLDI E AMBIENTE. DIECI DOMANDENON SOLO STORNOQUEL CHE RESTA DELLA CACCIA AGLI ACQUATICILa lezione di Rocchetta di VaraBASTA CON LA STERPAZZOLA CON LO SCAPPELLAMENTO A DESTRA MIGRATORI TRADITICORONA L'ERETICOCacciatori e Agricoltori, due facce della stessa medagliaDeroghe: non è una missione impossibileAMBIENTALISMO E' CULTURA RURALESei il mio caneALLE RADICI DELLA CACCIACORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL’UOMO: IMPORTANTE SENTENZA A FAVORE DELLA CACCIACOME DIREBBE LO STORNO, DEL DOMAN NON V'E' CERTEZZA...BOCCONCINI PRIMAVERACACCIA, PASSIONE, POCHE CHIACCHIERECOMUNITARIA: RIMEDIARE AL PASTICCIOQUESTIONE DI CALENDARIOLA BAMBINA CHE SOGNAVA LA CACCIAPRENDIAMO IL MEGLIOBELLEZZA E AMBIENTE. LA NOSTRA RICCHEZZATUTTI A TAVOLARIFLETTERE MA ALLO STESSO TEMPO AGIRELA CACCIA SERVE. ECCOME!METTI UNA SERA A CENAUrbanismo e Wilderness: un confronto impariCONFESSIONI DI UNA TIRATRICE DI SKEETGIOVANI, GIOVANI E ANCORA GIOVANIIL CAPRIOLO POLITICO NO - Per una visione storicistica della caccia in ItaliaAccade solo in Italia?L’ambientalismo tra ecologia profonda e profonda ignoranzaFRA STORIA E ATTUALITA'Non sono cacciatore ma la selvaggina fa bene. Intervista a Filippo Ongaro“Solo” una passioneTra ideologia e strategia politicaIL CATALOGO E' QUESTOTORNIAMO A SVOLGERE UN RACCONTODA DONNA A DONNA: IL MALE DEL TURISMO. Lettera aperta di Lara Leporatti al Ministro BrambillaItaliani ignoranti della cacciaCACCE TIPICHE E VITA IN CAMPAGNAEd il giorno arrivaDEROGHE E CACCIA ALLA MIGRATORIA: DA RISOLVERE. UNA VOLTA PER TUTTE!PRE-APERTURA DI CREDITODomani sarà un altro giorno MIGRATORIA E SELEZIONEAlcune riflessioni sulla caccia in ItaliaDivagazioni per una rivoluzione culturaleLa senatrice Adamo va alla guerraPERCHE’ NON SCENDI, PERCHE’ NON RISTAI? ( versi di G. Carducci)Calendari venatori. Le bugie degli ambientalistiUn'arte chiamata cacciaAREZZO SCONFESSA LA BRAMBILLAAnimalismi e solitudiniIn un vecchio armadioSTAGIONE VECCHIA NON FA BUON BRODOBelli, matti ed inguaribili SIAMO LIGURI!Ieri, mille anni fa, io caccioCosa mangiano gli animali degli animalisti?SCIENZA, CONOSCENZA, CULTURAC'ERA UNA VOLTA UNA SCIMMIAMOVIMENTO STATICO, ANZI NO, REGRESSIVOORSI. COMUNITARIA. PROVVEDIMENTO ZOPPO MA CON SICURO VALORE SIMBOLICOAerei e trasporto munizioni - La situazione della caccia oggi: “Io speriamo che me la cavo”ALL'ARIA APERTA!Contro ogni tentazione. PORTIAMOLI A CACCIAIPSOS FACTO! DIAMOCI DEL NOIIN FINLANDIA SI', CHE VANNO A CACCIA!RIFLESSIONI DI UN PEONEIL PAESE PIU' STRANO DEL MONDOFuoco Amico PER UNA CULTURA RURALE. MEGLIO: PER UNA CULTURA DELLA CACCIA CHE AFFONDA LE SUE RADICI NELLA TRADIZIONE RURALEE Jules Verne diventò anticaccia CULTURA RURALE E CULTURA URBANA A CONFRONTOL'Enpa insulta i cacciatoriSELVAGGINA IN AIUTO DELL’ECONOMIAAmerica: un continente di vita selvaggiaLA LIBERTA’ DI STARE INSIEME A chi giova la selezioneLA CACCIA COME LA NUTELLA?LUPO, CHI SEI?Le