Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
L'animalista antiscientificoProviamoci, almenoEmergenze o indulgenze?Forza ragazzi! Forza ragazze!Moriglione, pavoncella e la polvere sotto il tappeto Ambientalisti in discesaLa giusta battaglia dei circhiIl pane … e la cacciaCacciatori e piccoli passiGli animali sono animaliAvanti tutta in EuropaAmbientalista? Sì, cacciatore!QUELLO CHE ERAVAMO, QUELLO CHE SIAMOSelvaggina, la via della filieraGiovani. Cacciatori. NaturalistiEuropa Europa!Padule di Fucecchio. Fatti non p.Diamo una mano alla starnaTornare ai tempi della naturaRitorniamo al mitoGreta e la terra I Restoni non sono “quelli che restano”Riprendiamoci la naturaDiscorso sulla coturnice, ma non soloLa piaga dei ParchiBentornata ExaHorror naturaProvocazioni e fermezzaMaestra montagnaSPORT O PASSIONE?Un contratto a uso del manovratoreCol cinghiale al casello, ma non soloCinghiale. Il ricercatore svela la bufalaCambiamenti climatici e migrazioneScelta di campo e arie partenopeeIl nostro futuro è in EuropaLa mia Flyway è differenteIl futuro potrebbe essere la gestione adattativa?Un amoreAmbientalismo de noantriAria fresca e un pensierino alla SerraIl caso Leopold LipuUna sbiadita stellaViva la caccia!Questione di passioneIl mondo che verràIl senso della Lipu per i passeriArmi. Le nuove regoleSi va per l'aperturaLa tentazione di riprovarciIncendi. Il presente, il futuroAmbiente. Vogliamo parlare dei Parchi?SOGNO DI UN'ELISA DI MEZZA ESTATELa nostra frontieraCerusici e norciniSaggezza cinotecnicaUn ministro smarritoMa dov'era la Lipu quando ci rubavano gli habitat?E se si ripartisse dalla pernice?ISTINTO VENATORIO DEL CANE DA FERMAAntibracconaggio, a che punto siamo?Nuovo Governo. Un limite, un'opportunitàCronaca di una passioneDotti, medici e sapientiDiamoci una mossaE' giusto essere amici degli animali, ma oggi è meglio difendere gli uominiOrnitologo sarà lei! - Ornitologia “accademica” vs. Ornitologia “venatoria”Battistoni. Ambientalista cacciatore, con un occhio alla migratoriaEmozioni di una capannistaBruzzone, è ora di riformeCaccia richiamo profondoCalo uccelli e agricoltura. La resa dei conti Le visioni di lupo Gianroberto e i tre grilliniAttesaVaghe stelle del sudLa caccia come la vedo ioELEZIONI 4 MARZO: CHI VOTARE E CHI NOUn primato sconosciutoLa carica degli ungulatiIl sabato del cacciatoreSpeciale elezioni: Un voto per la cacciaAndare a votare e votare beneOH QUANTE BELLE FIGLIE...A testa altaDella beccaccia e del suo patrimonioCi vuole più coraggioDove va la caccia secondo SimonaDove va la caccia? "Lo decidiamo noi"A futura memoria per l'umanità di domaniIl futuro dipenderà da noiInsostenibili sarete voi!Anche gli ambientalisti calano. Eccome!Referendum e autonomieSulla legge del salmì e altre meraviglieQuestione di DnaMarco Ciarafoni: Giovani, giovani e unitàMassimo Zaratin: far conoscere a chi non saSparvoli: il futuro nel cacciatore ambientalistaCacciatori, è nato WeHunter! BANA. MIGRATORISTA PER...TRADIZIONECRETTI. LA CACCIA E' SEMPRE DOMANIHUNTER FOREVERSORRENTI: GUARDARE AVANTI CON OTTIMISMOFiere degli uccelli: ecco dove sbagliano gli animalistiAmici ambientalisti chiedete la chiusura della caccia e fatela finita!ETTORE ZANON. EUROPA EUROPA!INCENDI E SICCITA'. FACCIAMO CHIAREZZAMASSIMO MARRACCI. ATTENTI AI BISTICCIOrsi, sono troppi?L'ultimo beneUNA SOCIETÀ ALLA DERIVATORDO, TORDELLA, BIBÌ, BIBÒ E CAPITAN COCORICÒLibro Origini – Iscrizioni recordMERAVIGLIOSA BECCACCIASerra uno di noi. L'animalista coi baffiCacciatore o lupo cattivo?IL CINGHIALE SALVA LA CACCIABrambusconi, "che figata"ETICA O ETICHETTA?DUE CHIOSE ALLO STORICOCARTA VINCE CARTA PERDECacciatori e noL'AGNELLO E LA CICORIAPER ELISA - La dolce passione di una cacciatrice di carattereSOSTIENE LARALUPO, QUANTO CI COSTIA UN PASSO DAL PARADISO - Dopo l' ISPRA ecco l'ONCFS franceseISPRA: C'ERA UNA VOLTA IL LABORATORIO PER NON PERDERE LA TRAMONTANAC'ERA UNA VOLTA...LUPO: CHE BOCCA GRANDE CHE HAI!!!Altro che caccia. Ecco quali sono le vere infrazioni italianeTABU' LUPOFIRMAMENTO SOCIALALTRO CHE CACCIA! E' L'HABITAT CHE RISCHIA GROSSOLUPO. ATTENDIAMO LUMICHI DICE PARCHI DICE PORCHI, E... NOTERELLE SUL CANE DA CACCIACos’è la cacciaLa ri-propostaCuore di beccacciaCacciatori in Europa. Un'azienda da 16 miliardiLA GRANDE CUCINA DELLA SELVAGGINA Una bella scopertaCARI AMBIENTALISTI, NON SI COMINCIA DALLA CODAOsservatori regionali, avanti!Ungulati: una risorsa preziosaLa mia prima volta al cinghiale: onore alla 110!Il cinghiale nel mirino. Braccata e selezione: una convivenza possibileANIMALISTI. LA DEBOLEZZA DEI VIOLENTITORDI TORDISTANNO TUTTI BENEETERNA APERTURATANTE MAGICHE APERTURECI SIAMO!LA SFIDA DELLA COMUNICAZIONELA SANA