HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | Foto | I Video | Sondaggi | Quiz | Forum | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Downloads | Fresco di Stampa | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
  Cerca
MERAVIGLIOSA BECCACCIA Serra uno di noi. L'animalista coi baffi Cacciatore o lupo cattivo? IL CINGHIALE SALVA LA CACCIA Brambusconi, "che figata" ETICA O ETICHETTA? DUE CHIOSE ALLO STORICO CARTA VINCE CARTA PERDE Cacciatori e no L'AGNELLO E LA CICORIA PER ELISA - La dolce passione di una cacciatrice di carattere SOSTIENE LARA LUPO, QUANTO CI COSTI A UN PASSO DAL PARADISO - Dopo l' ISPRA ecco l'ONCFS francese ISPRA: C'ERA UNA VOLTA IL LABORATORIO PER NON PERDERE LA TRAMONTANA C'ERA UNA VOLTA... LUPO: CHE BOCCA GRANDE CHE HAI!!! Altro che caccia. Ecco quali sono le vere infrazioni italiane TABU' LUPO FIRMAMENTO SOCIAL ALTRO CHE CACCIA! E' L'HABITAT CHE RISCHIA GROSSO LUPO. ATTENDIAMO LUMI CHI DICE PARCHI DICE PORCHI, E... NOTERELLE SUL CANE DA CACCIA Cos’è la caccia La ri-proposta Cuore di beccaccia Cacciatori in Europa. Un'azienda da 16 miliardi LA GRANDE CUCINA DELLA SELVAGGINA Una bella scoperta CARI AMBIENTALISTI, NON SI COMINCIA DALLA CODA Osservatori regionali, avanti! Ungulati: una risorsa preziosa La mia prima volta al cinghiale: onore alla 110! Il cinghiale nel mirino. Braccata e selezione: una convivenza possibile ANIMALISTI. LA DEBOLEZZA DEI VIOLENTI TORDI TORDI STANNO TUTTI BENE ETERNA APERTURA TANTE MAGICHE APERTURE CI SIAMO! LA SFIDA DELLA COMUNICAZIONE LA SANA DIETA DEL CACCIATORE CELESTE ANCH'IO CACCIO MIGRATORIA, MA DI CHI? Biodiversità e specie opportuniste: l'esempio francese REWILDING ECONOMY – IL PASSATO PROSSIMO VENTURO Lasciate la carne ai bambini Uccellacci e uccellini, chi ce la fa e chi.... CINGHIALI D'UNA VOLTA DATEMI UN'APP, SOLLEVERO' L'ISPRA MONTAGNA, 22 ANNI DOPO Elegia per un vecchio signore LA GRANDE BUFALA Animali & Co: un problema di comunicazione LUPO O CINGHIALE? Papa Francesco: gli animali dopo l'uomo Le allodole, mia nonna e le vecchiette La caccia e gli chef UNGULATI CHE PASSIONE PARCHI E AREE PROTETTE: ECCO LA FRANCIA Le beccacce e il lupo QUESTIONE DI PROSPETTIVA La cinofilia ufficiale. Parte seconda con scuse PROBLEMA LUPO Bisturi facili. Cuccioli? No grazie Perché ho scelto il setter inglese? Galletti fa mea culpa Questa è la cinofilia ufficiale C'era una volta il cinghiale Bracconieri di speranze Gip, amor di cacciatore. Il piccolo francese SAVETHEHUNTERS, MATTEO TROMBONI SFIATATI I sistemi elettronici di addestramento GUANO CAPITALE In principio era una Dea C'era una volta l'orso bianco che campava di caramelle UNA TERRA DIVERSA MEMORIE. Da regina a regina informAZione? Iniziazione del cucciolone UNIONE AL PALO? LA PARABOLA DI CECIL CROCCHETTE VEGANE L'ecoturismo fa danni ALLODOLE PER SEMPRE TRUE LIES CI SIAMO? Natura. Madre o matrigna? LA CACCIA, PROTAGONISTA INCONFESSATA DI EXPO UN’APERTURA DA FAVOLA I cuccioli di oggi MACCHE' PREAPERTURA CACCIA, PROVE E VARIA UMANITA' Emergenza cinghiali ovvero: la sagra delle chiacchiere FORMAZIONE, FORMAZIONE! I cani da ferma oggi Arlecchino o Pinocchio? LA SANZIONE DELLA VERGOGNA Prima informarsi, poi farsi un'opinione Effetto Flegetonte Il cane domestico (maschio) Il valore della caccia Chi è diavolo, chi acquasanta? CANDIDATI ECCELLENTI PUBBLICO O PRIVATO? LA FRANCIA E I MINORI A CACCIA REGIONALI 2015: SCEGLIAMO I NOSTRI CANDIDATI Caccia vissuta “Se questa è etica” QUANDO GLI AMBIENTALISTI CADONO DAL PERO Le contraddizioni dell'Expo QUESTIONE DI CORPO L'ultimo lupo e l'ignoranza dei nostri soloni Calendari venatori: si riparte DOVE ANCORA MI PORTA IL VENTO LUCI E OMBRE DI UN PROGETTO CANE DA FERMA: ADDESTRIAMOLO PURE, MA CON GIUDIZIO CHIUSO UN CICLO... A patti col diavolo... e poi? BIGHUNTER'S HEROES: LE MAGNIFICHE CACCE DI LORENZO MISTERI DELLA TELE CANI E BECCACCE: UN RAPPORTO DIFFICILE E' IL TORDO CHE TARDA. MA GALLETTI NON LO SA Tordi e beccacce tra le grinfie della politica Donne cacciatrici piene di fascino predatorio Italiani confusi su caccia e selvaggina Storia di una particella cosmica Vegani per moda Anime e animali MUSICA E NUVOLE L'uomo è cacciatore: parola di Wilbur Smith CHI LA VUOLE COTTA, E CHI.... Nutria: un caso tutto italiano - un problema e una risorsa ZIZZAGA, GALLETTI, ZIZZAGA! E se anche le piante provassero dolore? PASSO O NON PASSO, QUESTO E' IL DILEMMA Momenti che non voglio scordare Anticaccia? Parliamone CACCIATRICI SI NASCE. UN'APERTURA AL TEMPO DELLE MELE CATIA E LA PRIMA ESPERIENZA CHIARI AVVERTIMENTI PIU' VIVA E PIU' AMATA ECCE CANEM DE ANIMALISTIBUS ovvero DEGLI ANIMALISTI IL CATALOGO E' QUESTO.... CINOFILIA E CINOTECNIA QUALCHE SASSO IN PICCIONAIA ISPRA. UN INDOVINO MI DISSE... MIGRATORI D'EUROPA L'ipocrisia anticaccia fomenta il bracconaggio MIGRATORISTI GRANDE RISORSA Fauna ungulata e vincolismo ambientale Decreto n. 91 del 24 giugno 2014: CHI PIANGE PER E CHI PIANGE CONTRO Ai luoghi comuni sulla caccia DIAMOCI UN TAGLIO SPENDING REVIEW, OVVERO ABBATTIAMO GLI SPRECHI DOPO LE EUROPEE: VECCHI PROBLEMI PER NUOVE PROSPETTIVE Biodiversità: difendetela dagli ambientalisti GUARIRE DALLA ZAMBILLA Le specie invasive ci libereranno dall'animalismo EUROPEE: SCEGLIAMOLI BENE La rivoluzione verde è nel piatto La caccia al tempo di Facebook SOSTIENE PUTTINI: