Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Il News Feed non è attualmente disponibile. Messaggio di errore:Errore del server remoto: (403) Non consentito.

Editoriale

Uno scatto d'orgoglio per recuperare rispetto


lunedì 21 ottobre 2019
    

 
 
Non lo so, ma alcune vicende di questi giorni mi fanno pensare che sia giunto il momento di recuperare quella posizione nella società che per millenni è stata di diritto della caccia e dei cacciatori.

Mi riferisco prima di tutto alla legittima e commendevole decisione del presidente della Federcaccia Buconi che sostenuto dal suo stato maggiore e dalle tante sollecitazioni della base, ha querelato - per offese all'onorabilità e alla legittimità della caccia e dei cacciatori (un'altra denuncia è stata sporta anche dal presidente di ANLC, Sparvoli) - quella ormai attempata pin-up che ricorda tanto  la mitica BB, che si credeva una dea e che purtoppo per lei, poverina, da decenni sul viale del tramonto, dovette anni fa, ormai,   arrendersi ai massacri del tempo che inesorabili straziavano il suo corpo. "E dio creò la donna", che la "immortalò" divina, è del '56,, ma l'ultraottantenne passionaria animalista di Saint Tropez ancora sembra non credere al suo specchio.

Velo pietoso a maggior ragione sulla Martani, quella tizia denunciata da Buconi, che priva ahilei di uno straccio di pigmalione, ormai più che quarantenne mette a nudo (casta com'è) la sua anima di "ecosessuale" (ecchevvordì? avrebbe celiato Giggi-er-Bullo/Montesano) della Garbatella (con tutto il rispetto per la Garbatella).

Ma non finisce qui, purtroppo, perchè da tempo si susseguono certi fenomeni di intolleranza nei confronti dei cacciatori, che danno sempre di più l'idea che questa nostra passione sia la fonte delle peggiori nequizie, e noi sappiamo che non è così. Di questi giorni, le cronache ci raccontano di fatti a mio parere inquietanti. Non ultimo una storia, sostenuta da testimonianze impeccabili. Questo succede: a metà di una giornata di caccia, due amici cacciatori, abbiliati con montura d'ordinanza (vestiti da cacciatori, cioè), uno dei due ancora attrezzato di stioppo (troppo lontano da casa per depositarlo in "cassaforte" in tempo), decidono di concedersi una "mangiata di pesce" in un rinomato (così pensano) ristorante della costa pisana (Marina di Pisa, per la precisione, terra di cacciatori), ma appena si affacciano nella sala si sentono apostrofare da un cameriere con un secco "...i cacciatori si mandano a mangiare in pineta". Il diniego di accesso in un esercizio pubblico provoca le educate ma decise reazioni di rito: "Ma guardi che il fucile è in custodia, e poichè non lo posso lasciare in macchina per non essere accusato di "omessa custodia", me lo devo portare appresso". Così si fa, e non c'è alternativa. Mentre appare un vero e proprio sopruso  vietare l'accesso a un pubblico esercizio a persone che si comportano secondo la legge. Ma niente da fare, purtroppo: cameriere e (sembra anche) titolare sono irremovibili e i due, per non complicare la vicenda, dai risvolti sempre più imprevedibili,  decidono di soprassedere, seppur con tanto amaro in bocca.

Adesso, ditemi voi se non è il caso di fare più di una riflessione su un episodio che rischia di non essere isolato, e che invece paventa il consolidamento di un andazzo tanto odioso quanto pericoloso. A mio modesto parere, occorre prendere coscienza alla svelta delle conseguenze che simili atteggiamenti, sempre più diffusi, possono fare a  danno non solo della categoria, ma anche e soprattutto a quel modo di vivere "civile" che ci ha permesso di essere quello che siamo: una società rispettosa dei diritti altrui, garantiti da principi e norme che affondano nella storia.

Non c'è un'unica soluzione da suggerire, ovviamente. Ma di sicuro occorre a mio parere un messaggio condiviso da parte delle centrali venatorie (una buona volta unanimi) affinchè a partire dalle periferie del paese - comuni province, dove la caccia ha ancora forti radici popolari - si sollecitino le diverse autorità (i sindaci in primo luogo, ma anche le molteplici organizzazioni e associazioni di categoria, sindacati, volontariato) per riconfermare l'importanza del ruolo della caccia e dei cacciatori per l'ambiente, per la buona gestione del territorio,  per la tutela delle prerogative di ognuno a pretendere rispetto. Uno scatto d'orgoglio, insomma, per rimettere a posto le cose, in un paese che sembra andare sempre più in confusione.

Ci riusciremo stavolta?

Paolo Longo

Leggi altri Editoriali

26 commenti finora...

