HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | Foto | I Video | Sondaggi | Quiz | Forum | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Downloads | Fresco di Stampa | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani |
  Cerca
ANCH'IO CACCIO MIGRATORIA, MA DI CHI? Biodiversità e specie opportuniste: l'esempio francese REWILDING ECONOMY – IL PASSATO PROSSIMO VENTURO Lasciate la carne ai bambini Uccellacci e uccellini, chi ce la fa e chi.... CINGHIALI D'UNA VOLTA DATEMI UN'APP, SOLLEVERO' L'ISPRA MONTAGNA, 22 ANNI DOPO Elegia per un vecchio signore LA GRANDE BUFALA Animali & Co: un problema di comunicazione LUPO O CINGHIALE? Papa Francesco: gli animali dopo l'uomo Le allodole, mia nonna e le vecchiette La caccia e gli chef UNGULATI CHE PASSIONE PARCHI E AREE PROTETTE: ECCO LA FRANCIA Le beccacce e il lupo QUESTIONE DI PROSPETTIVA La cinofilia ufficiale. Parte seconda con scuse PROBLEMA LUPO Bisturi facili. Cuccioli? No grazie Perché ho scelto il setter inglese? Galletti fa mea culpa Questa è la cinofilia ufficiale C'era una volta il cinghiale Bracconieri di speranze Gip, amor di cacciatore. Il piccolo francese SAVETHEHUNTERS, MATTEO TROMBONI SFIATATI I sistemi elettronici di addestramento GUANO CAPITALE In principio era una Dea C'era una volta l'orso bianco che campava di caramelle UNA TERRA DIVERSA MEMORIE. Da regina a regina informAZione? Iniziazione del cucciolone UNIONE AL PALO? LA PARABOLA DI CECIL CROCCHETTE VEGANE L'ecoturismo fa danni ALLODOLE PER SEMPRE TRUE LIES CI SIAMO? Natura. Madre o matrigna? LA CACCIA, PROTAGONISTA INCONFESSATA DI EXPO UN’APERTURA DA FAVOLA I cuccioli di oggi MACCHE' PREAPERTURA CACCIA, PROVE E VARIA UMANITA' Emergenza cinghiali ovvero: la sagra delle chiacchiere FORMAZIONE, FORMAZIONE! I cani da ferma oggi Arlecchino o Pinocchio? LA SANZIONE DELLA VERGOGNA Prima informarsi, poi farsi un'opinione Effetto Flegetonte Il cane domestico (maschio) Il valore della caccia Chi è diavolo, chi acquasanta? CANDIDATI ECCELLENTI PUBBLICO O PRIVATO? LA FRANCIA E I MINORI A CACCIA REGIONALI 2015: SCEGLIAMO I NOSTRI CANDIDATI Caccia vissuta “Se questa è etica” QUANDO GLI AMBIENTALISTI CADONO DAL PERO Le contraddizioni dell'Expo QUESTIONE DI CORPO L'ultimo lupo e l'ignoranza dei nostri soloni Calendari venatori: si riparte DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO LUCI E OMBRE DI UN PROGETTO CANE DA FERMA: ADDESTRIAMOLO PURE, MA CON GIUDIZIO CHIUSO UN CICLO... A patti col diavolo... e poi? BIGHUNTER'S HEROES: LE MAGNIFICHE CACCE DI LORENZO MISTERI DELLA TELE CANI E BECCACCE: UN RAPPORTO DIFFICILE E' IL TORDO CHE TARDA. MA GALLETTI NON LO SA Tordi e beccacce tra le grinfie della politica Donne cacciatrici piene di fascino predatorio Italiani confusi su caccia e selvaggina Storia di una particella cosmica Vegani per moda Anime e animali MUSICA E NUVOLE L'uomo è cacciatore: parola di Wilbur Smith CHI LA VUOLE COTTA, E CHI.... Nutria: un caso tutto italiano - un problema e una risorsa ZIZZAGA, GALLETTI, ZIZZAGA! E se anche le piante provassero dolore? PASSO O NON PASSO, QUESTO E' IL DILEMMA Momenti che non voglio scordare Anticaccia? Parliamone CACCIATRICI SI NASCE. UN'APERTURA AL TEMPO DELLE MELE CATIA E LA PRIMA ESPERIENZA CHIARI AVVERTIMENTI PIU' VIVA E PIU' AMATA ECCE CANEM DE ANIMALISTIBUS ovvero DEGLI ANIMALISTI IL CATALOGO E' QUESTO.... CINOFILIA E CINOTECNIA QUALCHE SASSO IN PICCIONAIA ISPRA. UN INDOVINO MI DISSE... MIGRATORI D'EUROPA L'ipocrisia anticaccia fomenta il bracconaggio MIGRATORISTI GRANDE RISORSA Fauna ungulata e vincolismo ambientale Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO Ai luoghi comuni sulla caccia DIAMOCI UN TAGLIO