Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
  Cerca
Rifacciamoci la bocca La natura nel mondo delle fiabe Da ieri a oggi. E domani? Uno scatto d'orgoglio per recuperare rispetto La bellezza salverà il mondo Dove vai, se la caccia non ce l'hai Nell’anno delle allodole* Tutela biodiversità? Ben venga! Diamoci da fare Ieri le tortore A caccia, ieri, oggi, domani KC. La scienza bizzarra Caccia futura - Parte l'iniziativa BigHunter "Io ci sono!" L'animalista antiscientifico Proviamoci, almeno Emergenze o indulgenze? Forza ragazzi! Forza ragazze! Moriglione, pavoncella e la polvere sotto il tappeto Ambientalisti in discesa La giusta battaglia dei circhi Il pane … e la caccia Cacciatori e piccoli passi Gli animali sono animali Avanti tutta in Europa Ambientalista? Sì, cacciatore! QUELLO CHE ERAVAMO, QUELLO CHE SIAMO Selvaggina, la via della filiera Giovani. Cacciatori. Naturalisti Europa Europa! Padule di Fucecchio. Fatti non p. Diamo una mano alla starna Tornare ai tempi della natura Ritorniamo al mito Greta e la terra I Restoni non sono “quelli che restano” Riprendiamoci la natura Discorso sulla coturnice, ma non solo La piaga dei Parchi Bentornata Exa Horror natura Provocazioni e fermezza Maestra montagna SPORT O PASSIONE? Un contratto a uso del manovratore Col cinghiale al casello, ma non solo Cinghiale. Il ricercatore svela la bufala Cambiamenti climatici e migrazione Scelta di campo e arie partenopee Il nostro futuro è in Europa La mia Flyway è differente Il futuro potrebbe essere la gestione adattativa? Un amore Ambientalismo de noantri Aria fresca e un pensierino alla Serra Il caso Leopold Lipu Una sbiadita stella Viva la caccia! Questione di passione Il mondo che verrà Il senso della Lipu per i passeri Armi. Le nuove regole Si va per l'apertura La tentazione di riprovarci Incendi. Il presente, il futuro Ambiente. Vogliamo parlare dei Parchi? SOGNO DI UN'ELISA DI MEZZA ESTATE La nostra frontiera Cerusici e norcini Saggezza cinotecnica Un ministro smarrito Ma dov'era la Lipu quando ci rubavano gli habitat? E se si ripartisse dalla pernice? ISTINTO VENATORIO DEL CANE DA FERMA Antibracconaggio, a che punto siamo? Nuovo Governo. Un limite, un'opportunità Cronaca di una passione Dotti, medici e sapienti Diamoci una mossa E' giusto essere amici degli animali, ma oggi è meglio difendere gli uomini Ornitologo sarà lei! - Ornitologia “accademica” vs. Ornitologia “venatoria” Battistoni. Ambientalista cacciatore, con un occhio alla migratoria Emozioni di una capannista Bruzzone, è ora di riforme Caccia richiamo profondo Calo uccelli e agricoltura. La resa dei conti Le visioni di lupo Gianroberto e i tre grillini Attesa Vaghe stelle del sud La caccia come la vedo io ELEZIONI 4 MARZO: CHI VOTARE E CHI NO Un primato sconosciuto La carica degli ungulati Il sabato del cacciatore Speciale elezioni: Un voto per la caccia Andare a votare e votare bene OH QUANTE BELLE FIGLIE... A testa alta Della beccaccia e del suo patrimonio Ci vuole più coraggio Dove va la caccia secondo Simona Dove va la caccia? "Lo decidiamo noi" A futura memoria per l'umanità di domani Il futuro dipenderà da noi Insostenibili sarete voi! Anche gli ambientalisti calano. Eccome! Referendum e autonomie Sulla legge del salmì e altre meraviglie Questione di Dna Marco Ciarafoni: Giovani, giovani e unità Massimo Zaratin: far conoscere a chi non sa Sparvoli: il futuro nel cacciatore ambientalista Cacciatori, è nato WeHunter! BANA. MIGRATORISTA PER...TRADIZIONE CRETTI. LA CACCIA E' SEMPRE DOMANI HUNTER FOREVER SORRENTI: GUARDARE AVANTI CON OTTIMISMO Fiere degli uccelli: ecco dove sbagliano gli animalisti Amici ambientalisti chiedete la chiusura della caccia e fatela finita! ETTORE ZANON. EUROPA EUROPA! INCENDI E SICCITA'. FACCIAMO CHIAREZZA MASSIMO MARRACCI. ATTENTI AI BISTICCI Orsi, sono troppi? L'ultimo bene UNA SOCIETÀ ALLA DERIVA TORDO, TORDELLA, BIBÌ, BIBÒ E CAPITAN COCORICÒ Libro Origini – Iscrizioni record MERAVIGLIOSA BECCACCIA Serra uno di noi. L'animalista coi baffi Cacciatore o lupo cattivo? IL CINGHIALE SALVA LA CACCIA Brambusconi, "che figata" ETICA O ETICHETTA? DUE CHIOSE ALLO STORICO CARTA VINCE CARTA PERDE Cacciatori e no L'AGNELLO E LA CICORIA PER ELISA - La dolce passione di una cacciatrice di carattere SOSTIENE LARA LUPO, QUANTO CI COSTI A UN PASSO DAL PARADISO - Dopo l' ISPRA ecco l'ONCFS francese ISPRA: C'ERA UNA VOLTA IL LABORATORIO PER NON PERDERE LA TRAMONTANA C'ERA UNA VOLTA... LUPO: CHE BOCCA GRANDE CHE HAI!!! Altro che caccia. Ecco quali sono le vere infrazioni italiane TABU' LUPO FIRMAMENTO SOCIAL ALTRO CHE CACCIA! E' L'HABITAT CHE RISCHIA GROSSO LUPO. ATTENDIAMO LUMI CHI DICE PARCHI DICE PORCHI, E... NOTERELLE SUL CANE DA CACCIA Cos’è la caccia La ri-proposta Cuore di beccaccia Cacciatori in Europa. Un'azienda da 16 miliardi LA GRANDE CUCINA DELLA SELVAGGINA Una bella scoperta CARI AMBIENTALISTI, NON SI COMINCIA DALLA CODA Osservatori regionali, avanti! Ungulati: una risorsa preziosa La mia prima volta al cinghiale: onore alla 110! Il cinghiale nel mirino. Braccata e selezione: una convivenza possibile ANIMALISTI. LA DEBOLEZZA DEI VIOLENTI TORDI TORDI STANNO TUTTI BENE ETERNA APERTURA TANTE MAGICHE APERTURE CI SIAMO! LA SFIDA DELLA COMUNICAZIONE LA SANA DIETA DEL CACCIATORE CELESTE ANCH'IO CACCIO MIGRATORIA, MA DI CHI? Biodiversità e specie opportuniste: l'esempio francese REWILDING ECONOMY – IL PASSATO PROSSIMO VENTURO Lasciate la carne ai bambini Uccellacci e uccellini, chi ce la fa e chi.... CINGHIALI D'UNA VOLTA DATEMI UN'APP, SOLLEVERO' L'ISPRA MONTAGNA, 22 ANNI DOPO Elegia per un vecchio signore LA GRANDE BUFALA Animali & Co: un problema di comunicazione LUPO O CINGHIALE? Papa Francesco: gli animali dopo l'uomo Le allodole, mia nonna e le vecchiette La caccia e gli chef UNGULATI CHE PASSIONE PARCHI E AREE PROTETTE: ECCO LA FRANCIA Le beccacce e il lupo QUESTIONE DI PROSPETTIVA La cinofilia ufficiale. Parte seconda con scuse PROBLEMA LUPO Bisturi facili. Cuccioli? No grazie Perché ho scelto il setter inglese? Galletti fa mea culpa Questa è la cinofilia ufficiale C'era una volta il cinghiale Bracconieri di speranze Gip, amor di cacciatore. Il piccolo francese SAVETHEHUNTERS, MATTEO TROMBONI SFIATATI I sistemi elettronici di addestramento GUANO CAPITALE In principio era una Dea C'era una volta l'orso bianco che campava di caramelle UNA TERRA DIVERSA MEMORIE. Da regina a regina informAZione? Iniziazione del cucciolone UNIONE AL PALO? E GALLETTI FECE IL SORDO LA PARABOLA DI CECIL CROCCHETTE VEGANE L'ecoturismo fa danni ALLODOLE PER SEMPRE TRUE LIES CI