Re:Uno scatto d'orgoglio per recuperare rispetto

Conte "la crisi "caro il mio giullare ciao ciao" è per i morti di fame come te!" : ragione di più per alzarvi le tasse :-D Conte " Ma noi volevamo solo individuarti per assumerti" : hai poco animo per essere conte, ma è comunque un piacere vederti rimangiare le tue velate minacce :-D "vai a ritirare il reddito di cittadinanza": ci pensa la mia segretaria; aspetto ancora tua proposta, per ora hai fatto solo chiacchiere, come con le minacce :-D

da Ciao Ciao 27/10/2019 21.26

Re:Uno scatto d'orgoglio per recuperare rispetto

x Ciao-ciao . anche oggi la solita strage di volatili , il pranzo a base di tartufo bianco - come al solito in questa stagione- la crisi "caro il mio giullare ciao ciao" è per i morti di fame come te! Io minacciato? Ma noi volevamo solo individuarti per assumerti ma sei cosi permaloso che pensi subito male! dai che è quasi fine mese vai a ritirare il reddito di cittadinanza, mangiare e dormire alla caritas e puoi rispondere con il PC del Parroco! e lascia stare la signora delle pulizie maniaco !! ahhhhh che spasssssoooooo !!!

da Il Conte 27/10/2019 18.40

Re:Uno scatto d'orgoglio per recuperare rispetto

Un comportamento corretto nella vita e durante l'attività venatoria sono alla base per esigere rispetto da parte di chiunque. Le ns associazioni venatorie (troppe)devono fare squadra e con spirito di corpo affrontare chi nel mondo politico per una manciata di voti si schiera con il mondo animalista, non capendo assolutamente niente di natura di animali, di agricoltura e forestazione, solo portando avanti una corretta informazione , anche nelle scuole possiamo recuperare iol rispetto che meritiamo. NB:distinguimo sempre animalismo e ambientalismo che sono due cose ben distinte tra di loro e nio cacciatori siamo i primi a difendere l'ambiente e non altri!!

da bretone 27/10/2019 17.31

Re:Uno scatto d'orgoglio per recuperare rispetto

Conte: "sono tutti morti di fame" : difficile competere con uno di nobile lignaggio, che ha una riserva privata nella quale non entra nessuno, dove brinda e fa strage di volatili. Poi dicono che c'è crisi :-D Conte "che non fanno paura a nessuno" : veramente quello che minacciava di individuarmi sei tu. Me la sto ancora facendo sotto. Conte "da assumere subito": mia segretaria aspetta ancora tua proposta.

da Ciao Ciao 27/10/2019 9.17

Re:Uno scatto d'orgoglio per recuperare rispetto

x occhiopinocchio. sono tutti morti di fame che non fanno paura a nessuno!!a me fanno ridere questo Ciaociao è un vero spasso! la segretaria !!!bellissimmmaaa ! un genio della comica da assumere subito !

da il Conte 25/10/2019 13.44

Re:Uno scatto d'orgoglio per recuperare rispetto

Alle provocazioni si risponde senza alzare i toni, con tutte le ragioni che abbiamo e con moderata passione. Questi scioperati non cercano altro se non provocarci e farci perdere la testa. Anche in questi giorni, sti impuniti sono andati a rompere le scatole su un argine, poi, sulla reazione, hanno denunciato persone non identificate adichiarando ai carabinieri che erano cacciatori. Cerchiamo di non cadere nelle loro trappole. Loro la passano sempre liscia, a noi possono toglierci la licenza di caccia anche se abbiamo ragione.

da Occhiopinocchio! 25/10/2019 8.14

Re:Uno scatto d'orgoglio per recuperare rispetto

ahhhhh la segretaria!! che spasso!! sei assunto! oggi la caritas fai anche la doccia !! ahhhhh

da il Conte 25/10/2019 8.11

Re:Uno scatto d'orgoglio per recuperare rispetto

Paolo Longo "questa nostra passione sia la fonte delle peggiori nequizie, e noi sappiamo che non è così" Conte: "oggi abbiamo fatto ugualmente strage di volatili" ha proprio ragione il sig.Longo: lo sapete solo voi :-D Conte: "ma noi volevamo individuarti" ma voi chi, scusa? in quanti siete a parlare dalla tua bocca? :-D Conte: "solo darti un lavoro come giullare" segno che sei triste e hai bisogno di ridere :-D Conte "nostra riserva privatissima di caccia ...dove non entra nessuno" bel mortorio :-D Conte: "avresti avuto un stipendio" ci penserò, manda proposta alla mia segretaria, grazie. :-D

da Ciao Ciao 24/10/2019 21.12

Re:Uno scatto d'orgoglio per recuperare rispetto

morto di fame!! ridi che oggi abbiamo fatto ugualmente strage di volatili e abbiamo brindato a te prossimo al Paradiso ! Cin Cin morto di fame! ma noi volevamo individuarti solo darti un lavoro come giullare nelle nostra riserva privatissima di caccia ...dove non entra nessuno! morto di fame pensa avresti avuto un stipendio!!! sai cosa è??