SPENDING REVIEW, OVVERO ABBATTIAMO GLI SPRECHI DOPO LE EUROPEE: VECCHI PROBLEMI PER NUOVE PROSPETTIVE Biodiversità: difendetela dagli ambientalisti GUARIRE DALLA ZAMBILLA Le specie invasive ci libereranno dall'animalismo EUROPEE: SCEGLIAMOLI BENE La rivoluzione verde è nel piatto La caccia al tempo di Facebook SOSTIENE PUTTINI: Pensieri e sogni di un addestratore cinofilo a riposo COSE SAGGE E MERAVIGLIOSE AMBIENTE: OCCHIO AL GATTOPARDO C'ERO UNA VOLTA ALL'EXA QUESTA E' LA CACCIA! EUROPA AL RISVEGLIO TOPI EROI PER I BAMBINI DELLA BRAMBILLA CACCIA LAZIO: quali certezze? ISPRA, I CALENDARI QUESTI SCONOSCIUTI UNITI PER LA BIODIVERSITÀ E LA CACCIA SOSTENIBILE LO DICO COL CUORE IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E' I veri volontari dell'ambiente DIAMOGLI CREDITO PROMOZIONE GRATUITA PENSIERINI DEL DOPO EPIFANIA Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse Anche National Geographic America conquistato dalle cacciatrici Più valore alla selvaggina e alla caccia Il cinghiale di Colombo Porto di fucile - NON C'E' MALE! PAC & CACCIA LILITH - LA CACCIA E' NATURALE Effetto protezionismo Ispra: il caso beccaccia Il grande bluff dei ricorsi anticaccia COME FARE COSA FARE Supermarket society Romantica Tipi di comunicazione: C'E' MURO E MURO Ambientalisti sveglia! Crisi e Parchi, è l'ora di scelte coraggiose SPRAZZI DI SERENO POINTER E NON PIU' SOGNO DI CACCIATORE UN CLICK E SEI A CACCIA FINALMENTE SI SCENDE IN CAMPO RIPRENDIAMOCI LA NOSTRA DIGNITA' DI CACCIATORI LA FAUNA SELVATICA: COME UN GRANDE CARTOON ALLA FIERA DELL'EST VOGLIO UNA CLASSE DIRIGENTE MODERNA IL NUOVO PARTITO DEI VECCHI TROMBATI “Caccia è cultura, amore e tradizione” L'assurda battaglia al contenimento faunistico CACCIA PERMANENTE CACCIATORI DIVISI Partiamo dalla Toscana ITALIA: un paese senza identità. Nemmeno per la caccia C’ERA UNA VOLTA… I cacciatori nel regno delle eterne emergenze Gli ambientalisti e la trave nell'occhio Addio alle rondini? L’Europa “boccia” l’articolo 842 (e la gestione faunistica di Stato) ITALIA TERRA DI SANTI, POETI... SAGGI..... SUCCEDE ANCHE QUESTO BASTA ASINI AMBIENTALISMO DA SALOTTO E CONTROLLO DELLA FAUNA Siamo tutti figli di Diana TOSCANA: ALLEVAMENTO DI UNGULATI A CIELO APERTO ALLARME DANNI DANNI FAUNA SELVATICA: Chi rompe paga… STALLO O NON STALLO CI RIVEDREMO A ROMA “L'ipocrisia delle coscienze pulite” UN DIFFICILE VOTO INTELLIGENTE SALVAGENTE CINGHIALE CACCIA DIECI VOLTE MENO PERICOLOSA DI QUALSIASI ALTRA ATTIVITA' ZONE UMIDE: CHI PAGA? Lepri e lepraioli QUESTA SI CHE E' UN'AGENDA SPENDING REVIEW E CERTEZZA DELLE REGOLE La Caccia, il futuro è nei giovani – Un regalo sotto l’albero A SCUOLA NON S'INVECCHIA I nuovi cacciatori li vogliamo così NEORURALI DE NOANTRI FRANCIA MON AMOUR LA CACCIA E' GREEN? Stupidità... stasera che si fa? NUOVA LINFA PER LA CACCIA TERRA INCOGNITA L’Italia a cui vorrei fosse affidata la caccia La marcia in più della selvaggina EPPUR SI MUOVE COLLARI ELETTRICI: LECITI O ILLECITI? DIVERSA OPINIONE IN PRIMA PERSONA PER DIFENDERE IL PATRIMONIO NATURALE Opinioni fuori dal coro - VACCI TU A MANNAIL!!! A CACCIA A CACCIA!!! PROVOCAZIONI Estate di fuoco MISTIFICAZIONI SICUREZZA A CACCIA, PRIMA DI TUTTO Sostenibili e consapevoli! COLPI DI SOLE COLPI DI CALORE Aiutati che il Ciel ti aiuta! Insieme saremo Forti! TECNOCRATI? NO ESPERIENTI LA RICERCA DIMENTICATA PARCHI: RIFORMA-LAMPO DE CHE'! Orgoglio di contadino Campagna o città? CACCIA: UNA RISORSA PER TUTTI. PRENDIAMO ESEMPIO DAGLI ALTRI CALENDARI VENATORI CON LEGGE REGIONALE: UN'OPINIONE CHE FA RIFLETTERE CONFRONTO FRA GENERAZIONI LA CACCIA CHE SI RESPIRA Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute GLI