HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | Foto | I Video | Sondaggi | Quiz | Forum | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Downloads | Fresco di Stampa | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani |
  Cerca
ISPRA: C'ERA UNA VOLTA IL LABORATORIO PER NON PERDERE LA TRAMONTANA C'ERA UNA VOLTA... LUPO: CHE BOCCA GRANDE CHE HAI!!! Altro che caccia. Ecco quali sono le vere infrazioni italiane TABU' LUPO FIRMAMENTO SOCIAL ALTRO CHE CACCIA! E' L'HABITAT CHE RISCHIA GROSSO LUPO. ATTENDIAMO LUMI CHI DICE PARCHI DICE PORCHI, E... NOTERELLE SUL CANE DA CACCIA Cos’è la caccia La ri-proposta Cuore di beccaccia Cacciatori in Europa. Un'azienda da 16 miliardi LA GRANDE CUCINA DELLA SELVAGGINA Una bella scoperta CARI AMBIENTALISTI, NON SI COMINCIA DALLA CODA Osservatori regionali, avanti! Ungulati: una risorsa preziosa La mia prima volta al cinghiale: onore alla 110! Il cinghiale nel mirino. Braccata e selezione: una convivenza possibile ANIMALISTI. LA DEBOLEZZA DEI VIOLENTI TORDI TORDI STANNO TUTTI BENE ETERNA APERTURA TANTE MAGICHE APERTURE CI SIAMO! LA SFIDA DELLA COMUNICAZIONE LA SANA DIETA DEL CACCIATORE CELESTE ANCH'IO CACCIO MIGRATORIA, MA DI CHI? Biodiversità e specie opportuniste: l'esempio francese REWILDING ECONOMY – IL PASSATO PROSSIMO VENTURO Lasciate la carne ai bambini Uccellacci e uccellini, chi ce la fa e chi.... CINGHIALI D'UNA VOLTA DATEMI UN'APP, SOLLEVERO' L'ISPRA MONTAGNA, 22 ANNI DOPO Elegia per un vecchio signore LA GRANDE BUFALA Animali & Co: un problema di comunicazione LUPO O CINGHIALE? Papa Francesco: gli animali dopo l'uomo Le allodole, mia nonna e le vecchiette La caccia e gli chef UNGULATI CHE PASSIONE PARCHI E AREE PROTETTE: ECCO LA FRANCIA Le beccacce e il lupo QUESTIONE DI PROSPETTIVA La cinofilia ufficiale. Parte seconda con scuse PROBLEMA LUPO Bisturi facili. Cuccioli? No grazie Perché ho scelto il setter inglese? Galletti fa mea culpa Questa è la cinofilia ufficiale C'era una volta il cinghiale Bracconieri di speranze Gip, amor di cacciatore. Il piccolo francese SAVETHEHUNTERS, MATTEO TROMBONI SFIATATI I sistemi elettronici di addestramento GUANO CAPITALE In principio era una Dea C'era una volta l'orso bianco che campava di caramelle UNA TERRA DIVERSA MEMORIE. Da regina a regina informAZione? Iniziazione del cucciolone UNIONE AL PALO? LA PARABOLA DI CECIL CROCCHETTE VEGANE L'ecoturismo fa danni ALLODOLE PER SEMPRE TRUE LIES CI SIAMO? Natura. Madre o matrigna? LA CACCIA, PROTAGONISTA INCONFESSATA DI EXPO UN’APERTURA DA FAVOLA I cuccioli di oggi MACCHE' PREAPERTURA CACCIA, PROVE E VARIA UMANITA' Emergenza cinghiali ovvero: la sagra delle chiacchiere FORMAZIONE, FORMAZIONE! I cani da ferma oggi Arlecchino o Pinocchio? LA SANZIONE DELLA VERGOGNA Prima informarsi, poi farsi un'opinione Effetto Flegetonte Il cane domestico (maschio) Il valore della caccia Chi è diavolo, chi acquasanta? CANDIDATI ECCELLENTI PUBBLICO O PRIVATO? LA FRANCIA E I MINORI A CACCIA REGIONALI 2015: SCEGLIAMO I NOSTRI CANDIDATI Caccia vissuta “Se questa è etica” QUANDO GLI AMBIENTALISTI CADONO DAL PERO Le contraddizioni dell'Expo QUESTIONE DI CORPO L'ultimo lupo e l'ignoranza dei nostri soloni Calendari venatori: si riparte DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO LUCI E OMBRE DI UN PROGETTO CANE DA FERMA: ADDESTRIAMOLO PURE, MA CON GIUDIZIO CHIUSO UN CICLO... A patti col diavolo... e poi? BIGHUNTER'S HEROES: LE MAGNIFICHE CACCE DI LORENZO MISTERI DELLA TELE CANI E BECCACCE: UN RAPPORTO DIFFICILE E' IL TORDO CHE TARDA. MA GALLETTI NON LO SA Tordi e beccacce tra le grinfie della politica Donne cacciatrici piene di fascino predatorio Italiani confusi su caccia e selvaggina Storia di una particella cosmica Vegani per moda Anime e animali MUSICA E NUVOLE L'uomo è cacciatore: parola di Wilbur Smith CHI LA VUOLE COTTA, E CHI.... Nutria: un caso tutto italiano - un problema e una risorsa