da il Conte 24/10/2019 19.38

Re:Uno scatto d'orgoglio per recuperare rispetto

Conte: "purtroppo gli esseri insignificanti come te a me fanno tanto sorridere" ma se ti diverto e ti faccio sorridere, perchè scrivi 'purtroppo'? Conte: "poi nel Paradiso potrai avere la tua rivincita" va bene, ma occhio che vista la mira di certi tuoi colleghi (l'ultimo morto è di appena qualche giorno fa) in paradiso rischi di finirci prima tu. Conte "potremmo anche individuarti ( abbiamo la possibilità)" Huuuuuu che paura... non sai quanto fremo :-D Conte "oggi c'è nebbia e non passa niente" nella tua testa sicuramente :-D

da Ciao Ciao 24/10/2019 19.15

Re:Uno scatto d'orgoglio per recuperare rispetto

Caro Ciao Ciao, mi diverte la tua posizione da morto di fame che odia i RICCHI cacciatori come me ! purtroppo gli esseri insignificanti come te a me fanno tanto sorridere. Io continuerò ad andare a caccia e tu a rosicchiare fino alla fine dei tuoi giorni terreni poi nel Paradiso potrai avere la tua rivincita !! che spasso che sei ! dai su scatenati che noi al Club ci divertiamo tanto ! potremmo anche individuarti ( abbiamo la possibilità) ma ci piace più leggerti dai forza su... che oggi c'è nebbia e non passa niente !

da Il Conte 24/10/2019 8.29

Re:Uno scatto d'orgoglio per recuperare rispetto

Ciao Ciao vedremo. Se passa quella posizione potremo insultare come nome e cognome anche gli animalisti. Non vedo l’ora di dirgliene 4....

da Cucù cucù 23/10/2019 20.27

Re:Uno scatto d'orgoglio per recuperare rispetto

www.tgcom24.mediaset.it/cronaca /offese-a-fedez-e-chiara-ferragni-il-pm-archivia-la-querela-contro-daniela-martani- sui-social-si-pu_10177097-201902a.shtml Pare che adesso la Martani possa vantare un bel precedente: cacciatori occhio a non finire come quando avete querelato la Brambilla, che poi avete dovuto pagarle anche le spese processuali HA HA HA.

da Ciao Ciao 23/10/2019 19.37

Re:Uno scatto d'orgoglio per recuperare rispetto

Come nel 1959

da Per Giordano 23/10/2019 17.31

Re:Uno scatto d'orgoglio per recuperare rispetto

una volta tolti gli ATC le cose si sistemano da sole. basta una legge nazionale UGUALE PER TUTTI e un calendario nazionale. Rispetto per la caccia agli ungulati e via andare.

da Giordano 23/10/2019 17.05

Re:Uno scatto d'orgoglio per recuperare rispetto

Acqua calda a parte. Certo che ci riusciremo a mettere le cose al loro posto, basta solo tirare via fidc e consorelle e quei quattro cialtroni di politici compiacenti annessi!

da s.g. 22/10/2019 21.43

Re:Uno scatto d'orgoglio per recuperare rispetto

Ognuno sui social ha una ricetta vincente,peccato o per fortuna,che chi sui social ha la ricetta vincente,non conti una beata mazza....così che ogni santo giorno ne esce qualcuno a sollazzarci con l'ennesima " nuova " ricetta miracolosa.....proprio,come quelle pozioni che assieme alle perline di vetro luccicante venivano affibbiate agli indiani delle riserve ,dall'imbonitore di turno

da Facciamo anche a meno va.... 21/10/2019 20.49

Re:Uno scatto d'orgoglio per recuperare rispetto

Piero ai raggione. Parole sante . qui al sud tra riserve private per parchi orso ferrovie auto strade alta tensione non si può più cacciare .e c'è gente che chiacchiera nei comizzi.avete rotto andate a lavoraaaaaa.

da tino 21/10/2019 19.55

Re:Uno scatto d'orgoglio per recuperare rispetto

Ma dove c’era scritto che senza la legge 157 abolivano l’842? Dopo un referendum vinto? Quello ve lo hanno raccontato chi voleva i carrozzoni ATC per intascare stipendi e incarichi. Sono 50 anni che chi dovrebbe tutelare la caccia ruba i soldi. Caccia europea? Ok la pacchia finisce per tutti e restano 50.000 cacciatori, tanti dirigenti di aavv dovranno trovarsi un lavoro così come le armerie ecc.

