Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Il News Feed non è attualmente disponibile. Messaggio di errore:Timeout dell'operazione.

novità Bionatura: sabot, sandali, infradito

Editoriale

Nuovo Governo. Un limite, un'opportunità


lunedì 11 giugno 2018
    

 
 
Così, di  primo acchito, questo nuovo governo fa venire in mente Giacomo Puccini, ma non per le sue armonie (al contrario, questo matrimonio rattoppato fra Lega e 5S può ricordare al massimo Luigi Nono e la cosiddetta musica dodecafonica) ma per il suo spirito burlone, che lo portava a fare scherzi ai suoi amici più cari. Come tutti sanno, Puccini  era un appassionato cacciatore. Ce lo ricordano le tante foto e i numerosi reperti venatori (fucili, suppellettili, animali impagliati) conservati nella casa museo di Torre del Lago (Viareggio). Fra questi reperti tassidermici, ce n'è uno che a prima vista metterebbe più di un dubbio anche al naturalista navigato. Un immaginario incrocio fra un uccello acquatico e una lepre, o comunque un piccolo mammifero, se non ricordo male, che fa bella mostra di sè nella "stanza della caccia". Uno dei tanti scherzi bonari, appunto,  che il maestro riservava ai suoi compagni di cacce, di ribotte, di rimpatriate.

Ecco, questo viene in mente a leggere il cosiddetto "Contratto" di Governo, che altro non è se non un vacuo programma con pochi obiettivi certi e tanta materia indefinibile, facilmente interpretabile secondo le necessità del momento. Un chimerico ircocervo che per quanto ci riguarda direttamente, il futuro della caccia, pone a mio parere non pochi interrogativi.

La storia anche recente del movimento di Grillo ha fatto passare notti agitate a molti di noi. Numerosi interventi dei diversi rappresentanti anche nelle sedi istituzionali (Regioni e Comuni  in particolare) ne costituiscono una allarmante riprova. Anche se, all'avvicinarsi della recente tornata elettorale e poco dopo, si ha notizia di sporadici "ripensamenti" di personaggi pentastellati a caccia di consensi. Che peraltro dimostrano la pochezza di esperienza e di conoscenza della materia.

Dall'altra parte, la Lega fin dagli esordi e con testimonianze dirette anche dei suoi massimi esponenti, a partire da Matteo Salvini, ha dimostrato di considerare i cacciatori e la caccia come elemento di notevole importanza culturale, sociale ed economica. Ne è scaturito poco più che un codicillo che dice (e non dice) tutto e il contrario di tutto. Questo il testo: "Reati ambientali e tutela degli animali. E' necessario provvedere all'implementazione delle leggi attuali riguardanti i reati ambientali e quelli nei confronti degli animali, garantendo maggiore tutela rispetto a fatti gravi ancora non adeguatamente perseguiti e un maggiore contrasto al bracconaggio".

Analizzandolo, mentre si nota che la parola caccia o parafrasi ad essa attinenti non ce ne sono, sembrerebbe che al momento non esista alcun accordo su come procedere. Una specie di garanzia dello status quo. Ovvero: ognuno si tiene le sue idee, ma intanto resta tutto congelato al presente. Ma in Piemonte, ad esempio, si sta per esperimentare un compromesso che può aprire la strada a ben altri guai.

Giusto annotare, però, che qualsiasi governo si distingue per le sue attività quotidiane. Che si esplicano tramite provvedimenti proposti dai diversi dicasteri. Nella fattispecie, i due di riferimento - agricoltura e ambiente -  per quel che ci riguarda  sono da considerare antitetici, con una aggravante di merito, oggi, visto che l'agricoltura è stata affidata a Gian Marco Centinaio, leghista da sempre a fianco dei cacciatori,   mentre l'ambiente è appannaggio di un ex forestale, il generale dei Carabinieri Sergio Costa, che guardacaso le associazioni animaliste soprattutto le più retrive non hanno perso tempo ad arruolare nei propri effettivi.  E la nomina a capo di gabinetto di un'esponente di spicco dello schieramento a noi non favorevole potrebbe complicare non poco la situazione. Per inciso, proprio di questi tempi si sta discutendo animatamente sul contrasto al bracconaggio, fenomeno sicuramente esecrabile, ma che anche per nostra distrazione non è stato (o al massimo lo si è fatto troppo tardi) delineato e delimitato nella sue giuste dimensioni; o al massimo lo si è fatto troppo tardi . Tanto che gli animalisti hanno finora avuto gioco facile a fare di tutta l'erba un fascio, sulla base di dati decontestualizzati e assolutamente fuori da ogni ragionevole verosimiglianza.

