Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | Foto | I Video | Sondaggi | Quiz | Forum | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Downloads | Fresco di Stampa | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Massimo Zaratin: far conoscere a chi non saSparvoli: il futuro nel cacciatore ambientalistaCacciatori, è nato WeHunter! BANA. MIGRATORISTA PER...TRADIZIONECRETTI. LA CACCIA E' SEMPRE DOMANIHUNTER FOREVERSORRENTI: GUARDARE AVANTI CON OTTIMISMOFiere degli uccelli: ecco dove sbagliano gli animalistiAmici ambientalisti chiedete la chiusura della caccia e fatela finita!ETTORE ZANON. EUROPA EUROPA!INCENDI E SICCITA'. FACCIAMO CHIAREZZAMASSIMO MARRACCI. ATTENTI AI BISTICCIL'ultimo beneUNA SOCIETÀ ALLA DERIVATORDO, TORDELLA, BIBÌ, BIBÒ E CAPITAN COCORICÒLibro Origini – Iscrizioni recordMERAVIGLIOSA BECCACCIASerra uno di noi. L'animalista coi baffiCacciatore o lupo cattivo?IL CINGHIALE SALVA LA CACCIABrambusconi, "che figata"ETICA O ETICHETTA?DUE CHIOSE ALLO STORICOCARTA VINCE CARTA PERDECacciatori e noL'AGNELLO E LA CICORIAPER ELISA - La dolce passione di una cacciatrice di carattereSOSTIENE LARALUPO, QUANTO CI COSTIA UN PASSO DAL PARADISO - Dopo l' ISPRA ecco l'ONCFS franceseISPRA: C'ERA UNA VOLTA IL LABORATORIO PER NON PERDERE LA TRAMONTANAC'ERA UNA VOLTA...LUPO: CHE BOCCA GRANDE CHE HAI!!!Altro che caccia. Ecco quali sono le vere infrazioni italianeTABU' LUPOFIRMAMENTO SOCIALALTRO CHE CACCIA! E' L'HABITAT CHE RISCHIA GROSSOLUPO. ATTENDIAMO LUMICHI DICE PARCHI DICE PORCHI, E... NOTERELLE SUL CANE DA CACCIACos’è la cacciaLa ri-propostaCuore di beccacciaCacciatori in Europa. Un'azienda da 16 miliardiLA GRANDE CUCINA DELLA SELVAGGINA Una bella scopertaCARI AMBIENTALISTI, NON SI COMINCIA DALLA CODAOsservatori regionali, avanti!Ungulati: una risorsa preziosaLa mia prima volta al cinghiale: onore alla 110!Il cinghiale nel mirino. Braccata e selezione: una convivenza possibileANIMALISTI. LA DEBOLEZZA DEI VIOLENTITORDI TORDISTANNO TUTTI BENEETERNA APERTURATANTE MAGICHE APERTURECI SIAMO!LA SFIDA DELLA COMUNICAZIONELA SANA DIETA DEL CACCIATORE CELESTEANCH'IO CACCIOMIGRATORIA, MA DI CHI?Biodiversità e specie opportuniste: l'esempio franceseREWILDING ECONOMY – IL PASSATO PROSSIMO VENTUROLasciate la carne ai bambiniUccellacci e uccellini, chi ce la fa e chi....CINGHIALI D'UNA VOLTADATEMI UN'APP, SOLLEVERO' L'ISPRAMONTAGNA, 22 ANNI DOPOElegia per un vecchio signoreLA GRANDE BUFALAAnimali & Co: un problema di comunicazioneLUPO O CINGHIALE?Papa Francesco: gli animali dopo l'uomoLe allodole, mia nonna e le vecchietteLa caccia e gli chefUNGULATI CHE PASSIONEPARCHI E AREE PROTETTE: ECCO LA FRANCIALe beccacce e il lupoQUESTIONE DI PROSPETTIVALa cinofilia ufficiale. Parte seconda con scusePROBLEMA LUPOBisturi facili. Cuccioli? No graziePerché ho scelto il setter inglese?Galletti fa mea culpaQuesta è la cinofilia ufficialeC'era una volta il cinghialeBracconieri di speranzeGip, amor di cacciatore. Il piccolo franceseSAVETHEHUNTERS, MATTEOTROMBONI SFIATATII sistemi elettronici di addestramentoGUANO CAPITALEIn principio era una DeaC'era una volta l'orso bianco che campava di caramelleUNA TERRA DIVERSAMEMORIE. Da regina a reginainformAZione?Iniziazione del cuccioloneUNIONE AL PALO?LA PARABOLA DI CECILCROCCHETTE VEGANEL'ecoturismo fa danniALLODOLE PER SEMPRETRUE LIESCI SIAMO?Natura. Madre o matrigna?LA CACCIA, PROTAGONISTA INCONFESSATA DI EXPOUN’APERTURA DA FAVOLAI cuccioli di oggiMACCHE' PREAPERTURACACCIA, PROVE E VARIA UMANITA'Emergenza cinghiali ovvero: la sagra delle chiacchiereFORMAZIONE, FORMAZIONE!I cani da ferma oggiArlecchino o Pinocchio? LA SANZIONE DELLA VERGOGNAPrima informarsi, poi farsi un'opinioneEffetto FlegetonteIl cane domestico (maschio)Il valore della cacciaChi è diavolo, chi acquasanta?CANDIDATI ECCELLENTIPUBBLICO O PRIVATO?LA FRANCIA E I MINORI A CACCIAREGIONALI 2015: SCEGLIAMO I NOSTRI CANDIDATICaccia vissuta“Se questa è etica”QUANDO GLI AMBIENTALISTI CADONO DAL PEROLe contraddizioni dell'ExpoQUESTIONE DI CORPOL'ultimo lupo e