SMEMORATI DI COLLEGNO MUFLONE E CAPRIOLO IN ASPROMONTE: un sogno o una possibile realtà? Piemonte: Salta il camoscio/tuona la valanga... DELLE COSE DELLA NATURA Cultura Rurale: una soluzione per far ripartire l'Italia Il nodo delle specie aliene che fa capitolare gli ambientalisti LA CACCIA NELLA STORIA, PASSIONE E NECESSITÀ PAC IN TERRIS UCCELLI D'EUROPA GIRA GIRA..... STORIA SEMPLICE DI UNA CACCIATRICE LAMENTO DI UN GIOVANE ERRANTE PER LA CAMPAGNA TOCCA A NOI! CRISI. SOLUZIONE ALLA GRILLO IL SENSO DELLA CACCIA DI SILVIA VERITA' E CERTEZZA DEL DIRITTO PROCEDURE D’INFRAZIONE E DEROGHE: UN CONTRIBUTO ALLA CHIAREZZA BECCACCE DI BEFANA CACCIA, FASE DUE PROVOCAZIONI DI FINE D’ANNO RICERCA RICERCA SPIGOLATURE DI NATALE Dai pomodori alle lampadine LA RUMBA DEL CINGHIALONE NON ERA AMORE Finalmente autunno Il paradosso dell'Ispra IL PIANETA DEI CACCIATORI Le caste animali A CACCIA ANCHE DOMANI A CACCIA SI, MA DOVE? ORGOGLIO DI CACCIATORE Per il nostro futuro copiamo dai colleghi europei FINALMENTE A CACCIA APRE LA CACCIA! Amico cacciatore, guarda e passa Riforma sui Parchi in arrivo? E i cuccioli umani? MEDITATE, AMBIENTALISTI, MEDITATE LA FARSA DEI CALENDARI Armi, la civiltà fa la differenza Il Pointer e la caccia Col cane dalla notte dei tempi Contarli, certo, ma come? Questa è una passione! IL PENTOLONE LA LOGICA DELLA PICCOLA QUANTITA' SOLDI E AMBIENTE. DIECI DOMANDE NON SOLO STORNO QUEL CHE RESTA DELLA CACCIA AGLI ACQUATICI La lezione di Rocchetta di Vara BASTA CON LA STERPAZZOLA CON LO SCAPPELLAMENTO A DESTRA MIGRATORI TRADITI CORONA L'ERETICO Cacciatori e Agricoltori, due facce della stessa medaglia Deroghe: non è una missione impossibile AMBIENTALISMO E' CULTURA RURALE Sei il mio cane ALLE RADICI DELLA CACCIA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL’UOMO: IMPORTANTE SENTENZA A FAVORE DELLA CACCIA COME DIREBBE LO STORNO, DEL DOMAN NON V'E' CERTEZZA... BOCCONCINI PRIMAVERA CACCIA, PASSIONE, POCHE CHIACCHIERE COMUNITARIA: RIMEDIARE AL PASTICCIO QUESTIONE DI CALENDARIO LA BAMBINA CHE SOGNAVA LA CACCIA PRENDIAMO IL MEGLIO BELLEZZA E AMBIENTE. LA NOSTRA RICCHEZZA TUTTI A TAVOLA RIFLETTERE MA ALLO STESSO TEMPO AGIRE LA CACCIA SERVE. ECCOME! METTI UNA SERA A CENA Urbanismo e Wilderness: un confronto impari CONFESSIONI DI UNA TIRATRICE DI SKEET GIOVANI, GIOVANI E ANCORA GIOVANI IL CAPRIOLO POLITICO NO - Per una visione storicistica della caccia in Italia Accade solo in Italia? L’ambientalismo tra ecologia profonda e profonda ignoranza FRA STORIA E ATTUALITA' Non sono cacciatore ma la selvaggina fa bene. Intervista a Filippo Ongaro “Solo” una passione Tra ideologia e strategia politica IL CATALOGO E' QUESTO TORNIAMO A SVOLGERE UN RACCONTO DA DONNA A DONNA: IL MALE DEL TURISMO. Lettera aperta di Lara Leporatti al Ministro Brambilla Italiani ignoranti della caccia CACCE TIPICHE E VITA IN CAMPAGNA Ed il giorno arriva DEROGHE E CACCIA ALLA MIGRATORIA: DA RISOLVERE. UNA VOLTA PER TUTTE! PRE-APERTURA DI CREDITO Domani sarà un altro giorno MIGRATORIA E SELEZIONE Alcune riflessioni sulla caccia in Italia Divagazioni per una rivoluzione culturale La senatrice Adamo va alla guerra PERCHE’ NON SCENDI, PERCHE’ NON RISTAI? ( versi di G. Carducci) Calendari venatori. Le bugie degli ambientalisti Un'arte chiamata caccia AREZZO SCONFESSA LA BRAMBILLA Animalismi e solitudini In un vecchio armadio STAGIONE VECCHIA NON FA BUON BRODO Belli, matti ed inguaribili SIAMO LIGURI! Ieri, mille anni fa, io caccio Cosa mangiano gli animali degli animalisti? SCIENZA, CONOSCENZA, CULTURA C'ERA UNA VOLTA UNA SCIMMIA MOVIMENTO STATICO, ANZI NO, REGRESSIVO ORSI. COMUNITARIA. PROVVEDIMENTO ZOPPO MA CON SICURO VALORE SIMBOLICO