HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | Foto | I Video | Sondaggi | Quiz | Forum | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Downloads | Fresco di Stampa | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani |
  Cerca
L'AGNELLO E LA CICORIA PER ELISA - La dolce passione di una cacciatrice di carattere SOSTIENE LARA LUPO, QUANTO CI COSTI A UN PASSO DAL PARADISO - Dopo l' ISPRA ecco l'ONCFS francese ISPRA: C'ERA UNA VOLTA IL LABORATORIO PER NON PERDERE LA TRAMONTANA C'ERA UNA VOLTA... LUPO: CHE BOCCA GRANDE CHE HAI!!! Altro che caccia. Ecco quali sono le vere infrazioni italiane TABU' LUPO FIRMAMENTO SOCIAL ALTRO CHE CACCIA! E' L'HABITAT CHE RISCHIA GROSSO LUPO. ATTENDIAMO LUMI CHI DICE PARCHI DICE PORCHI, E... NOTERELLE SUL CANE DA CACCIA Cos’è la caccia La ri-proposta Cuore di beccaccia Cacciatori in Europa. Un'azienda da 16 miliardi LA GRANDE CUCINA DELLA SELVAGGINA Una bella scoperta CARI AMBIENTALISTI, NON SI COMINCIA DALLA CODA Osservatori regionali, avanti! Ungulati: una risorsa preziosa La mia prima volta al cinghiale: onore alla 110! Il cinghiale nel mirino. Braccata e selezione: una convivenza possibile ANIMALISTI. LA DEBOLEZZA DEI VIOLENTI TORDI TORDI STANNO TUTTI BENE ETERNA APERTURA TANTE MAGICHE APERTURE CI SIAMO! LA SFIDA DELLA COMUNICAZIONE LA SANA DIETA DEL CACCIATORE CELESTE ANCH'IO CACCIO MIGRATORIA, MA DI CHI? Biodiversità e specie opportuniste: l'esempio francese REWILDING ECONOMY – IL PASSATO PROSSIMO VENTURO Lasciate la carne ai bambini Uccellacci e uccellini, chi ce la fa e chi.... CINGHIALI D'UNA VOLTA DATEMI UN'APP, SOLLEVERO' L'ISPRA MONTAGNA, 22 ANNI DOPO Elegia per un vecchio signore LA GRANDE BUFALA Animali & Co: un problema di comunicazione LUPO O CINGHIALE? Papa Francesco: gli animali dopo l'uomo Le allodole, mia nonna e le vecchiette La caccia e gli chef UNGULATI CHE PASSIONE PARCHI E AREE PROTETTE: ECCO LA FRANCIA Le beccacce e il lupo QUESTIONE DI PROSPETTIVA La cinofilia ufficiale. Parte seconda con scuse PROBLEMA LUPO Bisturi facili. Cuccioli? No grazie Perché ho scelto il setter inglese? Galletti fa mea culpa Questa è la cinofilia ufficiale C'era una volta il cinghiale Bracconieri di speranze Gip, amor di cacciatore. Il piccolo francese SAVETHEHUNTERS, MATTEO TROMBONI SFIATATI I sistemi elettronici di addestramento GUANO CAPITALE In principio era una Dea C'era una volta l'orso bianco che campava di caramelle UNA TERRA DIVERSA MEMORIE. Da regina a regina informAZione? Iniziazione del cucciolone UNIONE AL PALO? LA PARABOLA DI CECIL CROCCHETTE VEGANE L'ecoturismo fa danni ALLODOLE PER SEMPRE TRUE LIES CI SIAMO? Natura. Madre o matrigna? LA CACCIA, PROTAGONISTA INCONFESSATA DI EXPO UN’APERTURA DA FAVOLA I cuccioli di oggi MACCHE' PREAPERTURA CACCIA, PROVE E VARIA UMANITA' Emergenza cinghiali ovvero: la sagra delle chiacchiere FORMAZIONE, FORMAZIONE! I cani da ferma oggi Arlecchino o Pinocchio? LA SANZIONE DELLA VERGOGNA Prima informarsi, poi farsi un'opinione Effetto Flegetonte Il cane domestico (maschio) Il valore della caccia Chi è diavolo, chi acquasanta? CANDIDATI ECCELLENTI PUBBLICO O PRIVATO? LA FRANCIA E I MINORI A CACCIA REGIONALI 2015: SCEGLIAMO I NOSTRI CANDIDATI Caccia vissuta “Se questa è etica” QUANDO GLI AMBIENTALISTI CADONO DAL PERO Le contraddizioni dell'Expo QUESTIONE DI CORPO L'ultimo lupo e l'ignoranza dei nostri soloni Calendari venatori: si riparte DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO LUCI E OMBRE DI UN PROGETTO CANE DA FERMA: ADDESTRIAMOLO PURE, MA CON GIUDIZIO CHIUSO UN CICLO... A patti col diavolo... e poi? BIGHUNTER'S HEROES: LE MAGNIFICHE CACCE DI LORENZO MISTERI DELLA TELE CANI E BECCACCE: UN RAPPORTO DIFFICILE E' IL TORDO CHE TARDA. MA GALLETTI NON LO SA Tordi e beccacce tra le grinfie della politica Donne cacciatrici piene di fascino predatorio Italiani confusi su caccia e selvaggina Storia di una particella cosmica Vegani per moda Anime e animali MUSICA E