Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | Foto | I Video | Sondaggi | Quiz | Forum | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Downloads | Fresco di Stampa | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Anche gli ambientalisti calano. Eccome!Referendum e autonomieSulla legge del salmì e altre meraviglieQuestione di DnaMarco Ciarafoni: Giovani, giovani e unitàMassimo Zaratin: far conoscere a chi non saSparvoli: il futuro nel cacciatore ambientalistaCacciatori, è nato WeHunter! BANA. MIGRATORISTA PER...TRADIZIONECRETTI. LA CACCIA E' SEMPRE DOMANIHUNTER FOREVERSORRENTI: GUARDARE AVANTI CON OTTIMISMOFiere degli uccelli: ecco dove sbagliano gli animalistiAmici ambientalisti chiedete la chiusura della caccia e fatela finita!ETTORE ZANON. EUROPA EUROPA!INCENDI E SICCITA'. FACCIAMO CHIAREZZAMASSIMO MARRACCI. ATTENTI AI BISTICCIL'ultimo beneUNA SOCIETÀ ALLA DERIVATORDO, TORDELLA, BIBÌ, BIBÒ E CAPITAN COCORICÒLibro Origini – Iscrizioni recordMERAVIGLIOSA BECCACCIASerra uno di noi. L'animalista coi baffiCacciatore o lupo cattivo?IL CINGHIALE SALVA LA CACCIABrambusconi, "che figata"ETICA O ETICHETTA?DUE CHIOSE ALLO STORICOCARTA VINCE CARTA PERDECacciatori e noL'AGNELLO E LA CICORIAPER ELISA - La dolce passione di una cacciatrice di carattereSOSTIENE LARALUPO, QUANTO CI COSTIA UN PASSO DAL PARADISO - Dopo l' ISPRA ecco l'ONCFS franceseISPRA: C'ERA UNA VOLTA IL LABORATORIO PER NON PERDERE LA TRAMONTANAC'ERA UNA VOLTA...LUPO: CHE BOCCA GRANDE CHE HAI!!!Altro che caccia. Ecco quali sono le vere infrazioni italianeTABU' LUPOFIRMAMENTO SOCIALALTRO CHE CACCIA! E' L'HABITAT CHE RISCHIA GROSSOLUPO. ATTENDIAMO LUMICHI DICE PARCHI DICE PORCHI, E... NOTERELLE SUL CANE DA CACCIACos’è la cacciaLa ri-propostaCuore di beccacciaCacciatori in Europa. Un'azienda da 16 miliardiLA GRANDE CUCINA DELLA SELVAGGINA Una bella scopertaCARI AMBIENTALISTI, NON SI COMINCIA DALLA CODAOsservatori regionali, avanti!Ungulati: una risorsa preziosaLa mia prima volta al cinghiale: onore alla 110!Il cinghiale nel mirino. Braccata e selezione: una convivenza possibileANIMALISTI. LA DEBOLEZZA DEI VIOLENTITORDI TORDISTANNO TUTTI BENEETERNA APERTURATANTE MAGICHE APERTURECI SIAMO!LA SFIDA DELLA COMUNICAZIONELA SANA DIETA DEL CACCIATORE CELESTEANCH'IO CACCIOMIGRATORIA, MA DI CHI?Biodiversità e specie opportuniste: l'esempio franceseREWILDING ECONOMY – IL PASSATO PROSSIMO VENTUROLasciate la carne ai bambiniUccellacci e uccellini, chi ce la fa e chi....CINGHIALI D'UNA VOLTADATEMI UN'APP, SOLLEVERO' L'ISPRAMONTAGNA, 22 ANNI DOPOElegia per un vecchio signoreLA GRANDE BUFALAAnimali & Co: un problema di comunicazioneLUPO O CINGHIALE?Papa Francesco: gli animali dopo l'uomoLe allodole, mia nonna e le vecchietteLa caccia e gli chefUNGULATI CHE PASSIONEPARCHI E AREE PROTETTE: ECCO LA FRANCIALe beccacce e il lupoQUESTIONE DI PROSPETTIVALa cinofilia ufficiale. Parte seconda con scusePROBLEMA LUPOBisturi facili. Cuccioli? No graziePerché ho scelto il setter inglese?Galletti fa mea culpaQuesta è la cinofilia ufficialeC'era una volta il cinghialeBracconieri di speranzeGip, amor di cacciatore. Il piccolo franceseSAVETHEHUNTERS, MATTEOTROMBONI SFIATATII sistemi elettronici di addestramentoGUANO CAPITALEIn principio era una DeaC'era una volta l'orso bianco che campava di caramelleUNA TERRA DIVERSAMEMORIE. Da regina a reginainformAZione?Iniziazione del cuccioloneUNIONE AL PALO?LA PARABOLA DI CECILCROCCHETTE VEGANEL'ecoturismo fa danniALLODOLE PER SEMPRETRUE LIESCI SIAMO?Natura. Madre o matrigna?LA CACCIA, PROTAGONISTA INCONFESSATA DI EXPOUN’APERTURA DA FAVOLAI cuccioli di oggiMACCHE' PREAPERTURACACCIA, PROVE E VARIA UMANITA'Emergenza cinghiali ovvero: la sagra delle chiacchiereFORMAZIONE, FORMAZIONE!I cani da ferma oggiArlecchino o Pinocchio? LA SANZIONE DELLA VERGOGNAPrima informarsi, poi farsi un'opinioneEffetto FlegetonteIl cane domestico (maschio)Il valore della cacciaChi è diavolo, chi acquasanta?CANDIDATI ECCELLENTIPUBBLICO O PRIVATO?LA FRANCIA E I MINORI A CACCIAREGIONALI 2015: SCEGLIAMO I NOSTRI CANDIDATICaccia vissuta“Se