Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | Foto | I Video | Sondaggi | Quiz | Forum | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Downloads | Fresco di Stampa | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
BANA. MIGRATORISTA PER...TRADIZIONECRETTI. LA CACCIA E' SEMPRE DOMANIHUNTER FOREVERSORRENTI: GUARDARE AVANTI CON OTTIMISMOFiere degli uccelli: ecco dove sbagliano gli animalistiAmici ambientalisti chiedete la chiusura della caccia e fatela finita!ETTORE ZANON. EUROPA EUROPA!INCENDI E SICCITA'. FACCIAMO CHIAREZZAMASSIMO MARRACCI. ATTENTI AI BISTICCIL'ultimo beneUNA SOCIETÀ ALLA DERIVATORDO, TORDELLA, BIBÌ, BIBÒ E CAPITAN COCORICÒLibro Origini – Iscrizioni recordMERAVIGLIOSA BECCACCIASerra uno di noi. L'animalista coi baffiCacciatore o lupo cattivo?IL CINGHIALE SALVA LA CACCIABrambusconi, "che figata"ETICA O ETICHETTA?DUE CHIOSE ALLO STORICOCARTA VINCE CARTA PERDECacciatori e noL'AGNELLO E LA CICORIAPER ELISA - La dolce passione di una cacciatrice di carattereSOSTIENE LARALUPO, QUANTO CI COSTIA UN PASSO DAL PARADISO - Dopo l' ISPRA ecco l'ONCFS franceseISPRA: C'ERA UNA VOLTA IL LABORATORIO PER NON PERDERE LA TRAMONTANAC'ERA UNA VOLTA...LUPO: CHE BOCCA GRANDE CHE HAI!!!Altro che caccia. Ecco quali sono le vere infrazioni italianeTABU' LUPOFIRMAMENTO SOCIALALTRO CHE CACCIA! E' L'HABITAT CHE RISCHIA GROSSOLUPO. ATTENDIAMO LUMICHI DICE PARCHI DICE PORCHI, E... NOTERELLE SUL CANE DA CACCIACos’è la cacciaLa ri-propostaCuore di beccacciaCacciatori in Europa. Un'azienda da 16 miliardiLA GRANDE CUCINA DELLA SELVAGGINA Una bella scopertaCARI AMBIENTALISTI, NON SI COMINCIA DALLA CODAOsservatori regionali, avanti!Ungulati: una risorsa preziosaLa mia prima volta al cinghiale: onore alla 110!Il cinghiale nel mirino. Braccata e selezione: una convivenza possibileANIMALISTI. LA DEBOLEZZA DEI VIOLENTITORDI TORDISTANNO TUTTI BENEETERNA APERTURATANTE MAGICHE APERTURECI SIAMO!LA SFIDA DELLA COMUNICAZIONELA SANA DIETA DEL CACCIATORE CELESTEANCH'IO CACCIOMIGRATORIA, MA DI CHI?Biodiversità e specie opportuniste: l'esempio franceseREWILDING ECONOMY – IL PASSATO PROSSIMO VENTUROLasciate la carne ai bambiniUccellacci e uccellini, chi ce la fa e chi....CINGHIALI D'UNA VOLTADATEMI UN'APP, SOLLEVERO' L'ISPRAMONTAGNA, 22 ANNI DOPOElegia per un vecchio signoreLA GRANDE BUFALAAnimali & Co: un problema di comunicazioneLUPO O CINGHIALE?Papa Francesco: gli animali dopo l'uomoLe allodole, mia nonna e le vecchietteLa caccia e gli chefUNGULATI CHE PASSIONEPARCHI E AREE PROTETTE: ECCO LA FRANCIALe beccacce e il lupoQUESTIONE DI PROSPETTIVALa cinofilia ufficiale. Parte seconda con scusePROBLEMA LUPOBisturi facili. Cuccioli? No graziePerché ho scelto il setter inglese?Galletti fa mea culpaQuesta è la cinofilia ufficialeC'era una volta il cinghialeBracconieri di speranzeGip, amor di cacciatore. Il piccolo franceseSAVETHEHUNTERS, MATTEOTROMBONI SFIATATII sistemi elettronici di addestramentoGUANO CAPITALEIn principio era una DeaC'era una volta l'orso bianco che campava di caramelleUNA TERRA DIVERSAMEMORIE. Da regina a reginainformAZione?Iniziazione del cuccioloneUNIONE AL PALO?LA PARABOLA DI CECILCROCCHETTE VEGANEL'ecoturismo fa danniALLODOLE PER SEMPRETRUE LIESCI SIAMO?Natura. Madre o matrigna?LA CACCIA, PROTAGONISTA INCONFESSATA DI EXPOUN’APERTURA DA FAVOLAI cuccioli di oggiMACCHE' PREAPERTURACACCIA, PROVE E VARIA UMANITA'Emergenza cinghiali ovvero: la sagra delle chiacchiereFORMAZIONE, FORMAZIONE!I cani da ferma oggiArlecchino o Pinocchio? LA SANZIONE DELLA VERGOGNAPrima informarsi, poi farsi un'opinioneEffetto FlegetonteIl cane domestico (maschio)Il valore della cacciaChi è diavolo, chi acquasanta?CANDIDATI ECCELLENTIPUBBLICO O PRIVATO?LA FRANCIA E I MINORI A CACCIAREGIONALI 2015: SCEGLIAMO I NOSTRI CANDIDATICaccia vissuta“Se questa è etica”QUANDO GLI AMBIENTALISTI CADONO DAL PEROLe contraddizioni dell'ExpoQUESTIONE DI CORPOL'ultimo lupo e l'ignoranza dei nostri soloniCalendari venatori: si riparteDOVE ANCORA MI PORTA IL VENTOLUCI