Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | Foto | I Video | Sondaggi | Quiz | Forum | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Downloads | Fresco di Stampa | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
CRETTI. LA CACCIA E' SEMPRE DOMANIHUNTER FOREVERSORRENTI: GUARDARE AVANTI CON OTTIMISMOFiere degli uccelli: ecco dove sbagliano gli animalistiAmici ambientalisti chiedete la chiusura della caccia e fatela finita!ETTORE ZANON. EUROPA EUROPA!INCENDI E SICCITA'. FACCIAMO CHIAREZZAMASSIMO MARRACCI. ATTENTI AI BISTICCIL'ultimo beneUNA SOCIETÀ ALLA DERIVATORDO, TORDELLA, BIBÌ, BIBÒ E CAPITAN COCORICÒLibro Origini – Iscrizioni recordMERAVIGLIOSA BECCACCIASerra uno di noi. L'animalista coi baffiCacciatore o lupo cattivo?IL CINGHIALE SALVA LA CACCIABrambusconi, "che figata"ETICA O ETICHETTA?DUE CHIOSE ALLO STORICOCARTA VINCE CARTA PERDECacciatori e noL'AGNELLO E LA CICORIAPER ELISA - La dolce passione di una cacciatrice di carattereSOSTIENE LARALUPO, QUANTO CI COSTIA UN PASSO DAL PARADISO - Dopo l' ISPRA ecco l'ONCFS franceseISPRA: C'ERA UNA VOLTA IL LABORATORIO PER NON PERDERE LA TRAMONTANAC'ERA UNA VOLTA...LUPO: CHE BOCCA GRANDE CHE HAI!!!Altro che caccia. Ecco quali sono le vere infrazioni italianeTABU' LUPOFIRMAMENTO SOCIALALTRO CHE CACCIA! E' L'HABITAT CHE RISCHIA GROSSOLUPO. ATTENDIAMO LUMICHI DICE PARCHI DICE PORCHI, E... NOTERELLE SUL CANE DA CACCIACos’è la cacciaLa ri-propostaCuore di beccacciaCacciatori in Europa. Un'azienda da 16 miliardiLA GRANDE CUCINA DELLA SELVAGGINA Una bella scopertaCARI AMBIENTALISTI, NON SI COMINCIA DALLA CODAOsservatori regionali, avanti!Ungulati: una risorsa preziosaLa mia prima volta al cinghiale: onore alla 110!Il cinghiale nel mirino. Braccata e selezione: una convivenza possibileANIMALISTI. LA DEBOLEZZA DEI VIOLENTITORDI TORDISTANNO TUTTI BENEETERNA APERTURATANTE MAGICHE APERTURECI SIAMO!LA SFIDA DELLA COMUNICAZIONELA SANA DIETA DEL CACCIATORE CELESTEANCH'IO CACCIOMIGRATORIA, MA DI CHI?Biodiversità e specie opportuniste: l'esempio franceseREWILDING ECONOMY – IL PASSATO PROSSIMO VENTUROLasciate la carne ai bambiniUccellacci e uccellini, chi ce la fa e chi....CINGHIALI D'UNA VOLTADATEMI UN'APP, SOLLEVERO' L'ISPRAMONTAGNA, 22 ANNI DOPOElegia per un vecchio signoreLA GRANDE BUFALAAnimali & Co: un problema di comunicazioneLUPO O CINGHIALE?Papa Francesco: gli animali dopo l'uomoLe allodole, mia nonna e le vecchietteLa caccia e gli chefUNGULATI CHE PASSIONEPARCHI E AREE PROTETTE: ECCO LA FRANCIALe beccacce e il lupoQUESTIONE DI PROSPETTIVALa cinofilia ufficiale. Parte seconda con scusePROBLEMA LUPOBisturi facili. Cuccioli? No graziePerché ho scelto il setter inglese?Galletti fa mea culpaQuesta è la cinofilia ufficialeC'era una volta il cinghialeBracconieri di speranzeGip, amor di cacciatore. Il piccolo franceseSAVETHEHUNTERS, MATTEOTROMBONI SFIATATII sistemi elettronici di addestramentoGUANO CAPITALEIn principio era una DeaC'era una volta l'orso bianco che campava di caramelleUNA TERRA DIVERSAMEMORIE. Da regina a reginainformAZione?Iniziazione del cuccioloneUNIONE AL PALO?LA PARABOLA DI CECILCROCCHETTE VEGANEL'ecoturismo fa danniALLODOLE PER SEMPRETRUE LIESCI SIAMO?Natura. Madre o matrigna?LA CACCIA, PROTAGONISTA INCONFESSATA DI EXPOUN’APERTURA DA FAVOLAI cuccioli di oggiMACCHE' PREAPERTURACACCIA, PROVE E VARIA UMANITA'Emergenza cinghiali ovvero: la sagra delle chiacchiereFORMAZIONE, FORMAZIONE!I cani da ferma oggiArlecchino o Pinocchio? LA SANZIONE DELLA VERGOGNAPrima informarsi, poi farsi un'opinioneEffetto FlegetonteIl cane domestico (maschio)Il valore della cacciaChi è diavolo, chi acquasanta?CANDIDATI ECCELLENTIPUBBLICO O PRIVATO?LA FRANCIA E I MINORI A CACCIAREGIONALI 2015: SCEGLIAMO I NOSTRI CANDIDATICaccia vissuta“Se questa è etica”QUANDO GLI AMBIENTALISTI CADONO DAL PEROLe contraddizioni dell'ExpoQUESTIONE DI CORPOL'ultimo lupo e l'ignoranza dei nostri soloniCalendari venatori: si riparteDOVE ANCORA MI PORTA IL VENTOLUCI E OMBRE DI UN PROGETTOCANE