DIETA DEL CACCIATORE CELESTEANCH'IO CACCIOMIGRATORIA, MA DI CHI?Biodiversità e specie opportuniste: l'esempio franceseREWILDING ECONOMY – IL PASSATO PROSSIMO VENTUROLasciate la carne ai bambiniUccellacci e uccellini, chi ce la fa e chi....CINGHIALI D'UNA VOLTADATEMI UN'APP, SOLLEVERO' L'ISPRAMONTAGNA, 22 ANNI DOPOElegia per un vecchio signoreLA GRANDE BUFALAAnimali & Co: un problema di comunicazioneLUPO O CINGHIALE?Papa Francesco: gli animali dopo l'uomoLe allodole, mia nonna e le vecchietteLa caccia e gli chefUNGULATI CHE PASSIONEPARCHI E AREE PROTETTE: ECCO LA FRANCIALe beccacce e il lupoQUESTIONE DI PROSPETTIVALa cinofilia ufficiale. Parte seconda con scusePROBLEMA LUPOBisturi facili. Cuccioli? No graziePerché ho scelto il setter inglese?Galletti fa mea culpaQuesta è la cinofilia ufficialeC'era una volta il cinghialeBracconieri di speranzeGip, amor di cacciatore. Il piccolo franceseSAVETHEHUNTERS, MATTEOTROMBONI SFIATATII sistemi elettronici di addestramentoGUANO CAPITALEIn principio era una DeaC'era una volta l'orso bianco che campava di caramelleUNA TERRA DIVERSAMEMORIE. Da regina a reginainformAZione?Iniziazione del cuccioloneUNIONE AL PALO?E GALLETTI FECE IL SORDOLA PARABOLA DI CECILCROCCHETTE VEGANEL'ecoturismo fa danniALLODOLE PER SEMPRETRUE LIESCI SIAMO?Natura. Madre o matrigna?LA CACCIA, PROTAGONISTA INCONFESSATA DI EXPOUN’APERTURA DA FAVOLAI cuccioli di oggiMACCHE' PREAPERTURACACCIA, PROVE E VARIA UMANITA'Emergenza cinghiali ovvero: la sagra delle chiacchiereFORMAZIONE, FORMAZIONE!I cani da ferma oggiArlecchino o Pinocchio? LA SANZIONE DELLA VERGOGNAPrima informarsi, poi farsi un'opinioneEffetto FlegetonteIl cane domestico (maschio)Il valore della cacciaChi è diavolo, chi acquasanta?CANDIDATI ECCELLENTIPUBBLICO O PRIVATO?LA FRANCIA E I MINORI A CACCIAREGIONALI 2015: SCEGLIAMO I NOSTRI CANDIDATICaccia vissuta“Se questa è etica”QUANDO GLI AMBIENTALISTI CADONO DAL PEROLe contraddizioni dell'ExpoQUESTIONE DI CORPOL'ultimo lupo e l'ignoranza dei nostri soloniCalendari venatori: si riparteDOVE ANCORA MI PORTA IL VENTOLUCI E OMBRE DI UN PROGETTOCANE DA FERMA: ADDESTRIAMOLO PURE, MA CON GIUDIZIOCHIUSO UN CICLO...A patti col diavolo... e poi?BIGHUNTER'S HEROES: LE MAGNIFICHE CACCE DI LORENZOMISTERI DELLA TELECANI E BECCACCE: UN RAPPORTO DIFFICILEE' IL TORDO CHE TARDA. MA GALLETTI NON LO SATordi e beccacce tra le grinfie della politicaEUROPEI A META'Donne cacciatrici piene di fascino predatorioItaliani confusi su caccia e selvagginaStoria di una particella cosmicaVegani per modaAnime e animaliMUSICA E NUVOLE L'uomo è cacciatore: parola di Wilbur SmithCHI LA VUOLE COTTA, E CHI....Nutria: un caso tutto italiano - un problema e una risorsaZIZZAGA, GALLETTI, ZIZZAGA!E se anche le piante provassero dolore?PASSO O NON PASSO, QUESTO E' IL DILEMMAMomenti che non voglio scordare Anticaccia? ParliamoneCACCIATRICI SI NASCE. UN'APERTURA AL TEMPO DELLE MELECATIA E LA PRIMA ESPERIENZACHIARI AVVERTIMENTIPIU' VIVA E PIU' AMATAECCE CANEMDE ANIMALISTIBUS ovvero DEGLI ANIMALISTIIL CATALOGO E' QUESTO....CINOFILIA E CINOTECNIA QUALCHE SASSO IN PICCIONAIAISPRA. UN INDOVINO MI DISSE...MIGRATORI D'EUROPAL'ipocrisia anticaccia fomenta il bracconaggioMIGRATORISTI GRANDE RISORSAFauna ungulata e vincolismo ambientaleDecreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTROAi luoghi comuni sulla caccia DIAMOCI UN TAGLIOSPENDING REVIEW, OVVERO ABBATTIAMO GLI SPRECHIDOPO LE EUROPEE: VECCHI PROBLEMI PER NUOVE PROSPETTIVEBiodiversità: difendetela dagli ambientalisti GUARIRE DALLA ZAMBILLALe specie invasive ci libereranno dall'animalismoEUROPEE: SCEGLIAMOLI BENELa rivoluzione verde è nel piattoLa caccia al tempo di FacebookSOSTIENE PUTTINI: Pensieri e sogni di un addestratore cinofilo a riposoCOSE SAGGE E MERAVIGLIOSEAMBIENTE: OCCHIO AL GATTOPARDOC'ERO UNA VOLTA ALL'EXAQUESTA E' LA CACCIA!EUROPA AL RISVEGLIOTOPI EROI PER I BAMBINI DELLA BRAMBILLACACCIA LAZIO: quali certezze?ISPRA, I CALENDARI QUESTI SCONOSCIUTIUNITI PER LA BIODIVERSITÀ E LA CACCIA SOSTENIBILELO DICO COL CUOREIL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'I veri volontari dell'ambienteDIAMOGLI CREDITOPROMOZIONE GRATUITA PENSIERINI DEL DOPO EPIFANIAAmbientalisti italiani, poche idee ma confuseAnche National Geographic America conquistato dalle cacciatriciPiù valore alla selvaggina e alla cacciaIl cinghiale di ColomboPorto di fucile - NON C'E' MALE! PAC & CACCIALILITH - LA CACCIA E' NATURALEEffetto protezionismo Ispra: il caso beccacciaIl grande bluff dei ricorsi anticacciaCOME FARE COSA FARESupermarket societyRomanticaTipi di comunicazione: C'E' MURO E MUROAmbientalisti sveglia!Crisi e Parchi, è l'ora di scelte coraggioseSPRAZZI DI SERENOPOINTER E NON