Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | Foto | I Video | Sondaggi | Quiz | Forum | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Downloads | Fresco di Stampa | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Anche gli ambientalisti calano. Eccome!Referendum e autonomieSulla legge del salmì e altre meraviglieQuestione di DnaMarco Ciarafoni: Giovani, giovani e unitàMassimo Zaratin: far conoscere a chi non saSparvoli: il futuro nel cacciatore ambientalistaCacciatori, è nato WeHunter! BANA. MIGRATORISTA PER...TRADIZIONECRETTI. LA CACCIA E' SEMPRE DOMANIHUNTER FOREVERSORRENTI: GUARDARE AVANTI CON OTTIMISMOFiere degli uccelli: ecco dove sbagliano gli animalistiAmici ambientalisti chiedete la chiusura della caccia e fatela finita!ETTORE ZANON. EUROPA EUROPA!INCENDI E SICCITA'. FACCIAMO CHIAREZZAMASSIMO MARRACCI. ATTENTI AI BISTICCIL'ultimo beneUNA SOCIETÀ ALLA DERIVATORDO, TORDELLA, BIBÌ, BIBÒ E CAPITAN COCORICÒLibro Origini – Iscrizioni recordMERAVIGLIOSA BECCACCIASerra uno di noi. L'animalista coi baffiCacciatore o lupo cattivo?IL CINGHIALE SALVA LA CACCIABrambusconi, "che figata"ETICA O ETICHETTA?DUE CHIOSE ALLO STORICOCARTA VINCE CARTA PERDECacciatori e noL'AGNELLO E LA CICORIAPER ELISA - La dolce passione di una cacciatrice di carattereSOSTIENE LARALUPO, QUANTO CI COSTIA UN PASSO DAL PARADISO - Dopo l' ISPRA ecco l'ONCFS franceseISPRA: C'ERA UNA VOLTA IL LABORATORIO PER NON PERDERE LA TRAMONTANAC'ERA UNA VOLTA...LUPO: CHE BOCCA GRANDE CHE HAI!!!Altro che caccia. Ecco quali sono le vere infrazioni italianeTABU' LUPOFIRMAMENTO SOCIALALTRO CHE CACCIA! E' L'HABITAT CHE RISCHIA GROSSOLUPO. ATTENDIAMO LUMICHI DICE PARCHI DICE PORCHI, E... NOTERELLE SUL CANE DA CACCIACos’è la cacciaLa ri-propostaCuore di beccacciaCacciatori in Europa. Un'azienda da 16 miliardiLA GRANDE CUCINA DELLA SELVAGGINA Una bella scopertaCARI AMBIENTALISTI, NON SI COMINCIA DALLA CODAOsservatori regionali, avanti!Ungulati: una risorsa preziosaLa mia prima volta al cinghiale: onore alla 110!Il cinghiale nel mirino. Braccata e selezione: una convivenza possibileANIMALISTI. LA DEBOLEZZA DEI VIOLENTITORDI TORDISTANNO TUTTI BENEETERNA APERTURATANTE MAGICHE APERTURECI SIAMO!LA SFIDA DELLA COMUNICAZIONELA SANA DIETA DEL CACCIATORE CELESTEANCH'IO CACCIOMIGRATORIA, MA DI CHI?Biodiversità e specie opportuniste: l'esempio franceseREWILDING ECONOMY – IL PASSATO PROSSIMO VENTUROLasciate la carne ai bambiniUccellacci e uccellini, chi ce la fa e chi....CINGHIALI D'UNA VOLTADATEMI UN'APP, SOLLEVERO' L'ISPRAMONTAGNA, 22 ANNI DOPOElegia per un vecchio signoreLA GRANDE BUFALAAnimali & Co: un problema di comunicazioneLUPO O CINGHIALE?Papa Francesco: gli animali dopo l'uomoLe allodole, mia nonna e le vecchietteLa caccia e gli chefUNGULATI CHE PASSIONEPARCHI E AREE PROTETTE: ECCO LA FRANCIALe beccacce e il lupoQUESTIONE DI PROSPETTIVALa cinofilia ufficiale. Parte seconda con scusePROBLEMA LUPOBisturi facili. Cuccioli? No graziePerché ho scelto il setter inglese?Galletti fa mea culpaQuesta è la cinofilia ufficialeC'era una volta il cinghialeBracconieri di speranzeGip, amor di cacciatore. Il piccolo franceseSAVETHEHUNTERS, MATTEOTROMBONI SFIATATII sistemi elettronici di addestramentoGUANO CAPITALEIn principio era una DeaC'era una volta l'orso bianco che campava di caramelleUNA TERRA DIVERSAMEMORIE. Da regina a reginainformAZione?Iniziazione del cuccioloneUNIONE AL PALO?LA PARABOLA DI CECILCROCCHETTE VEGANEL'ecoturismo fa danniALLODOLE PER SEMPRETRUE LIESCI SIAMO?Natura. Madre o matrigna?LA CACCIA, PROTAGONISTA INCONFESSATA DI EXPOUN’APERTURA DA FAVOLAI cuccioli di oggiMACCHE' PREAPERTURACACCIA, PROVE E VARIA UMANITA'Emergenza cinghiali ovvero: la sagra delle chiacchiereFORMAZIONE, FORMAZIONE!I cani da ferma oggiArlecchino o Pinocchio? LA SANZIONE DELLA VERGOGNAPrima informarsi, poi farsi un'opinioneEffetto FlegetonteIl cane domestico (maschio)Il valore della cacciaChi è diavolo, chi acquasanta?CANDIDATI ECCELLENTIPUBBLICO O PRIVATO?LA FRANCIA E I MINORI A CACCIAREGIONALI 2015: SCEGLIAMO I NOSTRI CANDIDATICaccia vissuta“Se