l'ignoranza dei nostri soloniCalendari venatori: si riparteDOVE ANCORA MI PORTA IL VENTOLUCI E OMBRE DI UN PROGETTOCANE DA FERMA: ADDESTRIAMOLO PURE, MA CON GIUDIZIOCHIUSO UN CICLO...A patti col diavolo... e poi?BIGHUNTER'S HEROES: LE MAGNIFICHE CACCE DI LORENZOMISTERI DELLA TELECANI E BECCACCE: UN RAPPORTO DIFFICILEE' IL TORDO CHE TARDA. MA GALLETTI NON LO SATordi e beccacce tra le grinfie della politicaDonne cacciatrici piene di fascino predatorioItaliani confusi su caccia e selvagginaStoria di una particella cosmicaVegani per modaAnime e animaliMUSICA E NUVOLE L'uomo è cacciatore: parola di Wilbur SmithCHI LA VUOLE COTTA, E CHI....Nutria: un caso tutto italiano - un problema e una risorsaZIZZAGA, GALLETTI, ZIZZAGA!E se anche le piante provassero dolore?PASSO O NON PASSO, QUESTO E' IL DILEMMAMomenti che non voglio scordare Anticaccia? ParliamoneCACCIATRICI SI NASCE. UN'APERTURA AL TEMPO DELLE MELECATIA E LA PRIMA ESPERIENZACHIARI AVVERTIMENTIPIU' VIVA E PIU' AMATAECCE CANEMDE ANIMALISTIBUS ovvero DEGLI ANIMALISTIIL CATALOGO E' QUESTO....CINOFILIA E CINOTECNIA QUALCHE SASSO IN PICCIONAIAISPRA. UN INDOVINO MI DISSE...MIGRATORI D'EUROPAL'ipocrisia anticaccia fomenta il bracconaggioMIGRATORISTI GRANDE RISORSAFauna ungulata e vincolismo ambientaleDecreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTROAi luoghi comuni sulla caccia DIAMOCI UN TAGLIOSPENDING REVIEW, OVVERO ABBATTIAMO GLI SPRECHIDOPO LE EUROPEE: VECCHI PROBLEMI PER NUOVE PROSPETTIVEBiodiversità: difendetela dagli ambientalisti GUARIRE DALLA ZAMBILLALe specie invasive ci libereranno dall'animalismoEUROPEE: SCEGLIAMOLI BENELa rivoluzione verde è nel piattoLa caccia al tempo di FacebookSOSTIENE PUTTINI: Pensieri e sogni di un addestratore cinofilo a riposoCOSE SAGGE E MERAVIGLIOSEAMBIENTE: OCCHIO AL GATTOPARDOC'ERO UNA VOLTA ALL'EXAQUESTA E' LA CACCIA!EUROPA AL RISVEGLIOTOPI EROI PER I BAMBINI DELLA BRAMBILLACACCIA LAZIO: quali certezze?ISPRA, I CALENDARI QUESTI SCONOSCIUTIUNITI PER LA BIODIVERSITÀ E LA CACCIA SOSTENIBILELO DICO COL CUOREIL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E'I veri volontari dell'ambienteDIAMOGLI CREDITOPROMOZIONE GRATUITA PENSIERINI DEL DOPO EPIFANIAAmbientalisti italiani, poche idee ma confuseAnche National Geographic America conquistato dalle cacciatriciPiù valore alla selvaggina e alla cacciaIl cinghiale di ColomboPorto di fucile - NON C'E' MALE!PAC & CACCIALILITH - LA CACCIA E' NATURALEEffetto protezionismo Ispra: il caso beccacciaIl grande bluff dei ricorsi anticacciaCOME FARE COSA FARESupermarket societyRomanticaTipi di comunicazione: C'E' MURO E MUROAmbientalisti sveglia!Crisi e Parchi, è l'ora di scelte coraggioseSPRAZZI DI SERENOPOINTER E NON PIU'SOGNO DI CACCIATOREUN CLICK E SEI A CACCIA FINALMENTE SI SCENDE IN CAMPORIPRENDIAMOCI LA NOSTRA DIGNITA' DI CACCIATORILA FAUNA SELVATICA: COME UN GRANDE CARTOONALLA FIERA DELL'ESTVOGLIO UNA CLASSE DIRIGENTE MODERNAIL NUOVO PARTITO DEI VECCHI TROMBATI“Caccia è cultura, amore e tradizione” L'assurda battaglia al contenimento faunisticoCACCIA PERMANENTE CACCIATORI DIVISIPartiamo dalla ToscanaITALIA: un paese senza identità. Nemmeno per la cacciaC’ERA UNA VOLTA…I cacciatori nel regno delle eterne emergenzeGli ambientalisti e la trave nell'occhioAddio alle rondini?L’Europa “boccia” l’articolo 842 (e la gestione faunistica di Stato)ITALIA TERRA DI SANTI, POETI... SAGGI.....SUCCEDE ANCHE QUESTOBASTA ASINIAMBIENTALISMO DA SALOTTO E CONTROLLO DELLA FAUNA Siamo tutti figli di DianaTOSCANA: ALLEVAMENTO DI UNGULATI A CIELO APERTOALLARME DANNIDANNI FAUNA SELVATICA: Chi rompe paga…STALLO O NON STALLO CI RIVEDREMO A ROMA“L'ipocrisia delle coscienze pulite”UN DIFFICILE VOTO INTELLIGENTE SALVAGENTE CINGHIALECACCIA DIECI VOLTE MENO PERICOLOSA DI QUALSIASI ALTRA ATTIVITA'ZONE UMIDE: CHI PAGA?Lepri e lepraioli QUESTA SI CHE E' UN'AGENDASPENDING REVIEW E CERTEZZA DELLE REGOLELa Caccia, il futuro è nei giovani – Un regalo sotto l’alberoA SCUOLA NON S'INVECCHIA I nuovi cacciatori li vogliamo cosìNEORURALI DE NOANTRIFRANCIA MON