E OMBRE DI UN PROGETTOCANE DA FERMA: ADDESTRIAMOLO PURE, MA CON GIUDIZIOCHIUSO UN CICLO...A patti col diavolo... e poi?BIGHUNTER'S HEROES: LE MAGNIFICHE CACCE DI LORENZOMISTERI DELLA TELECANI E BECCACCE: UN RAPPORTO DIFFICILEE' IL TORDO CHE TARDA. MA GALLETTI NON LO SATordi e beccacce tra le grinfie della politicaDonne cacciatrici piene di fascino predatorioItaliani confusi su caccia e selvagginaStoria di una particella cosmicaVegani per modaAnime e animaliMUSICA E NUVOLE L'uomo è cacciatore: parola di Wilbur SmithCHI LA VUOLE COTTA, E CHI....Nutria: un caso tutto italiano - un problema e una risorsaZIZZAGA, GALLETTI, ZIZZAGA!E se anche le piante provassero dolore?PASSO O NON PASSO, QUESTO E' IL DILEMMAMomenti che non voglio scordare Anticaccia? ParliamoneCACCIATRICI SI NASCE. UN'APERTURA AL TEMPO DELLE MELECATIA E LA PRIMA ESPERIENZACHIARI AVVERTIMENTIPIU' VIVA E PIU' AMATAECCE CANEMDE ANIMALISTIBUS ovvero DEGLI ANIMALISTIIL CATALOGO E' QUESTO....CINOFILIA E CINOTECNIA QUALCHE SASSO IN PICCIONAIAISPRA. UN INDOVINO MI DISSE...MIGRATORI D'EUROPAL'ipocrisia anticaccia fomenta il bracconaggioMIGRATORISTI GRANDE RISORSAFauna ungulata e vincolismo ambientaleDecreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTROAi luoghi comuni sulla caccia DIAMOCI UN TAGLIOSPENDING REVIEW, OVVERO ABBATTIAMO GLI SPRECHIDOPO LE EUROPEE: VECCHI PROBLEMI PER NUOVE PROSPETTIVEBiodiversità: difendetela dagli ambientalisti GUARIRE DALLA ZAMBILLALe specie invasive ci libereranno dall'animalismoEUROPEE: SCEGLIAMOLI BENELa rivoluzione verde è nel piattoLa caccia al tempo di FacebookSOSTIENE PUTTINI: Pensieri e sogni di un addestratore cinofilo a riposoCOSE SAGGE E MERAVIGLIOSEAMBIENTE: OCCHIO AL GATTOPARDOC'ERO UNA VOLTA ALL'EXAQUESTA E' LA CACCIA!EUROPA AL RISVEGLIOTOPI EROI PER I BAMBINI DELLA BRAMBILLACACCIA LAZIO: quali certezze?ISPRA, I CALENDARI QUESTI SCONOSCIUTIUNITI PER LA BIODIVERSITÀ E LA CACCIA SOSTENIBILELO DICO COL CUOREIL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'I veri volontari dell'ambienteDIAMOGLI CREDITOPROMOZIONE GRATUITA PENSIERINI DEL DOPO EPIFANIAAmbientalisti italiani, poche idee ma confuseAnche National Geographic America conquistato dalle cacciatriciPiù valore alla selvaggina e alla cacciaIl cinghiale di ColomboPorto di fucile - NON C'E' MALE!PAC & CACCIALILITH - LA CACCIA E' NATURALEEffetto protezionismo Ispra: il caso beccacciaIl grande bluff dei ricorsi anticacciaCOME FARE COSA FARESupermarket societyRomanticaTipi di comunicazione: C'E' MURO E MUROAmbientalisti sveglia!Crisi e Parchi, è l'ora di scelte coraggioseSPRAZZI DI SERENOPOINTER E NON PIU'SOGNO DI CACCIATOREUN CLICK E SEI A CACCIA FINALMENTE SI SCENDE IN CAMPORIPRENDIAMOCI LA NOSTRA DIGNITA' DI CACCIATORILA FAUNA SELVATICA: COME UN GRANDE CARTOONALLA FIERA DELL'ESTVOGLIO UNA CLASSE DIRIGENTE MODERNAIL NUOVO PARTITO DEI VECCHI TROMBATI“Caccia è cultura, amore e tradizione” L'assurda battaglia al contenimento faunisticoCACCIA PERMANENTE CACCIATORI DIVISIPartiamo dalla ToscanaITALIA: un paese senza identità. Nemmeno per la cacciaC’ERA UNA VOLTA…I cacciatori nel regno delle eterne emergenzeGli ambientalisti e la trave nell'occhioAddio alle rondini?L’Europa “boccia” l’articolo 842 (e la gestione faunistica di Stato)ITALIA TERRA DI SANTI, POETI... SAGGI.....SUCCEDE ANCHE QUESTOBASTA ASINIAMBIENTALISMO DA SALOTTO E CONTROLLO DELLA FAUNA Siamo tutti figli di DianaTOSCANA: ALLEVAMENTO DI UNGULATI A CIELO APERTOALLARME DANNIDANNI FAUNA SELVATICA: Chi rompe paga…STALLO O NON STALLO CI RIVEDREMO A ROMA“L'ipocrisia delle coscienze pulite”UN DIFFICILE VOTO INTELLIGENTE SALVAGENTE CINGHIALECACCIA DIECI VOLTE MENO PERICOLOSA DI QUALSIASI ALTRA ATTIVITA'ZONE UMIDE: CHI PAGA?Lepri e lepraioli QUESTA SI CHE E' UN'AGENDASPENDING REVIEW E CERTEZZA DELLE REGOLELa Caccia, il futuro è nei giovani – Un regalo sotto l’alberoA SCUOLA NON S'INVECCHIA I nuovi cacciatori li vogliamo cosìNEORURALI DE NOANTRIFRANCIA MON AMOURLA CACCIA E' GREEN? Stupidità... stasera che si fa? NUOVA