fonti energetiche del futuro: nucleare si o no?TOSCANA: ARRIVA LA NUOVA LEGGEA caccia con L'arco... A caccia con la storia...Interpretazioni e commenti di nuova concezione10 domande ai detrattori della cacciaIL BRIVIDO CHE CERCHIAMOLa caccia come antidoto alla catastrofe climaticaPer una educazione alla natura E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA IL CAPRIOLO MANNAROCONSIDERAZIONI E PROPOSTE PER IL FUTURO DELLA CACCIA IN ITALIACaccia - anticaccia: alla ricerca della ragione perdutaAllarmismo e vecchi trucchettiAncora Tozzi ?REALISMO, PRIMA DI TUTTOLe invasioni barbaricheAPERTURA E DOPO. COSA COME QUANDOPiombo e No Toxic: serve un nuovo materiale per le cartucce destinate agli acquaticiDi altro dovremmo arrabbiarciI GIOVANI E IL NUOVO AMBIENTALISMO Cinofili, cinologi e cinotecniciUn rinascimento ambientale è possibileGelosi e orgogliosi delle nostre tradizioniLA CACCIA SALVATA DALLE DONNE?Nuovo catalogo BigHunter 2009 – 2010: un omaggio all' Ars VenandiTutto e il contrario di tuttoDALL'OLIO: UNITA' VO' CERCANDO...IL VECCHIO CANE: RICORDIAMOCI DI TUTTE LE GIOIE CHE CI HA DONATOLa voce dei protagonisti sui cinghiali a GenovaTutti insieme... magicamenteAmbiente: una speranza nella cacciaSOLO SU BIG HUNTER: DALL’OLIO, PRIMA INTERVISTALa Caccia ha bisogno di uomini che si impegnanoLA COMUNICAZIONE NON E' COME TIRARE A UN TORDOIl capanno: tra architettura rurale e passione infinitaDONNE ...DU DU DU... DI-DI-DI I..... IN CERCA DI DIANAEUROPA EUROPAVICINI ALLA VERITA'Beccaccia sostenibileCACCIA E SOCIETA'Wilbur Smith, scrittore da best seller innamorato della caccia BAGGIO, CON LA CACCIA DALL’ETA’ DI CINQUE ANNIPARLAMENTO EUROPEO - Fai sottoscrivere un impegno per la caccia al tuo candidatoCACCIA ALL'ORSIORGOGLIOSI DI ESSERE CACCIATORIUN DOCUMENTARIO SENZA SORPRESE, ALMENO PER I CACCIATORIRidiamo il giusto orgoglio al cacciatore moderno e consapevoleIl cane con il proprio olfatto è il vero ausiliare dell'uomo, anche oltre la caccia.157: PENSIERI E PAROLEMA COS'E' QUESTA CACCIA?157 CACCIA: LA SINTESI ORSI E' UNA BOZZA DI DISCUSSIONEMIGLIORARE LE RAZZE? SI PUO’ FARECINGHIALI CHE PASSIONELa cultura cinofilaATC DIAMOCI DA FAREIl vitello che mangi non è morto d'infarto!Ripensare la caccia?PER UN FUTURO DELLA CACCIAQUANTO CI COSTI, BELLA TOPOLONAPUCCINI CACCIATORE E AMBIENTALISTA ANTE - LITTERAMUn nuovo corso per gli ungulatiSiamo noi le Giubbe VerdiRuralità e caccia fra cultura, tradizione ed economia Rilanciamo il consumo alimentare della selvagginaLa caccia secondo Giuliano, umorista de La RepubblicaQuesta è la cacciaIl cane oggetto: attenzione alla pericolosa tendenza della civiltà dei consumiLa cinegetica e la caccia col caneGestione e tradizione BASTA TESSEREAMAR...TORDE il beccafico perse la via del nordDimostriamo credibilitàApertura passione serenitàeditoriale - Fucili italiani come le ferrariOrgoglio di CacciatoreI Tordi e le BeccacceLa Caccia è Rock