AMOURLA CACCIA E' GREEN? Stupidità... stasera che si fa? NUOVA LINFA PER LA CACCIATERRA INCOGNITAL’Italia a cui vorrei fosse affidata la cacciaLa marcia in più della selvaggina EPPUR SI MUOVECOLLARI ELETTRICI: LECITI O ILLECITI?DIVERSA OPINIONEIN PRIMA PERSONA PER DIFENDERE IL PATRIMONIO NATURALEOpinioni fuori dal coro - VACCI TU A MANNAIL!!!A CACCIA A CACCIA!!!PROVOCAZIONI Estate di fuocoMISTIFICAZIONISICUREZZA A CACCIA, PRIMA DI TUTTOSostenibili e consapevoli!COLPI DI SOLE COLPI DI CALOREAiutati che il Ciel ti aiuta! Insieme saremo Forti!TECNOCRATI? NO ESPERIENTILA RICERCA DIMENTICATAPARCHI: RIFORMA-LAMPO DE CHE'!Orgoglio di contadinoCampagna o città?CACCIA: UNA RISORSA PER TUTTI. PRENDIAMO ESEMPIO DAGLI ALTRICALENDARI VENATORI CON LEGGE REGIONALE: UN'OPINIONE CHE FA RIFLETTERECONFRONTO FRA GENERAZIONILA CACCIA CHE SI RESPIRARapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute GLI SMEMORATI DI COLLEGNOMUFLONE E CAPRIOLO IN ASPROMONTE: un sogno o una possibile realtà?Piemonte: Salta il camoscio/tuona la valanga...DELLE COSE DELLA NATURACultura Rurale: una soluzione per far ripartire l'ItaliaIl nodo delle specie aliene che fa capitolare gli ambientalistiLA CACCIA NELLA STORIA, PASSIONE E NECESSITÀPAC IN TERRISUCCELLI D'EUROPAGIRA GIRA.....STORIA SEMPLICE DI UNA CACCIATRICE LAMENTO DI UN GIOVANE ERRANTE PER LA CAMPAGNATOCCA A NOI!CRISI. SOLUZIONE ALLA GRILLOIL SENSO DELLA CACCIA DI SILVIAVERITA' E CERTEZZA DEL DIRITTOPROCEDURE D’INFRAZIONE E DEROGHE: UN CONTRIBUTO ALLA CHIAREZZABECCACCE DI BEFANACACCIA, FASE DUEPROVOCAZIONI DI FINE D’ANNORICERCA RICERCASPIGOLATURE DI NATALEDai pomodori alle lampadine LA RUMBA DEL CINGHIALONENON ERA AMOREFinalmente autunnoIl paradosso dell'IspraIL PIANETA DEI CACCIATORILe caste animali A CACCIA ANCHE DOMANIA CACCIA SI, MA DOVE?ORGOGLIO DI CACCIATOREPer il nostro futuro copiamo dai colleghi europei FINALMENTE A CACCIAAPRE LA CACCIA!Amico cacciatore, guarda e passaRiforma sui Parchi in arrivo?E i cuccioli umani?MEDITATE, AMBIENTALISTI, MEDITATELA FARSA DEI CALENDARI Armi, la civiltà fa la differenzaIl Pointer e la cacciaCol cane dalla notte dei tempiContarli, certo, ma come?Questa è una passione!IL PENTOLONELA LOGICA DELLA PICCOLA QUANTITA' SOLDI E AMBIENTE. DIECI DOMANDENON SOLO STORNOQUEL CHE RESTA DELLA CACCIA AGLI ACQUATICILa lezione di Rocchetta di VaraBASTA CON LA STERPAZZOLA CON LO SCAPPELLAMENTO A DESTRA MIGRATORI TRADITICORONA L'ERETICOCacciatori e Agricoltori, due facce della stessa medagliaDeroghe: non è una missione impossibileAMBIENTALISMO E' CULTURA RURALESei il mio caneALLE RADICI DELLA CACCIACORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL’UOMO: IMPORTANTE SENTENZA A FAVORE DELLA CACCIACOME DIREBBE LO STORNO, DEL DOMAN NON V'E' CERTEZZA...BOCCONCINI PRIMAVERACACCIA, PASSIONE, POCHE CHIACCHIERECOMUNITARIA: RIMEDIARE AL PASTICCIOQUESTIONE DI CALENDARIOLA BAMBINA CHE SOGNAVA LA CACCIAPRENDIAMO IL MEGLIOBELLEZZA E AMBIENTE. LA NOSTRA RICCHEZZATUTTI A TAVOLARIFLETTERE MA ALLO STESSO TEMPO AGIRELA CACCIA SERVE. ECCOME!METTI UNA SERA A CENAUrbanismo e Wilderness: un confronto impariCONFESSIONI DI UNA TIRATRICE DI SKEETGIOVANI, GIOVANI E ANCORA GIOVANIIL CAPRIOLO POLITICO NO - Per una visione storicistica della caccia in ItaliaAccade solo in Italia?L’ambientalismo tra ecologia profonda e profonda ignoranzaFRA STORIA E ATTUALITA'Non sono cacciatore ma la selvaggina fa bene. Intervista a Filippo Ongaro“Solo” una passioneTra ideologia e strategia politicaIL CATALOGO E' QUESTOTORNIAMO A SVOLGERE UN RACCONTODA DONNA A DONNA: IL MALE DEL TURISMO. Lettera aperta di Lara Leporatti al Ministro BrambillaItaliani ignoranti della cacciaCACCE TIPICHE E VITA IN CAMPAGNAEd il giorno arrivaDEROGHE E CACCIA ALLA MIGRATORIA: DA RISOLVERE. UNA VOLTA PER TUTTE!PRE-APERTURA DI CREDITODomani sarà un altro giorno MIGRATORIA E SELEZIONEAlcune riflessioni sulla caccia in ItaliaDivagazioni per una rivoluzione culturaleLa senatrice Adamo va alla guerraPERCHE’ NON SCENDI, PERCHE’ NON RISTAI? ( versi di G. Carducci)Calendari