questa è etica”QUANDO GLI AMBIENTALISTI CADONO DAL PEROLe contraddizioni dell'ExpoQUESTIONE DI CORPOL'ultimo lupo e l'ignoranza dei nostri soloniCalendari venatori: si riparteDOVE ANCORA MI PORTA IL VENTOLUCI E OMBRE DI UN PROGETTOCANE DA FERMA: ADDESTRIAMOLO PURE, MA CON GIUDIZIOCHIUSO UN CICLO...A patti col diavolo... e poi?BIGHUNTER'S HEROES: LE MAGNIFICHE CACCE DI LORENZOMISTERI DELLA TELECANI E BECCACCE: UN RAPPORTO DIFFICILEE' IL TORDO CHE TARDA. MA GALLETTI NON LO SATordi e beccacce tra le grinfie della politicaDonne cacciatrici piene di fascino predatorioItaliani confusi su caccia e selvagginaStoria di una particella cosmica Vegani per modaAnime e animaliMUSICA E NUVOLE L'uomo è cacciatore: parola di Wilbur SmithCHI LA VUOLE COTTA, E CHI....Nutria: un caso tutto italiano - un problema e una risorsaZIZZAGA, GALLETTI, ZIZZAGA!E se anche le piante provassero dolore?PASSO O NON PASSO, QUESTO E' IL DILEMMAMomenti che non voglio scordare Anticaccia? ParliamoneCACCIATRICI SI NASCE. UN'APERTURA AL TEMPO DELLE MELECATIA E LA PRIMA ESPERIENZACHIARI AVVERTIMENTIPIU' VIVA E PIU' AMATAECCE CANEMDE ANIMALISTIBUS ovvero DEGLI ANIMALISTIIL CATALOGO E' QUESTO....CINOFILIA E CINOTECNIA QUALCHE SASSO IN PICCIONAIAISPRA. UN INDOVINO MI DISSE...MIGRATORI D'EUROPAL'ipocrisia anticaccia fomenta il bracconaggioMIGRATORISTI GRANDE RISORSAFauna ungulata e vincolismo ambientaleDecreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTROAi luoghi comuni sulla caccia DIAMOCI UN TAGLIOSPENDING REVIEW, OVVERO ABBATTIAMO GLI SPRECHIDOPO LE EUROPEE: VECCHI PROBLEMI PER NUOVE PROSPETTIVEBiodiversità: difendetela dagli ambientalisti GUARIRE DALLA ZAMBILLALe specie invasive ci libereranno dall'animalismoEUROPEE: SCEGLIAMOLI BENELa rivoluzione verde è nel piattoLa caccia al tempo di FacebookSOSTIENE PUTTINI: Pensieri e sogni di un addestratore cinofilo a riposoCOSE SAGGE E MERAVIGLIOSEAMBIENTE: OCCHIO AL GATTOPARDOC'ERO UNA VOLTA ALL'EXAQUESTA E' LA CACCIA!EUROPA AL RISVEGLIOTOPI EROI PER I BAMBINI DELLA BRAMBILLACACCIA LAZIO: quali certezze?ISPRA, I CALENDARI QUESTI SCONOSCIUTIUNITI PER LA BIODIVERSITÀ E LA CACCIA SOSTENIBILELO DICO COL CUOREIL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'I veri volontari dell'ambienteDIAMOGLI CREDITOPROMOZIONE GRATUITA PENSIERINI DEL DOPO EPIFANIAAmbientalisti italiani, poche idee ma confuseAnche National Geographic America conquistato dalle cacciatriciPiù valore alla selvaggina e alla cacciaIl cinghiale di ColomboPorto di fucile - NON C'E' MALE!PAC & CACCIALILITH - LA CACCIA E' NATURALEEffetto protezionismo Ispra: il caso beccacciaIl grande bluff dei ricorsi anticacciaCOME FARE COSA FARESupermarket societyRomanticaTipi di comunicazione: C'E' MURO E MUROAmbientalisti sveglia!Crisi e Parchi, è l'ora di scelte coraggioseSPRAZZI DI SERENOPOINTER E NON PIU'SOGNO DI CACCIATOREUN CLICK E SEI A CACCIA FINALMENTE SI SCENDE IN CAMPORIPRENDIAMOCI LA NOSTRA DIGNITA' DI CACCIATORILA FAUNA SELVATICA: COME UN GRANDE CARTOONALLA FIERA DELL'ESTVOGLIO UNA CLASSE DIRIGENTE MODERNAIL NUOVO PARTITO DEI VECCHI TROMBATI“Caccia è cultura, amore e tradizione” L'assurda battaglia al contenimento faunisticoCACCIA PERMANENTE CACCIATORI DIVISIPartiamo dalla ToscanaITALIA: un paese senza identità. Nemmeno per la cacciaC’ERA UNA VOLTA…I cacciatori nel regno delle eterne emergenzeGli ambientalisti e la trave nell'occhioAddio alle rondini?L’Europa “boccia” l’articolo 842 (e la gestione faunistica di Stato)ITALIA TERRA DI SANTI, POETI... SAGGI.....SUCCEDE ANCHE QUESTOBASTA ASINIAMBIENTALISMO DA SALOTTO E CONTROLLO DELLA FAUNA Siamo tutti figli di DianaTOSCANA: ALLEVAMENTO DI UNGULATI A CIELO APERTOALLARME DANNIDANNI FAUNA SELVATICA: Chi rompe paga…STALLO O NON STALLO CI RIVEDREMO A ROMA“L'ipocrisia delle coscienze pulite”UN DIFFICILE VOTO INTELLIGENTE SALVAGENTE CINGHIALECACCIA DIECI VOLTE MENO PERICOLOSA DI QUALSIASI ALTRA ATTIVITA'ZONE UMIDE: CHI PAGA?Lepri e lepraioli QUESTA SI CHE E' UN'AGENDASPENDING REVIEW E CERTEZZA DELLE REGOLELa Caccia, il futuro è nei giovani – Un regalo sotto l’alberoA SCUOLA NON