Editoriale

Provocazioni e fermezza


lunedì 4 febbraio 2019
    

 
Ne scorrerà dell'acqua sotto i ponti, o ne passeranno di nuvole nel cielo della politica italiana prima che i nostri concittadini possano vedere applicabile il tanto sbandierato referendum confermativo che in questi giorni fa sussultare stizzosamente più di un costituzionalista. Ma tant'è. Nella sciagurata congiuntura in cui sta annaspando il nostro paese, dove uno vale uno e di conseguenza un assistente socio-sanitario conta quanto il responsabile dell'Istituto Superiore di Sanità, a questo ci dovremo abituare, a meno che non cambi vento, o corso dei fiumi. Insomma, che la politica e la società civile possano rientrare in un alveo più ordinato, che dia valore alla qualità delle persone e ristabilisca delle priorità più consone ai bisogni della gente.

E mentre ci perdiamo in tante discussioni su argomenti che anche noi, da decenni ormai, abbiamo ben presenti, cioè il diritto delle minoranze, i pericoli della democrazia diretta, tanto bella in teoria  quanto pericolosa in pratica, soprattutto al tempo dei social, proviamo a trovare un briciolo di tempo per riflettere su un argomento più vicino a noi nel tempo e più concreto.

Facciamo decidere la gente, si dice, rafforziamo l'autodeterminazione.. Bene. Quale soluzione migliore per renderla più consapevole e responsabile, la gente,  direttamente  sui territori, dove vive, se non grazie a quella bozza di normativa,   già depositata  in Parlamento, la cosiddetta Legge sulle autonomie, che sta passando quasi sotto silenzio, ma che prevede il decentramento dei poteri alle regioni?

L'hanno richiesta  con determinazione, l'autonomia, ben tre regioni - Lombardia, Veneto, Emilia Romagna - alle quali se ne  stanno affiancando almeno altre quattro o cinque, ma che se ben analizzata potrebbe essere la chiave di volta dell'intero sistema economico e sociale italiano e la soluzione di molte delle sue storture.

Così come è stata impostata, non ha bisogno nemmeno di modifiche costituzionali, prospettando quindi un iter di approvazione sicuramente più snello di quello sui referendum tanto cari ai cinquestelle.

Cosa prevede?
Vediamone in sintesi gli aspetti salienti, molto semplici, da cui si potrebbero trarre spunti interessanti anche per la caccia. Ne fa fede la premessa sottoscritta a suo tempo  fra il Governatore del Veneto Zaia e la Ministra per le Regioni, Erika Stefani, dove si ricorda  che l’articolo 116, terzo comma, della Costituzione stabilisce che “Ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia, concernenti le materie di cui al terzo comma dell’articolo 117 e le materie indicate dal secondo comma del medesimo articolo alle lettere l), limitatamente all’organizzazione della giustizia di pace, n) e s), possono essere attribuite ad altre Regioni, con legge dello Stato, su iniziativa della Regione interessata, sentiti gli enti locali, nel rispetto dei principi di cui all’articolo 119. La legge è approvata dalle Camere a maggioranza assoluta dei componenti, sulla base di intesa fra lo Stato e la Regione interessata”. A cui si potrebbe - e a nostro avviso si dovrebbe - collegare quanto precisato dalla Ministra Stefani, quando al proprosito ha sostenuto che «le materie ora concorrenti verranno considerate di competenza esclusiva della singola regione», e a queste andranno collegate anche altre  materie che ora sono in capo allo Stato ma che potrebbero passare definitivamente sotto il controllo dei singoli consigli regionali."

Dunque, l'art. 1 di questo ddl, oggetto verso la prossima metà febbraio di un vertice tra il presidente Conte e i governatorii delle tre regioni,  recita così:

    Ai sensi dell’articolo 116, terzo comma, della Costituzione, alla Regione del....  sono riconosciute, sulla base dell’Intesa tra lo Stato e la Regione medesima, sottoscritta il ................ tra il Governo e la Regione del...., e secondo le modalità stabilite dalla presente legge, ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia nelle seguenti materie:

1) norme generali sull'istruzione; 2) tutela dell'ambiente, dell'ecosistema e dei beni culturali; 3) organizzazione della giustizia di pace; 4) tutela della salute; 5) istruzione; 6) ricerca scientifica e tecnologica e sostegno all'innovazione per i settori produttivi; 7) governo del territorio; 8) valorizzazione dei beni culturali e ambientali e promozione e organizzazione di attività culturali; 9) rapporti internazionali e con l’Unione Europea della Regione; 10) protezione civile; 11) coordinamento della finanza pubblica e del sistema tributario; 12) commercio con l’estero; 13) tutela e sicurezza del lavoro; 14) professioni; 15) alimentazione; 16) ordinamento sportivo; 17) porti e aeroporti civili; 18) grandi reti di trasporto e di navigazione; 19) casse di risparmio, casse rurali, aziende di credito a carattere regionale; 20) enti di credito fondiario e agrario a carattere regionale; 21) ordinamento della comunicazione; 22) produzione, trasporto e distribuzione nazionale dell'energia; 23) previdenza complementare e integrativa.

Dove, volendo, alle voci evidenziate in neretto, anche un cieco potrebbe intravedere aspetti e problematiche che in questi ultimi venti trent'anni hanno procurato non pochi crucci ai cacciatori e non solo a loro.

Chissà se i nostri cosiddetti stakeholders (associazioni, categorie produttive), eminenti giuristi, illuminati "rappresentanti del popolo" intenderanno applicarsi per far emergere  elementi sufficienti a ridare corpo a un mondo, fino ad oggi affidato all'anonimato centrale, rimasto in balia di esagitati salottieri che hanno inteso la natura come qualcosa di imbalsamato, pseudobucolico e affaristico ma a loro avviso ..."politicamente corretto".

Una provocazione, con l'aria che tira?

Può darsi. Di sicuro ci vorrà fermezza. E determinazione. E un po' di follia. Ce ne sarà?


Francesco Tommasi

 

Leggi altri Editoriali

30 commenti finora...

Re:Provocazioni e fermezza

ertrota? vai a pesca lascia le cose serie ai piu grandi trotaiolo !!!

da Ercafone 10/02/2019 18.04

Re:Provocazioni e fermezza

ahahah uno che fa il volontario è già idiota di suo!! e ha tempo da perdere vuol dire VAGABONDO E SCROCCONE o morto di fame per il gettoncino di presenza altro che volontario... maniaco ... brrrr che pavura lo spazzino mi vuole buttare giù i dentini ahahahha aiuto !!! ahahah asciuga la macchina con la divisa da spazzino ahhahaha e non farla lunga scemo!! ( il dentista ahahahhahahahahahahahhaahh )

da ahhaha 10/02/2019 17.07

Re:Provocazioni e fermezza

Tutta ste leggi che avete elencato qui sopra si possono rispettare solo se si abbassano immediatamente le tasse sulla povera gente che lavora.sulla caccia invece di scervellirni sui giorni da dare o non dare sulla selvaggina da abbattere dove come e quando fate una cosa mandate a caccia 2 giorni a settimana e basta lasciate decidere i comuni sul propri o territorio .fino a quando c'è gente in uffici che gestiscono il territorio in materia di caccia non si risolverà niente.mandate ci cacciatori con la c maiuscola senza impegno non si risolve un bel niente.

da ertrota 09/02/2019 20.58

Re:Provocazioni e fermezza

spazzino, sotto casa mia un cane ha cagato, puoi passare a toglierla.......sbrigati, sei pagato per questo

da [email protected] sei 09/02/2019 15.45

Re:Provocazioni e fermezza

Spero che qualche nostro dirigente si vorrà applicare per verificare che quanto leggo qui sopra possa essere realizzato. Sul territorio siamo più attrezzati che nei salotti romani. E sappiamo anche gestire le cose con intelligenza, mettendo da parte le fantasie e le balle. Sarebbe anche una risposta a questi salottieri che non hanno capito granchè dell'importanza della caccia, e spesso sono succubi di sollecitazioni ben più corpose che portano voti insieme a bustarelle.

da Caccia Tore 08/02/2019 17.30

Re:Provocazioni e fermezza

Dicono che Salvini domani è a Vicenza. Io, se fossi un dirigente venatorio, o anche un semplice cacciatore che lo potesse incrociare, gli chiederei un impegno pubblico per ristabilire la verità sui KC, riportare l'Ispra sotto il ministero agricoltura, licenziare Mamone Capria dal Ministero dell'Ambiente, almeno fino a che rimane presidente della LIPU. Con la Lega al governo, stiamo assistendo a situazioni inaudite. Contro la caccia. Il cinghiale è un problema? Fate pure, ma se volete una mano, ridateci la peppola, il fringuello, il prispolone. Non siamo noi a minacciarne la specie, ove mai così fosse.