Pensieri e sogni di un addestratore cinofilo a riposo COSE SAGGE E MERAVIGLIOSE AMBIENTE: OCCHIO AL GATTOPARDO C'ERO UNA VOLTA ALL'EXA QUESTA E' LA CACCIA! EUROPA AL RISVEGLIO TOPI EROI PER I BAMBINI DELLA BRAMBILLA CACCIA LAZIO: quali certezze? ISPRA, I CALENDARI QUESTI SCONOSCIUTI UNITI PER LA BIODIVERSITÀ E LA CACCIA SOSTENIBILE LO DICO COL CUORE IL LUPO E' UN LUPO. SENNO' CHE LUPO E' I veri volontari dell'ambiente DIAMOGLI CREDITO PROMOZIONE GRATUITA PENSIERINI DEL DOPO EPIFANIA Ambientalisti italiani, poche idee ma confuse Anche National Geographic America conquistato dalle cacciatrici Più valore alla selvaggina e alla caccia Il cinghiale di Colombo Porto di fucile - NON C'E' MALE! PAC & CACCIA LILITH - LA CACCIA E' NATURALE Effetto protezionismo Ispra: il caso beccaccia Il grande bluff dei ricorsi anticaccia COME FARE COSA FARE Supermarket society Romantica Tipi di comunicazione: C'E' MURO E MURO Ambientalisti sveglia! Crisi e Parchi, è l'ora di scelte coraggiose SPRAZZI DI SERENO POINTER E NON PIU' SOGNO DI CACCIATORE UN CLICK E SEI A CACCIA FINALMENTE SI SCENDE IN CAMPO RIPRENDIAMOCI LA NOSTRA DIGNITA' DI CACCIATORI LA FAUNA SELVATICA: COME UN GRANDE CARTOON ALLA FIERA DELL'EST VOGLIO UNA CLASSE DIRIGENTE MODERNA IL NUOVO PARTITO DEI VECCHI TROMBATI “Caccia è cultura, amore e tradizione” L'assurda battaglia al contenimento faunistico CACCIA PERMANENTE CACCIATORI DIVISI Partiamo dalla Toscana ITALIA: un paese senza identità. Nemmeno per la caccia C’ERA UNA VOLTA… I cacciatori nel regno delle eterne emergenze Gli ambientalisti e la trave nell'occhio Addio alle rondini? L’Europa “boccia” l’articolo 842 (e la gestione faunistica di Stato) ITALIA TERRA DI SANTI, POETI... SAGGI..... SUCCEDE ANCHE QUESTO BASTA ASINI AMBIENTALISMO DA SALOTTO E CONTROLLO DELLA FAUNA Siamo tutti figli di Diana TOSCANA: ALLEVAMENTO DI UNGULATI A CIELO APERTO ALLARME DANNI DANNI FAUNA SELVATICA: Chi rompe paga… STALLO O NON STALLO CI RIVEDREMO A ROMA “L'ipocrisia delle coscienze pulite” UN DIFFICILE VOTO INTELLIGENTE SALVAGENTE CINGHIALE CACCIA DIECI VOLTE MENO PERICOLOSA DI QUALSIASI ALTRA ATTIVITA' ZONE UMIDE: CHI PAGA? Lepri e lepraioli QUESTA SI CHE E' UN'AGENDA SPENDING REVIEW E CERTEZZA DELLE REGOLE La Caccia, il futuro è nei giovani – Un regalo sotto l’albero A SCUOLA NON S'INVECCHIA I nuovi cacciatori li vogliamo così NEORURALI DE NOANTRI FRANCIA MON AMOUR LA CACCIA E' GREEN? Stupidità... stasera che si fa? NUOVA LINFA PER LA CACCIA TERRA INCOGNITA L’Italia a cui vorrei fosse affidata la caccia La marcia in più della selvaggina EPPUR SI MUOVE COLLARI ELETTRICI: LECITI O ILLECITI? DIVERSA OPINIONE IN PRIMA PERSONA PER DIFENDERE IL PATRIMONIO NATURALE Opinioni fuori dal coro - VACCI TU A MANNAIL!!! A CACCIA A CACCIA!!! PROVOCAZIONI Estate di fuoco MISTIFICAZIONI SICUREZZA A CACCIA, PRIMA DI TUTTO Sostenibili e consapevoli! COLPI DI SOLE COLPI DI CALORE Aiutati che il Ciel ti aiuta! Insieme saremo Forti! TECNOCRATI? NO ESPERIENTI LA RICERCA DIMENTICATA PARCHI: RIFORMA-LAMPO DE CHE'! Orgoglio di contadino Campagna o città? CACCIA: UNA RISORSA PER TUTTI. PRENDIAMO ESEMPIO DAGLI ALTRI CALENDARI VENATORI CON LEGGE REGIONALE: UN'OPINIONE CHE FA RIFLETTERE CONFRONTO FRA GENERAZIONI LA CACCIA CHE SI RESPIRA Rapporto Lipu: specie cacciabili in ottima salute GLI SMEMORATI DI COLLEGNO MUFLONE E CAPRIOLO IN ASPROMONTE: un sogno o una possibile realtà? Piemonte: Salta il camoscio/tuona la valanga... DELLE COSE DELLA NATURA Cultura Rurale: una soluzione per far ripartire l'Italia Il nodo delle specie aliene che fa capitolare gli ambientalisti LA CACCIA NELLA STORIA, PASSIONE E NECESSITÀ PAC IN TERRIS UCCELLI D'EUROPA GIRA GIRA..... STORIA SEMPLICE DI UNA CACCIATRICE LAMENTO DI UN GIOVANE ERRANTE PER LA CAMPAGNA TOCCA A NOI! CRISI. SOLUZIONE ALLA GRILLO IL SENSO DELLA CACCIA DI SILVIA VERITA' E CERTEZZA DEL DIRITTO PROCEDURE D’INFRAZIONE E DEROGHE: UN CONTRIBUTO ALLA CHIAREZZA BECCACCE DI BEFANA CACCIA, FASE DUE PROVOCAZIONI DI FINE D’ANNO RICERCA RICERCA SPIGOLATURE DI NATALE Dai pomodori alle lampadine LA RUMBA DEL CINGHIALONE NON ERA AMORE Finalmente autunno Il paradosso dell'Ispra IL PIANETA DEI CACCIATORI Le caste animali A CACCIA ANCHE DOMANI A CACCIA SI, MA DOVE? ORGOGLIO DI CACCIATORE Per il nostro futuro copiamo dai colleghi europei FINALMENTE A CACCIA APRE LA CACCIA! Amico cacciatore, guarda e passa Riforma sui Parchi in arrivo? E i cuccioli umani? MEDITATE, AMBIENTALISTI, MEDITATE LA FARSA DEI CALENDARI Armi, la civiltà fa la differenza Il Pointer e la caccia Col cane dalla notte dei tempi Contarli, certo, ma come? Questa è una passione! IL PENTOLONE LA LOGICA DELLA PICCOLA QUANTITA' SOLDI E AMBIENTE. DIECI DOMANDE NON SOLO STORNO QUEL CHE RESTA DELLA CACCIA AGLI ACQUATICI La lezione di Rocchetta di Vara BASTA CON LA STERPAZZOLA CON LO SCAPPELLAMENTO A DESTRA MIGRATORI TRADITI CORONA L'ERETICO Cacciatori e Agricoltori, due facce della stessa medaglia Deroghe: non è una missione impossibile AMBIENTALISMO E' CULTURA RURALE Sei il mio cane ALLE RADICI DELLA CACCIA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL’UOMO: IMPORTANTE SENTENZA A FAVORE DELLA CACCIA COME DIREBBE LO STORNO, DEL DOMAN NON V'E' CERTEZZA... BOCCONCINI PRIMAVERA CACCIA, PASSIONE, POCHE CHIACCHIERE COMUNITARIA: RIMEDIARE AL PASTICCIO QUESTIONE DI