Cosa aspettarci? Nel breve periodo, a mio avviso, poco o niente, sia da una parte sia dall'altra. E quindi un'ulteriore opportunità per far valere le nostre ragioni. Per le quali, occorre organizzare una coesa serie di iniziative che dipendono solo da noi e dalle nostre associazioni di rappresentanza.

Dato per scontato che una costante dettagliata sollecitazione nei confronti di tutti i rappresentanti istituzionali che si sono dimostrati a noi vicini (e ce ne sono - come sappiamo -  in quasi tutti gli schieramenti, di governo e di opposizione), affinchè a tutti i livelli locali e nazionali si tenga conto delle nostre legittime aspettative, dall'altra, nei riguardi del ministero dell'ambiente, l'iniziativa a mio parere fra le più efficaci potrebbe essere quella di richiamare il ministro, notoriamente persona di irreprensibili virtù, ai suoi impegni prioritari, dei quali la sua storia (curriculum) è ricca di spunti.

E' noto infatti il suo impegno decennale in Campania nel contrasto ai veri sconquassi ambientali, terra dei fuochi, ecoballe, crimini di varia natura a danno del territorio e delle popolazioni. Dovendosi adesso occupare degli stessi problemi dalla stanza dei bottoni, il suo orizzonte  sarà pertanto  più vasto e complesso. Sempre a mio parere, si tratterà quindi da parte nostra  di ricordagli tutti i giorni, ogni ora, ogni minuto, quali sono i veri problemi della nostra società, con una comunicazione da noi sapientemente e oggettivamente orchestrata. Inquinamento, inquinamento e inquinamento.  Dissesti ed emergenze ambientali, crimini piccoli e grandi che ci riguardano tutti, anche nei più ascosi anfratti  del nostro paese, che ognuno di noi è in grado di  denunciare e documentare.

Facciamolo. Faremo così anche un grande regalo alla totalità d
ei cittadini, spesso distratta dalle chimere di quel falso ambientalismo, che negli ultimi decenni ha ridotto a mera chiacchiera vuota di significato un argomento, un problema, che può segnare profondamente il nostro futuro.
 

Vito Rubini

Leggi altri Editoriali

29 commenti finora...

Re:Nuovo Governo. Un limite, un'opportunità

COMMENTO RIMOSSO DALLA REDAZIONE

da craxi il ladrone 17/06/2018 16.39

Re:Nuovo Governo. Un limite, un'opportunità

E te' pareva-.... cazzaleggio non ha cenato insieme a lanzaloneah ah era al tavolo vicino ah ah ha ha ah ha ah ah ah ma ne inventano di storie ,se pigliano un poveraccio lo ficcano subito in galera e a questi abboccano magistrati e tutti quanti, la raggi non ne sa niente poveretta l'ingenua.come quell'ingenuo di rutelli che strarubano 30milioni di euro e lui non si e' accorto ah ah ah ah ha

da majatevenne 16/06/2018 19.11

Re:Nuovo Governo. Un limite, un'opportunità

Perfettamente in sintonia con Maax se non c'era SALVINI i 5 stalle lo avrebbero fatto con il pd e allora si che erano dolori poi come dicono in tanti sia la dx che la sx in molte regioni la caccia ancora si salva...vediamo quest'anno.

da MARCELLO64 16/06/2018 18.01

Re:Nuovo Governo. Un limite, un'opportunità

nuovo governo a hun limite un'opportunità per i 5 stelle al campidoglio l'opportunita' l'hanno presa al volo per adesso in galera poi se sono innocenti si vedra' che bella opportunita' de rubba'!

da yt 16/06/2018 14.31

Re:Nuovo Governo. Un limite, un'opportunità

Io penso, che per continuare il nostro esercizio bisogna credici fine da ultimo, infine è il nostro esercizio che ci rende onorevoli al proprpio stile. Cioè la caccia

da io 16/06/2018 9.19

Re:Nuovo Governo. Un limite, un'opportunità

E la sindaca non ne sapeva niente? ah ah ah ah ah ah ah ah ah come rutelli quando il suo amico tesoriere lusi rubo' 30 milioni di euro hah aah ah ah ah ma l'anima dei mcci vostri !