DA FERMA: ADDESTRIAMOLO PURE, MA CON GIUDIZIOCHIUSO UN CICLO...A patti col diavolo... e poi?BIGHUNTER'S HEROES: LE MAGNIFICHE CACCE DI LORENZOMISTERI DELLA TELECANI E BECCACCE: UN RAPPORTO DIFFICILEE' IL TORDO CHE TARDA. MA GALLETTI NON LO SATordi e beccacce tra le grinfie della politicaDonne cacciatrici piene di fascino predatorioItaliani confusi su caccia e selvagginaStoria di una particella cosmicaVegani per modaAnime e animaliMUSICA E NUVOLE L'uomo è cacciatore: parola di Wilbur SmithCHI LA VUOLE COTTA, E CHI....Nutria: un caso tutto italiano - un problema e una risorsaZIZZAGA, GALLETTI, ZIZZAGA!E se anche le piante provassero dolore?PASSO O NON PASSO, QUESTO E' IL DILEMMAMomenti che non voglio scordare Anticaccia? ParliamoneCACCIATRICI SI NASCE. UN'APERTURA AL TEMPO DELLE MELECATIA E LA PRIMA ESPERIENZACHIARI AVVERTIMENTIPIU' VIVA E PIU' AMATAECCE CANEMDE ANIMALISTIBUS ovvero DEGLI ANIMALISTIIL CATALOGO E' QUESTO....CINOFILIA E CINOTECNIA QUALCHE SASSO IN PICCIONAIAISPRA. UN INDOVINO MI DISSE...MIGRATORI D'EUROPAL'ipocrisia anticaccia fomenta il bracconaggioMIGRATORISTI GRANDE RISORSAFauna ungulata e vincolismo ambientaleDecreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTROAi luoghi comuni sulla caccia DIAMOCI UN TAGLIOSPENDING REVIEW, OVVERO ABBATTIAMO GLI SPRECHIDOPO LE EUROPEE: VECCHI PROBLEMI PER NUOVE PROSPETTIVEBiodiversità: difendetela dagli ambientalisti GUARIRE DALLA ZAMBILLALe specie invasive ci libereranno dall'animalismoEUROPEE: SCEGLIAMOLI BENELa rivoluzione verde è nel piattoLa caccia al tempo di FacebookSOSTIENE PUTTINI: Pensieri e sogni di un addestratore cinofilo a riposoCOSE SAGGE E MERAVIGLIOSEAMBIENTE: OCCHIO AL GATTOPARDOC'ERO UNA VOLTA ALL'EXAQUESTA E' LA CACCIA!EUROPA AL RISVEGLIOTOPI EROI PER I BAMBINI DELLA BRAMBILLACACCIA LAZIO: quali certezze?ISPRA, I CALENDARI QUESTI SCONOSCIUTIUNITI PER LA BIODIVERSITÀ E LA CACCIA SOSTENIBILELO DICO COL CUOREIL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'I veri volontari dell'ambienteDIAMOGLI CREDITOPROMOZIONE GRATUITA PENSIERINI DEL DOPO EPIFANIAAmbientalisti italiani, poche idee ma confuseAnche National Geographic America conquistato dalle cacciatriciPiù valore alla selvaggina e alla cacciaIl cinghiale di ColomboPorto di fucile - NON C'E' MALE!PAC & CACCIALILITH - LA CACCIA E' NATURALEEffetto protezionismo Ispra: il caso beccacciaIl grande bluff dei ricorsi anticacciaCOME FARE COSA FARESupermarket societyRomanticaTipi di comunicazione: C'E' MURO E MUROAmbientalisti sveglia!Crisi e Parchi, è l'ora di scelte coraggioseSPRAZZI DI SERENOPOINTER E NON PIU'SOGNO DI CACCIATOREUN CLICK E SEI A CACCIA FINALMENTE SI SCENDE IN CAMPORIPRENDIAMOCI LA NOSTRA DIGNITA' DI CACCIATORILA FAUNA SELVATICA: COME UN GRANDE CARTOONALLA FIERA DELL'ESTVOGLIO UNA CLASSE DIRIGENTE MODERNAIL NUOVO PARTITO DEI VECCHI TROMBATI“Caccia è cultura, amore e tradizione” L'assurda battaglia al contenimento faunisticoCACCIA PERMANENTE CACCIATORI DIVISIPartiamo dalla ToscanaITALIA: un paese senza identità. Nemmeno per la cacciaC’ERA UNA VOLTA…I cacciatori nel regno delle eterne emergenzeGli ambientalisti e la trave nell'occhioAddio alle rondini?L’Europa “boccia” l’articolo 842 (e la gestione faunistica di Stato)ITALIA TERRA DI SANTI, POETI... SAGGI.....SUCCEDE ANCHE QUESTOBASTA ASINIAMBIENTALISMO DA SALOTTO E CONTROLLO DELLA FAUNA Siamo tutti figli di DianaTOSCANA: ALLEVAMENTO DI UNGULATI A CIELO APERTOALLARME DANNIDANNI FAUNA SELVATICA: Chi rompe paga…STALLO O NON STALLO CI RIVEDREMO A ROMA“L'ipocrisia delle coscienze pulite”UN DIFFICILE VOTO INTELLIGENTE SALVAGENTE CINGHIALECACCIA DIECI VOLTE MENO PERICOLOSA DI QUALSIASI ALTRA ATTIVITA'ZONE UMIDE: CHI PAGA?Lepri e lepraioli QUESTA SI CHE E' UN'AGENDASPENDING REVIEW E CERTEZZA DELLE REGOLELa Caccia, il futuro è nei giovani – Un regalo sotto l’alberoA SCUOLA NON S'INVECCHIA I nuovi cacciatori li vogliamo cosìNEORURALI DE NOANTRIFRANCIA MON AMOURLA CACCIA E' GREEN? Stupidità... stasera che si fa? NUOVA LINFA PER LA