ZIZZAGA, GALLETTI, ZIZZAGA! E se anche le piante provassero dolore? PASSO O NON PASSO, QUESTO E' IL DILEMMA Momenti che non voglio scordare Anticaccia? Parliamone CACCIATRICI SI NASCE. UN'APERTURA AL TEMPO DELLE MELE CATIA E LA PRIMA ESPERIENZA CHIARI AVVERTIMENTI PIU' VIVA E PIU' AMATA ECCE CANEM DE ANIMALISTIBUS ovvero DEGLI ANIMALISTI IL CATALOGO E' QUESTO.... CINOFILIA E CINOTECNIA QUALCHE SASSO IN PICCIONAIA ISPRA. UN INDOVINO MI DISSE... MIGRATORI D'EUROPA L'ipocrisia anticaccia fomenta il bracconaggio MIGRATORISTI GRANDE RISORSA Fauna ungulata e vincolismo ambientale Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO Ai luoghi comuni sulla caccia DIAMOCI UN TAGLIO SPENDING REVIEW, OVVERO ABBATTIAMO GLI SPRECHI DOPO LE EUROPEE: VECCHI PROBLEMI PER NUOVE PROSPETTIVE Biodiversità: difendetela dagli ambientalisti GUARIRE DALLA ZAMBILLA Le specie invasive ci libereranno dall'animalismo EUROPEE: SCEGLIAMOLI BENE La rivoluzione verde è nel piatto La caccia al tempo di Facebook SOSTIENE PUTTINI: Pensieri e sogni di un addestratore cinofilo a riposo COSE SAGGE E MERAVIGLIOSE AMBIENTE: OCCHIO AL GATTOPARDO C'ERO UNA VOLTA ALL'EXA QUESTA E' LA CACCIA! EUROPA AL RISVEGLIO TOPI EROI PER I BAMBINI DELLA BRAMBILLA CACCIA LAZIO: quali certezze? ISPRA, I CALENDARI QUESTI SCONOSCIUTI UNITI PER LA BIODIVERSITÀ E LA CACCIA SOSTENIBILE LO DICO COL CUORE IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E' I veri volontari dell'ambiente DIAMOGLI CREDITO PROMOZIONE GRATUITA PENSIERINI DEL DOPO EPIFANIA Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse Anche National Geographic America conquistato dalle cacciatrici Più valore alla selvaggina e alla caccia Il cinghiale di Colombo Porto di fucile - NON C'E' MALE! PAC & CACCIA LILITH - LA CACCIA E' NATURALE Effetto protezionismo Ispra: il caso beccaccia Il grande bluff dei ricorsi anticaccia COME FARE COSA FARE Supermarket society Romantica Tipi di comunicazione: C'E' MURO E MURO Ambientalisti sveglia! Crisi e Parchi, è l'ora di scelte coraggiose SPRAZZI DI SERENO POINTER E NON PIU' SOGNO DI CACCIATORE UN CLICK E SEI A CACCIA FINALMENTE SI SCENDE IN CAMPO RIPRENDIAMOCI LA NOSTRA DIGNITA' DI CACCIATORI LA FAUNA SELVATICA: COME UN GRANDE CARTOON ALLA FIERA DELL'EST VOGLIO UNA CLASSE DIRIGENTE MODERNA IL NUOVO PARTITO DEI VECCHI TROMBATI “Caccia è cultura, amore e tradizione” L'assurda battaglia al contenimento faunistico CACCIA PERMANENTE CACCIATORI DIVISI Partiamo dalla Toscana ITALIA: un paese senza identità. Nemmeno per la caccia C’ERA UNA VOLTA… I cacciatori nel regno delle eterne emergenze Gli ambientalisti e la trave nell'occhio Addio alle rondini? L’Europa “boccia” l’articolo 842 (e la gestione faunistica di Stato) ITALIA TERRA DI SANTI, POETI... SAGGI..... SUCCEDE ANCHE QUESTO BASTA ASINI AMBIENTALISMO DA SALOTTO E CONTROLLO DELLA FAUNA Siamo tutti figli di Diana TOSCANA: ALLEVAMENTO DI UNGULATI A CIELO APERTO ALLARME DANNI DANNI FAUNA SELVATICA: Chi rompe paga… STALLO O NON STALLO CI RIVEDREMO A ROMA “L'ipocrisia delle coscienze pulite” UN DIFFICILE VOTO INTELLIGENTE SALVAGENTE CINGHIALE CACCIA DIECI VOLTE MENO PERICOLOSA DI QUALSIASI ALTRA ATTIVITA' ZONE UMIDE: CHI PAGA? Lepri e lepraioli QUESTA SI CHE E' UN'AGENDA SPENDING REVIEW E CERTEZZA DELLE REGOLE La Caccia, il futuro è nei giovani – Un regalo sotto l’albero A SCUOLA NON S'INVECCHIA I nuovi cacciatori li vogliamo così NEORURALI DE NOANTRI FRANCIA MON AMOUR LA CACCIA E' GREEN? Stupidità... stasera che si fa? NUOVA LINFA PER LA CACCIA TERRA INCOGNITA L’Italia a cui vorrei fosse affidata la caccia La marcia in più della selvaggina EPPUR SI MUOVE COLLARI ELETTRICI: LECITI O ILLECITI? DIVERSA OPINIONE IN PRIMA PERSONA PER DIFENDERE IL PATRIMONIO NATURALE Opinioni fuori dal coro - VACCI TU A MANNAIL!!! A CACCIA A CACCIA!!! PROVOCAZIONI Estate di fuoco MISTIFICAZIONI SICUREZZA A CACCIA, PRIMA DI TUTTO Sostenibili e