Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | Foto | I Video | Sondaggi | Quiz | Forum | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Downloads | Fresco di Stampa | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Anche gli ambientalisti calano. Eccome!Referendum e autonomieSulla legge del salmì e altre meraviglieQuestione di DnaMarco Ciarafoni: Giovani, giovani e unitàMassimo Zaratin: far conoscere a chi non saSparvoli: il futuro nel cacciatore ambientalistaCacciatori, è nato WeHunter! BANA. MIGRATORISTA PER...TRADIZIONECRETTI. LA CACCIA E' SEMPRE DOMANIHUNTER FOREVERSORRENTI: GUARDARE AVANTI CON OTTIMISMOFiere degli uccelli: ecco dove sbagliano gli animalistiAmici ambientalisti chiedete la chiusura della caccia e fatela finita!ETTORE ZANON. EUROPA EUROPA!INCENDI E SICCITA'. FACCIAMO CHIAREZZAMASSIMO MARRACCI. ATTENTI AI BISTICCIL'ultimo beneUNA SOCIETÀ ALLA DERIVATORDO, TORDELLA, BIBÌ, BIBÒ E CAPITAN COCORICÒLibro Origini – Iscrizioni recordMERAVIGLIOSA BECCACCIASerra uno di noi. L'animalista coi baffiCacciatore o lupo cattivo?IL CINGHIALE SALVA LA CACCIABrambusconi, "che figata"ETICA O ETICHETTA?DUE CHIOSE ALLO STORICOCARTA VINCE CARTA PERDECacciatori e noL'AGNELLO E LA CICORIAPER ELISA - La dolce passione di una cacciatrice di carattereSOSTIENE LARALUPO, QUANTO CI COSTIA UN PASSO DAL PARADISO - Dopo l' ISPRA ecco l'ONCFS franceseISPRA: C'ERA UNA VOLTA IL LABORATORIO PER NON PERDERE LA TRAMONTANAC'ERA UNA VOLTA...LUPO: CHE BOCCA GRANDE CHE HAI!!!Altro che caccia. Ecco quali sono le vere infrazioni italianeTABU' LUPOFIRMAMENTO SOCIALALTRO CHE CACCIA! E' L'HABITAT CHE RISCHIA GROSSOLUPO. ATTENDIAMO LUMICHI DICE PARCHI DICE PORCHI, E... NOTERELLE SUL CANE DA CACCIACos’è la cacciaLa ri-propostaCuore di beccacciaCacciatori in Europa. Un'azienda da 16 miliardiLA GRANDE CUCINA DELLA SELVAGGINA Una bella scopertaCARI AMBIENTALISTI, NON SI COMINCIA DALLA CODAOsservatori regionali, avanti!Ungulati: una risorsa preziosaLa mia prima volta al cinghiale: onore alla 110!Il cinghiale nel mirino. Braccata e selezione: una convivenza possibileANIMALISTI. LA DEBOLEZZA DEI VIOLENTITORDI TORDISTANNO TUTTI BENEETERNA APERTURATANTE MAGICHE APERTURECI SIAMO!LA SFIDA DELLA COMUNICAZIONELA SANA DIETA DEL CACCIATORE CELESTEANCH'IO CACCIOMIGRATORIA, MA DI CHI?Biodiversità e specie opportuniste: l'esempio franceseREWILDING ECONOMY – IL PASSATO PROSSIMO VENTUROLasciate la carne ai bambiniUccellacci e uccellini, chi ce la fa e chi....CINGHIALI D'UNA VOLTADATEMI UN'APP, SOLLEVERO' L'ISPRAMONTAGNA, 22 ANNI DOPOElegia per un vecchio signoreLA GRANDE BUFALAAnimali & Co: un problema di comunicazioneLUPO O CINGHIALE?Papa Francesco: gli animali dopo l'uomoLe allodole, mia nonna e le vecchietteLa caccia e gli chefUNGULATI CHE PASSIONEPARCHI E AREE PROTETTE: ECCO LA FRANCIALe beccacce e il lupoQUESTIONE DI PROSPETTIVALa cinofilia ufficiale. Parte seconda con scusePROBLEMA LUPOBisturi facili. Cuccioli? No graziePerché ho scelto il setter inglese?Galletti fa mea culpaQuesta è la cinofilia ufficialeC'era una volta il cinghialeBracconieri di speranzeGip, amor di cacciatore. Il piccolo franceseSAVETHEHUNTERS, MATTEOTROMBONI SFIATATII sistemi elettronici di addestramentoGUANO CAPITALEIn principio era una DeaC'era una volta l'orso bianco che campava di caramelleUNA TERRA DIVERSAMEMORIE. Da regina a reginainformAZione?Iniziazione del cuccioloneUNIONE AL PALO?LA PARABOLA DI CECILCROCCHETTE VEGANEL'ecoturismo fa danniALLODOLE PER SEMPRETRUE LIESCI SIAMO?Natura. Madre o matrigna?LA CACCIA, PROTAGONISTA INCONFESSATA DI EXPOUN’APERTURA DA FAVOLAI cuccioli di oggiMACCHE' PREAPERTURACACCIA, PROVE E VARIA UMANITA'Emergenza cinghiali ovvero: la sagra delle chiacchiereFORMAZIONE, FORMAZIONE!I cani da ferma oggiArlecchino o Pinocchio? LA SANZIONE DELLA VERGOGNAPrima informarsi, poi farsi un'opinioneEffetto FlegetonteIl cane domestico (maschio)Il valore della cacciaChi è diavolo, chi acquasanta?CANDIDATI ECCELLENTIPUBBLICO O PRIVATO?LA FRANCIA E I MINORI A CACCIAREGIONALI 2015: SCEGLIAMO I NOSTRI CANDIDATICaccia vissuta“Se questa è etica”QUANDO GLI AMBIENTALISTI CADONO DAL PEROLe contraddizioni dell'ExpoQUESTIONE DI CORPOL'ultimo lupo e l'ignoranza dei nostri soloniCalendari venatori: si riparteDOVE ANCORA MI PORTA IL VENTOLUCI E OMBRE DI UN PROGETTOCANE DA FERMA: ADDESTRIAMOLO PURE, MA CON GIUDIZIOCHIUSO UN CICLO...A patti col diavolo... e poi?BIGHUNTER'S HEROES: LE MAGNIFICHE CACCE DI LORENZOMISTERI DELLA TELECANI E BECCACCE: UN RAPPORTO DIFFICILEE' IL TORDO CHE TARDA. MA GALLETTI NON LO SATordi e beccacce tra le grinfie della politicaDonne cacciatrici piene di fascino predatorioItaliani confusi su caccia e selvagginaStoria di una particella cosmicaVegani per modaAnime e animaliMUSICA E NUVOLE L'uomo è cacciatore: parola di Wilbur SmithCHI LA VUOLE COTTA, E CHI....Nutria: un caso tutto italiano - un problema e una risorsaZIZZAGA, GALLETTI, ZIZZAGA!E se anche le piante provassero dolore?PASSO O NON PASSO, QUESTO E' IL DILEMMAMomenti che non voglio scordare Anticaccia? ParliamoneCACCIATRICI SI NASCE. UN'APERTURA AL TEMPO DELLE MELECATIA E LA PRIMA ESPERIENZACHIARI AVVERTIMENTIPIU' VIVA E PIU' AMATAECCE CANEMDE ANIMALISTIBUS ovvero DEGLI ANIMALISTIIL CATALOGO E' QUESTO....CINOFILIA E CINOTECNIA QUALCHE SASSO IN PICCIONAIAISPRA. UN INDOVINO MI DISSE...MIGRATORI D'EUROPAL'ipocrisia anticaccia fomenta il bracconaggioMIGRATORISTI GRANDE RISORSAFauna ungulata e vincolismo ambientaleDecreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTROAi luoghi comuni sulla caccia DIAMOCI UN TAGLIOSPENDING REVIEW, OVVERO ABBATTIAMO GLI SPRECHIDOPO LE EUROPEE: VECCHI PROBLEMI PER NUOVE PROSPETTIVEBiodiversità: difendetela dagli ambientalisti GUARIRE DALLA ZAMBILLALe specie invasive ci libereranno dall'animalismoEUROPEE: SCEGLIAMOLI BENELa rivoluzione verde è nel piattoLa caccia al tempo di FacebookSOSTIENE PUTTINI: Pensieri e sogni di un addestratore cinofilo a riposoCOSE SAGGE E MERAVIGLIOSEAMBIENTE: OCCHIO AL GATTOPARDOC'ERO UNA VOLTA ALL'EXAQUESTA E' LA CACCIA!EUROPA AL RISVEGLIOTOPI EROI PER I BAMBINI DELLA BRAMBILLACACCIA LAZIO: quali certezze?ISPRA, I CALENDARI QUESTI SCONOSCIUTIUNITI PER LA BIODIVERSITÀ E LA CACCIA SOSTENIBILELO DICO COL CUOREIL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'I veri volontari dell'ambienteDIAMOGLI CREDITOPROMOZIONE GRATUITA PENSIERINI DEL DOPO EPIFANIAAmbientalisti italiani, poche idee ma confuseAnche National Geographic America conquistato dalle cacciatriciPiù valore alla selvaggina e alla cacciaIl cinghiale di ColomboPorto di fucile - NON C'E' MALE!PAC & CACCIALILITH - LA CACCIA E' NATURALEEffetto protezionismo Ispra: il caso beccacciaIl grande bluff dei ricorsi anticacciaCOME FARE COSA FARESupermarket societyRomanticaTipi di comunicazione: C'E' MURO E MUROAmbientalisti sveglia!Crisi e Parchi, è l'ora di scelte coraggioseSPRAZZI DI SERENOPOINTER E NON PIU'SOGNO DI CACCIATOREUN CLICK E SEI A CACCIA FINALMENTE SI SCENDE IN CAMPORIPRENDIAMOCI LA NOSTRA DIGNITA' DI CACCIATORILA FAUNA SELVATICA: COME UN GRANDE CARTOONALLA FIERA DELL'ESTVOGLIO UNA CLASSE DIRIGENTE MODERNAIL NUOVO PARTITO DEI VECCHI TROMBATI“Caccia è cultura, amore e tradizione” L'assurda battaglia al contenimento faunisticoCACCIA PERMANENTE CACCIATORI DIVISIPartiamo dalla ToscanaITALIA: un paese senza identità. Nemmeno per la cacciaC’ERA UNA VOLTA…I cacciatori nel regno delle eterne emergenzeGli ambientalisti e la trave nell'occhioAddio alle rondini?L’Europa “boccia” l’articolo 842 (e la gestione faunistica di Stato)ITALIA TERRA DI SANTI, POETI... SAGGI.....SUCCEDE ANCHE QUESTOBASTA ASINIAMBIENTALISMO DA SALOTTO E CONTROLLO DELLA FAUNA Siamo tutti figli di DianaTOSCANA: ALLEVAMENTO DI UNGULATI A CIELO APERTOALLARME DANNIDANNI FAUNA SELVATICA: Chi rompe paga…STALLO O NON STALLO CI RIVEDREMO A ROMA“L'ipocrisia delle coscienze pulite”UN DIFFICILE VOTO INTELLIGENTE SALVAGENTE CINGHIALECACCIA DIECI VOLTE MENO PERICOLOSA DI QUALSIASI ALTRA ATTIVITA'ZONE UMIDE: CHI PAGA?Lepri e lepraioli QUESTA SI CHE E' UN'AGENDASPENDING REVIEW E CERTEZZA DELLE REGOLELa Caccia, il futuro è nei giovani – Un regalo sotto l’alberoA SCUOLA NON