CALENDARIO LA BAMBINA CHE SOGNAVA LA CACCIA PRENDIAMO IL MEGLIO BELLEZZA E AMBIENTE. LA NOSTRA RICCHEZZA TUTTI A TAVOLA RIFLETTERE MA ALLO STESSO TEMPO AGIRE LA CACCIA SERVE. ECCOME! METTI UNA SERA A CENA Urbanismo e Wilderness: un confronto impari CONFESSIONI DI UNA TIRATRICE DI SKEET GIOVANI, GIOVANI E ANCORA GIOVANI IL CAPRIOLO POLITICO NO - Per una visione storicistica della caccia in Italia Accade solo in Italia? L’ambientalismo tra ecologia profonda e profonda ignoranza FRA STORIA E ATTUALITA' Non sono cacciatore ma la selvaggina fa bene. Intervista a Filippo Ongaro “Solo” una passione Tra ideologia e strategia politica IL CATALOGO E' QUESTO TORNIAMO A SVOLGERE UN RACCONTO DA DONNA A DONNA: IL MALE DEL TURISMO. Lettera aperta di Lara Leporatti al Ministro Brambilla Italiani ignoranti della caccia CACCE TIPICHE E VITA IN CAMPAGNA Ed il giorno arriva DEROGHE E CACCIA ALLA MIGRATORIA: DA RISOLVERE. UNA VOLTA PER TUTTE! PRE-APERTURA DI CREDITO Domani sarà un altro giorno MIGRATORIA E SELEZIONE Alcune riflessioni sulla caccia in Italia Divagazioni per una rivoluzione culturale La senatrice Adamo va alla guerra PERCHE’ NON SCENDI, PERCHE’ NON RISTAI? ( versi di G. Carducci) Calendari venatori. Le bugie degli ambientalisti Un'arte chiamata caccia AREZZO SCONFESSA LA BRAMBILLA Animalismi e solitudini In un vecchio armadio STAGIONE VECCHIA NON FA BUON BRODO Belli, matti ed inguaribili SIAMO LIGURI! Ieri, mille anni fa, io caccio Cosa mangiano gli animali degli animalisti? SCIENZA, CONOSCENZA, CULTURA C'ERA UNA VOLTA UNA SCIMMIA MOVIMENTO STATICO, ANZI NO, REGRESSIVO ORSI. COMUNITARIA. PROVVEDIMENTO ZOPPO MA CON SICURO VALORE SIMBOLICO Aerei e trasporto munizioni - La situazione della caccia oggi: “Io speriamo che me la cavo” ALL'ARIA APERTA! Contro ogni tentazione. PORTIAMOLI A CACCIA IPSOS FACTO! DIAMOCI DEL NOI IN FINLANDIA SI', CHE VANNO A CACCIA! RIFLESSIONI DI UN PEONE IL PAESE PIU' STRANO DEL MONDO Fuoco Amico PER UNA CULTURA RURALE. MEGLIO: PER UNA CULTURA DELLA CACCIA CHE AFFONDA LE SUE RADICI NELLA TRADIZIONE RURALE E Jules Verne diventò anticaccia CULTURA RURALE E CULTURA URBANA A CONFRONTO L'Enpa insulta i cacciatori SELVAGGINA IN AIUTO DELL’ECONOMIA America: un continente di vita selvaggia LA LIBERTA’ DI STARE INSIEME A chi giova la selezione LA CACCIA COME LA NUTELLA? LUPO, CHI SEI? Le fonti energetiche del futuro: nucleare si o no? TOSCANA: ARRIVA LA NUOVA LEGGE A caccia con L'arco... A caccia con la storia... Interpretazioni e commenti di nuova concezione 10 domande ai detrattori della caccia IL BRIVIDO CHE CERCHIAMO La caccia come antidoto alla catastrofe climatica Per una educazione alla natura E' IL TEMPO. GRANDE, LA BECCACCIA IL CAPRIOLO MANNARO CONSIDERAZIONI E PROPOSTE PER IL FUTURO DELLA CACCIA IN ITALIA Caccia - anticaccia: alla ricerca della ragione perduta Allarmismo e vecchi trucchetti Ancora Tozzi ? REALISMO, PRIMA DI TUTTO Le invasioni barbariche APERTURA E DOPO. COSA COME QUANDO Piombo e No Toxic: serve un nuovo materiale per le cartucce destinate agli acquatici Di altro dovremmo arrabbiarci I GIOVANI E IL NUOVO AMBIENTALISMO Cinofili, cinologi e cinotecnici Un rinascimento ambientale è possibile Gelosi e orgogliosi delle nostre tradizioni LA CACCIA SALVATA DALLE DONNE? Nuovo catalogo BigHunter 2009 – 2010: un omaggio all' Ars Venandi Tutto e il contrario di tutto DALL'OLIO: UNITA' VO' CERCANDO... IL VECCHIO CANE: RICORDIAMOCI DI TUTTE LE GIOIE CHE CI HA DONATO La voce dei protagonisti sui cinghiali a Genova Tutti insieme... magicamente Ambiente: una speranza nella caccia SOLO SU BIG HUNTER: DALL’OLIO, PRIMA INTERVISTA La Caccia ha bisogno di uomini che si impegnano LA COMUNICAZIONE NON E' COME TIRARE A UN TORDO Il capanno: tra architettura rurale e passione infinita DONNE ...DU DU DU... DI-DI-DI I..... IN CERCA DI DIANA EUROPA EUROPA VICINI ALLA VERITA' Beccaccia sostenibile CACCIA E SOCIETA' Wilbur Smith, scrittore da best seller innamorato della caccia BAGGIO, CON LA CACCIA DALL’ETA’ DI CINQUE ANNI PARLAMENTO EUROPEO - Fai sottoscrivere un impegno per la caccia al tuo candidato CACCIA ALL'ORSI ORGOGLIOSI DI ESSERE CACCIATORI UN DOCUMENTARIO SENZA SORPRESE, ALMENO PER I CACCIATORI Ridiamo il giusto orgoglio al cacciatore moderno e consapevole Il cane con il proprio olfatto è il vero ausiliare dell'uomo, anche oltre la caccia. 157: PENSIERI E PAROLE MA COS'E' QUESTA CACCIA? 157 CACCIA: LA SINTESI ORSI E' UNA BOZZA DI DISCUSSIONE MIGLIORARE LE RAZZE? SI PUO’ FARE CINGHIALI CHE PASSIONE La cultura cinofila ATC DIAMOCI DA FARE Il vitello che mangi non è morto d'infarto! Ripensare la caccia? PER UN FUTURO DELLA CACCIA QUANTO CI COSTI, BELLA TOPOLONA PUCCINI CACCIATORE E AMBIENTALISTA ANTE - LITTERAM Un nuovo corso per gli ungulati Siamo noi le Giubbe Verdi Ruralità e caccia fra cultura, tradizione ed economia Rilanciamo il consumo alimentare della selvaggina La caccia secondo Giuliano, umorista de La Repubblica Questa è la caccia Il cane oggetto: attenzione alla pericolosa tendenza della civiltà dei consumi La cinegetica e la caccia col cane Gestione e tradizione BASTA TESSERE AMAR...TORD E il beccafico perse la via del nord Dimostriamo credibilità Apertura passione serenità editoriale - Fucili italiani come le ferrari Orgoglio di Cacciatore I Tordi e le Beccacce La Caccia è Rock