venatori. Le bugie degli ambientalistiUn'arte chiamata cacciaAREZZO SCONFESSA LA BRAMBILLAAnimalismi e solitudiniIn un vecchio armadioSTAGIONE VECCHIA NON FA BUON BRODOBelli, matti ed inguaribili SIAMO LIGURI!Ieri, mille anni fa, io caccioCosa mangiano gli animali degli animalisti?SCIENZA, CONOSCENZA, CULTURAC'ERA UNA VOLTA UNA SCIMMIAMOVIMENTO STATICO, ANZI NO, REGRESSIVOORSI. COMUNITARIA. PROVVEDIMENTO ZOPPO MA CON SICURO VALORE SIMBOLICOAerei e trasporto munizioni - La situazione della caccia oggi: “Io speriamo che me la cavo”ALL'ARIA APERTA!Contro ogni tentazione. PORTIAMOLI A CACCIAIPSOS FACTO! DIAMOCI DEL NOIIN FINLANDIA SI', CHE VANNO A CACCIA!RIFLESSIONI DI UN PEONEIL PAESE PIU' STRANO DEL MONDOFuoco Amico PER UNA CULTURA RURALE. MEGLIO: PER UNA CULTURA DELLA CACCIA CHE AFFONDA LE SUE RADICI NELLA TRADIZIONE RURALEE Jules Verne diventò anticaccia CULTURA RURALE E CULTURA URBANA A CONFRONTOL'Enpa insulta i cacciatoriSELVAGGINA IN AIUTO DELL’ECONOMIAAmerica: un continente di vita selvaggiaLA LIBERTA’ DI STARE INSIEME A chi giova la selezioneLA CACCIA COME LA NUTELLA?LUPO, CHI SEI?Le fonti energetiche del futuro: nucleare si o no?TOSCANA: ARRIVA LA NUOVA LEGGEA caccia con L'arco... A caccia con la storia...Interpretazioni e commenti di nuova concezione10 domande ai detrattori della cacciaIL BRIVIDO CHE CERCHIAMOLa caccia come antidoto alla catastrofe climaticaPer una educazione alla natura E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA IL CAPRIOLO MANNAROCONSIDERAZIONI E PROPOSTE PER IL FUTURO DELLA CACCIA IN ITALIACaccia - anticaccia: alla ricerca della ragione perdutaAllarmismo e vecchi trucchettiAncora Tozzi ?REALISMO, PRIMA DI TUTTOLe invasioni barbaricheAPERTURA E DOPO. COSA COME QUANDOPiombo e No Toxic: serve un nuovo materiale per le cartucce destinate agli acquaticiDi altro dovremmo arrabbiarciI GIOVANI E IL NUOVO AMBIENTALISMO Cinofili, cinologi e cinotecniciUn rinascimento ambientale è possibileGelosi e orgogliosi delle nostre tradizioniLA CACCIA SALVATA DALLE DONNE?Nuovo catalogo BigHunter 2009 – 2010: un omaggio all' Ars VenandiTutto e il contrario di tuttoDALL'OLIO: UNITA' VO' CERCANDO...IL VECCHIO CANE: RICORDIAMOCI DI TUTTE LE GIOIE CHE CI HA DONATOLa voce dei protagonisti sui cinghiali a GenovaTutti insieme... magicamenteAmbiente: una speranza nella cacciaSOLO SU BIG HUNTER: DALL’OLIO, PRIMA INTERVISTALa Caccia ha bisogno di uomini che si impegnanoLA COMUNICAZIONE NON E' COME TIRARE A UN TORDOIl capanno: tra architettura rurale e passione infinitaDONNE ...DU DU DU... DI-DI-DI I..... IN CERCA DI DIANAEUROPA EUROPAVICINI ALLA VERITA'Beccaccia sostenibileCACCIA E SOCIETA'Wilbur Smith, scrittore da best seller innamorato della caccia BAGGIO, CON LA CACCIA DALL’ETA’ DI CINQUE ANNIPARLAMENTO EUROPEO - Fai sottoscrivere un impegno per la caccia al tuo candidatoCACCIA ALL'ORSIORGOGLIOSI DI ESSERE CACCIATORIUN DOCUMENTARIO SENZA SORPRESE, ALMENO PER I CACCIATORIRidiamo il giusto orgoglio al cacciatore moderno e consapevoleIl cane con il proprio olfatto è il vero ausiliare dell'uomo, anche oltre la caccia.157: PENSIERI E PAROLEMA COS'E' QUESTA CACCIA?157 CACCIA: LA SINTESI ORSI E' UNA BOZZA DI DISCUSSIONEMIGLIORARE LE RAZZE? SI PUO’ FARECINGHIALI CHE PASSIONELa cultura cinofilaATC DIAMOCI DA FAREIl vitello che mangi non è morto d'infarto!Ripensare la caccia?PER UN FUTURO DELLA CACCIAQUANTO CI COSTI, BELLA TOPOLONAPUCCINI CACCIATORE E AMBIENTALISTA ANTE - LITTERAMUn nuovo corso per gli ungulatiSiamo noi le Giubbe VerdiRuralità e caccia fra cultura, tradizione ed economia Rilanciamo il consumo alimentare della selvagginaLa caccia secondo Giuliano, umorista de La RepubblicaQuesta è la cacciaIl cane oggetto: attenzione alla pericolosa tendenza della civiltà dei consumiLa cinegetica e la caccia col caneGestione e tradizione BASTA TESSEREAMAR...TORDE il beccafico perse la via del nordDimostriamo credibilitàApertura passione serenitàeditoriale - Fucili italiani come le ferrariOrgoglio di CacciatoreI Tordi e le BeccacceLa Caccia è Rock