questa è etica”QUANDO GLI AMBIENTALISTI CADONO DAL PEROLe contraddizioni dell'ExpoQUESTIONE DI CORPOL'ultimo lupo e l'ignoranza dei nostri soloniCalendari venatori: si riparteDOVE ANCORA MI PORTA IL VENTOLUCI E OMBRE DI UN PROGETTOCANE DA FERMA: ADDESTRIAMOLO PURE, MA CON GIUDIZIOCHIUSO UN CICLO...A patti col diavolo... e poi?BIGHUNTER'S HEROES: LE MAGNIFICHE CACCE DI LORENZOMISTERI DELLA TELECANI E BECCACCE: UN RAPPORTO DIFFICILEE' IL TORDO CHE TARDA. MA GALLETTI NON LO SATordi e beccacce tra le grinfie della politicaDonne cacciatrici piene di fascino predatorioItaliani confusi su caccia e selvagginaStoria di una particella cosmicaVegani per modaAnime e animaliMUSICA E NUVOLE L'uomo è cacciatore: parola di Wilbur SmithCHI LA VUOLE COTTA, E CHI....Nutria: un caso tutto italiano - un problema e una risorsaZIZZAGA, GALLETTI, ZIZZAGA!E se anche le piante provassero dolore?PASSO O NON PASSO, QUESTO E' IL DILEMMAMomenti che non voglio scordare Anticaccia? ParliamoneCACCIATRICI SI NASCE. UN'APERTURA AL TEMPO DELLE MELECATIA E LA PRIMA ESPERIENZACHIARI AVVERTIMENTIPIU' VIVA E PIU' AMATAECCE CANEMDE ANIMALISTIBUS ovvero DEGLI ANIMALISTIIL CATALOGO E' QUESTO....CINOFILIA E CINOTECNIA QUALCHE SASSO IN PICCIONAIAISPRA. UN INDOVINO MI DISSE...MIGRATORI D'EUROPAL'ipocrisia anticaccia fomenta il bracconaggioMIGRATORISTI GRANDE RISORSAFauna ungulata e vincolismo ambientaleDecreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTROAi luoghi comuni sulla caccia DIAMOCI UN TAGLIOSPENDING REVIEW, OVVERO ABBATTIAMO GLI SPRECHIDOPO LE EUROPEE: VECCHI PROBLEMI PER NUOVE PROSPETTIVEBiodiversità: difendetela dagli ambientalisti GUARIRE DALLA ZAMBILLALe specie invasive ci libereranno dall'animalismoEUROPEE: SCEGLIAMOLI BENELa rivoluzione verde è nel piattoLa caccia al tempo di FacebookSOSTIENE PUTTINI: Pensieri e sogni di un addestratore cinofilo a riposoCOSE SAGGE E MERAVIGLIOSEAMBIENTE: OCCHIO AL GATTOPARDOC'ERO UNA VOLTA ALL'EXAQUESTA E' LA CACCIA!EUROPA AL RISVEGLIOTOPI EROI PER I BAMBINI DELLA BRAMBILLACACCIA LAZIO: quali certezze?ISPRA, I CALENDARI QUESTI SCONOSCIUTIUNITI PER LA BIODIVERSITÀ E LA CACCIA SOSTENIBILELO DICO COL CUOREIL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'I veri volontari dell'ambienteDIAMOGLI CREDITOPROMOZIONE GRATUITA PENSIERINI DEL DOPO EPIFANIAAmbientalisti italiani, poche idee ma confuseAnche National Geographic America conquistato dalle cacciatriciPiù valore alla selvaggina e alla cacciaIl cinghiale di ColomboPorto di fucile - NON C'E' MALE!PAC & CACCIALILITH - LA CACCIA E' NATURALEEffetto protezionismo Ispra: il caso beccacciaIl grande bluff dei ricorsi anticacciaCOME FARE COSA FARESupermarket societyRomanticaTipi di comunicazione: C'E' MURO E MUROAmbientalisti sveglia!Crisi e Parchi, è l'ora di scelte coraggioseSPRAZZI DI SERENOPOINTER E NON PIU'SOGNO DI CACCIATOREUN CLICK E SEI A CACCIA FINALMENTE SI SCENDE IN CAMPORIPRENDIAMOCI LA NOSTRA DIGNITA' DI CACCIATORILA FAUNA SELVATICA: COME UN GRANDE CARTOONALLA FIERA DELL'ESTVOGLIO UNA CLASSE DIRIGENTE MODERNAIL NUOVO PARTITO DEI VECCHI TROMBATI“Caccia è cultura, amore e tradizione” L'assurda battaglia al contenimento faunisticoCACCIA PERMANENTE CACCIATORI DIVISIPartiamo dalla ToscanaITALIA: un paese senza identità. Nemmeno per la cacciaC’ERA UNA VOLTA…I cacciatori nel regno delle eterne emergenzeGli ambientalisti e la trave nell'occhioAddio alle rondini?L’Europa “boccia” l’articolo 842 (e la gestione faunistica di Stato)ITALIA TERRA DI SANTI, POETI... SAGGI.....SUCCEDE ANCHE QUESTOBASTA ASINIAMBIENTALISMO DA SALOTTO E CONTROLLO DELLA FAUNA Siamo tutti figli di DianaTOSCANA: ALLEVAMENTO DI UNGULATI A CIELO APERTOALLARME DANNIDANNI FAUNA SELVATICA: Chi rompe paga…STALLO O NON STALLO CI RIVEDREMO A ROMA“L'ipocrisia delle coscienze pulite”UN DIFFICILE VOTO INTELLIGENTE SALVAGENTE CINGHIALECACCIA DIECI VOLTE MENO PERICOLOSA DI QUALSIASI ALTRA ATTIVITA'ZONE UMIDE: CHI PAGA?Lepri e lepraioli QUESTA SI CHE E' UN'AGENDASPENDING REVIEW E CERTEZZA DELLE REGOLELa Caccia, il futuro è nei giovani – Un regalo sotto l’alberoA SCUOLA NON