SIAMO? Natura. Madre o matrigna? LA CACCIA, PROTAGONISTA INCONFESSATA DI EXPO UN’APERTURA DA FAVOLA I cuccioli di oggi MACCHE' PREAPERTURA CACCIA, PROVE E VARIA UMANITA' Emergenza cinghiali ovvero: la sagra delle chiacchiere FORMAZIONE, FORMAZIONE! I cani da ferma oggi Arlecchino o Pinocchio? LA SANZIONE DELLA VERGOGNA Prima informarsi, poi farsi un'opinione Effetto Flegetonte Il cane domestico (maschio) Il valore della caccia Chi è diavolo, chi acquasanta? CANDIDATI ECCELLENTI PUBBLICO O PRIVATO? LA FRANCIA E I MINORI A CACCIA REGIONALI 2015: SCEGLIAMO I NOSTRI CANDIDATI Caccia vissuta “Se questa è etica” QUANDO GLI AMBIENTALISTI CADONO DAL PERO Le contraddizioni dell'Expo QUESTIONE DI CORPO L'ultimo lupo e l'ignoranza dei nostri soloni Calendari venatori: si riparte DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO LUCI E OMBRE DI UN PROGETTO CANE DA FERMA: ADDESTRIAMOLO PURE, MA CON GIUDIZIO CHIUSO UN CICLO... A patti col diavolo... e poi? BIGHUNTER'S HEROES: LE MAGNIFICHE CACCE DI LORENZO MISTERI DELLA TELE CANI E BECCACCE: UN RAPPORTO DIFFICILE E' IL TORDO CHE TARDA. MA GALLETTI NON LO SA Tordi e beccacce tra le grinfie della politica EUROPEI A META' Donne cacciatrici piene di fascino predatorio Italiani confusi su caccia e selvaggina Storia di una particella cosmica Vegani per moda Anime e animali MUSICA E NUVOLE L'uomo è cacciatore: parola di Wilbur Smith CHI LA VUOLE COTTA, E CHI.... Nutria: un caso tutto italiano - un problema e una risorsa ZIZZAGA, GALLETTI, ZIZZAGA! E se anche le piante provassero dolore? PASSO O NON PASSO, QUESTO E' IL DILEMMA Momenti che non voglio scordare Anticaccia? Parliamone CACCIATRICI SI NASCE. UN'APERTURA AL TEMPO DELLE MELE CATIA E LA PRIMA ESPERIENZA CHIARI AVVERTIMENTI PIU' VIVA E PIU' AMATA ECCE CANEM DE ANIMALISTIBUS ovvero DEGLI ANIMALISTI IL CATALOGO E' QUESTO.... CINOFILIA E CINOTECNIA QUALCHE SASSO IN PICCIONAIA ISPRA. UN INDOVINO MI DISSE... MIGRATORI D'EUROPA L'ipocrisia anticaccia fomenta il bracconaggio MIGRATORISTI GRANDE RISORSA Fauna ungulata e vincolismo ambientale Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO Ai luoghi comuni sulla caccia DIAMOCI UN TAGLIO SPENDING REVIEW, OVVERO ABBATTIAMO GLI SPRECHI DOPO LE EUROPEE: VECCHI PROBLEMI PER NUOVE PROSPETTIVE Biodiversità: difendetela dagli ambientalisti GUARIRE DALLA ZAMBILLA Le specie invasive ci libereranno dall'animalismo EUROPEE: SCEGLIAMOLI BENE La rivoluzione verde è nel piatto La caccia al tempo di Facebook SOSTIENE PUTTINI: Pensieri e sogni di un addestratore cinofilo a riposo COSE SAGGE E MERAVIGLIOSE AMBIENTE: OCCHIO AL GATTOPARDO C'ERO UNA VOLTA ALL'EXA QUESTA E' LA CACCIA! EUROPA AL RISVEGLIO TOPI EROI PER I BAMBINI DELLA BRAMBILLA CACCIA LAZIO: quali certezze? ISPRA, I CALENDARI QUESTI SCONOSCIUTI UNITI PER LA BIODIVERSITÀ E LA CACCIA SOSTENIBILE LO DICO COL CUORE IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E' I veri volontari dell'ambiente DIAMOGLI CREDITO PROMOZIONE GRATUITA PENSIERINI DEL DOPO EPIFANIA Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse Anche National Geographic America conquistato dalle cacciatrici Più valore alla selvaggina e alla caccia Il cinghiale di Colombo Porto di fucile - NON C'E' MALE! PAC & CACCIA LILITH - LA CACCIA E' NATURALE Effetto protezionismo Ispra: il caso beccaccia Il grande bluff dei ricorsi anticaccia COME FARE COSA FARE Supermarket society Romantica Tipi di comunicazione: C'E' MURO E MURO Ambientalisti sveglia! Crisi e Parchi, è l'ora di scelte coraggiose SPRAZZI DI SERENO POINTER E NON PIU' SOGNO DI CACCIATORE UN CLICK E SEI A CACCIA FINALMENTE SI SCENDE IN CAMPO RIPRENDIAMOCI LA NOSTRA DIGNITA' DI CACCIATORI LA FAUNA SELVATICA: COME UN GRANDE CARTOON ALLA FIERA DELL'EST VOGLIO UNA CLASSE DIRIGENTE MODERNA IL NUOVO PARTITO DEI VECCHI TROMBATI “Caccia è cultura, amore e tradizione” L'assurda battaglia al contenimento faunistico CACCIA PERMANENTE CACCIATORI DIVISI Partiamo dalla Toscana ITALIA: un paese senza identità. Nemmeno per la caccia C’ERA UNA VOLTA… I cacciatori nel regno delle eterne emergenze Gli ambientalisti e la trave nell'occhio Addio alle rondini? L’Europa “boccia” l’articolo 842 (e la gestione faunistica di Stato) ITALIA TERRA DI SANTI, POETI... SAGGI..... SUCCEDE ANCHE QUESTO BASTA ASINI AMBIENTALISMO DA SALOTTO E CONTROLLO DELLA FAUNA Siamo tutti figli di Diana TOSCANA: ALLEVAMENTO DI UNGULATI A CIELO APERTO ALLARME DANNI DANNI FAUNA SELVATICA: Chi rompe paga… STALLO O NON STALLO CI RIVEDREMO A ROMA “L'ipocrisia delle coscienze pulite” UN DIFFICILE VOTO INTELLIGENTE SALVAGENTE CINGHIALE CACCIA DIECI VOLTE MENO PERICOLOSA DI QUALSIASI ALTRA ATTIVITA' ZONE UMIDE: CHI PAGA? Lepri e lepraioli QUESTA SI CHE E' UN'AGENDA SPENDING REVIEW E CERTEZZA DELLE REGOLE La Caccia, il futuro è nei giovani – Un regalo sotto l’albero A SCUOLA NON S'INVECCHIA I nuovi cacciatori li vogliamo così NEORURALI DE NOANTRI FRANCIA MON AMOUR LA CACCIA E' GREEN? Stupidità... stasera che si fa? NUOVA LINFA PER LA CACCIA TERRA INCOGNITA L’Italia a cui vorrei fosse affidata la caccia La marcia in più della selvaggina EPPUR SI MUOVE COLLARI ELETTRICI: LECITI O ILLECITI? DIVERSA OPINIONE IN PRIMA PERSONA PER DIFENDERE IL PATRIMONIO NATURALE Opinioni fuori dal coro - VACCI TU A MANNAIL!!! A CACCIA A CACCIA!!! PROVOCAZIONI Estate di fuoco MISTIFICAZIONI SICUREZZA A CACCIA, PRIMA DI TUTTO Sostenibili e consapevoli! COLPI DI SOLE COLPI DI CALORE Aiutati che il Ciel ti aiuta! Insieme saremo Forti! TECNOCRATI? NO ESPERIENTI LA RICERCA DIMENTICATA PARCHI: RIFORMA-LAMPO DE CHE'! Orgoglio di contadino Campagna o città? CACCIA: UNA RISORSA PER TUTTI. PRENDIAMO ESEMPIO DAGLI ALTRI CALENDARI VENATORI CON LEGGE REGIONALE: UN'OPINIONE CHE FA RIFLETTERE CONFRONTO FRA GENERAZIONI LA CACCIA CHE SI RESPIRA Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute GLI SMEMORATI DI COLLEGNO MUFLONE E CAPRIOLO IN ASPROMONTE: un sogno o una possibile realtà? Piemonte: Salta il camoscio/tuona la valanga... DELLE COSE DELLA NATURA Cultura Rurale: una soluzione per far ripartire l'Italia Il nodo delle specie aliene che fa capitolare gli ambientalisti LA CACCIA NELLA STORIA, PASSIONE E NECESSITÀ PAC IN TERRIS UCCELLI D'EUROPA GIRA GIRA..... STORIA SEMPLICE DI UNA CACCIATRICE LAMENTO DI UN GIOVANE ERRANTE PER LA CAMPAGNA TOCCA A NOI! CRISI. SOLUZIONE ALLA GRILLO IL SENSO DELLA CACCIA DI SILVIA VERITA' E CERTEZZA DEL DIRITTO PROCEDURE D’INFRAZIONE E DEROGHE: UN CONTRIBUTO ALLA CHIAREZZA BECCACCE DI BEFANA CACCIA, FASE DUE PROVOCAZIONI DI FINE D’ANNO RICERCA RICERCA SPIGOLATURE DI NATALE Dai pomodori alle lampadine LA