HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | Foto | I Video | Sondaggi | Quiz | Forum | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Downloads | Fresco di Stampa | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
  Cerca
MERAVIGLIOSA BECCACCIA Serra uno di noi. L'animalista coi baffi Cacciatore o lupo cattivo? IL CINGHIALE SALVA LA CACCIA Brambusconi, "che figata" ETICA O ETICHETTA? DUE CHIOSE ALLO STORICO CARTA VINCE CARTA PERDE Cacciatori e no L'AGNELLO E LA CICORIA PER ELISA - La dolce passione di una cacciatrice di carattere SOSTIENE LARA LUPO, QUANTO CI COSTI A UN PASSO DAL PARADISO - Dopo l' ISPRA ecco l'ONCFS francese ISPRA: C'ERA UNA VOLTA IL LABORATORIO PER NON PERDERE LA TRAMONTANA C'ERA UNA VOLTA... LUPO: CHE BOCCA GRANDE CHE HAI!!! Altro che caccia. Ecco quali sono le vere infrazioni italiane TABU' LUPO FIRMAMENTO SOCIAL ALTRO CHE CACCIA! E' L'HABITAT CHE RISCHIA GROSSO LUPO. ATTENDIAMO LUMI CHI DICE PARCHI DICE PORCHI, E... NOTERELLE SUL CANE DA CACCIA Cos’è la caccia La ri-proposta Cuore di beccaccia Cacciatori in Europa. Un'azienda da 16 miliardi LA GRANDE CUCINA DELLA SELVAGGINA Una bella scoperta CARI AMBIENTALISTI, NON SI COMINCIA DALLA CODA Osservatori regionali, avanti! Ungulati: una risorsa preziosa La mia prima volta al cinghiale: onore alla 110! Il cinghiale nel mirino. Braccata e selezione: una convivenza possibile ANIMALISTI. LA DEBOLEZZA DEI VIOLENTI TORDI TORDI STANNO TUTTI BENE ETERNA APERTURA TANTE MAGICHE APERTURE CI SIAMO! LA SFIDA DELLA COMUNICAZIONE LA SANA DIETA DEL CACCIATORE CELESTE ANCH'IO CACCIO MIGRATORIA, MA DI CHI? Biodiversità e specie opportuniste: l'esempio francese REWILDING ECONOMY – IL PASSATO PROSSIMO VENTURO Lasciate la carne ai bambini Uccellacci e uccellini, chi ce la fa e chi.... CINGHIALI D'UNA VOLTA DATEMI UN'APP, SOLLEVERO' L'ISPRA MONTAGNA, 22 ANNI DOPO Elegia per un vecchio signore LA GRANDE BUFALA Animali & Co: un problema di comunicazione LUPO O CINGHIALE? Papa Francesco: gli animali dopo l'uomo Le allodole, mia nonna e le vecchiette La caccia e gli chef UNGULATI CHE PASSIONE PARCHI E AREE PROTETTE: ECCO LA FRANCIA Le beccacce e il lupo QUESTIONE DI PROSPETTIVA La cinofilia ufficiale. Parte seconda con scuse PROBLEMA LUPO Bisturi facili. Cuccioli? No grazie Perché ho scelto il setter inglese? Galletti fa mea culpa Questa è la cinofilia ufficiale C'era una volta il cinghiale Bracconieri di speranze Gip, amor di cacciatore. Il piccolo francese SAVETHEHUNTERS, MATTEO TROMBONI SFIATATI I sistemi elettronici di addestramento GUANO CAPITALE In principio era una Dea C'era una volta l'orso bianco che campava di caramelle UNA TERRA DIVERSA MEMORIE. Da regina a regina informAZione? Iniziazione del cucciolone UNIONE AL PALO? LA PARABOLA DI CECIL CROCCHETTE VEGANE L'ecoturismo fa danni ALLODOLE PER SEMPRE TRUE LIES CI SIAMO? Natura. Madre o matrigna? LA CACCIA, PROTAGONISTA INCONFESSATA DI EXPO UN’APERTURA DA FAVOLA I cuccioli di oggi MACCHE' PREAPERTURA CACCIA, PROVE E VARIA UMANITA' Emergenza cinghiali ovvero: la sagra delle chiacchiere FORMAZIONE, FORMAZIONE! I cani da ferma oggi Arlecchino o Pinocchio? LA SANZIONE DELLA VERGOGNA Prima informarsi, poi farsi un'opinione Effetto Flegetonte Il cane domestico (maschio) Il valore della caccia Chi è diavolo, chi acquasanta? CANDIDATI ECCELLENTI PUBBLICO O PRIVATO? LA FRANCIA E I MINORI A CACCIA REGIONALI 2015: SCEGLIAMO I NOSTRI CANDIDATI Caccia vissuta “Se questa è etica” QUANDO GLI AMBIENTALISTI CADONO DAL PERO Le contraddizioni dell'Expo QUESTIONE DI CORPO L'ultimo lupo e l'ignoranza dei nostri soloni Calendari venatori: si riparte DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO LUCI E OMBRE DI UN PROGETTO CANE DA FERMA: ADDESTRIAMOLO PURE, MA CON GIUDIZIO CHIUSO UN CICLO... A patti col diavolo... e poi? BIGHUNTER'S HEROES: LE MAGNIFICHE CACCE DI LORENZO MISTERI DELLA TELE CANI E BECCACCE: UN RAPPORTO DIFFICILE E' IL TORDO CHE TARDA. MA GALLETTI NON LO SA Tordi e beccacce tra le grinfie della