S'INVECCHIA I nuovi cacciatori li vogliamo cosìNEORURALI DE NOANTRIFRANCIA MON AMOURLA CACCIA E' GREEN? Stupidità... stasera che si fa? NUOVA LINFA PER LA CACCIATERRA INCOGNITAL’Italia a cui vorrei fosse affidata la cacciaLa marcia in più della selvaggina EPPUR SI MUOVECOLLARI ELETTRICI: LECITI O ILLECITI?DIVERSA OPINIONEIN PRIMA PERSONA PER DIFENDERE IL PATRIMONIO NATURALEOpinioni fuori dal coro - VACCI TU A MANNAIL!!!A CACCIA A CACCIA!!!PROVOCAZIONI Estate di fuocoMISTIFICAZIONISICUREZZA A CACCIA, PRIMA DI TUTTOSostenibili e consapevoli!COLPI DI SOLE COLPI DI CALOREAiutati che il Ciel ti aiuta! Insieme saremo Forti!TECNOCRATI? NO ESPERIENTILA RICERCA DIMENTICATAPARCHI: RIFORMA-LAMPO DE CHE'!Orgoglio di contadinoCampagna o città?CACCIA: UNA RISORSA PER TUTTI. PRENDIAMO ESEMPIO DAGLI ALTRICALENDARI VENATORI CON LEGGE REGIONALE: UN'OPINIONE CHE FA RIFLETTERECONFRONTO FRA GENERAZIONILA CACCIA CHE SI RESPIRARapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute GLI SMEMORATI DI COLLEGNOMUFLONE E CAPRIOLO IN ASPROMONTE: un sogno o una possibile realtà?Piemonte: Salta il camoscio/tuona la valanga...DELLE COSE DELLA NATURACultura Rurale: una soluzione per far ripartire l'ItaliaIl nodo delle specie aliene che fa capitolare gli ambientalistiLA CACCIA NELLA STORIA, PASSIONE E NECESSITÀPAC IN TERRISUCCELLI D'EUROPAGIRA GIRA.....STORIA SEMPLICE DI UNA CACCIATRICE LAMENTO DI UN GIOVANE ERRANTE PER LA CAMPAGNATOCCA A NOI!CRISI. SOLUZIONE ALLA GRILLOIL SENSO DELLA CACCIA DI SILVIAVERITA' E CERTEZZA DEL DIRITTOPROCEDURE D’INFRAZIONE E DEROGHE: UN CONTRIBUTO ALLA CHIAREZZABECCACCE DI BEFANACACCIA, FASE DUEPROVOCAZIONI DI FINE D’ANNORICERCA RICERCASPIGOLATURE DI NATALEDai pomodori alle lampadine LA RUMBA DEL CINGHIALONENON ERA AMOREFinalmente autunnoIl paradosso dell'IspraIL PIANETA DEI CACCIATORILe caste animali A CACCIA ANCHE DOMANIA CACCIA SI, MA DOVE?ORGOGLIO DI CACCIATOREPer il nostro futuro copiamo dai colleghi europei FINALMENTE A CACCIAAPRE LA CACCIA!Amico cacciatore, guarda e passaRiforma sui Parchi in arrivo?E i cuccioli umani?MEDITATE, AMBIENTALISTI, MEDITATELA FARSA DEI CALENDARI Armi, la civiltà fa la differenzaIl Pointer e la cacciaCol cane dalla notte dei tempiContarli, certo, ma come?Questa è una passione!IL PENTOLONELA LOGICA DELLA PICCOLA QUANTITA' SOLDI E AMBIENTE. DIECI DOMANDENON SOLO STORNOQUEL CHE RESTA DELLA CACCIA AGLI ACQUATICILa lezione di Rocchetta di VaraBASTA CON LA STERPAZZOLA CON LO SCAPPELLAMENTO A DESTRA MIGRATORI TRADITICORONA L'ERETICOCacciatori e Agricoltori, due facce della stessa medagliaDeroghe: non è una missione impossibileAMBIENTALISMO E' CULTURA RURALESei il mio caneALLE RADICI DELLA CACCIACORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL’UOMO: IMPORTANTE SENTENZA A FAVORE DELLA CACCIACOME DIREBBE LO STORNO, DEL DOMAN NON V'E' CERTEZZA...BOCCONCINI PRIMAVERACACCIA, PASSIONE, POCHE CHIACCHIERECOMUNITARIA: RIMEDIARE AL PASTICCIOQUESTIONE DI CALENDARIOLA BAMBINA CHE SOGNAVA LA CACCIAPRENDIAMO IL MEGLIOBELLEZZA E AMBIENTE. LA NOSTRA RICCHEZZATUTTI A TAVOLARIFLETTERE MA ALLO STESSO TEMPO AGIRELA CACCIA SERVE. ECCOME!METTI UNA SERA A CENAUrbanismo e Wilderness: un confronto impariCONFESSIONI DI UNA TIRATRICE DI SKEETGIOVANI, GIOVANI E ANCORA GIOVANIIL CAPRIOLO POLITICO NO - Per una visione storicistica della caccia in ItaliaAccade solo in Italia?L’ambientalismo tra ecologia profonda e profonda ignoranzaFRA STORIA E ATTUALITA'Non sono cacciatore ma la selvaggina fa bene. Intervista a Filippo Ongaro“Solo” una passioneTra ideologia e strategia politicaIL CATALOGO E' QUESTOTORNIAMO A SVOLGERE UN RACCONTODA DONNA A DONNA: IL MALE DEL TURISMO. Lettera aperta di Lara Leporatti al Ministro BrambillaItaliani ignoranti della cacciaCACCE TIPICHE E VITA IN CAMPAGNAEd il giorno arrivaDEROGHE E CACCIA ALLA MIGRATORIA: DA RISOLVERE. UNA VOLTA PER TUTTE!PRE-APERTURA DI CREDITODomani sarà un altro giorno MIGRATORIA E SELEZIONEAlcune riflessioni sulla caccia in ItaliaDivagazioni per una rivoluzione culturaleLa senatrice Adamo va alla guerraPERCHE’ NON SCENDI, PERCHE’ NON RISTAI? ( versi di G. Carducci)Calendari venatori. Le bugie degli ambientalistiUn'arte chiamata cacciaAREZZO SCONFESSA LA BRAMBILLAAnimalismi e solitudiniIn un vecchio armadioSTAGIONE VECCHIA NON FA BUON BRODOBelli, matti ed inguaribili SIAMO LIGURI!Ieri, mille anni fa, io caccioCosa mangiano gli animali degli animalisti?SCIENZA, CONOSCENZA, CULTURAC'ERA UNA VOLTA UNA SCIMMIAMOVIMENTO STATICO, ANZI NO, REGRESSIVOORSI. COMUNITARIA. PROVVEDIMENTO ZOPPO MA CON SICURO VALORE SIMBOLICOAerei e trasporto munizioni - La situazione della caccia oggi: “Io speriamo che me la cavo”ALL'ARIA APERTA!Contro ogni tentazione. PORTIAMOLI A CACCIAIPSOS FACTO! DIAMOCI DEL NOIIN FINLANDIA SI', CHE VANNO A CACCIA!RIFLESSIONI DI UN PEONEIL PAESE PIU' STRANO DEL MONDOFuoco Amico PER UNA CULTURA RURALE. MEGLIO: PER UNA CULTURA DELLA CACCIA CHE AFFONDA LE SUE RADICI NELLA TRADIZIONE RURALEE Jules Verne diventò anticaccia CULTURA RURALE E CULTURA URBANA A CONFRONTOL'Enpa insulta i cacciatoriSELVAGGINA IN AIUTO DELL’ECONOMIAAmerica: un continente di vita selvaggiaLA LIBERTA’ DI STARE INSIEME A chi giova la selezioneLA CACCIA COME LA NUTELLA?LUPO, CHI SEI?Le fonti energetiche del futuro: nucleare si o no?TOSCANA: ARRIVA LA NUOVA LEGGEA caccia con L'arco... A caccia con la storia...Interpretazioni e commenti di nuova concezione10 domande ai detrattori della cacciaIL BRIVIDO CHE CERCHIAMOLa caccia come antidoto alla catastrofe climaticaPer una educazione alla natura E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA IL CAPRIOLO MANNAROCONSIDERAZIONI E PROPOSTE PER IL FUTURO DELLA CACCIA IN ITALIACaccia - anticaccia: alla ricerca della ragione perdutaAllarmismo e vecchi trucchettiAncora Tozzi ?REALISMO, PRIMA DI TUTTOLe invasioni barbaricheAPERTURA E DOPO. COSA COME QUANDOPiombo e No Toxic: serve un nuovo materiale per le cartucce destinate agli acquaticiDi altro dovremmo arrabbiarciI GIOVANI E IL NUOVO AMBIENTALISMO Cinofili, cinologi e cinotecniciUn rinascimento ambientale è possibileGelosi e orgogliosi delle nostre tradizioniLA CACCIA SALVATA DALLE DONNE?Nuovo catalogo BigHunter 2009 – 2010: un omaggio all' Ars VenandiTutto e il contrario di tuttoDALL'OLIO: UNITA' VO' CERCANDO...IL VECCHIO CANE: RICORDIAMOCI DI TUTTE LE GIOIE CHE CI HA DONATOLa voce dei protagonisti sui cinghiali a GenovaTutti insieme... magicamenteAmbiente: una speranza nella cacciaSOLO SU BIG HUNTER: DALL’OLIO, PRIMA INTERVISTALa Caccia ha bisogno di uomini che si impegnanoLA COMUNICAZIONE NON E' COME TIRARE A UN TORDOIl capanno: tra architettura rurale e passione infinitaDONNE ...DU DU DU... DI-DI-DI I..... IN CERCA DI DIANAEUROPA EUROPAVICINI ALLA VERITA'Beccaccia sostenibileCACCIA E SOCIETA'Wilbur Smith, scrittore da best seller innamorato della caccia BAGGIO, CON LA CACCIA DALL’ETA’ DI CINQUE ANNIPARLAMENTO EUROPEO - Fai sottoscrivere un impegno per la caccia al tuo candidatoCACCIA ALL'ORSIORGOGLIOSI DI ESSERE CACCIATORIUN DOCUMENTARIO SENZA SORPRESE, ALMENO PER I CACCIATORIRidiamo il giusto orgoglio al cacciatore moderno e consapevoleIl cane con il proprio olfatto è il vero ausiliare dell'uomo, anche oltre la caccia.157: PENSIERI E PAROLEMA COS'E' QUESTA CACCIA?157 CACCIA: LA SINTESI ORSI E' UNA BOZZA DI DISCUSSIONEMIGLIORARE LE RAZZE? SI PUO’ FARECINGHIALI CHE PASSIONELa cultura cinofilaATC DIAMOCI DA FAREIl vitello che mangi non è morto d'infarto!Ripensare la caccia?PER UN FUTURO DELLA CACCIAQUANTO CI COSTI, BELLA TOPOLONAPUCCINI CACCIATORE E AMBIENTALISTA ANTE - LITTERAMUn nuovo corso per gli ungulatiSiamo noi le Giubbe VerdiRuralità e caccia fra cultura, tradizione ed economia Rilanciamo il consumo alimentare della selvagginaLa caccia secondo Giuliano, umorista de La RepubblicaQuesta è la cacciaIl cane oggetto: attenzione alla pericolosa tendenza della civiltà dei consumiLa cinegetica e la caccia col caneGestione e tradizione BASTA TESSEREAMAR...TORDE il beccafico perse la via del nordDimostriamo credibilitàApertura passione serenitàeditoriale - Fucili italiani come le ferrariOrgoglio di CacciatoreI Tordi e le BeccacceLa Caccia è Rock