Editoriale

MIGRATORIA, MA DI CHI?


martedì 16 agosto 2016
    

Caccia illegale beccaccia AustriaDice: la migratoria è di tutti. Vero, si può rispondere, quindi anche mia.

Ma chi lo dice che è di tutti? Mah, la lista è lunga. Quando si parla di piccola migratoria, quella che i nordici considerano "canterina", perchè da loro la conoscono nella stagione degli amori (e quando uno è innamorato, lo sanno tutti, canta; anche l'uomo, non solo il tordo o il fringuello, o...il gatto, a suo modo, ovviamente), quando si parla di singvogel, sembra appunto che sia solo loro, dei tedeschi, dei danesi, dei britannici. Salvo che quando danno noia ("fanno danni"), che allora anche i più compassati britannici o i rigorosi teutonici, qualche deroga se la concedono. Dati di qualche anno fa, per esempio, mentre noi tapini, cacciatori italiani, apparivamo (orrore!) in terza posizione, indovinate chi ci sopravanzava in classifica?  Salvo errori, al secondo posto c'era la Germania (DE) con 520 deroghe, e al primo  il Regno Unito (UK) con ben 1.747 deroghe. Fra cui, specie da noi da sempre "verboten", "forbidden", vietate insomma. Come - nel Regno Unito, in Danimarca,  in Olanda, in Germania, in Austria - il Cigno, l'Airone Cinerino, il Piviere, il Cormorano, l'Astore, la Poiana, la Civetta, il Gufo, l'Allocco, il Picchio Verde, il Fringuello, lo Zigolo, il Frosone, il Cardellino, il Ciuffolotto, la Capinera, il Crociere, la Rondine, il Falco Pellegrino, ma anche altre genericamente citate (in UK, ancor prima della Brexit)  come "Passeridae, Falconiformes, Accipitriformes and Any wild Birds". E, anche, due cicogne (in Germania).

Giusto, la migratoria è di tutti. Ma in casa nostra, come si vivesse nella Fattoria degli Animali, per qualcuno questa regola vale di più. Tanto che, come abbiamo già letto di recente anche su questo portale, si dà retta a chi si strappa le vesti contro i cacciatori, mentre si girano gli occhi dall'altra parte quando si tratta di individuare i veri responsabili di un effetto annunciato.
Ma, poi, è proprio vero che la migratoria è di tutti e quindi - parallelamente, come succede in questi casi -  di...nessuno?

Macchè, neanche a parlarne. La migratoria, è vero, nasce e cresce al nord, sverna al sud, e per trasferirsi transita - a diverse altezze, secondo le diverse specie - sopra le nostre teste; ma se vuoi che scenda, se vuoi che si fermi, gli devi far trovare dove ripararsi, dove riposarsi, dove mangiare. Ci vogliono gli autogrill. Specifici. Per gli acquatici, ovviamente, acqua, paludi, marcite, lanche. Per i silvani, i boschi, le selve, ma anche le olive o le bacche della macchia mediterranea. Per i "terricoli", i grani, le stoppie, per gli insettivori, ri-ovviamente, campagne ricche di insetti. Insomma, in un paese antropizzato come il nostro, ci vuole il contributo dell'uomo. Ma se, quest'uomo, non fa altro che cementificare e dequalificare (in Italia, negli ultimimi quarant'anni, la perdita di superficie agricola ammonta a  più di cinque milioni di ettari, come dire l'equivalente di Liguria Lombardia e Emilia Romagna), mentre sulla restante SAU (Superficie Agricola Utilizzata) si continua a spruzzare veleni, grazie anche alle politiche comunitarie, quel che ne risulta in patrimonio di biodiversità offre un panorama davvero desolante. Qualcuno lo dovrebbe un giorno o l'altro spiegare anche a quelli dell'Ispra e alle anime belle del nostro firmamento ambientalista/animalista. Perchè, altrimenti, questi continuano a bacchettare i cacciatori, e a far finta di niente sul resto dell'universo mondo, che invece di danni ne fa, a tutti, in termini di patrimonio naturale, ma anche di bellezza, se è vero come è vero che anche gli animali selvatici, componente animata del paesaggio,  fanno parte di questa nostro incommensurabile patrimonio, e se è vero come è vero - ce lo ripetono ad ogni pie' sospinto - che la nostra impareggiabile costituzione all'art.9 "... tutela il paesaggio e il patrimonio artistico della Nazione".

Ma allora, la migratoria di chi è? Di tutti? O di chi si adopera per tutelare il paesaggio, creare ambienti e ricovero adatti alla sosta e alla permanenza degli uccelli, s'impegna a mantenere e curare zone umide per anatre e beccaccini , boschi sani per colombi e beccacce, oliveti integri per tordi e fringuelli (ma anche capinere), messi incontaminate, incontaminate, per le allodole e via di seguito?
A queste domande, tutti noi, cacciatori compresi, che oggi svolgiamo un ruolo di primaria importanza attraverso la gestione degli ambiti, sarà bene che si dia una chiara risposta, altrimenti le tante direttive comunitarie ("Uccelli", "Natura", "Habitat") resteranno inutili strumenti, nelle mani dei soliti saltimbanchi che li utilizzano per denigrarci.

Marco Carmi

Leggi altri Editoriali

40 commenti finora...

Re:MIGRATORIA, MA DI CHI?

vEDO CHE C'è GENTE CHE NON HA PROBLEMI A OSTENTARE I PROPRI PREGI. DI SOLITO è LA STESSA CHE QUANDO VEDE UNA GUARDIA SE LA FA SOTTO DALLA PAURA. MA VA BENE COSì

da MISTERY 21/08/2016 9.11

Re:MIGRATORIA, MA DI CHI?