S'INVECCHIA I nuovi cacciatori li vogliamo cosìNEORURALI DE NOANTRIFRANCIA MON AMOURLA CACCIA E' GREEN? Stupidità... stasera che si fa? NUOVA LINFA PER LA CACCIATERRA INCOGNITAL’Italia a cui vorrei fosse affidata la cacciaLa marcia in più della selvaggina EPPUR SI MUOVECOLLARI ELETTRICI: LECITI O ILLECITI?DIVERSA OPINIONEIN PRIMA PERSONA PER DIFENDERE IL PATRIMONIO NATURALEOpinioni fuori dal coro - VACCI TU A MANNAIL!!!A CACCIA A CACCIA!!!PROVOCAZIONI Estate di fuocoMISTIFICAZIONISICUREZZA A CACCIA, PRIMA DI TUTTOSostenibili e consapevoli!COLPI DI SOLE COLPI DI CALOREAiutati che il Ciel ti aiuta! Insieme saremo Forti!TECNOCRATI? NO ESPERIENTILA RICERCA DIMENTICATAPARCHI: RIFORMA-LAMPO DE CHE'!Orgoglio di contadinoCampagna o città?CACCIA: UNA RISORSA PER TUTTI. PRENDIAMO ESEMPIO DAGLI ALTRICALENDARI VENATORI CON LEGGE REGIONALE: UN'OPINIONE CHE FA RIFLETTERECONFRONTO FRA GENERAZIONILA CACCIA CHE SI RESPIRARapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute GLI SMEMORATI DI COLLEGNOMUFLONE E CAPRIOLO IN ASPROMONTE: un sogno o una possibile realtà?Piemonte: Salta il camoscio/tuona la valanga...DELLE COSE DELLA NATURACultura Rurale: una soluzione per far ripartire l'ItaliaIl nodo delle specie aliene che fa capitolare gli ambientalistiLA CACCIA NELLA STORIA, PASSIONE E NECESSITÀPAC IN TERRISUCCELLI D'EUROPAGIRA GIRA.....STORIA SEMPLICE DI UNA CACCIATRICE LAMENTO DI UN GIOVANE ERRANTE PER LA CAMPAGNATOCCA A NOI!CRISI. SOLUZIONE ALLA GRILLOIL SENSO DELLA CACCIA DI SILVIAVERITA' E CERTEZZA DEL DIRITTOPROCEDURE D’INFRAZIONE E DEROGHE: UN CONTRIBUTO ALLA CHIAREZZABECCACCE DI BEFANACACCIA, FASE DUEPROVOCAZIONI DI FINE D’ANNORICERCA RICERCASPIGOLATURE DI NATALEDai pomodori alle lampadine LA RUMBA DEL CINGHIALONENON ERA AMOREFinalmente autunnoIl paradosso dell'IspraIL PIANETA DEI CACCIATORILe caste animali A CACCIA ANCHE DOMANIA CACCIA SI, MA DOVE?ORGOGLIO DI CACCIATOREPer il nostro futuro copiamo dai colleghi europei FINALMENTE A CACCIAAPRE LA CACCIA!Amico cacciatore, guarda e passaRiforma sui Parchi in arrivo?E i cuccioli umani?MEDITATE, AMBIENTALISTI, MEDITATELA FARSA DEI CALENDARI Armi, la civiltà fa la differenzaIl Pointer e la cacciaCol cane dalla notte dei tempiContarli, certo, ma come?Questa è una passione!IL PENTOLONELA LOGICA DELLA PICCOLA QUANTITA' SOLDI E AMBIENTE. DIECI DOMANDENON SOLO STORNOQUEL CHE RESTA DELLA CACCIA AGLI ACQUATICILa lezione di Rocchetta di VaraBASTA CON LA STERPAZZOLA CON LO SCAPPELLAMENTO A DESTRA MIGRATORI TRADITICORONA L'ERETICOCacciatori e Agricoltori, due facce della stessa medagliaDeroghe: non è una missione impossibileAMBIENTALISMO E' CULTURA RURALESei il mio caneALLE RADICI DELLA CACCIACORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL’UOMO: IMPORTANTE SENTENZA A FAVORE DELLA CACCIACOME DIREBBE LO STORNO, DEL DOMAN NON V'E' CERTEZZA...BOCCONCINI PRIMAVERACACCIA, PASSIONE, POCHE CHIACCHIERECOMUNITARIA: RIMEDIARE AL PASTICCIOQUESTIONE DI CALENDARIOLA BAMBINA CHE SOGNAVA LA CACCIAPRENDIAMO IL MEGLIOBELLEZZA E AMBIENTE. LA NOSTRA RICCHEZZATUTTI A TAVOLARIFLETTERE MA ALLO STESSO TEMPO AGIRELA CACCIA SERVE. ECCOME!METTI UNA SERA A CENAUrbanismo e Wilderness: un confronto impariCONFESSIONI DI UNA TIRATRICE DI SKEETGIOVANI, GIOVANI E ANCORA GIOVANIIL CAPRIOLO POLITICO NO - Per una visione storicistica della caccia in ItaliaAccade solo in Italia?L’ambientalismo tra ecologia profonda e profonda ignoranzaFRA STORIA E ATTUALITA'Non sono cacciatore ma la selvaggina fa bene. Intervista a Filippo Ongaro“Solo” una passioneTra ideologia e strategia politicaIL CATALOGO E' QUESTOTORNIAMO A SVOLGERE UN RACCONTODA DONNA A DONNA: IL MALE DEL TURISMO. Lettera aperta di Lara Leporatti al Ministro BrambillaItaliani ignoranti della cacciaCACCE TIPICHE E VITA IN CAMPAGNAEd il giorno arrivaDEROGHE E CACCIA ALLA MIGRATORIA: DA RISOLVERE. UNA VOLTA PER TUTTE!PRE-APERTURA DI CREDITODomani sarà un altro giorno MIGRATORIA E SELEZIONEAlcune riflessioni sulla caccia in ItaliaDivagazioni per una rivoluzione culturaleLa senatrice Adamo va alla guerraPERCHE’ NON SCENDI, PERCHE’ NON