HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | Foto | I Video | Sondaggi | Quiz | Forum | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Downloads | Fresco di Stampa | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
INCENDI E SICCITA'. FACCIAMO CHIAREZZAMASSIMO MARRACCI. ATTENTI AI BISTICCIL'ultimo beneUNA SOCIETÀ ALLA DERIVATORDO, TORDELLA, BIBÌ, BIBÒ E CAPITAN COCORICÒLibro Origini – Iscrizioni recordMERAVIGLIOSA BECCACCIASerra uno di noi. L'animalista coi baffiCacciatore o lupo cattivo?IL CINGHIALE SALVA LA CACCIABrambusconi, "che figata"ETICA O ETICHETTA?DUE CHIOSE ALLO STORICOCARTA VINCE CARTA PERDECacciatori e noL'AGNELLO E LA CICORIAPER ELISA - La dolce passione di una cacciatrice di carattereSOSTIENE LARALUPO, QUANTO CI COSTIA UN PASSO DAL PARADISO - Dopo l' ISPRA ecco l'ONCFS franceseISPRA: C'ERA UNA VOLTA IL LABORATORIO PER NON PERDERE LA TRAMONTANAC'ERA UNA VOLTA...LUPO: CHE BOCCA GRANDE CHE HAI!!!Altro che caccia. Ecco quali sono le vere infrazioni italianeTABU' LUPOFIRMAMENTO SOCIALALTRO CHE CACCIA! E' L'HABITAT CHE RISCHIA GROSSOLUPO. ATTENDIAMO LUMICHI DICE PARCHI DICE PORCHI, E... NOTERELLE SUL CANE DA CACCIACos’è la cacciaLa ri-propostaCuore di beccacciaCacciatori in Europa. Un'azienda da 16 miliardiLA GRANDE CUCINA DELLA SELVAGGINA Una bella scopertaCARI AMBIENTALISTI, NON SI COMINCIA DALLA CODAOsservatori regionali, avanti!Ungulati: una risorsa preziosaLa mia prima volta al cinghiale: onore alla 110!Il cinghiale nel mirino. Braccata e selezione: una convivenza possibileANIMALISTI. LA DEBOLEZZA DEI VIOLENTITORDI TORDISTANNO TUTTI BENEETERNA APERTURATANTE MAGICHE APERTURECI SIAMO!LA SFIDA DELLA COMUNICAZIONELA SANA DIETA DEL CACCIATORE CELESTEANCH'IO CACCIOMIGRATORIA, MA DI CHI?Biodiversità e specie opportuniste: l'esempio franceseREWILDING ECONOMY – IL PASSATO PROSSIMO VENTUROLasciate la carne ai bambiniUccellacci e uccellini, chi ce la fa e chi....CINGHIALI D'UNA VOLTADATEMI UN'APP, SOLLEVERO' L'ISPRAMONTAGNA, 22 ANNI DOPOElegia per un vecchio signoreLA GRANDE BUFALAAnimali & Co: un problema di comunicazioneLUPO O CINGHIALE?Papa Francesco: gli animali dopo l'uomoLe allodole, mia nonna e le vecchietteLa caccia e gli chefUNGULATI CHE PASSIONEPARCHI E AREE PROTETTE: ECCO LA FRANCIALe beccacce e il lupoQUESTIONE DI PROSPETTIVALa cinofilia ufficiale. Parte seconda con scusePROBLEMA LUPOBisturi facili. Cuccioli? No graziePerché ho scelto il setter inglese?Galletti fa mea culpaQuesta è la cinofilia ufficialeC'era una volta il cinghialeBracconieri di speranzeGip, amor di cacciatore. Il piccolo franceseSAVETHEHUNTERS, MATTEOTROMBONI SFIATATII sistemi elettronici di addestramentoGUANO CAPITALEIn principio era una DeaC'era una volta l'orso bianco che campava di caramelleUNA TERRA DIVERSAMEMORIE. Da regina a reginainformAZione?Iniziazione del cuccioloneUNIONE AL PALO?LA PARABOLA DI CECILCROCCHETTE VEGANEL'ecoturismo fa danniALLODOLE PER SEMPRETRUE LIESCI SIAMO?Natura. Madre o matrigna?LA CACCIA, PROTAGONISTA INCONFESSATA DI EXPOUN’APERTURA DA FAVOLAI cuccioli di oggiMACCHE' PREAPERTURACACCIA, PROVE E VARIA UMANITA'Emergenza cinghiali ovvero: la sagra delle chiacchiereFORMAZIONE, FORMAZIONE!I cani da ferma oggiArlecchino o Pinocchio? LA SANZIONE DELLA VERGOGNAPrima informarsi, poi farsi un'opinioneEffetto FlegetonteIl cane domestico (maschio)Il valore della cacciaChi è diavolo, chi acquasanta?CANDIDATI ECCELLENTIPUBBLICO O PRIVATO?LA FRANCIA E I MINORI A CACCIAREGIONALI 2015: SCEGLIAMO I NOSTRI CANDIDATICaccia vissuta“Se questa è etica”QUANDO GLI AMBIENTALISTI CADONO DAL PEROLe contraddizioni dell'ExpoQUESTIONE DI CORPOL'ultimo lupo e l'ignoranza dei nostri soloniCalendari venatori: si riparteDOVE ANCORA MI PORTA IL VENTOLUCI E OMBRE DI UN PROGETTOCANE DA FERMA: ADDESTRIAMOLO PURE, MA CON GIUDIZIOCHIUSO UN CICLO...A patti col diavolo... e poi?BIGHUNTER'S HEROES: LE MAGNIFICHE CACCE DI LORENZOMISTERI DELLA TELECANI E BECCACCE: UN RAPPORTO DIFFICILEE' IL TORDO CHE TARDA. MA GALLETTI NON LO SATordi e beccacce tra le grinfie della politicaDonne cacciatrici piene di fascino predatorioItaliani confusi su caccia e selvagginaStoria di una particella cosmicaVegani per modaAnime e animaliMUSICA E NUVOLE L'uomo è cacciatore: parola di Wilbur SmithCHI LA VUOLE COTTA, E CHI....Nutria: un caso tutto italiano - un problema e una risorsaZIZZAGA, GALLETTI, ZIZZAGA!E se anche le piante provassero dolore?PASSO O NON PASSO, QUESTO E' IL DILEMMAMomenti che non voglio scordare Anticaccia? ParliamoneCACCIATRICI SI NASCE. UN'APERTURA AL TEMPO DELLE MELECATIA E LA PRIMA ESPERIENZACHIARI AVVERTIMENTIPIU' VIVA E PIU' AMATAECCE CANEMDE ANIMALISTIBUS ovvero DEGLI ANIMALISTIIL CATALOGO E' QUESTO....CINOFILIA E CINOTECNIA QUALCHE SASSO IN PICCIONAIAISPRA. UN INDOVINO MI DISSE...MIGRATORI D'EUROPAL'ipocrisia anticaccia fomenta il bracconaggioMIGRATORISTI GRANDE RISORSAFauna ungulata e vincolismo ambientaleDecreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTROAi luoghi comuni sulla caccia DIAMOCI UN TAGLIOSPENDING REVIEW, OVVERO ABBATTIAMO GLI SPRECHIDOPO LE EUROPEE: VECCHI PROBLEMI PER NUOVE PROSPETTIVEBiodiversità: difendetela dagli ambientalisti GUARIRE DALLA ZAMBILLALe specie invasive ci libereranno dall'animalismoEUROPEE: SCEGLIAMOLI