PIU'SOGNO DI CACCIATOREUN CLICK E SEI A CACCIA FINALMENTE SI SCENDE IN CAMPORIPRENDIAMOCI LA NOSTRA DIGNITA' DI CACCIATORILA FAUNA SELVATICA: COME UN GRANDE CARTOONALLA FIERA DELL'ESTVOGLIO UNA CLASSE DIRIGENTE MODERNAIL NUOVO PARTITO DEI VECCHI TROMBATI“Caccia è cultura, amore e tradizione” L'assurda battaglia al contenimento faunisticoCACCIA PERMANENTE CACCIATORI DIVISIPartiamo dalla ToscanaITALIA: un paese senza identità. Nemmeno per la cacciaC’ERA UNA VOLTA…I cacciatori nel regno delle eterne emergenzeGli ambientalisti e la trave nell'occhioAddio alle rondini?L’Europa “boccia” l’articolo 842 (e la gestione faunistica di Stato)ITALIA TERRA DI SANTI, POETI... SAGGI.....SUCCEDE ANCHE QUESTOBASTA ASINIAMBIENTALISMO DA SALOTTO E CONTROLLO DELLA FAUNA Siamo tutti figli di DianaTOSCANA: ALLEVAMENTO DI UNGULATI A CIELO APERTOALLARME DANNIDANNI FAUNA SELVATICA: Chi rompe paga…STALLO O NON STALLO CI RIVEDREMO A ROMA“L'ipocrisia delle coscienze pulite”UN DIFFICILE VOTO INTELLIGENTE SALVAGENTE CINGHIALECACCIA DIECI VOLTE MENO PERICOLOSA DI QUALSIASI ALTRA ATTIVITA'ZONE UMIDE: CHI PAGA?Lepri e lepraioli QUESTA SI CHE E' UN'AGENDASPENDING REVIEW E CERTEZZA DELLE REGOLELa Caccia, il futuro è nei giovani – Un regalo sotto l’alberoA SCUOLA NON S'INVECCHIA I nuovi cacciatori li vogliamo cosìNEORURALI DE NOANTRIFRANCIA MON AMOURLA CACCIA E' GREEN? Stupidità... stasera che si fa? NUOVA LINFA PER LA CACCIATERRA INCOGNITAL’Italia a cui vorrei fosse affidata la cacciaLa marcia in più della selvaggina EPPUR SI MUOVECOLLARI ELETTRICI: LECITI O ILLECITI?DIVERSA OPINIONEIN PRIMA PERSONA PER DIFENDERE IL PATRIMONIO NATURALEOpinioni fuori dal coro - VACCI TU A MANNAIL!!!A CACCIA A CACCIA!!!PROVOCAZIONI Estate di fuocoMISTIFICAZIONISICUREZZA A CACCIA, PRIMA DI TUTTOSostenibili e consapevoli!COLPI DI SOLE COLPI DI CALOREAiutati che il Ciel ti aiuta! Insieme saremo Forti!TECNOCRATI? NO ESPERIENTILA RICERCA DIMENTICATAPARCHI: RIFORMA-LAMPO DE CHE'!Orgoglio di contadinoCampagna o città?CACCIA: UNA RISORSA PER TUTTI. PRENDIAMO ESEMPIO DAGLI ALTRICALENDARI VENATORI CON LEGGE REGIONALE: UN'OPINIONE CHE FA RIFLETTERECONFRONTO FRA GENERAZIONILA CACCIA CHE SI RESPIRARapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute GLI SMEMORATI DI COLLEGNOMUFLONE E CAPRIOLO IN ASPROMONTE: un sogno o una possibile realtà?Piemonte: Salta il camoscio/tuona la valanga...DELLE COSE DELLA NATURACultura Rurale: una soluzione per far ripartire l'ItaliaIl nodo delle specie aliene che fa capitolare gli ambientalistiLA CACCIA NELLA STORIA, PASSIONE E NECESSITÀPAC IN TERRISUCCELLI D'EUROPAGIRA GIRA.....STORIA SEMPLICE DI UNA CACCIATRICE LAMENTO DI UN GIOVANE ERRANTE PER LA CAMPAGNATOCCA A NOI!CRISI. SOLUZIONE ALLA GRILLOIL SENSO DELLA CACCIA DI SILVIAVERITA' E CERTEZZA DEL DIRITTOPROCEDURE D’INFRAZIONE E DEROGHE: UN CONTRIBUTO ALLA CHIAREZZABECCACCE DI BEFANACACCIA, FASE DUEPROVOCAZIONI DI FINE D’ANNORICERCA RICERCASPIGOLATURE DI NATALEDai pomodori alle lampadine LA RUMBA DEL CINGHIALONENON ERA AMOREFinalmente autunnoIl paradosso dell'IspraIL PIANETA DEI CACCIATORILe caste animali A CACCIA ANCHE DOMANIA CACCIA SI, MA DOVE?ORGOGLIO DI CACCIATOREPer il nostro futuro copiamo dai colleghi europei FINALMENTE A CACCIAAPRE LA CACCIA!Amico cacciatore, guarda e passaRiforma sui Parchi in arrivo?E i cuccioli umani?MEDITATE, AMBIENTALISTI, MEDITATELA FARSA DEI CALENDARI Armi, la civiltà fa la differenzaIl Pointer e la cacciaCol cane dalla notte dei tempiContarli, certo, ma come?Questa è una passione!IL PENTOLONELA LOGICA DELLA PICCOLA QUANTITA' SOLDI E AMBIENTE. DIECI DOMANDENON SOLO STORNOQUEL CHE RESTA DELLA CACCIA AGLI ACQUATICILa lezione di Rocchetta di VaraBASTA CON LA STERPAZZOLA CON LO SCAPPELLAMENTO A DESTRA MIGRATORI TRADITICORONA L'ERETICOCacciatori e Agricoltori, due facce della stessa medagliaDeroghe: non è una missione impossibileAMBIENTALISMO E' CULTURA RURALESei il mio caneALLE RADICI DELLA CACCIACORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL’UOMO: IMPORTANTE SENTENZA A FAVORE DELLA CACCIACOME DIREBBE LO STORNO, DEL DOMAN NON V'E' CERTEZZA...BOCCONCINI PRIMAVERACACCIA, PASSIONE, POCHE CHIACCHIERECOMUNITARIA: RIMEDIARE AL PASTICCIOQUESTIONE DI CALENDARIOLA BAMBINA CHE SOGNAVA LA CACCIAPRENDIAMO IL MEGLIOBELLEZZA E AMBIENTE. LA NOSTRA RICCHEZZATUTTI A TAVOLARIFLETTERE MA ALLO STESSO TEMPO AGIRELA CACCIA SERVE. ECCOME!METTI UNA SERA A CENAUrbanismo e Wilderness: un confronto impariCONFESSIONI DI UNA TIRATRICE DI SKEETGIOVANI, GIOVANI E ANCORA GIOVANIIL CAPRIOLO POLITICO NO - Per una visione storicistica della caccia in ItaliaAccade solo in Italia?L’ambientalismo tra ecologia profonda e profonda ignoranzaFRA STORIA E ATTUALITA'Non sono cacciatore