HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | Foto | I Video | Sondaggi | Quiz | Forum | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Downloads | Fresco di Stampa | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani |
  Cerca
A UN PASSO DAL PARADISO - Dopo l' ISPRA ecco l'ONCFS francese ISPRA: C'ERA UNA VOLTA IL LABORATORIO PER NON PERDERE LA TRAMONTANA C'ERA UNA VOLTA... LUPO: CHE BOCCA GRANDE CHE HAI!!! Altro che caccia. Ecco quali sono le vere infrazioni italiane TABU' LUPO FIRMAMENTO SOCIAL ALTRO CHE CACCIA! E' L'HABITAT CHE RISCHIA GROSSO LUPO. ATTENDIAMO LUMI CHI DICE PARCHI DICE PORCHI, E... NOTERELLE SUL CANE DA CACCIA Cos’è la caccia La ri-proposta Cuore di beccaccia Cacciatori in Europa. Un'azienda da 16 miliardi LA GRANDE CUCINA DELLA SELVAGGINA Una bella scoperta CARI AMBIENTALISTI, NON SI COMINCIA DALLA CODA Osservatori regionali, avanti! Ungulati: una risorsa preziosa La mia prima volta al cinghiale: onore alla 110! Il cinghiale nel mirino. Braccata e selezione: una convivenza possibile ANIMALISTI. LA DEBOLEZZA DEI VIOLENTI TORDI TORDI STANNO TUTTI BENE ETERNA APERTURA TANTE MAGICHE APERTURE CI SIAMO! LA SFIDA DELLA COMUNICAZIONE LA SANA DIETA DEL CACCIATORE CELESTE ANCH'IO CACCIO MIGRATORIA, MA DI CHI? Biodiversità e specie opportuniste: l'esempio francese REWILDING ECONOMY – IL PASSATO PROSSIMO VENTURO Lasciate la carne ai bambini Uccellacci e uccellini, chi ce la fa e chi.... CINGHIALI D'UNA VOLTA DATEMI UN'APP, SOLLEVERO' L'ISPRA MONTAGNA, 22 ANNI DOPO Elegia per un vecchio signore LA GRANDE BUFALA Animali & Co: un problema di comunicazione LUPO O CINGHIALE? Papa Francesco: gli animali dopo l'uomo Le allodole, mia nonna e le vecchiette La caccia e gli chef UNGULATI CHE PASSIONE PARCHI E AREE PROTETTE: ECCO LA FRANCIA Le beccacce e il lupo QUESTIONE DI PROSPETTIVA La cinofilia ufficiale. Parte seconda con scuse PROBLEMA LUPO Bisturi facili. Cuccioli? No grazie Perché ho scelto il setter inglese? Galletti fa mea culpa Questa è la cinofilia ufficiale C'era una volta il cinghiale Bracconieri di speranze Gip, amor di cacciatore. Il piccolo francese SAVETHEHUNTERS, MATTEO TROMBONI SFIATATI I sistemi elettronici di addestramento GUANO CAPITALE In principio era una Dea C'era una volta l'orso bianco che campava di caramelle UNA TERRA DIVERSA MEMORIE. Da regina a regina informAZione? Iniziazione del cucciolone UNIONE AL PALO? LA PARABOLA DI CECIL CROCCHETTE VEGANE L'ecoturismo fa danni ALLODOLE PER SEMPRE TRUE LIES CI SIAMO? Natura. Madre o matrigna? LA CACCIA, PROTAGONISTA INCONFESSATA DI EXPO UN’APERTURA DA FAVOLA I cuccioli di oggi MACCHE' PREAPERTURA CACCIA, PROVE E VARIA UMANITA' Emergenza cinghiali ovvero: la sagra delle chiacchiere FORMAZIONE, FORMAZIONE! I cani da ferma oggi Arlecchino o Pinocchio? LA SANZIONE DELLA VERGOGNA Prima informarsi, poi farsi un'opinione Effetto Flegetonte Il cane domestico (maschio) Il valore della caccia Chi è diavolo, chi acquasanta? CANDIDATI ECCELLENTI PUBBLICO O PRIVATO? LA FRANCIA E I MINORI A CACCIA REGIONALI 2015: SCEGLIAMO I NOSTRI CANDIDATI Caccia vissuta “Se questa è etica” QUANDO GLI AMBIENTALISTI CADONO DAL PERO Le contraddizioni dell'Expo QUESTIONE DI CORPO L'ultimo lupo e l'ignoranza dei nostri soloni Calendari venatori: si riparte DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO LUCI E OMBRE DI UN PROGETTO CANE DA FERMA: ADDESTRIAMOLO PURE, MA CON GIUDIZIO CHIUSO UN CICLO... A patti col diavolo... e poi? BIGHUNTER'S HEROES: LE MAGNIFICHE CACCE DI LORENZO MISTERI DELLA TELE CANI E BECCACCE: UN RAPPORTO DIFFICILE E' IL TORDO CHE TARDA. MA GALLETTI NON LO SA Tordi e beccacce tra le grinfie della politica Donne cacciatrici piene di fascino predatorio Italiani confusi su caccia e selvaggina Storia di una particella cosmica Vegani per moda Anime e animali MUSICA E NUVOLE L'uomo è cacciatore: parola di Wilbur Smith CHI LA VUOLE COTTA, E CHI.... Nutria: un caso tutto italiano - un problema e una risorsa ZIZZAGA, GALLETTI, ZIZZAGA! E se anche le piante provassero dolore? PASSO O NON PASSO, QUESTO E' IL DILEMMA Momenti che non voglio scordare Anticaccia? Parliamone CACCIATRICI SI NASCE. UN'APERTURA AL TEMPO DELLE MELE CATIA E LA PRIMA ESPERIENZA CHIARI AVVERTIMENTI PIU' VIVA E PIU' AMATA ECCE CANEM DE ANIMALISTIBUS ovvero DEGLI ANIMALISTI IL CATALOGO E' QUESTO.... CINOFILIA E CINOTECNIA QUALCHE SASSO IN PICCIONAIA ISPRA. UN INDOVINO MI DISSE... MIGRATORI D'EUROPA L'ipocrisia anticaccia fomenta il bracconaggio MIGRATORISTI GRANDE RISORSA Fauna ungulata e vincolismo ambientale Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO Ai luoghi comuni sulla caccia DIAMOCI UN TAGLIO SPENDING REVIEW, OVVERO ABBATTIAMO GLI SPRECHI DOPO LE EUROPEE: VECCHI PROBLEMI PER NUOVE PROSPETTIVE Biodiversità: difendetela dagli ambientalisti GUARIRE DALLA ZAMBILLA Le specie invasive ci libereranno dall'animalismo EUROPEE: SCEGLIAMOLI BENE La rivoluzione verde è nel piatto La caccia al tempo di Facebook SOSTIENE PUTTINI: Pensieri e sogni di un addestratore cinofilo a riposo COSE SAGGE E MERAVIGLIOSE AMBIENTE: OCCHIO AL GATTOPARDO C'ERO UNA VOLTA ALL'EXA QUESTA E' LA CACCIA! EUROPA AL RISVEGLIO TOPI EROI PER I BAMBINI DELLA BRAMBILLA CACCIA LAZIO: quali certezze? ISPRA, I CALENDARI QUESTI SCONOSCIUTI UNITI PER LA BIODIVERSITÀ E LA CACCIA SOSTENIBILE LO DICO COL CUORE IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E' I veri volontari dell'ambiente DIAMOGLI CREDITO PROMOZIONE GRATUITA PENSIERINI DEL DOPO EPIFANIA Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse Anche National Geographic America conquistato dalle cacciatrici Più valore alla selvaggina e alla caccia Il cinghiale di Colombo Porto di fucile - NON C'E' MALE! PAC & CACCIA LILITH - LA CACCIA E' NATURALE Effetto protezionismo Ispra: il caso beccaccia Il grande bluff dei ricorsi anticaccia COME FARE COSA FARE Supermarket society Romantica Tipi di comunicazione: C'E' MURO E MURO Ambientalisti sveglia! Crisi e Parchi, è l'ora di scelte coraggiose SPRAZZI DI SERENO POINTER E NON PIU' SOGNO DI CACCIATORE UN CLICK E SEI A CACCIA FINALMENTE SI SCENDE IN CAMPO RIPRENDIAMOCI LA NOSTRA DIGNITA' DI CACCIATORI LA FAUNA SELVATICA: COME UN GRANDE CARTOON ALLA FIERA DELL'EST VOGLIO UNA CLASSE DIRIGENTE MODERNA IL NUOVO PARTITO DEI VECCHI TROMBATI “Caccia è cultura, amore e tradizione” L'assurda battaglia al contenimento faunistico CACCIA PERMANENTE CACCIATORI DIVISI Partiamo dalla Toscana ITALIA: un paese senza identità. Nemmeno per la caccia C’ERA UNA VOLTA… I cacciatori nel regno delle eterne emergenze Gli ambientalisti e la trave nell'occhio Addio alle rondini? L’Europa “boccia” l’articolo 842 (e la gestione faunistica di Stato) ITALIA TERRA DI SANTI, POETI... SAGGI..... SUCCEDE ANCHE QUESTO BASTA ASINI AMBIENTALISMO DA SALOTTO E CONTROLLO DELLA FAUNA Siamo tutti figli di Diana TOSCANA: ALLEVAMENTO DI UNGULATI A CIELO APERTO ALLARME DANNI DANNI FAUNA SELVATICA: Chi rompe paga… STALLO O NON STALLO CI RIVEDREMO A ROMA “L'ipocrisia delle coscienze pulite” UN DIFFICILE VOTO INTELLIGENTE SALVAGENTE CINGHIALE CACCIA DIECI VOLTE MENO PERICOLOSA DI QUALSIASI ALTRA ATTIVITA' ZONE UMIDE: CHI PAGA? Lepri e lepraioli QUESTA SI CHE E' UN'AGENDA SPENDING REVIEW E CERTEZZA DELLE REGOLE La Caccia, il futuro è nei giovani – Un regalo sotto l’albero A SCUOLA NON S'INVECCHIA I nuovi cacciatori li vogliamo così NEORURALI DE NOANTRI FRANCIA MON AMOUR LA CACCIA E' GREEN? Stupidità... stasera che si fa? NUOVA LINFA PER LA CACCIA TERRA INCOGNITA L’Italia a cui vorrei fosse affidata la caccia La marcia in più della selvaggina EPPUR SI MUOVE COLLARI ELETTRICI: LECITI O ILLECITI? DIVERSA OPINIONE IN PRIMA PERSONA PER DIFENDERE IL PATRIMONIO NATURALE Opinioni fuori dal coro - VACCI TU A MANNAIL!!! A CACCIA A CACCIA!!! PROVOCAZIONI Estate di fuoco MISTIFICAZIONI SICUREZZA A CACCIA, PRIMA