LINFA PER LA CACCIATERRA INCOGNITAL’Italia a cui vorrei fosse affidata la cacciaLa marcia in più della selvaggina EPPUR SI MUOVECOLLARI ELETTRICI: LECITI O ILLECITI?DIVERSA OPINIONEIN PRIMA PERSONA PER DIFENDERE IL PATRIMONIO NATURALEOpinioni fuori dal coro - VACCI TU A MANNAIL!!!A CACCIA A CACCIA!!!PROVOCAZIONI Estate di fuocoMISTIFICAZIONISICUREZZA A CACCIA, PRIMA DI TUTTOSostenibili e consapevoli!COLPI DI SOLE COLPI DI CALOREAiutati che il Ciel ti aiuta! Insieme saremo Forti!TECNOCRATI? NO ESPERIENTILA RICERCA DIMENTICATAPARCHI: RIFORMA-LAMPO DE CHE'!Orgoglio di contadinoCampagna o città?CACCIA: UNA RISORSA PER TUTTI. PRENDIAMO ESEMPIO DAGLI ALTRICALENDARI VENATORI CON LEGGE REGIONALE: UN'OPINIONE CHE FA RIFLETTERECONFRONTO FRA GENERAZIONILA CACCIA CHE SI RESPIRARapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute GLI SMEMORATI DI COLLEGNOMUFLONE E CAPRIOLO IN ASPROMONTE: un sogno o una possibile realtà?Piemonte: Salta il camoscio/tuona la valanga...DELLE COSE DELLA NATURACultura Rurale: una soluzione per far ripartire l'ItaliaIl nodo delle specie aliene che fa capitolare gli ambientalistiLA CACCIA NELLA STORIA, PASSIONE E NECESSITÀPAC IN TERRISUCCELLI D'EUROPAGIRA GIRA.....STORIA SEMPLICE DI UNA CACCIATRICE LAMENTO DI UN GIOVANE ERRANTE PER LA CAMPAGNATOCCA A NOI!CRISI. SOLUZIONE ALLA GRILLOIL SENSO DELLA CACCIA DI SILVIAVERITA' E CERTEZZA DEL DIRITTOPROCEDURE D’INFRAZIONE E DEROGHE: UN CONTRIBUTO ALLA CHIAREZZABECCACCE DI BEFANACACCIA, FASE DUEPROVOCAZIONI DI FINE D’ANNORICERCA RICERCASPIGOLATURE DI NATALEDai pomodori alle lampadine LA RUMBA DEL CINGHIALONENON ERA AMOREFinalmente autunnoIl paradosso dell'IspraIL PIANETA DEI CACCIATORILe caste animali A CACCIA ANCHE DOMANIA CACCIA SI, MA DOVE?ORGOGLIO DI CACCIATOREPer il nostro futuro copiamo dai colleghi europei FINALMENTE A CACCIAAPRE LA CACCIA!Amico cacciatore, guarda e passaRiforma sui Parchi in arrivo?E i cuccioli umani?MEDITATE, AMBIENTALISTI, MEDITATELA FARSA DEI CALENDARI Armi, la civiltà fa la differenzaIl Pointer e la cacciaCol cane dalla notte dei tempiContarli, certo, ma come?Questa è una passione!IL PENTOLONELA LOGICA DELLA PICCOLA QUANTITA' SOLDI E AMBIENTE. DIECI DOMANDENON SOLO STORNOQUEL CHE RESTA DELLA CACCIA AGLI ACQUATICILa lezione di Rocchetta di VaraBASTA CON LA STERPAZZOLA CON LO SCAPPELLAMENTO A DESTRA MIGRATORI TRADITICORONA L'ERETICOCacciatori e Agricoltori, due facce della stessa medagliaDeroghe: non è una missione impossibileAMBIENTALISMO E' CULTURA RURALESei il mio caneALLE RADICI DELLA CACCIACORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL’UOMO: IMPORTANTE SENTENZA A FAVORE DELLA CACCIACOME DIREBBE LO STORNO, DEL DOMAN NON V'E' CERTEZZA...BOCCONCINI PRIMAVERACACCIA, PASSIONE, POCHE CHIACCHIERECOMUNITARIA: RIMEDIARE AL PASTICCIOQUESTIONE DI CALENDARIOLA BAMBINA CHE SOGNAVA LA CACCIAPRENDIAMO IL MEGLIOBELLEZZA E AMBIENTE. LA NOSTRA RICCHEZZATUTTI A TAVOLARIFLETTERE MA ALLO STESSO TEMPO AGIRELA CACCIA SERVE. ECCOME!METTI UNA SERA A CENAUrbanismo e Wilderness: un confronto impariCONFESSIONI DI UNA TIRATRICE DI SKEETGIOVANI, GIOVANI E ANCORA GIOVANIIL CAPRIOLO POLITICO NO - Per una visione storicistica della caccia in ItaliaAccade solo in Italia?L’ambientalismo tra ecologia profonda e profonda ignoranzaFRA STORIA E ATTUALITA'Non sono cacciatore ma la selvaggina fa bene. Intervista a Filippo Ongaro“Solo” una passioneTra ideologia e strategia politicaIL CATALOGO E' QUESTOTORNIAMO A SVOLGERE UN RACCONTODA DONNA A DONNA: IL MALE DEL TURISMO. Lettera aperta di Lara Leporatti al Ministro BrambillaItaliani ignoranti della cacciaCACCE TIPICHE E VITA IN CAMPAGNAEd il giorno arrivaDEROGHE E CACCIA ALLA MIGRATORIA: DA RISOLVERE. UNA VOLTA PER TUTTE!PRE-APERTURA DI CREDITODomani sarà un altro giorno MIGRATORIA E SELEZIONEAlcune riflessioni sulla caccia in ItaliaDivagazioni per una rivoluzione culturaleLa senatrice Adamo va alla guerraPERCHE’ NON SCENDI, PERCHE’ NON RISTAI? ( versi di G. Carducci)Calendari venatori. Le bugie degli