Scusatemi tanto, ma non sapevo che la sivagina era la vostra , me nne' saro 'maganata solo 5 tonnellate e rigorosamente allo spiedo.De chi e' la selvaggina, quanno lo' magnata e' la mia!

da Romoletto pigliaeportacasa 19/08/2016 12.12

Re:MIGRATORIA, MA DI CHI?

hah a sta discute de chi e' la silvagina h aha io piglio e porto a casa e la sivagina ela mia,ma guarda mbo' che ragionamenti ah ah de chie la selvaggina

da Pigliotuttoeportoacasa 19/08/2016 12.09

Re:MIGRATORIA, MA DI CHI?

beccacce in arrivo....chiederle il foglio di permesso di soggiorno, altrimenti..pam,pam! AH,ah,ah un saluto amici

da setter '63 19/08/2016 11.44

Re:MIGRATORIA, MA DI CHI?

mA CHE CZZSPITA SONO TUTTE QUESTE CHIACHIERE? iO PIGLIO e accendo il camino certi bellis chidioni di selvaggina voi chiacchierate e discutete io intanto mangio

da Piglituttoeportoacasa 18/08/2016 16.08

Re:MIGRATORIA, MA DI CHI?

In Italia, forse per causa degli italiani, e probabilmente anche dei cacciatori, la direttiva uccelli è fallita. Ispra e anticaccia hanno orientato la politica a enormizzare la componente punitiva, per distoglie l'attenzione dalla componente propositiva. Infatti, alla base di tutta la tutela avifaunistica comunitaria sta la CONSERVAZIONE DEGLI HABITAT. Gli unici che fanno conservazione degli habitat in Italia sono i cacciatori. I parchi servono solo per far mangiare i soliti noti e per chiudere territori alla caccia. Ieri l'altrio ho letto una protesta (in sintonia col WWF locale) di un dirigente di una fantomatica organizzazione di vigilanza abruzzese contro i cacciatori che hanno favorito l'aumento a dismisura dei cinghiali. Neanche una parola sul fatto che l'abruzzo è una delle regioni con la più alta percentuale di territorio inibito alla caccia. Proibiscono di cacciarre e poi danno la colpa ai cacciatori se la seklvaggina fa danni. E poi protestano ancora di più se chiamano i cacciatori a ristabilire l'equilibri. Secondo me, certi organi di vigilanza di genere, protestano perchè vorrebbero continuare ad essere pagati per continuare a selecontrollare a pagamento i cinghiali, ma in modeo che la pacchia non abbia fine. Forse hanno trovato il modo epr andare a caccia, senza pagare la licenza e invece venire anche remunerati.

da pagatuchepagoio 18/08/2016 9.34

Re:MIGRATORIA, MA DI CHI?

Anticaccismo

da Lisandru 17/08/2016 20.10

Re:MIGRATORIA, MA DI CHI?

Il ns problema NN e la UE ma,ISPRA e anricacciamo diffuso nei palazzi del potere in maniera più o meno trasversale.......

da Lisandru 17/08/2016 20.09

Re:MIGRATORIA, MA DI CHI?

E presto o tardi ,le guardie portano a casa anche te...

da NOA 17/08/2016 17.13

Re:MIGRATORIA, MA DI CHI?

La migratoria e' la mia e la sera certi schidioni di due metri al caminetto che sapore e che bonta'.

da Piglioeportoacasa 17/08/2016 16.49

Re:MIGRATORIA, MA DI CHI?

E con quali risultati?

da meglio prima 17/08/2016 14.38

Re:MIGRATORIA, MA DI CHI?

Azz ! Ognuno le deve fare per conto proprio, stiamo vedendo come siamo messi in Italia. La CE tanto per informazione per i disinformati già detta legge in Europa. Leggetevi la direttiva Uccelli (Direttiva n. 79/409/CEE relativa alla conservazione degli uccelli selvatici) è una direttiva approvata il 2 aprile 1979 dalla Commissione europea che ha lo scopo di promuovere la tutela e la gestione delle popolazioni di specie di uccelli selvatici nel territorio europeo[1]. Sulla base di questa direttiva sono state create le zone di protezione speciale (ZPS). Questa direttiva è stata sostituita dalla Direttiva 2009/147/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 30 novembre 2009 concernente la conservazione degli uccelli selvatici.

da jamesin 17/08/2016 14.14

Re:MIGRATORIA, MA DI CHI?

La CE non esiste non illudetevi che per la caccia fino a quando le leggi non le fa ognuno per la propria Nazione non potrà mai funzionare,prova evidente ogni anno nuove restrizioni.Qua ci sta ben poco da proporre se non che uscire dall'EU il PRIMA possibile.

da meglio prima 17/08/2016 13.57

Re:MIGRATORIA, MA DI CHI?

E certo che una gestione unica della CE a molti non conviene e proprio per questo che si dovrebbe fare, altrimenti fate proposte alternative al posto di fare gli imbecilli a criticare.

da jamesin 17/08/2016 12.57

Re:MIGRATORIA, MA DI CHI?

Ottimo pezzo condivisibile in tutto

da passatore 17/08/2016 12.26

Re:MIGRATORIA, MA DI CHI?

Povero illuso!!!!!

da meglio prima 17/08/2016 11.47

Re:MIGRATORIA, MA DI CHI?

Spesso, nella foga della passione, ci dementichiamo che stiamo adoperando uno strumento che azzera il tempo e le distanze. Come dire: sveglia, gente! Il mondo è cambiato! Ve ne siete accorti? Il che vuole anche dire che l'europa è il minimo che ci serve (ci serve!) per rimanere al passo col mondo. Poi si può discutere come la vogliamo questa europa, ma se non ci sbrighiamo a farne uno stato federatoro, con i controca@@i, ovvero difesa, finanza, politica estera e regole comuni davvero, si perde il tram. E non ne passerà un altro per secoli. Ma ricordiamoci, che leggi comuni significano che dobbiamo rispettare anche quelle che non ci piaccioni, e sicuramente certe regole tedesche, svedesi, danesi, a noi ci stanno un po' strette. Chiaro?

da Chiarinetto 17/08/2016 11.21

Re:MIGRATORIA, MA DI CHI?

L'Europa,solo una presa per il c@@o .E qualche fesso vedo che ancora ci crede.Ma cosa deve prendere in mano!! Svegiatevi e imparate a pensare con il vostro cervello ancora credete ai CIuCci va' Volano!¡

da ma quale europa e migratoria 17/08/2016 9.53

Re:MIGRATORIA, MA DI CHI?