RISTAI? ( versi di G. Carducci)Calendari venatori. Le bugie degli ambientalistiUn'arte chiamata cacciaAREZZO SCONFESSA LA BRAMBILLAAnimalismi e solitudiniIn un vecchio armadioSTAGIONE VECCHIA NON FA BUON BRODOBelli, matti ed inguaribili SIAMO LIGURI!Ieri, mille anni fa, io caccioCosa mangiano gli animali degli animalisti?SCIENZA, CONOSCENZA, CULTURAC'ERA UNA VOLTA UNA SCIMMIAMOVIMENTO STATICO, ANZI NO, REGRESSIVOORSI. COMUNITARIA. PROVVEDIMENTO ZOPPO MA CON SICURO VALORE SIMBOLICOAerei e trasporto munizioni - La situazione della caccia oggi: “Io speriamo che me la cavo”ALL'ARIA APERTA!Contro ogni tentazione. PORTIAMOLI A CACCIAIPSOS FACTO! DIAMOCI DEL NOIIN FINLANDIA SI', CHE VANNO A CACCIA!RIFLESSIONI DI UN PEONEIL PAESE PIU' STRANO DEL MONDOFuoco Amico PER UNA CULTURA RURALE. MEGLIO: PER UNA CULTURA DELLA CACCIA CHE AFFONDA LE SUE RADICI NELLA TRADIZIONE RURALEE Jules Verne diventò anticaccia CULTURA RURALE E CULTURA URBANA A CONFRONTOL'Enpa insulta i cacciatoriSELVAGGINA IN AIUTO DELL’ECONOMIAAmerica: un continente di vita selvaggiaLA LIBERTA’ DI STARE INSIEME A chi giova la selezioneLA CACCIA COME LA NUTELLA?LUPO, CHI SEI?Le fonti energetiche del futuro: nucleare si o no?TOSCANA: ARRIVA LA NUOVA LEGGEA caccia con L'arco... A caccia con la storia...Interpretazioni e commenti di nuova concezione10 domande ai detrattori della cacciaIL BRIVIDO CHE CERCHIAMOLa caccia come antidoto alla catastrofe climaticaPer una educazione alla natura E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA IL CAPRIOLO MANNAROCONSIDERAZIONI E PROPOSTE PER IL FUTURO DELLA CACCIA IN ITALIACaccia - anticaccia: alla ricerca della ragione perdutaAllarmismo e vecchi trucchettiAncora Tozzi ?REALISMO, PRIMA DI TUTTOLe invasioni barbaricheAPERTURA E DOPO. COSA COME QUANDOPiombo e No Toxic: serve un nuovo materiale per le cartucce destinate agli acquaticiDi altro dovremmo arrabbiarciI GIOVANI E IL NUOVO AMBIENTALISMO Cinofili, cinologi e cinotecniciUn rinascimento ambientale è possibileGelosi e orgogliosi delle nostre tradizioniLA CACCIA SALVATA DALLE DONNE?Nuovo catalogo BigHunter 2009 – 2010: un omaggio all' Ars VenandiTutto e il contrario di tuttoDALL'OLIO: UNITA' VO' CERCANDO...IL VECCHIO CANE: RICORDIAMOCI DI TUTTE LE GIOIE CHE CI HA DONATOLa voce dei protagonisti sui cinghiali a GenovaTutti insieme... magicamenteAmbiente: una speranza nella cacciaSOLO SU BIG HUNTER: DALL’OLIO, PRIMA INTERVISTALa Caccia ha bisogno di uomini che si impegnanoLA COMUNICAZIONE NON E' COME TIRARE A UN TORDOIl capanno: tra architettura rurale e passione infinitaDONNE ...DU DU DU... DI-DI-DI I..... IN CERCA DI DIANAEUROPA EUROPAVICINI ALLA VERITA'Beccaccia sostenibileCACCIA E SOCIETA'Wilbur Smith, scrittore da best seller innamorato della caccia BAGGIO, CON LA CACCIA DALL’ETA’ DI CINQUE ANNIPARLAMENTO EUROPEO - Fai sottoscrivere un impegno per la caccia al tuo candidatoCACCIA ALL'ORSIORGOGLIOSI DI ESSERE CACCIATORIUN DOCUMENTARIO SENZA SORPRESE, ALMENO PER I CACCIATORIRidiamo il giusto orgoglio al cacciatore moderno e consapevoleIl cane con il proprio olfatto è il vero ausiliare dell'uomo, anche oltre la caccia.157: PENSIERI E PAROLEMA COS'E' QUESTA CACCIA?157 CACCIA: LA SINTESI ORSI E' UNA BOZZA DI DISCUSSIONEMIGLIORARE LE RAZZE? SI PUO’ FARECINGHIALI CHE PASSIONELa cultura cinofilaATC DIAMOCI DA FAREIl vitello che mangi non è morto d'infarto!Ripensare la caccia?PER UN FUTURO DELLA CACCIAQUANTO CI COSTI, BELLA TOPOLONAPUCCINI CACCIATORE E AMBIENTALISTA ANTE - LITTERAMUn nuovo corso per gli ungulatiSiamo noi le Giubbe VerdiRuralità e caccia fra cultura, tradizione ed economia Rilanciamo il consumo alimentare della selvagginaLa caccia secondo Giuliano, umorista de La RepubblicaQuesta è la cacciaIl cane oggetto: attenzione alla pericolosa tendenza della civiltà dei consumiLa cinegetica e la caccia col caneGestione e tradizione BASTA TESSEREAMAR...TORDE il beccafico perse la via del nordDimostriamo credibilitàApertura passione serenitàeditoriale - Fucili italiani come le ferrariOrgoglio di CacciatoreI Tordi e le BeccacceLa Caccia è Rock