Aerei e trasporto munizioni - La situazione della caccia oggi: “Io speriamo che me la cavo” ALL'ARIA APERTA! Contro ogni tentazione. PORTIAMOLI A CACCIA IPSOS FACTO! DIAMOCI DEL NOI IN FINLANDIA SI', CHE VANNO A CACCIA! RIFLESSIONI DI UN PEONE IL PAESE PIU' STRANO DEL MONDO Fuoco Amico PER UNA CULTURA RURALE. MEGLIO: PER UNA CULTURA DELLA CACCIA CHE AFFONDA LE SUE RADICI NELLA TRADIZIONE RURALE E Jules Verne diventò anticaccia CULTURA RURALE E CULTURA URBANA A CONFRONTO L'Enpa insulta i cacciatori SELVAGGINA IN AIUTO DELL’ECONOMIA America: un continente di vita selvaggia LA LIBERTA’ DI STARE INSIEME A chi giova la selezione LA CACCIA COME LA NUTELLA? LUPO, CHI SEI? Le fonti energetiche del futuro: nucleare si o no? TOSCANA: ARRIVA LA NUOVA LEGGE A caccia con L'arco... A caccia con la storia... Interpretazioni e commenti di nuova concezione 10 domande ai detrattori della caccia IL BRIVIDO CHE CERCHIAMO La caccia come antidoto alla catastrofe climatica Per una educazione alla natura E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA IL CAPRIOLO MANNARO CONSIDERAZIONI E PROPOSTE PER IL FUTURO DELLA CACCIA IN ITALIA Caccia - anticaccia: alla ricerca della ragione perduta Allarmismo e vecchi trucchetti Ancora Tozzi ? REALISMO, PRIMA DI TUTTO Le invasioni barbariche APERTURA E DOPO. COSA COME QUANDO Piombo e No Toxic: serve un nuovo materiale per le cartucce destinate agli acquatici Di altro dovremmo arrabbiarci I GIOVANI E IL NUOVO AMBIENTALISMO Cinofili, cinologi e cinotecnici Un rinascimento ambientale è possibile Gelosi e orgogliosi delle nostre tradizioni LA CACCIA SALVATA DALLE DONNE? Nuovo catalogo BigHunter 2009 – 2010: un omaggio all' Ars Venandi Tutto e il contrario di tutto DALL'OLIO: UNITA' VO' CERCANDO... IL VECCHIO CANE: RICORDIAMOCI DI TUTTE LE GIOIE CHE CI HA DONATO La voce dei protagonisti sui cinghiali a Genova Tutti insieme... magicamente Ambiente: una speranza nella caccia SOLO SU BIG HUNTER: DALL’OLIO, PRIMA INTERVISTA La Caccia ha bisogno di uomini che si impegnano LA COMUNICAZIONE NON E' COME TIRARE A UN TORDO Il capanno: tra architettura rurale e passione infinita DONNE ...DU DU DU... DI-DI-DI I..... IN CERCA DI DIANA EUROPA EUROPA VICINI ALLA VERITA' Beccaccia sostenibile CACCIA E SOCIETA' Wilbur Smith, scrittore da best seller innamorato della caccia BAGGIO, CON LA CACCIA DALL’ETA’ DI CINQUE ANNI PARLAMENTO EUROPEO - Fai sottoscrivere un impegno per la caccia al tuo candidato CACCIA ALL'ORSI ORGOGLIOSI DI ESSERE CACCIATORI UN DOCUMENTARIO SENZA SORPRESE, ALMENO PER I CACCIATORI Ridiamo il giusto orgoglio al cacciatore moderno e consapevole Il cane con il proprio olfatto è il vero ausiliare dell'uomo, anche oltre la caccia. 157: PENSIERI E PAROLE MA COS'E' QUESTA CACCIA? 157 CACCIA: LA SINTESI ORSI E' UNA BOZZA DI DISCUSSIONE MIGLIORARE LE RAZZE? SI PUO’ FARE CINGHIALI CHE PASSIONE La cultura cinofila ATC DIAMOCI DA FARE Il vitello che mangi non è morto d'infarto! Ripensare la caccia? PER UN FUTURO DELLA CACCIA QUANTO CI COSTI, BELLA TOPOLONA PUCCINI CACCIATORE E AMBIENTALISTA ANTE - LITTERAM Un nuovo corso per gli ungulati Siamo noi le Giubbe Verdi Ruralità e caccia fra cultura, tradizione ed economia Rilanciamo il consumo alimentare della selvaggina La caccia secondo Giuliano, umorista de La Repubblica Questa è la caccia Il cane oggetto: attenzione alla pericolosa tendenza della civiltà dei consumi La cinegetica e la caccia col cane Gestione e tradizione BASTA TESSERE AMAR...TORD E il beccafico perse la via del nord Dimostriamo credibilità Apertura passione serenità editoriale - Fucili italiani come le ferrari Orgoglio di Cacciatore I Tordi e le Beccacce La Caccia è Rock