NUVOLE L'uomo è cacciatore: parola di Wilbur Smith CHI LA VUOLE COTTA, E CHI.... Nutria: un caso tutto italiano - un problema e una risorsa ZIZZAGA, GALLETTI, ZIZZAGA! E se anche le piante provassero dolore? PASSO O NON PASSO, QUESTO E' IL DILEMMA Momenti che non voglio scordare Anticaccia? Parliamone CACCIATRICI SI NASCE. UN'APERTURA AL TEMPO DELLE MELE CATIA E LA PRIMA ESPERIENZA CHIARI AVVERTIMENTI PIU' VIVA E PIU' AMATA ECCE CANEM DE ANIMALISTIBUS ovvero DEGLI ANIMALISTI IL CATALOGO E' QUESTO.... CINOFILIA E CINOTECNIA QUALCHE SASSO IN PICCIONAIA ISPRA. UN INDOVINO MI DISSE... MIGRATORI D'EUROPA L'ipocrisia anticaccia fomenta il bracconaggio MIGRATORISTI GRANDE RISORSA Fauna ungulata e vincolismo ambientale Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO Ai luoghi comuni sulla caccia DIAMOCI UN TAGLIO SPENDING REVIEW, OVVERO ABBATTIAMO GLI SPRECHI DOPO LE EUROPEE: VECCHI PROBLEMI PER NUOVE PROSPETTIVE Biodiversità: difendetela dagli ambientalisti GUARIRE DALLA ZAMBILLA Le specie invasive ci libereranno dall'animalismo EUROPEE: SCEGLIAMOLI BENE La rivoluzione verde è nel piatto La caccia al tempo di Facebook SOSTIENE PUTTINI: Pensieri e sogni di un addestratore cinofilo a riposo COSE SAGGE E MERAVIGLIOSE AMBIENTE: OCCHIO AL GATTOPARDO C'ERO UNA VOLTA ALL'EXA QUESTA E' LA CACCIA! EUROPA AL RISVEGLIO TOPI EROI PER I BAMBINI DELLA BRAMBILLA CACCIA LAZIO: quali certezze? ISPRA, I CALENDARI QUESTI SCONOSCIUTI UNITI PER LA BIODIVERSITÀ E LA CACCIA SOSTENIBILE LO DICO COL CUORE IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E' I veri volontari dell'ambiente DIAMOGLI CREDITO PROMOZIONE GRATUITA PENSIERINI DEL DOPO EPIFANIA Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse Anche National Geographic America conquistato dalle cacciatrici Più valore alla selvaggina e alla caccia Il cinghiale di Colombo Porto di fucile - NON C'E' MALE! PAC & CACCIA LILITH - LA CACCIA E' NATURALE Effetto protezionismo Ispra: il caso beccaccia Il grande bluff dei ricorsi anticaccia COME FARE COSA FARE Supermarket society Romantica Tipi di comunicazione: C'E' MURO E MURO Ambientalisti sveglia! Crisi e Parchi, è l'ora di scelte coraggiose SPRAZZI DI SERENO POINTER E NON PIU' SOGNO DI CACCIATORE UN CLICK E SEI A CACCIA FINALMENTE SI SCENDE IN CAMPO RIPRENDIAMOCI LA NOSTRA DIGNITA' DI CACCIATORI LA FAUNA SELVATICA: COME UN GRANDE CARTOON ALLA FIERA DELL'EST VOGLIO UNA CLASSE DIRIGENTE MODERNA IL NUOVO PARTITO DEI VECCHI TROMBATI “Caccia è cultura, amore e tradizione” L'assurda battaglia al contenimento faunistico CACCIA PERMANENTE CACCIATORI DIVISI Partiamo dalla Toscana ITALIA: un paese senza identità. Nemmeno per la caccia C’ERA UNA VOLTA… I cacciatori nel regno delle eterne emergenze Gli ambientalisti e la trave nell'occhio Addio alle rondini? L’Europa “boccia” l’articolo 842 (e la gestione faunistica di Stato) ITALIA TERRA DI SANTI, POETI... SAGGI..... SUCCEDE ANCHE QUESTO BASTA ASINI AMBIENTALISMO DA SALOTTO E CONTROLLO DELLA FAUNA Siamo tutti figli di Diana TOSCANA: ALLEVAMENTO DI UNGULATI A CIELO APERTO ALLARME DANNI DANNI FAUNA SELVATICA: Chi rompe paga… STALLO O NON STALLO CI RIVEDREMO A ROMA “L'ipocrisia delle coscienze pulite” UN DIFFICILE VOTO INTELLIGENTE SALVAGENTE CINGHIALE CACCIA DIECI VOLTE MENO PERICOLOSA DI QUALSIASI ALTRA ATTIVITA' ZONE UMIDE: CHI PAGA? Lepri e lepraioli QUESTA SI CHE E' UN'AGENDA SPENDING REVIEW E CERTEZZA DELLE REGOLE La Caccia, il futuro è nei giovani – Un regalo sotto l’albero A SCUOLA NON S'INVECCHIA I nuovi cacciatori li vogliamo così NEORURALI DE NOANTRI FRANCIA MON AMOUR LA CACCIA E' GREEN? Stupidità... stasera che si fa? NUOVA LINFA PER LA CACCIA TERRA INCOGNITA L’Italia a cui vorrei fosse affidata la caccia La marcia in più della selvaggina EPPUR SI MUOVE COLLARI ELETTRICI: LECITI O ILLECITI? DIVERSA OPINIONE IN PRIMA PERSONA PER DIFENDERE IL PATRIMONIO NATURALE Opinioni fuori dal coro - VACCI TU A MANNAIL!!! A CACCIA A CACCIA!!! PROVOCAZIONI