consapevoli! COLPI DI SOLE COLPI DI CALORE Aiutati che il Ciel ti aiuta! Insieme saremo Forti! TECNOCRATI? NO ESPERIENTI LA RICERCA DIMENTICATA PARCHI: RIFORMA-LAMPO DE CHE'! Orgoglio di contadino Campagna o città? CACCIA: UNA RISORSA PER TUTTI. PRENDIAMO ESEMPIO DAGLI ALTRI CALENDARI VENATORI CON LEGGE REGIONALE: UN'OPINIONE CHE FA RIFLETTERE CONFRONTO FRA GENERAZIONI LA CACCIA CHE SI RESPIRA Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute GLI SMEMORATI DI COLLEGNO MUFLONE E CAPRIOLO IN ASPROMONTE: un sogno o una possibile realtà? Piemonte: Salta il camoscio/tuona la valanga... DELLE COSE DELLA NATURA Cultura Rurale: una soluzione per far ripartire l'Italia Il nodo delle specie aliene che fa capitolare gli ambientalisti LA CACCIA NELLA STORIA, PASSIONE E NECESSITÀ PAC IN TERRIS UCCELLI D'EUROPA GIRA GIRA..... STORIA SEMPLICE DI UNA CACCIATRICE LAMENTO DI UN GIOVANE ERRANTE PER LA CAMPAGNA TOCCA A NOI! CRISI. SOLUZIONE ALLA GRILLO IL SENSO DELLA CACCIA DI SILVIA VERITA' E CERTEZZA DEL DIRITTO PROCEDURE D’INFRAZIONE E DEROGHE: UN CONTRIBUTO ALLA CHIAREZZA BECCACCE DI BEFANA CACCIA, FASE DUE PROVOCAZIONI DI FINE D’ANNO RICERCA RICERCA SPIGOLATURE DI NATALE Dai pomodori alle lampadine LA RUMBA DEL CINGHIALONE NON ERA AMORE Finalmente autunno Il paradosso dell'Ispra IL PIANETA DEI CACCIATORI Le caste animali A CACCIA ANCHE DOMANI A CACCIA SI, MA DOVE? ORGOGLIO DI CACCIATORE Per il nostro futuro copiamo dai colleghi europei FINALMENTE A CACCIA APRE LA CACCIA! Amico cacciatore, guarda e passa Riforma sui Parchi in arrivo? E i cuccioli umani? MEDITATE, AMBIENTALISTI, MEDITATE LA FARSA DEI CALENDARI Armi, la civiltà fa la differenza Il Pointer e la caccia Col cane dalla notte dei tempi Contarli, certo, ma come? Questa è una passione! IL PENTOLONE LA LOGICA DELLA PICCOLA QUANTITA' SOLDI E AMBIENTE. DIECI DOMANDE NON SOLO STORNO QUEL CHE RESTA DELLA CACCIA AGLI ACQUATICI La lezione di Rocchetta di Vara BASTA CON LA STERPAZZOLA CON LO SCAPPELLAMENTO A DESTRA MIGRATORI TRADITI CORONA L'ERETICO Cacciatori e Agricoltori, due facce della stessa medaglia Deroghe: non è una missione impossibile AMBIENTALISMO E' CULTURA RURALE Sei il mio cane ALLE RADICI DELLA CACCIA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL’UOMO: IMPORTANTE SENTENZA A FAVORE DELLA CACCIA COME DIREBBE LO STORNO, DEL DOMAN NON V'E' CERTEZZA... BOCCONCINI PRIMAVERA CACCIA, PASSIONE, POCHE CHIACCHIERE COMUNITARIA: RIMEDIARE AL PASTICCIO QUESTIONE DI CALENDARIO LA BAMBINA CHE SOGNAVA LA CACCIA PRENDIAMO IL MEGLIO BELLEZZA E AMBIENTE. LA NOSTRA RICCHEZZA TUTTI A TAVOLA RIFLETTERE MA ALLO STESSO TEMPO AGIRE LA CACCIA SERVE. ECCOME! METTI UNA SERA A CENA Urbanismo e Wilderness: un confronto impari CONFESSIONI DI UNA TIRATRICE DI SKEET GIOVANI, GIOVANI E ANCORA GIOVANI IL CAPRIOLO POLITICO NO - Per una visione storicistica della caccia in Italia Accade solo in Italia? L’ambientalismo tra ecologia profonda e profonda ignoranza FRA STORIA E ATTUALITA' Non sono cacciatore ma la selvaggina fa bene. Intervista a Filippo Ongaro “Solo” una passione Tra ideologia e strategia politica IL CATALOGO E' QUESTO TORNIAMO A SVOLGERE UN RACCONTO DA DONNA A DONNA: IL MALE DEL TURISMO. Lettera aperta di Lara Leporatti al Ministro Brambilla Italiani ignoranti della caccia CACCE TIPICHE E VITA IN CAMPAGNA Ed il giorno arriva DEROGHE E CACCIA ALLA MIGRATORIA: DA RISOLVERE. UNA VOLTA PER TUTTE! PRE-APERTURA DI CREDITO Domani sarà un altro giorno MIGRATORIA E SELEZIONE Alcune riflessioni sulla caccia in Italia Divagazioni per una rivoluzione culturale La senatrice Adamo va alla guerra PERCHE’ NON SCENDI, PERCHE’ NON RISTAI? ( versi di G. Carducci) Calendari venatori. Le bugie degli ambientalisti Un'arte chiamata caccia AREZZO SCONFESSA LA BRAMBILLA Animalismi e solitudini In un vecchio armadio STAGIONE VECCHIA NON FA BUON BRODO Belli, matti ed inguaribili SIAMO LIGURI! Ieri, mille anni