da ah h aladroniiiiiiiiiiiiiii 16/06/2018 9.15

Re:Nuovo Governo. Un limite, un'opportunità

Ma lanima dei migliori mcci vostri!!!! nemmeno avete iniziato e gia' rubate??? gia son finiti in galera 10 5 stelle?

da Incazzato cittadino operaio 16/06/2018 9.08

Re:Nuovo Governo. Un limite, un'opportunità

Da come veniva descritto Giacomo Puccini, credo che se fosse stato vivo oggi, sai le pedate nei denti avrebbe dato a quelli di 5 stalle!!!

da Fucino Cane 15/06/2018 18.40

Re:Nuovo Governo. Un limite, un'opportunità

Chi sbaglia pagah aha ah ha ah il di maio ah ah ah tra poco rimangono lui e grillo che non hanno certo bisogno di rubare. ah ah ha ah ah

da Hah ah il piu' pulito dei 5 stalle e' in galera h aah ah ah forza giudici romani arrestateli tutti 15/06/2018 12.00

Re:Nuovo Governo. Un limite, un'opportunità

Per Seneca: ti do perfettamente ragione. Sembra impossibile che in una società così povera di valori esistano più di600.000 cacciatori. La caccia è arte e cultura. Anche se non abbiamo nessun tornaconto economico,anzi paghiamo e paghiamo, noi cacciatori pratichiamo arte. E siamo molto di più dei migliaia di scultori, pittori musicisti presenti sul territorio. Siamo il piccolo miracolo italiano.

da Cicciuzzo90 15/06/2018 10.50

Re:Nuovo Governo. Un limite, un'opportunità

A roma si sono piazzati bene al campidoglio e gli arresti sono ancora in corso w i 5 stelloni la sindaca ieri sera a porta a porta dice che' innocente.

da ah haah ahah ullalla 5 stelle in galera a roma 15/06/2018 8.19

Re:Nuovo Governo. Un limite, un'opportunità

Mah, forse è questione di priorità. Per questo possono aver sbagliato, visto che credevano che questi 5S fossero diversi e invece sono solo degli strumenti di potere in mano ai soliti furbacchioni. Quanto agli ATC, vi consglierei di darvi da fare per farli funzionare meglio. Indietro non si può tornare. Ovunque nel mondo la caccia è "gestita". E quindi, si può riflettere sulle forme di gestione, ma io credo che più che modificafe o eliminare gli atc bisognerebbe lavorare sulla nostra indole italiana. Che cambia via via che da nord si scende a sud, o che da sud si sale a nord. Con pregi e difetti nell'uno e nell'atro caso. E purtroppo con uno scadimento culturale ed etico generalizzato. Scusate il pessimismo...

da Seneca 14/06/2018 16.25

Re:Nuovo Governo. Un limite, un'opportunità

Per zorzal. Semplice, molti cacciatori, "Vecchi", non usano i forum, social ecc e non sanno minimamente le intenzioni dei 5s.

da Cicciuzzo90 14/06/2018 13.49

Re:Nuovo Governo. Un limite, un'opportunità

Sono un vecchio cacciatore, ma non riuscirò mai a capire i cacciatori che hanno votato M5S e sono tanti ma tanti Più di quanto non si possa pensare

da zorzal 13/06/2018 22.15

Re:Nuovo Governo. Un limite, un'opportunità

ma di chiuderla non è meglio?? io prima di leggere il calendario venatorio devo versare l atc !!! e perché sti morti di fame non è meglio chiudere gli atc???

da nik 13/06/2018 12.32

Re:Nuovo Governo. Un limite, un'opportunità

Occhio. Anche dall'elenco dei sottosegretari, quota Lega, non mi pare che ci sia tanto da stare tranquilli. Chi può, controlli!

da Antonio Silvio G. 13/06/2018 11.46

Re:Nuovo Governo. Un limite, un'opportunità

salvini ,alleanza,,,,, cha,,,fa pensare,,,,,,,,,,

da kalibro 12/06/2018 18.33

Re:Nuovo Governo. Un limite, un'opportunità

Mi auguro solamente che questa alleanza, questo contratto col diavolo finisca il prima possibile. Non ho votato Salvini per vedermi rappresentato assieme a una setta pilotata da un comico e non si sa chi ancora!