DI TUTTO Sostenibili e consapevoli! COLPI DI SOLE COLPI DI CALORE Aiutati che il Ciel ti aiuta! Insieme saremo Forti! TECNOCRATI? NO ESPERIENTI LA RICERCA DIMENTICATA PARCHI: RIFORMA-LAMPO DE CHE'! Orgoglio di contadino Campagna o città? CACCIA: UNA RISORSA PER TUTTI. PRENDIAMO ESEMPIO DAGLI ALTRI CALENDARI VENATORI CON LEGGE REGIONALE: UN'OPINIONE CHE FA RIFLETTERE CONFRONTO FRA GENERAZIONI LA CACCIA CHE SI RESPIRA Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute GLI SMEMORATI DI COLLEGNO MUFLONE E CAPRIOLO IN ASPROMONTE: un sogno o una possibile realtà? Piemonte: Salta il camoscio/tuona la valanga... DELLE COSE DELLA NATURA Cultura Rurale: una soluzione per far ripartire l'Italia Il nodo delle specie aliene che fa capitolare gli ambientalisti LA CACCIA NELLA STORIA, PASSIONE E NECESSITÀ PAC IN TERRIS UCCELLI D'EUROPA GIRA GIRA..... STORIA SEMPLICE DI UNA CACCIATRICE LAMENTO DI UN GIOVANE ERRANTE PER LA CAMPAGNA TOCCA A NOI! CRISI. SOLUZIONE ALLA GRILLO IL SENSO DELLA CACCIA DI SILVIA VERITA' E CERTEZZA DEL DIRITTO PROCEDURE D’INFRAZIONE E DEROGHE: UN CONTRIBUTO ALLA CHIAREZZA BECCACCE DI BEFANA CACCIA, FASE DUE PROVOCAZIONI DI FINE D’ANNO RICERCA RICERCA SPIGOLATURE DI NATALE Dai pomodori alle lampadine LA RUMBA DEL CINGHIALONE NON ERA AMORE Finalmente autunno Il paradosso dell'Ispra IL PIANETA DEI CACCIATORI Le caste animali A CACCIA ANCHE DOMANI A CACCIA SI, MA DOVE? ORGOGLIO DI CACCIATORE Per il nostro futuro copiamo dai colleghi europei FINALMENTE A CACCIA APRE LA CACCIA! Amico cacciatore, guarda e passa Riforma sui Parchi in arrivo? E i cuccioli umani? MEDITATE, AMBIENTALISTI, MEDITATE LA FARSA DEI CALENDARI Armi, la civiltà fa la differenza Il Pointer e la caccia Col cane dalla notte dei tempi Contarli, certo, ma come? Questa è una passione! IL PENTOLONE LA LOGICA DELLA PICCOLA QUANTITA' SOLDI E AMBIENTE. DIECI DOMANDE NON SOLO STORNO QUEL CHE RESTA DELLA CACCIA AGLI ACQUATICI La lezione di Rocchetta di Vara BASTA CON LA STERPAZZOLA CON LO SCAPPELLAMENTO A DESTRA MIGRATORI TRADITI CORONA L'ERETICO Cacciatori e Agricoltori, due facce della stessa medaglia Deroghe: non è una missione impossibile AMBIENTALISMO E' CULTURA RURALE Sei il mio cane ALLE RADICI DELLA CACCIA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL’UOMO: IMPORTANTE SENTENZA A FAVORE DELLA CACCIA COME DIREBBE LO STORNO, DEL DOMAN NON V'E' CERTEZZA... BOCCONCINI PRIMAVERA CACCIA, PASSIONE, POCHE CHIACCHIERE COMUNITARIA: RIMEDIARE AL PASTICCIO QUESTIONE DI CALENDARIO LA BAMBINA CHE SOGNAVA LA CACCIA PRENDIAMO IL MEGLIO BELLEZZA E AMBIENTE. LA NOSTRA RICCHEZZA TUTTI A TAVOLA RIFLETTERE MA ALLO STESSO TEMPO AGIRE LA CACCIA SERVE. ECCOME! METTI UNA SERA A CENA Urbanismo e Wilderness: un confronto impari CONFESSIONI DI UNA TIRATRICE DI SKEET GIOVANI, GIOVANI E ANCORA GIOVANI IL CAPRIOLO POLITICO NO - Per una visione storicistica della caccia in Italia Accade solo in Italia? L’ambientalismo tra ecologia profonda e profonda ignoranza FRA STORIA E ATTUALITA' Non sono cacciatore ma la selvaggina fa bene. Intervista a Filippo Ongaro “Solo” una passione Tra ideologia e strategia politica IL CATALOGO E' QUESTO TORNIAMO A SVOLGERE UN RACCONTO DA DONNA A DONNA: IL MALE DEL TURISMO. Lettera aperta di Lara Leporatti al Ministro Brambilla Italiani ignoranti della caccia CACCE TIPICHE E VITA IN CAMPAGNA Ed il giorno arriva DEROGHE E CACCIA ALLA MIGRATORIA: DA RISOLVERE. UNA VOLTA PER TUTTE! PRE-APERTURA DI CREDITO Domani sarà un altro giorno MIGRATORIA E SELEZIONE Alcune riflessioni sulla caccia in Italia Divagazioni per una rivoluzione culturale La senatrice Adamo va alla guerra PERCHE’ NON SCENDI, PERCHE’ NON RISTAI? ( versi di G. Carducci) Calendari venatori. Le bugie degli ambientalisti Un'arte chiamata caccia AREZZO SCONFESSA LA BRAMBILLA Animalismi e solitudini In un vecchio armadio STAGIONE VECCHIA NON FA BUON BRODO Belli, matti ed inguaribili SIAMO LIGURI! Ieri, mille anni fa, io caccio Cosa mangiano gli animali degli animalisti? SCIENZA, CONOSCENZA, CULTURA C'ERA UNA VOLTA UNA SCIMMIA MOVIMENTO STATICO, ANZI NO, REGRESSIVO ORSI. COMUNITARIA. PROVVEDIMENTO ZOPPO MA CON SICURO VALORE SIMBOLICO Aerei e trasporto munizioni - La situazione della caccia oggi: “Io speriamo che me la cavo” ALL'ARIA APERTA! Contro ogni tentazione. PORTIAMOLI A CACCIA IPSOS FACTO! DIAMOCI DEL NOI IN FINLANDIA SI', CHE VANNO A CACCIA! RIFLESSIONI DI UN PEONE IL PAESE PIU' STRANO DEL MONDO Fuoco Amico PER UNA CULTURA RURALE. MEGLIO: PER UNA CULTURA DELLA CACCIA CHE AFFONDA LE SUE RADICI NELLA TRADIZIONE RURALE E Jules Verne diventò anticaccia CULTURA RURALE E CULTURA URBANA A CONFRONTO L'Enpa insulta i cacciatori SELVAGGINA IN AIUTO DELL’ECONOMIA America: un continente di vita selvaggia LA LIBERTA’ DI STARE INSIEME A chi giova la selezione LA CACCIA COME LA NUTELLA? LUPO, CHI SEI? Le fonti energetiche del futuro: nucleare si o no? TOSCANA: ARRIVA LA NUOVA LEGGE A caccia con L'arco... A caccia con la storia... Interpretazioni e commenti di nuova concezione 10 domande ai detrattori della caccia IL BRIVIDO CHE CERCHIAMO La caccia come antidoto alla catastrofe climatica Per una educazione alla natura E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA IL CAPRIOLO MANNARO CONSIDERAZIONI E PROPOSTE PER IL FUTURO DELLA CACCIA IN ITALIA Caccia - anticaccia: alla ricerca della ragione perduta Allarmismo e vecchi trucchetti Ancora Tozzi ? REALISMO, PRIMA DI TUTTO Le invasioni barbariche APERTURA E DOPO. COSA COME QUANDO Piombo e No Toxic: serve un nuovo materiale per le cartucce destinate agli acquatici Di altro dovremmo arrabbiarci I GIOVANI E IL NUOVO AMBIENTALISMO Cinofili, cinologi e cinotecnici Un rinascimento ambientale è possibile Gelosi e orgogliosi delle nostre tradizioni LA CACCIA SALVATA DALLE DONNE? Nuovo catalogo BigHunter 2009 – 2010: un omaggio all' Ars Venandi Tutto e il contrario di tutto DALL'OLIO: UNITA' VO' CERCANDO... IL VECCHIO CANE: RICORDIAMOCI DI TUTTE LE GIOIE CHE CI HA DONATO La voce dei protagonisti sui cinghiali a Genova Tutti insieme... magicamente Ambiente: una speranza nella caccia SOLO SU BIG HUNTER: DALL’OLIO, PRIMA INTERVISTA La Caccia ha bisogno di uomini che si impegnano LA COMUNICAZIONE NON E' COME TIRARE A UN TORDO Il capanno: tra architettura rurale e passione infinita DONNE ...DU DU DU... DI-DI-DI I..... IN CERCA DI DIANA EUROPA EUROPA VICINI ALLA VERITA' Beccaccia sostenibile CACCIA E SOCIETA' Wilbur Smith, scrittore da best seller innamorato della caccia BAGGIO, CON LA CACCIA DALL’ETA’ DI CINQUE ANNI PARLAMENTO EUROPEO - Fai sottoscrivere un impegno per la caccia al tuo candidato CACCIA ALL'ORSI ORGOGLIOSI DI ESSERE CACCIATORI UN DOCUMENTARIO SENZA SORPRESE, ALMENO PER I CACCIATORI Ridiamo il giusto orgoglio al cacciatore moderno e consapevole Il cane con il proprio olfatto è il vero ausiliare dell'uomo, anche oltre la caccia. 157: PENSIERI E PAROLE MA COS'E' QUESTA CACCIA? 157 CACCIA: LA SINTESI ORSI E' UNA BOZZA DI DISCUSSIONE MIGLIORARE LE RAZZE? SI PUO’ FARE CINGHIALI CHE PASSIONE La cultura cinofila ATC DIAMOCI DA FARE Il vitello che mangi non è morto d'infarto! Ripensare la caccia? PER UN FUTURO DELLA CACCIA QUANTO CI COSTI, BELLA TOPOLONA PUCCINI CACCIATORE E AMBIENTALISTA ANTE - LITTERAM Un nuovo corso per gli ungulati Siamo noi le Giubbe Verdi Ruralità e caccia fra cultura, tradizione ed economia Rilanciamo il consumo alimentare della selvaggina La caccia secondo Giuliano, umorista de La Repubblica Questa è la caccia Il cane oggetto: attenzione alla pericolosa tendenza della civiltà dei consumi La cinegetica e la caccia col cane Gestione e tradizione BASTA TESSERE AMAR...TORD E il beccafico perse la via del nord Dimostriamo credibilità Apertura passione serenità editoriale - Fucili italiani come le ferrari Orgoglio di Cacciatore I Tordi e le Beccacce La Caccia è Rock