Editoriale

SAVETHEHUNTERS, MATTEO


lunedì 1 febbraio 2016
    

Matteo RenziIl vezzo tutto renziano, sia del premier sia del suo gigliomagico, peraltro allargato a stazzonati ministri ultrasessantenni, di utilizzare il criptico linguaggio di provenienza angloesotica, da bail-in a step-child-adoption, fino a job-act e... play-station, ci permette, anche a noi, di solito un po' più rustici, di richiamare con qualche neologismo la sua attenzione e della classe dirigente in genere, piuttosto distratta probabilmente perché indaffarata a recuperare una credibilità scaduta oltre ogni immaginazione (gli ultimi sondaggi relegano la fiducia nei partiti intorno al 3%), riguardo a un problema che dovrebbe comunque far riflettere.

Il fenomeno della caccia in Italia - sul quale, appunto, vorremmo che qualcuno dei nostri governanti si soffermasse - offre sicuramente diversi spunti di riflessione, sia dal punto di vista politico e sociale, sia dal punto di vista economico, altrettanto importante e collegato.
Soprattutto oggi, che le note ristrettezze impongono a chi ci governa una revisione della spesa, è peccaminoso buttare a mare risorse come quelle dei cacciatori che presidiano il territorio, lo gestiscono, lo curano amorevolmente, e in alcune aree del paese (Appennino) lo tengono seppur precariamente addirittura in vita. Una realtà misconosciuta, resa gratuitamente, che se fatta valutare da un'economista minimamente accorto metterebbe in evidenza  risparmi di tutto rispetto.

C'è poi il comparto delle eccellenze. Fucili da caccia e da tiro, soprattutto, che danno all'Italia una leadership indiscussa a livello mondiale, e qui chiunque può accedere ai dati economici, ma anche il settore della cinofila venatoria, in particolare per i cani da ferma, che c'invidiano in tutta Europa, per la messe infinita di riconoscimenti che i nostri allevatori e dresseur  riescono a conquistare.
Ma l'attenzione che vorremmo che i nostri eroi ponessero è sull'attività venatoria in sé e per sé. La caccia, si dice in genere, è un'attività residuale. Tanto residuale, ci permettiamo di far notare con  malcelato sarcasmo, che sul patrimonio faunistico di pregio, in particolare gli ungulati, ricchissimo e oggi anche problematico, cominciano a metter gli occhi pure le più varie e diverse categorie economiche. Gli agricoltori, prima di tutto e da molto tempo, ma anche coloro che commerciano in carni di pregio, i dietologi, i ristoratori. E questa è cosa nota, essendo l'argomento tutti i giorni agli onori della cronaca.