Editoriale

Italiani ignoranti della caccia


lunedì 4 ottobre 2010
    
6,3 milioni di italiani non sanno assolutamente nulla della caccia. Il dato, estrapolato dalla ricerca firmata dal noto sociologo Enrico Finzi (Astra Ricerche), ci aiuta a capire la vera ragione dell'ostilità verso l'attività venatoria, (senza dubbio inferiore a quanto vogliono far credere le varie associazioni avverse alla caccia e i politici brambilliani impegnati a spararla sempre più grossa): l'ignoranza.
 
Il 13 per cento degli italiani è assolutamente ignaro del fatto che la caccia sia regolata da apposite leggi europee, nazionali, regionali e provinciali. Non sa che ci sono tempi e luoghi prestabiliti, limiti al carniere e precise procedure che impediscono l'abilitazione venatoria di persone non affidabili o che hanno avuto problemi con la legge.

Gli ignoranti della caccia (che corrispondono - per numeri - più o meno alla percentuale dei fanatici dell'insalata, per cui in Europa siamo al primo posto), riguardano una fetta di popolazione composta per lo più da donne, pensionati e giovani dai 18 ai 24 anni, con la licenza media o elementare e che risiedono nel ricco nord – est. Non molto meglio per il 38,8% degli intervistati, che alla caccia si dichiara totalmente estraneo: non ci è mai stato, non ha parenti cacciatori e non è mai entrato a contatto con questa realtà, anche se ha qualche sommaria informazione (passata con ogni probabilità dai media). Anche qui spiccano casalinghe, pensionati e residenti nel nord est. Sommando i due dati, si arriva a più di 24 milioni di italiani (45%), che della caccia sanno poco o nulla. Non stupisce infatti che la maggior parte di queste persone si dichiari contraria all'attività venatoria o che addirittura auspichi la sua totale abolizione (la Brambilla avrà mai visto un cacciatore da vicino?). Nella categoria dei "critici" spicca una figura tutta particolare, che a grandi linee pare proprio la stessa riferibile ai cosiddetti animalisti metropolitani. Per la maggior parte donne, residenti nei grandi centri abitati (con più di 250 mila abitanti), impiegati, quadri, insegnanti e casalinghe.

L'ignoranza sul tema è però indipendente dal grado di istruzione, visto che, come rileva la stessa ricerca, solo 5 dei 18 limiti imposti all'attività venatoria sono conosciuti da almeno la metà del campione, che è rappresentativo di ogni categoria sociale. In primis gli italiani (o meglio, il 65,1 per cento di loro) sanno che non si può cacciare su tutto il territorio italiano, scende al 58,4 per cento la fetta di popolazione che sa che non si può cacciare all'interno dei parchi, nelle zone percorse da incendi e sulle aree innevate. Ancora meno, (56.2%) sono gli italiani che sanno che la caccia si limita al prelievo delle specie non considerate in pericolo d'estinzione. Seguono le nozioni riguardo all'uso delle trappole (solo il 53,1% sa che sono proibite da quasi 35 anni) e quelle sui giorni di silenzio venatorio: per il 50 per cento degli intervistati i cacciatori sparano tutta la settimana durante la stagione.
 
Non è una tesi ma un dato di fatto, che al di là dei numeri oggettivi, risulta evidente anche dai modi in cui i media trattano l'argomento. Com'è possibile che servizi giornalistici siano pieni zeppi di imprecisioni e inesattezze di parte, sempre le stesse, ripetute fino alla nausea con una tale leggerezza? Se lo potrebbero permettere le Brambille e le Colò di fare leva sui sentimenti per buttare fango su una minoranza tutelata dalla legge e ad essa subordinata, se gli italiani sapessero la verità?  Non dobbiamo certo essere noi a ricordare che è proprio sull'ignoranza che la politica del malaffare e della prevaricazione trova l'humus ideale.
 
Le campagne xenofobe fanno esattamente la stessa cosa calcando la mano sulle recondite paure dell'ignoto, insite in ogni essere umano. Sul fatto, per esempio, che l'individuo diverso da noi possa privarci di un tratto fondante della nostra identità o possa costituire una minaccia per la nostra famiglia e per uno status sociale raggiunto a mala pena dopo tanti sacrifici. Siamo tutti sottoposti al pericolo di essere ingannati e manipolati e nessuno deve mai abbassare la guardia. Tanto meno i nostri connazionali urbanizzati e malati di sensi di colpa di matrice disneyana (chi non ha pianto quando la mamma di Bamby muore per colpa della mano malvagia dell'uomo, profanatore della natura? Chi, di fronte ad una simile scena, vista a 8–10 anni d'età,  non proverebbe un senso di rabbia e di profonda frustrazione tale da farne un tratto fondante della propria sensibilità?), che credono di avere tutti gli elementi necessari per valutare la situazione sulla base di nozioni passate in primis dalla televisione, che fa affari vendendo scatolette per cani e gatti.
 
La verità sta nei libri (eppure c'è chi non ha mai letto Hemingway o peggio, il nostro Rigoni Stern, uno dei pochi cacciatori graziati dal mondo ambientalista, forse per le sue indiscusse doti comunicative), nelle mille delicate economie rurali che ancora sopravvivono a stento nelle nostre campagne – da esplorare in ogni regione, altro che vacanze a Ibiza o in Costa Azzurra (vero Brambilla?) - nella sapienza dei vecchi, che sanno come interagire in modo sostenibile con l'ambiente, perchè lo hanno fatto naturalmente, per necessità e che oggi guardano con malinconia alle trasformazioni moderne. Basterebbe parlare con loro e con chi da loro ha cercato umilmente di trarre insegnamento, praticando oggi la caccia, per non farsi sopraffare dalla vita anestetizzante di tutti i giorni, che ci tiene lontani dalle cose concrete. 
 
Se il messaggio che continua a passare è “caccia selvaggia”, anche se il 54 per cento degli italiani riesce a capire che c'è una bella differenza tra sparare per divertimento ed applicare i sani principi della gestione faunistica, non possiamo stupirci se tanti nostri avversari siano in grado di strillare al massacro e di farsi ascoltare. A loro vorremmo chiedere: hanno mai visto un cacciatore? Ci hanno mai parlato? Hanno mai passato una giornata con loro? Hanno mai ascoltato le esigenze degli agricoltori?  Probabilmente no.
 