Estate di fuoco MISTIFICAZIONI SICUREZZA A CACCIA, PRIMA DI TUTTO Sostenibili e consapevoli! COLPI DI SOLE COLPI DI CALORE Aiutati che il Ciel ti aiuta! Insieme saremo Forti! TECNOCRATI? NO ESPERIENTI LA RICERCA DIMENTICATA PARCHI: RIFORMA-LAMPO DE CHE'! Orgoglio di contadino Campagna o città? CACCIA: UNA RISORSA PER TUTTI. PRENDIAMO ESEMPIO DAGLI ALTRI CALENDARI VENATORI CON LEGGE REGIONALE: UN'OPINIONE CHE FA RIFLETTERE CONFRONTO FRA GENERAZIONI LA CACCIA CHE SI RESPIRA Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute GLI SMEMORATI DI COLLEGNO MUFLONE E CAPRIOLO IN ASPROMONTE: un sogno o una possibile realtà? Piemonte: Salta il camoscio/tuona la valanga... DELLE COSE DELLA NATURA Cultura Rurale: una soluzione per far ripartire l'Italia Il nodo delle specie aliene che fa capitolare gli ambientalisti LA CACCIA NELLA STORIA, PASSIONE E NECESSITÀ PAC IN TERRIS UCCELLI D'EUROPA GIRA GIRA..... STORIA SEMPLICE DI UNA CACCIATRICE LAMENTO DI UN GIOVANE ERRANTE PER LA CAMPAGNA TOCCA A NOI! CRISI. SOLUZIONE ALLA GRILLO IL SENSO DELLA CACCIA DI SILVIA VERITA' E CERTEZZA DEL DIRITTO PROCEDURE D’INFRAZIONE E DEROGHE: UN CONTRIBUTO ALLA CHIAREZZA BECCACCE DI BEFANA CACCIA, FASE DUE PROVOCAZIONI DI FINE D’ANNO RICERCA RICERCA SPIGOLATURE DI NATALE Dai pomodori alle lampadine LA RUMBA DEL CINGHIALONE NON ERA AMORE Finalmente autunno Il paradosso dell'Ispra IL PIANETA DEI CACCIATORI Le caste animali A CACCIA ANCHE DOMANI A CACCIA SI, MA DOVE? ORGOGLIO DI CACCIATORE Per il nostro futuro copiamo dai colleghi europei FINALMENTE A CACCIA APRE LA CACCIA! Amico cacciatore, guarda e passa Riforma sui Parchi in arrivo? E i cuccioli umani? MEDITATE, AMBIENTALISTI, MEDITATE LA FARSA DEI CALENDARI Armi, la civiltà fa la differenza Il Pointer e la caccia Col cane dalla notte dei tempi Contarli, certo, ma come? Questa è una passione! IL PENTOLONE LA LOGICA DELLA PICCOLA QUANTITA' SOLDI E AMBIENTE. DIECI DOMANDE NON SOLO STORNO QUEL CHE RESTA DELLA CACCIA AGLI ACQUATICI La lezione di Rocchetta di Vara BASTA CON LA STERPAZZOLA CON LO SCAPPELLAMENTO A DESTRA MIGRATORI TRADITI CORONA L'ERETICO Cacciatori e Agricoltori, due facce della stessa medaglia Deroghe: non è una missione impossibile AMBIENTALISMO E' CULTURA RURALE Sei il mio cane ALLE RADICI DELLA CACCIA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL’UOMO: IMPORTANTE SENTENZA A FAVORE DELLA CACCIA COME DIREBBE LO STORNO, DEL DOMAN NON V'E' CERTEZZA... BOCCONCINI PRIMAVERA CACCIA, PASSIONE, POCHE CHIACCHIERE COMUNITARIA: RIMEDIARE AL PASTICCIO QUESTIONE DI CALENDARIO LA BAMBINA CHE SOGNAVA LA CACCIA PRENDIAMO IL MEGLIO BELLEZZA E AMBIENTE. LA NOSTRA RICCHEZZA TUTTI A TAVOLA RIFLETTERE MA ALLO STESSO TEMPO AGIRE LA CACCIA SERVE. ECCOME! METTI UNA SERA A CENA Urbanismo e Wilderness: un confronto impari CONFESSIONI DI UNA TIRATRICE DI SKEET GIOVANI, GIOVANI E ANCORA GIOVANI IL CAPRIOLO POLITICO NO - Per una visione storicistica della caccia in Italia Accade solo in Italia? L’ambientalismo tra ecologia profonda e profonda ignoranza FRA STORIA E ATTUALITA' Non sono cacciatore ma la selvaggina fa bene. Intervista a Filippo Ongaro “Solo” una passione Tra ideologia e strategia politica IL CATALOGO E' QUESTO TORNIAMO A SVOLGERE UN RACCONTO DA DONNA A DONNA: IL MALE DEL TURISMO. Lettera aperta di Lara Leporatti al Ministro Brambilla Italiani ignoranti della caccia CACCE TIPICHE E VITA IN CAMPAGNA Ed il giorno arriva DEROGHE E CACCIA ALLA MIGRATORIA: DA RISOLVERE. UNA VOLTA PER TUTTE! PRE-APERTURA DI CREDITO Domani sarà un altro giorno MIGRATORIA E SELEZIONE Alcune riflessioni sulla caccia in Italia Divagazioni per una rivoluzione culturale La senatrice Adamo va alla guerra PERCHE’ NON SCENDI, PERCHE’ NON RISTAI? ( versi di G. Carducci) Calendari venatori. Le bugie degli ambientalisti Un'arte chiamata caccia AREZZO SCONFESSA LA BRAMBILLA Animalismi e solitudini In un vecchio armadio STAGIONE VECCHIA NON FA BUON BRODO Belli, matti