fa, io caccio Cosa mangiano gli animali degli animalisti? SCIENZA, CONOSCENZA, CULTURA C'ERA UNA VOLTA UNA SCIMMIA MOVIMENTO STATICO, ANZI NO, REGRESSIVO ORSI. COMUNITARIA. PROVVEDIMENTO ZOPPO MA CON SICURO VALORE SIMBOLICO Aerei e trasporto munizioni - La situazione della caccia oggi: “Io speriamo che me la cavo” ALL'ARIA APERTA! Contro ogni tentazione. PORTIAMOLI A CACCIA IPSOS FACTO! DIAMOCI DEL NOI IN FINLANDIA SI', CHE VANNO A CACCIA! RIFLESSIONI DI UN PEONE IL PAESE PIU' STRANO DEL MONDO Fuoco Amico PER UNA CULTURA RURALE. MEGLIO: PER UNA CULTURA DELLA CACCIA CHE AFFONDA LE SUE RADICI NELLA TRADIZIONE RURALE E Jules Verne diventò anticaccia CULTURA RURALE E CULTURA URBANA A CONFRONTO L'Enpa insulta i cacciatori SELVAGGINA IN AIUTO DELL’ECONOMIA America: un continente di vita selvaggia LA LIBERTA’ DI STARE INSIEME A chi giova la selezione LA CACCIA COME LA NUTELLA? LUPO, CHI SEI? Le fonti energetiche del futuro: nucleare si o no? TOSCANA: ARRIVA LA NUOVA LEGGE A caccia con L'arco... A caccia con la storia... Interpretazioni e commenti di nuova concezione 10 domande ai detrattori della caccia IL BRIVIDO CHE CERCHIAMO La caccia come antidoto alla catastrofe climatica Per una educazione alla natura E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA IL CAPRIOLO MANNARO CONSIDERAZIONI E PROPOSTE PER IL FUTURO DELLA CACCIA IN ITALIA Caccia - anticaccia: alla ricerca della ragione perduta Allarmismo e vecchi trucchetti Ancora Tozzi ? REALISMO, PRIMA DI TUTTO Le invasioni barbariche APERTURA E DOPO. COSA COME QUANDO Piombo e No Toxic: serve un nuovo materiale per le cartucce destinate agli acquatici Di altro dovremmo arrabbiarci I GIOVANI E IL NUOVO AMBIENTALISMO Cinofili, cinologi e cinotecnici Un rinascimento ambientale è possibile Gelosi e orgogliosi delle nostre tradizioni LA CACCIA SALVATA DALLE DONNE? Nuovo catalogo BigHunter 2009 – 2010: un omaggio all' Ars Venandi Tutto e il contrario di tutto DALL'OLIO: UNITA' VO' CERCANDO... IL VECCHIO CANE: RICORDIAMOCI DI TUTTE LE GIOIE CHE CI HA DONATO La voce dei protagonisti sui cinghiali a Genova Tutti insieme... magicamente Ambiente: una speranza nella caccia SOLO SU BIG HUNTER: DALL’OLIO, PRIMA INTERVISTA La Caccia ha bisogno di uomini che si impegnano LA COMUNICAZIONE NON E' COME TIRARE A UN TORDO Il capanno: tra architettura rurale e passione infinita DONNE ...DU DU DU... DI-DI-DI I..... IN CERCA DI DIANA EUROPA EUROPA VICINI ALLA VERITA' Beccaccia sostenibile CACCIA E SOCIETA' Wilbur Smith, scrittore da best seller innamorato della caccia BAGGIO, CON LA CACCIA DALL’ETA’ DI CINQUE ANNI PARLAMENTO EUROPEO - Fai sottoscrivere un impegno per la caccia al tuo candidato CACCIA ALL'ORSI ORGOGLIOSI DI ESSERE CACCIATORI UN DOCUMENTARIO SENZA SORPRESE, ALMENO PER I CACCIATORI Ridiamo il giusto orgoglio al cacciatore moderno e consapevole Il cane con il proprio olfatto è il vero ausiliare dell'uomo, anche oltre la caccia. 157: PENSIERI E PAROLE MA COS'E' QUESTA CACCIA? 157 CACCIA: LA SINTESI ORSI E' UNA BOZZA DI DISCUSSIONE MIGLIORARE LE RAZZE? SI PUO’ FARE CINGHIALI CHE PASSIONE La cultura cinofila ATC DIAMOCI DA FARE Il vitello che mangi non è morto d'infarto! Ripensare la caccia? PER UN FUTURO DELLA CACCIA QUANTO CI COSTI, BELLA TOPOLONA PUCCINI CACCIATORE E AMBIENTALISTA ANTE - LITTERAM Un nuovo corso per gli ungulati Siamo noi le Giubbe Verdi Ruralità e caccia fra cultura, tradizione ed economia Rilanciamo il consumo alimentare della selvaggina La caccia secondo Giuliano, umorista de La Repubblica Questa è la caccia Il cane oggetto: attenzione alla pericolosa tendenza della civiltà dei consumi La cinegetica e la caccia col cane Gestione e tradizione BASTA TESSERE AMAR...TORD E il beccafico perse la via del nord Dimostriamo credibilità Apertura passione serenità editoriale - Fucili italiani come le ferrari Orgoglio di Cacciatore I Tordi e le Beccacce La Caccia è Rock