RUMBA DEL CINGHIALONE NON ERA AMORE Finalmente autunno Il paradosso dell'Ispra IL PIANETA DEI CACCIATORI Le caste animali A CACCIA ANCHE DOMANI A CACCIA SI, MA DOVE? ORGOGLIO DI CACCIATORE Per il nostro futuro copiamo dai colleghi europei FINALMENTE A CACCIA APRE LA CACCIA! Amico cacciatore, guarda e passa Riforma sui Parchi in arrivo? E i cuccioli umani? MEDITATE, AMBIENTALISTI, MEDITATE LA FARSA DEI CALENDARI Armi, la civiltà fa la differenza Il Pointer e la caccia Col cane dalla notte dei tempi Contarli, certo, ma come? Questa è una passione! IL PENTOLONE LA LOGICA DELLA PICCOLA QUANTITA' SOLDI E AMBIENTE. DIECI DOMANDE NON SOLO STORNO QUEL CHE RESTA DELLA CACCIA AGLI ACQUATICI La lezione di Rocchetta di Vara BASTA CON LA STERPAZZOLA CON LO SCAPPELLAMENTO A DESTRA MIGRATORI TRADITI CORONA L'ERETICO Cacciatori e Agricoltori, due facce della stessa medaglia Deroghe: non è una missione impossibile AMBIENTALISMO E' CULTURA RURALE Sei il mio cane ALLE RADICI DELLA CACCIA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL’UOMO: IMPORTANTE SENTENZA A FAVORE DELLA CACCIA COME DIREBBE LO STORNO, DEL DOMAN NON V'E' CERTEZZA... BOCCONCINI PRIMAVERA CACCIA, PASSIONE, POCHE CHIACCHIERE COMUNITARIA: RIMEDIARE AL PASTICCIO QUESTIONE DI CALENDARIO LA BAMBINA CHE SOGNAVA LA CACCIA PRENDIAMO IL MEGLIO BELLEZZA E AMBIENTE. LA NOSTRA RICCHEZZA TUTTI A TAVOLA RIFLETTERE MA ALLO STESSO TEMPO AGIRE LA CACCIA SERVE. ECCOME! METTI UNA SERA A CENA Urbanismo e Wilderness: un confronto impari CONFESSIONI DI UNA TIRATRICE DI SKEET GIOVANI, GIOVANI E ANCORA GIOVANI IL CAPRIOLO POLITICO NO - Per una visione storicistica della caccia in Italia Accade solo in Italia? L’ambientalismo tra ecologia profonda e profonda ignoranza FRA STORIA E ATTUALITA' Non sono cacciatore ma la selvaggina fa bene. Intervista a Filippo Ongaro “Solo” una passione Tra ideologia e strategia politica IL CATALOGO E' QUESTO TORNIAMO A SVOLGERE UN RACCONTO DA DONNA A DONNA: IL MALE DEL TURISMO. Lettera aperta di Lara Leporatti al Ministro Brambilla Italiani ignoranti della caccia CACCE TIPICHE E VITA IN CAMPAGNA Ed il giorno arriva DEROGHE E CACCIA ALLA MIGRATORIA: DA RISOLVERE. UNA VOLTA PER TUTTE! PRE-APERTURA DI CREDITO Domani sarà un altro giorno MIGRATORIA E SELEZIONE Alcune riflessioni sulla caccia in Italia Divagazioni per una rivoluzione culturale La senatrice Adamo va alla guerra PERCHE’ NON SCENDI, PERCHE’ NON RISTAI? ( versi di G. Carducci) Calendari venatori. Le bugie degli ambientalisti Un'arte chiamata caccia AREZZO SCONFESSA LA BRAMBILLA Animalismi e solitudini In un vecchio armadio STAGIONE VECCHIA NON FA BUON BRODO Belli, matti ed inguaribili SIAMO LIGURI! Ieri, mille anni fa, io caccio Cosa mangiano gli animali degli animalisti? SCIENZA, CONOSCENZA, CULTURA C'ERA UNA VOLTA UNA SCIMMIA MOVIMENTO STATICO, ANZI NO, REGRESSIVO ORSI. COMUNITARIA. PROVVEDIMENTO ZOPPO MA CON SICURO VALORE SIMBOLICO Aerei e trasporto munizioni - La situazione della caccia oggi: “Io speriamo che me la cavo” ALL'ARIA APERTA! Contro ogni tentazione. PORTIAMOLI A CACCIA IPSOS FACTO! DIAMOCI DEL NOI IN FINLANDIA SI', CHE VANNO A CACCIA! RIFLESSIONI DI UN PEONE IL PAESE PIU' STRANO DEL MONDO Fuoco Amico PER UNA CULTURA RURALE. MEGLIO: PER UNA CULTURA DELLA CACCIA CHE AFFONDA LE SUE RADICI NELLA TRADIZIONE RURALE E Jules Verne diventò anticaccia CULTURA RURALE E CULTURA URBANA A CONFRONTO L'Enpa insulta i cacciatori SELVAGGINA IN AIUTO DELL’ECONOMIA America: un continente di vita selvaggia LA LIBERTA’ DI STARE INSIEME A chi giova la selezione LA CACCIA COME LA NUTELLA? LUPO, CHI SEI? Le fonti energetiche del futuro: nucleare si o no? TOSCANA: ARRIVA LA NUOVA LEGGE A caccia con L'arco... A caccia con la storia... Interpretazioni e commenti di nuova concezione 10 domande ai detrattori della caccia IL BRIVIDO CHE CERCHIAMO La caccia come antidoto alla catastrofe climatica Per una educazione alla natura E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA IL CAPRIOLO MANNARO CONSIDERAZIONI E PROPOSTE PER IL FUTURO DELLA CACCIA IN ITALIA Caccia - anticaccia: alla ricerca della ragione perduta Allarmismo e vecchi trucchetti Ancora Tozzi ? REALISMO, PRIMA DI TUTTO Le invasioni barbariche APERTURA E DOPO. COSA COME QUANDO Piombo e No Toxic: serve un nuovo materiale per le cartucce destinate agli acquatici Di altro dovremmo arrabbiarci I GIOVANI E IL NUOVO AMBIENTALISMO Cinofili, cinologi e cinotecnici Un rinascimento ambientale è possibile Gelosi e orgogliosi delle nostre tradizioni LA CACCIA SALVATA DALLE DONNE? Nuovo catalogo BigHunter 2009 – 2010: un omaggio all' Ars Venandi Tutto e il contrario di tutto DALL'OLIO: UNITA' VO' CERCANDO... IL VECCHIO CANE: RICORDIAMOCI DI TUTTE LE GIOIE CHE CI HA DONATO La voce dei protagonisti sui cinghiali a Genova Tutti insieme... magicamente Ambiente: una speranza nella caccia SOLO SU BIG HUNTER: DALL’OLIO, PRIMA INTERVISTA La Caccia ha bisogno di uomini che si impegnano LA COMUNICAZIONE NON E' COME TIRARE A UN TORDO Il capanno: tra architettura rurale e passione infinita DONNE ...DU DU DU... DI-DI-DI I..... IN CERCA DI DIANA EUROPA EUROPA VICINI ALLA VERITA' Beccaccia sostenibile CACCIA E SOCIETA' Wilbur Smith, scrittore da best seller innamorato della caccia BAGGIO, CON LA CACCIA DALL’ETA’ DI CINQUE ANNI PARLAMENTO EUROPEO - Fai sottoscrivere un impegno per la caccia al tuo candidato CACCIA ALL'ORSI ORGOGLIOSI DI ESSERE CACCIATORI UN DOCUMENTARIO SENZA SORPRESE, ALMENO PER I CACCIATORI Ridiamo il giusto orgoglio al cacciatore moderno e consapevole Il cane con il proprio olfatto è il vero ausiliare dell'uomo, anche oltre la caccia. 157: PENSIERI E PAROLE MA COS'E' QUESTA CACCIA? 157 CACCIA: LA SINTESI ORSI E' UNA BOZZA DI DISCUSSIONE MIGLIORARE LE RAZZE? SI PUO’ FARE CINGHIALI CHE PASSIONE La cultura cinofila ATC DIAMOCI DA FARE Il vitello che mangi non è morto d'infarto! Ripensare la caccia? PER UN FUTURO DELLA CACCIA QUANTO CI COSTI, BELLA TOPOLONA PUCCINI CACCIATORE E AMBIENTALISTA ANTE - LITTERAM Un nuovo corso per gli ungulati Siamo noi le Giubbe Verdi Ruralità e caccia fra cultura, tradizione ed economia Rilanciamo il consumo alimentare della selvaggina La caccia secondo Giuliano, umorista de La Repubblica Questa è la caccia Il cane oggetto: attenzione alla pericolosa tendenza della civiltà dei consumi La cinegetica e la caccia col cane Gestione e tradizione BASTA TESSERE AMAR...TORD E il beccafico perse la via del nord Dimostriamo credibilità Apertura passione serenità editoriale - Fucili italiani come le ferrari Orgoglio di Cacciatore I Tordi e le Beccacce La Caccia è Rock