Editoriale

TABU' LUPO


lunedì 13 febbraio 2017
    

Lupo Tempo fa lessi stupefatta un testo in cui si citava un fenomeno talmente ovvio da passare quasi inosservato. Si parlava della propensione, insita in ognuno di noi, a preferire alcune specie, più “coccolose” o più carismatiche, rispetto ad altre di cui, onestamente ci frega ben poco. Il fenomeno si deve ad una certa naturale empatia, dettata da particolari schemi del nostro cervello che ci fanno preferire per esempio le forme tonde e gli occhi grandi (perché ci ricordano un cucciolo umano), innescando in noi un naturale istinto di protezione.
 
E' per quello che Disney ha attribuito occhioni spropositati al cerbiatto Bambi (Bambi starà per bambino?), la cui madre, manco a dirlo, è finita in stufato a causa di un cacciatore. Sicuramente tra una scolopendra e un gattino non abbiamo dubbi su chi preferire. Come tra una mucca e un maestoso cervo. Sono in molti, ovviamente tra i non cacciatori, a scandalizzarsi se ammetti di amare la carne di selvaggina. Al ristorante, se ordini capriolo potresti urtare la sensibilità di qualche fan di Bambi, ma nessuno muove un ciglio, a meno che non andiate a cena con un vegano radicale, se però opti per una bella bistecca al sangue, di manzo, ovvio.

L'effetto Bambi si verifica anche nei confronti dei grandi predatori, come il lupo, a cui attribuiamo caratteristiche umane positive, come il coraggio, l'intraprendenza, l'astuzia, la fedeltà. Da decenni, nel calduccio delle nostre case cittadine, abbiamo imparato a non temerli più. E i nostri occhi si riempiono di cuoricini quando ne incrociano uno sui nostri profili Facebook.

Ecco il principale motivo per cui il dibattito sul lupo delle ultime settimane ha avuto così poca attinenza alla realtà. Perfino gli scienziati, quelli accreditati per le loro conoscenze faunistiche, si sono sbragati con i loro “il lupo non si tocca!”, ergendosi a fieri paladini dell'ambiente e degli animali belli, che è poi il motivo per cui molti di loro hanno intrapreso gli studi faunistici. Perfino certi illuminati divulgatori scientifici hanno fatto tabula rasa, incespicando sulle motivazioni del no a tutti i costi al contenimento numerico.
 