ma la selvaggina fa bene. Intervista a Filippo Ongaro“Solo” una passioneTra ideologia e strategia politicaIL CATALOGO E' QUESTOTORNIAMO A SVOLGERE UN RACCONTODA DONNA A DONNA: IL MALE DEL TURISMO. Lettera aperta di Lara Leporatti al Ministro BrambillaItaliani ignoranti della cacciaCACCE TIPICHE E VITA IN CAMPAGNAEd il giorno arrivaDEROGHE E CACCIA ALLA MIGRATORIA: DA RISOLVERE. UNA VOLTA PER TUTTE!PRE-APERTURA DI CREDITODomani sarà un altro giorno MIGRATORIA E SELEZIONEAlcune riflessioni sulla caccia in ItaliaDivagazioni per una rivoluzione culturaleLa senatrice Adamo va alla guerraPERCHE’ NON SCENDI, PERCHE’ NON RISTAI? ( versi di G. Carducci)Calendari venatori. Le bugie degli ambientalistiUn'arte chiamata cacciaAREZZO SCONFESSA LA BRAMBILLAAnimalismi e solitudiniIn un vecchio armadioSTAGIONE VECCHIA NON FA BUON BRODOBelli, matti ed inguaribili SIAMO LIGURI!Ieri, mille anni fa, io caccioCosa mangiano gli animali degli animalisti?SCIENZA, CONOSCENZA, CULTURAC'ERA UNA VOLTA UNA SCIMMIAMOVIMENTO STATICO, ANZI NO, REGRESSIVOORSI. COMUNITARIA. PROVVEDIMENTO ZOPPO MA CON SICURO VALORE SIMBOLICOAerei e trasporto munizioni - La situazione della caccia oggi: “Io speriamo che me la cavo”ALL'ARIA APERTA!Contro ogni tentazione. PORTIAMOLI A CACCIAIPSOS FACTO! DIAMOCI DEL NOIIN FINLANDIA SI', CHE VANNO A CACCIA!RIFLESSIONI DI UN PEONEIL PAESE PIU' STRANO DEL MONDOFuoco Amico PER UNA CULTURA RURALE. MEGLIO: PER UNA CULTURA DELLA CACCIA CHE AFFONDA LE SUE RADICI NELLA TRADIZIONE RURALEE Jules Verne diventò anticaccia CULTURA RURALE E CULTURA URBANA A CONFRONTOL'Enpa insulta i cacciatoriSELVAGGINA IN AIUTO DELL’ECONOMIAAmerica: un continente di vita selvaggiaLA LIBERTA’ DI STARE INSIEME A chi giova la selezioneLA CACCIA COME LA NUTELLA?LUPO, CHI SEI?Le fonti energetiche del futuro: nucleare si o no?TOSCANA: ARRIVA LA NUOVA LEGGEA caccia con L'arco... A caccia con la storia...Interpretazioni e commenti di nuova concezione10 domande ai detrattori della cacciaIL BRIVIDO CHE CERCHIAMOLa caccia come antidoto alla catastrofe climaticaPer una educazione alla natura E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA IL CAPRIOLO MANNAROCONSIDERAZIONI E PROPOSTE PER IL FUTURO DELLA CACCIA IN ITALIACaccia - anticaccia: alla ricerca della ragione perdutaAllarmismo e vecchi trucchettiAncora Tozzi ?REALISMO, PRIMA DI TUTTOLe invasioni barbaricheAPERTURA E DOPO. COSA COME QUANDOPiombo e No Toxic: serve un nuovo materiale per le cartucce destinate agli acquaticiDi altro dovremmo arrabbiarciI GIOVANI E IL NUOVO AMBIENTALISMO Cinofili, cinologi e cinotecniciUn rinascimento ambientale è possibileGelosi e orgogliosi delle nostre tradizioniLA CACCIA SALVATA DALLE DONNE?Nuovo catalogo BigHunter 2009 – 2010: un omaggio all' Ars VenandiTutto e il contrario di tuttoDALL'OLIO: UNITA' VO' CERCANDO...IL VECCHIO CANE: RICORDIAMOCI DI TUTTE LE GIOIE CHE CI HA DONATOLa voce dei protagonisti sui cinghiali a GenovaTutti insieme... magicamenteAmbiente: una speranza nella cacciaSOLO SU BIG HUNTER: DALL’OLIO, PRIMA INTERVISTALa Caccia ha bisogno di uomini che si impegnanoLA COMUNICAZIONE NON E' COME TIRARE A UN TORDOIl capanno: tra architettura rurale e passione infinitaDONNE ...DU DU DU... DI-DI-DI I..... IN CERCA DI DIANAEUROPA EUROPAVICINI ALLA VERITA'Beccaccia sostenibileCACCIA E SOCIETA'Wilbur Smith, scrittore da best seller innamorato della caccia BAGGIO, CON LA CACCIA DALL’ETA’ DI CINQUE ANNIPARLAMENTO EUROPEO - Fai sottoscrivere un impegno per la caccia al tuo candidatoCACCIA ALL'ORSIORGOGLIOSI DI ESSERE CACCIATORIUN DOCUMENTARIO SENZA SORPRESE, ALMENO PER I CACCIATORIRidiamo il giusto orgoglio al cacciatore moderno e consapevoleIl cane con il proprio olfatto è il vero ausiliare dell'uomo, anche oltre la caccia.157: PENSIERI E PAROLEMA COS'E' QUESTA CACCIA?157 CACCIA: LA SINTESI ORSI E' UNA BOZZA DI DISCUSSIONEMIGLIORARE LE RAZZE? SI PUO’ FARECINGHIALI CHE PASSIONELa cultura cinofilaATC DIAMOCI DA FAREIl vitello che mangi non è morto d'infarto!Ripensare la caccia?PER UN FUTURO DELLA CACCIAQUANTO CI COSTI, BELLA TOPOLONAPUCCINI CACCIATORE E AMBIENTALISTA ANTE - LITTERAMUn nuovo corso per gli ungulatiSiamo noi le Giubbe VerdiRuralità e caccia fra cultura, tradizione ed economia Rilanciamo il consumo alimentare della selvagginaLa caccia secondo Giuliano, umorista de La RepubblicaQuesta è la cacciaIl cane oggetto: attenzione alla pericolosa tendenza della civiltà dei consumiLa cinegetica e la caccia col caneGestione e tradizione BASTA TESSEREAMAR...TORDE il beccafico perse la via del nordDimostriamo credibilitàApertura passione serenitàeditoriale - Fucili italiani come le ferrariOrgoglio di CacciatoreI Tordi e le BeccacceLa Caccia è Rock