ambientalistiUn'arte chiamata cacciaAREZZO SCONFESSA LA BRAMBILLAAnimalismi e solitudiniIn un vecchio armadioSTAGIONE VECCHIA NON FA BUON BRODOBelli, matti ed inguaribili SIAMO LIGURI!Ieri, mille anni fa, io caccioCosa mangiano gli animali degli animalisti?SCIENZA, CONOSCENZA, CULTURAC'ERA UNA VOLTA UNA SCIMMIAMOVIMENTO STATICO, ANZI NO, REGRESSIVOORSI. COMUNITARIA. PROVVEDIMENTO ZOPPO MA CON SICURO VALORE SIMBOLICOAerei e trasporto munizioni - La situazione della caccia oggi: “Io speriamo che me la cavo”ALL'ARIA APERTA!Contro ogni tentazione. PORTIAMOLI A CACCIAIPSOS FACTO! DIAMOCI DEL NOIIN FINLANDIA SI', CHE VANNO A CACCIA!RIFLESSIONI DI UN PEONEIL PAESE PIU' STRANO DEL MONDOFuoco Amico PER UNA CULTURA RURALE. MEGLIO: PER UNA CULTURA DELLA CACCIA CHE AFFONDA LE SUE RADICI NELLA TRADIZIONE RURALEE Jules Verne diventò anticaccia CULTURA RURALE E CULTURA URBANA A CONFRONTOL'Enpa insulta i cacciatoriSELVAGGINA IN AIUTO DELL’ECONOMIAAmerica: un continente di vita selvaggiaLA LIBERTA’ DI STARE INSIEME A chi giova la selezioneLA CACCIA COME LA NUTELLA?LUPO, CHI SEI?Le fonti energetiche del futuro: nucleare si o no?TOSCANA: ARRIVA LA NUOVA LEGGEA caccia con L'arco... A caccia con la storia...Interpretazioni e commenti di nuova concezione10 domande ai detrattori della cacciaIL BRIVIDO CHE CERCHIAMOLa caccia come antidoto alla catastrofe climaticaPer una educazione alla natura E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA IL CAPRIOLO MANNAROCONSIDERAZIONI E PROPOSTE PER IL FUTURO DELLA CACCIA IN ITALIACaccia - anticaccia: alla ricerca della ragione perdutaAllarmismo e vecchi trucchettiAncora Tozzi ?REALISMO, PRIMA DI TUTTOLe invasioni barbaricheAPERTURA E DOPO. COSA COME QUANDOPiombo e No Toxic: serve un nuovo materiale per le cartucce destinate agli acquaticiDi altro dovremmo arrabbiarciI GIOVANI E IL NUOVO AMBIENTALISMO Cinofili, cinologi e cinotecniciUn rinascimento ambientale è possibileGelosi e orgogliosi delle nostre tradizioniLA CACCIA SALVATA DALLE DONNE?Nuovo catalogo BigHunter 2009 – 2010: un omaggio all' Ars VenandiTutto e il contrario di tuttoDALL'OLIO: UNITA' VO' CERCANDO...IL VECCHIO CANE: RICORDIAMOCI DI TUTTE LE GIOIE CHE CI HA DONATOLa voce dei protagonisti sui cinghiali a GenovaTutti insieme... magicamenteAmbiente: una speranza nella cacciaSOLO SU BIG HUNTER: DALL’OLIO, PRIMA INTERVISTALa Caccia ha bisogno di uomini che si impegnanoLA COMUNICAZIONE NON E' COME TIRARE A UN TORDOIl capanno: tra architettura rurale e passione infinitaDONNE ...DU DU DU... DI-DI-DI I..... IN CERCA DI DIANAEUROPA EUROPAVICINI ALLA VERITA'Beccaccia sostenibileCACCIA E SOCIETA'Wilbur Smith, scrittore da best seller innamorato della caccia BAGGIO, CON LA CACCIA DALL’ETA’ DI CINQUE ANNIPARLAMENTO EUROPEO - Fai sottoscrivere un impegno per la caccia al tuo candidatoCACCIA ALL'ORSIORGOGLIOSI DI ESSERE CACCIATORIUN DOCUMENTARIO SENZA SORPRESE, ALMENO PER I CACCIATORIRidiamo il giusto orgoglio al cacciatore moderno e consapevoleIl cane con il proprio olfatto è il vero ausiliare dell'uomo, anche oltre la caccia.157: PENSIERI E PAROLEMA COS'E' QUESTA CACCIA?157 CACCIA: LA SINTESI ORSI E' UNA BOZZA DI DISCUSSIONEMIGLIORARE LE RAZZE? SI PUO’ FARECINGHIALI CHE PASSIONELa cultura cinofilaATC DIAMOCI DA FAREIl vitello che mangi non è morto d'infarto!Ripensare la caccia?PER UN FUTURO DELLA CACCIAQUANTO CI COSTI, BELLA TOPOLONAPUCCINI CACCIATORE E AMBIENTALISTA ANTE - LITTERAMUn nuovo corso per gli ungulatiSiamo noi le Giubbe VerdiRuralità e caccia fra cultura, tradizione ed economia Rilanciamo il consumo alimentare della selvagginaLa caccia secondo Giuliano, umorista de La RepubblicaQuesta è la cacciaIl cane oggetto: attenzione alla pericolosa tendenza della civiltà dei consumiLa cinegetica e la caccia col caneGestione e tradizione BASTA TESSEREAMAR...TORDE il beccafico perse la via del nordDimostriamo credibilitàApertura passione serenitàeditoriale - Fucili italiani come le ferrariOrgoglio di CacciatoreI Tordi e le BeccacceLa Caccia è Rock