ed inguaribili SIAMO LIGURI! Ieri, mille anni fa, io caccio Cosa mangiano gli animali degli animalisti? SCIENZA, CONOSCENZA, CULTURA C'ERA UNA VOLTA UNA SCIMMIA MOVIMENTO STATICO, ANZI NO, REGRESSIVO ORSI. COMUNITARIA. PROVVEDIMENTO ZOPPO MA CON SICURO VALORE SIMBOLICO Aerei e trasporto munizioni - La situazione della caccia oggi: “Io speriamo che me la cavo” ALL'ARIA APERTA! Contro ogni tentazione. PORTIAMOLI A CACCIA IPSOS FACTO! DIAMOCI DEL NOI IN FINLANDIA SI', CHE VANNO A CACCIA! RIFLESSIONI DI UN PEONE IL PAESE PIU' STRANO DEL MONDO Fuoco Amico PER UNA CULTURA RURALE. MEGLIO: PER UNA CULTURA DELLA CACCIA CHE AFFONDA LE SUE RADICI NELLA TRADIZIONE RURALE E Jules Verne diventò anticaccia CULTURA RURALE E CULTURA URBANA A CONFRONTO L'Enpa insulta i cacciatori SELVAGGINA IN AIUTO DELL’ECONOMIA America: un continente di vita selvaggia LA LIBERTA’ DI STARE INSIEME A chi giova la selezione LA CACCIA COME LA NUTELLA? LUPO, CHI SEI? Le fonti energetiche del futuro: nucleare si o no? TOSCANA: ARRIVA LA NUOVA LEGGE A caccia con L'arco... A caccia con la storia... Interpretazioni e commenti di nuova concezione 10 domande ai detrattori della caccia IL BRIVIDO CHE CERCHIAMO La caccia come antidoto alla catastrofe climatica Per una educazione alla natura E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA IL CAPRIOLO MANNARO CONSIDERAZIONI E PROPOSTE PER IL FUTURO DELLA CACCIA IN ITALIA Caccia - anticaccia: alla ricerca della ragione perduta Allarmismo e vecchi trucchetti Ancora Tozzi ? REALISMO, PRIMA DI TUTTO Le invasioni barbariche APERTURA E DOPO. COSA COME QUANDO Piombo e No Toxic: serve un nuovo materiale per le cartucce destinate agli acquatici Di altro dovremmo arrabbiarci I GIOVANI E IL NUOVO AMBIENTALISMO Cinofili, cinologi e cinotecnici Un rinascimento ambientale è possibile Gelosi e orgogliosi delle nostre tradizioni LA CACCIA SALVATA DALLE DONNE? Nuovo catalogo BigHunter 2009 – 2010: un omaggio all' Ars Venandi Tutto e il contrario di tutto DALL'OLIO: UNITA' VO' CERCANDO... IL VECCHIO CANE: RICORDIAMOCI DI TUTTE LE GIOIE CHE CI HA DONATO La voce dei protagonisti sui cinghiali a Genova Tutti insieme... magicamente Ambiente: una speranza nella caccia SOLO SU BIG HUNTER: DALL’OLIO, PRIMA INTERVISTA La Caccia ha bisogno di uomini che si impegnano LA COMUNICAZIONE NON E' COME TIRARE A UN TORDO Il capanno: tra architettura rurale e passione infinita DONNE ...DU DU DU... DI-DI-DI I..... IN CERCA DI DIANA EUROPA EUROPA VICINI ALLA VERITA' Beccaccia sostenibile CACCIA E SOCIETA' Wilbur Smith, scrittore da best seller innamorato della caccia BAGGIO, CON LA CACCIA DALL’ETA’ DI CINQUE ANNI PARLAMENTO EUROPEO - Fai sottoscrivere un impegno per la caccia al tuo candidato CACCIA ALL'ORSI ORGOGLIOSI DI ESSERE CACCIATORI UN DOCUMENTARIO SENZA SORPRESE, ALMENO PER I CACCIATORI Ridiamo il giusto orgoglio al cacciatore moderno e consapevole Il cane con il proprio olfatto è il vero ausiliare dell'uomo, anche oltre la caccia. 157: PENSIERI E PAROLE MA COS'E' QUESTA CACCIA? 157 CACCIA: LA SINTESI ORSI E' UNA BOZZA DI DISCUSSIONE MIGLIORARE LE RAZZE? SI PUO’ FARE CINGHIALI CHE PASSIONE La cultura cinofila ATC DIAMOCI DA FARE Il vitello che mangi non è morto d'infarto! Ripensare la caccia? PER UN FUTURO DELLA CACCIA QUANTO CI COSTI, BELLA TOPOLONA PUCCINI CACCIATORE E AMBIENTALISTA ANTE - LITTERAM Un nuovo corso per gli ungulati Siamo noi le Giubbe Verdi Ruralità e caccia fra cultura, tradizione ed economia Rilanciamo il consumo alimentare della selvaggina La caccia secondo Giuliano, umorista de La Repubblica Questa è la caccia Il cane oggetto: attenzione alla pericolosa tendenza della civiltà dei consumi La cinegetica e la caccia col cane Gestione e tradizione BASTA TESSERE AMAR...TORD E il beccafico perse la via del nord Dimostriamo credibilità Apertura passione serenità editoriale - Fucili italiani come le ferrari Orgoglio di Cacciatore I Tordi e le Beccacce La Caccia è Rock