Dal sondaggio di Astra Ricerche, a conferma di tutto ciò, emerge un dato fondamentale: “esiste una correlazione statistica assai forte tra la notorietà delle norme, il consenso per esse e una buona valutazione della caccia. Circa un terzo di coloro che si dichiarano ostili alle attività venatorie è totalmente o quasi non informato sui suddetti vincoli”.  Vincoli che tra l'altro risultano approvati e appoggiati sempre (in ognuno dei 18 casi) dalla maggioranza della popolazione.

La morale che ne deriva, è che ci dobbiamo dar da fare, ognuno nel suo piccolo, a far conoscere queste cose alla maggior parte delle persone con le quali abbiamo relazioni, senza piagnistei rivendicativi, ma con tutta la determinazione che serve per rendere chiara una realtà che è nota quasi solamente a noi.

 Cinzia Funcis

 

 
Leggi altri Editoriali

56 commenti finora...

Re:Italiani ignoranti della caccia

ciao ragazzi,secondo il mio modesto parere una soluzione per far leva sullagente che non sà o che si fà influenzare dalla tv ambientalista è convincere persone molto popolari e amate da tutti come Baggio,Cipollini,Capello,e ce ne sono molti altri,a parlare di questa passione,di come stanno realmente le cose,poi informare la gente che anche De Andrè,Battisti,Pantani ecc ecc,erano cacciatori appassionati,voi che dite?????visto che tanti cosidetti v.i.p si schierano apertamente contro di noi,difendiamoci allo stesso modo........ciao a tuttiiiiiiiiiiii!!!!

da puccio 09/10/2010 17.39

Re:Italiani ignoranti della caccia

Pultroppo è ovvio che molti sono ignoranti, si capisce già dal fatto che dicono che i cacciatori sparano a tutto ciò che si muove. O che con la caccia si estinguono le specie. ma mi chiedo, 1000 anni fa non si cacciava? Sì ed erano di più a cacciare che adesso, come mai i cinghiali lepri ecc. non si sono estinti??

da Simone. T 08/10/2010 15.32

Re:Italiani ignoranti della caccia

Giustissima e serafica affermazione, Sig. Fabrizio.

da Silvano B. 07/10/2010 14.35

Re:Italiani ignoranti della caccia

anche adolf hitler odiava la caccia e i cacciatori........ che sia solo un caso? siamo odiati da gente che -mi pare- odia il genere umano in generale solo poco meno di quanto odia noi cacciatori.

da Fabrizio 07/10/2010 12.14

Re:Italiani ignoranti della caccia

amici cacciatori purtroppa a diffamare noi e la nostra passione sono in molti ma la cosa peggiore è che iniziano a manipolare le menti ad odiare noi e la caccia fin dal infanzia nelle scuole e magari proprio con i nostri figli uniamoci e lottiamo x questo abbuso e non permettiamogli di screditarci agli occhi dei nostri figli !!!!!!!!!

da aspirina 07/10/2010 11.18

Re:Italiani ignoranti della caccia

ULTERIORE CONFERMA....... Troppi ne parlano senza sapere di cosa si tratta.. La classica opinione di massa ITALIANA tutto fumo e niente arrosto... Ragazzi siamo circondati e attaccati giornalmente da una massa di persone ignoranti che non sanno quello che dicono . LA CULTURA ED IL RISPETTO SONO LA BASE DI TUTTO: CERCHIAMO DI EDUCARLE QUANDO SI PARLA DI CACCIA !!!

da ALEX22 07/10/2010 6.24

Re:Italiani ignoranti della caccia

X Alex, Chicco Testa,.....hai fatto centro! Gli animalari fanno solo opera di distrazione! L'obbiettivo che ci dobbiamo prefiggere è quello di far emergere i fini occulti. Un saluto.

da Gimessin 06/10/2010 16.15

Re:Italiani ignoranti della caccia

X Alex: la risposta è animalesca: CIP CIP......6

da Fromboliere 06/10/2010 15.39

Re:Italiani ignoranti della caccia

Parole sante.....La sua tesi sig.Fromboliere e' da me paventata da tempo.Sa' sono stato su Facebook a lottare un bel po' contro questi signori.Ho smesso quando mi sono accorto che il loro fine non era capire se era giusto o meno andare a caccia,magari capirne i motivi o altro,ma c'era qualcos'altro sotto.Non sono scemo,non siamo scemi,il loro scopo e' un'altro.Che poi sia potere,soldi,notorieta'...non lo so e non mi interessa (anzi forse mi interesserebbe),ma sono certo che sono spinti da qualcosa che non e' animalismo!!!! Daltronde Chicco Testa e' un emerita prova.....E' stato il piu' grande sostenitore del referendum contro il nucleare,adesso che e' presidente dell'Enel.....Lo vorrebbe!!!! No comment!!!

da alex 64 06/10/2010 14.39

Re:Italiani ignoranti della caccia

Bisogna alla fine riflettere su come l’Italia sia diventato il paese che è. Non farò il solito nome, lui è ciò che ci meritiamo, in un popolo campanilistico, che pensa solo a scornarsi vicendevolmente c’è chi s’è fregato le campane. Quindi come suonarcele a vicenda? con i sondaggi, con gli opinionisti, con gli intellettuali, con i media, pagati da tutti, con le associazioni onlus, che quanto a fregare battono anche il ladro di campane, sottraendo spazio alla giustizia con i loro ricorsi gratuiti, fomentando le masse a suon di bugie, sottraendo versamenti dalle dichiarazioni che sarebbe meglio indirizzare verso realtà più solidali. Si finanziano per muovere, alla fine, politici e classi sociali, vogliono muovere una Nazione, vorranno, forse, qualcosa in cambio o si accontenteranno solo del benessere degli animali? Ma chi crede veramente oggi che il malessere degli animali sia solo per colpa del cacciatore? Esiste questa domanda nei sondaggi? Nessuno la porrà mai, perché in realtà, degli animali, non frega niente a nessuno, nemmeno a queste onlus. In realtà a qualcuno interessa e giusto a coloro che sono proprio convinti che l’unico danno agli animali lo facciano proprio i cacciatori e sono quelli che rappresentano una minoranza, questo è l’esito dato dai referendum andati pressoché deserti, c’erano solo poco più dei cacciatori e questi intramontabili, ostinati, illusi di un mondo migliore che si accaniscono solo contro piccole minoranze, incoscienti di essere ancora più piccoli di loro. Oggi un’era è veramente finita, questo va capito, è quella della libera natura in libertà e del sano scontro tra parti avverse, tra due tifoserie, che se le danno di santa ragione ma che poi si ritrovano al bar a bere assieme. Oggi, dietro alle tifoserie c’è un losco figuro che spera solo nell’odio reciproco, cosicché nessuno si potrà accorgere di lui.

da Fromboliere 06/10/2010 13.48

Re:Italiani ignoranti della caccia

Viva il rispetto delle regole, chi non le rispetta è un asino.... oltre che un morto o un assassino?

da Fromboliere 06/10/2010 12.04

Re:Italiani ignoranti della caccia

Quello che dice Ginevra e' roba vecchia...poi non fa' altro che confermare la notizia.Gli Italiani sono ignoranti in materia di caccia...e forse anche in altro ma non sta' a me dirlo!!!!