S'INVECCHIA I nuovi cacciatori li vogliamo cosìNEORURALI DE NOANTRIFRANCIA MON AMOURLA CACCIA E' GREEN? Stupidità... stasera che si fa? NUOVA LINFA PER LA CACCIATERRA INCOGNITAL’Italia a cui vorrei fosse affidata la cacciaLa marcia in più della selvaggina EPPUR SI MUOVECOLLARI ELETTRICI: LECITI O ILLECITI?DIVERSA OPINIONEIN PRIMA PERSONA PER DIFENDERE IL PATRIMONIO NATURALEOpinioni fuori dal coro - VACCI TU A MANNAIL!!!A CACCIA A CACCIA!!!PROVOCAZIONI Estate di fuocoMISTIFICAZIONISICUREZZA A CACCIA, PRIMA DI TUTTOSostenibili e consapevoli!COLPI DI SOLE COLPI DI CALOREAiutati che il Ciel ti aiuta! Insieme saremo Forti!TECNOCRATI? NO ESPERIENTILA RICERCA DIMENTICATAPARCHI: RIFORMA-LAMPO DE CHE'!Orgoglio di contadinoCampagna o città?CACCIA: UNA RISORSA PER TUTTI. PRENDIAMO ESEMPIO DAGLI ALTRICALENDARI VENATORI CON LEGGE REGIONALE: UN'OPINIONE CHE FA RIFLETTERECONFRONTO FRA GENERAZIONILA CACCIA CHE SI RESPIRARapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute GLI SMEMORATI DI COLLEGNOMUFLONE E CAPRIOLO IN ASPROMONTE: un sogno o una possibile realtà?Piemonte: Salta il camoscio/tuona la valanga...DELLE COSE DELLA NATURACultura Rurale: una soluzione per far ripartire l'ItaliaIl nodo delle specie aliene che fa capitolare gli ambientalistiLA CACCIA NELLA STORIA, PASSIONE E NECESSITÀPAC IN TERRISUCCELLI D'EUROPAGIRA GIRA.....STORIA SEMPLICE DI UNA CACCIATRICE LAMENTO DI UN GIOVANE ERRANTE PER LA CAMPAGNATOCCA A NOI!CRISI. SOLUZIONE ALLA GRILLOIL SENSO DELLA CACCIA DI SILVIAVERITA' E CERTEZZA DEL DIRITTOPROCEDURE D’INFRAZIONE E DEROGHE: UN CONTRIBUTO ALLA CHIAREZZABECCACCE DI BEFANACACCIA, FASE DUEPROVOCAZIONI DI FINE D’ANNORICERCA RICERCASPIGOLATURE DI NATALEDai pomodori alle lampadine LA RUMBA DEL CINGHIALONENON ERA AMOREFinalmente autunnoIl paradosso dell'IspraIL PIANETA DEI CACCIATORILe caste animali A CACCIA ANCHE DOMANIA CACCIA SI, MA DOVE?ORGOGLIO DI CACCIATOREPer il nostro futuro copiamo dai colleghi europei FINALMENTE A CACCIAAPRE LA CACCIA!Amico cacciatore, guarda e passaRiforma sui Parchi in arrivo?E i cuccioli umani?MEDITATE, AMBIENTALISTI, MEDITATELA FARSA DEI CALENDARI Armi, la civiltà fa la differenzaIl Pointer e la cacciaCol cane dalla notte dei tempiContarli, certo, ma come?Questa è una passione!IL PENTOLONELA LOGICA DELLA PICCOLA QUANTITA' SOLDI E AMBIENTE. DIECI DOMANDENON SOLO STORNOQUEL CHE RESTA DELLA CACCIA AGLI ACQUATICILa lezione di Rocchetta di VaraBASTA CON LA STERPAZZOLA CON LO SCAPPELLAMENTO A DESTRA MIGRATORI TRADITICORONA L'ERETICOCacciatori e Agricoltori, due facce della stessa medagliaDeroghe: non è una missione impossibileAMBIENTALISMO E' CULTURA RURALESei il mio caneALLE RADICI DELLA CACCIACORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL’UOMO: IMPORTANTE SENTENZA A FAVORE DELLA CACCIACOME DIREBBE LO STORNO, DEL DOMAN NON V'E' CERTEZZA...BOCCONCINI PRIMAVERACACCIA, PASSIONE, POCHE CHIACCHIERECOMUNITARIA: RIMEDIARE AL PASTICCIOQUESTIONE DI CALENDARIOLA BAMBINA CHE SOGNAVA LA CACCIAPRENDIAMO IL MEGLIOBELLEZZA E AMBIENTE. LA NOSTRA RICCHEZZATUTTI A TAVOLARIFLETTERE MA ALLO STESSO TEMPO AGIRELA CACCIA SERVE. ECCOME!METTI UNA SERA A CENAUrbanismo e Wilderness: un confronto impariCONFESSIONI DI UNA TIRATRICE DI SKEETGIOVANI, GIOVANI E ANCORA GIOVANIIL CAPRIOLO POLITICO NO - Per una visione storicistica della caccia in ItaliaAccade solo in Italia?L’ambientalismo tra ecologia profonda e profonda ignoranzaFRA STORIA E ATTUALITA'Non sono cacciatore ma la selvaggina fa bene. Intervista a Filippo Ongaro“Solo” una passioneTra ideologia e strategia politicaIL CATALOGO E' QUESTOTORNIAMO A SVOLGERE UN RACCONTODA DONNA A DONNA: IL MALE DEL TURISMO. Lettera aperta di Lara Leporatti al Ministro BrambillaItaliani ignoranti della cacciaCACCE TIPICHE E VITA IN CAMPAGNAEd il giorno arrivaDEROGHE E CACCIA ALLA MIGRATORIA: DA RISOLVERE. UNA VOLTA PER TUTTE!PRE-APERTURA DI CREDITODomani sarà un altro giorno MIGRATORIA E SELEZIONEAlcune riflessioni sulla caccia in ItaliaDivagazioni per una rivoluzione culturaleLa senatrice Adamo va alla guerraPERCHE’ NON SCENDI, PERCHE’ NON