BENELa rivoluzione verde è nel piattoLa caccia al tempo di FacebookSOSTIENE PUTTINI: Pensieri e sogni di un addestratore cinofilo a riposoCOSE SAGGE E MERAVIGLIOSEAMBIENTE: OCCHIO AL GATTOPARDOC'ERO UNA VOLTA ALL'EXAQUESTA E' LA CACCIA!EUROPA AL RISVEGLIOTOPI EROI PER I BAMBINI DELLA BRAMBILLACACCIA LAZIO: quali certezze?ISPRA, I CALENDARI QUESTI SCONOSCIUTIUNITI PER LA BIODIVERSITÀ E LA CACCIA SOSTENIBILELO DICO COL CUOREIL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'I veri volontari dell'ambienteDIAMOGLI CREDITOPROMOZIONE GRATUITA PENSIERINI DEL DOPO EPIFANIAAmbientalisti italiani, poche idee ma confuseAnche National Geographic America conquistato dalle cacciatriciPiù valore alla selvaggina e alla cacciaIl cinghiale di ColomboPorto di fucile - NON C'E' MALE!PAC & CACCIALILITH - LA CACCIA E' NATURALEEffetto protezionismo Ispra: il caso beccacciaIl grande bluff dei ricorsi anticacciaCOME FARE COSA FARESupermarket societyRomanticaTipi di comunicazione: C'E' MURO E MUROAmbientalisti sveglia!Crisi e Parchi, è l'ora di scelte coraggioseSPRAZZI DI SERENOPOINTER E NON PIU'SOGNO DI CACCIATOREUN CLICK E SEI A CACCIA FINALMENTE SI SCENDE IN CAMPORIPRENDIAMOCI LA NOSTRA DIGNITA' DI CACCIATORILA FAUNA SELVATICA: COME UN GRANDE CARTOONALLA FIERA DELL'ESTVOGLIO UNA CLASSE DIRIGENTE MODERNAIL NUOVO PARTITO DEI VECCHI TROMBATI“Caccia è cultura, amore e tradizione” L'assurda battaglia al contenimento faunisticoCACCIA PERMANENTE CACCIATORI DIVISIPartiamo dalla ToscanaITALIA: un paese senza identità. Nemmeno per la cacciaC’ERA UNA VOLTA…I cacciatori nel regno delle eterne emergenzeGli ambientalisti e la trave nell'occhioAddio alle rondini?L’Europa “boccia” l’articolo 842 (e la gestione faunistica di Stato)ITALIA TERRA DI SANTI, POETI... SAGGI.....SUCCEDE ANCHE QUESTOBASTA ASINIAMBIENTALISMO DA SALOTTO E CONTROLLO DELLA FAUNA Siamo tutti figli di DianaTOSCANA: ALLEVAMENTO DI UNGULATI A CIELO APERTOALLARME DANNIDANNI FAUNA SELVATICA: Chi rompe paga…STALLO O NON STALLO CI RIVEDREMO A ROMA“L'ipocrisia delle coscienze pulite”UN DIFFICILE VOTO INTELLIGENTE SALVAGENTE CINGHIALECACCIA DIECI VOLTE MENO PERICOLOSA DI QUALSIASI ALTRA ATTIVITA'ZONE UMIDE: CHI PAGA?Lepri e lepraioli QUESTA SI CHE E' UN'AGENDASPENDING REVIEW E CERTEZZA DELLE REGOLELa Caccia, il futuro è nei giovani – Un regalo sotto l’alberoA SCUOLA NON S'INVECCHIA I nuovi cacciatori li vogliamo cosìNEORURALI DE NOANTRIFRANCIA MON AMOURLA CACCIA E' GREEN? Stupidità... stasera che si fa? NUOVA LINFA PER LA CACCIATERRA INCOGNITAL’Italia a cui vorrei fosse affidata la cacciaLa marcia in più della selvaggina EPPUR SI MUOVECOLLARI ELETTRICI: LECITI O ILLECITI?DIVERSA OPINIONEIN PRIMA PERSONA PER DIFENDERE IL PATRIMONIO NATURALEOpinioni fuori dal coro - VACCI TU A MANNAIL!!!A CACCIA A CACCIA!!!PROVOCAZIONI Estate di fuocoMISTIFICAZIONISICUREZZA A CACCIA, PRIMA DI TUTTOSostenibili e consapevoli!COLPI DI SOLE COLPI DI CALOREAiutati che il Ciel ti aiuta! Insieme saremo Forti!TECNOCRATI? NO ESPERIENTILA RICERCA DIMENTICATAPARCHI: RIFORMA-LAMPO DE CHE'!Orgoglio di contadinoCampagna o città?CACCIA: UNA RISORSA PER TUTTI. PRENDIAMO ESEMPIO DAGLI ALTRICALENDARI VENATORI CON LEGGE REGIONALE: UN'OPINIONE CHE FA RIFLETTERECONFRONTO FRA GENERAZIONILA CACCIA CHE SI RESPIRARapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute GLI SMEMORATI DI COLLEGNOMUFLONE E CAPRIOLO IN ASPROMONTE: un sogno o una possibile realtà?Piemonte: Salta il camoscio/tuona la valanga...DELLE COSE DELLA NATURACultura Rurale: una soluzione per far ripartire l'ItaliaIl nodo delle specie aliene che fa capitolare gli ambientalistiLA CACCIA NELLA STORIA, PASSIONE E NECESSITÀPAC IN TERRISUCCELLI D'EUROPAGIRA GIRA.....STORIA SEMPLICE DI UNA CACCIATRICE LAMENTO DI UN GIOVANE ERRANTE PER LA CAMPAGNATOCCA A NOI!CRISI. SOLUZIONE ALLA GRILLOIL SENSO DELLA CACCIA DI SILVIAVERITA' E CERTEZZA DEL DIRITTOPROCEDURE D’INFRAZIONE E DEROGHE: UN CONTRIBUTO ALLA CHIAREZZABECCACCE DI BEFANACACCIA, FASE DUEPROVOCAZIONI DI FINE D’ANNORICERCA RICERCASPIGOLATURE DI NATALEDai pomodori alle lampadine LA RUMBA DEL CINGHIALONENON ERA AMOREFinalmente autunnoIl paradosso dell'IspraIL PIANETA DEI CACCIATORILe caste animali A CACCIA ANCHE DOMANIA CACCIA SI, MA DOVE?ORGOGLIO DI CACCIATOREPer il nostro futuro copiamo dai colleghi europei FINALMENTE A CACCIAAPRE LA CACCIA!Amico cacciatore, guarda e passaRiforma sui Parchi in arrivo?E i cuccioli umani?MEDITATE, AMBIENTALISTI, MEDITATELA FARSA DEI CALENDARI Armi, la civiltà fa la differenzaIl Pointer e la cacciaCol cane dalla notte dei tempiContarli, certo, ma come?Questa è una passione!IL PENTOLONELA LOGICA DELLA PICCOLA QUANTITA' SOLDI E AMBIENTE. DIECI DOMANDENON SOLO STORNOQUEL CHE RESTA DELLA CACCIA AGLI ACQUATICILa lezione di Rocchetta di VaraBASTA CON LA STERPAZZOLA CON LO SCAPPELLAMENTO A DESTRA MIGRATORI TRADITICORONA L'ERETICOCacciatori e Agricoltori, due facce della stessa medagliaDeroghe: non è una missione impossibileAMBIENTALISMO E' CULTURA RURALESei il mio caneALLE RADICI DELLA CACCIACORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL’UOMO: IMPORTANTE SENTENZA A FAVORE DELLA CACCIACOME DIREBBE LO STORNO, DEL DOMAN NON V'E' CERTEZZA...BOCCONCINI PRIMAVERACACCIA, PASSIONE, POCHE CHIACCHIERECOMUNITARIA: RIMEDIARE AL PASTICCIOQUESTIONE DI CALENDARIOLA BAMBINA CHE SOGNAVA LA CACCIAPRENDIAMO IL MEGLIOBELLEZZA E AMBIENTE. LA NOSTRA RICCHEZZATUTTI A TAVOLARIFLETTERE MA ALLO STESSO TEMPO AGIRELA CACCIA SERVE. ECCOME!METTI UNA SERA A CENAUrbanismo e Wilderness: un confronto impariCONFESSIONI DI UNA TIRATRICE DI SKEETGIOVANI, GIOVANI E ANCORA GIOVANIIL CAPRIOLO POLITICO NO - Per una visione storicistica della caccia in ItaliaAccade solo in Italia?L’ambientalismo tra ecologia profonda e profonda ignoranzaFRA STORIA E ATTUALITA'Non sono cacciatore ma la selvaggina fa bene. Intervista a Filippo Ongaro“Solo” una passioneTra ideologia e strategia politicaIL CATALOGO E' QUESTOTORNIAMO A SVOLGERE UN RACCONTODA DONNA A DONNA: IL MALE DEL TURISMO. Lettera aperta di Lara Leporatti al Ministro BrambillaItaliani ignoranti della cacciaCACCE TIPICHE E VITA IN CAMPAGNAEd il giorno arrivaDEROGHE E CACCIA ALLA MIGRATORIA: DA RISOLVERE. UNA VOLTA PER TUTTE!PRE-APERTURA DI CREDITODomani sarà un altro giorno MIGRATORIA E SELEZIONEAlcune riflessioni sulla caccia in ItaliaDivagazioni per una rivoluzione culturaleLa senatrice Adamo va alla guerraPERCHE’ NON SCENDI, PERCHE’ NON RISTAI? ( versi di G. Carducci)Calendari venatori. Le bugie degli ambientalistiUn'arte chiamata cacciaAREZZO SCONFESSA LA BRAMBILLAAnimalismi e solitudiniIn un vecchio armadioSTAGIONE VECCHIA NON FA BUON BRODOBelli, matti ed inguaribili SIAMO LIGURI!Ieri, mille anni fa, io caccioCosa mangiano gli animali degli animalisti?SCIENZA, CONOSCENZA, CULTURAC'ERA UNA VOLTA UNA SCIMMIAMOVIMENTO STATICO, ANZI NO, REGRESSIVOORSI. COMUNITARIA. PROVVEDIMENTO ZOPPO MA CON SICURO VALORE SIMBOLICOAerei e trasporto munizioni - La situazione della caccia oggi: “Io speriamo che me la cavo”ALL'ARIA APERTA!Contro ogni tentazione. PORTIAMOLI A CACCIAIPSOS FACTO! DIAMOCI DEL NOIIN FINLANDIA SI', CHE VANNO A CACCIA!RIFLESSIONI DI UN PEONEIL PAESE PIU' STRANO DEL MONDOFuoco Amico PER UNA CULTURA RURALE. MEGLIO: PER UNA CULTURA DELLA CACCIA CHE AFFONDA LE SUE RADICI NELLA TRADIZIONE RURALEE Jules Verne diventò anticaccia CULTURA RURALE E CULTURA URBANA A CONFRONTOL'Enpa insulta i cacciatoriSELVAGGINA IN AIUTO DELL’ECONOMIAAmerica: un continente di vita selvaggiaLA LIBERTA’ DI STARE INSIEME A chi giova la selezioneLA CACCIA COME LA NUTELLA?LUPO, CHI SEI?Le fonti energetiche del futuro: nucleare si o no?TOSCANA: ARRIVA LA NUOVA LEGGEA caccia con L'arco... A caccia con la storia...Interpretazioni e commenti di nuova concezione10 domande ai detrattori della cacciaIL BRIVIDO CHE CERCHIAMOLa caccia come antidoto alla catastrofe climaticaPer una educazione alla natura E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA IL CAPRIOLO MANNAROCONSIDERAZIONI E PROPOSTE PER IL FUTURO DELLA CACCIA IN ITALIACaccia - anticaccia: alla ricerca della ragione perdutaAllarmismo e vecchi trucchettiAncora Tozzi ?REALISMO, PRIMA DI TUTTOLe invasioni barbaricheAPERTURA E DOPO. COSA COME QUANDOPiombo e No Toxic: serve un nuovo materiale per le cartucce destinate agli acquaticiDi altro dovremmo arrabbiarciI GIOVANI E IL NUOVO AMBIENTALISMO Cinofili, cinologi e cinotecniciUn rinascimento ambientale è possibileGelosi e orgogliosi delle nostre tradizioniLA CACCIA SALVATA DALLE DONNE?Nuovo catalogo BigHunter 2009 – 2010: un omaggio all' Ars VenandiTutto e il contrario di tuttoDALL'OLIO: UNITA' VO' CERCANDO...IL VECCHIO CANE: RICORDIAMOCI DI TUTTE LE GIOIE CHE CI HA DONATOLa voce dei protagonisti sui cinghiali a GenovaTutti insieme... magicamenteAmbiente: una speranza nella cacciaSOLO SU BIG HUNTER: DALL’OLIO, PRIMA INTERVISTALa Caccia ha bisogno di uomini che si impegnanoLA COMUNICAZIONE NON E' COME TIRARE A UN TORDOIl capanno: tra architettura rurale e passione infinitaDONNE ...DU DU DU... DI-DI-DI I..... IN CERCA DI DIANAEUROPA EUROPAVICINI ALLA VERITA'Beccaccia sostenibileCACCIA E SOCIETA'Wilbur Smith, scrittore da best seller innamorato della caccia BAGGIO, CON LA CACCIA DALL’ETA’ DI CINQUE ANNIPARLAMENTO EUROPEO - Fai sottoscrivere un impegno per la caccia al tuo candidatoCACCIA ALL'ORSIORGOGLIOSI DI ESSERE CACCIATORIUN DOCUMENTARIO SENZA SORPRESE, ALMENO PER I CACCIATORIRidiamo il giusto orgoglio al cacciatore moderno e consapevoleIl cane con il proprio olfatto è il vero ausiliare dell'uomo, anche oltre la caccia.157: PENSIERI E PAROLEMA COS'E' QUESTA CACCIA?157 CACCIA: LA SINTESI ORSI E' UNA BOZZA DI DISCUSSIONEMIGLIORARE LE RAZZE? SI PUO’ FARECINGHIALI CHE PASSIONELa cultura cinofilaATC DIAMOCI DA FAREIl vitello che mangi non è morto d'infarto!Ripensare la caccia?PER UN FUTURO DELLA CACCIAQUANTO CI COSTI, BELLA TOPOLONAPUCCINI CACCIATORE E AMBIENTALISTA ANTE - LITTERAMUn nuovo corso per gli ungulatiSiamo noi le Giubbe VerdiRuralità e caccia fra cultura, tradizione ed economia Rilanciamo il consumo alimentare della selvagginaLa caccia secondo Giuliano, umorista de La RepubblicaQuesta è la cacciaIl cane oggetto: attenzione alla pericolosa tendenza della civiltà dei consumiLa cinegetica e la caccia col caneGestione e tradizione BASTA TESSEREAMAR...TORDE il beccafico perse la via del nordDimostriamo credibilitàApertura passione serenitàeditoriale - Fucili italiani come le ferrariOrgoglio di CacciatoreI Tordi e le BeccacceLa Caccia è Rock