Editoriale

DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO


lunedì 23 marzo 2015
    

Leggo e rileggo il bellissimo libro "Dove ci porta il vento" di Carlo Rizzini, patron di Casa Rizzini e  "inventore" e animatore del Club 410.

Più o meno della sua generazione, faccio scorrere nella memoria certe esperienze di cacce, esotiche per l'epoca, che ho avuto la ventura di praticare, là dove momento per momento mi portava il vento. Niente a che vedere con le gesta di Rizzini, ovviamente, ma significative per la mia formazione venatoria. E poi, lo sappiamo tutti, ognuno di noi vive e rivive la propria... epopea, come se fosse unica e straordinaria.

Allora, appena ventenne, alla fine degli anni sessanta, cacciatore nel sangue grazie a mio padre, fin dalla tenera età, approdai per puro caso sui lidi di "Diana", a Firenze, suddito devoto e riconoscente di un grande editore del passato. Migratorista nato, incrociai le grandi cacce, quando il Conte Paul Palffy passò in casa editrice per dare il via all'edizione italiana (Editoriale Olimpia) del suo "Mezzo Secolo di caccia". Ne lessi e ne corressi le bozze, sognando di quelle fantastiche esperienze.

In quegli anni, su Diana, trascorsa l'epoca Pieroni, passato alla concorrenza (fondò "Caccia e Pesca"),  imperavano le gesta di Gin Bardelli, friulano come Carlo Rizzini, cacciatore professionista per vocazione, libero e vagabondo che anche lui lo portava il vento, in cerca di bianche, cedroni, forcelli, ma anche e soprattutto di anatre e beccaccini. Memorabili le sue cronache dal Delta. Del Danubio, ovviamente.

Delta le cui isole galleggianti mi trovai a tastare poco dopo, quasi digiuno di quegli orizzonti, insieme a Giorgio Veller, anche lui cacciatore professionista, e...Piero Pieroni. Lui, il Piero, immancabilmente a sognare beccacce, io e Veller ad anatre. Rientri magici ad alzavole, una mattinata praticamente abbandonato dal barcaiolo ucraino nel mare di canne e di acqua di quel grande fiume, una tripletta ai fischioni turchi prima che mi si congelassero le mani. Racconti intorno al fuoco nella gelida notte dai contorni ancestrali.

Lo ritrovai, Pieroni, per tre anni di fila, all'Auto Caccia Rally Trieste-Zagabria, che la Libera Caccia di Migliorelli e Pagnoncelli - Gran Cerimoniere Adelio Ponce de Leon - organizzava abbinando una competizione automobilistica alle lepri, le starne e i fagiani di Varazdin.  Non ero una grande risolutore, e di fronte a tanta munificenza le emozioni si sprecavano. Le padelle pure, malgrado il mio primo A300 calibro dodici. Figuriamoci se avessi maneggiato un 410. Se può interessare, più tardi, molto più tardi, e ancora oggi, esco con una doppiettina calibro venti, che non si comporta poi tanto male, devo dire.

Anni eroici, per la caccia all'estero. Tante promesse, qualche delusione. In Romania, per esempio, sono tornato a più riprese, per cervi, orsi, cinghiali, anche con esperienze incredibili. Ma la nostalgia del Delta, di quel Delta selvaggio ha sempre prevalso.