RISTAI? ( versi di G. Carducci)Calendari venatori. Le bugie degli ambientalistiUn'arte chiamata cacciaAREZZO SCONFESSA LA BRAMBILLAAnimalismi e solitudiniIn un vecchio armadioSTAGIONE VECCHIA NON FA BUON BRODOBelli, matti ed inguaribili SIAMO LIGURI!Ieri, mille anni fa, io caccioCosa mangiano gli animali degli animalisti?SCIENZA, CONOSCENZA, CULTURAC'ERA UNA VOLTA UNA SCIMMIAMOVIMENTO STATICO, ANZI NO, REGRESSIVOORSI. COMUNITARIA. PROVVEDIMENTO ZOPPO MA CON SICURO VALORE SIMBOLICOAerei e trasporto munizioni - La situazione della caccia oggi: “Io speriamo che me la cavo”ALL'ARIA APERTA!Contro ogni tentazione. PORTIAMOLI A CACCIAIPSOS FACTO! DIAMOCI DEL NOIIN FINLANDIA SI', CHE VANNO A CACCIA!RIFLESSIONI DI UN PEONEIL PAESE PIU' STRANO DEL MONDOFuoco Amico PER UNA CULTURA RURALE. MEGLIO: PER UNA CULTURA DELLA CACCIA CHE AFFONDA LE SUE RADICI NELLA TRADIZIONE RURALEE Jules Verne diventò anticaccia CULTURA RURALE E CULTURA URBANA A CONFRONTOL'Enpa insulta i cacciatoriSELVAGGINA IN AIUTO DELL’ECONOMIAAmerica: un continente di vita selvaggiaLA LIBERTA’ DI STARE INSIEME A chi giova la selezioneLA CACCIA COME LA NUTELLA?LUPO, CHI SEI?Le fonti energetiche del futuro: nucleare si o no?TOSCANA: ARRIVA LA NUOVA LEGGEA caccia con L'arco... A caccia con la storia...Interpretazioni e commenti di nuova concezione10 domande ai detrattori della cacciaIL BRIVIDO CHE CERCHIAMOLa caccia come antidoto alla catastrofe climaticaPer una educazione alla natura E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA IL CAPRIOLO MANNAROCONSIDERAZIONI E PROPOSTE PER IL FUTURO DELLA CACCIA IN ITALIACaccia - anticaccia: alla ricerca della ragione perdutaAllarmismo e vecchi trucchettiAncora Tozzi ?REALISMO, PRIMA DI TUTTOLe invasioni barbaricheAPERTURA E DOPO. COSA COME QUANDOPiombo e No Toxic: serve un nuovo materiale per le cartucce destinate agli acquaticiDi altro dovremmo arrabbiarciI GIOVANI E IL NUOVO AMBIENTALISMO Cinofili, cinologi e cinotecniciUn rinascimento ambientale è possibileGelosi e orgogliosi delle nostre tradizioniLA CACCIA SALVATA DALLE DONNE?Nuovo catalogo BigHunter 2009 – 2010: un omaggio all' Ars VenandiTutto e il contrario di tuttoDALL'OLIO: UNITA' VO' CERCANDO...IL VECCHIO CANE: RICORDIAMOCI DI TUTTE LE GIOIE CHE CI HA DONATOLa voce dei protagonisti sui cinghiali a GenovaTutti insieme... magicamenteAmbiente: una speranza nella cacciaSOLO SU BIG HUNTER: DALL’OLIO, PRIMA INTERVISTALa Caccia ha bisogno di uomini che si impegnanoLA COMUNICAZIONE NON E' COME TIRARE A UN TORDOIl capanno: tra architettura rurale e passione infinitaDONNE ...DU DU DU... DI-DI-DI I..... IN CERCA DI DIANAEUROPA EUROPAVICINI ALLA VERITA'Beccaccia sostenibileCACCIA E SOCIETA'Wilbur Smith, scrittore da best seller innamorato della caccia BAGGIO, CON LA CACCIA DALL’ETA’ DI CINQUE ANNIPARLAMENTO EUROPEO - Fai sottoscrivere un impegno per la caccia al tuo candidatoCACCIA ALL'ORSIORGOGLIOSI DI ESSERE CACCIATORIUN DOCUMENTARIO SENZA SORPRESE, ALMENO PER I CACCIATORIRidiamo il giusto orgoglio al cacciatore moderno e consapevoleIl cane con il proprio olfatto è il vero ausiliare dell'uomo, anche oltre la caccia.157: PENSIERI E PAROLEMA COS'E' QUESTA CACCIA?157 CACCIA: LA SINTESI ORSI E' UNA BOZZA DI DISCUSSIONEMIGLIORARE LE RAZZE? SI PUO’ FARECINGHIALI CHE PASSIONELa cultura cinofilaATC DIAMOCI DA FAREIl vitello che mangi non è morto d'infarto!Ripensare la caccia?PER UN FUTURO DELLA CACCIAQUANTO CI COSTI, BELLA TOPOLONAPUCCINI CACCIATORE E AMBIENTALISTA ANTE - LITTERAMUn nuovo corso per gli ungulatiSiamo noi le Giubbe VerdiRuralità e caccia fra cultura, tradizione ed economia Rilanciamo il consumo alimentare della selvagginaLa caccia secondo Giuliano, umorista de La RepubblicaQuesta è la cacciaIl cane oggetto: attenzione alla pericolosa tendenza della civiltà dei consumiLa cinegetica e la caccia col caneGestione e tradizione BASTA TESSEREAMAR...TORDE il beccafico perse la via del nordDimostriamo credibilitàApertura passione serenitàeditoriale - Fucili italiani come le ferrariOrgoglio di CacciatoreI Tordi e le BeccacceLa Caccia è Rock