Editoriale

IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'


lunedì 3 febbraio 2014
    

Lupo Anche il tanto vituperato e cacciatore di streghe maccartista, al secolo Disney Walt, ripropose in cartoon un “Lupo Cattivo”, come in effetti un lupo dev'essere. Nella fiaba, ovviamente, dava la caccia ai tre porcellini e, sempre per non discostarsi dal tessuto narrativo tradizionale (di matrice orale britannica), non moriva ma faceva una...brutta figura. Ovvero si bruciava coda e deretano e se la dava a gambe. (nella favola prima maniera cade nel pentolone, muore bollito e i due porcellini - mi pare - escono vivi dalla pancia del cattivone).

Poi prese forza la secolare leggenda agiografica del santo poverello, che proprio per esaltare la santità dell'uomo ne ridusse a più miti costumi la ferocia. E nello stesso tempo, però, questa ferocia ne congelava. Come dire, appunto: il lupo, lupo ha da essere, feroce cioè, ma la forza della santità di Francesco ne piegano anche le corde più intime, naturali.

Lo stesso “Balla coi lupi”, nel mentre riesce a giocare – e a...ballare - con “Due calzini”, lo rende unico, un “diverso” si direbbe oggi, ma qui, parafrasando Dante penso che più che 'l dolor, poté 'l digiuno. Del lupo, in questo caso, anch'esso solitario in una prateria desolata e priva almeno apparentemente di altri esseri viventi. Un tempo si diceva anche: la fame leva il lupo dal bosco, riferendoci nel caso all'uomo, e non al lupo, uomo che secondo certe circostanze (il bisogno, la fame) può anche comportarsi da lupo, ovvero in maniera...crudele.

Ecco, per sommi capi, che cos'era e, permettetemi, che cos'è il lupo. Un animale feroce. Che, per sopravvivere, fa il suo mestiere. Da millenni, ormai, con l'avvento della pastorizia e dell'allevamento, dalle nostre parti vive in simbiosi con le pecore e con gli altri animali, domestici e non, per sopravvivere. Tempo fa, seguendo il consiglio di amici, mi sono letto un bellissimo romanzo di un'autore cinese, Jiang Rong: Il Totem del Lupo. Una saga di un popolo di nomadi (allevatori di cavalli), nella Cina contemporanea, che convive con un “popolo” di lupi, fieri e abili cacciatori in eterno conflitto per la vita, ma che naturalmente mantiene fra alti e bassi un equilibrio precario di interdipendenza. Finchè ci sono mandrie di cavalli ci sono i lupi, e viceversa. Le diverse disposizioni del governo centrale, che mirano a modernizzare l'agricoltura, impongo lo sterminio totale del popolo lupino. Ma nello stesso tempo, ucciso l'ultimo lupo, condannano a morte quel popolo di nomadi e quello stesso territorio dove per millenni tutte e due le popolazioni (umane e canine)  erano vissute. Un epilogo che intende sostenere, a mio avviso, come natura e cultura, uomo e animale vivono insieme la loro precarietà, e la ferocia non è niente altro che una delle due facce della stessa medaglia.

Fa sorridere pertanto l'umanizzazione (Lupo Lucio, Lupo Alberto et similia) propinata ai nostri fanciulli nei riguardi di una bestia, il lupo, che indubbiamente è animale dotato di forza morale, lungimiranza, capacità di coesione sociale, giusta dose di aggressività, coraggio, ma soprattutto di una fierezza tale da renderne impossibile lo stravolgimento della... personalità.

Fa pena assistere a un revisionismo della narrazione, quando si trovano recenti edizioni per l'infanzia di un “Cappuccetto Rosso” da cui è stato vergognosamente cancellato il cacciatore come figura positiva, che invece, come tutti sappiamo, salva bambina e nonnina, uccidendo ovviamente la bestia feroce. Mi direte: ma è tutta una metafora. In realtà il lupo rappresenta l'uomo cattivo, i mille pericoli a cui va incontro una bambina nell'affacciarsi al mondo (il bosco). D'accordo, ma tutto questo viene rappresentato da un soggetto – una bestia feroce - che quello deve fare. Non altro.

Fa imbestialire, infine, quando si legge nei commenti alle cronache odierne di lupi intoccabili, che vanno salvaguardati in assoluto, la cui presenza incontrollata è un bene a prescindere dai danni che fanno e dai numeri che rappresentano.

L'attuale consistenza lupina, più in Italia che in altre parti d'Europa, lo sappiamo bene, è un anomalia, frutto dell'abbandono di gran parte delle nostre campagne non più redditizie, che nel contempo sono state popolate da infinite popolazioni di cinghiali, caprioli, cervi, daini, anche grazie ai cacciatori e alle regole che si sono date. Per cui, stranamente, in territori altamente antropizzati, in un'epoca di semplificazione selvaggia della cosiddetta biodiversità, fra torme di moderni ecoturisti domenicali, dediti più a spargere cartacce e rifiuti piuttosto che a far finta di entrare in punta di piedi nell'eden, si sta assistendo al proliferare anomalo, abnorme, delle popolazioni di ungulati a cui consegue un'altrettanta proliferazione di lupi (o apparenti tali: ibridi, incroci con altrettanto pericolosi cani inselvatichiti), i quali, per massimizzare la rendita, come succede in natura, vivono sì in simbiosi con cinghiali e caprioli, ma non disdegnano una più facile e abbondante preda costituita da greggi e armenti, che da qualche decennio sono di nuovo presenti sui pascoli di pianura e di montagna.

Ecco allora che i soliti ambientalisti da salotto si strappano i capelli, nei salotti buoni ovviamente, appena agricoltori e allevatori sollecitano soluzioni che col vento che tira solo con l'aiuto dei cacciatori, finchè potranno, sarà possibile risolvere. Altre soluzioni? La vedo dura.

Vito Rubini


Ultime dal bosco. Si racconta, ma non è una favola, vi assicuro, che giorni fa, dopo Natale all'incirca, un tranquillo cinghialaio sonnecchiava nella nebbia alla posta nel corso di una battuta nell'appennino tosco-emiliano. Più o meno sul confine. All'improvviso, mentre la canizza era in tutt'altra zona affaccendata, sente un tramestio nel bosco e pensa subito a un cinghialone furbacchione che se la svigna alla chetichella. Non vi dico la sorpresa quando invece si trova di fronte, a pochissimi metri, un cervo imponente che caracolla sanguinante. S'immagina, il nostro
cacciatore, che sia stato ferito per errore da qualcuno, ma è solo un'attimo, perchè come dal niente spuntano fuori dalla nebbia ben dieci, dico dieci, lupi (?) dall'aspetto... poco francescano, che – appena lo vedono - probabilmente considerandolo un antagonista e comunque un “nemico” - lo circondano cominciando a ringhiare. Fortuna vuole che l'uomo si trovi in pratica appoggiato a un robusto faggio. Pensiero e azione, a volte si sovrappongono. Soprattutto quando il terrore s'impossessa dei tuoi pensieri, dei tuoi muscoli, di tutto te stesso insomma. Il nostro, in un attimo, butta il fucile, s'aggrappa al tronco e come uno scoiattolo si mette in salvo sulla pianta. Intanto, il cervo raccoglie le forze residue, respinge l'ennesimo assalto combinato e si ributta a valle nella nebbia, trascinandosi dietro il branco dei lupi, che non intendono mollare le bistecche ormai a portata di mano. Passata la paura, ma non del tutto tranquillo, col telefonino dà l'allarme, perchè prima di scendere vuole il conforto di una nutrita pattuglia di body guard. E per stavolta la racconta.... (V.R.)

Leggi altri Editoriali

56 commenti finora...