Editoriale

La giusta battaglia dei circhi


lunedì 1 luglio 2019
    

 
 

Gli animali nei circhi non sono un argomento che ci riguarda? Quasi quasi ci danno anche un po' fastidio, visto che a noi leoni ed elefanti ci piacciono solo nel loro habitat naturale? Va bene, ma siamo proprio sicuri che questa dei circensi non sia anche una battaglia nostra? Lo è diventata sicuramente dal momento in cui nel calderone degli spettacoli presi di mira ci sono finite anche le nostre manifestazioni tradizionali (falconeria, gare cinofile, fiere degli uccelli, ecc.), ma di sicuro sul piatto c'è molto di più. C'è un'idea di benessere animale che chiude definitivamente i ponti con il passato. C'è una lobby estremamente minoritaria ma potente che arriva ad imporsi, dettando platealmente alla politica le proprie regole. Ci sono ministri compiacenti che prendono decisioni arbitrarie senza consultare gli addetti ai lavori e bypassando le necessarie verifiche tecniche e scientifiche.

Se si arriva a demonizzare l'utilizzo di animali soltanto perché qualcuno paga il biglietto per vederli, anche se quel rapporto (addestratore – animale) è del tutto conforme al loro benessere, è evidente che il vero interesse è di altra natura. Non si spiega perché infatti, dopo aver deciso sul graduale superamento dei circhi che utilizzano animali nei loro spettacoli (esotici sì, ma da generazioni nati in allevamenti specializzati, proprio come animali da cortile), ora si tenta una virata improvvisa, che mira a vietare nell'immediato non solo l'esibizione degli stessi, ma anche la loro detenzione e qualsiasi tipo di cessione remunerativa nel periodo transitorio. Il circo dunque che ha pagato fior fior di quattrini per comprare e mantenere elefanti, leoni, cammelli e quant'altro, come se fosse una colpa averli avuti finora nel rispetto della legge e dei rigorosi controlli dell'Asl, si trova costretto a cederli gratuitamente e ad evitare addirittura che questi si riproducano. A tal proposito il decreto che circola in rete per ora in forma di bozza e che ha allarmato non poco gli addetti ai lavori, prevede che ogni decisione sia presa da veterinari abilitati (da chi? Per cosa?) che potranno decidere per la loro sterilizzazione. Ovviamente a carico dei proprietari fino alla cessione, gratuita, ricordiamolo. Un'altra beffa che si aggiungerebbe alle ovvie ripercussioni sul piano occupazionale. Si parla di qualcosa come 10 mila posti di lavoro a rischio, una volta che i circhi con gli animali sarebbero messi al bando, a cui si aggiungono tutte le altre persone che lavorano attorno alle manifestazioni rurali e all'allevamento.