Editoriale

LA SANZIONE DELLA VERGOGNA


lunedì 20 luglio 2015
    

Ecoballe CampaniaSe non succedesse in Italia, nessuno ci crederebbe. Provare per credere. Andate sul sito del Ministero dell'Ambiente (www.minambiente.it). Io ci sono andato, oggi venerdì 17 luglio. Soffermatevi sulle notizie "in primo piano". Quattro-cinque argomenti a scorrere. Uno, nei giorni scorsi lo aveva riportato anche Bighunter, campeggia su tutti. Quello che si riferisce alla polemica sull'orso in Trentino. Tutti ne hanno parlato, giornali, telegiornali in prima serata, talkshow, di tutto di più. Addirittura, una saputina di giornalista su un quotidiano di importanza nazionale è arrivata a ipotizzare che l'esubero di orsi in Trentino potrebbe dipendere dall'ingordigia dei cacciatori che vogliono sparare pazzamente al plantigrado. Il ministro, con molta enfasi, seppur con il suo dire e non dire, afferma l'ovvio: e cioè che bisogna rispettare la legge. Fra gli altri argomenti ne spicca un altro ("nativi ambientali") che all'insegna di "salva il mondo, salva la terra..." fa venire in mente l'approccio disneyano alla natura. Ce n'è anche un altro, per la verità, che riguarda lo scandalo odierno, ma ormai vecchio. Guarda com'è distratto il Ministro e chi gli confeziona l'informazione: saranno mica quelli dell'Ispra?