politica Donne cacciatrici piene di fascino predatorio Italiani confusi su caccia e selvaggina Storia di una particella cosmica Vegani per moda Anime e animali MUSICA E NUVOLE L'uomo è cacciatore: parola di Wilbur Smith CHI LA VUOLE COTTA, E CHI.... Nutria: un caso tutto italiano - un problema e una risorsa ZIZZAGA, GALLETTI, ZIZZAGA! E se anche le piante provassero dolore? PASSO O NON PASSO, QUESTO E' IL DILEMMA Momenti che non voglio scordare Anticaccia? Parliamone CACCIATRICI SI NASCE. UN'APERTURA AL TEMPO DELLE MELE CATIA E LA PRIMA ESPERIENZA CHIARI AVVERTIMENTI PIU' VIVA E PIU' AMATA ECCE CANEM DE ANIMALISTIBUS ovvero DEGLI ANIMALISTI IL CATALOGO E' QUESTO.... CINOFILIA E CINOTECNIA QUALCHE SASSO IN PICCIONAIA ISPRA. UN INDOVINO MI DISSE... MIGRATORI D'EUROPA L'ipocrisia anticaccia fomenta il bracconaggio MIGRATORISTI GRANDE RISORSA Fauna ungulata e vincolismo ambientale Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO Ai luoghi comuni sulla caccia DIAMOCI UN TAGLIO SPENDING REVIEW, OVVERO ABBATTIAMO GLI SPRECHI DOPO LE EUROPEE: VECCHI PROBLEMI PER NUOVE PROSPETTIVE Biodiversità: difendetela dagli ambientalisti GUARIRE DALLA ZAMBILLA Le specie invasive ci libereranno dall'animalismo EUROPEE: SCEGLIAMOLI BENE La rivoluzione verde è nel piatto La caccia al tempo di Facebook SOSTIENE PUTTINI: Pensieri e sogni di un addestratore cinofilo a riposo COSE SAGGE E MERAVIGLIOSE AMBIENTE: OCCHIO AL GATTOPARDO C'ERO UNA VOLTA ALL'EXA QUESTA E' LA CACCIA! EUROPA AL RISVEGLIO TOPI EROI PER I BAMBINI DELLA BRAMBILLA CACCIA LAZIO: quali certezze? ISPRA, I CALENDARI QUESTI SCONOSCIUTI UNITI PER LA BIODIVERSITÀ E LA CACCIA SOSTENIBILE LO DICO COL CUORE IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E' I veri volontari dell'ambiente DIAMOGLI CREDITO PROMOZIONE GRATUITA PENSIERINI DEL DOPO EPIFANIA Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse Anche National Geographic America conquistato dalle cacciatrici Più valore alla selvaggina e alla caccia Il cinghiale di Colombo Porto di fucile - NON C'E' MALE! PAC & CACCIA LILITH - LA CACCIA E' NATURALE Effetto protezionismo Ispra: il caso beccaccia Il grande bluff dei ricorsi anticaccia COME FARE COSA FARE Supermarket society Romantica Tipi di comunicazione: C'E' MURO E MURO Ambientalisti sveglia! Crisi e Parchi, è l'ora di scelte coraggiose SPRAZZI DI SERENO POINTER E NON PIU' SOGNO DI CACCIATORE UN CLICK E SEI A CACCIA FINALMENTE SI SCENDE IN CAMPO RIPRENDIAMOCI LA NOSTRA DIGNITA' DI CACCIATORI LA FAUNA SELVATICA: COME UN GRANDE CARTOON ALLA FIERA DELL'EST VOGLIO UNA CLASSE DIRIGENTE MODERNA IL NUOVO PARTITO DEI VECCHI TROMBATI “Caccia è cultura, amore e tradizione” L'assurda battaglia al contenimento faunistico CACCIA PERMANENTE CACCIATORI DIVISI Partiamo dalla Toscana ITALIA: un paese senza identità. Nemmeno per la caccia C’ERA UNA VOLTA… I cacciatori nel regno delle eterne emergenze Gli ambientalisti e la trave nell'occhio Addio alle rondini? L’Europa “boccia” l’articolo 842 (e la gestione faunistica di Stato) ITALIA TERRA DI SANTI, POETI... SAGGI..... SUCCEDE ANCHE QUESTO BASTA ASINI AMBIENTALISMO DA SALOTTO E CONTROLLO DELLA FAUNA Siamo tutti figli di Diana TOSCANA: ALLEVAMENTO DI UNGULATI A CIELO APERTO ALLARME DANNI DANNI FAUNA SELVATICA: Chi rompe paga… STALLO O NON STALLO CI RIVEDREMO A ROMA “L'ipocrisia delle coscienze pulite” UN DIFFICILE VOTO INTELLIGENTE SALVAGENTE CINGHIALE CACCIA DIECI VOLTE MENO PERICOLOSA DI QUALSIASI ALTRA ATTIVITA' ZONE UMIDE: CHI PAGA? Lepri e lepraioli QUESTA SI CHE E' UN'AGENDA SPENDING REVIEW E CERTEZZA DELLE REGOLE La Caccia, il futuro è nei giovani – Un regalo sotto l’albero A SCUOLA NON S'INVECCHIA I nuovi cacciatori li vogliamo così NEORURALI DE NOANTRI FRANCIA MON AMOUR LA CACCIA E' GREEN? Stupidità... stasera che si fa? NUOVA LINFA PER LA CACCIA TERRA INCOGNITA L’Italia a cui vorrei fosse affidata la caccia La marcia in più della selvaggina EPPUR SI MUOVE COLLARI ELETTRICI: LECITI O ILLECITI? DIVERSA OPINIONE IN PRIMA PERSONA