da Alex 64 06/10/2010 12.00

Re:Italiani ignoranti della caccia

Salve io sono lo sperotanto 1 futuro cacciatore anke se sono anni che esco con amici,il problema e' che nella mia citta'e 2 anni che non si fanno esami per mancanza di fondi allora chiedo agli animalisti ,che fine fanno i 300 euro circa all'anno che pagano i cacciatori?????????'servirebbero per fare esami rimpopolamento ecc ma di tutto questo non si vede niente.Poi volevo sottolineare che il cacciatore e colui che pratica l'hobby della caccia invece quelli che accusate voi sono i bracconieri che non rispettano leggi e persone quindi cari anticaccia invece di acccusare in caiiatore se vedete qualkuno col fucile che non rispetta le leggi ci sono le autorita' basta che li chiamate e mettono a tacere il bracconiere che non e' il cacciatore.Comunque cari amici per farci sentire secondo me nessuno il prossimo anno dovra pagare le tasse cosi vediamo il governo dove va a prendere sti soldi che non sono èpochi calcolando 300 euro per 700000 che se non erro sono 210000000 di euro.quindi fanculo a tutti gli anticaccia e animalisti.ciao amici cacciatori ah volevo ricordare che il cacciatore e' 1 amante della natura no 1 distruttore come l'uomo di citta'.

da leggenda 06/10/2010 11.42

Re:Italiani ignoranti della caccia

Tu non hai nessun diritto di offendere i ciechi e gli ammalati di Alzhaimer. Ti è concesso il diritto di sparare calunnie tratte dai tuoi siti animalari preferiti, il tutto in un contesto democratico. Poi, per tua conoscenza, per il rinnovo della licenza di caccia si è sottoposti a scrupolose visite mediche, che, dovrebbero sostenere anche la gente come te. Per le tue fonti Lav-Legambiente Lipu e wwf, avvelenate dalle loro assurde ideologie, ti converrebbe documentarti meglio mia cara pinocchietta, perchè sono pieni di rogna e ti hanno fatta dissetare di sole bugie. Informati meglio, fatti una cultura.

da Gimessin 06/10/2010 11.26

Re:Italiani ignoranti della caccia

carissima ginevra hai dimenticato di dire che l'ignoranza e salita all90%.Sembra che il mondo si evolga ma va sempre piu indietro

da leggenda 06/10/2010 11.15

Re:Italiani ignoranti della caccia

questi i risultati della ricerca di ieri,che probabilmente gia conoscevate • I candidati perdono il 40% dei voti se si dichiarano “cacciatori” • Il 79% dei cittadini considera l’attività venatoria una crudeltà da vietare • Il 40% degli elettori alle regionali cambierebbe il suo voto se il candidato inizialmente prescelto proponesse regole a favore della caccia. • L’80% vorrebbe vietare la caccia nei terreni privati senza l’autorizzazione del proprietario. • L’84% darebbe la licenza di caccia solo a 21 anni con ritiro ai 70 (ora possono sparare anche i ciechi e i novantenni affetti da Alzheimer) • Il 71% chiede di limitare la stagione venatoria a ottobre, novembre e dicembre. • L’80% è contrario all’estensione del periodo venatorio Ci sono altri dati sui quali sarebbe opportuno riflettere: i cacciatori calano vistosamente:– dal 1980 al 2006 hanno subito un calo di 936.44 unità. Nel 1980 erano 1.701.853; nel 2009, 670.000. E mentre i cacciatori calano, i vegetariani crescono. Ecco come: nel 2004 erano il 9,5% degli italiani, circa 5,5 milioni (Fonte: AC Nielsen, agosto 2004, campione 17.000 persone). Nel 2006, applicando a questi dati un coefficiente di crescita fondato su basi storiche, l’Eurispes stimava che fossero diventati il 10,4% degli italiani, e cioè 6 milioni circa. E con lo stesso metodo proiettava al 2010 il numero di 7 milioni in crescita fino ad arrivare a un potenziale di 30 milioni nel 2050. quello che abbiamo trovato. http://www.ladeadellacaccia.it/index.php/%E2%80%9Cle-opinioni-degli-italiani-sulla-caccia%E2%80%9D-in-10-punti-il-sondaggio-ipsos-per-enpa-lav-legambiente-lipu-wwf-italia-4162/ http://www.lasaggezzadichirone.org/site/?p=931

da Ginevra 06/10/2010 9.49

Re:Italiani ignoranti della caccia

Grazie per avermi rincuorato cara amica Serena e scusami se non ho capito cosa volevi dire Tornando alle varie analisi sulla caccia da parte dei sondaggisti credo che ultimamente ci abbiano dato ragione ,pero questo non basta bisogna dare fiducia a Caccia Ambiente per uscire dal empasse o no?

da giuseppe69 05/10/2010 23.53

Re:Italiani ignoranti della caccia

ma ke teenete da dire sempre contro a sta cazzo di caccia?????io nn capisco perche nn fate togliere le sigarette da mezzo????le tase sull acqua poi ke altro volete!!!!univesita tutte a numero kiuso,clandestini ke rubano spacciano e uccidono????TRA UN PO TRA I MILLE PARCHI KE CI SONO IN ITALIA I CINGHIALI CI UCCIDONO E POI QND PRENDETE UN CINGLIALE DAVANTI ALLA MAKKINA NON BESTEMMIATE IL CALENDARIO ALTRIMENTI VI METTO SULLE MIE GAMBE E VI FACCIO TOTTO' SUL CULETTO?????RISPETTATECI NOI CACCIATORI,FORSE SIAMO SOLO NOI GENTE ONESTA KE RISPETTA LE REGOLE E UNIFORMI CON LA NATURA XKE IO QND STO A CACCIA CON MIO PADRE O DA SOLO CARTA SIGARETTA O ALTRO NN LA GETTO A TERRA MENTRE GLI ANIMALISTI SI E TUTTE LE REGOLE KE CI SONL SOPRA LE RISPETTIAMO,MA A VOLTE COME SPESSO ACCADE IN UNA SOCIETA CE LA PECORA NERA....we scustae a tutti ma n mi togliete la caccia almeno quella ke cazzo.scusate per il volga linguaggio e distinti saluti a tutti

da sparatore87 05/10/2010 22.18

Re:Italiani ignoranti della caccia

XGiuseppe69 scusa se sono stata "maleducata" è che siamo esasperati da un atteggiamento che vuole vedere solo un lato della medaglia. Ogni circostanza della vita se non si rispettano le regole può essere pericolosa. Macchine, Alpinismo, Pesca subaquea (che tra l'altro pratico) considerando quanti finiscono tra le eliche dei motoscafi ogni estate. E' vero muoiono anche dei cacciatori. E di tutte queste tragedie forse il rispetto delle regole, perchè ci sono avremo ancora fra noi persone care. Per gli altri amici cacciatori che si chiedono come far comprendere questa nostra meravigliosa passione mi viene in mente solo la costanza nella ricerca delle parole con cui SPIEGARE perchè solo così si può COMPRENDERE, e lasciare poi che gli altri si facciano la loro opinione. Leggittima ma CONSAPEVOLE. Che ne dite?

da serena 05/10/2010 22.03

Re:Italiani ignoranti della caccia

Il problema è la gente di città!! pensano che il loro modo di vivere sia l'unico possibile,e lo vogliono imporre agl'altri! vedono i cacciatori come persone senza cuore,tranne poi andare al centro commerciale a comperarsi la tagliata di vitello,il pollo arrosto o le costine di maiale...come se crescessero sugl'alberi e non fossero stati esseri viventi prima! Si indignano per l'abbattimento di un capriolo,ops scusate bambi...o per quello di un cinghiale...tanto mica li hanno a casa loro!! Io gli auguro sempre di prendersi un cinghialetto Piero in faccia mentre vanno al mare per il weekend e che poi il caro Piero se ne vada bello felice per la sua strada lasciandoli belli rotti sulla strada!! Oppure di incontare bambi da vicino,così vedono com'è bello prenderlo sul cofano!!