da Piero 21/10/2019 17.55

Re:Uno scatto d'orgoglio per recuperare rispetto

Piero, l'accordo a cui fai riferimento, l'avevano fatto prima, altrimenti ti saresti ritrovato da 25 anni con la proprietà della selvaggina in mano ai privati. E' questo che fate finta di non capire, voi che v'illudete ancora di tornare alla libera caccia in libero territorio. Gli ATC sono stati la vostra salvezza. E non è detto che a breve non ci si debba confrontare di nuovo con una caccia davvero europea (sia dell'est sia dell'ovest) che contempla la privatizzazione della caccia.

da Beati monoculi 21/10/2019 17.50

Re:Uno scatto d'orgoglio per recuperare rispetto

Caro Pietro sarebbe utile sapere il nome del ristorante su BH,in modo che i cacciatori e i loro famigliari e amici stiano ben lontani o non frequentino più questo locale! un saluto

da Fucino Cane 21/10/2019 17.29

Re:Uno scatto d'orgoglio per recuperare rispetto

Ugo Molfetta in Italia dopo un referendum vinto FERMARIELLO ROSINI E PROCACCI hanno imposto una legge che ha ridotto di due terzi i cacciatori di un terzo i tempi di caccia è dimezzato le specie cacciabili. Non è stato speso un centesimo per parlare a chi vive in città ma in compenso si danno stipendi ai dirigenti di aavv.

da Piero 21/10/2019 11.56

Re:Uno scatto d'orgoglio per recuperare rispetto

In Francia sono in Francia. Nel bene e nel male. Hanno più territorio a disposizione, un'organizzazione diversa dalla nostra (praticamente un'unica associazione che gestisce i territori), che prevede accordi fra associazioni locali e proprietari e gestori dei terreni, tramite una specie di affitto. Poi, anche in Francia si soffre il movimento anticaccia. L'ufficio nazionale della caccia, per esempio, è in corso di trasformazione in ufficio per la tutela dell'ambiente o qualcosa del genere. In più, nion esistono diatribe virulente fra cacciatori, come da noi. In Francia le interdipendenze fra una caccia e l'altra sono meglio armonizzate. Da noi, non è dunque colpa delle associazioni venatorie ma semmai dei loro dirigenti che trovano comodo egoisticamente farsi la guerra. Ma, infine, tutto questo non avrebbe ragione di essere se noi cacciatori finalmente riuscissimo a capire che dobbiamo stare sotto un'unica bandiera e darci da fare per salvaguardare l'ambiente dai danni che altri vi apportano. Sommessamente, la leadership dei cartucciai in Italia ha fatto sempre in modo che i cacciatori (che fino sa che ci sono state in gran numero) ascoltassero la voce dell'armeria e non quella del cuore. Insomma, siamo italiani, e le nostre associazioni non sono altro che lo specchio dei nostri (probabilmente inadeguati) desideri.

da Ugo Molfetta 21/10/2019 11.50

Re:Uno scatto d'orgoglio per recuperare rispetto

In Francia i cacciatori spendono 10 milioni annui in marketing e le cose vanno MOOOOLTO meglio che in Italia ove i soldi dei cacciatori prendono ben altre strade

da Mario 21/10/2019 11.24

Re:Uno scatto d'orgoglio per recuperare rispetto

Probabilmente, caro Piero, per soddisfare te e le tue incongrue aspettative. Pur se utili, queste denunce non otterranno granchè di fronte alla marea anticaccia che monta. A mio giudizio, i sempre meno soldi di cui possiamo disporre dovrebbero essere utilizzati per riconquistare un'immagine positiva della caccia, che si ottiene se riusciamo a cambiare la nostra mentalità. In una società come questa, la caccia è percepita come un elemento estraneo. I cacciatori dovrebbero dimostrare con i comportamenti e con la propria sensibilità quello che a questa società, appunto, manca sempre di più. La capacità di capire che cosa davvero ci sta danneggiando come cittadini del pianeta e custodi delle sue bellezze, che si stanno perdendo, non certo per colpa dei cacciatori. Anche se noi cacciatori, mediamente, ci comportiamo più o meno come tutti gli altri. Da consumatori compulsivi, irragionevoli.

da Cunsumismo, no grazie 21/10/2019 10.35

Re:Uno scatto d'orgoglio per recuperare rispetto

Caro Paolo Longo lo hai scritto tu: FIDC E ANLC querelano PER LA PRIMA VOLTA NEL 2019!!! Gli attacchi alla caccia iniIano nel 1969. Siamo in ritardo di SOLI 50 anni!! E i soldi di questo mezzo secolo le aavv dove li hanno spesi,

da Piero 21/10/2019 9.38