PER DIFENDERE IL PATRIMONIO NATURALE Opinioni fuori dal coro - VACCI TU A MANNAIL!!! A CACCIA A CACCIA!!! PROVOCAZIONI Estate di fuoco MISTIFICAZIONI SICUREZZA A CACCIA, PRIMA DI TUTTO Sostenibili e consapevoli! COLPI DI SOLE COLPI DI CALORE Aiutati che il Ciel ti aiuta! Insieme saremo Forti! TECNOCRATI? NO ESPERIENTI LA RICERCA DIMENTICATA PARCHI: RIFORMA-LAMPO DE CHE'! Orgoglio di contadino Campagna o città? CACCIA: UNA RISORSA PER TUTTI. PRENDIAMO ESEMPIO DAGLI ALTRI CALENDARI VENATORI CON LEGGE REGIONALE: UN'OPINIONE CHE FA RIFLETTERE CONFRONTO FRA GENERAZIONI LA CACCIA CHE SI RESPIRA Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute GLI SMEMORATI DI COLLEGNO MUFLONE E CAPRIOLO IN ASPROMONTE: un sogno o una possibile realtà? Piemonte: Salta il camoscio/tuona la valanga... DELLE COSE DELLA NATURA Cultura Rurale: una soluzione per far ripartire l'Italia Il nodo delle specie aliene che fa capitolare gli ambientalisti LA CACCIA NELLA STORIA, PASSIONE E NECESSITÀ PAC IN TERRIS UCCELLI D'EUROPA GIRA GIRA..... STORIA SEMPLICE DI UNA CACCIATRICE LAMENTO DI UN GIOVANE ERRANTE PER LA CAMPAGNA TOCCA A NOI! CRISI. SOLUZIONE ALLA GRILLO IL SENSO DELLA CACCIA DI SILVIA VERITA' E CERTEZZA DEL DIRITTO PROCEDURE D’INFRAZIONE E DEROGHE: UN CONTRIBUTO ALLA CHIAREZZA BECCACCE DI BEFANA CACCIA, FASE DUE PROVOCAZIONI DI FINE D’ANNO RICERCA RICERCA SPIGOLATURE DI NATALE Dai pomodori alle lampadine LA RUMBA DEL CINGHIALONE NON ERA AMORE Finalmente autunno Il paradosso dell'Ispra IL PIANETA DEI CACCIATORI Le caste animali A CACCIA ANCHE DOMANI A CACCIA SI, MA DOVE? ORGOGLIO DI CACCIATORE Per il nostro futuro copiamo dai colleghi europei FINALMENTE A CACCIA APRE LA CACCIA! Amico cacciatore, guarda e passa Riforma sui Parchi in arrivo? E i cuccioli umani? MEDITATE, AMBIENTALISTI, MEDITATE LA FARSA DEI CALENDARI Armi, la civiltà fa la differenza Il Pointer e la caccia Col cane dalla notte dei tempi Contarli, certo, ma come? Questa è una passione! IL PENTOLONE LA LOGICA DELLA PICCOLA QUANTITA' SOLDI E AMBIENTE. DIECI DOMANDE NON SOLO STORNO QUEL CHE RESTA DELLA CACCIA AGLI ACQUATICI La lezione di Rocchetta di Vara BASTA CON LA STERPAZZOLA CON LO SCAPPELLAMENTO A DESTRA MIGRATORI TRADITI CORONA L'ERETICO Cacciatori e Agricoltori, due facce della stessa medaglia Deroghe: non è una missione impossibile AMBIENTALISMO E' CULTURA RURALE Sei il mio cane ALLE RADICI DELLA CACCIA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL’UOMO: IMPORTANTE SENTENZA A FAVORE DELLA CACCIA COME DIREBBE LO STORNO, DEL DOMAN NON V'E' CERTEZZA... BOCCONCINI PRIMAVERA CACCIA, PASSIONE, POCHE CHIACCHIERE COMUNITARIA: RIMEDIARE AL PASTICCIO QUESTIONE DI CALENDARIO LA BAMBINA CHE SOGNAVA LA CACCIA PRENDIAMO IL MEGLIO BELLEZZA E AMBIENTE. LA NOSTRA RICCHEZZA TUTTI A TAVOLA RIFLETTERE MA ALLO STESSO TEMPO AGIRE LA CACCIA SERVE. ECCOME! METTI UNA SERA A CENA Urbanismo e Wilderness: un confronto impari CONFESSIONI DI UNA TIRATRICE DI SKEET GIOVANI, GIOVANI E ANCORA GIOVANI IL CAPRIOLO POLITICO NO - Per una visione storicistica della caccia in Italia Accade solo in Italia? L’ambientalismo tra ecologia profonda e profonda ignoranza FRA STORIA E ATTUALITA' Non sono cacciatore ma la selvaggina fa bene. Intervista a Filippo Ongaro “Solo” una passione Tra ideologia e strategia politica IL CATALOGO E' QUESTO TORNIAMO A SVOLGERE UN RACCONTO DA DONNA A DONNA: IL MALE DEL TURISMO. Lettera aperta di Lara Leporatti al Ministro Brambilla Italiani ignoranti della caccia CACCE TIPICHE E VITA IN CAMPAGNA Ed il giorno arriva DEROGHE E CACCIA ALLA MIGRATORIA: DA RISOLVERE. UNA VOLTA PER TUTTE! PRE-APERTURA DI CREDITO Domani sarà un altro giorno MIGRATORIA E SELEZIONE Alcune riflessioni sulla caccia in Italia Divagazioni per una rivoluzione culturale La senatrice Adamo va alla guerra PERCHE’ NON SCENDI, PERCHE’ NON RISTAI? ( versi di G. Carducci) Calendari venatori. Le bugie degli ambientalisti Un'arte chiamata caccia AREZZO SCONFESSA LA BRAMBILLA Animalismi e solitudini In un vecchio