Scherzando, potremmo scomodare i paradossi della meccanica quantistica (è l'osservatore che costringe la natura a rivelarsi in uno dei possibili valori) che dimostrerebbe almeno in parte come sia possibile che un'intera nazione cada in un trip sensoriale in cui i trend di crescita e i dati incontrovertibili delle predazioni (leggi danni al patrimonio zootecnico), contino così poco. Conta poco il sangue degli ovini sgozzati (sempre che non sia Pasqua e il lupo non c'entri), conta poco che decine e decine di piccolissime imprese familiari cadano come foglie, che chiudano produzioni di pregio simbolo della nostra italianità. Il tabù del lupo è dentro di noi. Tanto che sui siti come questo si fa fatica anche a nominarlo. Ormai i cacciatori temono di essere additati, (e lo sono) come quegli inguaribili sparatori che non vedono l'ora di metterci le mani sopra. E via con le congetture sulle pressioni della lobby venatoria su Governo e Ministro Galletti (se Galletti fosse stato impressionabile dalle doppiette a quest'ora si caccerebbero tordi a febbraio!).

Per lo meno resta da augurarsi che, in fatto di fauna, quello del lupo resti l'unico vero tabù. Il popolo lo difende, quindi lasciamo pure che cresca, la decisione sarà solo rimandata. E si mettano il cuore in pace quei montanari che devono fare i conti in fondo al mese, sperando giorno dopo giorno di non incappare in un branco affamato.

L'approccio gestionale ha prevalso per fortuna in altre situazioni, anche se per esempio per lo scoiattolo grigio e per la nutria si è dovuto attendere l'imposizione da parte dell'Europa prima di muoverci davvero. Prima abbiamo temporeggiato, strizzando l'occhio a quel mondo animalista che ha tanta, troppa, influenza sulla politica. Nemmeno la prospettiva dei gravi danni alla biodiversità ha fatto tentennare certi amministratori, così pronti ad arruffianarsi la Onlus di turno. Fino a che non è stato inevitabile.
 
Ma per il lupo ovviamente è tutta un'altra storia. La specie sta bene, non è in pericolo, i numeri lo dimostrano, portando man mano alla luce la crescita esponenziale che gli allevatori hanno gradualmente constatato sul campo. Ma anche qui tutto sembra essere opinabile. Certo cresce ma il pericolo di estinzione è sempre dietro l'angolo per alcune grandi menti animaliste, e ogni ipotesi di prelievo può seriamente mettere  a rischio la stessa sopravvivenza della specie in Italia. La logica di certi ragionamenti trovatela voi, se riuscite.


Cinzia Funcis
 
 
P.s. A proposito, chi volesse consultare il Piano sul lupo redatto dal Ministero (la cui approvazione è stata rimandata per opportune valutazioni dopo la marcia indietro di diverse Regioni), lo può trovare qui, nell'ultima versione disponibile (Gennaio 2017)

Leggi altri Editoriali

25 commenti finora...

Re:TABU' LUPO

Personalmente nn me ne frega niente dei lupi,se nn che possono..... strumentalizzati portatre danno ai Cacciatori mi spiace per gli allevatori , per i cicciari un po meno.......anzi niente, a questo punto auspico visto che gli umani e in particolar modo le autorità.preposte nn hann o la saggezza di intervenire per il meglio senza interessi pregressi e di parte......spero madre natura intervenga con una bella epidemia con buona pace dei fautori del reintegro e degli pseudoscienzati del ciclo naturale.........Occidentali's Karma per tutti!!! Tutto torna.

da Annibale 18/02/2017 15.12

Re:TABU' LUPO

Questo articolo dell'Editoriale(bighunter è un magazine molto preso in considerazione) fa male ai tanti soloni che stanno dietro questa antica vicenda, hanno paura che di punto in bianco questo animale tanto sopravalutato torni ad essere alla stregua di una volpe o di qualsiasi nocivo e non è che non ci stia vicino dato il suo numero ormai accertato e la sua dislocazione in tutta la penisola escluse le isole, quindi si potra tirare ancora la corda per qualche altro mese, ma ormai il cambiamento è in fase di partenza e di questo se ne è reso conto anche il Ministro dell'Ambiente, quindi ci si metta l'anima in pace.

da giusva 17/02/2017 7.46

Re:TABU' LUPO

Per antler: io no, per nulla. Geniale è semmai prelevare un pezzo di ragionamento per far tornare le proprie convinzioni. I geni della comunicazione sono quelli che, come dice il commento che mi ha preceduto, pubblicano foto di teneri cuccioli di lupo per accalappiare consensi, nella speranza che i disinformati non si facciano una vera libera opinione.

da Cinzia 16/02/2017 11.16

Re:TABU' LUPO

ogni cucciolo anche umano incute negli uomini e negli animali un senso di amore materno, sono proprio le fattezze messe in opera dalla natura per proteggere dagli adulti un essere immaturo e questo l'ha capito bene Dysney e ne abusa molto l'animalismo, se ci fate caso in ogni loro battaglia per qualche animale ci sono sempre cuccioli in prima fila, anche i lupi da cuccioli sono "coccolosi", non vedrete mai un lupo adulto che digrigna i canini ed arriccia il naso a queste "mammine animaliste" va bene così, ma vallo a raccontare a chi tutti i santi giorni ha a che fare con questi audaci predatori di animali domestici.