CACCIATERRA INCOGNITAL’Italia a cui vorrei fosse affidata la cacciaLa marcia in più della selvaggina EPPUR SI MUOVECOLLARI ELETTRICI: LECITI O ILLECITI?DIVERSA OPINIONEIN PRIMA PERSONA PER DIFENDERE IL PATRIMONIO NATURALEOpinioni fuori dal coro - VACCI TU A MANNAIL!!!A CACCIA A CACCIA!!!PROVOCAZIONI Estate di fuocoMISTIFICAZIONISICUREZZA A CACCIA, PRIMA DI TUTTOSostenibili e consapevoli!COLPI DI SOLE COLPI DI CALOREAiutati che il Ciel ti aiuta! Insieme saremo Forti!TECNOCRATI? NO ESPERIENTILA RICERCA DIMENTICATAPARCHI: RIFORMA-LAMPO DE CHE'!Orgoglio di contadinoCampagna o città?CACCIA: UNA RISORSA PER TUTTI. PRENDIAMO ESEMPIO DAGLI ALTRICALENDARI VENATORI CON LEGGE REGIONALE: UN'OPINIONE CHE FA RIFLETTERECONFRONTO FRA GENERAZIONILA CACCIA CHE SI RESPIRARapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute GLI SMEMORATI DI COLLEGNOMUFLONE E CAPRIOLO IN ASPROMONTE: un sogno o una possibile realtà?Piemonte: Salta il camoscio/tuona la valanga...DELLE COSE DELLA NATURACultura Rurale: una soluzione per far ripartire l'ItaliaIl nodo delle specie aliene che fa capitolare gli ambientalistiLA CACCIA NELLA STORIA, PASSIONE E NECESSITÀPAC IN TERRISUCCELLI D'EUROPAGIRA GIRA.....STORIA SEMPLICE DI UNA CACCIATRICE LAMENTO DI UN GIOVANE ERRANTE PER LA CAMPAGNATOCCA A NOI!CRISI. SOLUZIONE ALLA GRILLOIL SENSO DELLA CACCIA DI SILVIAVERITA' E CERTEZZA DEL DIRITTOPROCEDURE D’INFRAZIONE E DEROGHE: UN CONTRIBUTO ALLA CHIAREZZABECCACCE DI BEFANACACCIA, FASE DUEPROVOCAZIONI DI FINE D’ANNORICERCA RICERCASPIGOLATURE DI NATALEDai pomodori alle lampadine LA RUMBA DEL CINGHIALONENON ERA AMOREFinalmente autunnoIl paradosso dell'IspraIL PIANETA DEI CACCIATORILe caste animali A CACCIA ANCHE DOMANIA CACCIA SI, MA DOVE?ORGOGLIO DI CACCIATOREPer il nostro futuro copiamo dai colleghi europei FINALMENTE A CACCIAAPRE LA CACCIA!Amico cacciatore, guarda e passaRiforma sui Parchi in arrivo?E i cuccioli umani?MEDITATE, AMBIENTALISTI, MEDITATELA FARSA DEI CALENDARI Armi, la civiltà fa la differenzaIl Pointer e la cacciaCol cane dalla notte dei tempiContarli, certo, ma come?Questa è una passione!IL PENTOLONELA LOGICA DELLA PICCOLA QUANTITA' SOLDI E AMBIENTE. DIECI DOMANDENON SOLO STORNOQUEL CHE RESTA DELLA CACCIA AGLI ACQUATICILa lezione di Rocchetta di VaraBASTA CON LA STERPAZZOLA CON LO SCAPPELLAMENTO A DESTRA MIGRATORI TRADITICORONA L'ERETICOCacciatori e Agricoltori, due facce della stessa medagliaDeroghe: non è una missione impossibileAMBIENTALISMO E' CULTURA RURALESei il mio caneALLE RADICI DELLA CACCIACORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL’UOMO: IMPORTANTE SENTENZA A FAVORE DELLA CACCIACOME DIREBBE LO STORNO, DEL DOMAN NON V'E' CERTEZZA...BOCCONCINI PRIMAVERACACCIA, PASSIONE, POCHE CHIACCHIERECOMUNITARIA: RIMEDIARE AL PASTICCIOQUESTIONE DI CALENDARIOLA BAMBINA CHE SOGNAVA LA CACCIAPRENDIAMO IL MEGLIOBELLEZZA E AMBIENTE. LA NOSTRA RICCHEZZATUTTI A TAVOLARIFLETTERE MA ALLO STESSO TEMPO AGIRELA CACCIA SERVE. ECCOME!METTI UNA SERA A CENAUrbanismo e Wilderness: un confronto impariCONFESSIONI DI UNA TIRATRICE DI SKEETGIOVANI, GIOVANI E ANCORA GIOVANIIL CAPRIOLO POLITICO NO - Per una visione storicistica della caccia in ItaliaAccade solo in Italia?L’ambientalismo tra ecologia profonda e profonda ignoranzaFRA STORIA E ATTUALITA'Non sono cacciatore ma la selvaggina fa bene. Intervista a Filippo Ongaro“Solo” una passioneTra ideologia e strategia politicaIL CATALOGO E' QUESTOTORNIAMO A SVOLGERE UN RACCONTODA DONNA A DONNA: IL MALE DEL TURISMO. Lettera aperta di Lara Leporatti al Ministro BrambillaItaliani ignoranti della cacciaCACCE TIPICHE E VITA IN CAMPAGNAEd il giorno arrivaDEROGHE E CACCIA ALLA MIGRATORIA: DA RISOLVERE. UNA VOLTA PER TUTTE!PRE-APERTURA DI CREDITODomani sarà un altro giorno MIGRATORIA E SELEZIONEAlcune riflessioni sulla caccia in ItaliaDivagazioni per una rivoluzione culturaleLa senatrice Adamo va alla guerraPERCHE’ NON SCENDI, PERCHE’ NON RISTAI? ( versi di G. Carducci)Calendari venatori. Le bugie degli ambientalistiUn'arte