Ti rispondo io di chi e la migratoria.......delle afv e atv che se la vendono e pasturano per benino ,degli operatori turistico venatori estreri ma italiani, delle aavv per tenerci per le palle e dei governucci per romperci i co.........,e degli animalambientalisti per pretesto anticaccia vedi richiami ecc ecc ..... ed infine nostra per rimanere col naso all insu sperando negli avanzi ...spero ti basti !!!

da Annibale 16/08/2016 21.43

Re:MIGRATORIA, MA DI CHI?

La migratoria dovrebbe essere gestita a livello Europeo, dal Nord-Est a Sud-Ovest, per cui calendario unico per tutte le nazioni secondo lo svolgimento annuale della migrazione. Questo vorrebbe dire stessi periodi di caccia, stesse giornate, stessi orari e stessi numeri di capi. Ma per qualcuno in Italia purtroppo non può essere, ma e la CE che dovrebbe prendere in mano le redini se non altro per salvare tutte le specie esistenti sul nostro continente. E che ci vuole ! Manca solo la buona volontà.

da jamesin 16/08/2016 20.58

Re:MIGRATORIA, MA DI CHI?

aggratis? nemmanco er creatore che dopo nu poco vole indietro la creta de costruzione.

da MA DI CHI? 16/08/2016 20.23

Re:MIGRATORIA, MA DI CHI?

E c'e' ancora gente che scrive di ambiente venatorio(Carmi uno sucento) e si illude che il discorso venga capito!Sara' colpa di un entroterra culturale o di anni di storia italica di assoggettamento,ma anche solo immaginare che qualcosa sia possibile costruire autonomamente senza aspettare che ci provenga dalle istituzioni,neanche a parlarne.E' vero che paghiamo,tutti, tasse che dovrebbero o potrebbero servire a questo,ma cio' vuol dire anche considerare(anzi,da quel che molti hanno scritto non considerare affatto perche' neanche lo sanno)poco il sacrificio che molti cacciatori fanno "aggratis" e volontariamente per una caccia di tuttial di fuori delle aavv o atc che si voglia.

da Pietro 2 16/08/2016 18.25

Re:MIGRATORIA, MA DI CHI?

Io vado piglio e porto a casa me friga stuzazzo da dove arriva lo cignale ha ah si ariva dallo parco opure da romania

da Giuvanne 16/08/2016 18.19

Re:MIGRATORIA, MA DI CHI?

Ma da dove pensate che arrivino quei presunti cinghiali "da ripopolamento"? Dall'ungheria? Dalla Cechia e Slovacchia? Dalla Polonia o dalla Romania? Macchè. Vengono, semmai vengono, da San Rossore, dal Circeo, dall'Uccellina. Che, fino a prova contraria, sono blasonati parchi regionali o nazionali, ex riserve reali e della repubblica. E non è che te li regalano. Li devi pagare, sennò come fanno a pagare gli stipendi e le prebende e i consulenti? E' la passione per la braccata che tiene in piedi i parchi. Posso sbagliare, spero che qualcuno mi smentisca.

da Nino Z. 16/08/2016 17.24

Re:MIGRATORIA, MA DI CHI?

Mio caro abacus, o strabicus, il fenomeno cinghiali (e non solo, ma daini, cervi ecc.) è causa della legge sui parchi. Dove, nei parchi, c'è gente che si ingrassa perchè non si può prelevare legittimamente (inteso mi hai?), ma il carico di quelle popolazioni non solo fa danno lì dentro, ma impesta tutto il vicinato. Certo, i cinghialai ne sono soddisfatti, perchè quando i porcelli hanno finito quel che c'era dentro il parco cominciano a scorribandare fuori. E noi si paga. Anche i lupi crescono a dismisura grazie alla tanta carne che c'è nei parchi e che straborda.

da Cuscus 16/08/2016 15.08

Re:MIGRATORIA, MA DI CHI?

Avicenna, io sarò strabico, ma tu non hai letto i bilanci degli ATC. Quanto al presidio del territorio operato dai cinghiali, visti i risultati sarebbe meglio che non ci fosse.

da Abacus 16/08/2016 14.56

Re:MIGRATORIA, MA DI CHI?

I beccafichi quanto ll'e son boni come na vota.

da H 16/08/2016 14.55

Re:MIGRATORIA, MA DI CHI?

Abacus, probabilmente hai esperienze personali pessime, o sei strabico. Per esempio, i famigerati cinghialai sono un presidio indispensabile per il territorio. I migratoristi di acquatici pagano di propria tasca il mantenimento di gran parte delle aree umide italiane. I migratoristi di piccola, i capannisti, come minimo mantengono il loro appostamento, che non è poco. Senza contare che fino ad oggi (domani non lo so) tutti i soldi spesi in loco per la tutela dell'ambiente (leggi: finanziamenti alle associazioni ambientaliste) provenivano dai proventi della caccia (porto d'armi e tesserini). Ti basta? Per Giovanni, dico solo che tutto costa (denaro e fatica): senza nulla, nulla si ottiene.

da Avicenna 16/08/2016 14.03

Re:MIGRATORIA, MA DI CHI?

Cacciatori che tutelano e migliorano l'ambiente? ma dove? Se si escludono poche realtà, quasi sempre aziende faunistico venatorie, i soldi dei cacciatori vengono impiegati per rifondere i danni da selvaggina e soprattutto per demenziali ripopolamenti.

da Abacus 16/08/2016 12.28

Re:MIGRATORIA, MA DI CHI?