Editoriale

Tipi di comunicazione: C'E' MURO E MURO


lunedì 7 ottobre 2013
    
L'avevo detto che ne avremmo riparlato. Appena un paio di settimane fa, o tre, salvo il vero, in quelle note "Sprazzi di sereno", che molti di voi avranno letto su questo portale. Non pensavo di farlo così presto, sono così pigro, ormai, ma la sollecitazione di un simpatico bretoncino, così si firma in un post che la redazione di Bighunter mi trasmette, mi incalza a scriverne di nuovo, e più o meno, subito!

Niente di male. L'avevo detto, perchè pensavo, e lo ribadisco,  che "con una azione di comunicazione più attenta, più ordinata, più costante, complessa e articolata, si riesce a trasmettere segnali rassicuranti e positivi nei confronti di un'opinione pubblica che per troppo tempo è rimasta in balia delle frange più integraliste di quella fauna pittoresca ma sempre più pericolosa che va sotto la generica definizione di animalisti. Alimentata ad arte, oggi, per questioni di cassetta, anche da quelle componenti ecologiste che fallite storicamente cercano di salvare la pelle scadendo nella più turpe demagogia". E, in sostanza, concludevo, con una nota autobiografica, che la campagna promozionale di Federcaccia Toscana, ripresa con grandissimo successo quest'anno con le ironiche ma caustiche vignette di Giuliano, può essere un modo azzeccato di comunicare con un pubblico distratto.

E qui s'innesta bretoncino, che mi rimprovera, bonariamente s'intende, di aver dato troppo valore ai contenuti di questa campagna, che invece, secondo il suo parere, "si caratterizzava per un messaggio che, seppur ironico, era fondamentalmente chiuso e autocelebrativo." Anche se, aggiungeva subito dopo il simpatico piccolo fermatore, si può capire che "questo è il primo istinto che viene quando un'intera categoria come la nostra è posta violentemente sotto attacco. Ma proprio in questi casi vale moltissimo il famoso proverbio che "la miglior difesa è l'attacco", ovvero, in questo caso, quella della generosità, dell'apertura e della sfida senza reti di protezione".

Okkey. Rispetto tutte le opinioni, ci mancherebbe, e le apprezzo, soprattutto se - come questa, di bretoncino - hanno come obiettivo lo stesso di tutti noi, che è quello di darsi da fare per uscire da quell'angolino sempre più stretto e sempre più buio, che ci stanno confezionando - spero senza riuscirci - i nostri storici e nuovi detrattori.

Il privilegio che mi consente di riparlarne attraverso le pagine (oggi lo  chiamano wall, muro, è cosi?) di questo portale offre a tutti l'opportunità di dire la propria. E questa è una grande cosa.