Editoriale

BECCACCE DI BEFANA


lunedì 9 gennaio 2012
    
Si può dire che la beccaccia  è il più importante migratore oggetto di caccia col cane da ferma. E’ abbondante, stabile, presente per gran parte della stagione di caccia in tutta Europa, con punte di consistenza nell’area mediterranea fino ad inverno avanzato.

Il suo comportamento discreto, le sue astuzie per sottrarsi alle insidie dei tanti appassionati, la bontà delle sue carni, la magia dei suoi occhi, i colori del bosco d’autunno che si rispecchiano nel suo piumaggio, ne hanno fatto un mito, a cui ha contribuito, alla grande, la personalità sognante di tutti noi.

Se c’è quindi un uccello selvatico oggetto di particolare attenzione in tutta Europa, questa è lei, sua maestà la beccaccia.

Caccia difficile, ma suggestiva, quella col cane da ferma, ovviamente,  in questi ultimi decenni ha visto incrementare i suoi appassionati. Risultati delle ricerche che stagionalmente vengono effettuate grazie soprattutto alla dedizione dei cacciatori ci dicono che la specie non sta soffrendo,  anzi, per quanto riguarda il nostro paese, rischi per cause venatorie non se ne corrono, visto che come per tutte le altre specie di animali selvatici, ormai le aree non soggette alla caccia sono quasi la metà del cosiddetto territorio agro-silvo-pastorale.
Come tutti i migratori, le sue fortune dipendono in particolare da due elementi. Il clima e gli eventi atmosferici da una parte e l’ambiente favorevole e la presenza di cibo abbondante dall’altra.

In tutto l’areale vivono decine di milioni di soggetti e solo un piccola parte è oggetto di caccia. In Francia e in Italia, grazie alle alte possibilità di incontri, i beccacciai sono una categoria di cacciatori ben rappresentata. E piuttosto organizzata: da noi si contano tre associazioni nazionali, ma Oltralpe non sono da meno.  Tutte mostrano il massimo impegno nell’autoregolamentazione e nella ricerca, per garantire nel tempo ricche presenze di questa “gallina” del bosco, come la chiamano in Gran Bretagna. La legge che ne regolamenta la caccia in questi due paesi è molto rigorosa, e le raccomandazioni a vigilare ancora di più sul suo benessere provengono dai beccacciai stessi , che spesso lamentano una maggiore vigilanza soprattutto all’estero, dove – per esempio in alcuni paesi dell’Est Europa -  si pratica ancora la “croule” (caccia nel periodo degli amori), o si spara all’aspetto (nelle ore crepuscolari), quando questa farfallona non è in grado di adottare le sue proverbiali difese.

Francesi e italiani ne raccolgono comunque un’ampia messe, più che altrove, senza tuttavia intaccarne minimamente  i contingenti, né incidere a vicenda sui rispettivi patrimoni. Infatti le beccacce francesi sono di provenienza scandinava, mentre le nostre nascono nella stragrande maggioranza dei casi in Bielorussia. Come a dire che ad oggi ognuno è responsabile dei propri contingenti beccacciari, e quindi è nei confronti di quelli che si deve sentire responsabile.

I nostri prelievi sono contingentati, come quelli dei francesi, che possono mettere in carniere al massimo trenta beccacce l’anno, con non più - ordinariamente - di tre al giorno e sei alla settimana per ogni cacciatore.

A livello europeo le organizzazioni dei beccacciai si stanno adoperando per coordinare le diverse attività di ricerca e metterne in comune i risultati, anche utilizzando sempre di più la rete internet e i social network. L’obiettivo, ammirabile, è quello di potenziare la ricerca, mettere in comune i dati, collaborare alla tutela della specie. Insieme alla efficace raccolta delle ali, agli inanellamenti, si suggerisce anche di adottare delle schede da compilare per ogni uscita, promuovere l’impiego sistematizzato di internet (rete “beccanote”), il prelievo dei visceri per analizzare la consistenza “pabulare”, la sorveglianza contro le pratiche di caccia illecite e sulle condizioni meteorologiche per adottare tempestivamente  provvedimenti di salvaguardia. E’ anche così che si diventa più europei, e dio sa se soprattutto  in momenti come questi quanto ce n’è bisogno.