armadio STAGIONE VECCHIA NON FA BUON BRODO Belli, matti ed inguaribili SIAMO LIGURI! Ieri, mille anni fa, io caccio Cosa mangiano gli animali degli animalisti? SCIENZA, CONOSCENZA, CULTURA C'ERA UNA VOLTA UNA SCIMMIA MOVIMENTO STATICO, ANZI NO, REGRESSIVO ORSI. COMUNITARIA. PROVVEDIMENTO ZOPPO MA CON SICURO VALORE SIMBOLICO Aerei e trasporto munizioni - La situazione della caccia oggi: “Io speriamo che me la cavo” ALL'ARIA APERTA! Contro ogni tentazione. PORTIAMOLI A CACCIA IPSOS FACTO! DIAMOCI DEL NOI IN FINLANDIA SI', CHE VANNO A CACCIA! RIFLESSIONI DI UN PEONE IL PAESE PIU' STRANO DEL MONDO Fuoco Amico PER UNA CULTURA RURALE. MEGLIO: PER UNA CULTURA DELLA CACCIA CHE AFFONDA LE SUE RADICI NELLA TRADIZIONE RURALE E Jules Verne diventò anticaccia CULTURA RURALE E CULTURA URBANA A CONFRONTO L'Enpa insulta i cacciatori SELVAGGINA IN AIUTO DELL’ECONOMIA America: un continente di vita selvaggia LA LIBERTA’ DI STARE INSIEME A chi giova la selezione LA CACCIA COME LA NUTELLA? LUPO, CHI SEI? Le fonti energetiche del futuro: nucleare si o no? TOSCANA: ARRIVA LA NUOVA LEGGE A caccia con L'arco... A caccia con la storia... Interpretazioni e commenti di nuova concezione 10 domande ai detrattori della caccia IL BRIVIDO CHE CERCHIAMO La caccia come antidoto alla catastrofe climatica Per una educazione alla natura E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA IL CAPRIOLO MANNARO CONSIDERAZIONI E PROPOSTE PER IL FUTURO DELLA CACCIA IN ITALIA Caccia - anticaccia: alla ricerca della ragione perduta Allarmismo e vecchi trucchetti Ancora Tozzi ? REALISMO, PRIMA DI TUTTO Le invasioni barbariche APERTURA E DOPO. COSA COME QUANDO Piombo e No Toxic: serve un nuovo materiale per le cartucce destinate agli acquatici Di altro dovremmo arrabbiarci I GIOVANI E IL NUOVO AMBIENTALISMO Cinofili, cinologi e cinotecnici Un rinascimento ambientale è possibile Gelosi e orgogliosi delle nostre tradizioni LA CACCIA SALVATA DALLE DONNE? Nuovo catalogo BigHunter 2009 – 2010: un omaggio all' Ars Venandi Tutto e il contrario di tutto DALL'OLIO: UNITA' VO' CERCANDO... IL VECCHIO CANE: RICORDIAMOCI DI TUTTE LE GIOIE CHE CI HA DONATO La voce dei protagonisti sui cinghiali a Genova Tutti insieme... magicamente Ambiente: una speranza nella caccia SOLO SU BIG HUNTER: DALL’OLIO, PRIMA INTERVISTA La Caccia ha bisogno di uomini che si impegnano LA COMUNICAZIONE NON E' COME TIRARE A UN TORDO Il capanno: tra architettura rurale e passione infinita DONNE ...DU DU DU... DI-DI-DI I..... IN CERCA DI DIANA EUROPA EUROPA VICINI ALLA VERITA' Beccaccia sostenibile CACCIA E SOCIETA' Wilbur Smith, scrittore da best seller innamorato della caccia BAGGIO, CON LA CACCIA DALL’ETA’ DI CINQUE ANNI PARLAMENTO EUROPEO - Fai sottoscrivere un impegno per la caccia al tuo candidato CACCIA ALL'ORSI ORGOGLIOSI DI ESSERE CACCIATORI UN DOCUMENTARIO SENZA SORPRESE, ALMENO PER I CACCIATORI Ridiamo il giusto orgoglio al cacciatore moderno e consapevole Il cane con il proprio olfatto è il vero ausiliare dell'uomo, anche oltre la caccia. 157: PENSIERI E PAROLE MA COS'E' QUESTA CACCIA? 157 CACCIA: LA SINTESI ORSI E' UNA BOZZA DI DISCUSSIONE MIGLIORARE LE RAZZE? SI PUO’ FARE CINGHIALI CHE PASSIONE La cultura cinofila ATC DIAMOCI DA FARE Il vitello che mangi non è morto d'infarto! Ripensare la caccia? PER UN FUTURO DELLA CACCIA QUANTO CI COSTI, BELLA TOPOLONA PUCCINI CACCIATORE E AMBIENTALISTA ANTE - LITTERAM Un nuovo corso per gli ungulati Siamo noi le Giubbe Verdi Ruralità e caccia fra cultura, tradizione ed economia Rilanciamo il consumo alimentare della selvaggina La caccia secondo Giuliano, umorista de La Repubblica Questa è la caccia Il cane oggetto: attenzione alla pericolosa tendenza della civiltà dei consumi La cinegetica e la caccia col cane Gestione e tradizione BASTA TESSERE AMAR...TORD E il beccafico perse la via del nord Dimostriamo credibilità Apertura passione serenità editoriale - Fucili italiani come le ferrari Orgoglio di Cacciatore I Tordi e le Beccacce La Caccia è Rock