da MarcoC 12/06/2018 12.52

Re:Nuovo Governo. Un limite, un'opportunità

Quando si conquista il potere ... si pensa solo alla propria famiglia ai soldi e alla fijjga !Son tutti uguali craxi fu il numero uno dei ladroni per se e per quei due beccamorti .

da Tordela 54 12/06/2018 11.20

Re:Nuovo Governo. Un limite, un'opportunità

Secondo me non è questione di destra o di sinistra, nella caccia come nelle altre attività. Ma solo di giudizio. Di saggezza. Ci sono popoli che ce l'hanno (e la Toscana è storicamente la regione col popolo estremamente accorto, avveduto, mentre in Piemonte si fanno cose a volte molto ambigue. Giusto il proverbio: Torinese (o Piemontese), FALSO e .... Ognuno, aldilà del partito politico da cui temporaneamente si fa rappresentare, raccoglie quello che semina.

da Seminatore 12/06/2018 8.59

Re:Nuovo Governo. Un limite, un'opportunità

Io credo che Salvini ed il centro destra tutto, abbiano fatto una notevole politica. Credo che le loro intenzioni sarebbero state quelle di tornare al voto. Quasi tutte le roccaforti del Pd stanno crollando. I 5s alla fine avrebbero sposato chiunque pur di andare al governo immediatamente, consapevoli della forza che il centro destra e in particolare la lega, sta acquistando. Spero che le persone sagge, cadute nel tramaglio dei 5s prendano coscienza della loro pochezza tornado ad optare per altri schieramenti. Comunque sempre nella speranza che Salvini è per estensione la Lega si ricordino delle parole date

da Maax 11/06/2018 22.27

Re:Nuovo Governo. Un limite, un'opportunità

finalmente il popolo comincia a capire che i 5 stalle sono un fallimento totale e mi auguro che se ne vadano presto prima che combinano altri guai,VAI AVANTI SALVINI DIMOSTRA CHE ABBIAMO FATTO BENE A DARTI FIDUCIA.

da GENNY 4 BOTT 11/06/2018 21.29

Re:Nuovo Governo. Un limite, un'opportunità

Si..infatti, come in Piemonte, uguale uguale, molto rispettata la caccia!

da MarcoC 11/06/2018 19.45

Re:Nuovo Governo. Un limite, un'opportunità

In Umbria, co.e in toscana, feudi rossi, la caccia è sempre stata rispettata.

da Guido Ma. 11/06/2018 19.37

Re:Nuovo Governo. Un limite, un'opportunità

In Umbria, co.e in toscana, feudi rossi, la caccia è sempre stata rispettata.

da Guido Ma. 11/06/2018 19.37

Re:Nuovo Governo. Un limite, un'opportunità

Ecco un'altra bella bastonata ai sig del PD che hanno perduto dopo Perugia un'altro importante feudo, quello di Terni. L'epopea comunista è finalmente finita. FORZA LEGA

da FORZA LEGA 11/06/2018 16.11

Re:Nuovo Governo. Un limite, un'opportunità

Aspettavo volentieri una mazzata anche per la Lega (votare per una coalizione di cdx e trovarsi al governo con la sinistra più estrema è imperdonabile )ma evidentemente il bacino di Forza Italia ove attingere non si è esaurito. .Questione di tempo che sarà galante anche per loro .

da elettore Lega deluso 11/06/2018 15.06

Re:Nuovo Governo. Un limite, un'opportunità

Le amministrative non sono una vera e propria cartina al tornasole per i partiti, ma in questo caso un esame di coscienza gli elettori di grillo e dei suoi burattini se lo devono fare. Questo governo non ha vita lunga, si sa. Speriamo duri abbastanza poco da in modo da non fare troppo i danni.

da Enzo972 11/06/2018 14.51

Re:Nuovo Governo. Un limite, un'opportunità

Mah...questa alleanza non la riesco a capire, mi sforzo ma non ci riesco. Intanto con con questa tornata elettorale una bella scoppola i 5 stalle l'hanno presa, e penso che non sia l'ultima. Che continuassero pure a sparare panzane e sponsorizzare animalari da salotto. Salvini...ma che diavolo ci stai a fare con questa gentaglia!

da MarcoC 11/06/2018 14.32