da UNO deciso 08/02/2019 16.27

Re:Provocazioni e fermezza

La caccia, fino a una ventina d'anni riconoscuita dal CONI (organo nazionale dello sport) ha sempre da una trentina d'anni un difetto di fondo. L'art 1 della 157 (La fauna selvatica è patrimonio indisponibile dello stato: frase altisonante ma con nessun collegamento pratico alla realtà), unicum incredibile nel diritto di qualsiasi altro paese al mondo. La selvaggina, in territori antropizzati, è un bene fruibile economicamente. Che poi sia il proprietario il gestore del terreno, oppure associazioni di cacciatori organizzati, non fa differenza. Sempre di soldi si tratta. L'aggravante cinghiale offre conflitti enormi fra i fruitori (cacciatori) o i possibili tali (proprietari o conduttori del terreno). Su fronti alterni si sottovaluta il concetto di "gestione globale", che non può prescindere dal controllo (prelievo? caccia?) nei parchi, che una sciagurata legge, la 394, impedisce da questi stessi tre decenni, con i risultati che tutti o quasi, politici, tecnici, e anche cacciatori, per interessi diversi fanno finta di ignorare. La selvaggina, si chiama selvaggina in quanto è prodotto alimentare. Non importa chi e come si consuma. Ha ovviamente risvolti economici, e in Italia è malamente sfruttata, per interessi corporativi diversi, innegabili. La nostra storia patria, nel corso dei secoli, consente di rintracciare ancora molte testimonianze nel paesaggio, nelle strutture edilizie, nelle culture delle comunità, riguardo a una caccia che praticata per diletto, dal re al popolano, porta carne in tavola. Teniamone conto.

da Renzo T. 08/02/2019 10.36

Re:Provocazioni e fermezza

questi CUGHIUNI DI CACCIAORI VANNO CONTROLLATI PER BENINO ,CON QUEI CXXU DI FUCILI IN MANO SI CREDONO MILITARI ,MA SE NON SEGUONO LE REGOLE VANNO MAZZOLATI E INGABBIATI

da sPAZZACAMINO 07/02/2019 16.29

Re:Provocazioni e fermezza

molte zone della laguna, sia nord che sud, per la caccia, e non solo, sono terra di nessuno. Ben vengano i controlli. Gli spazzini poi sono persone rispettebilissime che svolgono un lavoro di pubblica utilità.

da victor piazza 07/02/2019 12.33

Re:Provocazioni e fermezza

HAHAHA hai la coda di paglia? In quanto alle tue provocazioni, spazzino o no, ti faccio presente che i dentisti, costano cari. Fai meno l'idiota,hahaha...hahaha...hahaha !!!!!

da Target 07/02/2019 10.53

Re:Provocazioni e fermezza

una paura ah ah ah che mi tremano le mutande !! e questa la dice lunga sul tuo sistema di controllare la gente ma stai attento a volte si può inciampare in uno come me e dopo sono dolori SPAZZINO IDIOTA ! E smettila di minacciare se no metti il recapito che ti vengo a parlare in diretta anche con la divisa da spazzino SCEMOOOOOOOOOOO

da AH AH AH 06/02/2019 18.40

Re:Provocazioni e fermezza

E poi ci sono alcuni cacciatori idioti e linguacciuti che al controllo se la fanno sotto... Vero ha ha ha....!!!

da Target 06/02/2019 14.29

Re:Provocazioni e fermezza

e questo minaccia !! cosa sei un volontario con la divisa da spazzino che va in giro come un idiota credendosi bufalo bill?

da ahahah 06/02/2019 8.10

Re:Provocazioni e fermezza

Veramente Geppetto non ci capisci granchè di quello che scrivi,

da anonimo 05/02/2019 19.03

Re:Provocazioni e fermezza

Veramente oggi sono carabinieri. Occhio Pinocchio!

da Geppetto 05/02/2019 17.34

Re:Provocazioni e fermezza

guardie venatorie ?????? e chi sono ?? quei pagliacci con la divisa da spazzino ahahahah

da ahahah 05/02/2019 16.21

Re:Provocazioni e fermezza

più facile "catturare" due cacciatori con tre anitre in più che dei delinquenti che ti sparano addosso !!! ah ah ah

da ah ah ah 05/02/2019 16.19

Re:Provocazioni e fermezza

Fanno bene a fare i controlli questi bracconieri hanno rotto il c.