Editoriale

Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO


lunedì 30 giugno 2014
    

Decreto ministero Ambiente caccia Siamo tutti a leccarci le ferite. Noi, migratoristi di tordi e allodole, per una decisione che proprio non abbiamo capito, visto che in parlamento già stava in dirittura d'arrivo una legge (comunitaria 2013) che con un emendamento passato indenne da tutte le forche caudine possibili e immaginabili, sta per essere definitivamente approvato.

Noi, cacciatori di cinghiale (ma non solo?), che ci ritroviamo d'un tratto a dover modificare i caricatori delle carabine.

Noi cacciatori, come cacciatori, perchè per l'ennesima volta ci massacrano quel residuo carciofo che ormai da decenni, foglia dopo foglia è arrivato poco meno che al gambo.

Il settore armiero, che si trova a riconsiderare le proprie linee di produzione prima ancora di rivedere l'intera linea commerciale di un settore, l'arma rigata, unica ormai della filiera che poteva dare qualche soddisfazione anche in casa nostra, dopo che ormai grandissima parte della produzione prende la strada per altri mercati.

Ma, sembra che si lecchino le ferite anche gli animalisti, i quali - leggi Geapress - su questo decreto  si stanno strappando le vesti per... l'ennesimo colpo di mano delle lobby dei cacciatori.

Allora. Intanto vediamo come stanno le cose.

L'articolo 16 del decreto parla chiaro. Diversi punti della 157/92 devono essere modificati. Eccoveli, così come risultano oggi e per i prossimi 60 giorni, salvo approvazione definitiva del Parlamento.
 
Legge 157 1992

Art. 4 - Cattura temporanea e inanellamento.

1. Le regioni, su parere dell'Istituto nazionale per la fauna selvatica, possono autorizzare esclusivamente gli istituti scientifici delle università e del Consiglio nazionale delle ricerche e i musei di storia naturale ad effettuare, a scopo di studio e ricerca scientifica, la cattura e l'utilizzazione di mammiferi ed uccelli, nonché il prelievo di uova, nidi e piccoli nati.
2. L'attività di cattura temporanea per l'inanellamento degli uccelli a scopo scientifico è organizzata e coordinata sull'intero territorio nazionale dall'Istituto nazionale per la fauna selvatica; tale attività funge da schema nazionale di inanellamento in seno all'Unione europea per l'inanellamento (EURING).
L'attività di inanellamento può essere svolta esclusivamente da titolari di specifica autorizzazione, rilasciata dalle regioni su parere dell'Istituto nazionale per la fauna selvatica; l'espressione di tale parere è subordinata alla partecipazione a specifici corsi di istruzione, organizzati dallo stesso Istituto, ed al superamento del relativo esame finale.
3. Non e' consentita la cattura degli uccelli ai fini di richiamo, salvo nei casi previsti dall'articolo 19-bis.
4. (Abrogato)
5. È fatto obbligo a chiunque abbatte, cattura o rinviene uccelli inanellati di darne notizia all'Istituto nazionale per la fauna selvatica o al comune nel cui territorio è avvenuto il fatto, il quale provvede ad informare il predetto Istituto.
6. Le regioni emanano norme in ordine al soccorso, alla detenzione temporanea e alla successiva liberazione di fauna selvatica in difficoltà.
 
Art.  5. Esercizio venatorio da appostamento fisso e richiami vivi.
1. Le regioni, su parere dell'Istituto nazionale per la fauna selvatica, emanano norme per regolamentare l'allevamento, la vendita e la detenzione di uccelli allevati appartenenti alle specie cacciabili, nonché il loro uso in funzione di richiami.
2. Le regioni emanano altresì norme relative alla costituzione e gestione del patrimonio di richiami vivi (...x...) appartenenti alle specie allodola; cesena; tordo sassello; tordo bottaccio; merlo; pavoncella e colombaccio, consentendo, ad ogni cacciatore che eserciti l'attività venatoria ai sensi dell'articolo 12, comma 5, lettera b), la detenzione di un numero massimo di dieci unità per ogni specie, fino ad un massimo complessivo di quaranta unità.Per i cacciatori che esercitano l'attività venatoria da appostamento temporaneo con richiami vivi, il patrimonio di cui sopra non potrà superare il numero massimo complessivo di dieci unità.
3. Le regioni emanano norme per l'autorizzazione degli appostamenti fissi, che le province rilasciano in numero non superiore a quello rilasciato nell'annata venatoria 1989-1990.
4. L'autorizzazione di cui al comma 3 può essere richiesta da coloro che ne erano in possesso nell'annata venatoria 1989-1990. Ove si realizzi una possibile capienza, l'autorizzazione può essere richiesta dagli ultrasessantenni nel rispetto delle priorità definite dalle norme regionali.
5. Non sono considerati fissi ai sensi e per gli effetti di cui all'articolo 12, comma 5, gli appostamenti per la caccia agli ungulati e ai colombacci e gli appostamenti di cui all'articolo 14, comma 12.
6. L'accesso con armi proprie all'appostamento fisso con l'uso di richiami vivi è consentito unicamente a coloro che hanno optato per la forma di caccia di cui all'articolo 12, comma 5, lettera b). Oltre al titolare; possono accedere all'appostamento fisso le persone autorizzate dal titolare medesimo.
7. È vietato l'uso di richiami che non siano identificabili mediante anello inamovibile, numerato secondo le norme regionali che disciplinano anche la procedura in materia.
8. La sostituzione di un richiamo può avvenire soltanto dietro presentazione all'ente competente del richiamo morto da sostituire.
9. È vietata la vendita di uccelli di cattura utilizzabili come richiami vivi per l'attività venatoria.
 