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

a me basta che mi stà a debita distanza ahhhh anche dal mio amatissimo springer poi se ne puo andare per i ca....i suoi, basta non passare la mia linea immaginaria!!!!!

da gianni 09/02/2014 21.12

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

vallo a spiegare alla WWF la lac...lipu...ecc. ecc..

da Peter grabiel 09/02/2014 10.19

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

dice che fossero cani rinselvatichiti o meticci. ma cambia poco. il problema c'è e non è dei cacciatori o dei cinghiali. il problema è di tutti, prima di tutto gli allevatori, ma anche dei turisti, dei boscaioli, degli agricoltori, della gente che per qualsiasi ragione frequenta boschi e terre solitaria

da Turoni E. 08/02/2014 9.07

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

E per stavolta la racconta il nostro amico cacciatore.Giustissimo Sig. Rubini,il lupo è il lupo e quando ha fame è pericoloso per tutti,altro che le favole disneyane.

da agostino 07/02/2014 20.04

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

malloxxxxx...ti fa bene.. cacciatorino da prato

da lupus in Fabula 07/02/2014 14.49

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

Lupus, in Italia non puoi farlo e forse meglio così, zitto e porta a casa!!! Vai a cacciarlo in nord america.....Un'altra cosa, se non ti considero un cacciatore, come potrei avere invidia di te?! Ahhh dimenticavo.... in bocca al Lupo, nel senso proprio rappresentativo del termine. Saluti

da DaniloMB 07/02/2014 13.41

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

Festi... scrivo verità. tu neppure ti immagini come si va a caccia sul serio. ma ti piace fare il gallo. Danilo chi te la chiesto di perdere energie , tu e il tuo amico avete un invidia da incapaci. Io non discuto ho solo scritto che il lupo va cacciato. Se vi fa male allo stomaco prendete un mallloooxxx

da Lupus in fabula 07/02/2014 12.49

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

Lupus, avevo ragione, parlare con te è inutile!! Non voglio neanche perdere energie con te, visto che come dici non mangio....qualcuno ha ragione, più ti lodi più ti imbrodi!!! Sei tu lupus il grande cacciatore....noi siamo cacciatorini da prato....quindi lasciaci perdere.... Tu vai in Nord America, io a Usmate.....che discuti a fare con noi?!?!

da DaniloMB 07/02/2014 11.40

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

è questione di poco, poi anche per il lupo i bempensanti dovranno ricredersi.

da chicco 07/02/2014 11.37

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

Guardate che sugli appennini la caccia al lupo (fino alla meta' del secolo scorso) era praticata, e in Abruzzo si mangiavano le bistecche di lupo. ci sono vecchi documentari della RAI in proposito. Quanto alla caccia con l' arco , mi ha sempre affascinato e sono anche un buon arciere, ma a caccia preferisco il fucile, per risparmiare inutili soffrenze alla preda. Quanto ai lupi attualmente presenti in Italia, molti allevatori sono disperati. perche' oltre a essergli negato il risarciemnto dei danni con i pretesti piu' svariati, subiscono anche l' ulteriore danno di dover smaltire la carogna dell' animale o degli animali sbranati dai lupi......e in casi come questi e' inevitabile che la gente si difenda da sola. Anni fa a Colle Val D' Elsa (mi hano raccontato) trovarono una testa di lupo infilata su una picca con sotto al scritta :"o ci pensate voi o ci pensiamo noi"....e il messaggio ai politici mi pare chiaro......

da Fabrizio 07/02/2014 10.21

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

Più ti lodi e più ti imbrodi....ridicolo!!. Saluti

da Festinalente 07/02/2014 9.27

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

Festinale... ma che ti rode? sei un cacciatorino da prato che ne vuoi sapere di caccia grossa però ti accontento. La carabina è d'obbligo quando fai quei tipi di caccia perchè in quei posti può succedere di tutto . Dove vai a caccia tu al massimo prendi una storta alla caviglia perchè mangi troppo. IO NON HO MAI SPARATO DALLA MACCHINA e non so dove ho scritto questo? ( la tua fantasia non ha limiti) l'orso troppo facile perchè sta "fermo" sul bait mentre il lupo è sempre in movimento ( ma sai leggere rosicone) tu di notte su una pianta da solo con la neve a meno 10 saresti già morto oltre che dalla paura dal freddo ( cacciatorino da prato) io tiro sempre più vicino di te ( cacciatorino da prato) perche con l'arco non posso fare altro. In Europa è diverso ( sai leggere) e si caccia solo con la carabina e di notte al 90% dei casi. ( come fanno con i pianio di controllo al cinghiale in Italia ... informati ) si usa il faro e ( non da tutte le parti) l'infrarosso. Ma cosa ne vuoi capire tu di adernalina, di paura, di coraggio, sei un cacciatorino da prato , un invidioso senza limiti che non ha LE PALLE per fare le cose serie come certi tipi di caccia. L'armonia che trovi tu è tra le case, sulle starde , in mezzo ai cartelli dei vari atc... la mia armonia è nel silenzio della foresta nord americana dove la caccia è ancora degna di questo nome. Rosica meno e ascolta chi en sa molto piu di te, cacciatorino da prato. e leggi, rileggi, apprendi che ti tornerà utile...molto utile...

da lupus in fabula 07/02/2014 9.21

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

X Lupus : la concepisco come prelievo coerente con l'ambiente circostante in armonia con i miei ausiliari da "servire" con l'uso MASSIMO di un fucilino a due colpi da usare solo quando il selvatico è a tiro....ora toglimela tu una curiosità: sparare di notte da una macchina con l'uso di infrarossi è emozionante quasi come venirci a raccontare balle come quella del cacciatore di lupi con l'arco ? mi piacerebbe sapere quanti dei 4 lettori di questo blog hanno bevuto il racconto delle tue "imprese" e soprattutto quanti come me persano che (se anche fosse vero) oltre all'arco tu ed i tuoi eroi Americani oltre all'"arco di facciata" quali armi da fuoco vi portate giacchè un lupo o un orso(no l'orso no...troppo facile!!)con una freccia nel culo potrebbe(giustamente) staccarvi i coglioni con un morso.Saluti

da Festinalente 07/02/2014 8.57

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

tra poco in toscana gli sparano...

da geppo 07/02/2014 8.44

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

per gli animalari sarebbero protetti anche tutti i germi e batteri, ebola, polmonite, antrace, ecc. ecc. vorrei proprio vederli con in corpo uno di questi animaletti....

da dardo 07/02/2014 7.57

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

I lupi da me(robilante provincia di Cuneo)sono alle porte.3 giorni fa hanno sbranato il volpino di un nostro vicino addirittura nel cortile di casa.Ora io che vado a caccia li ho visti in lontananza mentre cacciavo i galli forcelli con la mia setter.State tranquilli che prima di farmi azzannare il cane o io stesso faccio cantare il beretta fin che ho cartucce.I selecontrollori li facciamo noi del posto.....altro che cappuccetti rossi.Un saluto a tutti gli amanti della caccia e.......in bocca al lupo!

da setter '63 07/02/2014 4.50

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

danilo mi sa che tu muori di fame. Festinale e tu come la concepisci? cosi per curiosità?

da Lupus in fabula 06/02/2014 20.34

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

P.S. sempre senza voler polemizzare con alcuno...darei anche il giusto credito alle esternazioni sia degli indiani americani(il popolo che io rispetto più di ogni altri al mondo)sia a quelle dei cacciatori "Bianchi": "Non c'è caccia come la caccia all'uomo e quelli che hanno cacciato a lungo uomini armati provando piacere a farlo non hanno più interesse per nient'altro" E. Emingway.Saluti.