chiamata cacciaAREZZO SCONFESSA LA BRAMBILLAAnimalismi e solitudiniIn un vecchio armadioSTAGIONE VECCHIA NON FA BUON BRODOBelli, matti ed inguaribili SIAMO LIGURI!Ieri, mille anni fa, io caccioCosa mangiano gli animali degli animalisti?SCIENZA, CONOSCENZA, CULTURAC'ERA UNA VOLTA UNA SCIMMIAMOVIMENTO STATICO, ANZI NO, REGRESSIVOORSI. COMUNITARIA. PROVVEDIMENTO ZOPPO MA CON SICURO VALORE SIMBOLICOAerei e trasporto munizioni - La situazione della caccia oggi: “Io speriamo che me la cavo”ALL'ARIA APERTA!Contro ogni tentazione. PORTIAMOLI A CACCIAIPSOS FACTO! DIAMOCI DEL NOIIN FINLANDIA SI', CHE VANNO A CACCIA!RIFLESSIONI DI UN PEONEIL PAESE PIU' STRANO DEL MONDOFuoco Amico PER UNA CULTURA RURALE. MEGLIO: PER UNA CULTURA DELLA CACCIA CHE AFFONDA LE SUE RADICI NELLA TRADIZIONE RURALEE Jules Verne diventò anticaccia CULTURA RURALE E CULTURA URBANA A CONFRONTOL'Enpa insulta i cacciatoriSELVAGGINA IN AIUTO DELL’ECONOMIAAmerica: un continente di vita selvaggiaLA LIBERTA’ DI STARE INSIEME A chi giova la selezioneLA CACCIA COME LA NUTELLA?LUPO, CHI SEI?Le fonti energetiche del futuro: nucleare si o no?TOSCANA: ARRIVA LA NUOVA LEGGEA caccia con L'arco... A caccia con la storia...Interpretazioni e commenti di nuova concezione10 domande ai detrattori della cacciaIL BRIVIDO CHE CERCHIAMOLa caccia come antidoto alla catastrofe climaticaPer una educazione alla natura E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA IL CAPRIOLO MANNAROCONSIDERAZIONI E PROPOSTE PER IL FUTURO DELLA CACCIA IN ITALIACaccia - anticaccia: alla ricerca della ragione perdutaAllarmismo e vecchi trucchettiAncora Tozzi ?REALISMO, PRIMA DI TUTTOLe invasioni barbaricheAPERTURA E DOPO. COSA COME QUANDOPiombo e No Toxic: serve un nuovo materiale per le cartucce destinate agli acquaticiDi altro dovremmo arrabbiarciI GIOVANI E IL NUOVO AMBIENTALISMO Cinofili, cinologi e cinotecniciUn rinascimento ambientale è possibileGelosi e orgogliosi delle nostre tradizioniLA CACCIA SALVATA DALLE DONNE?Nuovo catalogo BigHunter 2009 – 2010: un omaggio all' Ars VenandiTutto e il contrario di tuttoDALL'OLIO: UNITA' VO' CERCANDO...IL VECCHIO CANE: RICORDIAMOCI DI TUTTE LE GIOIE CHE CI HA DONATOLa voce dei protagonisti sui cinghiali a GenovaTutti insieme... magicamenteAmbiente: una speranza nella cacciaSOLO SU BIG HUNTER: DALL’OLIO, PRIMA INTERVISTALa Caccia ha bisogno di uomini che si impegnanoLA COMUNICAZIONE NON E' COME TIRARE A UN TORDOIl capanno: tra architettura rurale e passione infinitaDONNE ...DU DU DU... DI-DI-DI I..... IN CERCA DI DIANAEUROPA EUROPAVICINI ALLA VERITA'Beccaccia sostenibileCACCIA E SOCIETA'Wilbur Smith, scrittore da best seller innamorato della caccia BAGGIO, CON LA CACCIA DALL’ETA’ DI CINQUE ANNIPARLAMENTO EUROPEO - Fai sottoscrivere un impegno per la caccia al tuo candidatoCACCIA ALL'ORSIORGOGLIOSI DI ESSERE CACCIATORIUN DOCUMENTARIO SENZA SORPRESE, ALMENO PER I CACCIATORIRidiamo il giusto orgoglio al cacciatore moderno e consapevoleIl cane con il proprio olfatto è il vero ausiliare dell'uomo, anche oltre la caccia.157: PENSIERI E PAROLEMA COS'E' QUESTA CACCIA?157 CACCIA: LA SINTESI ORSI E' UNA BOZZA DI DISCUSSIONEMIGLIORARE LE RAZZE? SI PUO’ FARECINGHIALI CHE PASSIONELa cultura cinofilaATC DIAMOCI DA FAREIl vitello che mangi non è morto d'infarto!Ripensare la caccia?PER UN FUTURO DELLA CACCIAQUANTO CI COSTI, BELLA TOPOLONAPUCCINI CACCIATORE E AMBIENTALISTA ANTE - LITTERAMUn nuovo corso per gli ungulatiSiamo noi le Giubbe VerdiRuralità e caccia fra cultura, tradizione ed economia Rilanciamo il consumo alimentare della selvagginaLa caccia secondo Giuliano, umorista de La RepubblicaQuesta è la cacciaIl cane oggetto: attenzione alla pericolosa tendenza della civiltà dei consumiLa cinegetica e la caccia col caneGestione e tradizione BASTA TESSEREAMAR...TORDE il beccafico perse la via del nordDimostriamo credibilitàApertura passione serenitàeditoriale - Fucili italiani come le ferrariOrgoglio di CacciatoreI Tordi e le BeccacceLa Caccia è Rock