Editoriale

Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute


lunedì 14 maggio 2012
    
Dall'interessante rapporto sugli andamenti delle popolazioni di uccelli comuni in Italia, redatto dalla Lipu in base ai dati raccolti dal 2000 al 2010 grazie al progetto MITO2000 (integrato al programma comunitario di monitoraggio dell'avifauna nidificante), emerge una realtà variegata ma tutt'altro che sconfortante nel quadro di gestione faunistica della caccia programmata.

Il paradosso è che in calo troviamo alcune specie di uccelli agricoli che sono ormai da decenni protetti (non subiscono quindi alcuna pressione venatoria, episodi di bracconaggio a parte), che purtroppo continuano a soffrire delle conseguenze di un'agricoltura intensiva (i n particolare pesticidi e degrado e scomparsa degli habitat a loro congeniali), mentre al contrario altre comunemente cacciate in tutto il paese, si trovano in una situazione stabile o di crescita.

Nel suo comunicato, la Lipu evidenzia popolazioni in aumento per gazza, cornacchia grigia, gheppio, ortolano, rigogolo, usignolo, upupa, tortora, luì bianco e strillozzo. Se però diamo un'occhiata all'intero rapporto, la situazione appare in realtà ancora più chiara: insieme alla tortora (+56%) troviamo diverse altre specie cacciabili come il colombaccio (in 10 anni cresciuto del 210%), la quaglia (in forte incremento, + 78%; e in Piemonte vorrebbero toglierla dall'elenco delle cacciabili), il tordo bottaccio, + 41%, il merlo, +48% e la ghiandaia, + 9% .

Diverse sono anche le specie non cacciabili in crescita nell'ultimo periodo: beccamoschino (+ 56%), canapino comune (+ 79%), capinera (+ 30%), beccafico (+138%) cinciallegra (+16%), cinciarella (+65%), codibugnolo (+ 66%), codirosso comune (classificato in forte crescita +66%), fiorrancino (+88%), gheppio (+15%), gruccione (in forte crescita, +65%), ortolano (+158%), pettirosso (+28%), picchio rosso maggiore (+6%), picchio verde (+52%), poiana (+19%), rigogolo (+ 133%), scricciolo (+35%), sterpazzolina (+28%), storno (+2%), storno nero +36% ( dato questo più che confortante, visto che finora per lo sturnus vulgaris che crea numerosi danni all'agricoltura si è negato un prelievo ordinario (ma a volte anche in deroga) perchè lo si poteva  confondere con il suo cugino nero, che peraltro in Italia è specie infrequente), tortora dal collare (+115%; specie ormai stanziale in Italia e in alcune aree già soggetta  a prelievi), strillozzo (+20%), tottavilla (+90%), usignolo (+11%), usignolo di fiume (+ 63%).

Verificati questi dati, forniti da fonte sicuramente incontestabile (alla Lipu, come possono, non ci pensano neanche un minuto a scagliarsi contro la caccia), salta agli occhi la macroscopica differenza fra ciò che è e ciò che vorrebbero far credere. Approfondendo la lettura, poi, si capisce e chiaramente che è l'agricoltura "industriale", individuata soprattutto nella valle Padana, che va ampiamente ripensata. Come si passa ad analizzare i dati delle aree collinari, infatti, si vede chiaramente che la situazione è sostanzialmente migliore. In ogni caso, in questi ultimi anni le condizioni delle nostre specie ornitiche sono stabili, e semmai se correttivi si dovessero adottare - lo sappiano all'ISPRA, lo sappiano i responsabili politici e tecnici delle regioni - ci si dovrà indirizzare su quelle pratiche agricole che fanno cattiva agricoltura. Con buona pace degli anticaccia, degli ambientalisti della domenica, delle rosse passionarie e delle bionde, degli ideologi del dopolavoro da bar sport, che a loro insaputa si sono ritrovati fra i banchi del Parlamento Europeo, da dove continuano a sbraitare basandosi su  argomentazioni risibili. E comunque, ove venisse in mente a qualcuno di fare pressioni affinchè si rivedesse la lista delle specie cacciabili nell'elenco della "Direttiva-Uccelli", si sappia che a fronte di un paio o tre di specie in declino (ripetiamo: a causa di tutto tranne che della caccia!), ce ne possono essere qualche decina di cui si potrebbe sicuramente reclamare l'inserimento! E a qualche anziano potrebbero nuovamente brillare gli occhi solo al pensiero di un beccafico o di una capinera, di un ortolano o di un rigogolo, di uno strillozzo o di una tottavilla da mettere alla lacciaia!

C. F.
 
 
 

Leggi altri Editoriali

77 commenti finora...

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

E' ora che i cacciatori calabresi abbiano un calendario decente, che rispetti sì l'ISPRA visto che purtroppo al momento per evitare ricorsi non possiamo non attenerci ai KC ma che non sia restrittivo come quello dell'anno scorso. N'duja, proponi tu allora a Scopelliti una bozza di calendario, almeno il Signor Zema come altri qualcosa vuole proporre, tu invece? Credo che sei uno dei tanti buono solo a criticare e poco fare, tanto di cappello invece a coloro come Zema che per la caccia mostrano un minimo di interesse. In ogni caso il documento Face Italia come il rapporto LIPU invece hanno un enorme valenza per la stesura dei calendari, in quanto il primo si attiene al parere ISPRA suggerendo le giuste date di prelievo delle varie specie, il secondo dato invece è stato redatto in base al rapporto dal 2000 al 2010 del progetto Monitoraggio Italiano Ornitologico e la LIPU è partner del Birdlife International, per cui se vogliamo metterla così più dati scientifici di questi si muore, soprattutto rilevante il rapporto LIPU ripeto, non l'ha detto mica un associazione venatoria! Per cui cosa vogliamo di più? Dobbiamo fare sempre polemica o vogliamo piuttosto apprezzare la buona volontà di coloro che qualcosa fanno e sostenerla soprattutto, visto che è ora di finirla con calendari ridicoli e spoetizzanti?

da Big_H_Tony 21/05/2012 20.31

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

La saluto ancora e definitivamente, speravo si potesse discutere civilmente, a quanto pare non ci sono riuscito . Ultime parole Cordialità

da renzo 20/05/2012 22.46

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Ci ritorna sopra? Altro giro altra corsa altro capo di imputazione, me ha da aggiungere altri? spulci bene vedrà ne troverà ancora alla stregua del guinzaglio. Lei vorrebbe mettermi a divedere che non è un arrampicatore di specchi ? ma per piacere! lei si arrampica con le unghie anche su quelli insaponati. Lei scrive così: e con cane tenuto SEMPRE al guinzaglio è stato il primo degli errori,; forse con il particolare della coercizione della corda al collo del cane, tale gesto sarebbe stato molto meno cruento ai suoi saggi occhi. Guardi che non sta sulle telenovelle che ci hanno abituano a interminabili puntate. Ho la storia la racconta tutto d’un fiato e di sana pianta o mi comunichi quando arriva la fine almeno gli rispondo in modo definitivo. Le ho solo evidenziato che ancora una volta non è riuscito nell’intento di salvare la faccia specificando il tipo di guinzaglio usato. Punto. Dia retta spenga il PC e si guardi un bel film, perché se continua con questi messaggi si fa male da solo e non vorrei che aggiungesse altri capi di imputazioni quali, scivolate accidentali e altri appigli scaturiti dalla sua “vulcanica” immaginazione . A non risentirci perché mi sono scocciato di lei e delle sue imprecisioni, ripensamenti, rettifiche e cxxe varie.