da Festinalente 06/02/2014 15.43

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

Trovo molto interessante il breve accenno che fate ai tipi di caccia al Lupo, tuttavia non avendo praticato mai questa attività mi esento dal commentare/criticare(arco...fucile..di notte..di giorno ..."bait" ?..ecc..).Quello che invece credo sia discutibile è il paragone fra le 4(quattro)montagne italiane con Paesi come quelli da Voi citati dove a questi animali è rimasto ancora un habitat decente in cui vivere. Inoltre sono rimasto impressionato da un documentario (non girato da animalisti) nel quale venivano abbattuti i Lupi in Russia; per sparare comodamente a questi animali stendevano per centinaia di metri un filo metallico con appese delle striscioline di stoffa penzolanti ad un metro e mezzo una dall'altra, i battitori spingevano i branchi verso queste semplici "barriere" e questi animali si fermavano perplessi ed incapaci di superare queste semplici strisce...consentendo agli sparatori un comodo tiro….Beh!! ognuno ha senz’altro il diritto di pensarla come gli pare ma questa non è caccia così come la concepisco io.Saluti

da Festinalente 06/02/2014 14.31

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

lupus, credo sia inutile parlare con te, ma ci tengo a dire che io caccio con la mentalità che mangio quello che uccido, nulla và sprecato di quello che IO caccio....e mi spiace, ma continuo ad essere convinto di quel che ho detto. Chi uccide il Leone, il Lupo etc etc solo per uccidere...x me non è un cacciatore!!! Il cacciatore DEVE essere completo e non premere il grilletto così solo xkè è + forte con un fucile in mano.....La beccaccia, il tordo e tutti gli altri sono anch'essi nobili e come tali vanno onorati a tavola una volta presi.sALUTI

da DaniloMB 06/02/2014 13.02

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

Veramente in Romania di cani selvatici ne hanno abbattuti a migliaia ( io stesso ho partecipato a questo evento - ma per caso) pero Fabrizio hai ragione. Io caccio il lupo negli USA e Canada ( sopratutto ) questo perchè ho la moglie canadese e i suoi parenti tutti cacciatori . solo con l'arco pero. Si caccia al "bait" sopratutto di notte e spesso capita anche l'orso al quale non tiro ( perchè è troppo facile) non il grizzly ovviamente quello non viene mai è troppo furbo! In Europa non puoi cacciarlo con l'arco è impossibile i soggetti sono molto difficili da avvicinare e spesso ( solo quando si vede bene...raramenet) tiri ad ogni distanza se no di notte con il faro sul fucile o con l'infrarosso ( dove permesso) ma l'arco rimane il più emozionate e difficile. PM io non sono uno studioso però saprei come fare ad entare in un recinto di lupi ma prefersico non farlo loro sanno cosa bolle nel mio sangue sono animali che sanno leggere il tuo pensiero ... gli indiani americani dicono che dopo la caccia al lupo c'è quella dell'uomo e se li dicono loro puoi crederci!

da Lupus in fabula 06/02/2014 11.42

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

tanti bei discorsi......ma i fatti sono che nei Paesi civili, dotati di una classe politica ben migliore di quella italica, i lupi sono soggetti a controllo faunistico a caccia (USA, Norvegia, Svezia, per esempio) se e quando il loro proliferare diventa eccessivo e mette in pericolo le attivita' umane. Quanto ai cani inselvatichiti ..... sempre nei Paesi civili, cioe' in tutto il mondo tranne Italia e Romania, i cani randagi vengono soppressi, a differenza di cio' che lasciano intendere in certi servizi televisivi.

da Fabrizio 06/02/2014 11.28

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

non ho mai cacciato un lupo ma li studio da anni. sono entrato nei loro recinti all'estero, dove avrebbero potuto far di me quello che volevano. Sono stato a contatto con Bessinka, la lupa dei Carpazi di cui si è tanto parlato nel 2011 a Serramazzoni (puoi trovare qualche articolo su internet). magari non li ho cacciati ma li conosco molto bene. Comunque apprezzo il fatto che usi l'arco. Almeno ti poni ad un livello di difficoltà superiore, senza nulla togliere a chi usa il fucile per altre prede. secondo me più è difficoltosa la caccia, più è nobile. poi questa è solo la mia opinione da "saputello di città" PS vivo in campagna ai piedi delle Prealpi Giulie dove fortunatamente da poco stanno tornando lupi, orsi, linci. rimango dell'idea che il lupo non va cacciato se non alcuni soggetti pericolosi. per il discorso Ibridi puoi trovare diversi articoli su cosa da un mese circa la forestale ha iniziato a fare in proposito (analisi e sequestro cucciolate Canelupo Cecoslovacco per esempio)

da PM 06/02/2014 9.48

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

per me è piu nobile un Cervo che un lupo puzzolente ( PM si vede con hai mai cacciato questo animale) hai scritto bene solo i VERI CACCIATORI possono misurarsi con questo animale pericoloso, opportunista e per ninete utile a nessuno se in dismisura. Certo, è una specie che si autoregola da sola ma sei sicuro che i nostri lupacchiotti siano PURI???? sei sicuro che procrei solo la femmina Alfa e non tutte le femmine del branco? Amico io caccio con l'arco e non ho paura del lupo anche se fossi disarmato perchè conosco il suo comportamento cosi bene che ne so prevedere le mosse. Riguardo l'abbattimento chi ha parlato di fare stragi ??dopo il censimento ( che è possibile fare e già si fa) contenere alcuni individui più facinorosi. Io vivo in montagna e abbiamo i lupi che regolarmente attaccano il barnco delle pecore , abbiamo comperato i maremmani anti lupo , ma abbiamo ugualmente problemi. Il lupo- hai scirtto bene- è macchiavellico e irregolare . per questo ancora piu pericoloso per chi non ha esperienza di questa bestia. PM devono per forza dare il via al contenimento se no lo fanno gli allevatori e questo non va bene ma nemmeno giusto per tutti. Prova a vivere in montagna tutto l'anno invece di fare il saputello di città..

da Lupus in fabula 06/02/2014 9.09

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

Cos’ha di nobile il lupo??? Forse è solamente uno degli animali più intelligenti sulla terra? Con un comportamento sociale da far invidia al nostro?? Ma lo sapete che alcune tattiche di guerriglia e sopravvivenza dell’esercito amicano sono state apprese dalle tecniche dei lupi? Qualcuno parla di “veri cacciatori”. Vi sarebbe di lezione trovarvi in un bosco soli e senza il vostro fucile paraculo. Allora vi insegnerebbero loro chi è il “vero cacciatore”. Sono d’accordo per l’abbattimento solo in casi eccezionalmente pericolosi, e non mi pare ce ne siano stati ancora.

da PM 06/02/2014 8.46

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

Danilo, ma fammi il piacere il Lupo è un animale che si caccia in tutto il mondo COSA AVRA' DI NOBILE ??? BHOOO?? .fa na puzza come ua capra selvatica, in estate è orrendo spelacchiato , brutto, puzzolente ma è bello da cacciare amico , non come gli stupidi ungulati il lupo è una preda vera PER QUESTO TU NON SEI UN CACCIATORE VERO ... ma una marionetta con il fucile ... chi ha causato il problema a me non interessa c'è il lupo da cacciare...bene diamogli la caccia! Io ne ho cacciato diversi all'estero e ti posso garantire che è una caccia molto appassionante e difficile.

da Lupus in fabula 05/02/2014 15.53

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

per qualche ventura ho viaggiato. america, asia, europa del nord. il lupo viene pressochè cacciato ovunque, vuoi per applicare regole di management ambientale, vuoi per difendere greggi e tutelare il lavoro di pastori e allevatori, vuoi per soddisfare qualche cacciatore danaroso che lo ricerca come ricerca capre, pecore di montagna, leoni, cervi o marmotte. sono d'accordo anch'io che il lupo è un animale nobile, ci mancherebbe. ma per me è nobile anche il cervo, allora, o la beccaccia (la chiamiamo ...regina), il cinghiale. e il tordo? e il colombaccio? in natura, andando a ben vedere, tutto è nobile, tutto è bello, tutto è sublime. siamo noi uomini, spesso poco nobili, che diamo un valore a ciò che ci circonda in base al nostro tornaconto, alla nostra cultura, alla nostra educazione. qualche volta alla nostra stupidità...