Editoriale

OH QUANTE BELLE FIGLIE...


lunedì 22 gennaio 2018
    

 
Una delle tante ragioni della crisi dell'associazionismo venatorio dipende - in via di principio, con qualche eccezione - dal non aver capito che la specializzazione andava e va governata.
Negli ultimi venti-trent'anni, abbiamo assistito al proliferare di multiformi sodalizii legati a questa o a quella specialità di caccia.
In principio era l'Uncza, che - pur sotto l'egida di Federcaccia, ancora oggi associazione di riferimento - portò all'aggregazione dei cacciatori di tutto l'arco alpino e al conseguente consolidamento di norme che quell'area interessavano.
Il Club della Beccaccia fu l'anteprima di un gruppo di appassionati, un club appunto, come il Club del Beccaccino (poco più che padano), che dette vita in seguito, per via di punti di vista a volte contrastanti, a una serie di associazioni e sub associazioni di "beccacciari". Stessa strada fecero i patiti del colombaccio, in confraternite une e trine.
L'Urca si sviluppò parallelamente, emanazione dell'Uncza, l'una e l'altra riferimento ideale dei cacciatori di selezione, a mano a mano che sull'Appennino si appalesava il capriolo.
Pro Segugio e successivamente Segusti hanno storie più consolidate, con la prima che ha dato i natali all'associazione/non associazione più consistente e più nodale di tutte: quella dei cinghialai, una realtà diffusa, quasi impalpabile, che alla luce delle odierne vicende appare complicata, vista la proliferazione dell'irsuto abitatore della macchia difficilmente arginabile, la congrega degli ambientalisti/animalisti sempre più irresponsabili, una politica affetta da sempre più supina acquiescenza, e non ultimo il rissoso conflitto fra categorie (agricole e venatorie), danni reali o presunti compresi.
Ecco che oggi, tralasciando i tanti altri piccoli sodalizi, chi deve organizzare il settore si trova a dover mediare fra tutte queste compagini quasi sempre in concorrenza l'una con l'altra. Con l'aggravante che l'attuale congiuntura politica porta con sè il virus dell'attaccabrighe per partito preso, qui declinabile con le categorie del tesseraggio, dell'indisponibilità ad accettare legami territoriali in nome della libertà di caccia, del giusto sostegno ai tanto diffusi quanto trascurati sentimenti filo-migratoristi.
C'è rimedio? Finchè c'è vita..., come si dice in questi casi nel modo più banale possibile...
Ma come, allora? Beh, dal dire al fare il salto è lungo, ma chi ha responsabilità se ne deve far carico. E' il momento, per i nostri dirigenti, tutti, di prendere finalmente  coscienza della situazione e di comportarsi di conseguenza. Prima tappa, lo sappiamo tutti, è lo scoglio elettorale del 4 marzo. Guai a inciamparci. Sembra che il primo passo sia stato fatto con la costituzione di quella cabina di regia alla quale hanno aderito la stragrande maggioranza delle associazioni venatorie. Pochi punti su cui convergere, indirizzi chiari su cui impostare una campagna di sensibilizzazione, il coinvolgimento totale delle periferie.
E poi?  Poi, a prescindere dai risultati, sarà opportuno non smantellare il sistema, ma, passo passo, accompagnarlo verso una piattaforma sempre più articolata che riesca a dare un'amalgama alle multiformi sfaccettature della caccia italiana, dal nord al sud, da quella popolare a quella elitaria, ma soprattutto che sappia giungere alle corde dell'opinione pubblica, presentandasi - finalmente, verrebbe da dire - per quello che è: una risorsa per tutti, affrancata da quelle raffigurazioni critiche che non ci rendono giustizia.
A supporto di queste aspirazioni miglior cura non c'è se non quella di andare in massa a votare. Consapevoli che la partita si gioca più che mai in Parlamento, dove dobbiamo avere persone responsabili che ci rappresentino. Con una raccomandazione. Mettiamo per una volta da parte le rivalità, politiche, ideologiche, venatorie. Fra le migliaiai di candidati, collegio per collegio, ci sarà senz'altro qualcuno che ha simpatia nei nostri confronti e nel contempo ha qualche probabilità in più di altri di venire eletto. Teniamone conto.
 

Vito Rubini

Leggi altri Editoriali

56 commenti finora...