da Walt Disney 16/02/2017 7.36

Re:TABU' LUPO

Il lupo specie coccolosa ? Sei un genio della comunicazione.

da antler 15/02/2017 20.15

Re:TABU' LUPO

Al lupo ci penseranno i diretti interessati come nell'altro secolo, la faccenda si dipanerà presto, ai cacciatori poco importa, è uno di noi.

da giusva 15/02/2017 9.05

Re:TABU' LUPO

A tutte le anime " belle " animalate ,penso di poter affermare a nome di quasi tutti i cacciatori italiani che " non siamo interessati " a divenire cacciatori di lupi..Siamo molto interessati a smantellare una ideologia animalara ,volta a vaneggiare sulla realta' del mondo animale anche di fronte a reali e pratici problemi ..

da toni el cacciator 14/02/2017 15.12

Re:TABU' LUPO

Ben detto Dudino. E' uno schifo. Altro che salvaguardia dell' ambiente. Sono i soliti faccendieri intrallazzatori che magnano a sbafo! Ed i creduloni ignoranti che guardano i cartoni di Disney e pensano che il mondo reale sia cosi' fanno il loro gioco....putroppo!!!

da Mazza Nera 14/02/2017 12.32

Re:TABU' LUPO

Farandole brillate, che si agitano nei meandri dei ministeri e delle aule parlamentari, minacciando campagne anti partitiche se non sostieni campagne animaliste e anticaccia. Anime belle, soprattutto femminili (e poi protestano se ti ostini a considerare naturale la diversità di genere...), che si strappano i cappelli se non ti adoperi per promuovere la diffusione di mangimi per cani e per gatti che poi ti accorgi che producono direttamente o sotto mentite spoglie.

da Dudino 14/02/2017 10.21

Re:TABU' LUPO

Gli esperti siamo NOI cacciatoti ma cosa credete che sia facile abbattere un lupo? una bestia elusiva , furba e dopo i primi abbattimenti scomparirà nel nulla dando del filo da torcere anche al migliore dei cacciatori CHE ANDREBBE PAGATO PER FARE QUESTO LAVORO. sulla carta tutto facile ( tecnici da bar sport) poi alla pratica un vero proprio problema che va affrontato solo con i piani di controllo perchè la caccia è al 80% notturna con attrattivi , esche, e quant'altro per tirarlo fuori dal bosco. oltre a questo fate attenzione la caccia notturna a "terra" di un lupo non è delle più consigliabili. Sopratutto se girano in branco.

da Lupus 14/02/2017 9.45

Re:TABU' LUPO

Il gran clamore suscitato da questa vicenda mi porta a pensare a tutte le patate bollenti che noi cacciatori abbiamo dovuto risolvere in passato, spesso infatti si è dovuto ricorrere all'attività venatoria per limitare l'espansione di alcune specie, soprattutto ungulati. Personalmente non sparerei mai ad un lupo, è un animale che mi ha sempre affascinato, anzi mi sarebbe piaciuto incontrarlo ma purtroppo non è mai capitato. Comunque il problema esiste, concreto, e da tempo anche, in passato si è tentato di nascondere le inascoltate richieste di aiuto da parte degli allevatori adducendo come motivazione degli attacchi alle greggi la presenza di cani randagi. L'altra sera, per l'ennesima volta, l'inviato di Striscia la Notizia amico degli animali, Edoardo Stoppa, si è occupato della vicenda interpellando un tecnico faunistico e un certo Pedrelli della LIPU, quest'ultimo non so a che titolo, interventi non favorevoli alla caccia ma sicuramente più appropriati rispetto a quelli degli internauti che bellamente seduti d'avanti ad un PC, magari sorseggiando una bicchiere di latte di dubbia provenienza, suggeriscono metodi alternativi "non cruenti" alla soluzione del problema. La mia impressione è che si stia stigmatizzando la vicenda per sferrare un altro attacco all'attività venatoria in Italia, attacco a mio avviso inopportuno visto che i cacciatori, caro anonimo che ti firmi "Meno Pericolosi etc. etc." non hanno proprio chiesto niente a riguardo. Il lupo, la cui presenza è fondamentale, è comunque un predatore e come tale si comporta, e in un territorio fortemente antropizzato com'è quello italiano è chiaro che rivolge la sua attenzione a prede più facili come: pecore, capre, vitelli e anche cani purtroppo. Il problema comunque va affrontato e seriamente, ma da persone esperte, senza pietismi stupidi prima che a farne le spese siano anche escursionisti o raccoglitori di funghi.

da Sergio S. 14/02/2017 9.14

Re:TABU' LUPO

X meno.....,E allora se sono meno pericolosi 1000 lupi perchè non sono le associazioni animaliste a pagare per risarcire i danni che fanno i lupi? Ammiro tanta ignoranza. Più lupi più danni a tutti gli altri animali selvatici e non che sono predabili e rientrano nell'alimentazione del lupo, non capire questo è da ignoranti come capre ( senza offesa per le capre )

da Bekea 14/02/2017 9.10

Re:TABU' LUPO

mi chiedo perché nel passato il lupo è stato eradicato ... dal passato si trovano le risposte del presente...riguardo gli animalisti tutta gente spazzatura da mettere sotto analisi...