da ber. toldo 05/02/2014 14.49

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

Qualcuno scrive, il cacciatore è cacciatore sennò che cacciatore eh?!?!? Io potrei dire, il lupo è il lupo e fa il lupo, altrimenti che lupo è?!?! Ma di cosa diavolo stiamo parlando?!?! Il Lupo per me che sono un cacciatore è un animale NOBILE, come il rapaci, anch'essi cacciano e mi considero pari livello nella catena alimentare...non xkè ho un fucile in mano devo sentirmi superiore o essere detentore del diritto di sparargli!! Non lo farei mai, si, non sparerei mai ad un lupo, e se a caccia mi trovassi in guai seri con i lupi, è ovvio che difenderei me stesso o il mio cane...ma se mio nonno avesse avuto tre palle si sarebbe chiamato Flipper, invece si chiama Salvatore.....con i se e con i ma non si può ragionare...il problema lo hanno causato gli ambientalisti???SI! Bene, problema loro!! Non faccio favori a nessuno, xkè nessuno fa favori nei confronti dei cacciatori....loro sono i buoni che reimmettono specie ad cazzum e noi, dovremmo essere i cattivi che gli sparano.....MAI!!!! Li prendessero loro al laccio....

da DaniloMB 05/02/2014 12.49

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

venite in toscana nel comune di zeri e parlate con gli allevatori di ovini...essi vi illumineranno su quale è il problema, e spezzando una lancia per il lupo dico solo che si dovrebbe punire chi li ha portati, immissioni che sono state fatte anni dietro nell'assoluto silenzio.....come le cornacchie in città per abbattere i colombi, adesso non vi è più passeri capineri e cinciallegre, ma piccioni e cornacchie in quantità.

da dardo 05/02/2014 10.30

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

per la caccia e per gli agricoltori, forse. per gli allevatori ci penserei un po' meglio...

da calvino 05/02/2014 8.54

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

Comunque ad oggi in Toscana gli unici animali ad essere un pericolo effettivo per l'uomo sono e rimangono i cinghiali,informatevi un pò.

da alex 05/02/2014 6.58

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

Lupara o no, l'unico lupo buono è quello la cui pella è appesa all'uscio di casa! Signori cari e con questo si capisce abbastanza...

da s.g. 04/02/2014 13.40

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

PM ..fondamentalmente mi trovo d'accordo;Sig Jamesin : in 38 anni di caccia mi è successo almeno 10 volte di vedere i miei cani attaccati da coppie di cani ; sia da cani di pastori che altri probabilmente fuggiti da qualche cortile ;l'ultima vota 3 mesi fa da due meticci probabilmente incroci fra Alano e chissà cos'altro(cagnetti da 60 chili) ed in tutti i casi è bastato un colpo in aria e se la sono data a gambe.Potrebbe certo capitare di doversi difendere(cane compreso)ed anch'io non esiterei a farlo ma...vivaddio è veramente un caso più unico che raro!!!

da Festinalente 04/02/2014 11.42

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

“inseguivo da ore quella lupa. Pensavo che meno lupi fosse una buona cosa. Pensavo che meno lupi significasse più selvaggina per noi. Ero giovane e stupido. Preso dall’euforia e dal prurito di premere il grilletto. Sparai. Pensavo che un lupo in meno fosse una buona cosa. La raggiunsi giusto in tempo per vedere una luce fiera spegnersi nei suoi occhi. E in quel momento capii che né il bosco né la montagna erano d’accordo con me.” Ricordatevi che è un privilegio poter cacciare nei loro boschi, non un diritto. E che la nostra tecnica e i noi stessi dovremmo perlomeno essere all’altezza di ciò che uccidiamo. Altrimenti non saremmo cacciatori, ma solo gli sparatutto che gli animalisti temono. E ce ne sono tanti in giro. Proprio per questo ho riposto il fucile a favore di arco e falconeria. Carniere sicuramente più leggero, ma sicuramente pieno di onore. Concludo dicendo che mi farebbe pena vedere un lupo ucciso da un uomo. Perché li conosco. Conosco la dolcezza di cui sono capaci, conosco le loro capacità, la loro intelligenza, il loro cuore. E so che ci sono davvero pochi uomini nobili d’animo quanto i lupi. E scommetto che se quelli che vorrebbero solo sparargli, lasciassero per un secondo il fucile e andassero dalle persone giuste anche solo a guardarli da vicino (possibile per esempio in Rep. Ceca) cambierebbero idea in un istante. Perché di animali ne ho visti molti. Ma mai nessuno capace di toglierti la parola con uno sguardo.

da PM 04/02/2014 9.42

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

“inseguivo da ore quella lupa. Pensavo che meno lupi fosse una buona cosa. Pensavo che meno lupi significasse più selvaggina per noi. Ero giovane e stupido. Preso dall’euforia e dal prurito di premere il grilletto. Sparai. Pensavo che un lupo in meno fosse una buona cosa. La raggiunsi giusto in tempo per vedere una luce fiera spegnersi nei suoi occhi. E in quel momento capii che né il bosco né la montagna erano d’accordo con me.” Ricordatevi che è un privilegio poter cacciare nei loro boschi, non un diritto. E che la nostra tecnica e i noi stessi dovremmo perlomeno essere all’altezza di ciò che uccidiamo. Altrimenti non saremmo cacciatori, ma solo gli sparatutto che gli animalisti temono. E ce ne sono tanti in giro. Proprio per questo ho riposto il fucile a favore di arco e falconeria. Carniere sicuramente più leggero, ma sicuramente pieno di onore. Concludo dicendo che mi farebbe pena vedere un lupo ucciso da un uomo. Perché li conosco. Conosco la dolcezza di cui sono capaci, conosco le loro capacità, la loro intelligenza, il loro cuore. E so che ci sono davvero pochi uomini nobili d’animo quanto i lupi. E scommetto che se quelli che vorrebbero solo sparargli, lasciassero per un secondo il fucile e andassero dalle persone giuste anche solo a guardarli da vicino (possibile per esempio in Rep. Ceca) cambierebbero idea in un istante. Perché di animali ne ho visti molti. Ma mai nessuno capace di toglierti la parola con uno sguardo.

da PM 04/02/2014 9.42

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

il vero problema è chi i lupi li ha rimmessi nel territorio, questo non si dice mai eh, da noi erano spariti ed ora attacchi su attacchi ai greggi, cari animalari vuvvueffiani e legambientani, sarebbe ora che pagaste i danni ! volete i lupacchiotti ! bene! prendetevi le vostreresponsabilit

da dardo 04/02/2014 7.21

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

Il lupo è questo. Occupa il vertice della piramide alimentare e non lo molla! Ha tecniche di caccia ben precise e cacciando in branco non c'è da stupirsi se hanno "imparato" il consenso come i nostri migliori cani da ferma. La gestione della specie, che come scritto nell'articolo è un'anomalia, è qualcosa che nella nostra bella ItaGlia vedo dura.

da Breton 78 04/02/2014 2.32

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

Fossero i lupi il problema...

da aaa 03/02/2014 22.58

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

Che torni di moda la lupara?!?...a parte gli scherzi,anche per me il lupo NON va toccato!