da Ale 05/10/2010 16.34

Re:Italiani ignoranti della caccia

Intanto continuate a votare il sondaggio su corriere.it sulla caccia altrimenti gli animalisti recuperanoin percentuale

da Claudio S. 05/10/2010 13.41

Re:Italiani ignoranti della caccia

Si forse cara Serena ,ci si parla la stessa lingua e non ci si capisce Se non mi sono spiegato in maniera asaustiva allora devo dire che sono un ignorante e che non capisco anche io un tubo Forse mi sto autocommiserando ma fa lo stesso Ciao

da giuseppe69 05/10/2010 12.06

Re:Italiani ignoranti della caccia

questi dati sono inconfutabili....il problema nostro ora è riuscire a renderli puibblici. su questo foruim si parla gran bene però è limitato nella lettura da parte di soli cacciatori e qualche altro esterno diciamo. COME FARE A PROMUOVERE LE NOSTRE VERITA'?????????? se non riusciremo a brave sarà sempre più dura per la categoria

da CACCIA78 05/10/2010 11.55

Re:Italiani ignoranti della caccia

la portata utile di un fucile da caccia è di 35 40 metri,alcuni pallini forse raggiungono la distanza di 60 metri.ora,la legge dice che bisogna stare a 150 metri da case etc,per essere veramente un pericolo un cacciatore deve sparare da una distanza di 50 metri in direzzione di una casa,penso che cacciatori cosi si contano sulle dita di una mano.quei pallini che sentono sono pallini di caduta quando il tiro è stato fatto in aria ,e i pallini cadono a palombella.tu hai ragione Massimiliano che la prudenza non è mai troppa,ma se di stare a 150 metri stanno a cento non c'è nessuno pericolo.

da max 60 05/10/2010 10.47

Re:Italiani ignoranti della caccia

XGiuseppe69 la mia era un'introduzione non si parla di giornali qui. ma porca miseria l'italiano è così difficile da capire?

da serena 05/10/2010 8.40

Re:Italiani ignoranti della caccia

Salve a tutti il sign. Giovanni da verona non ha tutti i torti comunque,perchè anche io dovendo trovarmi i cacciatori vicini a casa mia durante il giorno con mia figlia che magari gioca in cortile e i deficenti di turno ci sono e come se ci sono, mi incazz.... a morte perchè ci sono regole da rispettare sia quelle scritte che quelle non scritte. quindi non ha vietato l'andare a caccia ,ma solo più prudenza,e ne ha ragione. un altra cosa invece vorrei dirla direttamente a giovanni : Quanto e alta una lepre? Se avesse sparato a una lepre per questino di altezza non avrebbe mai toccoto punti vitali 1, 2 i pallini da quel che so io e si parla del 7 circa non hanno mai ucciso nessuno ,magari lesioni , ma non moti ameno che sta sparando a pallettoni o palla sola, o con la canna righata , ma comunque sia non ci siamo con le altezze, quindi non so se chiamarlo incidente scusate a tutti per l'intervento e buona caccia a tutti

da massimiliano da cagliari 05/10/2010 8.11

Re:Italiani ignoranti della caccia

l'ignoranza c'è perchè alle persone non interessa il discorso caccia.. Poi fossero ignoranti solo sulla caccia sarebbe già qualcosa.. Purtroppo ci sono molte altre cose dove gli Italiani peccano in ignoranza .....

da Filippo 05/10/2010 4.45

Re:Italiani ignoranti della caccia

Si forse i giornali secondo te sono fonte di verita a prescindere cara Serena Secondo me anche loro dicono un sacco di mistificazioni che poi nel 50%dei casi cadono nel vuoto ho no?

da giuseppe69 04/10/2010 22.53

Re:Italiani ignoranti della caccia

parliamo dell'editoriale dato che i giornali per la cronaca si possono aquistare la mattina al bar. gli italiani sono a favore della caccia, punto. e non credo che tutti quelli che esprimono solidarietà nei nostri confronti siano solo cacciatori ma persone che rispettano un'attività legale e con regole severissime. senza insultare nessuno vorrei dare un consiglio sincero e ciò che per conoscere davvero bene una realtà bisogna conocerla e viverla. sempre a favore della caccia.

da serena 04/10/2010 22.20

Re:Italiani ignoranti della caccia

Ecco cari amici dove viviamo,viviamo nel Paese dove si parla solo di gossip di cavolate varie e basta Poi quando vi e da fare dei sondaggi seri solo falsita e specialmente quando si parla di caccia

da giuseppe69 04/10/2010 21.20

Re:Italiani ignoranti della caccia

Si vede proprio che sei neutrale "buona caccia a tutti". Dovresti vergognarti!

da Luchino 04/10/2010 19.26

Re:Italiani ignoranti della caccia

Vergognoso ipocrita!

da Hilly Billy 04/10/2010 19.17

Re:Italiani ignoranti della caccia

Sig. Giovanni un conto è leggere un conto è postare la notizia addirittura in due posti diversi su questo sito. Lei non ha segnalato un suo disagio Lei ha strumentalizzato per un suo fine anti-caccia, due famiglie colpite da lutto! Inutile ora che venga a fare il santarellino di turno, troppo tardi. Se non disturba più ne sarei felice e mi creda è la prima volta in assoluto che rivolgo a qualcuno questa mia richiesta.

da Silvano B. 04/10/2010 17.50

Re:Italiani ignoranti della caccia

Su settecentomila volte, noi cacciatori, moltiplicato per i giorni che si esce a caccia, risultato 17 morti, 34, 42, 80? Una bazzecola, vada, Giovanni a lamentarsi con chi la voleva impallinare, con i carabinieri, la forestale, le guardie venatorie, la polizia: ha tutte le scelte immaginabili. Il blog è proprio la peggiore che ha fatto. Non si lamenti, se fuma dentro un deposito di carburanti lei è un vero irresponsabile.

da Fromboliere 04/10/2010 17.41

Re:Italiani ignoranti della caccia

Se in forum di caccia i nostri “amici” raccomandano prudenza con le armi, in uno di auto sportive di non correre troppo, in quello religioso la tolleranza tra i popoli…in un sito porno cosa potrebbero raccomandare? L’uso del preservativo? Il sesso libero per tutti? La castità? Mah… Complimenti a Cinzia invece per l'ottima analisi.

da massimo zaratin 04/10/2010 17.41

Re:Italiani ignoranti della caccia

Per informazione i nomi delle persone coinvolte nell'incidente li ho letti su internet quindi sono visibili a tutti. Ringrazio chi di voi ha avuto una certa apertura mentale circa il disagio che ho segnalato. Gli altri pazienza... buona caccia a tutti , non disturberò più le vostre conversazioni che, mi rendo conto, devono necessariamente essere solamente improntate al vostro punto di vista. La dimostrazione è che non sono bigotti solo gli animalisti..