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

Concordo al 100% sul disturbo che la caccia in braccata può arrecare agli altri fruitori della natura ed alla selvaggina anche non oggetto di caccia.Però se vogliamo focalizzarci sul disturbo allora dobbiamo rilevare che anche il lepraiolo può disturbare il cacciatore da penna e viceversa.Per non sentirsi disturbati l'ideale allora sarebbe starsene a casa.

da Frank 44 29/01/2018 10.41

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

E’ vero è tutto relativo ed opinabile. Come ad esempio “io e la mia squadra” che sulle statistiche annue conta lo 0,001%. Non è stato escluso a priori l’impallinatura ma di certo sono di gran lunga meno frequenti e sulla conta annua si attesta allo 0,0001%Nulla c’azzeccano le disgrazie montane, stradali,ecc..ecc.. fanno parte di altri settori che non sono stati sfiorati ma che comunque a seconda degli umori e circostanze vengono pur esse additate. Si parlava della differenza tra la sportina di ciccia e fagiano/lepre/pernici e le differenze sono molto evidenti. Fermo restando il disturbo arrecato alla fauna,cacciatori in generale, fruitori della matura e tutto il resto da me menzionato. Forse la vergogna per la sportina sta proprio in questo.

da Mimmo 29/01/2018 2.14

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

Ma sapete è tutto relativo ed opinabile.Caccio il cinghiale in squadra da oltre vent'anni e non dobbiamo lamentare nessun evento luttuoso.Siamo stati prudenti o solo fortunati? Non saprei.Tuttavia uno dei componenti la nostra squadra si è preso una impallinata in faccia cacciando il fagiano. Cosa dovrei dedurre? Se poi penso ai tutti i morti che ci sono stati ultimamente in montagna, mi viene da pensare che è molto meno pericoloso andare al cinghiale in squadra.Come vedete non sembra essere il tipo di attività a fare la differenza, ma piuttosto le circostanze.

da Frank 44 28/01/2018 19.31

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

Ci provo anche io. Già il fatto di praticare una caccia che a fine anno fa morti e feriti umani ci si dovrebbe riflette molto su questo tipo di caccia. Per amor del cielo ci sono stati casi e ancora ce ne saranno di gente ferita anche esercitando cacce diverse ma per fortuna si possono contare sulle dite di una mano mozza. Qualsiasi tipo di caccia che non sia quella al cinghiale occupa spazzi esegui e non si appropria di intere montagne sottraendole seppure per in giorno a tutti gli amanti della natura in seconda istanza a tutti i cacciatori che andando a cacciare il giorno dopo e successevi non troverà nemmeno le lucertole. Se siamo additati come lo siamo, al di la della strumentalizzazione animalista è soprattutto a causa degli eventi luttuosi che questa caccia annovera. Non si dica il contrario in quanto negli anni passati prima che ci fosse questo Exploit di caccia, se qualcuno veniva impallinato non se ne dava notizia nemmeno sulle cronache cittadine- Ora è diventato un business dove informazione e popolo ci si butta a capofitto per denigrarci. Sarebbe da soffermarsi anche sulla lievitazione e l’accoglienza della assicurazioni ma questa è un’altra storia. Queste sono le differenze che intercorro tra una sportina di cinghiale e un fagiano.

da Ci provo anche io 28/01/2018 16.46

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

Frank44 cerco di spiegartelo. Secondo questi critici di 60/70 partecepanti alla cacciata al cinghiale solo 9/10 sono i veri cacciatori; gli altri sono buoni a nulla li solo per far numero legale e per ....la borsina!!

da Ti spiego 28/01/2018 14.01

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

Sinceramente non capisco tutto questo scandalizzarsi perchè si porta a casa la borsina di carne.Dove si trova la differenza fra portare a casa la borsina di cinghiale oppure il fagiano o la lepre? Qualcuno finalmente mi sa spiegare perchè mi dovrei vergognare della borsina e dovrei invece essere orgoglioso della lepre,fagiano,pernice ecc. Altro mistero italico?

da Frank 44 28/01/2018 11.07

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

redazione big hunter..spiega a tutti i cacciatori che martedi prossimo al parlamento di Bruxell verrè presentata la candidatura delle alpi del mare come patrimoniio unesco....adio galli coturne ecc ecc altro che ricorsi e controricorsi delle nostre associazioni...un saluto amici

da setter'63 28/01/2018 8.08

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

Caro Rubini, io non la conosco ma concordo in tutto con le sue idee.Se lei si presentasse la voterei in qualsiasi partito. Va bene una CABINA DI REGIA ma non sarebbe meglio un PARTITO.Invece dii cercare le persone giuste in altri partiti, le persone giuste le avremmo già noi nel nostro PARTITO. Il nome del PARTITO? Lo scelga lei.

da Gio 27/01/2018 21.25

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

Ho capito. Trump è unmagnaccia (ricco e potente). Berlu un m. elegante. Uno che vende cartucce pure. È così?

da Renzo 27/01/2018 20.58

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

Morderai la caccia (come la gnocca) e' una passione chi ci ricava sulla gnocca si chiama MAGNACCIA chi ricava sulla caccia PUPPANDO i rimborsi spese o depredando gli ATC come lo chiami!?

da Poerannoi 27/01/2018 18.51

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

Martufoni ,se il tuo ragionamento può funzionare per Ekoclub. Che sfrutta le iscrizioni di federcaccia a cui vieni automaticamente iscritto con la tessera,Per URCA non è così perché URCA è Ass ambientalista indipendente e l'iscrizione è volontaria,e dove siede nei comitati ATC lo fa nella percentuale legata alle Ass ambientaliste perché in quel territorio ha più associati di altri.Un liberale ha pienamente ragione,e Forse quella intuizione così liberale di quel Senatore,che ci ha regalato ancora oggi un sodalizio composto maggioritariamente da cacciatori,libero e scevro di condizionamenti,ma legato al territorio e al bene dell'ambiente e della fauna.

da Scrivete meno scemenze 27/01/2018 10.33

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

Appunto. Di gnocche ce ne sono di tutti i tipi. Ognuno ne faq uso secondo la sua "passione", propensione e portafoglio. L'uomo più potente del mondo (suo malgrado) fa sfoggio planetario di come la interpeta lui, la passione per la gnocca. La caccia, volendo, è una gnocca. Da marciapiede se vai in un fagianodromo, o anche in un agrofaunistica, o anche a caccia all'estero, o a ungulati, o a cinghiale (si protesta per 5 euro in più di costo per l'atc e poi si spendono migliaia di euro per un cane buono). E' il portafoglio che fa la differenza, non la passione. E all'amata, se siamo davvero consunti dalla passione, per conquistarla, e tenersela dopo conquistata, non basta il fringuello: devi por mano alla tasca di dietro.

da Mordekaj M. 27/01/2018 10.08

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

La passione per la caccia è più forte, ma simile, a quella per l'amata/o. Non si lucra sull'amore.....mai....

da Poerannoi 26/01/2018 20.50

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

Basta con questo concetto tutto latino di "passione"! Anche la gnokka - non per tutti - è una passione!! E allora? Gnokka "sociale" per tutti?