da RB 20/05/2012 21.27

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Se vuole fotografo il cane con guinzaglio e gliela mando ......naturalmente penserà che sia un fotomontaggio, infatti ha aggiunto alle altre offese anche quella di bugiardo Comunque, stretta di mano , anche se virtuale ... e basta . Saluti

da renzo 20/05/2012 19.41

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Sì, certamente argomento chiuso. Desidero però ,non arrampicarmi sugli specchi, ma ribadire in maniera più comprensibile quanto segue ( non a mia difesa , ma a difesa della verità ) 1 ) prima di tutto dovrebbe conoscere il luogo, chi lo conosce sa com'è e risulta come descritto ( mica potevo stampare la pagina di Google maps ) 2 )la chiacchierata con mamma e coccole al cane da parte del giovane sono antecedenti il fatto; la precisazione dei sei minuti che affermo è reale, perche la discesa al torrente è di nemmeno venti metri . 3 ) il maschio di volatile ( già ,che combinazione ... )è presente in maniera fissa in quel posto lui come altri della stessa specie. 4) dovrebbe sapere che il maschio è più visibile mentre la femmina si guarda bene dal farsi sorprendere .... 6 )vero ,ho dimenticato ( meglio ? ) la storia del guinzaglio, che per problemi di schiena , mia , è del modello estensibile . 5 ) se ho travisato le parole di offesa , non ne parlo più e ritorno sui passi, ma è evidente l'intento di sbattermele in faccia . 6 ) persone importanti .... ha ragione ! E tutto opinabile sopratutto se visto con il Suo metro . 7 ) ARGOMENTO CHIUSO PER SEMPRE ( spero ) 8 ) Diciamo che sono convinto di essere un accettabile raccontatore di storie... eh no, mi dispiace per Lei Ancora cordialità

da renzo 20/05/2012 18.28

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Una combinazione di eventi davvero singolare, scelte dell’orario per far fare la passeggiatina igienica al bau, tratto si strada prendendo la direzione giusta giusta per incontrare la persona anticaccia (femmina) bambino curioso con istinto di cacciatore giù a quattro anni, tutto giusto sul posto giusto, al momento giusto, con cane giusto, fagiano giusto (maschio guarda caso) cacciatore giusto. Buttiamo la maschera, lo aiuto io. Diciamo che sono convinto di essere un accettabile raccontatore di storie e per dimostrarlo di tanto in tanto mi diletto racconto storie che mi invento di sana pianta come in più occasioni o confessato e questa tanto per cambiare, è una di quelle uscita malconcia per qualcuno, ma innocua ai fini venatori e dell’ immagine del cacciatore. Vi ringrazio comunque degli applausi che riservate alla mia persona con la promessa che la prossima volta sarò più attento anche se mi cimenterò sempre con la fantasia piuttosto che con cose realmente accadute Cordiali saluti Argomento chiuso

da RB 20/05/2012 18.03

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Ora la invito io a rileggere i commenti che la riguardano perché evidenzia la parola criminale e imbecille con troppa facilità La parola è stata da me usata solo ed esclusivamente sul post in risposta al Sig. Brozzi a mero esempio nella diversità di garantire per altri. E’ mia convinzione di aver espresso in giusto e corretto modo il concetto tanto di non aver sfiorato nemmeno per un istante la sua persona al pari della parola imbecille, poi ripeto, lei la pensi e le prenda come crede. Se pure può contestare ma non so fino a che punto, avergli dato del bracconiere perché sono ancora convito che l’azione, tale sia stata. Lei è inutile che si barcamena tra il guinzaglio, il mingere, i sei minuti impiegati guarda caso sei e non sette o cinque perché ci vuole molta fantasia parlare con mamma e bimbo, scorgere il fagiano metropolitano, l’azione del cane e vedere anche l’orologio

da RB 20/05/2012 18.02

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Non c’è motivo che non debba risponderle, ne che non accetti la stretta di mano , e ancor meno prossimi confronti. Seguendo il suo consiglio mi sono andato a rileggere il post che mi ha dedicato, effettivamente in questo, asserisce che il cane era munito di guinzaglio e sicuramente di quelli fissi e non ha strappo (le sto dando una mano) conseguenza? Il fagiano non ha subito stress, perfetto, anche se bisognerebbe sentire la versione del stesso. La “svista” è stata confermata ora, non sullo scritto originale, questo a forviato al pari che il cane che ancora doveva mingere solo me? o anche altri? . Andiamo per ordine (Chi non ha peccato scagli la prima pietra) è fuori luogo in questa circostanza o almeno riferita a me perché stiamo parlando di lei che di certo ha scagliato la prima pietra, di me, lo può sospettare, ma il sospetto, non condanna. Sig. Renzo cosa le fa pensare che anche io non abbia conosciuto persone importanti magari più importante delle sue? Tutto è relativo egregio Signore poiché quelli che potrebbero sembrare importanti per me, per lei potrebbero essere della mezze calzette.

da RB 20/05/2012 18.01

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Già il fatto di rispondermi ancora denota gentilezza, e su questo non ci piove. Però, evidenziando i MULTIPUNTI, potrebbe cercare di rileggerlo bene: ho infatti detto e ridetto che a ) ho omesso per errore madornale che il cane era a guinzaglio, e in un tempo così corto da non permettere nemmeno allo stesso di mingere . B) Disturbo del selvatico in periodo non consentito ? Sarebbe stato così se stupidamente fossi andato cercarlo nel suo ambiente naturale, e non visto per caso sul greto di un torrente CITTADINO , al pari di ratti e gabbiani c) se rilegge bene le sue esternazioni le parole - bracconiere, criminale e per ultimo imbecille .. è stato Lei a vomitarmele addosso in maniera gratuita. Gli altri , si sono semplicemente sentiti quasi in dovere di intervenire, non per una sorta di avvocatura difensiva nei miei confronti, ma solo perche conoscono la mia persona e sanno che non merito gli appellativi che mi sono stati rivolti d) sempre rileggendo il fattaccio , ho ammesso da subito che il mio è stato un colpo di testa e una leggerezza , anche se brevissima e completamente incruenta . e ) no vedo, così come non l'hanno visto altri, il motivo per sollevare tale polverone ; questo si che fa parlare e straparlare . Concludo con ,se l'accetta , una calorosa stretta di mano; certo non pretendendo che Lei mi applauda Ancora saluti , spero sia l'ultima volta su questo specifico argomento . Ci confronteremo ,più piacevolmente su altri, sempre se sarà d'accordo .

da renzo 20/05/2012 13.53

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Sig. Renzo lasci stare queste frivolezze sul nome e cognome, non è da lei fare di queste distinzioni o mi debbo ricredere. Lei è un CACCIATORE Vero? Si che è vero, all’ora legga con più attenzione perché mi sembra di aver ben spiegato che il cacciatore sa quello che fa con il suo ausiliare mentre gli imbecilli sono tutti gli altri che non sanno nemmeno cosa sia un cane e quale danno arrecano alla selvaggina nidificante, se poi lei ci si vuol mettere in mezzo è una sua libera scelta ,io non ce l’ho ho incluso. Per tutto il resto rimango delle mia opinione perchè non mi sembra che nel suo racconto si evinzi il guinzaglio, inoltre, indipendente dal tempo dell’azione, del guinzaglio, di tutte le giustificazioni che accampa a sua discolpa, il metter in evidenza chi ha preso le sue difese, quello che è rilevante è che lei ha disturbato un selvatico in periodo non consentito PUNTO. Oppure sono io che ho travisato?. Se la giri come meglio gli aggrada ma in questa circostanza il suo è stato un modo di agire illegale ARIPUNTO. Libero di far rimuovere quanto a scritto, ma a che pro, chi doveva leggere a già letto, memorizzato e salvato, mentre chi doveva trarre beneficio dalla sua prodezza e di la da venire e tutto da dimostrare. TRIPUNTO. Non sarebbe stato più onesto e farebbe fatto più bella figura ammettere di aver commesso una serie di LEGGEREZZE invece di giustificarsi anche in modo maldestro di quanto è accaduto? Ci rifletti con attenzione, magari la prossima volta si rileggerà con più attenzione i suoi racconti ed anche i più frivoli post che siamo abituati a fare senza riflettere. Non me ne voglia ma forse sono MOLTO più amico di quanti si sono presi la briga di difenderlo e di quanti lo hanno applaudito.

da RB 20/05/2012 13.09

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Qui da noi in Sardegna si stila il calendario venatorio anche per la migratoria entro il 30 di giugno. Bene con quali previsioni? Con i pareri di chi? Forse del padre Celeste? Non è meglio vedere prima la consistenza degli uccelli migratori? I cacciatori a cosa servono se non vengono coinvolti nei censimenti? Speriamo che cambi

da Bonifacio 20/05/2012 11.43

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

.Dopo anni di presenza in rete , che mi ha permesso di conoscere persone talmente grandi che Lei, Sig . RB non immagina nemmeno, sono stato testimone anche di “”liti”” o discussioni anche di molto peggiori della presente ( che io considero chiusa qui ) ma mai , dico mai, ho visto o letto di accuse di criminalità e di bracconaggio da parte di chichessia a scapito di altri … soprattutto senza conoscerne la storia ,tantomeno la persona fisica . Ho chiesto immediatamente di togliere e cancellare l’incriminato scritto; ma l’ho fatto per non esacerbare gli animi delicati come il suo.. non certo per paura di qualche nostro storico nemico che avrebbe difficoltà lui stesso a definire una semplice passeggiata di ,ripeto , SEI minuti come un atto di bracconaggio o criminale . Senz apensare poi , al “”cambiamento di idee “ del piccolo in questione; probabilmente avrà ragione Lei Non si preoccupi Sig. RB ,cercherò , se mai ci fossero altri di episodi da raccontare alla compagnia, di stare bene attento a non creare patos negativo alla sua rispettabile Persona.( che però si firma solo con una sigla ) E, stia tranquillo , non lo faccio ,né l’ho mai pensato ,per ricevere qualche guadagno da quello che scrivo se non una semplice stretta di mano da parte di chi apprezza, ha apprezzato … apprezzerà ( ? ) Cerchi , ed è una preghiera la mia , di leggere nuovamente bene ( immagino l’abbia scaricato ) sia l’elementare racconto , sia i post di persone che mi conoscono personalmente ed hanno avuto l’intelligenza di risponderle .A loro sono grato, percche la mia intenzione era quella di lasciar perdere , ma così si tira la corda e quando si rompe… educazione sempre, quello sì ! Certo fa male, lo dovrebbe capire, sentirsi dare impunemente del bracconiere piuttosto che del criminale, ( ora anche imbecille ) da un presunto ( ? ) collega cacciatore ; che non riesce a guardare una spanna oltre alla stanghetta degli occhiali . Cordialità Stella Renzo