Quello invece che non si riesce ancora a percepire, è un gap (un divario) che la stragrande maggioranza degli osservatori ignora. Perché è vero, i dati, quelli ufficiali, ormai vecchi peraltro, registrano un calo costante delle licenze di caccia, che dal 1980, quando l'Istat ci segnalava più di un milione e settecentomila cacciatori attivi, a oggi sono calate ampiamente a meno della metà, a quanto si dice, ma a molti è passato inosservato un altro dato che ci perviene da una ricerca effettuata da Astra ricerche nel 2010 (e confermata nel 2013). E cioè che in Italia i cacciatori sono ancora all'incirca un milione. Il che significa che più di trecentomila  non risultano svolgere alcuna attività nel nostro paese. Preferendo quindi - è da presumere - spostarsi "armi e bagagli", oltre i confini nazionali.

E la ragione - lo rileviamo chiaramente dai dati statistici - è da ricercare nelle vicende di ormai una ventina di anni fa, a cavallo dei primi anni novanta, quando fummo colpiti dalla sciagura referendaria, che ci portò in regalo l'attuale legge 157/92. In quel periodo, nel giro di tre-quattro anni, il popolo dei cacciatori italiani perse un terzo dei propri membri. Scendendo rapidamente da circa un milione e mezzo di unità alle novecentomila licenze circa. Una vera e propria caporetto che ha fatto la fortuna dei paesi dell'est europeo in primo luogo, ma anche di un diffuso eldorado venatorio senza confini, dai paesi scandinavi al Nord e al Sudamerica, fino alle rustiche lande asiatiche; e al continente africano, ovviamente. Segno inconfondibile che la scelta italiana, imposta sull'onda di un mal digerito ecologismo di maniera che oggi mostra tutto il suo terrificante impatto sull'integrità dei nostri patrimoni naturali, fu una scelta scellerata. E continua ad essere tale, purtroppo - ce ne dà testimonianza tutti i giorni la venefica azione del Ministro Galletti, che crede ancora alle balle che gli raccontano certi infiltrati all'Ispra e a Bruxelles - a dispetto di quello che, appunto, oggi è sotto gli occhi di tutti.
 
Di fronte a questa realtà, ci fosse uno straccio di economista o di personalità politica che s'impegni a fare i conti di quanto in termini di risorse finanziarie abbiamo perso in questi venti anni!! E soprattutto di quanto potremmo recuperare se i nostri governanti affrontassero il problema caccia così come lo affrontano i nostri vicini di casa. Ma anche quelli che tanto vicini non sono. (Ad esempio: reinserire lo storno fra le specie cacciabili, farebbe risparmiare a Roma disagi e centinaia di migliaia di euro).

E per parlare a nuora perché suocera intenda, perché non cominciare - oggi che vanno forte i social tanto cari al nostro premier, che twitta (cinguetta) a ogni battito d'ala di farfalla - perché non cominciare a diffondere in rete cifre che mettano in evidenza l'idiozia tutta italiana di buttare a mare introiti possibili, nuovi  impieghi di manodopera, giro di affari trascurato, risparmi, che dalla caccia potremmo trarre e che invece ci vengono sottratti esclusivamente per la nostra miopia?

In Francia (1.100mila cacciatori attivi sul territorio al luglio del 2015), tanto per restare in famiglia, fra cugini, il Premier Hollande (Francois, come lo chiama il nostro giovane Leader) ma anche la Ministra dell'Ambiente (Segolèn Royal), non risparmiano disponibilità per dare sostanza alle  richieste (simili alle nostre) dei loro chasseurs. In Gran Bretagna (giro d'affari sei miliardi di sterline), i reali non mancano di farsi fotografare a caccia e in ambienti di caccia e sostenere i cacciatori che sono una vera e propria risorsa per l'economia rurale.
Why, Matteo? Warum? Pourquoi?

N.B. Please, s'il vous plait, savetheunters, sauvelechasseurs (chissà se si dice...), se vuoi una mano, seppur piccola ma probabilmente determinante, per salvare l'Italia!
Dai retta!, Matteo.


Rudy Martino

Leggi altri Editoriali

25 commenti finora...

Re:SAVETHEHUNTERS, MATTEO

dite solo mittente. ......

da vecchi ricordi di caccia 05/02/2016 23.30

Re:SAVETHEHUNTERS, MATTEO

il nome matteo, comunque coniugato, non mi pare foriero di buone notizie per noi. se 'un'è zuppa è pan bagnato, aldilà delle chiacchiere con cui i due mattacchioni ci annebbiano il cervello

da etruscus 05/02/2016 11.52

Re:SAVETHEHUNTERS, MATTEO

Già la caccia è con l'acqua alla gola, se Mister Bean ci mette le mani come al resto, dovremo pagare una multa per ogni anno di attività venatoria.