C’è da augurarsi, oltre a sollecitare la più rapida e completa integrazione e colleganza fra i milioni di appassionati, che qualcuno si ingegni a rendere pubblici il prima possibile i dati di queste benedette ricerche. Potremo così – forse - spiegarci come mai  i nostri cervelloni ci vorrebbero impedire   di cacciare la beccaccia oltre la metà di gennaio, mentre in Francia, dove il  raccolto è ben più ricco che da noi, possono godere di questa magnifica opportunità fino al 20 di febbraio.


Alberto Belloni

Leggi altri Editoriali

30 commenti finora...

Re:BECCACCE DI BEFANA

sono troppe le becche uccisi all' aspetto e non c'è nessuno che controlla quello scempio

da gio 80 15/01/2012 21.46

Re:BECCACCE DI BEFANA

non ci sono più i beccacciai d'una volta. oggi chi ha un cane, finiti i fagiani, a beccacce va. e di cani beccacciai ce ne sono dieci cento volte di più che di una volta. in più, quando vai a raccogliere una beccaccia, la devi segnare, sennò rischi. ma non ci devi segnare come l'hai presa. puoi anche averla trovata fortuitamente. poi, se volete,, potete chiedere ai francesi che di queste cose statistiche se ne intendono. e loro quante beccacce vengono prese in italia lo sanno. comunque, non capisco, se quelle sono, quelle sono, che problema c'è? non penserete mica che chi ci vuole male faccia differenza fra centomila un milione o dieci milioni di uccelli. in italia passano cinque miliardi di uccelli ogni anno. il sessanta/ottanta per cento non tornerà nei quartieri estivi, la stragrande maggioranza per cause naturali. una piccolissima percentuale per cause di caccia. ma a loro quello interessa, quella piccolissima parte....

da paco 13/01/2012 18.33

Re:BECCACCE DI BEFANA

Ad Agostino. non capisco i conti che fai per dire che i dati imputati all'italia non sono contestabili.

da mohawk 13/01/2012 11.23

Re:BECCACCE DI BEFANA

Agostino, per quel poco che vale, sono d'accordo su tutto ciò che scrivi.

da Ezio 13/01/2012 10.37

Re:BECCACCE DI BEFANA

carissimo, il rispetto delle leggi si ottiene tramite l'educazione o tramite la repressione. più cresce la prima meno bisogno c'è della seconda. se ai puristi, anch'io concordo, interessa consolidare sempre di più una caccia etica, che si sacrifichino un po' per educare (e questo significa aprirsi, spiegare, non chiudersi a riccio come in una torre d'avorio), ma anche per sorvegliare. All'estero, le beccacce abbattute non sono neanche un decimo di quelle prese in francia e in italia. In francia e in italia, a quanto mi risulta, la stima dei due milioni e mezzo all'anno è frutto anche di dicharazioni di dirigenti dell'associazione europea dei beccacciai. Poi, poichè in italia abbiamo a dir poco un centinaio di migliaia di cacciatori col cane da ferma, basta fare un po' di conti per capire che la cifra che ci riguarda è di difficile contestazione. In ogni caso, tutti stiano tranquilli, la beccaccia come gli altri uccelli di pregio (e mi riferisco ai migratori) hanno a disposizione tanto di quel territorio ove il fucile non può intervenire che il loro futuro è assicurato. A condizione che tutto questo territorio venga conservato integro e favorevole alla loro permanenza.

da Agostino 13/01/2012 8.58

Re:BECCACCE DI BEFANA

Konrad, il problema sostanziale che la posta in Italia è vietata dalla legge, mentre andare a caccia all'estero è ancora consentito.

da Ezio 12/01/2012 20.24

Re:BECCACCE DI BEFANA

I puristi, se vogliono veramente far smettere che si spari alla passata, prendano la licenza di guardacaccia volontario e a turno, ogni tre uscite, una la riservino a fare sorveglianza. Altrimenti tacciano per sempre, visto che sono gli stessi, che pèoi, con la scusa del cane, vanno in crimea, in scozia, in scandinavia, in albania, rumania, bulgaria etc. E con tutto questo fanno bene, perchè checcè se ne dica si prendono più beccacce in francia e in Italia messe insieme che in tutto il resto dell'areale. E state comunque tutti tranquilli, la caccia non sarà mai in italia la causa della scomparsa di un migratore, visto che sulla metà del territorio la caccia è interdetta. questa è la cosa che va fatta sapere all'opinione pubblica, le altre cose è difficile fargliele capire.