La Scozia e l'Irlanda, la terra promessa dei Rizzini. Cacce vere, fin d'allora. I beccaccini delle marcite di Ballywillon, in piena guerra civile. Con Massimo Roth, primo segretario dell'Unavi, Siro Brugnoli e lo stato maggiore di Libera Caccia. I fantastici ghirigori di oche selvatiche, i branchi di zamperosee delle brulle terre di Scozia, a nord di Perth, con Gino Fantin, grande cacciatore di valle, che ogni volta che i voli si avvicinavano alla tesa, si emozionava come un bambino. Con intermezzi pomeridiani ai colombi, che anche lì... li portava il ven
to, e pesca al salmone e pernottamenti in castelli con fantasma incorporato.
E ancora con Massimo Roth, per le multiformi avventure cubane: anitre dai colori smaglianti, tortore, francolini, con contorni di barracuda e trionfi di aragoste; e gli ojeo e le pernici "a la mano", sulle ardue pietraie dell'Extremadura.

Con tanti, tanti inserti fantastici, dal paradiso delle oche canadesi del Manitoba, con siparietti incredibili alle pernici nordiche e all'orso nero; alle magiche galoppate nella Pampa argentina, fra lepri, pernici, oche di magellano, visibilii di anitre, tortore beccaccini e... armadilli; alle profusioni di quaglie della Voivodina dell'indimenticabile Piero Arvedi d'Emilei;  ai codoni dell'Ebros e alle beccacce istriane del mio amico fraterno e indimenticato Benedetto, irrimediabilmente perso anche lui sulle ali del vento.  

Niente a che vedere ovviamente con le gesta uniche e irripetibili di Carlo Rizzini, alla cui arte, alla cui passione, al cui talento doverosamente mi inchino. E ringrazio per avermi consentito di veleggiare ancora una volta sulle ali della nostalgia.

Giuliano Incerpi


Nota: Complimenti anche al bellissimo corredo fotografico di Riccardo Camusso: come se fossi lì, anch'io, come dieci, venti, cinquant'anni fa. Ah, la magia della caccia!

Leggi altri Editoriali

78 commenti finora...

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Simone ce ne sarebbero un paio di battutacce vere toskane(voi costassù siete ibridi con la liguria quindi non siete certo dei nostri)ma impietosito dal tuo cianfugliare,sorrido e passo oltre. stai sereno........

da ATC 17 30/03/2015 15.33

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

troppi ambientalisti potenti. Nessuno abbraccia più la nostra causa ( siamo sempre di meno) anche le fabbriche delle armi preferiscono l'estero ( meno problemi). siamo soli, malvisti, abbandonati e non facciamo altro che litigare tra noi. Cinzia i calendari sono lo specchio della nostra società che in Italia è allo sfacelo in tutti i sensi proprio mentre la Ducati , Valentino e la Ferrari mostrano il meglio del PRIVATO IN ITALIA. dove c'è stato c'è inganno e INCOMPETENZA totale. Cinzia ma ci pensi se la caccia in Italia fosse PRIVATA quanto staremmo meglio tutti con un calendario unico nazionale suddiviso tra nord , centro e sud e isole. Un licenza nazionale e una gestione SERIA di TUTTE LE FORME DI CACCIA. la caccia sociale ha fallito e sarà sempre peggio.Ovviamente, parlo sopratutto per i cacciatori di migratori

da Paolo 30/03/2015 8.50

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

a massimo una risposta patetica ! da analfabeta migliorati che ce la fai!! ATC17 sono di Forte dei Marmi la TOPA ne ho da buttare e qulli che come te la topa non sanno neppure cosa sia il CONQUISTATORE ahahah!

da Simone 30/03/2015 8.22

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Simone ma che stai a dì???????, Priceless grazie di esistere

da ZERO ASSOLUTO + breten INOX 29/03/2015 18.59

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Io penso che Simone non ci abbia capito nulla. Soprattutto dovrebbe rivedersi la pubblicità della MASTERCARD.....ci sono cose che non hanno prezzo e non sono acquistabili....

da Priceless 29/03/2015 17.28

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Come ho sostenuto tante volte, per me in Italia la caccia alle beccacce e' un caso patologico. E forse e' proprio per questo che proprio non riesco a farmela piacere. E comunque un posto dalle mie parti in Italia dove se ne incontrano parecchie lo conosco ma non e' libero....inoltre se ci sono beccacce a fiotti come da queste parti in UK, ed io lo ho viste tante volte, cosa facciamo? Mai sentito parlare di Wookcock Moon? E' l' arrivo delle becche con la luna piena, tipicamente intorno a Novembre. E' stata stimata, negli ultimi anni, una popolazione oscillante tra i 700mila ed 1.200mila capi durante la stagione di caccia. Questo dovrebbe anche rendere l' idea del perche' la caccia in battuta e' una possibilita' che chi non sa subito e' pronto ad etichettare.....

da Flagg 29/03/2015 17.06

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

"Eppure anche loro incappano nei giorni in cui portano a casa un bel NULLA! Questa è la caccia.".... "Ognuo fa quello che vuole e/o può e vale per tutto. Personalmente sono abituato ad ottimizzare al massimo le poche risorse economiche che ho e ad ottenere quanto più posso con il meno impegno (di denaro) possibile. Come capirai pertanto sono grato ad un bel po' di Amici. E comunque qui caccio con soddisfazione con il ventino soprattutto bekke con buoni setter ed un socio che mi sopporta che ha un'ottima bracca italiana."... Mi dispiace ma meglio di così credo di non riuscire a rendere l'dea di ciò che penso. I miei limiti sono molto evidenti. Passo e chiudo ed in bocca al lupo a tutti, comunque intendano la caccia, purchè fatta come dicono le norme ma soprattutto il buon senso e le leggi di madre natura

da Ezio 29/03/2015 16.59

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Ciao ATC17, come andiamo ? Ma se quest’anno a Siena fanno un solo ATC che nick userai ... ? Il battibeccarsi fra persone serie credo serva a capirsi, chissà, magari qualche volta si fa un’uscita insieme ...Vedo comunque che i gentleman non mancano nemmeno in questo blog ... E visto che le persone maleducate continuano a rimanermi piuttosto insopportabili anche alla mia veneranda età, qualcosa mi corre l’obbligo di dirlo. Simone, non pretendo che tu capisca il senso di quello che dico perchè l’italiano non è per tutti, ma almeno tu, che a differenza di me forse hai fatto le Scuole di Padova, cerca di far capire quello che scrivi perchè francamente non si capisce nè con chi ce l’hai, nè perchè e sei costantemente fuori tema, almeno nei miei confronti. Ezio, se la cosa non è segreta e ti fa piacere dirlo a che posto ti riferisci quando dici “E comunque qui caccio con soddisfazione con il ventino soprattutto bekke con buoni setter”

da massimo firenze 29/03/2015 16.47

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Massimo da Firenze mi complimento con quanto affermi sul tema dell'editoriale (per me non privo di spunti da pollice verso..il tema)i In passato ed in altra sezione di questo portale,abbiam un po'"battibeccato"civilmente,però rileggendoti ti riconosco grande serietà,concretezza ed onestà intellettuale. ps: premetto che io pure ho sempre preferito conquistarmela sudandomela(la topa)anziché pagarmela e prenderla facile.Forse è anche per questo che nell'attività venatoria mi riconosco al 100% con quel mio "vecchio" modo di fare. saluti

da ATC 17 29/03/2015 16.39

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

zero ma sei mai andato a scuola?? in Liguria l'istruzione è ottima ma la tua è a livelli pietosi. Rileggi tu . Massimo la tua visione romantica scrivila su un bel libro e venderai migliaia di copie ( non a me) con il libro UNA BECCACCIA IN UNA STAGIONE SPARATA 40 VOLTE... Riguardo al sesso , ( ma io appartengo a un'altra generazione) io se una la molla dopo un ora la prendo NON HO L'ANSIA DA PRESTAZIONE abbi pazienza . Riguardo i soldi se uno è una CAPRA IN ITALIA LO E' ANCHE ALL'ESTERO e di beccacce ne prenderà sempre poche! i conti tornano sempre .

da Simone 29/03/2015 16.14

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

ZERO ASSOLUTO, grazie per il suppoorto e la precisazione, ma pensavo che fosse chiaro quello che intendevo dire nel mio post. Leggo poi da Ezio che ci sono posti dove si fanno da 300 a 800 incontri a stagione alla bekke, mizzica .... e qual’è il ricordo che ti rimane di tutto questo ? Io ho ancora in mente situazioni di caccia di quando ero un ragazzo, avrei difficoltà a ricordare migliaia di incontri. Senza andare troppo indietro nel tempo ho in mente una bekka che nello scorso Gennaio ho dovuto far frullare 4 volte prima di incarnierarla (a causa anche di un paio di padelle reali ..); ma quando alla fine la Breton ma l’ha riportata ai piedi è stato un godimento superiore a quello di aver trombato la Bellucci (cosa che ovviamente non ho fatto ma che posso ipotizzare come cosa non sgradevole) Come vedete il tema caccia/sesso ritorna spesso, tema ovviamente da maschilisti della peggior specie .... Il dilemma è: meglio metterci settimane x portarsi a letto qualcuna oppure meglio mettere mano al libretto degli assegni, pardon al cash perchè gli assegni te li tracciano ..., per averne una diversa tutte le sere ? La stessa questione è valida anche x le becche. Ovviamente ognugno faccia quello che più gli aggrada perchè, come sempre, “De gustibus non est dispuntandum ... “ E per non sembrare uno snob un pò demodè concludo dicendo che se mai dovessi andare a caccia all’estero, magari quando mi permetteranno di andare in pensione ..., sparerò senza problemi a quello che c’è da sparare ...