Il tutto andrebbe a vantaggio dei benemeriti centri di recupero, che guarda caso sono spesso e volentieri gestiti dagli animalisti. Come siano gestiti poi è tutto un programma. Sono note le battaglie legali di diversi circensi e allevatori che si sono visti sequestrare ingiustamente i propri animali (a causa di denunce spesso infondate degli animalisti), morti poi nelle stesse strutture che avrebbero dovuto salvarli, probabilmente perchè non idonee a soddisfare specifiche esigenze fisiologiche.

Il problema è che i CRASE (Centro di Recupero per Animali Esotici), sono realtà non regolamentate e spesso non idonee ad accudire animali particolarmente impegnativi, come evidenziato qualche anno fa un rapporto stilato da Anmvi (associazione dei veterinari italiani) e Wwf, da cui risulterebbe che: “la carenza di precise norme su come le strutture devono essere costruite e su come, soprattutto, devono essere gestite per rispondere alle finalità di legge, favorisce, a volte, la nascita di strutture al limite della legalità, il cui livello qualitativo è ben lontano dai principi etici che devono ispirare l’attività di riabilitazione degli animali selvatici e, in generale, l’organizzazione del sistema dei Centri di Recupero in Italia”. La verità è che il benessere degli animali nei circhi non è inferiore a quello riscontrabile in altri sistemi di detenzione degli animali come gli zoo, le stalle, i canili, anzi.

Resta da chiedersi perché, se il fine principale di questa disposizione è assicurare il benessere di questi animali, non si proceda prima ad istituire strutture adatte ma si faccia genericamente riferimento a centri di accoglienza, le cui caratteristiche dovranno semplicemente essere definite dal Ministero dell'Ambiente e da quello della Salute, sulla base di non si sa quale criterio. L'operazione di attivazione dei centri (ricordiamolo, gestiti sempre o quasi dagli animalisti) prevede una spesa ministeriale, ancora da definirsi, che di sicuro non dispiacerà alle benemerite. Non a caso la Lav si è già portata avanti, aggiungendo altri 23 ettari al CRASE di Semproniano, vicino a Grosseto. “Le nuove aree inaugurante dalla LAV sono la testimonianza concreta dell’impegno quotidiano di LAV per accogliere, vita natural durante, questi animali, anche in prospettiva della auspicata graduale dismissione degli animali dai circhi come prevede la Legge (n.4652) approvata di recente dal Parlamento” scriveva un anno fa la Lav sul proprio sito. E riguardo ad un'altra riforma portata avanti dal Ministro Costa (ddl Proteggi Animali), la stessa Lav qualche giorno fa gongolava per il riconoscimento e la valorizzazione della funzione dei Centri di accoglienza degli animali sequestrati e confiscati, contenuta nel ddl del Movimento 5 Stelle.

La Lav lavora a questo scopo da anni. Fin da quando portò all'attenzione dei parlamentari la propria crociata contro i circhi basata sulle conclusioni di uno studio inglese, datato 2006, che in realtà non ha alcuna validità scientifica ma convinse senza remore tutti, o quasi. Firmato da Steven Harris, personaggio con forti legami con le associazioni animaliste, fu smentito dalla commissione scientifica nominata dal Parlamento inglese riguardo ad un'analoga proposta di legge, che infatti non andò in porto. All'epoca della presentazione della proposta in Italia per il superamento dei circhi con gli animali, si era mosso anche lo scienziato americano Ted Friend, che non è certo uno qualsiasi. Autore di numerosi studi sul tema presi a riferimento anche dagli animalisti, nel 2017 si era rivolto ai parlamentari italiani spiegando come la disinformazione dilagante operata dai gruppi animalisti avesse portato perfino ad un’interpretazione errata della letteratura scientifica in materia. E aveva fatto presente che la proposta passata in Italia basata sui lavori di Harris altro non era che una manipolazione dei suoi studi. Friend in realtà concludeva che “non esistono prove scientifiche per giustificare un divieto degli animali del circo basandosi sulla valutazione del benessere animale”. “Il Prof. Harris – spiegava a proposito - è riuscito a ignorare sia lo studio di Marthe Kiley-Worthington che il Radford Report, oltre che sei delle mie ricerche pubblicate in riviste scientifiche peer-review. Durante i miei oltre quarant’anni di ricerca, non ho mai visto nessuno che abbia deliberatamente omesso articoli peer-review o i maggiori libri sull’argomento. Questa tattica deliberata di abuso del “metodo scientifico” nella mia Università avrebbe causato un licenziamento”.

Ecco su cosa si basa questo divieto, che ironia della sorte, colpirà anche quelle attività che con i circhi non c'entrano nulla. Già che ci sono hanno alzato l'asticella, nella speranza di mettere fuori gioco anche tutto quel mondo che gravita attorno alla caccia e a quella cultura agreste che del suo rapporto millenario con gli animali, ne fa giustamente un vanto. Pensiamo al Palio di Siena, vanto e orgoglio di un'intera città, di un'intera nazione, su cui la Brambilla ha incassato sonore sconfitte anche all'interno del proprio partito. Vietare l'esposizione di qualsiasi animale in Italia (comprese le mostre canine!?), è un capriccio animalista che non ha alcuna motivazione logica sostenibile. Una prova di forza che tutto il mondo rurale deve combattere unito.

Cinzia Funcis

Leggi altri Editoriali

32 commenti finora...