Vecchio, si, ma significativo, perchè chi lo leggesse alla luce dei fatti di oggi, non potrebbe non inorridire.
Partiamo dal fatto di oggi. 20, dico 20 milioni di multa per il mancato smaltimento delle ecoballe in Campania: sei milioni di tonnellate, lì, dall'epoca del Ministro all'Ambiente Pecoraro Scanio, quando erano già più di tre milioni. Tutti i quotidiani, chi più, chi meno, chi di rincalzo - vedi il quotidiano delle saputina di cui sopra, che nell'edizione cartacea gli riserva un ventesimo di pagina, in decima pagina o giù di lì,  in basso a destra su un colonnino in corpo 9, ma che dopo aver capito di essere uscito con un quasi-buco (notizia ignorata o quasi) rilancia a quasi un giorno di distanza sull'edizione online (senza il commento, per ora, della sciocchina) - tutti ne hanno parlato. Ma la ferale notizia non è poi questa, prevista, ma l'aggiunta quotidiana che qualcuno dei nostri (prodi?) dovrà pagare (Galletti, solerte commercialista,  dichiara che farà pagare tutto alla Regione Campania, come se i conti di Napoli non li pagassero anche quelli di Bologna e viceversa) e che ammonta alla bellezza di 120 mila Euro al giorno, fino a quando - se abbiamo capito bene - sussisterà il problema. E qui, cari miei, s'innesta la nota, vecchia, che si intercetta sul sito ufficiale del Ministero dell'Ambiente. Perchè, proprio leggendo il resoconto (Interrogazione a risposta immediata presentata dagli On.li Calabro’ – De Girolamo – De Mita/Ecoballe regione Campania) che vi troviamo in bella mostra, il nostro Ministro questo fa sapere.
Ecco il semplice copia-incolla della Risposta:  

La questione delle ecoballe è una vera e propria emergenza ambientale: va dunque risolta in maniera efficace, in collaborazione con tutte le forze politiche e i soggetti interessati, andando oltre le posizioni di mera contestazione.
A seguito dell’emergenza rifiuti che ha interessato la regione Campania, tra il 2000 e il 2009 sono state accumulate circa 5 milioni di tonnellate di rifiuti tritovagliati, suddivisi in circa 4 milioni di ecoballe, stoccate in 22 siti la cui gestione è affidata a società provinciali che provvedono anche a corrispondere i canoni di locazione per gli 11 siti di proprietà privata. Il costo complessivo della gestione è di circa 16 milioni di euro annui.

La mancata rimozione delle ecoballe espone, oltre ad un impatto sull’ambiente e sulla salute, al possibile pagamento di una sanzione che potrà essere irrogata all’Italia dalla Corte di giustizia dell’Unione europea per inadempimento degli articoli 4 e 5 della direttiva 2006/12/CE relativa alla gestione dei rifiuti nella regione Campania. Le cifre individuate dall’interrogante possono essere considerate indicativamente plausibili. La sanzione, ovviamente, non riguarderebbe solo le ecoballe, ma anche l’inadempimento della regione Campania nella gestione del ciclo dei rifiuti.
Credo che la soluzione del problema debba rispettare alcuni principi condivisi: l’eliminazione dei pericoli per l’ambiente e la salute pubblica, il contenimento dei tempi dello smaltimento e messa in sicurezza per contenere la penalità, la minimizzazione dei costi e l’accettabilità sociale della scelta, operata in condivisione con la Regione.

Gli uffici del Ministero hanno individuato una serie di ipotesi tecniche per lo smaltimento delle ecoballe, attualmente oggetto di un confronto con gli uffici dell’Unione europea:

1) realizzazione di un impianto di termovalorizzazione dedicato nel Comune di Giugliano (NA). Tale soluzione richiede 3 anni per la costruzione dell’impianto e circa 14 anni, cioè entro il 2033, per il completo smaltimento delle eco balle e sconta le perplessità della popolazione residente.
2) smaltimento presso impianti di termovalorizzazione esistenti in Italia e all’estero, con un costo di circa 800 milioni di euro e una durata di circa 10 anni.
3) Vista la notevole differenza esistente tra i diversi siti di stoccaggio (in alcuni siti sono stoccate 407 balle e in altri fino a 1 milione e mezzo) è possibile ipotizzare un approccio diversificato in rapporto alla dimensione dei siti. Per quello più grande (Taverna del Re-Villa Literno) si prevede la messa in sicurezza permanente dei rifiuti così come già avviene in altri paesi d’Europa (per esempio in Germania, a Karlsruhe). Il sito di stoccaggio sarebbe trasformato in una discarica a norma con impermeabilizzazione della falda, captazione del biogas prodotto e copertura delle ecoballe con strutture definitive e destinato sia per scopi sociali che per la produzione di energie rinnovabili. Contestualmente, per le rimanenti, dovrebbe avviarsi la termovalorizzazione come da normativa dettata dall’articolo 35 dello Sblocca Italia. Questa soluzione integrata avrebbe un costo di circa 280 milioni di euro e un tempo di realizzazione di circa 3 anni.

Questa la risposta del Ministro, prima dell'irrogazione della multa da parte della Corte Europea. La quale Corte, dal canto suo, prevede 15 anni per smaltirle. E qui sta l'orrore che ci dovrebbe far inorridire.
Prendiamo le tre soluzioni prospettate dal Ministro. La prima, che prevede 272 milioni di costi (teorici, senza contare di quanto storicamente succede in Italia con le previsioni di spesa degli enti pubblici e le spese reali, a rendiconto), più - se va proprio male, ma se si rispettassero i tempi, sulle multe si potrebbe forse anche risparmiare qualcosa - 120mila Euro al giorno per 6205 giorni. Che corrisponderebbe, ma ci auguriamo che sia solo un'incubo, alla bellezza (?!) di più di 744 milioni. La seconda, che costa 800 milioni più i soliti 120mila per 3650 giorni, pari a 438 milioni tondi. La terza, la più economica, 280 milioni più almeno altri 131milioni. (La Corte, infine, prevedendone 15 di anni per smaltire il tutto, prevede anche una multa complessiva che potrebbe arrivare a 657 milioni).