La migratoria è delle regioni, perchè se vuoi cacciarla fuori regione ti fanno pagare ed secondo me è un ladrocigno.

da Giovanni 16/08/2016 12.09

Re:MIGRATORIA, MA DI CHI?

il TSO andrebbe praticato a chi sta ancora dietro a Berlato. Vogliamo i fringuelli che ci hai promesso. Lo so che non ti puoi dimettere da assessore, visto che non ti è toccato la poltrona, ma un po' di .....(vedi tu cosa...)

da veditù 16/08/2016 12.00

Re:MIGRATORIA, MA DI CHI?

La selvaggina migratoria e' semplicemente selvaggina al pari della stanziale bene indisponibile dello stato che tutela e gestisce.La legge non pone alcuna distinzione tra stanziale e migratoria e quindi quest'ultima non e' cosa di tutti ,ma semplicemente un bene il cui prelievo e' demandato attraverso una concessione agli aventi diritto.inutile spendersi in articolate e fantasiose disquisizioni sul dichie'?e sul come.La legge parla chiaro e chi accampa pretese ed interpretazioni se ne farà una ragione.

da Law& order 16/08/2016 11.55

Re:MIGRATORIA, MA DI CHI?

apprezzo in toto l'ultimo post, sarebbe giusto ed onorevole che le nostre aavv si interessassero ad acquisire, comprare, fittare ecc. dei territori per poi appunto gestirli come si deve. questo sarebbe il migliore ed unico esempio che il mondo venatorio dovrebbe dare. sarebbe l'unica soluzione attuabile se davvero si desidera del territorio agro-silvo pastorale adatto alla vita dei selvatici. in altre parole il mondo venatorio deve avere il coraggio di non cacciare in casa di altri , ma di acquistare le proprie "case" onde poi poterle , a ragione , gestire nel migliore dei modi

da vittorio66 16/08/2016 11.44

Re:MIGRATORIA, MA DI CHI?

Non voglio sembrare sempre il bastian contrario ma la seconda parte dell'ultimo capoverso non l'ho capita...ma anche la prima parte. Noi cacciatori cosa Facciamo? Gestiamo gli Ambiti? Creiamo ambienti, manteniamo i boschi, messi incontaminate.....ma Dove? Con la terra di Chi? Scusate ma io non ho visto da nessuna parte che i cacciatori possono gestire un territorio, disporre di terreni dove fare semine a perdere mantenere incontaminato un ambiente....ma ho capito male o si sta parlando di altro? Non prendiamoci meriti che non abbiamo,...dovrebbe essere così, sarebbe l'ideale poter, per esempio, disporre di un campo di girasoli per la caccia ma questa è solo utopia...non ci daranno mai i mezzi per mettere in opera una cosa del genere.

da Carlo rm nord 16/08/2016 11.23

Re:MIGRATORIA, MA DI CHI?

Purtroppo signor Carmi il suo articolo ha come struttura portante un elemento impossibile da far comprendere a chi si oppone a certe cacce a specie migratorie:la deduzione dovuta al ragionamento.Due elementi,il secondo in particolare, che non possono esistere di chi vive e agisce nell'ignoranza delle proprie convinzioni "evangeliche",in quanto subliminalmente inculcate dai burrattinai che sanno bene su quali menti fare prese.Percio' facciamocene una ragione:non si puo' disquisire su Michelangelo con un cieco,bisogna solo sperare....

da Pietro 2 16/08/2016 11.22

Re:MIGRATORIA, MA DI CHI?

CARO ANONIMO, PROBABILMENTE C'E' DEROGA E DEROGA. MA QUELLO CHE SALTA AGLI OCCHI DI TUTTI CHE SE DDA NOI PROVI SOLTANTO A IPOTIZZARE LA RIDUZIONE DI POPOLAZIONI DI LUPO, CHE FA DANNI, O DI AIRONI, CHE FANNO DANNI, O DI POIANE, CHE FANNO DANNI,CERTA GENTE - ISTIGATA DAGLI SCENZIOANIMALISTI CHE SI ANNIDANO ALL'ISPRA - TI SBRANANO. ANZI, TI TAGLIANO LA GOLA, COME SE FOSSI UN INFEDELE. IERI SERA, SU LA SETTE, HO VISTO PER L'ENNESIMA VOLTA UNA INVASATA VEGANA CHE AVREBBE VOLENTIERI MANDATO IN GALERA MAURO CORONA, PERCHÈ CONFESSAVA DI MANGIARE CARNE. E IN OGNI CASO, PER NON DISQUISIRE SULLE DEROGHE, BASTEREBBE INSERIRE NELL'ELENCO DEI CACCIABILI LO STORNO IL FRINGUELLO LA PEPPOLA, IL FROSONE, E VIA E VIA.

da ANOMINO 16/08/2016 10.44

Re:MIGRATORIA, MA DI CHI?

Tutto bello....tutto vero?Perchè le ass.ven.non comprano una pagina di tutti i quotidiani x mettere a conoscenza tutti i cittadini di come stiamo messi in Italia?Non solo x la caccia ma anche x l'agricoltura e tutto il cemento che cresce più dell'erba...ma si sa non accadrà MAI,un saluto.

da MARCELLO64 16/08/2016 10.31

Re:MIGRATORIA, MA DI CHI?

Basterebbe leggere i rapporti ufficiali prodotti dalla UE sulle deroghe concesse per capire quanto il raffronto fatto da Marco Carmi, che non tiene conto delle motivazioni di ciascuna deroga e del numero di esemplari coinvolti, risulti sbagliato e fuorviante.

da anonimo 16/08/2016 10.24

Re:MIGRATORIA, MA DI CHI?

Bellissimo articolo ma dovrebbe essere pubblicato a livello nazionale in siti e giornali visitati non solo da cacciatori.Noi siamo consapevoli che la mancanza di suolo contribuisce a mancanza di migratori.Ma a farlo capire agli altri...mi sembra dura

da Domenek 16/08/2016 9.58

Re:MIGRATORIA, MA DI CHI?

La colpa di tutto questo è solo nostra che stiamo sempre zitti e non li abbiamo ancora cacciati a calci in c@@o......

da Calibro 20 16/08/2016 9.46