Editoriale

Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse


lunedì 30 dicembre 2013
    

Difficile non condividere, pur se con un po' di ritardo,  l'intero pensiero esposto nell'articolo Animalismo e pesca: poche idee ma molto confuse pubblicato alla fine della scorsa estate sul sito pesca ricreativa.org. L'articolo segue il pubblico attacco subito dai pescatori amatoriali da parte di 13 sigle ambientaliste (le stesse su per giù che si scagliano contro la caccia) con la campagna Urlano in silenzio, pubblicata su alcuni quotidiani. Così, rasentando il ridicolo, grandi Ong come Lipu e Wwf, che nell'immaginario collettivo rappresentano una buona fetta dell'impegno ambientale nel nostro paese (anche se parte della loro reputazione è l'effetto di una buona strategia di marketing), si associano all'iniziativa dell'organizzazione dichiaratamente estremista Animal Liberation Front, mettendo il proprio logo (a pagamento?) sulla campagna che di fatto se la prende contro chi mangia pesce, oltre che chi lo pesca. “Nessun pesce ottiene una buona morte – recita la locandina – Neppure uno. Non c'è bisogno che tu ti chieda se il pesce che hai nel piatto abbia sofferto, ha sofferto”. E' solo l'incipit della campagna, che prosegue descrivendo le interminabili sofferenze dei pesci e si sofferma su alcune “recenti ricerche” che in sostanza dimostrerebbero che anche i pesci hanno una coscienza. E se l'avessero anche le piante? Viene da chiedersi... E se soffrissero in silenzio anche le verdure strappate dalla terra? Chissà cosa mangerebbero queste persone.

L'invettiva contro la pesca è arditamente generalizzata e strumentale, avendo come scopo principale quello di diffondere l'ideologia animalista e raccogliere fondi per finanziare iniziative mediatiche come questa. Il messaggio degli animalisti, definito dai pescatori “talebanismo vegano” è strategicamente molto confuso: utilizzando immagini truculente e termini in grado di colpire le coscienze assopite, si lascia credere che la pesca ricreativa e quella senza regole siano la stessa identica cosa. Proprio ciò che si fa con l'accostamento caccia/bracconaggio. La campagna, secondo i pescatori sfrutta “persone mosse da una sincera passione ma non dotate di una cultura specifica” (anche qui, guarda caso, proprio ciò che succede con la caccia), facendo una enorme confusione tra la pesca sostenibile e quella massiva che danneggia il mare e le sue risorse.

Interessante la parte in cui gli autori dell'articolo parlano di una sorta di “preconcetto etico-autistico”, che colpisce le grandi organizzazioni ambientaliste. Wwf per esempio, che, ricordano i pescatori, partecipa con grande attivismo a tutte le sedi consultive del settore pesca ed interviene con pareri favorevoli sulla pesca sostenibile ma che poi schizofrenicamente aderisce a una pubblicità a pagamento che mette al muro chi mangia pesce, e dà informazioni distorte. Come ci è finito lì lo stemma del panda? Probabilmente, spiega l'autore dell'articolo, a causa di una scheggia impazzita in una sede locale. Tesi che poi puntualmente viene confermata da Wwf . L'associazione infatti diversi giorni più tardi tramite il responsabile nazionale del Programma Mare Wwf Italia, manda una precisazione pubblicata postuma all'articolo, dissociandosi da un gruppo di volontari locali che ha sottoscritto un accordo con altre Ong di Bologna. Il manifesto era apparso almeno quindici giorni prima su un quotidiano importante come Repubblica di Bologna ed è quantomeno sospetto che se ne siano accorti solo dopo l'articolo dei pescatori. C'è voluta l'indignazione di una categoria di persone che praticano la loro passione con coscienza e nel rispetto delle leggi e del mare per far fare un passo indietro all'associazione? Sarebbe interessante a questo punto capire se a questi volontari )  sarà chiesto di uscire dall'associazione e aderire ad un'altra più in linea ai loro ideali... (Inciso: mai sentito di un volontario che può disporre di un marchio su cui spesso si lucra; al massimo sarà stato un...dirigente-volontario, come dovrebbero essere tutti i dirigenti di associazioni del genere).

Abbiamo visto diverse volte le associazioni ambientaliste dire tutto e il contrario di tutto, attaccare da una parte e ritrarsi dall'altra. Di base sono contrarie a tutto ciò che comporta l'uccisione di anche solo un animale (cosa che fa molta presa nel pubblico), ma poi partecipano a incontri tecnici e scientifici e si ritrovano a convenire sulla necessità di approvare gli abbattimenti o, in questo caso, la pesca sostenibile. Il che determina una specie di marasma dissociato in cui chiunque può riconoscersi. Basta usare la tattica del gambero e sgusciare via non appena si viene messi all'angolo. Probabilmente anche il mondo della caccia dovrebbe pretendere simili ammissioni di colpe anche di fronte agli ingiusti attacchi rivolti alla caccia, che fino a prova contraria, come la pesca ricreativa, viene esercitata nel nostro paese in condizioni di piena sostenibilità ambientale e nel rispetto delle Direttive comunitarie, come confermato recentemente da Potocnik, il Commissario europeo all'ambiente,  rispondendo all'onorevole Zanoni. O forse pretendere serietà dagli ambientalisti è chiedere troppo?
 