da massimo firenze 29/03/2015 13.46

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Per zero assoluto e il tuo post di ieri,16,18: CRITICHE!Ecco che altro!Prima di spaghetti,pizza e mandolino!Prima anche di "Meglio comandare che fot...re", che cambierei in "meglio criticare e far conoscere a tutti le proprie critiche" che "comandare e fo...re"!Se ci fosse una guardiola e relativo portierato in un aldila',tutte le piu' accreditate religioni sarebbero scomparse o mai esistite!

da pietro 2 29/03/2015 11.22

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Oh Simone!!!!!!!!!!Non è che devo fare il difensore di Massimo di firenze ( che saluto in quanto mio coetaneo ) però belin non hai capito proprio niente di quello che voleva dire! Rileggi BENE quello che ha scritto, voto per il tuo commento ( in quanto non hai capito non per i contenuti che sono condivisibili QUATTRO MENO MENO. Ciao belli

da ZERO ASSOLUTO 29/03/2015 10.11

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

perché la Redazione non cancella i post di questo malato mentale. di nome biesse. ???

da Franco 29/03/2015 10.08

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Massimo, allora saprai che ci sono Stati della comunità europea dove i cacciatori del luogo fanno dai 300 agli 800 incontri a stagione sulle bekke. E possono cacciarle tutti i giorni sino al 28/29 di febbraio. Che a fine novembre, in una mattinata alzano ancora 3 o 4 voli di coturne dai 4 ai 10 componenti a volo. Che fanno il punto con il gps dove lasciano il fuoristrada perchè altrimenti rischiano di perdersi tanto è vasto e selvaggio il territorio che hanno a disposizione. Eppure anche loro incappano nei giorni in cui portano a casa un bel NULLA! Questa è la caccia. O forse questa è un certo tipo di caccia, quella che personalmente prediligo. Su chi pratica la caccia in determinati modi ed in certe condizioni dico solo che dalle mie parti c'è un detto che recita "son bravi tutti a far l'amore con il pise..o tosto!" ..L'ho scritto soft ma credo di aver reso l'idea. Ma la "cosa" comunque non mi turba. Ognuo fa quello che vuole e/o può e vale per tutto. Personalmente sono abituato ad ottimizzare al massimo le poche risorse economiche che ho e ad ottenere quanto più posso con il meno impegno (di denaro) possibile. Come capirai pertanto sono grato ad un bel po' di Amici. E comunque qui caccio con soddisfazione con il ventino soprattutto bekke con buoni setter ed un socio che mi sopporta che ha un'ottima bracca italiana. Il 28 mi piace, lo usicchio, ma nel libero mi mette ansia. Ciao, in bocca al lupo e speriamo che lo spirito di Ezio ti e ci assista sempre, perchè da soli siamo tutti ben poca cosa anche se molti o alcuni son convinti del contrario..

da Ezio 28/03/2015 21.50

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Farsi portare a caccia nel posto preparato da altri o scoperto da altri non è da cacciatori, ma da buoni a nulla chi va all'estero con le agenzie di viaggio è un cacciatore fallito un buono a nulla, una fava!

da Bisse 28/03/2015 21.36

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

magari potessi fare 20 incontri al giorno in Italia!! Andrei in chiesa accenderei un Cero alla Madonna e pregherei per una settimana di fila...ma dico massimo ci sei o ci fai??? ma se te hai 63 anni e ti sei stancato di andare a caccia io ne ho 40 e ho ancora voglia! Ma basta con sto ambientalismo snob da salotto si va a caccia per fare carniere--- se ti piace prendere aria vai in bici... pero hai scritto giusto una cosa il 410 è un business palese.

da Simone 28/03/2015 20.09

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Caro Ezio (nome che mi è caro perchè mi ricorda un vecchio amico anche lui volato via con il quale ho cacciato 30 anni) ho 63 anni e di cose venatorie direi che ne ho viste e fatte tante per poter anche parlare di cose che non ho fatto personalmente. E’ vero che non vado a caccia all’estero x scelta ma non ho certo l’arroganza di dire che la mia scelta è quella giusta, io faccio così, punto. Ho amici che già negli anni 80 una “capatina” all’anno in Spagna ai tordi amavano farla e quando tornavano ovviamente raccontavano, ho il canale Caccia e Pesca di SKY da quando esiste e quindi un’idea penso di essermela fatta. E’ evidente che i “manici” vengono fuori in tutte le situazioni; ho un cugino che quando andava in Spagna (ormai tanti anni fa) stava tranquillamente sopra la media e passava sempre i 100 al giorno, altri meno “assatanati” di lui ne facevano la metà (sicuramente adesso questi numeri credo siano un’utopia anche all’estero) Per quanto riguarda poi questo mitico 410 devo dire che anche qui l’aspetto business mi pare abbastanza predominante; anche io avevo, ed ho tuttora, un sovrapposto cal.28 che usavo svariati anni fa in una riserva di un amico dove c’erano ancora dei fagiani “veri”: è evidente che a 15mt li fulminavi ma non mi sogno nemmeno di usarlo quando vado con la breton in terreno libero dove i pochi fagiani che trovi pedinano fin da subito come indemoniati e ti volano sempre infrascati ed al limite del tiro. L’ho visto il Rizzini che in qualche parte del mondo tirava alle anatre con il suo fucilino, siccome quella volta non gli passavo proprio a 15mt la maggior parte cascava viva nel chiaro o andava a cascare nei cannetti intorno; non mi è sembrata una bella cosa da vedere. E poi andare a caccia con la cuffia come in un box di formula 1 mi sembra veramente una cosa ridicola. Ultima questione che pongo: andare a beccacce e fare 20 incontri in un giorno vuol dire veramente andare a beccacce ?

da massimo firenze 28/03/2015 18.16

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

"Allora per osmosi gli animalisti e gli anticaccia hanno ragione a dire ciò che dicono di noi e della nostra passione. Tanto il conoscere una cosa o meno è relativo per poterne parlare con cognizione di causa. " perfetto Ezio, d' accordo come al solito. Non ci vedo nulla di male nel promuovere un libro se fatto, come in questo caso, in maniera trasparente. Tu pensa che invece io non mi sento di criticare proprio nulla anzi mi sembra che Incerpi, volendo o non volendo, ha detto una sacrosanta verita' relativa a questa moda assurda del .410. Per me era e rimane un fucile da capanno. Quelli che lo promuovono non dicono mai che e' solo per chi sa sparare e dicono anche delle bugie come quella che i feriti diminuiscono perche' o lo prendi o lo padelli clamorosamente. Tutto falso! Dipende!! E' come per tutti gli altri calibri. Piuttosto quando la gente usa i calibri maggiore da' molte cose per scontato quando invece non lo sono. Il calibro 20 invece e' un vero calibro per la caccia vagante in genere tanto che con i caricamenti moderni ha mandato in pensione senza tanti rimpianti il vecchio caro cal. 16. Peccato! L' unica differenza reale tra cal.20 e cal.12 e' una portata inferiore di 5-7 metri, a seconda dei casi. Percio' se con il 12 si arriva fino a 42-45 col 20 ci si ferma a 35-38 che appunto significa adeguato per la caccia vagante in genere....

da Flagg 28/03/2015 18.04

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Mah, fare pubblicità a un libro, per me, è come invitare tutti a sfogliare una guida degli uffizi di Firenze. Leggere, informarsi, conoscere, anche a caccia - e chi va all'estero vi siete mai chiesti che ci possa andare anche ed esclusivamente per arricchire le proprie esperienze, la propria conoscenza? - è lo stimolo che ha fatto crescere l'umanità. Poi, ognuno è libero di pensarla come vuole, e di rimanere quello che è: anche povero di psirito, se gli garba. Il resto sono parole in libertà, A VOLTE APPREZZABILI, A VOLTE ESECRABILI.Io, persdonalmente, anche quando leggo cazzate, sono soddisfatto: acquisisco un plus che mi fornisce nuova conoscenza. Nel caso: una ulteriore conferma di come non ci si deve comportare.

da G. Corti 28/03/2015 16.55

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Italiani: pizza, mafia, mandolino che altro?