da renzo 20/05/2012 10.44

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Gentile Sig RB , anche sé è un eufemismo esprimersi con questi aggettivi indirizzati ad una semplice e incognita sigla . Come vede , o avrà già notato da tempo il sottoscritto si firma con nome ,cognome, persino fotografia. Certamente con questo non voglio dire che per una semplice identità non nascosta possa celarsi il sapere o l’integerrimo comportamento nella società. Dio me ne guardi. Resto dell’idea che - chi è senza peccato scagli la prima pietra – e guardi , non l’ho detto io , ma per chi crede, qualcuno molto ,ma molto più importante di tutti noi . Però, non divaghiamo, mi rivolgo a Lei Sig. RB per esprimerle gratitudine. Sì, ha capito benissimo, : gratitudine. E per almeno due motivi; il primo è quello che mi ha fatto accorgere che per certe persone si deve parlare ( o scrivere ) molto chiaro per non essere fraintesi , nello specifico omettere che --l’azione criminale di bracconaggio, aggiungendo per ultimo l’epiteto di imbecille , – ,come Lei l’ha definita senza mezzi termini, sia stata compiuta in soli sei minuti e con cane tenuto SEMPRE al guinzaglio è stato il primo degli errori,; forse con il particolare della coercizione della corda al collo del cane, tale gesto sarebbe stato molto meno cruento ai suoi saggi occhi . Non appartengo a quella cerchia ,PER FORTUNA RIDOTTISSIMA CHE SCORAZZA IMPUNEMENTE CON IL CANE NEI BOSCHI ….. La seconda motivazione è forse più importante della prima e non ammette omissioni di sorta : rispondere a certe offese gratuite, anche se velate tra le parole e non indirizzate a nome diretto, presuppone una calma e una sorta di capacità a usare parole comprensibili e mai offensive ,per non cadere nello stesso errore dell’interlocutore, scendendo così in basso da non poterne più risalire .

da Renzo 20/05/2012 10.29

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Sig. Ezio noi sappiamo perfettamente come muoverci se vogliamo far sgambare i nostri ausiliari come sappiamo dove portarli per non arrecare danno alla fauna nidificante ciò nonostante, la legge ci vieta in questi periodi di far scorrazzare i cani in ogni dove. Per contro, gli imbecilli di turno fanno l’esatto contrario, voi perché sono portati ad additare e colpevolizzare i nostri gesti piuttosto che rispettare loro la legge, vuoi l’ignoranza che li pervade, voi la complicità degli addetti a far rispettare la legge, dediti a fare la caccia a noi e non a chi veramente procura danni. Nonostante li si veda a spasso per boschi e prati incuranti dei danni che arrecano facendo scorrazzare i loro animali d’affezione in ogni dove, questi sig. addetti ai lavori si girano dall’altra parte e ritornano da dove sono venuti. A chiusura, sa quale sarebbe il fantoziano esito se mai qualcuno di questi imbecilli cadesse nelle rete della giustizia? Mi sento rimbombare nelle orecchie già la risposta di giustificazione: Ma come, ho letto su Internet che lo fanno i cacciatori non posso farlo io? Buona giornata Sig Ezio e mi saluti l’irreprensibile amico cacciatore

da RB 20/05/2012 8.50

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Sig Ezio lei è una persona che rientra nella cerchia (per la verità non molto nutrita) delle persone assennate di questo portale, l’ultimo mio pensiero è quello di contestarlo aprioristicamente. Quello che lei ha scritto non è criticabile in negativo ma se mi permette nemmeno in positivo. Al di la della conclamata faziosità dei nostri “amabili amici” resta comunque: un’infrazione alla legge, la non necessità di rendere il gesto di pubblico dominio, la superficialità con cui è stato eseguito e scritto, la compiacenza di alcuni, vuoi perché si conosce il soggetto e lo si garantisce, voi per spirito di corpo, vuoi per simpatia personale ecc.ecc. Se ai nostri occhi appare un nobile gesto perchè abbiamo un maledetto bisogno di far capire alla gente che non siamo dei mostri , resta comunque un inutile gesto a meno che non abbia adottato (come si dice dalla nostre parti) vacca e vitello e li segue nel loro cammino. Cosa voglio dire in sostanza: che il bimbo è troppo piccolo e ha davanti a se tutto il tempo per essere indottrinato e portato ad odiarci, la signora in questione è indotta forse (mi passi il forse) a rivedere la sua posizione ma, a fronte di questo si ravvede immediatamente quando dovesse scoprire che il gesto di un cacciatore è stato compiuto contro la legge. A lei le obbiettive conclusioni.

da RB 20/05/2012 8.49

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

questi sg. fanno parte della peggior specie umana, come daltronde tutta la politica senza escludere nessuno, questa ne è la prova per quanto vigliacchi essi sono. BISOGNEREBBE PENSARE COME DICIAMO DALLE NOSTRE PARTI PENSIAMOLA ALLA CRAPRARA é FACCIAMO TUTTI DI TESTA NOSTRA: UN SALUTO:

da GINO LECCESE 19/05/2012 21.30

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

La sostenibilità della caccia italiana è dunque nella migliore delle ipotesi de facto «sospesa», e lo è almeno fino a quando gli strumenti di registrazione, trasmissione, analisi e valutazione dei dati non saranno realmente operativi. Si tratta evidentemente di un’inadempienza clamorosa (non l’unica ma forse la più generale e per questo la più grave) che richiede iniziative che appaiono ormai improcrastinabili.COME SI FA A SCRIVERE UNA STRONZATA COSI' GROSSA DOPO AVER PUBBLICATO QUELL'ALTRA L'ALTRO GIORNO?A CHI VOGLIONO FREGARE?BASTA NON SE NE PUO' PIU'

da Federico 19/05/2012 19.37

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

favorevole. Tale decisivo tema viene richiamato dalla Guida della Commissione europea, in particolare alla Figura 10 («Specie cacciabili aventi uno stato di conservazione insoddisfacente»), dove si assume lo schema di classificazione SPEC e si elencano alcune delle specie cacciabili aventi stato di conservazione non favorevole, per le quali, afferma la Guida, la caccia non deve essere autorizzata, a meno che la specie non sia parte di un piano conservazione adeguato che riguardi anche la tutela dei relativi habitat («nel caso di una specie in declino la caccia non può per definizione essere sostenibile, a meno che non faccia parte di un piano di gestione adeguato che preveda anche la conservazione degli habitat e altre misure in grado di rallentare e di invertire la tendenza al declino», Guida, Paragrafo 2.2.25). Tra le specie menzionate dalla Figura 10 (tutte cacciabili in Italia) segnaliamo la Canapiglia, il Codone, l’Alzavola, la Quaglia, il Frullino, la Beccaccia, l’Allodola, la Tortora, il Moriglione, il Beccaccino, la Pavoncella, il Combattente. Per nessuna di queste specie risulta attivo, in Italia, un adeguato piano di gestione. Il che, anche a norma di legge, dovrà comportare la sospensione della cacciabilità di tali specie, per la cui richiesta LIPU e altri hanno già scritto alle regioni italiane e alle amministrazioni centrali. Un ultima nota vorremmo dedicarla al tema della sostenibilità generale del prelievo venatorio in Italia. Tanto la direttiva Uccelli quanto la legge nazionale 157/92 prevedono che l’attività venatoria possa esercitarsi solo a patto di non contrastare con la conservazione della natura. In ciò sostanzialmente consiste il concetto di «sostenibilità», che ha come precondizione logica la misurazione dell’attività venatoria. Un aspetto che in Italia risulta completamente inevaso, col risultato che oggi non è dato sapere cosa, quanto e come si caccia in concreto in Italia. La sostenibilità della caccia itali

da Federico 19/05/2012 19.30

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Quanto al tema specifico del lavoro LIPU, ci preme evidenziare che la cattiva agricoltura gioca senz’altro un ruolo significativo nella diminuzione delle specie legate a questa tipologia di paesaggio. Alle specie legate al paesaggio agricolo appartiene comunque soltanto una delle specie cacciabili risultate in crescita (la Quaglia), laddove le altre risultano o più boschive o generaliste (Gazza, ghiandaia, Cornacchia grigia), e dunque, in questo secondo caso, tali da adattarsi a (e probabilmente trarre vantaggio da) un ambiente banalizzato, come spesso risulta essere quello agricolo nella fascia planiziale. Il punto da sottolineare, tuttavia, è che se varie specie di uccelli risultano in calo pur senza essere oggetto di caccia, è logico pensare che un’ulteriore forma di pressione, quale quella rappresentata dall’attività venatoria, costituirebbe senza dubbio un aggravio del già sfavorevole status di conservazione, come indirettamente affermato dalla Guida interpretativa della Commissione europea al paragrafo 2.4.20, secondo cui «Una popolazione sottoposta a prelievo venatorio, anche se stabile e cacciata in modo sostenibile, si manterrà inevitabilmente ad un livello inferiore rispetto ad una popolazione in condizioni simili ma non soggetta a caccia». D’altro canto, riguardo alle specie il cui declino non è determinato direttamente (e addirittura nemmeno indirettamente) dall’attività venatoria, la stessa Guida ci ricorda come sia preferibile «non autorizzare la caccia a tali specie o popolazioni», anche se, per l’appunto, «la caccia non è la causa dello stato di conservazione insoddisfacente né vi contribuisce». Soprattutto, va affermato con chiarezza che, contrariamente a quanto si coglie dal titolo con cui è stato rubricato l’articolo, le specie cacciabili in Italia non godono di buona salute. Sono infatti 19 le specie cacciabili in Italia classificate come SPEC (14 Spec 3, 5 Spec 2), e dunque versanti in stato di conservazione non fa