Ma vediamo, insomma. Partendo proprio dalle vignette toscane. Non dimenticando, soprattutto, che erano state confezionate, nella libera interpretazione del noto principe della satira, tenendo conto del contesto territoriale, del dibattito che in quel territorio anche in questo periodo si sta evolvendo, dello specifico obiettivo che nel periodo della campagna mirava a richiamare l'attenzione dei cacciatori toscani a mettere al bando polemiche e malumori, per prepararsi di nuovo alla nuova stagione di caccia, rispondendo così al latente problema della...."crisi delle vocazioni". Qualcuno vi può anche leggere uno spiccato invito al tesseramento con l'associazione che l'ha promossa, del tutto legittimo, del resto, ma personalmente invito tutti a valutarne anche e soprattutto l'impatto mediatico sui distratti cittadini toscani. Che,  ricordiamolo, non corrispondono per niente all'immagine che ce ne vorrebbero dare la Brambilla e gli anticaccia più sfegatati, e anche qualche trinariciuto senese, che non ha ancora capito una mazza. No, sono, i nostri concittadini, molto più semplicemente, distratti, disinteressati. E se gli propini balle, più per liberarsi di te, che per convinzione, ti dicono che hai ragione. L'indagine di Finzi lo mette bene in evidenza, questo. O almeno mi pare.

Le vignette toscane (nell'ordine, come le raccolgo dal sito di Federcacciatoscana.it).

1) La Dieta. Problema che riguarda tantissimi dei nostri compatrioti, soprattutto bambini, che a suon di merendine "ecological-correct" soffrono quanto meno di sovrappeso. L'esile setterino rappresentato, in gran forma, spiega al suo compare, seduto, bolso, e dal mantello a pois rossi che lo fanno sembrare proprio malato, che il suo segreto non è la palestra (ormai destinazione finale di tanti  naturalisti di maniera), ma...la caccia. messaggio, a mio avviso, chiaro, chiarissimo, alla gente comune, più che ai cacciatori, che comunque è bene che si ricordino che la loro attività fa anche bene alla salute.
 

2) La caccia è con gli agricoltori. Mi pare che sia il tormentone, non solo in Toscana, che ormai ci perseguita in tutto il paese. Abbiamo ormai più cinghiali, caprioli cervi e daini, ma anche volpi e...lupi (e piccioni, e nutrie, e cornacchie, e storni) che in una tenuta del Devonshire (Uomo-Lupo compreso). Anche questo, mi pare un monito alla gente distratta, perchè capisca che se non ci sono i cacciatori ad impegnarsi, a schifìo finisce, altro che chiacchiere! Le vigne del Chianti, i boschi dell'Appennino Tosco-Emiliano non ne possono più. E' quasi una calamità. Frutto a mio avviso dell'inconsulta gestione ecologista delle aree protette, che, se ci fossero gli americani a governarci, le avrebbero aperte alla caccia e a i cacciatori da mo'. Tanto che, in Parlamento, le larghe intese le stanno praticando soprattutto per trovare una soluzione a questo disastro. Anche se, fin che ci sarà la Brambilla, e qualche suo ormai sparuto esegeta, sarà difficile che la spuntino.   

3) La caccia...a tavola mette tutti d'accordo. Beh, anche questo i cacciatori lo sanno. Ma lo sanno soprattutto, anche se non fa male ricordarlo, tutti quelli che ci apprezzano non per la nostra passione - magari ci snobbano, magari ci contestano - ma quando si trovano davanti a un bel piatto di pappardelle alla lepre o a un prosciuttino di cinghiale o di cervo. Anni fa, avevo un amico, un po' radical chic, anticaccia, che si faceva delle abbuffate di arrosto girato di allodole o di beccacce al crostone.... Più lo invitavo, e meno protestava contro la caccia...


4) La caccia...nata con l'uomo. L'ironia che fa riflettere sulla prima "cacciata", fatta proprio da Lui, il Padreterno, nella sua simpaticissima demenzialità, se da una parte vuol richiamare i cacciatori all'orgoglio di sentirsi..."a sua immagine e somiglianza", come dice la Bibbia,dall'altra - sono convinto -  fa sorridere il passante che legge e capisce che la battuta, per niente blasfema, offre l'interpretazione più schietta del momento in cui l'uomo, assaporando il frutto della conoscenza, divenne veramente uomo, libero di scegliere il proprio destino di...cacciatore. Come dire che la caccia - nel momento in cui lo impegnò ad aguzzare l'ingegno, riflettere sulle strategie, mettersi insieme, trasmettersi anche con i graffiti le esperienze di caccia -  affrancò l'uomo dalla bestia. (Nota: non datemi dell'esagerato. Anch'io mi chiamo Giuliano. "Guido!...si fa per ragionare"... come direbbe Benigni).

5) A caccia...Passione e ironia. Ecco, questa si, che potrebbe essere un po' la vignetta-guida della serie, può essere considerata "autocelebrativa", come argomenta bretoncino, ma - lasciatemi dire, richiamandomi alla sopracitata indagine di Finzi - noi cacciatori siamo anche un po' autoironici, ci piace prenderci in giro. Una padella è un'onta leggera, ma sempre un'onta. Perchè non dedicarla ai nostri antipatici avversari? Ai quali, l'avrete letto, non ha fatto granchè piacere, visto come si sono comportati in quel del grossetano, dove hanno imbrattato di epiteti fegatosi tutti i manifesti affissi sui...muri, nelle strade e nelle piazze.