Editoriale

Estate di fuoco


lunedì 27 agosto 2012
    
L'estate torrida e la mancanza di piogge, prima dello scorso fine settimana che ha portato refrigerio e acqua un po' ovunque, hanno messo in ginocchio l'agricoltura dell'intero stivale. Nella morsa dei vari anticicloni dai nomi più improbabili (pian piano con Minosse, Caligola e Caronte, Lucifero e Nerone abbiamo rispolverato la mitologia classica) sono finite pure le fertili aree della pianura padana, dove anche le acque del Po, in area delta, ormai ben al di sotto del livello di guardia, sono diventate inservibili: visto l'abbassamento del livello, il flusso del mare le ha rese temporaneamente troppo salate per l'irrigazione. Di vera e crudele siccitsi parla, la stessa che in America ha devastato la produzione di cereali, e che da noi pare ci prenda gusto a capitare a pochi mesi dal terremoto, in piena crisi economica, annientando così gli enormi sforzi di chi cerca di  risollevarsi per continuare il proprio lavoro in mezzo a cataclismi e conti in rosso. Come se non bastasse, nei pensieri attanagliati degli italiani, si aggiunge anche la piaga degli incendi. E questa, purtroppo, è già una estate da record.

Non per il caldo eccessivo e l'assenza di acqua come molti sarebbero portati a pensare (gli incendi spontanei sono rarissimi), ma per la precisa e colpevole volontà di alcuni uomini, che la stampa chiama piromani, (facendoli sembrare degli individui patologici, da aiutare), ma che sarebbe ben più realistico e d'effetto definire criminali, visto che perseguono obbiettivi precisi, approfittano della vulnerabilità dei boschi nei periodi di massima aridità. E' una storia vecchia, gli inneschi trovati sul terreno bruciato dimostrano quasi sempre l'origine dolosa dovuta essenzialmente a pratiche agricole mal interpretate che perseguono l'eliminazione delle stoppie, o pastorali (così da generare germogli graditi al pascolo) e a mire edilizie su territori boschivi, che – pur bloccati per una decina d'anni - gradualmente dopo gli incendi lasciano spazio a cemento e strutture ricettive: è così che il demanio forestale è stato sforbiciato qui e là in decenni e decenni di roghi, con la chiara complicità di amministratori pubblici, che certo non si sono fatti troppi scrupoli nell'avallare speculazioni di ogni genere.