da Luca atc11tv 03/02/2014 21.29

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

Signore e Signori, chi ha le leve del vapore in mano è preoccupato di ben altro...altro che del lupo!! E spero che il link funzioni! http://www.lastampa.it/2014/02/03/italia/politica/ddl-pensioni-doro-alt-in- commissione-meloni-questo-un-segnale-pessimo-tukC7 7e1mBYPN6MkLn3grN/pagina.html

da Ezio 03/02/2014 19.52

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

Anni fa perraggiungere il posto di caccia dove percorrere la mulattiera di notte, a fucile scarico e cane a guinzaglio,in modo da essere sul posto all'alba.Quest'anno nel mese di novembre mi sono imbattuto con un branco di lupi che abbaiavano come cani indemoniati....e per fortuna che c'era con me un amico che mi ha confortato...impressionante.Ora ripenso a tutte quelle volte che salivo la montagna nel buio più profondo....non lo farò mai più. Un saluto dall'Abruzzo patria Italiana del lupo.

da marco 03/02/2014 19.13

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

Come cacciatore mi rifiuto di sparare ad un lupo ! Certo che quando è uno solo si può anche ovviare sparando in aria, ma se ci si ritrova in più di uno e anche malintenzionati vorrei proprio vedere... E' facile che chi può incorrere in un episodio del genere è maggiormente un cacciatore che frequenta una caccia con il cane nel bosco e se il cane venisse attaccato ? Che fai lo fai sbranare ? Bisogna riflettere prima di dire cose che si potrebbero rimangiare quando ci si trova nel contesto personalmente. Il cacciatore è un cacciatore, senno' che cacciatore è. Cordialità

da jamesin 03/02/2014 19.09

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

forse non ci siamo. i lupi fanno i lupi, e lo sappiamo. un tempo quando erano tanti,c'erano i LUPARI di professione. oggi che cominciano a essere tanti, sicuramente non risolveranno il problema dei cinghiali, ma altrettanto sicuramente metteranno in crisi, quantomeno psicologica, tanti allevatori. questo è il problema, non se gli spara un cacciatore o qualcuno per l'esasperazione lo avvelena. e finchè i problemi dell'ambiente e degli equilibri faunistici verranno decisi nei salotti, e nelle redazione dei giornali, frequentati sempre di più da sega...li e p......are, ma rigorosamente "intellettuali" (organici e non)non ne verremo a capo

da donna letizia 03/02/2014 18.22

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

Sono del parere di Danili MB. Il problema deve essere risolto da chi lo ha creato.Come cacciatore di selezione mirifiuto categoricamente di sparare ad un lupo.

da Frank 44 03/02/2014 17.35

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

caro sandro p. da noi i lupi ci sono, ed i fungaioli pure, e non mancano neppure i naturalisti delle scampagnate della domenica, ogni tanto qualcuno passa la notte nei prati, o perchè si perde, o per campeggi improvvisati, poi sai, magari cucinano qualche bistecca al sangue... e l'olfatto meraviglioso di questi quadrupedi li guida in loco ed i denti faranno il resto,...poveri lupi....

da dardo 03/02/2014 16.10

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

E sembra che in toscana si stia organizzando per l'8 febbraio una conferenza ai massimi livelli istituzionali per mettere a fuoco il problema. prevedo gente wweffina che si strappa le vesti. ma fino a che non succede un incidente grave, vinceranno sempre i salotti: c'è gente che sa parlare, e tanti stronzi in malafede che per interesse personale mandano a puttane il lavoro di tantissimi poericristi che lavorano dalla mattina alla sera in campagna. nessuno vuole sterminare i lupi, ma il contesto non consente sbilanci così macroscopici. una soluzione: che in periodo di alta stagione turistica un alto papavero del jetset venga attaccato da un branco affamato.

da sandro p. 03/02/2014 15.29

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

http://corrieredellumbria.corr.it/news/home/134130/Branco-di-lupi-assalta-un-casale.html

da Ezio 03/02/2014 15.00

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

Certo che se sono a caccia prima di farmi azzannare da un lupo devo aver vuotato la cartuccera. Come funziona la legittima difesa nel caso dei lupi?,quanti morsi bisogna aver preso prima di potersi difendere? E cosa sarebbe successo se invece del cacciatore i lupi incontravano un bambino? (la risposta a chi non sparerebbe mai ad un lupo)

da Mauro 03/02/2014 15.00

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

Sono un cacciatore o mi reputo tale. Personalmente non sparerei MAI ad un Lupo, per me è un'animale bellissimo e misterioso. Certo pericoloso, essendo un predatore... 2+2!! Il problema lo hanno causato gli ambientalisti o presunti tali, lo risolvano loro... Da cacciatore, mi dissocio e non mi sporcherei MAI le mani con il sangue di un Lupo.....

da DaniloMB 03/02/2014 13.57

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

Caro Ezio, come sai benissimo qualsiasi vocabolario di lingua Italiana riporta come definizione semplice da capire la parola CONTROLLARE . Qualsiasi vocabolario, meno che meno il lessico parlato e discusso nelle tavole rotonde, quadrate o esagonali . Capisci a mè ......

da Renzo 03/02/2014 12.56

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

mah!! capisco il momento di tensione per un incontro "particolare" però....non è che un semplice colpo di fucile sparato in aria metterebbe in fuga i lupi? Saluti

da Festinalente 03/02/2014 12.42

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

Infatti Renzo. Nessuno può pensare a sterminare ma solo a controllare. Un mio caro Amico italiano che vive da decenni in Norvegia mi dice che la i lupi vengono controllati da persone addirittura pagate per farlo. E comunque rimane un specie se non protetta sicuramente non cacciabile dai comuni cacciatori. Però questo accade in ....Norvegia. Anche perchè se raccontassi come ed a cosa va a caccia lui la, qui non ci crederebbe nessuno.

da Ezio 03/02/2014 12.38

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

Bene, allora che facciamo ? Io sono cacciatore e se mi trovassi al cospetto di dieci lupi che mi scambiano per antagonista, non essendo atletico quel tanto che basta per fare il gatto su di un albero, probabilmente cercherei di difendermi sparando; difenderei la mia vita. Sempre che il cuore mi regga e non scoppi dalla paura. Ma, mi domando che si vuol fare ? RI sterminare tutte le popolazioni lupesche ? Mi pare eccessivo ,anche se a leggere qua sopra pare un problemino mica da ridere. Io mi sono trovato nel bosco a Novembre da solo, con il mio breton , non ho visto il Lupo, solo sentito ululare ( e sicuramente non era verso di cane in calore.... ) e vi posso assicurare che qualche brivido mi è sceso dalla schiena . Sarà stata complice la nebbia e la fitta pioggerella, la solitudine e tutto il resto; stà di fatto che non è stato simpatico il momento. da qui a sterminarne la specie ,il passo è MOOOOOLTO lungo .

da Renzo 03/02/2014 11.50

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

E' soltanto di ieri il racconto di un mio Amico che mi ha riferito di un suo conoscente che si è trovato faccia faccia, e di giorno, con un lupo. Quest'ultimo ha osservato ben bene l'umano, dopo di chè si è allontanato con tutta calma. Continuo a ritenere che è solo questione di tempo. Poi si piangerà la vita di qualche nostro consimile. TUTTI gli animali SELVATICI temono gli esseri umani, quando viene meno questo istinto primordiale significa che c'è qualcosa che non va e le conseguenze in genere risultano disastrose, per gli umani ma anche per la specie animale interessata.

da Ezio 03/02/2014 10.46

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

la caccia al lupo potrebbe portare un grosso contributo alle casse dell'erario e contribuire a ristabilre ordine nel bosco.

da Pino 03/02/2014 9.03

Re:IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'

eccoci! siamo vicini all'incredibile resa dei conti. poi, che siano meticci, lupi, o cani inselvatichiti, cambia poco. E' la dimostrazione della disfatta dell'ente pubblico di fronte a un dissesto ecoambientale e faunistico risultato di una mancanza di indirizzi coerenti e di una svaccata canea animalista.

da S. Inger 03/02/2014 8.52