Re:La giusta battaglia dei circhi

È palese che dietro a tutto ciò ci siano i soldi. Da sempre le associazioni animaliste hanno mietuto larga messe di donazioni, e vogliono aumentare sempre più. Ma ricordatevi che a tutto c'è un limite. Ricordatevi che Robin Hood era un bracconieri, e che è passato alla leggenda perché si è ribellato alle prevaricazioni dei radical chic, che ai tempi si chiamavano aristocrazia.

da Umberto 08/07/2019 0.52

Re:La giusta battaglia dei circhi

Non diamo corda ai troll, non offendiamoli, non istighiamoli. Siamo meglio di così, è sufficiente lasciarli scrivere ed ignorarli. A settembre conto semplicemente di condividere sui social i miei abbattimenti (tutti a scopo alimentare!!) con tanto di dediche agli haters.

da Ciao hater, i love you 07/07/2019 11.11

Re:La giusta battaglia dei circhi

Nessun animale e' piu' infame di una tigre.Gli animali vanno fatti arrosto ,altro che protezione. Gli animali il nostro buon dio li ha creati anche per finire sulla fraticola.

da Nello 06/07/2019 6.56

Re:La giusta battaglia dei circhi

Italia infestata da anti-tutto. Meno male che stanno arrivando i barbari dal mare che sistemeranno tutto a cominciare dagli animalisti.

da W l’invasione 05/07/2019 22.37

Re:La giusta battaglia dei circhi

Che, oltretutto, se seguite tg o news varie, oggi nn sarebbe proprio la giornata ideale x discutere di quanto sia salutare tenere animali selvatici in gabbia. Pace all'anima del signore del circo che è mancato in un modo orripilante e buona serata a Lei, signora.

da Fa ancora così caldo, lì da Lei..?! 05/07/2019 22.04

Re:La giusta battaglia dei circhi

Quindi, democraticamente, vuoi imporre il tuo stile di vita. Che personcina a modo che devi essere. Una vera e propria MERDA senza offesa per la MERDA.

da Spiegazione debole, cara MERDA 05/07/2019 21.07

Re:La giusta battaglia dei circhi

X lo stesso motivo x cui nn ci limitiamo a nn fare cose brutte ai bambini, ma vogliamo proprio castrare i pedofili!!

da Oh, adesso glielo spiego 05/07/2019 19.28

Re:La giusta battaglia dei circhi

Io vorrei chiedere agli anticaccia anticirchi perche’ non si limitano a non andare a caccia e non andare al circo ma vogliono imporre il loro stile di vita a tutti. Proprio come chi è contro aborto e divorzio che vuole imporre agli altri il suo credo.

da W LA CACCIA W LA LIBERTÀ 05/07/2019 8.42

Re:La giusta battaglia dei circhi

www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/ 2019/07/04/domatore-del-circo-orfei-ucciso-da -tigre_9fb30444-9467-4604-81d0 -e904f4416dba.html Ecco i risultati di certe umane corbellerie. E chi per i propri fini personali/venatori sostiene una battaglia che sa benissimo essere ingiusta e sbagliata, ne è corresponsabile.

da Figurarsi 05/07/2019 8.12

Re:La giusta battaglia dei circhi

Oggi ho visto una trasmissione (La7) dove il povero presidente di coldiretti e il rapprersentante degli allevatori trentini hanno dovuto difendersi da una CANEA di anticaccia capeggiati dalla Brambilla, la più supponente, dalla Cirinnà, fasulla, da un rappresentante di LAV Trentino,e da altri con i cartelli a difesa dell'orsa M49, che - in quanto paladina di una pletora di sciagurati - rischia di mettere in crisi tutto il sistema sociale alpino. Parlano di Danni (secondo loro ingenti) senza contare gli umori degli allevatori, che non vogliono essere risarciti dei danni, ma ptretendono la sodisfazione sdi ottenere il risultato del loro impegno e del loro lavoro. E degli operaotri turistici e della cittadinanza in genere, che vive di presenze forestiere in estate e in inverno, grazie alle bellezze e all''accoglienza della gente che vive in quel territorio, e quel territorio mantiene e conserva, a vantaggio anche di questi stupidi che da un salotto si succhiano tutte le scemenze di olr signori. Non sono un leghista e non ne apprezzo certi comportamenti, ma se andiamo avanti di questo passo l'unico modo per preservare bellezze e ricchezze del nostro paese è proprio una "dittatura" leghista. Stiamo vivendo in una società virtuale, che ci porterà a sbattere.

da Io però mi scanso 04/07/2019 15.30

Re:La giusta battaglia dei circhi

Abolire gli sport equestri, chiudere i maneggi, il cavallo non deve essere al servizio dell'essere umano, deve essere libero, abolire la sterilizzazione di cani gatti e quant'altro, le pene per taglio della coda e delle orecchie dei cani devono essere severissime, non può esistere che un qualunque imbecille ritardato vada in giro ad esibire un cane con orecchie e coda modificate, per il solo fatto di esibirsi in pubblico, mentre altri imbecilli decerebrati guardano estasiati;poi , per quanto riguarda i cibi per cani, basta crocchette fatte con olio esausto di camion e auto o da frittura di patatine, il cane è il gatto devono essere nutriti con carne fresca, ovviamente solo i tagli migliori, non ritagli di grasso e ossa...questi sono solo alcuni esempi ovviamente..

da Vediamo se qualche animalardo decerebrato e' d'accordo... 03/07/2019 13.56

Re:La giusta battaglia dei circhi

La piu' alta percentuale di divorzi e corna tra i testimoni di genova,quando disgraziatamente passo davanti ad una chiesa se cosi' si puo' chiamare un ritrovo di assatanati a soldi non sento che parlare di computer e cose del mondo che detestano. e abborriscono . i testimoni di geova un attaccamento al denaro mai visto.