La Forestale parla di oltre 5 mila incendi dall'inizio dell'anno con 33 mila ettari bruciati (20 mila ettari circa di superficie boscata e 13 mila circa di altro tipo di terreno). Il numero degli incendi è aumentato di quasi l'80% rispetto allo scorso anno e la superficie percorsa dal fuoco del 104%, con un incremento del 146% per quelle boscate.  Quest'anno a soffrire di più sono state Sardegna, Sicilia (incenerita la bellissima Oasi dello Zingaro, vicino a Trapani), Campania, Calabria, Toscana (l'ultimo importante nel grossetano, partito dal rogo doloso di un maneggio, risultato: cavalli carbonizzati, turisti sfollati e decine di ettari di pineta marittima scomparsi), Puglia e Lazio. Le statistiche fornite dalla Forestale non lasciano dubbi: su questo tema c'è molto da fare quanto a  prevenzione e vigilanza, ma soprattutto per educare i cittadini anche verso una attiva partecipazione nella difesa dei beni comuni.

Su questo fronte, insieme ai volontari della protezione civile che operano con grande merito nelle varie associazioni, un grande contributo lo danno i cacciatori che da molti anni si prestano come guardie ambientali coordinate in servizi di allerta antincendio in collaborazione con le diverse amministrazioni provinciali. Eppure c'è chi per lungo tempo ha cercato di buttare fango sulla categoria, arrivando ad accusare gli stessi cacciatori di appiccare fuochi – e qualcuno insiste anche adesso con questa balla - con l'improbabile scusa che così facendo si può sparare alla selvaggina rimasta senza protezione.

Questa tiritera è ricomparsa anche in questi giorni su giornali e tv (che al solito non si prendono la briga di approfondire): la causa del bracconaggio (che non è caccia ma attività illecita per sua natura) effettivamente viene citata nel rapporto del 2010 della Guardia Forestale sui procedimenti giudiziari risolti: il dato, è comunque irrisorio: su 140 arresti solo in 3 casi (periodo di riferimento 2000 – 2010) la causa può essere ricondotta al bracconaggio, il che appare quantomeno secondario rispetto per esempio agli eclatanti 12 incendi appiccati da addetti alle attività di spegnimento per l’ottenimento di vantaggi diretti o per accrescere il proprio ruolo, o i 52 connessi alle attività rurali e pastorizie.

E' vero semmai il contrario: i cacciatori hanno tutto l'interesse a preservare l'ambiente intatto e favorire così una ottimale salute degli habitat in cui prospera la fauna selvatica, a cui va aggiunto che la legge impedisce l'esercizio della caccia nelle aree percorse dal fuoco per diversi anni. E l'ennesima castroneria animalista è confezionata, complice qualche giornalista che punta a enfatizzare una notizia o a derubricare i veri reati. Ma, si sa, il cacciatore è facile preda di un'opinione pubblica distratta, che cerca un colpevole per mettere in pace la coscienza. Basterebbe infatti considerare, storicamente, le frequenze dei roghi per capire che la presenza dei cacciatori sul territorio è un grande freno per i piromani. Quando i boschi si affollano di cacciatori, gli incendi calano drasticamente, segno che la loro presenza funge  realmente da deterrente per i malintenzionati.  

La prevenzione degli incendi, se lo mettano in testa i nostri governanti - che ogni estate spendono parole di indignazione contro i piromani, ma riducono in parallelo le risorse a disposizione (la crisi economica, poi, sta facendo il resto, perchè già si parla di ridimensionamento della flotta dei Canadair) - è un passaggio di fondamentale importanza. E già che di crisi si parla, si stia ben attenti a regolare la gestione della mano d'opera. Come accennato sopra, è acclarato che, lo dice il Corpo Forestale dello Stato,  a volte ad appiccare incendi sono gli stessi operatori dell'antincendio, che pensano bene di non farsi mancare il lavoro.

Ecco che torna importante il contributo gratuito dei migliaia di cacciatori disseminati sul territorio, che da assidui frequentatori delle aree naturali del nostro paese, possono fungere da sentinelle qualificate ed ovviare alle enormi e colpevoli carenze. Veri fruitori della natura e della campagna (mentre cade a picco anche il turismo naturalistico dei grandi parchi naturali), i cacciatori sono forse gli unici a prendersi cura, non solo implicitamente, in maniera significativa e sistematica dei diversi habitat senza chiedere nulla in cambio, se non regole certe per cacciare secondo le prescrizioni europee, senza vizi di forma frutto di aride congetture animaliste. Vi sembrerà un paradosso, ma se la caccia fosse aperta tutto l'anno, e soprattutto in estate, i boschi, le campagne, e di conseguenza la fauna selvatica e l'intera società umana ne trarrebbero grandi vantaggi. Ma vaglielo a spiegare a quelli...
 
 
Approfondimenti:





Cinzia Funcis

Leggi altri Editoriali

31 commenti finora...