da Konrad 12/01/2012 18.11

Re:BECCACCE DI BEFANA

Ciao Renzo, confermo, il mio compagno di avventure, quest'anno a parte un inizio balbettante è andato via via in crescendo, facendo anche incontri multipli nella stessa giornata. Consolante visto che in quest'anno che è prossimo alla fine non mi ha visto protagonista. (la mia solita fortuna)

da Nato cacciatore 12/01/2012 11.51

Re:BECCACCE DI BEFANA

Per quanto mi riguarda sono arrivato alla tredicesima Regina , e pensare che non ne avevo mai visto più di due/tre all'anno ( il mio Breton ha 7 anni e mezzo )iI casi sono tre 1 ) sono stato particolarmente fortunato 2) il cane è diventato un genio d'un tratto 3 )ha ragione Ezio che da 15 anni mai viste tante, quindi comincio ad avere dubbi seri sui presunti massacri

da Renzo 11/01/2012 23.25

Re:BECCACCE DI BEFANA

Bene : se non volete fare chiacchiere procuratevi la scheda della Fidc dove si deve segnalare gli incontri finiti nella cacciatora e gli avvistamenti. Sarebbe ora di inominciare a fare i fatti. Cordialità

da jamesin 11/01/2012 19.03

Re:BECCACCE DI BEFANA

X CACCIATORE SALENTINO: LA PASSA SI FA'! TUTTI I NOSTRI COLLEGHI LA FANNO COME ATTO DOVUTO, FIGURIAMOCI SE POI NON HANNO NEANCHE IL CANE!!!

da MAGNUM71 11/01/2012 17.57

Re:BECCACCE DI BEFANA

REGALO DI BEFANA: 2 BECCACCE, LA PRIMA SENZA FERMA CLAMOROSAMENTE PADELLATA!, LA SECONDA CON L'AUSILIARE IN FERMA ABBATTUTA AL PRIMO COLPO! PS: MAI FATTA PASSA ANCHE SE ABITO IN UN BEL DIVIETO!

da MAGNUM71 11/01/2012 17.00

Re:BECCACCE DI BEFANA

Che mettano i controlli ai vari pensieri celano-dipendenti e puri beccacciai che fanno più danni dell'incrocio fra fulco pretesi e la brambilla, ANTICACCIA E ANTICACCIATORI DELLA SERIE : "IO SONO BELLO E VOI SPORCHI CATTIVI E TORDFRINGUELLARI". ( nota bene che il sottoscritto fa solo caccia con cane da ferma ( sempre breton ) da 37 anni, ), bella quella dei tesserini regionali che non se li fila ( e guarda ) nessuno a parte i ratti nella spazzatura dove vengono buttati

da ZERO ASSOLUTO 10/01/2012 21.17

Re:BECCACCE DI BEFANA

un milione di beccacce abbattute in italia? certificate? quindi a occhio e croce con quelle non certificate si supera il milione abbondantemente. Ma veramente non facciamo chiacchiere, è assurdo, fatevi due conti.

da mohawk 10/01/2012 18.30

Re:BECCACCE DI BEFANA

Che mattano i conttolli per prevenire la posta serale e mattutina che in Italia tutta o quasi avviene sistematicamente senza controlli!!!Solo bla bla bla.......se veramente si vuole perseverare il buon andamento della specie date un freno a questo insano prelievo!!!VERGOGNATEVI postaioli........siete la rovina della caccia e noi la rovina di noi stessi!!!

da ANTONIO 10/01/2012 14.26

Re:BECCACCE DI BEFANA

L'Italia è il Paese delle chiacchiere, non dei fatti. Almeno negli ultimi 2000 anni circa, con rare "trasgressioni". L'ultima chiacchiera in ordine di tempo che ho sentito è che mi è rimasta impressa, era che i nostri politici si sarebbero ridotti lo stipendio e le varie prebende appena iniziato l'anno nuovo. Qualcuno sa come è andata a finire??

da Ezio 10/01/2012 12.31

Re:BECCACCE DI BEFANA

"La salute di una specie o di una famiglia o di un'ordine di selvatici dipende soprattutto dall'ambiente favorevole e dalle possibilità di alimentazione di cui quest'ambiente dispone.".... Agostino! Sono solo 20anni e più che, per quel poco che posso fare, urlo nel deserto quello che tu affermi. Eppure, pare che per alcuni, e quel che è peggio alcuni di noi, i dinosauri e le ...farfalle si siano estinti per colpa della caccia. Ed il "bello" poi che nessuno tiene in cosiderazione che, ad esempio, in vastissime aree dove non si caccia da sempre, certe specie sono addirittura in numero inferiore che in territorio "libero". Infine è OVVIO OVVIO OVVIO che bisogna avere giudizio, non cacciare per il freezer, ecc ecc ecc ecc, però quando si raggiungono limiti quali, sempre ad esempio, quelli piemontesi, da li in poi basta masturbazioni mentali!!! Ma basta veramente!!!!

da Ezio 10/01/2012 11.29

Re:BECCACCE DI BEFANA

Bravo Ezio. Fatti spegare come mai le botti nelle valli venete (ma - in proporzione - anche gli appostamenti fissi dislocati in terreno libero), sono contesi a suon di decine di migliaia di euro. La salute di una specie o di una famiglia o di un'ordine di selvatici dipende soprattutto dall'ambiente favorevole e dalle possibilità di alimentazione di cui quest'ambiente dispone. E più se ne sa, e più siamo in grado di dare soluzione pratica alle eventuali problematiche inerenti. Fare come fanno certi beccacciai, che si comportano come una loggia massonica, sicuramente non aiuta. La trasparenza, l'oggettività e la diffusione delle informazioni sono sempre positive.

da Agostino 10/01/2012 10.16

Re:BECCACCE DI BEFANA

E le "varie" specie di anatidi, sarebbero state compromesse dalla caccia??? Incredibilmente però tranne il germano...che cresce numericamente in modo esponenziale di stagione in stagione. Si vede che "lui" i cacciatori lo schifano. Comunque dalle "mie" parti non si sono mai viste tante bekke come negli ultimi 15 anni, perciò spero che il "massacro" continui a portare questi risultati.