da Federico 19/05/2012 19.28

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

ROMA - Con riferimento all’articolo da Loro pubblicato nei giorni scorsi sul rapporto «Uccelli comuni in Italia», la LIPU intende precisare quanto segue. Il lavoro in questione traccia un quadro conoscitivo dei trend delle popolazioni di specie comuni nidificanti in Italia nel periodo 2000-2010. Occupandosi delle sole popolazioni nidificanti, il rapporto non ha a che fare, come invece da Loro affermato, con «la gestione faunistica della caccia programmata», vale a dire con il rapporto tra l’attività venatoria e lo stato di conservazione degli uccelli, in particolare quelli appartenenti alle specie cacciabili. Ciò, soprattutto considerando che l’attività venatoria si esercita in larghissima maggioranza sulle popolazioni migratorie delle specie cacciabili, che non sono oggetto dello studio. Come è infatti noto, la caccia a specie come Allodola, Cesena, Colombaccio, Merlo, Quaglia, Tordo bottaccio e Tortora selvatica, si effettua in Italia, a partire dalla terza domenica di settembre, su popolazioni di preferenza provenienti dal nord-est d'Europa, le cui caratteristiche peraltro non sempre sono conosciute a sufficienza. La stessa caccia allo Storno (in Italia esercitata solo in deroga ai sensi dell’articolo 9 della direttiva Uccelli) impatta principalmente su popolazioni provenienti, nei mesi di autunno e inverno, dai Paesi del nord Europa, le quali non tutte risultano in aumento e anzi, in diversi Paesi europei, registrano un vistoso calo della specie, attualmente classificata come Spec 3 (ossia «specie non concentrata in Europa con status di conservazione sfavorevole», laddove con Spec 2 si intende «specie concentrate in Europa e con status di conservazione sfavorevole»). A ciò andrebbe anche aggiunto il problema della presenza dello Storno nero in Sardegna e Sicilia, su cui sarebbe utile una riflessione. Quanto al tema specifico del lavoro LIPU, ci preme evidenziare che la cattiva agricoltura gioca senz’altro un ruolo significativo

da Federico 19/05/2012 19.26

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

per marco dimenticavo la LIPU e un'associazione animalista di parte quindi era normale che smentisse quello che ha detto per paura di reintroduzione di qualche specie,se l'hai letto ma come fanno a dire certe cose?e poi dopo questo comunicato se lo confronti con l'ispra dice cose che non stanno nel cielo,alla fine quello che dicono non conta niente visto che è un'associazione di parte,e come noi cacciatori chiediamo e non ci danno mai niente tanti saluti

da Federico 19/05/2012 19.23

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

cosa vuoi dire Marco?tanto tutti gli anni vengono fuori con qualcosa,non gli va mai bene niente è inutile non ha validita' prima dicono una cosa poi un altra cosa,cosa c'è di vero?tanto ognuno tira l'acqua al suo mulino meglio lasciar stare tutto comè saluti

da Federico 19/05/2012 19.13

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Volevo informarvi che il rapporto citato è stato smentito ufficialmente dalla Presidenza LIPU, attraverso comunicato ufficiale,ed anche tramite lettera recapitata anche alla Direzione di Bighunter. Lettera mai pubblicizzata tra i cacciatori che leggono questo sito. Credevo fosse doverosa la limpidezza di notizie anche per BIGHUNTER. Peccato, la faziosità ha colpito ancora. Distinti Saluti. Marco Beato

da Marco Beato - Venezia. 19/05/2012 18.52

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

per nigno ho visto prima dicono delle cose poi dopo essersi accorti che con quello che anno scritto si potrebbero rimettere qualche specie nel calendario anno subito scritto altre stronzate per far si che rimanga tutto come' come prima dicono che sono in aumento poi due giorni dopo dicono che 19 specie cacciabili non godono di ottima salute?ma io dico che non capiscono a chi vogliono fregare?basta con questa gente falsa negli altri stati cacciano tordi fino al 20 febbraio e non solo in inghilterra cacciano il colombaccio tutto l'anno ecc. ecc.ma non siamo tutti in europa?ma in un momento di crisi del genere dove non ci sono neanche i soldi per mangiare ma per piacere basta

da Federico 19/05/2012 18.21

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Ma avete visto dopo qualche giorno la lipu in risposta ha scritto l'opposto ecco il link http://www.lipu.it/news/no.asp?1370

da NIGNO 19/05/2012 12.59

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

INTERROGATO IL MORTO... NON RISPONDE

da gianbottaccio 19/05/2012 9.48

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Forsa associazioni vnatorie, un po di soldi nostri li avente in tasca, allora spendeteli pubblicando sui media questo rapporto (RAI, Mediaset, Giornali di grande rilievo pubblico!)

da L.B. 18/05/2012 15.46

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Caro Fabry, le nostre aa.vv. quando gli hai pagato la tessera, hanno chiuso la porta per te/noi. Lo dobbiamo capire questo, che sta avvenendo da anni. Dobbiamo escluderle come i politici, dobbiamo fare piazza pulita e fare le tessere da altre parti, private, o altre aa.vv. che magari non vengono ascoltate e nemmeno chiamate ai tavoli delle decisioni.

da CLAUDIO 18/05/2012 8.36

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

I nostri nemici han dimostrato da tempo che non hanno bisogno di nessun assist da parte nostra per poterci meglio insultare, denigrare e/o minacciare come meglio credono e senza alcun timore di incorrere nel benchè minimo strale. Che poi possano strumentalizzare il giretto che si fa uno di noi con il suo cane, può essere ma lo stesso possono fare pensando alle formiche che schiacciamo andando in giro per i boschi, o quanto facciamo soffrire i nostri 4 zampe portandoli in giro nella tremenda natura selvaggia e così via, all'infinito, secondo chi ha più fantasia. Rimane il fatto, almeno per il sottoscritto, che di cosa fanno e dicono "loro" di noi non me ne può fregà de meno! Mi importa moltissimo invece di che cosa facciamo e diciamo noi per noi e chi ci rappresenta ad alti ...ed altissimi livelli. Questo si. La caccia alle streghe comunque non è nel mio dna. Come cacciatore la sto subendo da troppi anni per non comprendere che cos'è ed il male che può fare. Però, alla fine della fiera e soprattutto proprio a chi ne è il fautore.

da Ezio 17/05/2012 20.44

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Sig Brozzi alias jagher1 beato lei che è in grato di garantire per gli altri. Pensi, io non sono in grado di garantire nemmeno me stesso. Sa perchè ? perché nella mia breve esistenza (quasi settantenne ) nella quasi totalità delle volte specialmente quelle di cronaca anche forti ho assistito a scene del tipo: era una persona a modo , amava la famiglia , la moglie , i bambini, avevamo degli ottimi rapporti di vicinato, mai avrei pensato arrivasse a tanto e via di queste sviolinate risultato? un efferato criminale . Un po’ come definirsi grande cacciatore, personalmente con i miei 48 anni di militanza mi definisco scolaretto alla prima elementare. Con questa mia visone vivrò bene? male? sarò ottimista ? pessimista? Io mi definisco razionale. Torniamo all’argomento. La sua interpretazione anche se contrapposta ha la stessa valenza della mia, con una piccola differenza, che la sua ancora deve garantire il risultato che si è prefissato il buon samaritano, la mia invece mette in evidenza che il risultato è o potrebbe essere immediato perché di sicuro entrerà negli annali dei nostri “amabili amici” notoriamente cacciatori inventori di scoop pronti a cogliere il che ben minimo spunto. Servigliene anche noi, per come la vedo io non è il massimo delle libidine. Sempre e comunque opinabile la mia visione . Cordialità

da RB 17/05/2012 17.21

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Per la verità, in questo caso, non ce ne sarebbe nemmeno bisogno, dato che questi risultati sono o comunque saranno diffusi da organi di comunicazione ben più importanti (e più capaci in quanto a spesa) dei nostri. E a volte, basta il passaparola, cosa che ognuno di noi, nel suo piccolo può fare. Guardate, che se ci crediamo, funziona! facciamolo, dunque.

da Ghigo 17/05/2012 15.50

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Per la verità, in questo caso, non ce ne sarebbe nemmeno bisogno, dato che questi risultati sono o comunque saranno diffusi da organi di comunicazione ben più importanti (e più capaci in quanto a spesa) dei nostri. E a volte, basta il passaparola, cosa che ognuno di noi, nel suo piccolo può fare. Guardate, che se ci crediamo, funziona! facciamolo, dunque.

da Ghigo 17/05/2012 15.50

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

MA LE NOSTRE ASSOCIAZIONI VENATORIE, NON SONO CAPACI DI COMPRARE UNA PAGINA DI QUOTIDIANO PER DIVULGARE QUESTE NOTIZIE ???????????????