Tuttavia, è bene chiarire che quando allora scrivevo che non mi farei scappare l'opportunità che abbiamo di godere del talento satirico di Giuliano, non intendevo dire che bisognava allargare l'orizzonte toscano a quello italiano con gli stesso argomenti. No. Una campagna di livello nazionale, urbi et orbi, "al colto e all'inclita", ha bisogno di ben altri contenuti. Lo so. Ma stavolta si è fatto tardi, ho già scritto troppo. Ne riparleremo. Se volete. Intanto datevi da fare. Suggerite anche voi qualcosa su cui Giuliano potrebbe riflettere e sbizzarrirsi.  Sennò, a che serve il muro, the wall?


Giuliano Incerpi
(o anche: Il Diversamente Giuliano)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Leggi altri Editoriali

17 commenti finora...

Re:Tipi di comunicazione: C'E' MURO E MURO

Hai ragione Pietro 2. Quelle all'onestà intellettuale sono le offese peggiori. Però non sono perseguibili per legge... va beh anche per le altre ci sono mille "se" e mille "ma£, comunque.... Forse presto leggerai due righe mie sulla questione "onestà intellettuale", in particolare riferita alla politica nostrana.

da Ezio 09/10/2013 8.41

Re:Tipi di comunicazione: C'E' MURO E MURO

Eh no caro Ezio,permettimi di essere in disaccordo con te.L'articolista una offesa l'ha fatta:quella alla capacità di chi la legge;resta adesso da capire se l'ha fatta volutamente o no(sarà scontato come la vedo io?).Perchè accomunare la caccia(e,quindi chi la pratica) con l'uccisione tramite arma di un animale(che piacere infinito cacciare la lince a capanno o con il cane,vero?Per non parlare della squisitezza di un capovaccaio ai ferri!)offende,io direi,l'intelligenza di persone che sanno di cosa si parli,ma,ancor più,l'onestà di coloro che ne sono all'oscuro.

da pietro 2 08/10/2013 22.15

Re:Tipi di comunicazione: C'E' MURO E MURO

Per quanto ho letto io non c'è stata offesa da parte della signora. Piuttosto ha citato casi di estinzioni o quasi di specie animali, peraltro mi pare abbia dimenticato il bisonte americano, attribuendole alla caccia. In realtà quelle sono state non cacce così come le intendiamo noi ma sfruttamento di risorse naturali a scopo di lucro. E' un po' come paragmnare la pesca industriale, che spesso depaupera i nostri mari, con la pesca sportiva. E questo glielo già fatto notare. A lei ed a quelli come lei.... disinformati che fanno disinformazione. http://www.ilgiornaledivicenza.it/stories/130_lettere/569881_molti_animali_estinti_per_colpa_dei_cacciatori/

da Ezio 08/10/2013 17.59

Re:Tipi di comunicazione: C'E' MURO E MURO

Faccio io un suggerimento. Un argomento su cui si dibatte, fra i tanti, è quello dell'inutilità della caccia. Oggi - dicono - non si va più a caccia per mangiare, quindi...Ma fatemi il piacere. Si dimentica che la caccia, essendo un fenomeno popolare, che si svolge soprattutto in campagna, che interessa anche i pensionati, quelli con la pensione al minimo, hanno mai fatto i conti i soloni animalisti a quante proteine animali (nobili, si diceva una volta) dovrebbero rinunciare quelli che non arrivano alla fine del mese?. Il cinghiale, per esempio, aldilà del richiamo ancestrale, che è forte, lo sapete quante bocche sfama? Senza contare che molte squadre di cinghialai donano la carne alle organizzazioni caritatevoli, agli ospizi, allestiscono cene di paese, per gli anziani, per i poveri. Chissa come la proporrebbe Giuliano questa questione.

da remo G. 08/10/2013 17.32

Re:Tipi di comunicazione: C'E' MURO E MURO

Porgo le scuse per il lapsus calami della doppia consonante a Marracci.Caro Freccia,come già è stato scritto e da altri ampiamente dimostrato con i fatti,alla disonestà intellettuale non si può porvi rimedio,altrimenti molti anticaccia(ovvio mi riferisca agli adulti),sarebbero in grado di spiegare come i loro ragionamenti dovrebbero avere valenza nei confronti 1)di tutte quelle specie in diminuzione costante di numero non oggetto di caccia e di quelle che inesorabilmente continuino a scemare ANCHE all'interno delle aree dove l'attività venatoria non ci sia;2)lo stato di salute,con relativo aumento numerico, di specie la cui caccia,al contrario,è permessa!Premetto che questi stati sono certificati da un ente pubblico(cosa che ,l'articolista,sembra aver "involontariamente"dimenticato per concentrarsi sull'ibis).

da pietro 2 08/10/2013 11.51

Re:Tipi di comunicazione: C'E' MURO E MURO

pietro 2: Aahuuuu ahhhuuuuuuuu aaahuuuuuuuuuu http://goo.gl/TTJC0i

da 7r 08/10/2013 11.36

Re:Tipi di comunicazione: C'E' MURO E MURO

E poi ecco qui di seguito una notizia davvero al limite della massima disinformazione: http://www.ilgiornaledivicenza.it/stories/130_lettere/569881_molti_animali_estinti_per_colpa_dei_cacciatori/

da Freccia 08/10/2013 11.16

Re:Tipi di comunicazione: C'E' MURO E MURO

Vero.. verissimo.