da ZERO ASSOLUTO 28/03/2015 16.18

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Giusto Zero. Allora per osmosi gli animalisti e gli anticaccia hanno ragione a dire ciò che dicono di noi e della nostra passione. Tanto il conoscere una cosa o meno è relativo per poterne parlare con cognizione di causa. Chissà perchè quando si parla di caccia, in Italia od ovunque poco importa, si ricordano sempre i bei momenti, quelli dei carnieri gonfi, delle ferme a go' go', delle seguite infinite.... Dei cappottazzi non ne parla mai nessuno e meppure se ne fanno filmati!! Delle regole che altrove ti portano in GALERA se si infrangono non ne parla mai nessuno. Del fatto che in ITALIA esistono riserve private ad uso esclusivo di una, o poco più, persona dove le lepri ed i fagiani SELVATICI fanno a spallate, non ne parla mai nessuno!! Poi, sempre a mio modesto avviso, se una "critica" si poteva muovere a Giuliano Incerpi in questa circostanza era quella di aver fatto promozione ad un libro. E su questo magari si poteva far chiacchiera. Ma credimi Zero, parlare di caccia all'estero, in termini generali, generalistici ed asolutistici come si è fatto qui sin'ora e come si fa in genere al bar della beccaccia o in armeria o al circolo della doppietta, ha lo stesso sapore di "italiani, pizza, mafia e mandolino".

da Ezio 28/03/2015 16.03

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

"... premetto che io a caccia all'estero non sono mai andato " non mi sembra una cosa tanto discriminante che possa connotare il Massimo in disquisitore di qualcosa che non sa ! Infatti io ho un figlio e non sono mai rimasto incinta. Non stiamo parlando di viaggi sulla luna o al centro della terra. Piuttosto tutto questo parlare e anche straparlare è scaturito dal fatto che l'editoriale se restava in un cassetto o nei ricordi non faceva ricordare gli erre moscia da BEL COLPO BUANA privilegiati da status, denaro da spendere,............ e gran cerimonieri nelle pampa argentine e via discorrendo. Club 410 one shot........... ma per favoreeeeeeeeeeeee. Sono invidioso NO E POI NO e come me spero siamo in tanti

da ZERO ASSOLUTO 28/03/2015 15.32

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

"...Prima di tutto premetto che io a caccia all’estero non ci sono mai andato..." ...Di che stiamo parlando allora Massimo?? Nel senso, come si fa a disquisire su "qualcosa" che non si conosce o la si conosce solo in minima parte?? Forse che il vivere su un'isola deserta è ciò che ci viene rappresentato dal programma "L'isola dei famosi"??

da Ezio 28/03/2015 15.09

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Ma si, massimo di firenze, come non condividere ciò che dici, si ha sempre paura di essere mal interpretato soprattutto riguardo alla caccia all'estero dove penso ( parere personalissimo ) che il 98,7% di chi ne parla malissimo, male o non bene non è per invidia o per mancanza di disponibilità economica ( della serie una volta nella vita ) ma bensì è conscio che un'overdose di caccia per 3/5 giorni è un pò come farsi una dose di eroina per poi finire nella disperazione di tutti i giorni, non vogliamo paradisi artificiali, ci basterebbe andare a caccia della selvaggina presente nei tempi giusti perlomeno essere gestiti da una sola AV che faccia i nostri interessi che poi sono quelli della conservazione del patrimonio faunistico per oggi domani e dopodomani. NDR: Se fossi male interpretato faccio presente che le uniche droghe che ho provato sono NOCE MOSCATA E CANNELLA

da ZERO ASSOLUTO 28/03/2015 15.03

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Vedo che il buon Bisse è stato abbastanza maltrattato, forse le cose le dice in maniera un pò troppo diretta ma le reazioni mi sembrano molto da cosa di paglia. Prima di tutto premetto che io a caccia all’estero non ci sono mai andato non perchè non me lo potevo “permettere” ma per scelta personale visto che a me piace una caccia libera dove decido io dove, come e a che ora andare e quindi non mi troverei a mio agio all’interno di un evento organizzato da altri. Detto questo, ho il massimo rispetto per chi fa scelte diverse Per quanto riguarda invede i contenuti delle avventure che su SKY ci mostrano i vari Rizzini, Mariani, Cretti, Lugari, Modugno e compagnia cantante, qualcosa da dire ce lo avrei perchè a volte si assite a delle situazioni di caccia davvero patetiche. Sicuramente nelle varie destinazioni in cui si girano queste avventure ci vorranno gambe buone e cani buoni come servono qui nella vecchia Toscana, ma oggettivamente le condizioni in cui si opera sono decisamente più semplici senza mai dimenticarci che dietro a tutto questo c’è sempre e solo il business. In parole povere: dare soldi vedere cammello. Sempre su SKY ho visto dei servizi sull’HIT-Show a Vicenza; un grande mercato dove della caccia che piace a me non ho trovato praticamente nulla. Ma il discorso è vecchio, io dico sempre che caccia e amore si assomigliano molto, a qualcuno piace conquistare ed a qualcuno piace comprare, da questo punto di vista selvaggina e donne si assomigliano molto ... (e se mi sente mia moglie mi ammazza ...)

da massimo firenze 28/03/2015 14.14

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

x biesse. Vedi amico sei un maleducato senza confini. la tua istruzione di certo si ferma alla 5 elementare ( forse ) e qui dai grande prova del tuo bon ton. Tutti abbiamo capito che sei un grande ( ????) cacciatore italiano ma il testo era rivolto al bel libro di Rizzini . Dei tuoi bottini ventaori, delle tue capacità venatorie, delle tue "sudice" esternzaioni ne possiamo fare a meno. Facci un favore, frequenta altri blog dove scrivono persone del tuo livello , è piu facile che vi comprendiate.!

da Marcello 27/03/2015 8.26

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Le mie sono opinioni, non giudizi.

da Bisse 26/03/2015 22.26

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Quindi,Bisse,ti batterai perche' Incerpi ci/ti delizi ancora con le sue "opinioni"?A me,sinceramente,lo ripeto non sposta ne' la vita(venatoria,ovvio)ne' mi interessa cosa lui faccia ragion per cui,se ritengo che cio' che scrive mi scivola come una felce lasciandomi solo un giudizio (personale) sul tutto non capisco perche' debba "esternarlo" sul web;a meno che la mia "esternazione" abbia motivazioni tali da voler a tutti i costi farle conoscere.Ma questa e' tutta un'altra storia...P.S.:Forse Voltaire si riferiva alle idee,cioe' ai concetti,non ai giudizi.Forse.

da pietro 2 26/03/2015 22.12

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Personalmente sono convinto che si possa essere durissimi in vari modi. Alcuni non li condivido. L'ho detto chiaro, così sarà contento pure Voltaire.

da Ezio 26/03/2015 21.30

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Ma possibile che non si riescano a tollerare opinioni diverse espresse magari in maniera durissima? NON CINDIVIDO NIENTE DI CIÒ CHE DICI MA LOTTERÒ CON TUTTE LE MIE FORZE AFFINCHÉ TU POSSA CONTINUARE A DIRLO (Voltaire)

da Bisse 26/03/2015 20.45

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Caro Pietro2, prima o poi bisognerà arrendersi. Abbiamo un convoglio di vagoni merci infinito di masturbazioni mentali, invidie, egoismi, diffidenze, da smaltire. Noi ci arrenderemo e speriamo almeno in qualche nuovo ed ingenuo Don Chisciotte che ci farà ancora sperare in qualcosa non dico di bello ma quantomeno di ....normale. Un abbraccio.

da Ezio 26/03/2015 20.40

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

La caccia( quella che che ti chiede solo di andare e andare e andare e poi ancora andare senza fare il bottegaio)puo' solo sperare nella altissima virologia delle tue idee Ezio!Sei sempre forte!

da pietro 2 26/03/2015 18.47

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Serse e se non fosse così come dici, saremo mai giunti a sto punto?? Ma li leggi i post qui la sui blog venatori??? ....Pietro, tu sai che almeno per la caccia dormo tranquillo. Se non ce ne sarà più qui, ce ne sarà altrove...una licenza è già attiva...presto provvederò per la seconda. Per fortuna gli Amici valgono immensamente di più dei soldi!! :-)

da Ezio 26/03/2015 17.51

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

E questo Esterino,sicuramente angoscera' una quantita' di noi "non equilibrati" cacciatori!Stanne certo!Io ne sono angosciato!Non so gli altri!

da pietro 2 26/03/2015 17.38

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Il peggiore nemico dei cacciatori non sono gli animalisti sono i cacciatori stessi.

da serse 26/03/2015 17.19

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

O buidiùlo, ma che il leader del maggior sodalizio estremista venatorio nostrale, immagino che lo conosciate, senza bisogno di andare all'estero, frequenta (a pagamento, spero) le migliori valli da caccia del delta del Po e della laguna veneta, ve l'ha detto mai nessuno? Informatevi. Voi, che non andate a gnocche a pago, e lui che - pagando, si spera - vi fa delle pernaccchie tutte le settimane (anche due volte a settimana). Ma, intendiamoci, NON VA A CACCIA ALL'ESTERO. almeno spero!