Carlo Finch

Leggi altri Editoriali

42 commenti finora...

Re:Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse

Come può conoscere un territorio un cacciatore anche nei minimi particolari non lo conosce certo nessuno.Ed è sempre gratificante mettere a disposizione tali conoscenze per il bene comune.

da agostino 06/01/2014 15.42

Re:Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse

ma che sentinelle d'Egitto...ma smettila di scrivere stupidaggini...che è meglio! Sentinella sarai tu e tutti quelli esaltati come te. io la sentinella la faccio a casa mia e al mio lavoro a caccia vado se mi mandano se no faccio lo stesso. ma non avete niente da fare ?

da Geppo 06/01/2014 11.26

Re:Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse

Eppur si muove!! :-)

da Ezio 05/01/2014 11.32

Re:Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse

Sentire poco fa al tg1, che i cacciatori sono stati menzionati come utili aiutanti nella ricerca di una ragazza dispersa...ecco mi ha fatto bene sentirlo dire. A dispetto di chi senza usare un minimo di intelletto ci lancia sempre addosso veleno. W la caccia quella vera e w i veri cacciatori, le vere sentinelle dell'ambiente checchè se ne dica.

da Giovanni Aiello 04/01/2014 20.32

Re:Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse

Io ritengo che a parte la presenza di qualche abelinato irrecuperabile su Big Hunter parli la parte " sana " della caccia definendo insana quella relativa ad amministratori e dirigenti della AAVV nazionali che ci hanno portato ad essere tra le categorie + odiate del pianeta chiaramente fetproscittando inquinamento,corruzione ed eco-mafie diffuse in tutto il sistema sociale, detto questo non avevo dubbi che tanto era becero l'intervento contro la ragazza quanto sarebbe stato equilibrato il nostro approccio sull'argomento con commenti dettati solo dall'umanità che contraddistingue chi sà cosa vuol dire attaccarsi alla vita lottando giorno per giono. Auguri anche a te claudio ge ed a tutti gli amici di Big Hunter abbiamo una passione comune che non viene mai prima della bontà d'animo.

da ZERO ASSOLUTO + INOX 04/01/2014 11.23

Re:Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse

Grazie Ezio, contraccambio sentitamente gli auguri, Inox lusingato di essere ricordato ti manda un BAU

da ZERO ASSOLUTO + INOX 03/01/2014 21.33

Re:Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse

Zero, "loro" chi non la pensa esattamente come "loro" lo vorrebbero eliminare, altro che pensare ad aver bisogno degli altri!! Buon 2014 a te ai tuoi cari e ad Inox...

da Ezio 03/01/2014 19.43

Re:Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse

Aggiungo,bene abbiamo fatto a non "cavalcare" e fare troppo "nostro" il dramma di quella ragazza insultata e oggetto di minacce di morte solo perchè ha espresso un giudizio equilibrato su l'uomo e sulla fruizione per il suo bene delle creature che popolano la terra,spero che in tanti aprano gli occhi per notare questa gente senza Dio e senza cuore, coreografici quando protestano davanti ai circhi per mandare a gambe all'aria chi ha uno straccio di lavoro e perfidi nei loro scopi pur di raggiungere quello che si prefiggono, pregate di non aver bisogno degli altri malarazza!!!

da ZERO ASSOLUTO 03/01/2014 16.34

Re:Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse

il territorio va gestito da cacciatori pescatori ed agricoltori, tutto il resto e magna magna, basta vedere il paese idalia dove è finito! la sera i giovani si possono ubriacare gli stranieri metterci sotto con le auto, ed oltre il tg non si va, ma se per caso a caccia muore un cacciatore, magari da infarto e per i fatti suoi, allora vengono fuori con le statistiche.....vorrei le statistiche degli sciatori, sport estremi, escursionisti, ci sarebbe da ricavarne un cimitero di 20 ettari!.....però i media tacciono......perchè non è quella la politica.....in idalia tutto è politica....... capicsci a me!

da dardo 03/01/2014 16.06

Re:Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse

"Ambientalisti":poche idee ma confuse?Semmai pochissime idee e confuse.

da agostino 02/01/2014 22.57

Re:Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse

Sono pescatore da sempre, mare e fiumi ( prima licenza di pesca nel 1968 )e conosco gli ambienti dei pescatori in particolare la federazione pesca sportiva FIPSAS dove ho vinto due campionati Italiani individuali mare, dentro ci sono annidati verdi dei più pericolosi pronti a " mangiare la faccia "a chi si cucina una trota o un bel branzinotto, in nome del catch and relase, ami senza ardiglione e puzzonate varie intanto se vai in un negozio di pesca compri quattro cose che ti stanno in una mano e spendi subito trenta euro. Ora sono tutti dei pescatori " puri", pescano nelle fogne però hanno il cravattino, per non parlare dei cormorani che massacrano la pesca sportiva,anche per loro le soluzioni che vanno bene sono i dissuasori con il grido del falco come per gli storni di Roma.

da ZERO ASSOLUTO 02/01/2014 19.40

Re:Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse

io penso che qualche neurone abbia fatto corto circuito nei loro cervelli,quando questi pseudo ambientalisti,animalisti ecc ecc augurano la morte ad una persona?

da pol 02/01/2014 17.13

Re:Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse

Chissà come la vede sta cosa il famoso cervide cerebroleso, si scatenerà anche contro la pesca adesso? Ma va a cagher testun ahahahaha

da Robin Hunter 02/01/2014 13.36

Re:Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse

P.G. 31/12/2013 17.50: Che il nuovo anno gli possa portare a loro la morte, come è stata augurata!!! Felice e sereno 2014 a tutti i cacciatori e pescatori, gente di buona volontà!