da FABRY 17/05/2012 11.42

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

La saggezza latina non tramonterà mai:"in nomen .....";sigla perfetta per l'associazione Lega ITALIANA protezione...ecc...;proprio perchè in Italia le botti sono quasi tutte vuote e se ne è raschiato il fondo,ormai;i cerchi,a dispetto della scienza perfetta,sono stati fatti quadrare da tempo,ergo,il cerchiobottismo deve trovare nuovi obiettivi!

da pietro 2 17/05/2012 7.57

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Sono delle dichiarazioni che non fanno altro che confermare ciò che da anni i cacciatori vanno dicendo. Io che rappresento 11.000 cacciatori sono pronto a collaborare con chiunque voglia denunciare e combattere chi attenta e specula con falsità la nostra categoria. Resta inteso che la LIPU con questa sua dichiarazione non va lasciata sola, combattiamo insieme gli inquinatori....

da Bonifacio 16/05/2012 19.17

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

non so chi ha finanziato la ricerca ma qualcosa non mi torna, non sono un ricercatore ma dalla mia personalissima esperienza mi sembrano dati poco reali, ortolani 35 anni di osservazione sul campo, avvistato un esemplare 25 anni fa circa mai rivisto, sterpazzola stessa cosa, tante altre specie rare o rarissime tutte specie protette ormai non insidiate dalla caccia ma........

da cattani stefano 16/05/2012 17.05

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Ciao, sono jagher1 da sempre, e comunque Marco Brozzi per x chi non si ricorda.... la mia richiesta era non tantoper il sito, quanto per sapere se avevo capito il racconto giusto..... Ho avuto modo di conoscere Il signore del racconto personalmente, ti posso assicurare che è tutto fuorchè un bracconiere..... il racconto in questione.... forse visto da un lato potrebbe anche essere al limite della legge... o se lei preferisce dl bracconaggio..... visto da un altro lato.... potrebbe anche leggersi.... di avvicinare al nostro mondo un bambino con mamma anticaccia...... sono modi di leggere diversi.... ma credo che il bello si propio li... Non penso veramente che un episodio del genere possa far entrare in cattiva luce il mondo venatorio..... se fossero questi i problemi..... io se ci fa caso rispondo e scrivo sempre meno nei vari blog.... proprio per evitare inutili polemiche.... Scusi s l'ho disturbata..... e non si preoccupi ho solo questo link...... :-)

da jagher1 16/05/2012 7.26

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Sig. jagher1 se lei non rientra nella rosa dei tanti che si avvalgano di nike di comodo a seconda delle circostanze e del luogo ed è il vero autentico jagher, le basti sapere che non riguarda la sua persona. La persona in oggetto si firma abitualmente con altro nike indipendentemente da dove posta. Non so se la sua richiesta di precisazione riguarda chi o cosa, nel dubbio le rispondo scindendo gli argomenti. Caduta in basso, a valutare obbiettivamente mi sembra siano rimasti una decina di commentatori abitudinari che si applaudono tra di loro e qualche altro del “mordi e fuggi” peccato perché era così ben frequentato e nutrito di personaggi, anche di un certo valore. Passando al seconda parte, mi sembra di aver inquadrato il soggetto come una persona che in ogni commento ed in particolam modo su episodi di bracconaggio siano gravi o futili, di comportamenti al limite della legge, della decenza, dell’etica ecc.. ecc.. sputa sentenze a desta e a manca, fa il moralista intransigente a tempo pieno, non usa espressioni in termini violenti verso i trasgressori ma solo per timore di essere preso per violento perché mettere a repentaglio il PDA, poi lui stresso si presta ad azioni di bracconaggio anche se non gravi ma classificati in egual misura dalla legge. Che dire, come classificare questo genere di persone, se non : ne faremmo volentieri a meno nella nostra comunità!!! Cordialità

da RB 15/05/2012 19.36

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

@ RB..... scusa potri avere maggiori info su queste tue dichiarazioni????? Sarà fuori tema? Mica tanto!!!!!! Stavo leggendo in un altro portale (scaduto inesorabilmente moltoooo in basso) una storia tra, il patetico, il fantasioso, perché no demagogico e farcito anche con una forte carica di simulazione tipica degli “scrivani” (vigolette ironiche) e sceneggiatori di film cassetta

da jagher1 15/05/2012 13.54

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

tanto ci pensa l'ispra a dare i suoi dati negativi.

da skippy 15/05/2012 12.14

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Il progetto MITO2000 si basa esclusivamente su specie NIDIFICANTI in Italia,utilizzano gli uccelli come sistema di monitoraggio sul impatto agricolo che puo' avere sugli stessi.La tortora e' data nel Rapporto, in costante aumento,la pressione venatoria della tortora come eventuale fattore negativo e' riferito ai quartieri svernanti in Africa,e' ovvio questo, in Italia e' nidificante, la pressione che subisce in Italia con la caccia e' realtiva all'1% della popolazione, riferita alla seconda covata.Lo studio e la relazione di cui sopra e' un progetto ministero agricoltura e lipu proprio sull'impatto dell'agricoltura moderna sugli uccelli,la caccia in questo rapporto MITO2000 non c'entra nulla. Pero' conferma che non e' ASSOLUTAMENTE una concausa....

da Alessandro Cannas 15/05/2012 11.21

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Mettere in piazza la propria stirpe e da persona coraggiosa. Fa comprendere appieno da dove prende corpo la sua dinastia, che non è figlio di N.N e in grado di perpetuare e potenziare (forse) il suo fetido blasone gli conferisce certamente lo status di eccellenza.

da RB 15/05/2012 2.44

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

max 60...no mac 60.

da max 60 15/05/2012 0.35

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

scusate,ma ancora vi relazionate con codesto individuo....non capite che se anche gli uccelli cacciabili fossero un miliardo non gli può fregar di meno.quello che interessa loro è che tu non spari,cioè non uccidi.se poi gli animali moriranno per qualunque causa,esempio,veleni,virus,etc non gli importa una emerita sega.se interessava veramente proteggere la natura,non vivevamo in questo schifo di ambiente.

da mac 60 15/05/2012 0.33

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

2 ore che non commenta.... ecco, me lo avete offeso, mi sa che con voi non ci vuole piu' parlare. Oddio oddio, e se fosse morto? Noooooo, non fare scherzi............dai non fare il permaloso e dacci un segnale della tua presenza...... ti amo.....

da nicola la spezia 14/05/2012 22.57

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

se non ci fosse la caccia si vedrebbero solo nocivi ma i dati saltano fuori w la caccia

da zip 14/05/2012 22.56

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

e allora caro R-M-72 mi sai dire perchè le specie cacciabili sono in crescita e alcune specie nn cacciabili sono in calo se come dici tu è colpa della "PRESSIONE VENATORIA" me lo sai spiegare. e comunque ti volevo dire che nn si offendono le persone come noi cacciatori si discute e si chiarisce sono rimasto molto male per come ci hai trattato a nome di tuuti noi cacciatori perchè siamo fieri di esserlo e la porteremo avanti con tutte le nstre forze fino alla fine

da cacciatore 95 14/05/2012 22.00

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Rosario Rosario, se non ci fossi bisognerebbe venirti a cercare. Mi piaci nei modi e nei metodi, sono sicuro che senza di te nulla sarebbe come prima. Sai che domenica mentre sparavo al quarto fagiano pensavo a te ..... se non lo prendevo di seconda canna, sarebbe volato via, invece mi hai dato la forza per prenderlo, grazie...... ti amo......

da nicola la spezia 14/05/2012 21.32

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Le faccio semplicemente notare che il suo modo di rapportarsi non è sinonimo di civiltà quindi prima di giudicare gli altri provi a capire se lei ce le ha queste capacità.

da Steven 14/05/2012 21.31

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Siccome c'è sempre CHI provvede a rompere le scatole, il garbo con VOIALTRI l'ho ormai ABOLITO! Mi dispiace per coloro i quali non c'entrano nulla e avrebbero, comunque, capacità di rapportarsi civilmente.

da R_M_72 14/05/2012 21.06

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

R_M_72 come sempre ha dei modi garbati di esporsi indipendentemente dall' argomento trattato cercando sempre il modo peggiore di offendere chi ha idee diverse dalle sue, una valeriana non le farebbe male se si agita sempre così.

da Steven 14/05/2012 21.01

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

E vai per la tortora: "A livello europeo, la causa principale di minaccia per la specie è identificata nella banalizzazione degli ambienti agricoli: perdita di frammenti boschivi anche di piccole dimensioni, diminuzione degli incolti e dei pascoli. Inoltre, possono contribuire al suo declino,minacce presenti nei quartieri africani di svernamento e la PRESSIONE VENATORIA".

da R_M_72 14/05/2012 20.28

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Ma siamo sicuri che questo è un rapporto della Lipu ? Come facciamo a sapere l'originalità del rapporto. Qualcuno lo può verificare ? Cordialità

da jamesin 14/05/2012 20.14

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Intelligenti e cari amici cacciatori,evitate di dare corda a chi sapete, ignoratelo,sparirà da solo ovvero schiatterà di rabbia.

da gianbottaccio 14/05/2012 19.21

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Oggi il parassita è piu' nervoso del solito, ma rimane un essere da tenerci ben stretto, finche' esistono questi decelebrati, possiamo dormire sogni tranquilli.......un po' meno dormiranno tranquilli i genitori di quei poveri bimbi che ogni mattina li affidano a questo essere che di umano forse a solo le sembianze......comunque, grazie di esistere...... ti amo......

da nicola la spezia 14/05/2012 19.17

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Specie cacciabili in ottima salute.Allora come ca@@o si spiega che è la caccia a morire?