da Federico D. 03/02/2016 13.55

Re:SAVETHEHUNTERS, MATTEO

Matteo non è il peggio con cui ci dobbiamo confrontare. Abbiamo elementi peggiori nelle ns. associazioni.e poi lasciamo perdere perchè ......

da bretore 03/02/2016 11.41

Re:SAVETHEHUNTERS, MATTEO

Caro Prosperità, di penda anche da chi lo tiene in mano il rasoio.

da jamesin 02/02/2016 20.05

Re:SAVETHEHUNTERS, MATTEO

poco fa ho letto sul sito pensioni ho letto il riordino allucinante che vorrebbe fare il giullare non eletto da nessuno con la cricca dei fiorentini no al referendum unica possibilita che abbiamo di votare e mandarlo a casa con questo parlamento di venduti affaristi cambia casacca altro che rottamatore

da pisa55 02/02/2016 19.52

Re:SAVETHEHUNTERS, MATTEO

Caro jamesin e soci dell’unione selvaggia, voi dimenticate sempre che il rasoio non estirpa ma taglia solo il pelo con la conseguenza che il pelo ricresce.

da Salute e prosperità 02/02/2016 16.28

Re:SAVETHEHUNTERS, MATTEO

Votate Matteo, mi raccomando!

da Paolo66 02/02/2016 16.05

Re:SAVETHEHUNTERS, MATTEO

in italia siamo ancora troppi, poco preparati, spesso maleducati (in tutti i sensi, anche venatoriamente parlando). Diminuiamo quindi di numero e cresciamo di qualità. Non ci giova il fatto inoltre che proprietari/conduttori dei fondi in genere non hanno un vantaggio economico (spesso anzi!) dal fatto di ospitarci.

da vecchio cedro 02/02/2016 14.30

Re:SAVETHEHUNTERS, MATTEO

prima di tutto uniti. secondo aria nuova. terzo i principi sono facilmente accomunabili. quarto rubare la scena agli ambientalisti: da una parte denunciare quello che gli ambientalisti non denunciano, dall'altra far conoscere le buone cose che facciamo per la fauna e l'ambiente naturale. quinto riappropriarsi di un posto nella società civile. siamo una forza pulita, che potrebbe dire la sua in questo marciume. come? lasciando stare divisioni, particolarismi, furbizie, nostalgie fine a se stesse.

da vibasta? 02/02/2016 14.06

Re:SAVETHEHUNTERS, MATTEO

giusto unirsi, ma chi si dovrebbe unire ha le stesse idee? gli stessi ideali? le stesse motivazioni? perché senno' non si va da nessuna parte

da arturo 02/02/2016 13.33

Re:SAVETHEHUNTERS, MATTEO

...come ca@@o fanno a sostenerci se,siamo una categoria di ingrati??disuniti e egoisti....<<<<<<<<<<<<<<<<< Disuniti... Questo è il termine giusto! Uniti checchè se ne dica contiamo ancora molto, chi la pensa diversamente si sbaglia di grosso.

da jamesin 02/02/2016 13.04

Re:SAVETHEHUNTERS, MATTEO

Bravo, ma incominciamo a fare una proposta unica e sensata sia per la tutela della fauna selvatica che per l'attività venatoria e allora forse Governo e Parlamento si muoverebbero.....

da Lucio Parodi 02/02/2016 11.51

Re:SAVETHEHUNTERS, MATTEO

Nel 2004 a febbraio 4 gg......dimenticanza......

da Lisandru 02/02/2016 11.16

Re:SAVETHEHUNTERS, MATTEO

E ' vero ,la politica di noi se ne frega ma,a ragion veduta ca@@o!!!! ......gli episodi in Itaglia sono tanti ma,nella mia regione nel 2004 ,andammo a tordi con un escamotage,discutibile,però andammo .....il politico di turno (pres.comm.ne agricoltura) insieme ad Ass.re ambiente ,riuscirono a fare un atto ,se ne presero la responsabilità ,il governatore di allora firmo ' ......andammo e furono 4 giornate super!!!!!! A giugno ci furono le regionali e noi......riconoscenti???? Premiammo lo schieramento opposto (4 dei loro onorevoli si opposero in giunta)........ Ultimo e NN ultimo ,prima della giunta attuale andammo a tordi al31/01.....regionali......vince la sx....risultato .......come ca@@o fanno a sostenerci se,siamo una categoria di ingrati??disuniti e egoisti........ora la frittata e ' fatta ,abbiamo poco tempo x la migratoria,purtroppo....

da Lisandru 01/02/2016 17.25

Re:SAVETHEHUNTERS, MATTEO

La politica, tutta, se ne frega del mondo venatorio. gli unici che si sono un poco esposti sono La lega con Salvini e la Meloni con Fratelli d'Italia. La Francia è unita e l'associazione è forte. Noi ITALIANI dobbiamo fare una UNICA ASSOCIAZIONE FORTE, altrimenti siamo destinati a scomparire.