da filogamo 26/01/2018 18.25

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

E' tanto, ma tanto che vado a caccia. Di cacciatori senza passione ne ho visti, come ne ho visti tanto con tanta passione. Ne ho incontrati davvero pochi, invece, direi nessuno, che non avesse qualche interesse, palese o nascosto. Ad esempio, si parla tanto di questo benedetto o maledetto cinghiale, ma nessuno mi toglie dalla mente che conti anche la borsina di carne che alla sera finisce in frigorifero. Non parliamo poi dei blasonati selettori. Poi, bisognerebbe intendersi su cosa significa passione. Sofferenza fisica o spirituale: nel primo senso sopravvive solo con riferimento al sacrificio di Cristo e a quello dei primi martiri della fede cristiana; nel secondo si associa all'idea di una profonda e tormentosa afflizione. "una bellezza velata e offuscata, ma non guasta, da una grande passione" Sacra rappresentazione (sul modello del fr. passion ). In musica, componimento musicale che ha per tema la passione e morte di Gesù. Fiore della passione, passiflora. Frutto della passione, granadiglia. 2. Momento o motivo della vita affettiva caratterizzato da uno stato di violenta e persistente emozione, spec. in quanto riconducibile a un ambito erotico-sentimentale o in contrasto con le esigenze della razionalità e dell'obiettività.Vivace inclinazione, per lo più lodevole o comunque non riprovevole: p. per la musica, per la pittura, per la caccia; anche, l'oggetto che suscita interesse.che può anche tradursi in entusiastica e totalitaria dedizione. Qualsiasi atteggiamento o comportamento assunto passivamente nell'ambito della vita morale o anche intellettiva. Treccani: Inclinazione vivissima, forte interesse, trasporto per qualche cosa. o per qualcuno.

da quandomai! 26/01/2018 17.45

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

La caccia è una passione, non ci si guadagna sulle passioni! Chi si impegna per la caccia deve farlo gratis dato che non c'è trippa per gatti. IN QUESTO CASO MEGLIO I POPULISTI CHE I LADRI DI ELEMOSINA E DI RIMBORSI E DI CONSULEZE FARLOCCHE AGLI ATC

da Poerannoi 26/01/2018 16.25

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

Hai ragione poerannoi, questo è quanto ti raccontano le fanfare populiste. Che sono quelle che lavorano gratis (magari a nero, ma tanto è gratis), t'infinocchiano con le chiacchiere e vivono dei proventi dell'assicurazione e dello stipendio di parlamentare o consigliere regionale. Su Ekoclub, probabilmente è quanto ci meritiamo, ma è stata un'occosione persa (almeno per ora). Quello che ci manca, infatti, è proprio una coscienza ambientalista, Guicciardini, criticando la nostra propensione italica al "particulare", l'avrebbe definita coscienza "civica" (assente, ovviamente). Il bello è che si esprime tanto al nord quanto al sud del nostro paese. Per l'Urca, poi, mi fa specie che ci si vergogni a riconoscerne i natali venatori. Per avere qualche certezza in più, sono andato a leggermi tutto quello che c'è scritto sul sito www.urca.it alla voce "storia". Andateci anche voi. E' illuminante per capire chi racconta fregnacce.

da Banditore 26/01/2018 15.00

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

X purtroppo: se i soldi dei cacciatori se li finiscono in rimborsi spese, hai voglia a fare ekoclub e urca!!

da Poerannoi 26/01/2018 13.23

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

Averne oggi di Senatori comunisti come quello che ha dato il suo contributo per la costituzione dell'URCA!!!! Un grand'uomo, che si è sempre battuto per le cause in cui credeva, compresa una caccia seria in italia!

da un liberale 26/01/2018 11.40

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

Se l'Ekoclub ha rappresentanti in ATC (idem per Urca) significa che hanno più numeri e più si danno da fare delle associazioni ambientaliste più blasonate, ormai solo chiacchiere e distintivi. E soldi, che succhiano da sempre per obiettivi a volta senza alcun vantaggio per la fauna e per l'ambiente. Quanto a lobby che fanno pressione sulla politica, quelle ambientaliste, legate a settori economicamente molto ma molto più potenti (rifiuti, inquinamento, industria, agricoltura) sono di gran lunga più ascoltate che quella ormai misera dei cacciatori, ammesso che abbia mai contato qualcosa, purtroppo.

da purtroppo 26/01/2018 10.28

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

Lo scoglio piu' duro sarà M5S che non deve essere assolutamente sottovalutato.... ne ora e ne dopo casomai perdesse..... Forse oggi più che mai siamo minati da una minaccia molto molto concreta...

da L.B. 25/01/2018 22.24

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

URCA,EKO CLUB,(ambientalisti non si è mai sentito un progetto per l'ambiente)appartengono al mondo venatorio,con le tessere comuffate (federcaccia) occupano posti negli ATC.Se deve essere il plurarismo questo non è. Cose fatte all'Italiana,

da martufoni 25/01/2018 18.58

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

Setter63 ma sei tutto normale??Guarda che Salvini si è già coalizzato con quelli che blaterava di non voler più nemmeno vedere in foto,è in più ha accettato in coalizione anche quelli della "quarta gamba"cialtrone lui come quelli che lo santificano senza averci capito nulla..Un'altro voltagabbana che ha la faccia come il culo.

da Gualdo Taddeus 25/01/2018 14.58

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

Antico cacciatore 24/01/2018 16.52: Ho solo l'imbarazzo della scelta per il lampione, purtroppo ho avuto un grosso, mi sono accorto che qualcuno è passato prima di me e se gli è infilati tutti in quel posto, visto come ragiona, di fatti ho dovuto presentare una richiesta al comune perchè vengano ripristinati!!!

da s.g. 25/01/2018 13.24

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

Salvini se è di parola non si allei con nessuno ma vada avanti per la sua strada.Poi pian piano vedrà che il popolo comincerà a seguirlo.....non belle parole ma fatti.Foraza cacciatori diamo una mano.

da setter'63 24/01/2018 23.35

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

Mario sei tu che devi fare non noi

da s 24/01/2018 20.15

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

S.g. fossi tu furbo come me. Guarda che io so chi votare. Salvini o la Melone (a secondo di chi schiereranno nella mia Regione. La differenza tra me e te è che io a questa aaw che non si schierano apertamente non ci penso proprio a salvargli il c… e la poltrona a differenza di te che stai aspettando l’ imboccata e magari ti porta a votare “rosso di sera.” A forza di salvagli c… e poltrona hai notato come hanno ridotto la caccia? Vai bello vai a farti un giro sotto qualche lampione cittadino

da Antico cacciatore 24/01/2018 16.52

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

Antico cacciatore 24/01/2018 11.17: Mi sembri l'eterno insodisfatto!... Forse, costretto a casa dal destino galantuomo. Madama dorè... Indovina chi viene a cena. Però, facevo certi cacciatori un po più furbi, madama dorè!!!... Ossequi.

da s.g. 24/01/2018 13.05

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

ANTICO CACCIATORE, SPERIAMO CHE ALMENO BIGHUNTER, APPENA AVREMO LE LISTE, CI DIA QUALCHE INDICAZIONE.

da UNICA SPEME 24/01/2018 11.54

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

Proprio una filastrocca per bambini—se non ricordo male diceva-- O quante belle figlie, Madama Doré,. Son belle e me le tengo, Madama Doré, Me ne dareste una, Madama Doré,? Che cosa ne vuoi fare, Madama Doré,? La voglio maritare, Madama Doré, -solo che questi ancora non ci fanno sapere con chi ci vogliono”maritare”. Si limitano solo a dire che hanno fatto cartello per le elezioni ma eroicamente si celano ognuno nel proprio partito per timore di perdere la poltrone. In sintesi uniti e sparpagliati e votate chi [email protected]@@ vi pare. Che buffoni!!!! .Speriamo che vincano i 5 *****non foss’altro per mandare a casa questa ciurma di incapaci e irresponsabili.

da Antico cacciatore 24/01/2018 11.17

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

Queste associazioni si stanno accorgento solo adesso,che i cacciatori si sono svegliati da tempo. Queste hanno sacrificato sull'altare del fagiano prnta caccia,la selvaggina migratoria,cosa che non hanno fatto la Francia, Spagna,Germania,Belgio, Portogallo. Hanno cominciato a calare le graghe sin dalla legge 799 del 2.8.1967,poi hanno continuato con la 968 del 27.12.1977,con la 157/92,lasciando ad ogni nuova legge un pezzetto di specie cacciabile di migratoria.