 
Art. - 13. Mezzi per l'esercizio dell'attività venatoria.
1. L'attività venatoria è consentita con l'uso del fucile con canna ad anima liscia fino a due colpi, a ripetizione e semiautomatico, con caricatore contenente non più di due cartucce, di calibro non superiore al 12, nonché con fucile con canna ad anima rigata a caricamento singolo manuale o a ripetizione semiautomatica di calibro non inferiore a millimetri 5,6 con bossolo a vuoto di altezza non
inferiore a millimetri 40. I caricatori  dei  fucili ad anima rigata a ripetizione semiautomatica impiegati  nella  caccia non possono contenere piu' di due cartucce».

2. È consentito, altresì, l'uso del fucile a due o tre canne (combinato), di cui una o due ad anima liscia di calibro non superiore al 12 ed una o due ad anima rigata di calibro non inferiore a millimetri 5,6, nonché l'uso dell'arco e del falco. 3. I bossoli delle cartucce devono essere recuperati dal cacciatore e non lasciati sul luogo di caccia.

Art. 21 - Divieti.
E' vietato a chiunque:

bb) vendere, detenere per vendere, trasportare per vendere, acquistare uccelli vivi o morti, nonché loro parti o prodotti derivati facilmente riconoscibili, anche se importati dall'estero, appartenenti  a  tutte  le specie di uccelli  viventi  naturalmente  allo  stato  selvatico  nel territorio  europeo  degli  Stati  membri  dell'Unione  europea,   ad eccezione delle seguenti:
germano reale (anas platyrhynchos); pernice rossa (alectoris rufa); pernice di Sardegna (alectoris barbara); starna (perdix perdix); fagiano (phasianus colchicus); colombaccio (columba palumbus);
cc) il commercio di esemplari vivi di specie di avifauna selvatica nazionale non proveniente da allevamenti; di specie di uccelli  viventi  naturalmente  allo  stato  selvatico  nel territorio europeo degli Stati membri dell'Unione  europea  anche  se importati dall'estero.



A conferma delle tante tantissime proteste che i cacciatori hanno consegnato al web, si registra una ferma presa di posizione delle associazioni venatorie unite, finalmente, che denunciano le cervellotiche decisioni del Governo, che s'inseriscono nel bel mezzo di un quasi concluso percorso legislativo (Comunitaria 2013), che era stato ampiamente dibattuto. A dimostrazione che il Parlamento ormai è considerato dall'esecutivo alla stregua di un parente stupido. Questo decreto, dicono le associazioni venatorie, ha creato confusione e incertezza sul tema dei limiti alla detenzione di richiami vivi, entrando in contrasto con la stessa Direttiva alla quale voleva dare una risposta. Conseguenza questa della mancanza di confronto derivante da tutti gli elementi di buon senso sempre necessari quando si vuole un’applicazione fattiva di una normativa".

Perdipiù risulta carente degli indispensabili chiarimenti "per evitare che nelle prossime ore la sua applicazione produca interpretazioni lesive degli interessi di quanti ospitano, legittimamente e regolarmente denunciati, richiami vivi nelle proprie abitazioni, mettendo a rischio l’esistenza di questi animali che, di certo, non sono in condizione di vivere senza l’intervento dell’uomo che li alleva e li cura".

Un bel pasticcio davvero, a cui si aggiunge quello provocato sulla questione del limite ai "colpi" consentiti per le "carabine". Lapidarie le considerazioni del Giudice Edoardo Mori, un dei più autorevoli conoscitori della legislazione sulle armi comuni da sparo e sulla conseguente giurisprudenza. La norma, dice in sostanza Mori, non lascia dubbi sulle qualità di "genio incompreso" di colui che l'ha vergata.  Lascia invece "ampio spazio alla fantasia malata dei funzionari ministeriali".

Insomma, quest'estate si preannuncia piuttosto calda, non priva di colpi di scena. Sicuramente, non ci annoieremo.

C'è da augurarsi che il Parlamento, oberato da tante di quelle grane su materie ben più pregnanti, lasci passare i 60 giorni, senza convertire definitivamente in legge questo obbrobrio. Staremo a vedere.
 
 

Vito Rubini

Leggi altri Editoriali

42 commenti finora...

Re:Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO

ma lega ambiente ha avuto un' audizione al senato. e noi? c'è andato qualcuno? ce lo dite per piacere? o dobbiamo considerarci dei coglioni perchè voi dirigenti così ci considerate?

da c.orione 04/07/2014 16.45

Re:Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO

Semiautomatici sempre a tre cartucce sia che si tratti di armi lisce che rigate...un colpo in camera,e max 2 colpi nel serbatoio/caricatore

da Ruspa 03/07/2014 23.49

Re:Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO

Parlando dei semiautomatici non si puù più sparare con tre cartucce?? rispondete vi ringrazio...

da foggiano 03/07/2014 17.00

Re:Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO

E' vero, l'ignoranza non ha limiti!...

da s.g. 02/07/2014 21.06

Re:Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO

x GIOVANNI 1931 non ti abbattere, è ancora tutto da vedersi, e se andasse male vieni con me a cacciare a marzo ed aprile ai tordi gli levo l'abito nuziale e ci metto la pancetta in grembo, due foglie di salvia, ed una strisciolina di lardo nella quale li avvolgo, li infilo in uno spiedo e non ti dico che gioia, anche le becche sono ottime così per poi non dire i beccafichi!!!!! vieni che il calendario anche quest'anno l'ho redatto io......

da dardo 02/07/2014 18.01

Re:Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO

Ma chi per chi ha i piccioni cosa cambierebbe?? Non capisco

da Asso colombaccio 02/07/2014 12.32

Re:Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO

Giovanni,ci sapresti dire quale legge abbia vietato la caccia da capanno???a me non risulta.........