Re: Estate di fuoco

Troppo tardi,gia' distrutto da tempo.....un saluto ai futuri assetati......

da onofrio 01/09/2012 11.21

Re: Estate di fuoco

ottimo articolo sig.ra Cinzia Funcis, noi cacciatori siamo i primi a presidiare il territorio, a noi interessa che l'habitat non venga distrutto.

da gp64 31/08/2012 18.54

Re: Estate di fuoco

LE TORTORE SONO TALMENTE STRESSATE DALLA SICCITà CHE AI PRIMI ACQUAZZONI SCAPPANO IN AFFRICAAAAAA.....

da GHIGO 31/08/2012 17.45

Re: Estate di fuoco

amici cacciatori.....in Italia un imbecille qualunque per avere un po' di notorietà deve prendersela con la caccia......questo è un dato di fatto.....

da begallo 31/08/2012 14.02

Re: Estate di fuoco

A QUESTO PUNTO SONO LIBERO DI PENSARE CHE GLI INCENDI VENGANO APPICCATI DAGLI ANIMALISTI PER NON FAR APRIRE LA CACCIA

da A.A. 30/08/2012 15.57

Re: Estate di fuoco

Antonio, perchè poi le quaglie si fermeranno nei campi bruciati? sei sicuro di quello che stai dicendo?

da Carlo 62 30/08/2012 11.50

Re: Estate di fuoco

a ischia tutti sappiamo che si appicca incendio nelle zone in cui si andrà a quaglie e si metteranno le trappoline. sono bracconieri con e senza licenza di caccia. monte trippodi, buceto, santa maria al monte..

da antonio 30/08/2012 2.27

Re: Estate di fuoco

La butto li: Un canadair prende 2500 euro l'ora per spegnere un incendio. A pensar male.....

da Nato cacciatore 29/08/2012 23.39

Re: Estate di fuoco

"Un operaio forestale è morto nella notte mentre era impegnato a spegnere un rogo in provincia di Cosenza. La vittima, Giuseppe Caruso, aveva 54 anni ed era di Longobucco (Cosenza). Su una montagna tra Cropalati e Longobucco un'area boschiva era andata a fuoco e l'uomo era intervenuto a bordo di un mezzo che si è ribaltato. I vigili del fuoco hanno trovato il 54enne, dipendente dell'Afor (l'azienda forestale della Regione Calabria), incastrato tra le lamiere dell'autobotte. Ancora da accertare la cause che hanno provocato l'incidente. Caruso era padre di quattro figli. Ferito anche un collega che era con lui." Fonte TGCOM.MEDIASET. Parlo a nome di tutti i cacciatori calabresi: adesso basta, che non si dia la colpa ai cacciatori. La colpa è solo della demenza e della ignoranza. E quando un padre di famiglia lascia i suoi amori per raggiungere la casa del signore per colpa di altri, e magari mentre si guadagna un tozzo di pane per i figli dobbiamo fermarci tutti, passarci una mano sulla coscienza e lasciare da parte odi e bugie per unirci e combattere questo cancro... Non siamo noi cacciatori a distruggere il nostro mondo. BASTA

da Pier76 28/08/2012 19.08

Re: Estate di fuoco

Un articolo da plauso, soprattutto perchè scritto da una rappresentante del sesso debole, che in genere è quello che maggiormente subisce l'influsso dei malefici animalisti. Quando vedo una "Donna" che va a caccia o che difende la caccia sono ancora più orgoglioso di esserlo anch'io (cacciatore, ovviamente). Grazie, Cinzia.

da Sergio 59 28/08/2012 10.53

Re: Estate di fuoco

"Una di queste è l'importanza dei cacciatori all'interno delle associazioni del volontariato che presidiano il territorio." Come dire totale anonimato... Gli ATC che fanno? organizzano, coordinano, elaborano programmi di difesa ambiente, offrendo sinergie? L' Italiano, brava persona, ci pensa lui da solo, ma il merito gli sfugge sempre di mano...

da Fromboliere 28/08/2012 10.47

Re: Estate di fuoco

Con poche, pochissime verità, riusciremmo a far cambiare l'opinione sulla caccia alla stragrande maggioranza degli italiani. Una di queste è l'importanza dei cacciatori all'interno delle associazioni del volontariato che presidiano il territorio. Insieme a tutti gli sforzi che facciamo per controbattere alle stronzate che ci sparano dietro, relegandoci sempre in difesa, non sarebbe male presentarsi positivi, collaborativi, realmente amici della natura e dell'ambiente, come in effetti siamo. E uniti, almeno in questo. Vi sembra una cosa difficile?

da Ruggero F. 28/08/2012 10.24

Re: Estate di fuoco

nella mia zona siamo 5 amici cacciatori e facciamo le ronde con le macchine per scoraggiare quei bastardi piromani

da giovanni 27/08/2012 22.26

Re: Estate di fuoco

ridurre i voli canadaire, con tutti i piloti che hanno? e in più si sono aggiunti due imbarcazioni, per tutelare i tesori sommersi..... ma de cheee, non c'è già capitaneria, carabinieri, polizia, GdF, coi loro corpi subacquei e tutto sempre a carico di chi alla fine subisce l' incendio come un altro onere, come se non ne avesse già abbastanza.... Italia, questa è l' Italia che non vuol cambiare, diamoci una sola mossa facciamola cambiare noi, mandiamoli a casa

da Fromboliere 27/08/2012 19.21

Re: Estate di fuoco

Ce' di sicuro del marcio basta pensare che un Canader costa sui 5000.00 € l'ora (cosi mi hanno detto)se non ci sono incendi che farebbero mica possono irrigare canpi o altro.