da P.G. 08/10/2013 8.09

Re:Tipi di comunicazione: C'E' MURO E MURO

@P.G. e Maracci:una risposta si spreca per carità "sociale";due vogliono dire innalzare la stupidità a livello di difetto!Non vi sembra un onore?

da pietro 2 08/10/2013 7.50

Re:Tipi di comunicazione: C'E' MURO E MURO

Il 7 rimba perchè è questo che significa 7r probabilmente è sempre uno dei nostri amici che esaurito i commenti con un nick ha trovato con molta fantasia ma molta fantasia uno nuovo. Gli obesi o come dici tu quelli con la panza, se ti interessa saperlo in italia rappresentano oltre il 40% e l'allarme che questa situazione sta creando è molto forte perchè i rischi sono molteplici a livello di salute personale. Ora hai voluto fare lo spiritoso però ricorda che i cacciatori per 55 giorni l'anno ( è il limite massimo delle giornate a disposizione dell'attività venatoria.... lo so non lo sapevi)e tutte le volte che portano il cane nelle zone di addestramento un po di movimento lo fanno: Chiedi ai tuoi amici animalisti (se lo sei)che aspettano la morte davanti al computer quanto pesano, se hanno la panza e quale parte del corpo oltre le dita usano... le passeggiate a portare il loro animale castrato al parco non fanno testo.

da P.G. 07/10/2013 19.29

Re:Tipi di comunicazione: C'E' MURO E MURO

Ottima la campagna di Federcaccia toscana con le vignette di Giuliano, così come ottima la disquisizione dell'altro Giuliano già direttore di Diana... Quanto tutto ciò abbia colpito nel segno, lo dimostra oltre alle citate reazioni scomposte sui muri del grossetano, anche il sopra riportato commento tra il patetico e lo smarrito di 7r... Avanti così e si riprenda coraggio avvalendosi di professionisti, saranno sempre denari ben spesi!

da Massimo Marracci 07/10/2013 18.10

Re:Tipi di comunicazione: C'E' MURO E MURO

Certo pietro2, e magari quella è proprio la stessa luna a cui ululi continuamente tu! Come sempre no?

da 7r 07/10/2013 13.41

Re:Tipi di comunicazione: C'E' MURO E MURO

Statistiche vogliono che fra i cacciatori si registri un alta longevità. Poi, fate voi. I nostri giovani, rispetto ai merendinari obesi, mangiano pane e salame, sono temprati nel fisico e - pensa un po' - imparano a vivere e a comportarsi da persone serie fra persone serie. Qualcuno dimentica che per andare a caccia bisogna essere incensurati. Vuoi mettere poi la differenza che c'è fra chi all'alba è in cima a un poggio e chi, purtroppo per lui, deve ancora smaltire una ciucca?

da Berto M. 07/10/2013 11.27

Re:Tipi di comunicazione: C'E' MURO E MURO

Statistiche vogliono che fra i cacciatori si registri un alta longevità. Poi, fate voi. I nostri giovani, rispetto ai merendinari obesi, mangiano pane e salame, sono temprati nel fisico e - pensa un po' - imparano a vivere e a comportarsi da persone serie fra persone serie. Qualcuno dimentica che per andare a caccia bisogna essere incensurati. Vuoi mettere poi la differenza che c'è fra chi all'alba è in cima a un poggio e chi, purtroppo per lui, deve ancora smaltire una ciucca?

da Berto M. 07/10/2013 11.27

Re:Tipi di comunicazione: C'E' MURO E MURO

Fortunatamente per Incerpi e per tutti noi cacciatori,le conferme di molti "livelli"intellettivi si autocelebrano "sua sponte2(da sole)!Primo commento all'articolo!Grande 7 r!Guarda che la luce che vedi dalla trasparenza dell'unghia dell'indice è la luna!Come sempre no?

da pietro 2 07/10/2013 11.21

Re:Tipi di comunicazione: C'E' MURO E MURO

Sì. forse, ma lo dice nell'articolo che ""gli altri "" hanno la tartaruga sul ventre perche annoiati si dannano ad alzare pesi al chiuso. Salvo poi dichiararsi malati sul lavoro denunciando un bel mal di schiena .....I panzoni , invece non appaiono nella vignetta, ma sono liberi di far viaggiare fantasia e cuore ,laddove ""gli altri "" a poco riescono .

da Renzo 07/10/2013 10.35

Re:Tipi di comunicazione: C'E' MURO E MURO

In merito alla prima vignetta, ma non vi siete chiesti come mai il vignettista ha dovuto mettere come protagonisti i CANI anzichè i CACCIATORI stessi? Ovvio che con le panza che buona parte dei cacciatori si ritrova, rappresentando i cacciatori in forma e far dire certe cose a loro (anzichè ai loro cani), più satirico sarebbe stato ridicolo.

da 7r 07/10/2013 10.03