da Esterino 26/03/2015 16.49

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Chissà se la Redazione potrà fare un po' di sana censura...

da Ezio 26/03/2015 15.32

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

sono arrivati i POLITICI del blog.

da Quadro 26/03/2015 15.12

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Edificante,piuttosto.La lac & C. ringraziano per la maturita' e pacatezza dimostrata dai molti commenti "volutamente" innescati,per la pubblica immagine che certi "animalisti" offrono in riprova delle loro convinzioni.Bravi,veramente ".... e io lo nacqui..."!

da Pietro 2 26/03/2015 14.22

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

un po' "psichiatrici" i partecipanti a questo blog!

da vecchio cedro 26/03/2015 14.09

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

ringrazia che abiti in qelle zone e fai il prepotente paraculo è per questo che noi siamo costretti ad andare all'estero per colpa dei cojones come come te che sono dei mezzi cacciatori dai dei puttanieri mentre te fai il casino in casa tua. scemo

da P 26/03/2015 14.08

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Caro P certo che noi che abitiamo in zone fortunate per la caccia dobbiamo tutelare dai falliti sparatoria come te; certo che dobbiamo mettere qualche barriera! Noi i tordi ce li dobbiamo conquistare uno ad uno e nessuno ci prepara il posto e ci porta alla parata! Certo che ci vogliono sacrifici e fatica poi ci sono le ottime annate come il 2014 e allora godiamo come ricci, degli abbondanti carnieri conquistati grazie solo alle ns capacità venatorie....

da bisse 26/03/2015 9.50

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

biesse ma cosa credi in spagna ti danno la sacca delle cartucce e via andare! se sei uno sfigato come te fai due tordi io ne faccio 80 ahahah idiota e smettila di scrivere cazzate solo perchè sei un invidiosomorto di fame. IO a tordi vado anche in Italia ma voi residenti del cazzo non ci fate venire nei vostri posti perchè NOI vi facciamo NERI!!! voi siete gli sfigati che vi siete creati le riserve private in Italia ( ATC)ma presto le province saltano e per voi sarà la fine arriviamo noi a fari neri!!Preparati super cacciatore da Blog ahahahahahha

da P 26/03/2015 8.17

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Esatto pietro 2. Mi hai preceduto per un pelo! :-)

da Flagg 25/03/2015 21.33

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Bisse, io non sono mai andato dove dici tu quindi se sono posti dove non puoi fallire non lo so ma t' assicuro che per i cacciatori di cui parlavo prima e' come andare a caccia in Italia. Nessuna garanzia particolare, solo l' accortezza di organizzare nel periodo giusto (ma anche qui non si può' mai sapere). Quindi ritengo che non si debba fare di tutta l' erba un fascio. Tutto qui. E poi ognuno ha diritto alla propria opinione. Nessuno ha la ferita' in tasca.

da Flagg 25/03/2015 21.28

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Mi auguro che dietro le critiche(e gli appellativi che ne conseguono)delle scelte venatorie ci siano altre ragioni( o interessi)altrimenti stiamo mostrando il meglio delle miserie della caccia.Ma scusate:io non vado e,sono in questa convinzione,non andro' mai all'estero preferendo,le stesse risorse economiche,impiegarle per la caccia in altro modo ma di quello che fanno chi va in altri Stati non mi tocca piu' di tanto;meglio o peggio per loro!Se questo suscita delle emozioni o ricordi perche' disprezzare il loro punto di vista?Anche perche',per assurdo,dovremmo accettare definizioni al limite dell'offensivo,da parte degli stessi,ogni volta che si pubblicano "punti di vista" che costoro non condividono.Io dico "poveraccio" al cinghialista,quest'ultimo lo dice al setterista e questo "offende" ogni articolista che parla di migratoria minuta,con il capannista che critica.....

da pietro 2 25/03/2015 21.21

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Comunque se in Italia penalizzati da tempi,leggi,orari ed altre puttanate qualcuno riesce a fare carniere o perlomeno a divertirsi ( parliamo di beccacce ), le stesse persone con i loro cani abituati alle italiche briciole in habitat consoni e con presenza di selvaggina fanno scintille! Per la caccia non ho esperienza, ma per la pesca visto che ero ufficiale della marina mercantile, ho fatto delle pescate( con la lenza a mano) nei fiumi americani Delawere e Mississipi da aprire una pescheria ed arricchirsi

da ZERO ASSOLUTO 25/03/2015 21.09

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

FLAGG neanche a me importa a patto che non si cerchi di convincermi che chi va a tordi in Spagna o ad acquatici in Bielorussia sia un grande cacciatore solo perché lo portano a caccia dove NESSUNO, ripeto NESSUNO, può fallire!! Allo stesso modo nessuno riuscirà a convincermi che chi va a puttane sia un play boy.... Detto questo ognuno si regoli come gli pare: io dopo alcune uscite a caccia all'estero tipo quelle sopra descritte ho fatto la mia scelta. Basta estero....

da Bisse 25/03/2015 21.08

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Luciano non e' vero che se vai all' estero AUTOMATICAMENTE ti ci portano e quindi i cacciatori sono loro. Conosco diversi cacciatori italiani che vengono, ad esempio, a caccia di becchi in UK perché' in Italia si fa credere che sia una specie in estinzione e quindi hanno messo dei carnieri giornalieri e stagionali RIDICOLI. Bene questi signori vengono con i loro cani e vanno a caccia da SOLI. I padroni della tenuta, o chi per loro gestisce la caccia, li accompagna solamente sul posto dopodiché' si ritira ed al più ogni tot, come concordato, va a vedere come tira....più spesso quando va male e li porta da un' altra parte. C'e' modo e modo insomma. Neanche me piace la caccia da pelandroni dove in pratica ci si limita a sparare pero' cosa m' importa? Contenti loro.....

da Flagg 25/03/2015 20.45

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Per fortuna ancora ce lo possiamo permettere di andare a caccia come ci pare ,anche se altri ci considerano falliti.Esopo Esopo !!! come è la storia della volpe che non arrivava all'uva ?

da Antico Cacciatore 25/03/2015 20.13

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

alè, caccia chiusa e cazzate a volontà ( meno male visto l'andazzo dell'Italia che riusciamo anche e ancora a ridere anche se a denti stretti ), comunque anche io ho inventato il club dei 410, per ora sono a 409, che sarebbero le giornate dove non ho fatto una " botta" e sì perchè di belle albe e bei tramonti non me ne frega + di tanto sono un cacciatore e mi piace dunque mi compravo una macchina fotografica ed andavo a caccia anche il martedì ed il venerdì.( ed inox andava alle mostre con fiocchetti ed altre amenità )

da ZERO ASSOLUTO + INOX 25/03/2015 17.51

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

caro amico con la tua miseria mi sa che le tue fighe?? saranno di una bellezza bestiale..ahahah ti assomigliano sfigatello!! Ha scritto bene Marco... morto di fame ma dove vuoi andare con la tua miseria al circolo degli ubriachi del tuo paese...bevi meno ti fa male!

da Pietro 25/03/2015 17.49

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Pietrino se non ti ci portano a caccia (e a figa) da solo non sei capace. Paga e taci, fallito !

da Bisse 25/03/2015 17.27

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

brutta malattia l'invidia ragazzi . Voi grandi cacciatori italiani ah ah ah ma dove saltano fuori sti due deficenti con il night? le puttane? quelli sono i luoghi che frequenate voi...ahahahhah prendete in malox per i bruciori di stomaco!! e quando volete sfidarmi sono qua sfigatiii

da Pietro 25/03/2015 16.15

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Bravo bisse! Paolo e Marco sono come quelli che vanno a puttana e si credono grandi conquistatori!!!

da Luciano 25/03/2015 15.57

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

...ma x trovare la figa andate al night? ...quanti BONI a nulla!!

da bisse 25/03/2015 15.45

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Che dire tutto bello...mi piacerebbe ma non posso..E pensare che a volerlo staremmo bene anche in Italia..Dopo esserci liberati di un'orda di animalari dentro e fuori il parlamento..E soprattutto dopo aver fatto piazza pulita di chi ha tradito i cacciatori..Rifletteteci....

da Cassador Veneto 25/03/2015 15.28

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

x biesse. un'altro che non arriva al'uva! ah ah ah

da Paolo 25/03/2015 15.13

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

i morti di fame non sono mai stati grandi cacciatori...rassegnati e lavora di piu!

da marco 25/03/2015 14.19

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Anche tale Marco da annoverare fra i falliti costretti a farsi portare a caccia per far carniere...mamma mia quanti ce ne sono....sempre di più!!!