Di fronte a queste cifre, le paghi chi le paghi, ci auguriamo di aver sbagliato tutti i calcoli, e speriamo che qualcuno ci smentisca. Tuttavia, un bel compitino sia per il Ministro sia per quel fenomeno di quella giornalista di quella grande testata di quotidiano ce la sentiamo di assegnarlo. Signor Ministro, Signora Giornalista, scurdammuce 'o passato, ma da qui in avanti, dedicate un po' meno tempo a tartassare la caccia e i cacciatori, e occupatevi un po' di più dei problemi veri di questo paese. E se possibile, fate in modo che cose del genere abbiano a non ripetersi più.
 

P. Pasqui

Leggi altri Editoriali

24 commenti finora...

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

il problema del sud sono le mafie e la mentalità che si è creata. Il meridionale è una persona per bene ma è l'ambiente marcio e la gente si deve difendere. Io sono del nord ma ammiro la gente del sud che lavora in condizioni disastrose per colpa della mafia di ogni tipo .

da nordista 24/07/2015 12.26

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

Di sicuro, il grande affare, a cui tutti sono soggiaciuti, caro lupo69, non ha frontiere, anche se la Campania è una cloaca piena di veleni e il nord, ricco, si ripulisce dei propri (tanti), criminosamente appioppandoli alle popolazioni del sud, consenzienti. Poi, altrettanto di sicuro, autostrade, porti, fondali sono pieni di schifezze, tutti più o meno consenzienti. Fa sorridere il Vendola, fondatore del partito Sinistra ECOLOGIA e Libertà, che ieri sera va in televisione a dire che è stato l'unico ad agire nel rispetto della legge. Si, è vero, e l'Ilva è stata quella che è stata, mentre lui dormiva. Non ho ricordo di averlo visto mai davanti al Quirinale, o a Montecitorio, o a Palazzo Chigi o al ministero dell'Ambiente incatenato per protestare. Mentre ho visto tanti suoi galoppini accompagnati da decine di teleoperatori blasonati, pagati dagli inquinatori loro datori di lavoro, a fare lo sciopero della fame per difendere un uccellino che si difendeva da sè. Poi ci sono i direttori generali plenipotenziari, che invece di essere in galera, fanno ancora il bello e il cattivo tempo.

da siamoinunmondodiladriiiii 24/07/2015 8.05

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

Signor Perrotta, ma lei crede veramente che a Genova, discarica di Scarpino, noi non vedevamo i rimorchi dei tir targati Na, Ce, Bn... Pensa veramente che per fare il fondo a quello che oggi si chiama VTE Porto di Voltri (Ge), ci sia solo materiale inerte proveniente da cave oppure anche li non vedevamo i tir uscire dal casello autostradale con tutte le targhe di nord e sud... Per favore, di scrivere amenità varie, si informi bene, potrebbe evitare figure barbine..

da lupo69 23/07/2015 12.11

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

Evvai! In una regione ad alto tasso di inquinamento camorrista, chi comanda è la sinistra! Questa non la sapevo. In una regione dove un governatore (di sinistra) se non erro è (o è stato) in galera per collusioni accertate, mentre in Toscana, Emilia, Marche, Umbria, dove il tasso di corruzione è piuttosto basso hanno governato.....i camorristi? mi pare logico. al governo, poi, scopro che in quel periodo, anche berlusconi e soci erano di sinistra. ho vissuto in un paese di cui fino a oggi non ho capito una minchia. ovvio che anche la magistratura, quando manda in galera dei camorristi o collusi è ...di sinistra?

da Caponnetto 23/07/2015 11.10

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

Dovrebbero pagare tutti i politici che hanno impedito di avere in Campania i termobruciatori o comunque impianti adeguati come esistono in altre regioni italiane e all'estero (civilizzato). Chi sono questi politici? Tutti i governatori ed i ministri competenti che ci ha regalato la sinistra che ha amministrato questa sfotunata regione.

da BELGIO 22/07/2015 12.26

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

forse volevi dire villa certosa. là putin era di casa. ma non solo lui, in effetti. comunque, nicola, un bel buen retiro dei comunisti, li mortacci loro, eh?

da portorotondo 21/07/2015 17.12

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

eh si! prodi, altro grande comunista. era membro occulto del politburo. padre putativo di putin. passavo le vacanze insieme a yalta, oh, pardon, a cala volpe.

da fatrudolf 21/07/2015 14.13

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

no non sei un c@@@@ne sei un furbo di sinistra con il motto "POCO LAVORO ALLE SPALLE DI CHI LAVORA SUL SERIO " per me siete dei ladri che avete sempre sfruttato tutto e tutti. e lascia stare Berlusconi povero vecchio 3000 processi falsi pensa al golpe del tuo partito di ladri patentati esperti in cooooperative per furto a chi lavora.... scanio era con voi con il tuo amico prrrrrroddiiiii

da P 21/07/2015 10.26

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

ma il signor scanio, si è levato la soddisfazione incredibile in quel periodo . destinò se non ricordo male più di 700milaeuro per un inceneritore in KENIA..........ROBE DA MATTI!!!