da Diego 02/07/2014 11.33

Re:Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO

Salve, sono capannista classe 1931 (1° anno di licenza 1947), tramite l'aiuto di mio figlio, con il computer, voglio dire a tutti quanto soffro per la annunciata fine della caccia a capanno, voglio bene ai miei uccellini in gabbia, ho sempre pagato le tasse e non ho mai commesso alcun reato altrimenti non avrei 68 licenze. Un grazie ai politici per il dolore che mi procurano..... mentre per delinquenti, ladri e disonesti molto spesso c'è gioia. Grazie ancora. Giovanni-Vicenza.

da GIOVANNI 1931 02/07/2014 11.09

Re:Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO

Animalari di m.........li faremo sempre e comunque in padella,con la caccia o senza!!!!!

da Sassello 01/07/2014 21.48

Re:Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO

Polenta e uccelli mmmmmmmmmmmmmmmmmmmm troppo buona(Quindi,caccia si caccia no)sarà sempre cosi

da tordo 01/07/2014 21.39

Re:Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO

E, godiamocela allora, con sincero spasso!

da s.g. 01/07/2014 21.26

Re:Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO

ed incazzati che godo molto di più, Baghy

da Baghy 01/07/2014 17.09

Re:Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO

obbravo baghy. menomale che ci sei te e i tuoi settecentomila seguaci. se non avessimo avuto quelli a sostegno, chissà dover'avamo. a proposito, ma dov'erano qesti settecentomila alle elezioni europee. s'erano messi in deroga? disse la pulce all'elefante: lasciami perdere, che se m'incazzo....

da dumbo 01/07/2014 14.18

Re:Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO

dai S.G. fai come me, godi e lasciali rodere nella loro bile, è proprio vero, i morti si contano in ultima e per adesso parlano di richiami domani si vedrà, ah dimenticavo, ascoltassero i loro referenti associativi e politici adesso. Naghy

da Baghy 01/07/2014 12.07

Re:Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO

Certo che si, basta solo voltarsi indietro per aver pensato che in 20 anni si è cacciato anche in deroga, cosa questa per lei molto difficile da attuare. Forse mi sbaglio, non ce pieggior sordo di chi non vuol senitire, a lei la sua sordità x ignoranza = il nulla!

da s.g. 01/07/2014 12.02

Re:Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO

il giudizio di mori è una cosa seria. non mi riesce però di capire da dove ha preso queste convinzioni. qualcuno me le spiega? l'utilizzo a caccia delle carabine a ripetizione con più di due colpi nel serbatoio è argomento dibattuto a più riprese anche in sede giudiziale. e finora non c'era stata nessuna obiezione, ma posso sbagliare. non mi risulta neanche che ci sia un procedimento d'infrazione UE. ma mi posso sbagliare. c'è la convenzione di berna (da mo'), che dice che certi strumenti non sono utilizzabili per la caccia a Cervo Muflone, Camoscio e "cinghiale sardo". c'è qualcos'altro?

da Robin 01/07/2014 8.49

Re:Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO

limite a 10 per specie.... Hanno dato anche la soluzione x chi ne possiede di piu? E poi cosa significa che devo restituire il morto x riceverne uno vivo? Nn si puo piu acquistare dai venditori come è sempre stato?

da sbigottito 30/06/2014 23.16

Re:Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO

La restrizione vale solamente per le armi rigate SEMIAUTOMATICHE!!!,non fare confusione......

da Kugel 30/06/2014 23.11

Re:Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO

Caro Rubini, non riporti monco il giudizio di Mori, non è serio.

da Lucio Parodi 30/06/2014 23.10

Re:Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO

Così anche le carabine a ripetizione manuale rientrano nella restrizione.Peccato,volevo comprarne una ma mi sa che ci ripenso.SGOMENTO...

da Sir Pippo 30/06/2014 22.45

Re:Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO

bravi noi cacciatori se con tutti i problemi che abbiamo in italia, quello della caccia passa sempre in primis,allora vuol dire che contiamo parecchio......andate a lavorare massa di ignoranti ,politichesi alla ricerca della poltrona per lauti stipendi alle nostre spalle.ORA E SEMPRE W LA CACCIA.Un salutone ai miei amici

da setter '63 30/06/2014 22.43

Re:Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO

sg.Siamo sempre in attesa di sapere cosa il suo fenomeno abbia portato alla caccia italiana,visto che di risultati in tanti anni non ne ha mai visti nessuno....e si che nei vari cambi di casacca è passato dall'infs(ora ispra)consigliere di Alemanno,fino ad europarlamentare assieme addirittura a personaggi di "caratura" come la Zanicchi ,con cui ora dividono anche il destino di trombati,visto il loro nullo operato ben pesato dagli elettori.Non si crucci!!

da Movida 30/06/2014 22.23

Re:Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO

.... se quello non avesse avuto un peso in europa caro ignorante, lei ora non sarebbe quì a scrivere parole false e tendenziose, utili solo a depistare gente come lei e i suoi dirigenti, ignoranti! Con cordialità.

da s.g. 30/06/2014 21.44

Re:Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO

Vitoooo, Mori scrive anche che il limite delle 3 munizioni nella carabina è sacrosanto, rileggi http://www.earmi.it/diritto/leggi/patetici.html

da reader 30/06/2014 21.06

Re:Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO

Il decreto legge verrà sicuramente convertito ,facendo parte le norme che ci riguardano di un ben più ampio e corposo dettato normativo ambientale non certo proprogabile.Cari Sg,e baghy ,ma il vostro fenomeno a bruxelles in questi hanni passati la a pontificare,cosa ha fatto per bloccare la norma europea sui caricatori che risale al 92,e le procedure di infrazione che col suo operato ha contribuito a regalarci???Tranquilli che il vostro paron la caccia l'ha già dimenticato senza rimpianto!!!!