da lupus 14/02/2017 8.32

Re:TABU' LUPO

Complimenti a Cinzia Funcis. Esiste ancora il "buon senso" delle cose.

da Rinaldo Bucchi 13/02/2017 21.16

Re:TABU' LUPO

Toh,d'improvviso meno pericolosi scopre che non e' piu' il 91% degli italiani contrari alla caccia;a meno che gli anticaccia sono cosi' c.......ioni da eleggere rappresentanti cacciatori.La confusione mentale in cui versano lui e i suoi simili e' completa quando non legge neanche chi sono,da fb a tutti i possibili siti, i firmatari di tutte le petizioni per fermare l'abbattimento di questo animale.Ovviamente aavv(abbreviazione che staper:associazioni venatorie;spiegazione dovuta solo a fronte di simili casi).Non si tratta di ridicolaggine ma di somma pieta'!

da Pietro 2 13/02/2017 20.42

Re:TABU' LUPO

A me del lupo non me ne può. Fregare meno ,ma non ho greggi di ovini ,però l' allevatore che vende i formaggio sotto casa gli girano i maroni ,che li contengano le province o risarciscano gli allevatori in maniera congrua.

da passatore 13/02/2017 20.12

Re:TABU' LUPO

Eccone un'altra che vorrebbe convincere la gente che il lupo ai cacciatori non interessa affatto... infatti da tanto che non vi interessa sono giorni che non parlate d'altro, un articolo via l'altro! "quel mondo animalista che ha tanta, troppa, influenza sulla politica" ahahahaha questa è proprio buona: vogliamo fare i conti di quanti sono i politici dichiaratamente animalisti e quanti quelli dichiaratamente pro-caccia o (peggio ancora) cacciatori?

da Meno pericolosi 1000 lupi che 1 solo cacciatore 13/02/2017 19.52

Re:TABU' LUPO

Il lupo va contenuto in un numero di esemplari sostenibile e compatibile con le attività dell'uomo. Un numero esagerato di esemplari e del tutto fuori controllo, come è oggi,esaspera gli allevatori e li porta a decisioni drastiche che mettono in seria difficoltà il futuro del lupo .Questo è quanto e non si dica che sono i cacciatori i nemici dei lupi , come professano certi ambienti animalisti.

da bretone 13/02/2017 19.02

Re:TABU' LUPO

Cronache dall'HIT SHOW appena concluso. Strage di mufloni nell'Altopiano di Asiago ( zona alpi prov. Vicenza )sono state recuperate 30 carcasse muflone in un solo comune. Il muflone è facile vittima perchè nella sua genetica non contempla il lupo come predatore. Quindi nelle riserve alpine e comprensori montani per la prossima stagione niente abbattimenti per mancanza di mufloni. E quando tutti i mufloni saranno stato sbranati, i lupi si adatteranno a predare solo le mandrie che caricheranno le malghe. Questa è la triste realtà qui sulle prealpi Vicentine .

da Bekea 13/02/2017 18.24

Re:TABU' LUPO

In Italia, come tutti ben sanno,prima di prendere provvedimenti si aspetta il morto.E' sempre stato così per gli incroci pericolosi dove si è provveduto ad istallare il semaforo solo ad incidente mortale avvenuto. Vuoi mai che non sia così per il lupo ?

da Frank 44 13/02/2017 18.10

Re:TABU' LUPO

"quindi lasciamo pure che cresca,la decisione sara' solo rimandata" .Ecco appunto.Rimane il fatto che anche per altre specie si e' legiferato ,ma ai fatti con le provincie sbrindellate ma non sostituite ,nutrie ecc stanno espandendosi...

da toni el cacciator 13/02/2017 14.22

Re:TABU' LUPO

Io adoro il lupo perché sono cacciatore. Personalmente, vivo la caccia come esperienza sacra. Non è il lupo che va fatto sparire, ma l’ideologia animalista, che altro non è che una forma di laicismo mirato a distruggere i valori tradizionali. Il lupo va tenuto sotto controllo, non eradicato. Attraverso la caccia, dobbiamo riscoprire le nostre radici ancrestrali, tornare a rapportarci con la natura come facevano i nostri antenati.

da Martino, Bologna 13/02/2017 13.57

Re:TABU' LUPO

In Italia le cose si fanno sempre quando e' troppo tardi, giusto per far finta di avere la coscienza a posto. Al lupo ci pensera' qualcuno o qualcosa in ogni, nel bene e nel male e con buona pace degli animalisti.

da Flagg 13/02/2017 13.35

Re:TABU' LUPO

il Lupo sono soldi, tanti soldi per le associazioni ambientalistiche , per gli studiosi, per chi vive di natura alle spalle del contribuente. la sua gestione al momento è impensabile! purtroppo

da Arturo 13/02/2017 11.31

Re:TABU' LUPO

"È il pregiudizio ideologico, bellezza!" Purtroppo non solo per la gente comune, ma anche per il mondo scientifico. Inviterei queste persone a vivere a stretto contatto con agricoltori, allevatori e,perché no? anche cacciatori là dove ogni giorno la prassi della vita quotidiana è ben altro dalla "cultura" del Bambinismo, o del Rimbambinismo. Carmine da Vigevano

da Carmine da Vigevano 13/02/2017 9.24