da Il Nibbio 23/01/2018 23.14

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

Pergola ,evidentemente la lingua italiana le è semisconosciuta....l'essere caccciatori,non è certo un problema anzi si tratta di un plus in questo caso.Ma se si accomuna URCA alle associazioni venatorie,quando questa non lo è per definizione ne per statuto..cose le posso aggiungere.Non riesco poi a capire di quali complessi parla o meglio straparla dei cacciatori appenninici,visto che per costituirsi in associazione,non hanno avuto bisogno dell'ala protettrice di nessuna Ass venatoria ,o esserne emanazione come appunto UNCZA o UNCC o altre, figlie della federcaccia.

da Scrivete meno scemenze 23/01/2018 21.56

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

non ho mai visto un CACCIATORE politico che si batte il petto per la sua passione e questo è u n male. L'unico è stato il giornalista BRUNO MODUGNO che ha sempre messo la faccia a nostro nome rischiando anche nel personale. NESSUNO HA LE PALLE PER FAR QUESTO! ONORE AL GRANDE BRUNO!

da Marco 23/01/2018 21.45

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

Leggo queste osservazioni di certo "Scrivete Meno Scemenze", e mi pare che le scemenze le scriva lui. Ma non è importante. L'Urca, appunto, nata a cavallo dell'Appennino tosco emiliano, grazie all'interesse di un senatore del partito comunista, appassionato cacciatore, è presente con pochissimi adepti (non so se è un bene o un male) noti come affetti dal complesso di edipo nei confronti dei più blasonati cacciatori di Zona Alpi. Alcuni, all'inizio, avevano addirittura costituito distaccamenti appenninici affiliati a Uncza (anche con nomi altisonanti o di fantasia). Una cultura recente, comunque, visto che da generazioni in quelle plaghe di ungulati non ce n'erano (nemmeno cinghiali). Poi, se vogliamo caavillare, l'associazione "di cacciatori" nasce nel '91, si costituisce a livello nazionale nel 2001 e acquisisce il decreto di associazione di protezione ambientale nel 2006, cioè dopo 15 anni. Ma i soci, anche allora, e successivamente e ancora adesso sono CACCIATORI. L'avete capito, o no? Ma non è una colpa, nè un peccato.

da M. Pergola 23/01/2018 17.41

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

Ma tutte queste "associazioni" club consorterie a che minchia servono se non a suddividere ulteriormente gli anziani che praticano la caccia? Forse ad ottenere privilegi e soldi per se è gli amici?

da Sappiamo tutti.... 23/01/2018 15.58

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

Gano Urca non è una Ass venatoria è che sia nata dopo UNCZA anagraficamente non significa nulla,,non lo è mai stata Ass venatoria,ne mai lo sarà Drovandi nell'atc che citi sarà li in quota a federcaccia,è nulla osta in questo.Ekoclub,è una diramazione di federcaccia come UNCZA ,mentre URCA non è collegata a nessuno ed è un bene che sia così,e che così rimanga.Non scrivete di cose di cui sapete poco o nulla....

da Scrivete meno scemenze 23/01/2018 13.19

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

Per l'URCA (Unione Regionale CACCIATORI Appennino) rimando al sito ufficiale, dove malgrado tutto riesco a leggere, al secondo periodo della home: Dopo i cacciatori delle Alpi, che hanno visto nascere nell’anno 1964 l’UNCZA-Unione Nazionale Cacciatori Zona Alpi, anche quelli dell’Appennino hanno una loro associazione.Se non erro, il presidente nazionale è antonio Drovandi, dirigente venatorio, che fa parte dell'ATC Pistoia su proposta di Federcaccia Provinciale, di cui è consigliere. Per come la penso, tutte le AAVV dovrebbero avere il riconoscimento di Associazione Ambientalista, meritandoselo, ovviamente. Meglio ancora sarebbe che tutti aderissero all'Ekoclub, una strada secondo me ottima per collegarsi alle giovani generazioni, orientandoli verso l'unificazione associativa venatoria. Per il Partito dei Cacciatori, con 600mila cacciatori e famiglie (sicuramente non compatti) non raggiungeremmo neanche un terzo del quorum, buttando via i nostri voti. E, così come è conciata la nostra nazione, i partiti contano poco, contano le persone elette. Se riesci a fare squadra (lobby) su un argomento, qualche voce in capitolo ce l'hai, non fosse altro per bloccare inziative velleitarie. Il resto tocca a noi, a dimostrare sul territorio che siamo ancora un elemento importante per la società. Da quel che leggo su qualche commento, purtroppo, siamo ancora piuttosto lontani.

da Gano 23/01/2018 8.57

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

dice bene BRETONE se le nostre aavv ci avessero tutelato in passato invece di pensare a come rubarci i soldi forse ora non saremmo conciati cosi. LA colpa è anche nostra che non ci siamo mai ribellati a queste associazioni di mangioni,è MAI POSSIBILE CHE NON C è UN SOLO POLITICO CHE CI SPALLEGGI UN Pò? AMICI ABBANDONIAMO LE AAVV SE CI FIDIAMO ANCORA DI LORO NOI PER DAVVERO A CACCIA NON CI ANDIAMO PIù. LEGGI E DIVIETI A NON FINIRE POI TI SPOSTI DI POCHE CENTINAIA DI KM E PUOI SPARARE DALLA MATTINA ALLA SERA OGNI GIORNO MA ALLORA A CHE CA..O SERVONO QUESTE RESTRIZIONI? FACCIAMOI LE ASSICURAZIONI PRIVATE SPENDEREMO DI MENO TOGLIAMOCI I SOLDI E VEDRETE COME MUOVONO IL CULO DALLE POLTRONE E SI DANNO DA FARE, ANCHE LE INDUSTRIE ARMIERE E TUTTO L INDOTTO MA DICO SE LA CACCIA FINISCE LORO COSA FANNO? VANNO A VENDERE NOCCIOLINE IN PIAZZA?

da GENNY 4 BOTT 22/01/2018 21.45

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

Il problema cari amici, non sono le associazioni, ma da chi sono composte. Se prendete gli statuti di ogni AA.VV riconosciuta sono tutti in linea con quanto i cacciatori e non solo, chiedono. Tutte predicano, gestione del territorio, lotta al bracconaggio, regolamenti snelli in linea con l'Europa e via discorrendo. Poi succede un qualcosa, il giocattolo si rompe le promesse vengono meno e i cacciatori, gli agricoltori e comunque tutti i fruitori del territorio sono inc.....di chi la colpa? della bandiera di questa o quella associazione o di dirigenti ottusi e inconcludenti che pensano solo alla loro fottuta poltrona, che sarà mai, Presidente di qui Consigliere di là, lo sapete bene. Tutti noi dirigenti dovremmo per una volta, e lo dico ovviamente in primis per quella della mia associazione, farci un esame di coscienza, secondo me questa volta non abbiamo più chance se le elezioni andranno in un certo modo ci daranno un bel calcio nel sedere perché la caccia non possono chiuderla ma limitarla sino a farci smettere tutti. Proviamo tutti insieme a fare qualcosa anche poco anche un piccolo contributo serve a dimostrare unità, un esempio? il criticarci l'un l'altro sempre e comunque a prescindere se le iniziative sono plausibili o no. In bocca al lupo a tutti.

da Adriano Zanni Fidc Genova 22/01/2018 20.46

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

NOI CACCIATORI PRIMA DI TUTTO DOBBIAMO SUPERARE LE DIVISIONI INVENTATE DALLE ASSOCIAZIONI VENATORIE E FARECI PROMOTORI DI UNA SOLA VERA ASSOCIAZIONE (CACCIATORI ITALIANI)RAPPRESENTATA DA PERSONE QUALIFICATE E CAPACI DI UN DIALOGO COSTRUTTIVO CON IL MONDO AGRICOLO E POLITICO. BASTA CON I RICICLATI DEL MONDO POLITICO, SONO DEGLI INUTILI PERDENTI, SOLO UNITI POSSIAMO SALVARE LA NS. LEGITTIMA PASSIONE.