da Giovanni 01/02/2016 14.46

Re:SAVETHEHUNTERS, MATTEO

Per qualsiasi corrente politica noi siamo molto scomodi e altrettanto pochi! Nessuno ormai abbraccerà la nostra passione e la nostra causa....rassegniamoci a tirare avanti finché si può' ! Alla fine degli anni settanta eravamo circa un milione e ottocento mila e qualcuno grido' forte ....facciamone un partito dei cacciatori e che abbracci tutte le problematiche dell'ambiente e della natura ....ma qualcuno lo impedì per il proprio interesse ...indovinate chi?? Ma certo...proprio quelle associazioni venatorie che avrebbero perso il maneggio dei nostri soldi.ora ...almeno che in un miracolo ,nulla si può più!!!

da Zio 01/02/2016 13.42

Re:SAVETHEHUNTERS, MATTEO

Che dire a volte non mi esce neanche piu' il fiato per respirare, vorrei dire tante cose, ma poi penso di averle gia' dette e ridette..Mi sento comunque di dire che con Renzi e i cinquestelle la caccia...Adios!

da arturo 01/02/2016 13.36

Re:SAVETHEHUNTERS, MATTEO

Il cacciatore che vota la sinistra e come quello che si taglia ucell. .. per far dispetto alla moglie che lo tardiva svegliatevi ulima spiaggia salvini

da Ma tos 01/02/2016 13.09

Re:SAVETHEHUNTERS, MATTEO

Bravo sig Martino,ma la verità sta nel fatto che nessuno in Italia si interessa alla caccia e non riesce a farsi valere. pecunia non olet,e allora meglio pagare i rimborsi x gli storni,tanto qualcosa gli resta attaccatemi soliti noti,e avanti con il resto. Servirebbe un Benito ..........

da Sirio 01/02/2016 12.59

Re:SAVETHEHUNTERS, MATTEO

ieri chiusura della caccia in Toscana, zona a Pitigliano, quindi come tradizione si chiude la stagione coi piedi sotto un tavolo, appena entriamo nel ristorante ci accoglie una signora che sembra abbia visto gli angeli, non c'era nessuno alle 13.00, parlando visto che la zona e il ristorante si bazzica dal 92 vengo a sapere che quest'anno si sono visti pochi cacciatori, quando invece solo il giorno della chiusura c'era il pienone di allegre comitive, sarà anche la crisi, l'aumento degli atc, ma questa micragna sono diversi anni che cè, lo si vede anche in campagna poca gente, la politica ambientalista favorisce l'agriturismo e se ne sbatte della caccia che ha finora mandato avanti tante zone rurali che vivevano con i cacciatori. Il caro Renzi dovrebbe considerare questo, la sua regione è la più venatica dello Stivale e le riforme che intende le dovrebbe fare con chi blocca il Paese, con le zavorre di Stato non con chi lo manda avanti.

da giusva 01/02/2016 12.33

Re:SAVETHEHUNTERS, MATTEO

Egregio signor Martino, condivido alcune cose da lei affermate ma su altre resto perplesso. Siamo la popolazione di cacciatori più vecchia d'Europa (inteso come eta media), i giovani italiani "fuggono" da tale "disciplina", incopentenza e superficialità di alcune regioni (specie al sud) sulla materia, caos legislativo in materia e soprattutto la piaga bracconaggio. Con queste ed altre negatività chi mai potrà sposare la questione di "salvare i cacciatori". Oggi la caccia è chiusa e se ne riparlerà verso settembre 2016, in attesa della nuova apertura e delle nuove restrizioni che, immancabilmente, arriveranno. ALTRO MONDO LA FRANCIA!!!!!!

da ANPA 01/02/2016 12.15

Re:SAVETHEHUNTERS, MATTEO

caro Renzie..il mi voto un lo prendi più ! stò a casa ..nessuno sarà mai con noi ! (Lega e Salvini compresi) ormai è chiaro .

da Massi 01/02/2016 11.59

Re:SAVETHEHUNTERS, MATTEO

QUANTE CHIACCHIERE I CACCIATORI...SPECIE SUI BLOG...FATTI ZERU... POI SI VOTA E RENZIE ARRIVA AL 40,8% COME ALLE EUROPEE....

da poche chiacchiere 01/02/2016 10.56

Re:SAVETHEHUNTERS, MATTEO

E si il nostro fonzie va dai crucchi che gli danno una prima strapazzata, la crucca lo usa come zerbino e lui torna a casa felice,contento, e sorridente del trattamento riservatogli.

da w l'itaglia 01/02/2016 10.06