da Movida 30/06/2014 20.59

Re:Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO

La buonanima di mio padre, uccellatore, quando nel Friuli proibirono il vischio come metodo di cattura disse: "siamo andati ad uccelli col vischio sotto l'Austria e anche quando, nell'autunno del 1944, c'erano i Tedeschi e i Cosacchi che ci occupavano" perchè non dovremmo andare a uccelli col vischio perchè adesso ci sono gli italiani che ci occupano?. E continuò ad uccellare col vischio finchè morì. Non venne mai preso.

da Dal Friuli 30/06/2014 20.55

Re:Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO

piangono, sono almeno 20 anni che ci chiudono la caccia e ora piangono........ associazioni venatorie fate le persone serie, altrimenti chiuderanno anche voi.....spero presto

da viola violino e violoncello 30/06/2014 20.28

Re:Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO

raccogliamo più le firme possibili http://www.bighunter.it/Caccia/ArchivioNews/tabid/204/newsid730/15161/Default.aspx

da manusss 30/06/2014 20.27

Re:Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO

Non trovo nulla di così scandaloso!

da gladiatore 30/06/2014 19.29

Re:Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO

È assurdo quanto sia cuore il problema sulla caccia a tutti sti ministri e non intervengono sulle leggi che possono risolvere cose piume importanti

da antony 30/06/2014 18.52

Re:Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO

S.G. adesso si leccheranno le ferite, mi spiace per noi cacciatori perché ci rimetteremo tutti ma per qualcuno godo come un riccio. Baghy

da Baghy 30/06/2014 18.29

Re:Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO

Meglio un figlio cacciatore che spacciatore

da robi bs 30/06/2014 15.23

Re:Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO

se quello scaldacadrega aveva un peso, a bruxellese avrebbe fatto qualcosa. invece stava qua a recriminare. c'è qualcuno che la pensa diversamente?

da bastiano c. 30/06/2014 14.17

Re:Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO

E vaiii! Avanti così! Ma, adesso non è più colpa dell'europa di qualche scalda caregha, di un raccoglitore di consensi elettorali ecc.ecc.???

da s.g. 30/06/2014 13.36

Re:Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO

In un paese civile ed attento all'ambiente si dovrebbero poter usare come richiamo vivo anche le CORNACCHIE e le GAZZE e tutti quei predatori che andrebbero eliminati. Ma siccome siamo in Itaglia...

da A.le 30/06/2014 12.19

Re:Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO

Aimhè il decreto non contiene solo l'argomento caccia ma abbraccia tantissime tematiche ambientali. Con la chiusura per le ferie estive delle Camere è praticamente certo che i 60 giorni non verrebbero rispettati per la conversione in legge...infatti vedrete che verrà posto il voto di fiducia in modo da blindarlo (come praticamente avviene quasi sempre quando escono D.L. dal CDM con così carattere di urgenza).

da Diego 30/06/2014 11.23

Re:Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO

Testo della mia mail inviata a matteo@governo.it. Dal momento che chiede sempre ai cittadini di inviargli mail, ho voluto accontentarlo. Mai come in questo caso, tentare non costa nulla…se vi va copiate, incollate ed inviate!Spett.le presidente, da cacciatore volevo domandarLe se sia al corrente del "pasticciaccio brutto" combinato pochi giorni fa dal Suo ministro Galletti a mezzo del decreto legge n. 91 del 24 giugno, e qui ben illustrato: http://www.bighunter.it/Home/Editoriale/Editoriale/tabid/197/newsid707/15302/Default.aspx Dal momento che Lei ha più volte incentivato l'attività di segnalazione da parte dei cittadini, approfitto dell'occasione per chiederLe di risolvere preventivamente i disguidi che sicuramente verrebbero a crearsi con l'applicazione di questo decreto, lasciandolo decadere. Ringrazio per l'attenzione e, auspicando un Suo rapido e risolutivo intervento, La saluto cordialmente.

da 100%cacciatore 30/06/2014 10.36

Re:Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO

Prima gli appostamenti fissi, ora i richiami vivi. L'attacco frontale continua. Di questo passo otterranno lo scopo, neanche troppo recondito, di farci smettere o di dirottarci tutti sul pollo colorato e sul cinghiale. Povera caccia!

da Pompeo Trombetta 30/06/2014 10.17

Re:Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO

Vedrete che per questa cosa i nostri politici la faranno ancora prima dei 60 giorni . vergogna. Fate le riforme non le pagliacciate.

da robi bene 30/06/2014 10.13

Re:Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO

60 giorni....mmmmm.....forse la sfanghiamo...mmmm...non so,forse visto tutte le cose importanti che farà questo governo(come gli altri del resto) riusciranno a fare pure questa di VITALE importanza per l'esistenza di tutti i cittadini che non sanno come arrivare alla fine del mese ! GRAZIE POLITICA AL SERVIZIO DEL POPOLO !!!

da roberto pistoia 30/06/2014 9.38

Re:Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO

in italia le leggi sulla caccia da qualche decennio sono fatte ,purtroppo, con l'intento di essere trasgredite. che dobbiamo fare ,ci facciamo una ragione.

da cacciatore calabrese 30/06/2014 9.24

Re:Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO

Geometricamente parlando: La Linea più corta che unisce due punti(in Italia ) è un arabesco (Ennio Flaiano)..alla faccia della semplificazione........abbiamo una classe politica che non ci meritiamo, abbiamo una pletora di Signori Nessuno , strapagati e annidati nei ministeri , che fanno più danni di una guerra perduta; sicuramente il decreto verrà convertito in legge, l'attivismo di certi personaggi è inversamente proporzionale alla loro qualifica , ma in certi casi si svegliano puntuali dal letargo per fare danni a destra e manca.....

da cacciaforever 30/06/2014 9.12