da s.g. 01/01/2014 13.57

Re:Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse

Auguri a tutti i cacciatori di buon anno 2014. Caterina auguri, e che il nuovo anno possa portarti serenità e quella salute che fino ad ora hai rincorso e che meriti. Agli animalari e ambientalisti disonesti dentro auguro che il nuovo anno possa portare un po di umanità perchè fino ad ora hanno solo vomitato odio.

da P.G. 31/12/2013 17.50

Re:Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse

Finalmente. Scrivo finalmente perchè di essere noi cacciatori gli unici a subire le martellanti offensive dei "contras" non mi andava. Non ne vogliano gli amici pescatori... però il mio "finalmente" rappresenta un iniziale punto di coesione tra noi cacciatori ed i pescatori. Siamo uguali: preleviamo coscienziosamente un bene che la natura rinnova di anno in anno. Abbiamo regole da seguire, esami da superare, e meritiamo più rispetto. Cacciatori e pescatori ASSIEME sono una forza dal peso specifico più alto. Assieme possiamo cercare, anzi dobbiamo cercare di vendere cara la pelle. Buon anno a tutti.

da aldorin 31/12/2013 17.43

Re:Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse

Auguri a tutti,e che il 2014 possa portar via,su marte,su Giove...tutti gli animalnazisti Italiani.però mi piacerebbe ancor di più,che la magistratura individuasse questi delinguenti che minacciano,e gli dasse la giusta condanna.voglio ricordare che se fosse uno di noi a minacciare,già sarebbe senza PD,e senza armi.allora signori giudici che proclamate:la legge è uguale per tutti...vediamo se ciò corrisponde a verità.però ho i miei dubbi....dopo aver un parlamento pieno di incriminati,e dopo aver visto un pregiudicato ancora in libertà e fare proclami in tv.CATERINA...stai tranquilla,noi non ti lasceremo sola.spero che la ricerca possa un giorno farti guarire....e fanculo sorci...ratti...e compagnia bella.

da max 60 31/12/2013 16.57

Re:Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse

Auguri Claudio!! Auguri a tutti voi/noi, ai vostri/nostri cari, alla Redazione di Big Hunter e un enorme in bocca al lupo a Caterina!!!

da Ezio 31/12/2013 15.36

Re:Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse

Tanti auguri di buon anno Ezio a te e ai Tuoi cari... e a tutti i ragazzi che hanno scitto sul Blog allaa Redazione e alla Caterina naturalmente il quale bacio e abbraccio. SIAMO PROPRIO GENTE PER BENE: UN BACIO A TUTTI

da claudio ge 31/12/2013 15.27

Re:Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse

bravo andrea. ora come la mettono ?

da falco 31/12/2013 14.23

Re:Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse

AMBIENTALISTI......Andate a pescareeeeeeeeee.......ahahahahahahahahaahahahhahahahahah

da io 31/12/2013 12.39

Re:Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse

ricordo quando amici pescatori restavano indifferento o addirittura appoggiavano campagne anticaccia, dicevo loro aspettate che prima o poi arriverranno anche a voi, il tempo mi ha dato ragione.

da andrea 31/12/2013 11.22

Re:Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse

:-))))) Grande Claudio!! :-))))

da Ezio 31/12/2013 11.17

Re:Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse

Stai tranquillo caro F che qualche nazi-animalista l'anno se lo finisce male, ma se lo inizierà anche peggio... ieri sera su Voiager hanno fatto vedere che cercano persone, con viaggio di sola andata per Marte, dove dopo un pò di anni diventeranno tutti vegani per necessità. cari Signori di Mars-one se ne potrebbe parlare!! li mandiamo tutti lassù con in testa la rossa e tutto il mondo è in pace...no?

da claudio ge 31/12/2013 10.20

Re:Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse

La magistratura dovrebbe riflettere su questi comportamenti razzisti e discrminatoril . Giorni fa ho letto di quella ragazza malata da quando aveva 9 anni e viva ancora grazie alla ricercascentifica su cavie...minacciata di morte,offesa,trattata come se non fosse un essere umano... bene non hovistoun seguito a questo...ma se trovano un lupo morto si muove perfino ilGoverno....e un paese normale questo?

da F 31/12/2013 9.55

Re:Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse

Non bastava la caccia,ora cominciano con la pesca!!!La verita' che per fortuna nonostante la fase di difficolta' economica attuale il cibo (per ora ) non manca alla maggioranza della popolazione.....Ci vorrebbe un po' di fame vera, vedrai che questi soggetti spesso anche benestanti sganciati completamente dalla realta' della vita sparirebbero in un batter d'occhio....NO A QUESTI INTEGRALISTI ESTREMISTI....

da bottaccio 62 30/12/2013 23.12

Re:Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse

Ma gli animalisti sono animali,quindi esseri di intelligenza inferiore all'essere umano. Ma cosa volete pretendere!!!!!!!!!

da Marco 30/12/2013 22.59

Re:Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse

Sanno che la stagione venatoria sta volgendo alla fine per quest'anno e allora cosa fanno sti balordi, rompono i cordoni anche alla pesca; la cosa buffa che si attaccano veramente come parassiti a tutto cio' che li circonda, per me sono automi tarati in negativo e basta.

da pico 69 30/12/2013 20.59

Re:Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse

x lupo 60 condivido in pieno e ti ringrazio di cuore. condivido anche quanto asserito da max. anche l'osservazione di ezio è condivisibile. Credo che quello che noi sosteniamo non è altro che quello che una persona normale con sani principi ha come stile di vita non credo che siamo delle super menti siamo solo persone oneste che vivono del proprio lavoro con una famiglia normale alle spalle e che i loro genitori hanno loro insegnato anche perché tramandato da generazioni. E' questo modus vivendi tutto inperniato alla ricerca del Dio Danaro ! che fa perdere i più elementari stili di vita. Buon anno a tutti nella speranza in un 2014 migliore.