da trinità 14/05/2012 17.50

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Sarà fuori tema? Mica tanto!!!!!! Stavo leggendo in un altro portale (scaduto inesorabilmente moltoooo in basso) una storia tra, il patetico, il fantasioso, perché no demagogico e farcito anche con una forte carica di simulazione tipica degli “scrivani” (vigolette ironiche) e sceneggiatori di film cassetta. Si tratta di una storia “vissuta” almeno così viene descritta in zona semiurbana dal sapore di puro bracconaggio che ha tanto entusiasmato i personaggi in oggetto quanto i commentatori su di un’avventura che di sicuro questa si perché pubblicamente confessata porta ancora ad esaltare gli integerrimi comportamenti di alcuni cacciatori dando ancora l’opportunità a nostri nemici naturali di romanzarci sopra. Sono queste vicenda con cui si fanno scudo i nostri “amabili amici di sempre” e non i battibecchi tra VERI Cacciatori che cercano di salvaguardare questa nobile disciplina dalle grinfie di vere e proprie Arpie sia animaliste che venatorie ad aprire le porte alla critica oltranzista. Va tutto bene madama la marchesa l’essenziale e ricevere le personali lodi di buon scrivano per fare la ruota come il Pavone e non prendere in considerazione il male che si procura all’intera categoria con questi atteggiamenti, comportamenti e rivelazioni.

da RB 14/05/2012 16.38

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

....mah, per il momento me ne vado a pesca, a mare, finchè non si inventano qualche cazzata anche lì.

da Carlo 14/05/2012 16.03

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

...sarebbe necessario incrociare i dati LIPU con gli studi ISPRA. Mi domando se siano convergenti, allora che senso avrebbe la riduzione di certi calendari? Diversamente, fossero divergenti, ci sarebbe da chiedersi chi avrebbe sbagliato, ma sopratutto perché?!! Ora se fosse la LIPU ad aver sbagliato non è certo da credere, sbagliare e in più darsi la zappa sui piedi? non avrebbe senso. Allora rimarrebbe una sola responsabile, l' ISPRA e se così fosse bisognerebbe dargli addosso finché il ferro è caldo. Immaginate lo scandalo, si potrebbe forse imbastire una class action con richieste danni! roba da PCA...

da Fromboliere 14/05/2012 15.29

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Questo sarebbe da farlo sapere a tutti mediante i media, se le AAVv portassero un documento del genere a conoscenza della gente molti capirebbero le grandissime idiozie dette dagli anticaccia che ci rendono responsabili di immani stermini, ma il problema stà proprio lì , chi tutela la caccia e i cacciatori?

da Alvanto Ass. Cacciatori Genzano di Roma 14/05/2012 14.40

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Ma come fanno ad essere cosi` a doppia faccia? Non commento sulle specie perche`noi lo sappiamo benissimo come stanno di salute,sarebbero ancora piu`in salute se abbandonassero quella stupida battaglia che stanno conducendo contro di noi e si alleassero davvero per combattere chi davvero distruggendo e avvelenando l'ambiente hanno sulla coscienza il depauperamento di alcune specie.

da colombaccio51 14/05/2012 14.38

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

E anche la coldiretti, tanto intenta a non sbilanciarsi e sempre pronta a prendere le distanze dalla caccia, quando le conviene, naturalmente, cosa ne pensa? Per non divulgare certe notizie, sara' mica pronta a accentrare il problema ben lontano da campi e campagne?

da nicola la spezia 14/05/2012 14.28

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Alcuni personaggi e sigle da DISCARICA si stanno rimangiando quello che da più di venti anni è il loro becero cianciare. Hanno capito che il grosso del popolo italiano, comincia ad essere informato seriamente prendendo coscienza di quello che rappresentano certe associazioni da baraccone e gli voltano le spalle. Ancora una volta questi decaduti Boiardi con il loro falso ambientalismo hanno dimostrato di essere all’ultimo gradino della conoscenza ambientale e tentano di parsi il cxxo con uscite al limite dell’idiozia. Puntano il dito sull’agricoltura intensiva con lo loro sozzerie, alla cementificazione selvaggia, alla scomparsa della biodiversità, sino ad arrivare all’ammissione del buon andamento complessivo che si riscontra sulla selvaggina oggetto di caccia e non, quando è almeno mezzo secolo che i cacciatori rilevano di queste inaccettabili situazioni compresa la moria di uccelli non certo imputabili all’azioni di caccia anche se a loro dire da sempre selvaggia. Dopo aver costatato che nonostante i loro sforzi sono riusciti a condizionare la parte più sottosviluppata del popolo italico, cercano in tutti i modi di riacquistare la verginità al pari di certe compagini venatorie perché si stanno rendendo conto che questo diabolico strumento sta entrando nelle case al pari dell’aspirapovere e le loro menzogne sono arrivate al capolinea. Risalire la china e essere credibili per certi soggetti sarà un’impresa ardua ma, con un poco di buona volontà, reciproco rispetto, e collaborazione ci si può provare non foss’altro per rispettare questo pianeta che amorevolmente ci ospita al di la dell’azione caccia che è parte integrante e non scindibile dal sistema Pianeta Terra.

da RB 14/05/2012 14.27

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

E c'era bisogno che ce lo dicesse la LIPU? Basta frequentare un pò boschi e campagne per rendersene conto!! Solo che gli animalari nei boschi e nelle campagne non ci vanno!! Sono tutti intenti a incipriare i loro cani e gatti nel salotto buono!!! Questi dati perchè non vengono divulgati a livello Nazionale??? Striscia la Notizia ... queste cose non ti interessano vero??? Non portano soldi ...

da Leonardo - Fi 14/05/2012 13.33

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Aspettiamo a cantare vittoria, tra un po' arrivera' Rosario a darci l'esatta versione dei fatti e da quello potremmo realmente stabilire che anche gli IDIOTI sono in buona salute......e lui che ne è il capo sapra' ancora una volta illuminarci nella massima esponenziabilità.... dai RO facci la grazia......

da nicola la spezia 14/05/2012 13.01

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Caro Adamo da Foggia, le tortore calano o crescono indipendentemente dal fatto che si caccino o meno (qui ne prendiamo qualcuna i primi di settembre quando il grosso è già andato) perchè ormai l'hanno capito anche i sassi che la caccia in Italia incide forse per lo 0,01% sull'andamento delle popolazioni degli uccelli. Per questo da ancora più fastidio l'enorme massa di balle che raccontano gli animalari della domenica, molto spesso amplificata dagli organi di disinformazione. Ciao.

da flavioB 14/05/2012 12.18

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Nell'elenco vi siete scordati il FRINGUELLO +16% !!

da flavioB 14/05/2012 11.46

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Per rispondere a Greg,il rapporto Lipu prende in considerazione le specie nidificanti in Italia, riguardo l'allodola si fà presente che esiste uno specifico piano di gestione Europeo della specie; tale piano indica agli stati di membri di prestare particolare attenzione al ripristino degli habitat ed all'utilizzo di sistemi agricoli compatibili(cuase principali di declino della specie); per quanto riguarda l'attivita' venatoria tale piano indica agli stati di membri di predisporre carnieri giornalieri e annuali massimi e non fa' riferimento al divirto di caccia, questo perchè l'allodola risulta in diminuzione nei paesi occidentali (le cause sono state esposte sopra), ma non nei contingenti chiave Russi e dell'Europa dell'est, contingenti su cui si concentra il prelievo venatorio. Un saluto.

da EMY 74 14/05/2012 11.31

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Già che ci siete avvertite anche Zanoni, mi sa tanto che vista la sua ignoranza in materia ne avrà tanto bisogno. Baghy

da Baghy 14/05/2012 10.57

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Copiate ed incollate ed in fine mandate al signor Stefàno, lac , wwf , etc etc etc, tutte associazioni e gente che ci accusa della distruzione della caccia, leggevo con curiosità l'incremento delle tortore ( africane ) ma come volete che siano in calo se sono anni che non ci permettete di prelevarle? Mandate tutta la pappardella a chi deve decidere le sorti del calendario venatorio 2012 - 2013 , solo le prove quelle certificate possono darci una speranza. aavv svegliatevi..!!

da Adamo - Foggia 14/05/2012 10.54

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

leggetevi l'allodola

da greg 14/05/2012 10.15

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

"Il paradosso è che in calo troviamo alcune specie di uccelli agricoli che sono ormai da decenni protetti"........ Non è un paradosso ma la semplice dimostrazione che è l'habitat a fare la differenza, quasi esclusivamente quello!! Forse l'ho già scritto qualche volta, nè???!!!

da Ezio 14/05/2012 10.05

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

la natura si rigenera sempre e l umo ke la distugge ma nn kon la caccia ma kon pesticidi e inkuinamento vario kuello si ke distrugge veramente torniamo kome 40 o 50 anni fà ame sta bene tutta sta tecnologia nn mi serve a un cazzo prima si viveva anke senza o sbaglio e mi sa anke meglio!!!!!!!!!!

da urika 14/05/2012 9.33

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Sbandierare ideologie anticaccia è sempre stato il pretesto per distogliere la gente da problemi ben piu' seri, lo sappiamo noi, lo sanno loro e lo sanno anche i politicanti da strapazzo che riempiono il nostro ex bel paese. Ci sono enti e associazioni non remunerate che riescono a fare questi studi, mentre noi dobbiamo attenerci a quei PORCI INFAMI dell' ISPRA che non sanno fare un cerchio nemmeno con l'occhio del CULO.

da nicola la spezia 14/05/2012 9.16

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

Si, ma questi dati andrebbero divulgati,in modo continuo, dalle nostre associazioni..nooo???

da NASO 14/05/2012 9.08

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

E' risaputo che gli animalisti estremisti non tengono assolutamente conto della realtà scentificamente provata: a loro basta inveire contro noi caciatori e diffondere notizie di rara falsità. Nient'altro.

da Arrabbiato 60 14/05/2012 9.02

Re:Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute

questo dimostra che l' allarmismo contro l' attivita' venatoria e' un allarmismo con due buone spanne di pelo sullo stomaco.

da Fabrizio 14/05/2012 8.50