da Jave' te' te' 03/07/2019 12.58

Re:La giusta battaglia dei circhi

Geova dio hah aah ah ah ah ah ah ah ma vi rendete conto di come siete messi male? i bambini li fate diventare scemi e voi adulti credete a cose che non stanno ne in cielo e ne in terra .

da jave' 03/07/2019 12.54

Re:La giusta battaglia dei circhi

INFORMAZIONE DISTORTA E DEPRAVATA!? Certo. Ma tocca a noi fare controinformazione. Per esempio diffondendo la cognizione che tigri e leoni nati in cattività nei circhi e zoo(( e sono tanti) costituiscono un serbatoio di riserva che potrebbe tornare utile per ripristinare le specie nell' ambiente selvatico originario Non certo in itaglia, dove tornano utili solo ai "disinteressati" gestori dei centri di recupero. Ma recupero di che?

da Umberto 03/07/2019 10.40

Re:La giusta battaglia dei circhi

Le sigle animaliste ed ambientaliste sono dei veri centri di potere in campo ambientale, non è che ci vuole tanto a capirlo, vanno ridimensionati al più presto.

da giusva 03/07/2019 10.07

Re:La giusta battaglia dei circhi

Questa lobby minoritaria agguerrita e ignorante che trova supporto in politicanti dell'ultima ora che pur di apparire e salvaguardarsi un immeritato stipendio sostengono posizioni di cui sono all'oscuro dimostrando esibizionismo e scarsa intelligenza VANNO COMBATTUTE con argomentazioni reali e non fantasiose come fanno loro.

da bretone 02/07/2019 20.32

Re:La giusta battaglia dei circhi

Micetta 69 i bambini viziati non vanno al circo, stai tranquilla. Quelli viziati non spostano il sederino dal divano e continuano a guardare TV, tablet e smartphone immaginando un mondo che non esiste. E neppure questi hanno colpe. Di chi sarà la colpa italiani compresi?

da Gilbe 02/07/2019 17.07

Re:La giusta battaglia dei circhi

Davvero Figurarsi..hai una visione un tantino distorta del reale!un bel "per sentito dire" e via....giù a scrivere

da bg 02/07/2019 16.50

Re:La giusta battaglia dei circhi

Figurarsi! Mentre leggevo le putt....e che hai scritto avevo una gran voglia di mandarti a quel paese saltando il via. Ho capito però che hai tanti problemi e mi fai un po pena. Rilassati, chiudi gli occhi e ... fatti curare.

da MarioP 02/07/2019 13.13

Re:La giusta battaglia dei circhi

Questione di tempo.....e finirà pure il circo animalista. La natura e le sue leggi nn si sovvertono......e nemmeno quelle di Dio..per i credenti.... Il Creatore della vita, Geova Dio, disse agli esseri umani: “Tenete sottoposti i pesci del mare e le creature volatili dei cieli e ogni creatura vivente che si muove sopra la terra” (Genesi 1:28) La Bibbia dice inoltre che gli uomini possono uccidere gli animali per procurarsi cibo. Infatti in Genesi 9:3 si legge: “Ogni animale che si muove ed è in vita vi serva di cibo”.........amen.

da Annibale 01/07/2019 23.32

Re:La giusta battaglia dei circhi

Dai la strada e quella e dopo chiuderemo tutti i macelli e salumifici.tanto loro il lavoro c'è l'anno,????????bravi bravi??

da Iano62 01/07/2019 21.51

Re:La giusta battaglia dei circhi

W gli animali w il circo tradizionale

da Katiuscia 01/07/2019 20.53

Re:La giusta battaglia dei circhi

No allo sci.....disturba l accoppiamento delle marmotte alpine

da Povera italia 01/07/2019 20.31

Re:La giusta battaglia dei circhi

Ma certo che quella a favore della detenzione e dello sfruttamento degli animali nei circhi è una battaglia anche vostra... non sia mai che quando c'è da sfruttare per lucro, ingabbiare, deridere, affliggere e uccidere animali (di qualsiasi tipo) voi cacciatori vi tiriate indietro o non siate in prima fila, ci mancherebbe

da Figurarsi 01/07/2019 19.43

Re:La giusta battaglia dei circhi

Senza animali ne circo ne palio noi stiamo coi i lavoratori x le tradizioni. Auguri...

da Con lavoratori 01/07/2019 18.07

Re:La giusta battaglia dei circhi

Finalmente la verit

da Daniela 01/07/2019 14.31

Re:La giusta battaglia dei circhi

A quando una battaglia ambientalista da parte dei cacciatori? Ad esempio contro il consumo di suolo e la cementificazione....

da Giorgio 01/07/2019 14.04

Re:La giusta battaglia dei circhi

Cara Micetta..Allora non facciamo soffrire neanche le mucche che vengono munte a vita, pecore , ecc, maiali polli di allevamento? Però non facciamo soffrire neanche le povere zucchine, i peperoni, i finocchi che vengono recisi e stanno mesi ad avvizzire sui banconi dei supermercati. Gli esseri viventi sono flore e fauna. O mi Sbaglio?

da Pippo 01/07/2019 13.38

Re:La giusta battaglia dei circhi

Gli animali debbono stare in liberta' non lo trovo giusto che per il piacere di bambini viziati queste povere bestie perlopiu' anche non italiane debbono soffrire.

da Micetta 69 01/07/2019 13.01

Re:La giusta battaglia dei circhi

Aggiungo anche gli svariati toilettatori

da Pippo 01/07/2019 11.24

Re:La giusta battaglia dei circhi

Aggiungo anche gli svariati toilettatori

da Pippo 01/07/2019 11.24

Re:La giusta battaglia dei circhi

Chiudere anche tutte le scuole di "agility dog", in quanto servono solo per quei quattro coglioni , presunti amici degli animali, che vogliono esibire il loro cane impartendogli ordini in tedesco e inglese , per puro esibizionismo o meglio per pura imbecillità.

da NO AGILITY DOG ! 01/07/2019 11.16