da bretone 22/01/2018 19.07

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

Chiudere la caccia in Italia vorrebbe dire chiudere la caccia in Europa. Aspettiamo quello che farà la CABINA DI REGIA e cosa metteranno sul tavolo per cambiare quel poco che ci serve per andare a caccia senza troppo territorio vietato e ambiente inquinato. Un saluto.

da jamesin 22/01/2018 18.48

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

Azzardo una previsione...la caccia verrà abolita ....passerà una leggina di un solo articolo di un solo comma così scritto: NON COSTITUISCE ESERCIZIO DI CACCIA L'ABBATTIMENTO DI FAUNA AI FINI DI IMPRESA AGRICOLA. Così tutti contenti: gli animalisti diranno che hanno abolito la caccia, le AAVV che l'hanno salvata, i politici una delle due a seconda dell'uditorio. Gli unici a guadagnarci saranno gli agricoltori che recupereranno (in parte) i contributi in meno. E vissero (quasi) tutti felici e contenti.

da Nostradamus 22/01/2018 18.28

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

salvini,,,e con berlu,,brambi,,come la mette,,,,,fara qualcosa ,,anche le nostre associazioni devino smetterla,fate cose mirate per icacciatori

da rho 22/01/2018 18.15

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

In alternativa c'è pur sempre il frottolo di rignano & c che in quanto a bugie, false promesse,ribaltoni, non solo è un esportatore di tutto rispetto,un impor plurimarche un usurpatore di democrazia che ha fatto un [email protected] come un paiolo a tutti gli italiani ricchi e poveri. Ma che ne sanno questi diversamente intelligenti che scrivono scemenze.

da Dante 22/01/2018 18.14

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

A proposito di scemenze: la Meloni non ha mai votato la legge Fornero. Concordo con genny 4 botte perciò aggiungo anche la mia " botta ".

da Frank 44 22/01/2018 18.09

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

Esatto vecchi cedro,e l'ho già scritto sotto..Sono tutti in cerca del nuovo messia senza aver imparato una sega dal passato.e senza essersi accorti che lo scenario politico è cambiato e vi sono forze nuove in campo ,con cui le Ass venatorie per partito preso, è la propaganda dei loro referenti politici,non hanno mai preso contatto.Ora che i referenti politici li hanno mollati( anzi li han mai considerati) cercano l'unione in ordine sparso,come consuetudine vuole nella storia delle Aavv italiane.Siamo ancora ai capipopolo e leccaculi di nostrana memoria,il diavolo e l'acquasanta.Anlc che spergiurava ,che mai pi avrebbe sottoscritto accordi e comunanze con le altre ed ecco il comunicato unitario,dal canto loro le altre che non volevano aver a che fare con presidenti bracconieri,si ripigliano il fagotto ingombrante cercando di chiudere la stalla quando ormai i buoi sono scappati.La coerenza non è di casa nell'associazionismo venatorio italico,esattamente al pari della politica,basti vedere il bluff Salvini che urlava e spergiurava mai più con Berlusconi è gli altri ed è nuovamente li prono ,esattamente come la Meloni che tra una figura di merda è l'atra,si dimentica di aver votato la legge formerò assieme a Berlusconi è blatera nei comizi di volerla abolire......Coerenza? zero

da Scrivete meno scemenze 22/01/2018 17.45

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

Si confondono associazioni venatorie con associazioni di cacciatori appassionati di cacce specifiche, due tipi di associazioni completamente diverse e con diverse responsabilità. Articolo che fa disinformazione es. l'URCA gemmazione dell'UNCZA, la quale UNCZA poi, in qualità di settoriale FIDC, non ha quasi peso in FIDC e nelle scelte politiche gestionali di Stato, Regioni e Provincie per quel che ne resta. Riflette bene comunque il caos che regna in Italia.

da vecchio cedro 22/01/2018 15.46

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

ormai nessun politico anche se favorevole alla caccia osa spendere una parola a nostro favore ormai ci SCHIFANO tutti, per i sig politici la caccia è l ultimo dei loro problemi .Inoltre a chi votare?? Nessuno che pensa al giro d affari che ruota sulla caccia e sull indotto, oggi in ITALIA essere cacciatore equivale a essere criminale per cui chi si mette dalla nostra parte? NESSUNO.Inutile lasciarci infinocchiare come in passato ci hanno preso in giro come hano voluto e noi sempre con la speranza che le cose cambiassero in meglio per noi ci siamo stati zitti come pecore ora basta andiamo a votare ma tutti tutti dovremmo scrivere sulle schede ww la caccia. LE nostre aavv hanno solo pensato a spennarci e a ingozarsi fregandosene altamente che le cose peggioravano x noi sempre di più invece di unirsi e fare qualcosa si sono sgretolate sempre di più diventanto sempre più deboli e contando sempre di meno.

da genny 4 bott 22/01/2018 15.42

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

IL SENATORE ORSI SI È RIVINATO LA CARRIERA POLITICA CERCANDO DI AIUTARE I CACCIATORI.

da Orsi & Tori 22/01/2018 15.28

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

Con una raccomandazione. Mettiamo per una volta da parte le rivalità, politiche, ideologiche, venatorie. Fra le migliaiai di candidati, collegio per collegio, ci sarà senz'altro qualcuno che ha simpatia nei nostri confronti e nel contempo ha qualche probabilità in più di altri di venire eletto. Teniamone conto. ^Mano perdente^ Già sperimentata al tempo del berlusca uno e due quando il sig rossi feder forza italia radunò oltre 150 parlamentari trasversali sostenitori o quanto meno poco ostili e di fatto non conclusero nulla. Anzi!!! Idee chiare e PARTITO ALTRETTANTO CHIARO DOVE CONFLUIRE I VOTI se si vuole OTTENERE QUALCOSA.Il Votate chi volete e con le aaw che volete oltre ad essere un minestrone immangiabile e anche vigliaccamente inproponibile a meno che qualcuno pensi che i "sottocapi"non abbiano un padrone a ci dover renderne conto.N.B.Un nostro grande amico che si è sempre speso per la caccia, fu allontano dal "pannolone animalaro" perché persona troppo ingombrante e di difficile gestione. Tanto per essere chiari e non dimenticare.

da Meloni/ Salvini unici presentabili 22/01/2018 14.25

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

S.g..Il tuo Berlato è un rinviato a giudizio col processo che comincia a giorni.....E non è che lui che si candida,ma lo dovrebbero candidare e non mi pare che un procedimento penale in corso sia una benemerenza per una candidatura.

da Efisio 22/01/2018 13.59

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

Chi scrive qua sopra è proprio poco informato se non addirittura fa volo di fantasia.URCA non è una diramazione di UNCZA,e non è nemmeno una Ass venatoria,ma è una associazione ambientalista con tanto di riconoscimento ministeriale

da Scrivete meno scemenze. 22/01/2018 13.54

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

Fino ad oggi l'unico che spende una parola a nostro favore à Matteo SALVINI. Meglio non cè.

da Giovanni 22/01/2018 13.52

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

Fino ad oggi l'unico che spende una parola a nostro favore à Matteo SALVINI. Meglio non cè.

da Giovanni 22/01/2018 13.51

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

Con la speranza che si candidi questa è la persona da votare, Sergio Antonio BERLATO!!!

da s.g. 22/01/2018 13.13

Re:OH QUANTE BELLE FIGLIE...

Il treno della valorizzazione dell'immagine dei cacciatori è stato perso 30 anni fa. Le più grandi AAVV hanno preferito utilizzare le risorse (soldi dei cacciatori) per pagare rimborsi spese SONTUOSI ai propri alti dirigenti scelti -guarda caso- gra politici trombati o ex.

da Franco 22/01/2018 12.22