da falco 30/12/2013 20.48

Re:Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse

Gli estremismi vengono coltivati e ravvivati da molti di quelli che hanno il potere per creare guerre tra poveri al fine di distrarli dai veri problemi, per evitare che individuino i veri colpevoli dei veri problemi. Spesso però le cose sfuggono dalle mani a chi pensa di poter indirizzare tutto e tutti secondo i propri voleri e desideri. purtroppo chi ne fa le spese alla fine della fiera sono comunque e soprattutto i poveri cristi.

da Ezio 30/12/2013 20.38

Re:Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse

@falco.hai detto bene"spazzatura"...non pensi che dall'altra parte(politica)sia la stessa cosa?...

da max 60 30/12/2013 20.18

Re:Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse

falco hai ragione ma la vera spazzatura è il nostro stato che ha permesso a questa gente di comportarsi in questo modo e i giornali le tv le radio ecc propaganda animalista ovunque adesso paghiamo l'ignoranza di alcuni a caro prezzo e con la nostra pelle auguro a tutti quei bastardi che hanno offeso la ragazza e la dignita umana di provare cosa è il cancro.

da LUPO60 30/12/2013 20.03

Re:Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse

GLI ANIMALISTI ? se hanno augurato la morte a quella giovanissima ragazza che ha dichiarato che grazie alla sperimentazione animale può ancora vivere e forse guarire ! vi rendete conto con che spazzatura abbiamo a che fare e la politica che li ascolta !

da falco 30/12/2013 18.38

Re:Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse

Scusate ma "Ong",riferito a queste organizzazioni,che significherebbe,dal momento che usufruiscono del disposto da una legge dello Stato che gli permette di gestire le destinazioni di un 5 per mille?Non sarebbe piu' "etico" chiamarle associazioni e basta?Legambiente immagino non figuri tra quelle elencate,visto che gestisce tratti di acque dolci dove si pratica il "pesca e rilascia"(scusate ma sono nato in Italia);una pratica non proprio divertente e salutare per le trotelle.

da pietro 2 30/12/2013 18.23

Re:Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse

Gli animalisti a mio modesto parere di potrebbero dividere in due categorie.Quelli molto arguti e per nulla fessi,i quali da tempo immemore si sono ingrassati e gonfiato i loro conti in banca.Poi quelli con la scatola cranica come un tamburo(vuota),imbecilli a tal punto di credere quanto gli viene inculcato per altri e molto meno nobili scopi.Per i fessi non ci sarà mai storia.

da vince50 30/12/2013 18.21

Re:Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse

Adesso anche il "grande pubblico" conosce la cattiveria degli pseudo-animalisti/ambientalisti; uomini e donne capaci di "uccidere" (in senso lato) i propri consimili senza remora alcuna per poi indignarsi di fronte all'uccisione di un animale; sono persone incoerenti e violente. Questa è l'unica verità.

da In merito alla vicenda di Caterina 30/12/2013 17.43

Re:Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse

...noi stessi li diamo "TROPPA" importanza....

da Giovanni59 30/12/2013 15.35

Re:Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse

I pescatori e le loro organizzazioni in tutti questi anni hanno fatto di tutto per smarcarsi dal fenomeno anticaccia. In alcuni casi associandosi anche alla canea montante. Il catch and relise (pesca e rilascia)ne è una bella riprova: efficace dal punto di vista mediatico, ininfluente dal punto di vista del pescie oggetto del ...relise. Sperando forse che passasse la buriana e che a loro e alla loro attività non toccasse la stessa sorte. Se avessero affrontato invece il problema con la schiena dritta, ma un pescatore, per postura funzionale, difficile che ce l'abbia, avremmo potuto ottenere qualche risultato in più. Ma, tant'è. Speriamo che si ravvedano.

da Robert R. 30/12/2013 15.29

Re:Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse

Quando dico che questi hanno chiari limiti cerebrali, non mi sbaglio mica. Qualcuno dovrebbe dire agli animalari anti pesce che la loro paladina nonchè mente suprema "la roscia branby" e felice possessore di una delle flotte italiane dedite alla pesca e alla vendita dello stesso... capisco che abbia sempre fatto credere di essere particolarmente attratta solo da altri cetacei però è un dato di fatto ... guadagna soldi con la morte dei pesci. Personalmente non ci trovo nulla di male a pescare e a mangiare pesce, sono i minorati mentali (animalari) che vengono da marte e fanno finta di non sapere. Posso solo sperare che un giorno (presto) gli animalari si estinguano , non tanto per noi cacciatori ma perchè il mondo senza questo lerciume sarebbe migliore.

da P.G. 30/12/2013 15.06

Re:Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse

Al di la della (in genere) contiguità dell'ambientalismo italiano con l'animalismo, sarebbe bene ricordare e definire una volta per tutte che ambientalismo sano e vero ed animalismo sono cose assolutamente diverse tra di loro ed anzi proprio in antitesi tra di loro.

da Ezio 30/12/2013 14.31

Re:Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse

Finalmente si fanno le cose giuste ( adesso anche la pesca) senza preferenze tra una categoria ed un'altra. Bravi ! Continuate così anche per la pesca. Cordialità e per l'anno nuovo che vi possano capitare pesci di tutti i colori.

da jamesin 30/12/2013 14.30

Re:Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse

O forse pretendere serietà dagli ambientalisti è chiedere troppo? -------------------------------------------- Non è chiedere troppo : è chiedere l'IMPOSSIBILE ! Il vero ambientalimo non è questo, lo sanno anche su Marte

da Renzo 30/12/2013 11.58