da bisse 25/03/2015 14.16

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

ammazza quanta INVIDA leggo!! tutti PROFESSIONISTI ah ah ah super cacciatori da blog! Veniamo al libro. Non mi è piaciuto per niente. Io sono un migratorista PURO e il Rizzini non ho ancora capito cosa Sia oltre ad ottimo sparatore! Odio il 410 perchè manda a morire il 50% degli uccelli feriti. Oltre a questo lo voglio vedere con il suo fuciliono ad antre con la bora , sotto la pioggia,con il freddo che ti taglia in due, buttare già fischioni , moriglioni o germani in dicembre, gennaio con il suo ridicolo 410 con i pallini in acciaio!!! se ne prende uno è un miracolo!Perchè non fa uin filamtino in Italia ( non nelle riserve private dei Conti Italiani) ma nella libera che poi ne riparliamo! Mi chiedo perchè sky continui a porporre questi insulti alla caccia MIGRATORIA. A fovore di Rizzini il suo CORAGGIO a fare questa scelta e la serità della sua impresa. Trovare un organizzatore serio oggi è molto difficile. il 90% sono INVENATI muratori, impiegati, statali, articgiani che prednono le ferie per organizzare la caccia solo per non pagare in pratica lo fanno per andare a caccia gratis!! invisiosi, oggi con un paio di telfonate e un pò di inglese si va ovunque spendendo come in Italia. Giuliano, belle note le tue ma il libro letto una volta è di una lagna INSOPPORTABILE...da incartare il pesce!!!

da Marco 25/03/2015 9.29

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

L'apoteosi dei luoghi comuni?? O sbaglio??

da Ezio 24/03/2015 19.56

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

dove c.... voi che ti porti il vento siete storia

da da 1 24/03/2015 19.02

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Uno ha fatto un editoriale diciamo........................... alla FORNERO, poi arriva talete e ci spiega il creato! belin credevo che con " amici " dalla De Filippi avessimo toccato il fondo, invece devo ricredermi mi tocca andare sotto zero assoluto

da ZERO ASSOLUTO + breton INOX 24/03/2015 18.35

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

o bisseche, allora siamo tutti falliti, perchè qualcosa si spende. o no? poi, se intendi che te non spendi perchè vai a caccia senza pagare, forse non sai - ma lo sai, lo sai! - che anche il migratorista puro, per un appostamento qualcosa deve pagare (di solito al contadino, a nero), e nei paradisi venatori, quelli tanto decantati, tipo francia spagna, s'illude chi dice che non si paga. si paga, si paga. e da noi, non si paga, ma si va a caccia su terreni altrui, e loro pagano, perchè il tuo pedaggio mancato, in qualche modo li priva di un bene che esiste grazie a quello che lui, il contadino, consente che cresca sul suo terreno. i colombacci cercano le querce, le allodole il grano, le quaglie il prato.... non sono mica lì queste colture perchè ce le ha messe il buondio! sono lì perchè il contadino ha lavorato. e stando alla fisica: lavoro=energia. energia=fatica. fatica=denaro. In questo caso regalato dal contadino al cacciatore. che se deve pagare, ovviamente, è ....un fallito! mah! se questa è la logica c'è poco da sperare nei cervelli dei cacciatori

da talete 24/03/2015 16.45

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Falco, e Brigante avete centrato l'obboettivo.E' veramente cosi.

da g 24/03/2015 16.36

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Dove ti porta il vento?? No!! Dove ti porta il portafoglio!!

da bisse 24/03/2015 15.13

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Se uno ha bisogno di pagare x riempire il carniere è un fallito. Cambi attività, si dia all'ippica o ad altra occupazione. All'estero è la caccia dei falliti.

da Italico 24/03/2015 14.40

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Alla mia ETA ho già patteggiato PRIMO SECONDO CONTORNO FRUTTA DOLCE E CAFFÈ. Grazie alla 842 aggratisse e a 2 possi da casa. Chi va all'estero è un buono a niente come chi per procurarsi una donna va al night. Se stabiliscono l 842 smetto, SAZIO. Chi vuol pagare per tordi e beccacce si accomodi pure: per i fessi ci saranno sempre i furbacchioni che provvederanno ad alleggerire loro il portafoglio......non li invidio nemmeno un po'!

da ex bruciasiepi 24/03/2015 14.33

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Aria fritta, intanto chi ha avuto ha avuto, chi ha dato ha dato! Si continua come al solito... aavv, i dirigenti, cacciare tutti, sempre, dappertutto, è il modello italiano che per la caccia, come per tante altre cose, è completamente fallito!!! Bisogna cambiare, guardiamo (e copiamo!!!) da chi sta meglio di noi in Europa! Basta aavv, assicurazione privata, basta art. 842!!! SVEGLIA!!!!

da vecchio cedro 24/03/2015 12.10

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

lasciamo perdere. la caccia non è come molti pensano anche su questo blog. basta fare una capatina in inghilterra o in germania, ma anche in francia, per capire che il popolo dei cacciatori riesce a capire e a solidarizzare con i cosidedetti "ricchi". Essere benestanti, non...ricchi, non è un peccato. tanto che anche l'obbiettivo dei sindacati più estremisti punta al miglioramento del reddito dei propri iscritti. anche leggendo la nostra costituzione, non si trova traccia di reprimenda a chi onestaamente riesce a portare a casa un buon redditto. anzi. invece, fra i cacciaatori nostrali passa troppo spesso l'assunto che tutto per la cacciaa dovrebbe essere gratis. è per questo che ci ritroviamo a questo punto. non abbiamo capito che l'esasperato populismo, professato indistintamente dalle nostre associazioni venatorie (libera e arci comprse) comincia a diventare un peso non più sostenibile. soprattutto adesso che la massa di carne che molta gente porta a casa comincia a crescere

da piero 24/03/2015 11.09

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

la caccia per quelli come questo giuliano va bene solo per chi ha i soldi per andare all'estero e sparare senza regole... cosa può interessare a un tipo del genere se la caccia chiude come quest'anno il 20 gennaio, tanto a febbraio e marzo spara all'estero alla faccia di noi poveri disgraziati....la caccia è finita perchè ci rappresetna questa gente di ...

da roberto 24/03/2015 8.51

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Forse qualcuno vorrebbe ignorare cosa sta alla radice della caccia. Aldilà dei dirigenti della Libera Caccia, che all'Epoca organizzavano vere e proprie spedizioni all'estero (e in molti lo fanno ancora: a gratis?), perchè ignorare che un ingente parte di (ex) cacciatori (c'è chi dice più di due-trecentomila) va a caccia all'estero? Poi, voi tutti che seguite Sky e Modugno, andate in brodo di giuggiole alla vista delle avventure dei tanti Rizzini, e sfido chiunque di voi a smentire che almeno una volta nella vita non abbia programmato (anche solo con la fantasia) un viaggio all'estero. Il bel libro di Rizzini, che anch'io ho letto e apprezzato, fa sognare. Non vedo perchè si vogliano anche impedire i sogni. E i ricordi di chi questi sogni qualche volta ha avuto modo di farli diventare reali. Se poi se ne fa una questione di soldi, allora mi verrebbe da dire che baffone è tramontato da tempo e la dura realtà fa male ma è sempre la stessa: il denaro è il mezzo universale che supera frontiere e ideologie. Infine, grazie a molti di noi cacciatori che fino a oggi hanno pensato di nuotare nei ricordi del passato (e basta!) senza ipotizzare, impegnarsi (o solo sognare) a un futuro diverso (e forse migliore), la caccia italiana versa nelle condizioni in cui è: in mano a vecchietti e a nostalgici, ma sempre più malconcia, almeno quella tradizionale. Chi può, va all'estero. Rizzini ne ha fatto una seria professione. Chi è stato alla HIT ha visto quante agenzie di caccia all'estero c'erano. A qualcuno interessavana di sicuro, altrimenti non ci sarebbero state. O no?

da P. Romualdi 24/03/2015 8.45

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Giuliano forse era meglio tacere! Non mi sembra il momento giusto raccontare ciò a chi ha perso lavoro, a chi non può rinnovare la licenza di caccia xchè non arriva in fondo al mese a chi da tutta la vita si accontenta di quel poco che passa il convento che sono i più e gli girano i coglioni a sentire queste storie. Saluti

da falco 23/03/2015 18.36

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

bellissima comitiva di dirigenti delle aavv nel frattempo la caccia in italia sprofondava nel fango tanto a voi che vi interessava voi andavate dove vi portava il vento mentre il vento ambientalista italiano ci lasciava a casa...complimenti mettetelo pure per iscritto.

da il brigante Mammone 23/03/2015 17.09

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Bene, bene. E io che sono un cacciatore di strada? Vi siete divertiti, ma ora per la caccia in italia la vedo nera! Come la mettiamo?

da vecchio cedro 23/03/2015 16.11

Re:DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO

Grande scelta di vita quella di Carlo Rizzini. La potessi fare io!

da Ezio 23/03/2015 15.02