da Lotar 27/08/2012 18.29

Re: Estate di fuoco

... nessuna risposta? bene, allora offro io un suggerimento su quello che fanno: chiedono soldi, se ci sono incendi chiedono soldi, se ci sono più incendi, chiedono più soldi e se è vero che la priromania è una brutta bestia anche certe forme di sciacallaggio non sono da meno.... e anche questo andrebbe detto. https://www.wwf.it/client/render.aspx?content=0&root=2837

da Fromboliere 27/08/2012 17.45

Re: Estate di fuoco

....tutto bene, ma le guardie WWF, le guardie ENPA, e tutta la fauna pronatura ben addobbata in tutte le varie divise che tanto orgogliosamente sfoggiano in nostra presenza, sono operative solo durante la stagione venatoria??? allora se il cacciatore non è in grado di sorvegliare il territorio durante tutto l' anno, gli addetti antincendio sono traditi dai loro stessi simili, questo benemerito esercito di pizzardoni trasudanti ogni bene per parchi, selvaggina, animali protetti, che se ne fa dei propri pollici? li fa girare proprio quando dovrebbero dar di mano al binocolo, notte e giorno?

da Fromboliere 27/08/2012 17.31

Re: Estate di fuoco

+ canadair ... - F16

da fiore 27/08/2012 17.15

Re: Estate di fuoco

Diciamola la verita' ai media...Ecco perche' e' un bellissimo editoriale....

da Alessandro Cannas. 27/08/2012 16.35

Re: Estate di fuoco

Ragazzi la Cinzia NON tanto velatamente ha detto la verita sulla piaga del fuoco...;La prevenzione degli incendi, se lo mettano in testa i nostri governanti - che ogni estate spendono parole di indignazione contro i piromani, ma riducono in parallelo le risorse a disposizione (la crisi economica, poi, sta facendo il resto, perchè già si parla di ridimensionamento della flotta dei Canadair) - è un passaggio di fondamentale importanza. E già che di crisi si parla, si stia ben attenti a regolare la gestione della mano d'opera. Come accennato sopra, è acclarato che, lo dice il Corpo Forestale dello Stato, a volte ad appiccare incendi sono gli stessi operatori dell'antincendio, che pensano bene di non farsi mancare il lavoro.

da Alessandro Cannas. 27/08/2012 16.02

Re: Estate di fuoco

...Da chiedersi anche se i tanti corpi di sorveglianza animalista ed ambientale servano mai da deterrente a questo genere di attività, la piromania, o se invece siano solo concepiti con un unico deterrente, come anticaccia....

da Fromboliere 27/08/2012 14.10

Re: Estate di fuoco

Brava Cinzia e così che si scrive, il controllo del territorio ai cacciatori, io non ricordo che trentanni fa c'erano tutti questi incendi

da Fil 65 27/08/2012 13.35

Re: Estate di fuoco

Cara sig.ra Cinzia onore a lei quando si leggono art. cosi' efficaci nel contenuto e articolati bene che prendono in esame i veri punti su cui poter intavolare un aperto dialogo fa solo piacere che lo leggano cacciatori o no, il nocciolo e' proprio questo collaborare da entrambe le schiere per il bene sicuramente comune; saluti e spero di leggere ancora i suoi pensieri, da un cacciatore che ama prima di tutto la natura.

da steno 69 27/08/2012 12.58

Re: Estate di fuoco

Grande articolo!!! Le nostre care AA.VV. prendo esempio dalla sig.ra FUNCIS, visto che sono ben pagate prevalentemente per difendere e tutelare la nostra categoria. Meno male che esistono persone di nobile animo che scrivono articoli simili..

da Antonio (AQ) 27/08/2012 12.33

Re: Estate di fuoco

X Armeria 2000: Noi ci siamo rivolti ad un'assicurazione locale con la quale abbiamo stipolato la polizza per la cifra di circa 50 euro.

da Antonio (AQ) 27/08/2012 12.18

Re: Estate di fuoco

Facciamo così : ognuno ne stampa almeno dieci( 10 )copie e poi lo attacca in giro per la città ... io lo faccio .

da renzo 27/08/2012 11.46

Re: Estate di fuoco

Ognuno di noi dovrebbe girare questi articoli in genere alle redazioni dei giornali locali, quelli nazionali non ci darebbero spazio,in modo tale da penetrare egualmente nel tessuto sociale. I giornali locali, in genere, a meno che in redazione non ci sia un anticaccia isterico,gli articoli fatti bene li pubblicano. A me, per altre problematiche, hanno sempre pubblicato tutto.

da Carlo 27/08/2012 11.44

Re: Estate di fuoco

Un grande plauso alla sig.ra/signorina Funcis.Uno scritto che immortala la realtà.

da messa di requiem 27/08/2012 11.21

Re: Estate di fuoco

Sarebbe interessante divulgare anche i dati statistici del Corpo Forestale dello Stato.

da Patroni G. 27/08/2012 11.19

Re: Estate di fuoco

bellissimo reso conto, ma questo articolo non puo' uscire fuori "le mura" eprendere vie piu' "alte"?

da mirco 27/08/2012 10.21

Re: Estate di fuoco

Cinzia,l'articolo(bellissimo) va spedito ai media......

da Alessandro Cannas. 27/08/2012 9.58