da W Le guardie venatorie che controllino per bene 05/02/2019 16.17

Re:Provocazioni e fermezza

Leggo di un'operazione antibracconaggio nelle valli venete durata 6 giorni, con una cinquantina di agenti, che ha portato a sette denunce. Misero bottino che dimostra che sostanzialmente i cacciatori sono corretti. Soprattutto, se si tiene conto che sono stati utilizzati sofisticati droni a sensore termico manovrabili "DA REMOTO" anche al buio, e che fanno foto da trecento metri di distanza. Ottimo risultato, qualche mela marcia c'è sempre ed è bene toglierla dal cesto. Tuttavia, suggerirei un COMPITINO FACILE FACILE PER I NOSTRI DIRIGENTI VENATORI. QUALCUNO VUOL CONSIGLIARE ALL'INEFFABILE MINISTRO COSTA E AI SUOI EX COLLEGHI (SOARDA) DI UTILIZZARE QUESTI RAFFINATI STRUMENTI ANCHE NELLE TERRE A LUI PIÙ NOTE, DOVE DI NOTTE SCORRAZZANO PERSONCINE UN PO' PIÙ PERICOLOSE DI QUELLE CHE FREQUENTANO LE VALLI, SCARICANDO QUA E LA' QUEI RIFIUTI TOSSICI FRA UNA MONTAGNA DI ECOBALLE E L'ALTRA? FRA L'ALTRO, CON TUTTI QUEI FOCARELLI CHE COLA' DIVAMPANO DA DECENNI, ANCHE QUEI DRONI AVREBBERO GIOCO PIÙ FACILE AD OTTENERE FOTO PIÙ NITIDE.

da PASSAPAROLA 05/02/2019 14.36

Re:Provocazioni e fermezza

in veneto siamo tranquilli: abbiamo carretta e berlato

da sante 05/02/2019 14.10

Re:Provocazioni e fermezza

Ci sarà qualcuno dei nostri dirigenti che svegliandosi di cattivo umore, una mattina, decide di richiamare l'attenzione sul mormorato conflitto d'interessi che si consuma quotidianamente nelle stanze del ministero dell'ambiente??

da F. C. M. 05/02/2019 11.31

Re:Provocazioni e fermezza

Intanto io mangio spiedi su spiedi di selvaggina hah a ha alla facciaccia di tutti a hha ha ha ha ha ah ,selvaggina presa nel rispetto della legge si intende ,ma la mangio di gusto alla facciaccia della lipu degli ambientalisti della brambilla e di quel ladrone che ancora lo fanno rimettere in politica chiamato berlusconi il vecchiardo.

da Lillo43 05/02/2019 9.14

Re:Provocazioni e fermezza

regione per regione??? ma diciamolo ben chiaro le regole cambiano da provincia a provincia ( dovevano abolirle !!! ) poi da un Atc all' altro Atc della stessa provincia ah ah ah ma di cosa stiamo parlando? e la colpa e dei soliti RESIDENTI CHE FANNO PARTE DEL CONSIGLIO DIRETTIVO DEGLI ATC DEGLI idioti che vogliono andare a caccia solo loro ! cosi si sono creati le riservine private a due passi da casa , lanciano la lepre sotto casa, cacciano il capriolo dalla finestra di casa , selezione al cinghiale gratis , piano di controllo 365 gg all'anno ,hanno l'appostamento fisso per i migratori SONO SEMPRE GLI STESSI SEMPRE LORO IN OGNI ATC MENTRE gli ALTRI STANNO A GUARDARE !!! LA COLPA E' DELL'EGOISMO DI QUESTI CACCIATORI DI MERDA !! IO LA CHIUDEREI PER TUTTI MA SOPRATUTTO PER QUESTI DEMENTI PREPOTENTI CHE SONO DENTRO GLI ATC COME UN CANCRO CON METASTATSI OVQUNUE !!! Remo se non fai parte della Mafia rassegnati !!