da IO 21/07/2015 9.54

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

mi dimenticavo. berlusconi, da giovane era un dirigente democristiano. (a parte la tessera P2), poi per costruire a milano passò ai socialisti. tramontato il partito del sole che sorge, se ne fondò uno, due, tre, via via che il precedente faceva fico, poi - vista la mala parata - s'infilò su per le scale del nazareno, che nazareno si chiama, non botteghe oscure. ma, lo so, per voi anche il papa è comunista, figuriamoci il suo datore di lavoro...

da maistatocomunista, enemmenocoglione.... 21/07/2015 9.53

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

ti areva che l kompagno non si afcesse sentire---vi siet mangiati l Italia e ancora hai il corggio di parlare NASCONDITIIIIIIII VEEME DI SINISTRA

da Pedro 21/07/2015 8.12

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

sinatra, la music a è buona ma i testi lasciano un po' a desiderare. leggo anche su bighunter che di comunista questi c'hanno proprio poco. galletti è il comemrcialista di casini, renzi è nato democristiano, a mosca, questi, se ci sono stati, erano in gita scolastica o in vacanza. cambia paroliere, ascoltami.

da mogol 21/07/2015 8.03

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

ma come li avete votati voi anzi noi di cosa ci lamentiamo la colpa è nostra MIA , TUA, SUA DI TUTTI inutile sempre lamentarsi e poi quando ci sono le elezioni si votano sempre gi stessi adesso poi con la nuova legge elettorale il PD non cadrà MAI ti saluto io emigro basta kompagni non se ne puo piuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuù

da frank sinatra 20/07/2015 17.30

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

un euro di multa no ma milioni si!!! è tutto un sistema di ladri quello italiano, ed all'estero fanno bene a chiamarci mafia e mandolino, siamo un popolo senza palle con ministri mafiosi, provare a dire di no!! basta vedere come funziona in italia...stai male..conosci un medico? no? allora sei morto, hai una multa da pagare? conosci ? no ? allora la paghi!! sei pensionato a 300 euro al mese? non arrivi a fine mese?? allora soffri la fame!! sei un negro? vieni pure in italia alberghi a 5 stelle soldi telefonini e la legge è dalla tua, perchè tu exstracomunitario servi ai mafiosi per farci soldi, ed al popolo italiano in ....!!

da dardo 20/07/2015 16.52

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

INFATTI. LA FA PAGARE ALLA REGIONE, E COSì LUI è A POSTO CON LA COSCIENZA. SI è DIMENTICATO, PERò, CHE I RIFIUTI SONO IN CAMPANIA, MA PROVENGONO DAL RICCO NORD. E ANCHE TOSSICI. A Casa mia si dice: ladro è chi ruba e chi para il sacco. Chi dei due, al sud o al nord, è l'uno o l'altro?. A prescindere dalla risposta, altra domanda: chi resta fregato?

da perotta m. 20/07/2015 16.51

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

Ma il nostro caro ministro non aveva detto un po' di tempo fasu bibiglietti Hunter che non avrebbe pagato un euro di multa.....

da Cacciatore 71 20/07/2015 16.16

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

il piombo dei cacciatori inquina invece quello industriale no io abito a Colle val d'elsa Siena località nota per il cristallo il quale contiene il 24% di piombo ara non più prodotto ma fino ad alcuni anni fà ghi scarti di lavorazione acidatura conteneti piombo al 24% venivano gettatti in discarica situata nel bosco di Vico nei pressi di Colle val d'elsa creando dei cumoli di molte tonnellate di materiale tossico però nessuno se ne è mai accorto perche anche il sindaco era socio del'azzienda e neanche le guardie zoofile del wwf che abitano a poca distanza perche erano troppo occupati del piombo dei cacciatori e nessuno fa niente .

da cacciatore 20/07/2015 15.29

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

Siamo alla frutta..ma che dico siamo all'amaro..si l'amaro di avere dei politici non solo molto LADRI! ma anche molto incompetenti!! non posso fare a meno di menzione Pecoraro Scanio, che fine ha fatto? e' in pensione alla barba nostra!?? affanc@lo

da arturo 20/07/2015 14.14

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

......e le AAVV stanno a guardare !!! Incompetenti e colluse pure loro...

da A.le 20/07/2015 13.37

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

...Semplice, questi governanti non gli ha votati nessuno! Onde per cui... Resta solo la parola, Incompetenti in Materia, ma purtroppo esperti Ladri!!!

da s.g. 20/07/2015 13.07

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

non sono incompetenti sono solo ladri.

da dardo 20/07/2015 12.53

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

Siamo governati da persone incompetenti. Io la multa le facevo pagare al Ministro Galletti.

da Giovanni. 20/07/2015 11.48

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

bastonate a destra e manca !

da deer 20/07/2015 10.52

Re: LA MULTA DELLA VERGOGNA

Galletti, una vergogna tutto italiota, solo in itaglia poteva diventare ministro. Come lui il 905 dei politicanti da strapazzo che ci ritroviamo a sproloquirae in tv.

da Italiano e non italiota 20/07/2015 9.39