da Ezio 10/01/2012 10.02

Re:BECCACCE DI BEFANA

Caro Ar.Ceri, ma con che coraggio puoi parlare di "beccacce certificate come abbattute in Italia" ? Guarda che le Regioni che elaborano i dati contenuti nei tesserini venatori regionali si contano sulle dita di una mano, il resto dei tesserini va semplicemente nei cestini o al macero, senza conteggi riepilogativi. Sorvoliamo per carità di Patrie (plurale) su come viene esercitata la caccia alla beccacce nell'est europeo, a comiciare dalgi Italiani in trasferta. Vediamo di non far fare alla Regina la stessa fine comoplessiva che è stata riservata a varie specie di anatidi.

da krog 09/01/2012 22.18

Re:BECCACCE DI BEFANA

Finalmente un "pezzo" equilibrato e di buon senso. Complimenti al Sig. Belloni!!!!

da Ezio 09/01/2012 21.00

Re:BECCACCE DI BEFANA

Dalle risposte che leggo si evince che non abbiate compreso le perplessita e le richieste del sig Belloni.Vi consiglio di leggervi nell'home page l'articolo apparso nel blog intitolato "il testosterone delle beccacce italiane" li troverete le risposte che cercate.

da giannirm 09/01/2012 20.54

Re:BECCACCE DI BEFANA

ok zero assoluto, c'è anche qualcuno che definisce popoli interi "stati canaglia" e qualcun'altro che difinisce popoli interi gli "emissari di Satana". Fatte le debite proporzioni, le leggi vanno rispettate, chi sbaglia sbaglia, e finchè non avrò la forza di modificare le regole, a quelle mi dovrò attenere. Ingiuste che siano.

da Tutankamon 09/01/2012 20.00

Re:BECCACCE DI BEFANA

Allora io prendo le distanze da Grecia, paesi ex Jugoslavia.....Crimea..... Egitto che vanno a caccia di migratori come e quando vogliono, mi daranno il pallone d'oro o un calcio nei coglioni?

da ZERO ASSOLUTO 09/01/2012 18.08

Re:BECCACCE DI BEFANA

Noi nel Lazio amiamo le cornacchie,altro che beccacce!Fino al 10 Febbraio.Iate a zappa'!

da Pietro IncazzatoSchiappaHunter Vico Fr 09/01/2012 14.38

Re:BECCACCE DI BEFANA

Più che non enfatizzarla, sarebbe opportuno aderire ai progetti europei, più etica meno cartucce. Sia con la prevenzione, sia con la sanzione. Poi, come si dice, se le pratiche illegali sono ancora dure a scomparire, su quello si dovrebbe porre più attenzione, altro che non parlarne. Bisognerebbe parlarne. Oggi, alla consegna del pallone d'oro, l'ospite d'onore è un giovane calciatore che ha denunciato i colleghi implicati nelle scommesse clandestine. Quando anche noi cominceremo a prendere le distanze da chi non si comporta come si deve, il problema sarebbe bell'e che risolto.

da Gino P. 09/01/2012 14.16

Re:BECCACCE DI BEFANA

Ricordo di una vecchia statistica pubblicata su Diana almeno venti anni orsono, in cui il numero delle beccacce abbattute in Italia ogni anno era di circa un milione di unità. In questi ultimi anni ho osservato che la media degli incontri stagionali è diminuita. Speriamo bene, comunque per favore non enfatizziamo troppo questa caccia, evitando così una eccessiva pressione venatoria.

da Nilo 09/01/2012 13.31

Re:BECCACCE DI BEFANA

Ma quale scarso controllo della posta è INESISTENTE. Almeno qua da noi.

da cacciatore salentino 09/01/2012 12.55

Re:BECCACCE DI BEFANA

Krog, se in Italia le beccacce certificate come abbattute sono intorno al milione, e se in Francia ammontano a un milione e mezzo, a occhio e croce vuol dire che queste due popolazioni quando partono dai quartieri di nidificazione per andare ai quartieri invernali sono almeno diversi ma diversi milioni. Sicuramente più di una decina, ma dico poco. Poi ci sono quelle che passano dalla Crimea dalla Turchia etc etc. Fai un po' i conti te, caro Krog (o Grog). E data l'abbondante raccolta annuale, se i contingenti non fossero stabili, tenendo conto che l'interesse venatorio è aumentato, dimmi te come si potrebbe verificare un fenomeno del genere. Se non fosse stabile, grazie anche agli accorgimenti messi in atto per la prudenza dei beccacciai, a quest'ora addio beccacce. In ogni caso, portaci i dati e vediamo. Il problema semmai, è lo scarso controllo sugli abbattimenti alla passata, che spesso sfuggono ai monitoraggi statistici.

da Ar. Ceri 09/01/2012 11.50

Re:BECCACCE DI BEFANA

abbondante, stabile, decine di milioni ??? Ma che dici ? Ma lo sai che c'è un solo mese all'anno in cui la beccaccia non è cacciata completamente in tutta Europa ?

da krog 09/01/2012 11.10