da Mario 05/02/2019 9.11

Re:Provocazioni e fermezza

Chi cercava di impedire la frammentarietà delle disposizioni normative sulla caccia, per paura dei cosiddetti calendari arlecchino, ha penato tanto in questi decenni ma non è riuscito ad evitare che questa distribuzione delle regole di caccia a macchia di leopardo - regione per regione - non diventasse realtà. Il contributo dei TAR, del Consiglio di Stato, dei multiformi e contraddittori organi di governo, la Corte Costituzionale è stato altrettanto determinate, come gli egoismi localistici e le stupidaggini di chi ha voluto rincorrere un facile consenso a dispetto della necessità di trovare una sintesi. Gli stessi organismi regionali, attraverso soprattutto i coordinamenti interregionali (Conferenza delle Regioni, Conferenza Stato-Regioni), hanno spesso fatto dei buchi nell'acqua, aumentando quasi sempre la confusione. Quindi, visto che la frittata è stata scodellata da tempo, proviamo ad assaggiare anche questa minestra. Ammesso che i nostri esimi governanti regionali abbiano finalmente un sussulto d'orgoglio e di coraggio e facciano seguire allo spreco di retorica quei fatti che fino ad oggi non ci sono stati. Ma a tutto questo, deve costituirsi necessariamente una piattaforma del movimento che superi i dissidi interassociativi, abbia una strategia ben definita, si formi una coscienza dei limiti, i nostri, dovuti soprattutto a una carenza di ricambio e a un deficit culturale enorme.

da Rocco S. 05/02/2019 8.33

Re:Provocazioni e fermezza

Lasciate perdere. Io voglio andare a caccia a casa mi, Accident'a voi.

da Remo G. 04/02/2019 23.08

Re:Provocazioni e fermezza

Ma si chiuduamola...per poi attaccare la pesca e tanti altri argomenti che distraggono l'attenzione dall'uso dei diserbanti (prorogati anche a livello europeo).Perdita degli habitat, cementificazione degli argini dei fiumi. Siamo noi il problema o gli unici che si accorgono di quello che sta succedendo??

da Johnny 04/02/2019 15.25

Re:Provocazioni e fermezza

ma chi se ne frega??? ma siete davvero penosi se la vogliono chiudere lasciateli fare a che serve combattere ???a nulla non abbiamo mai ottenuto nulla e cosa credete di ottenere ora?? ma di cosa vi preoccupate c'è la Francia e la Spagna a due passi l'Albania l 'Austria , Slovenia , Croazia. Bosnia e poi le repubbliche baltiche l'Ungheria MA CHI SE NE FREGA DELLA CACCIA IN ITALIA!!! BASTA E' ORA DI CHIUDERLA PER VEDERNE DELLE BELLE!!! aprite la mente sforzatevi NON E' DIFFICILE...

da Mino 04/02/2019 13.00

Re:Provocazioni e fermezza

Peggio,Dino,perchè dove fortunatamente,per caso, non ci sarà referendum,cambieranno le regole della caccia a seconda del "reggente";guardate quei poveri disgraziati colleghi del Piemonte.Parchi,oasi a go go ecc...

da anonimo 04/02/2019 12.36

Re:Provocazioni e fermezza

Così fanno un referendum regionale e chiudono laccaccia in una o più regioni. NON CI SONO SCORCIATOIE O RIUSCIAMO A COMUNICARE LA CACCIA A CHI NON CI VA (spendendo qualche milionaria) O CHIUDIAMO PIÙ PRIMA CHEVPOI.

da Dino 04/02/2019 12.28

Re:Provocazioni e fermezza

Bene.Poi però non parliamo di Parchi necessari a creare poltrone per i trombati alle consultazioni nazionali.Insomma:se non hai fatto tombola c'è sempre il tombolino.E c'è gente che con la faccia come il.....che festeggia l'unità d'Italia;saranno gli depositari di queste istanze?Figuriamoci se già oggi,a 10 Km. di differenza di distanaz, la beccaccia si può cacciare e migra prima del 1 gennaio mentre a fianco ha avuto mal di testa e non si è accoppiata fino alla fine di gennaio(se non ha il plaid quando gela),cosa potrà essere domani.Il tutto per un solo fine:il più sfacciato clientelismo politica che offre vie di uscita a chi dovrebbe già essere stato mandato af..... da tutti gli italiani insieme.

da anonimo 04/02/2019 9.26