da Giovanni Verona 04/10/2010 17.29

Re:Italiani ignoranti della caccia

GIOVANNI MA ALLE SEI DEL MATTINO DORMI NEL LETTO O IN CORTILE??? ALMENO RACCONTALE BENE!!!!!! MI PIACE MOLTO QUEL "è quasi successo l'anno scorso" E IO QUASI CI CREDO, MA PER FAVORE !!!!! INUTILE FARE L'ANIMETTA CANDIDA COL TUO SECONDO POST !!!!!

da GILBE 04/10/2010 17.00

Re:Italiani ignoranti della caccia

giovanni, la legge parla chiaro, se recinti avrai tutta la privacy che cerchi.

da rodatò 04/10/2010 16.55

Re:Italiani ignoranti della caccia

Sig. Giovanni se il suo primo intervento è chiaramente strumentale il secondo è vergognoso! Lei per proteggere i suoi cari immette un post con nomi e cognomi di una disgrazia come se queste famiglie non avessero il diritto al silenzio e al pianto? Non la potremmo mai offendere abbastanza mi creda. E' lei che da solo ha fatto capire chi è offendendosi più profondamente di qualsiasi insulto che noi potremmo mai lanciarle.

da Silvano B. 04/10/2010 16.41

Re:Italiani ignoranti della caccia

X Giovanni da Verona, il secondo post andava messo al posto del primo, poichè il primo era tipico dell'animalanticaccia di turno. Col suo secondo post, ha chiarito la sua leggittima preoccupazione e siamo tutti daccordo. Come le ha risposto l'amico Spartacus60, se sussistono dimostrate mancanze, lei può chiamare i Carabinieri. Chiarito tutto ciò, mi consenta una domanda: Oltre ad essere impallinato, lei ha mai pensato che un pirata della strada potrebbe investirla, o che mentre dorme di notte potrebbero entrare ladri in casa e farle del male, o cadere da un dirupo mentre raccoglie funghi in montagna ecc. ecc... Questi ed altri tragici incidenti, caro amico Giovanni da Verona, sono all'ordine del giorno ed è doveroso ricordarle che hanno una frequenza giornaliera rispetto ai, fortunatamente rari, incidenti di caccia che, comunque devono essere oggetto di maggior prevenzione da parte dei cacciatori, e non di falsa e ipocrita strumentalizzazione da parte degli anticaccia. Buona giornata.

da Gimessin 04/10/2010 16.36

Re:Italiani ignoranti della caccia

se non appartieni a nessuna categoria che cosa vieni a fare in questo sito.te lo dico io a quale categoria appartieni,alla categoria delle persone che dalla citta vanno in campagna e si sentono padroni di tutto ciò che li circonda.poi finitela con queste stronzate che vi impallinano,io vado a caccia da quando ero piccolo cioè 40 anni ed è successo una sola volta e calcola che vado a caccia 2 volte alla settimana,te per una volta che vai in campagna ti impallinano,invece sta attanto quando vai per strda che è mille volte più pericoloso,una macchina è peggio di un fucile.e poi Spartacus ha ragione baSTA,SOLAMENTE IN iTALIASI SENTONO QUESTE COSE.

da MAX 60 04/10/2010 16.26

Re:Italiani ignoranti della caccia

x Giovanni Verona Qui non si insulta nessuno tanto per inciso,e se qualcuno sbotta è perchè SIAMO STUFI di sentirci additati e paragonati ai CRIMINALI.Per quanto attiene alla tua giusta e sacrosanta incolumità,compresa quelli di tutti,basta chiamare i Carabinieri e la questione è risolta,ovviamente se sussistono le dovute mancanze di rispetto legali.Salutoni

da Spartacus60 04/10/2010 15.58

Re:Italiani ignoranti della caccia

Carissimi grazie per gli insulti etc. Naturalmente mia intenzione non era strumentalizzare questa tragedia ed anzi mi unisco al dolore della famiglia e porgo le mie sincere condoglianze per qusto incidente . Mio intento sarebbe solamente sollecitare una maggiore attenzione quando si caccia a non impallinare le persone che passano per caso , perchè è successo (oppure neghiamo anche questo?). naturalmente se avessi scritto su un blog di amanti delle macchine sportive avrei sollecitato il rispetto della velocità e delle norme sulla strada, e se avessi scritto su un blog sulle religioni un maggior rispetto per le fedi etc. I vostri insulti e commenti invece sembra nascondano malafede, e visto che sono fatti in 'associazione' hanno l'aria di essere a difesa della categoria dei cacciatori . Io al contrario non rappresento nessuna categoria, solo quella delle persone che desiderano non doversi svegliare alle 6 della mattina per i botti dei cacciatori dietro casa, per la caduta di pallini sul mio cortile (e testa) e soprattutto per la paura di essere impallinato quando cammino nei boschi (è quasi successo l'anno scorso). Sono sicuro che mi prenderete per bugiardo ma sicuramente non lo sono. Se combatto questa battaglia è solo per proteggere la mia vita e la mia libertà. Non insulto nessuno ma chiedo rispetto per me e le persone a me care. Adesso continuate ad insultare visto che che mi sembra sia il vostro modo di comunicare preferito

da Giovanni Verona 04/10/2010 15.43

Re:Italiani ignoranti della caccia

Signori...amici...stiamo facendo il gioco loro!non ci concentriamo sulla notizia dell'editoriale...e cioè...che gli Italiani..il 45%.. non sà nulla sulla caccia!!tempo fà in un'altro sito scrissi queste parole....a proposito della non conoscenza della materia..........................................Più informazione e conoscenza sulla nostra passione..LA CACCIA..a 360° gradi...può aumentare e anche di molto la percentuale dei favorevoli!!bisogna fare informazione e "formazione"..presso i giovani sopratutto,e non dimentichiamoci dei nostri vecchi!!loro la caccia l'anno vissuta veramente a 360° gradi!!formare dei circoli e cercare nelle scuole di avere almeno un'ora per l'informazione ambientale(guidata ovviamente da dei cacciatori...e non animalari)!!!. un saluto.

da Sandro Cagliari 04/10/2010 13.54

Re:Italiani ignoranti della caccia

IERI SONO ANDATO A CACCIA CON UN MIO AMICO PER ARRIVARE SUL POSTO HO PERCORSO CIRCA 50 KM.. LUNGO QUESTO PERCORSO ABBIAMO CONTATO 4 GATTI 3 ISTRICI 2 MARTORELLI E 4 RICCI TUTTI QUESTI ANIMALI SONO STATI UCCISI DALLE AUTOMOBILI. COSA NE PENSA IL MINISTRO BRAMBILLA? BISOGNA BLOCCARE LE AUTO? VORREI CHIEDERE A GIOVANNI DA VERONA COSA NE PENSA CHE TUTTI I SABATO SERA MUOIONO DECINE DI GIOVANI? PERCHE' NON LOTTIAMO PER FAR CHIUDERE LE DISCOTECHE ALL'UNA? QUESTE SONO LE COSE IMPORTANTI NON LE CAVOLATE. UN INCIDENTE PUO' SUCCEDERE IN QUALSIASI CATEGORIA NON SOLTANTO SULLA CACCIA.

da NANNI 04/10/2010 13.32

Re:Italiani ignoranti della caccia

Giovanni Verona: eccone uno che ha letto l'editoriale ma che non ci ha capito una virgola. Dovrei essere forse uno di quelli che tenta di fargli capire la caccia? Meglio di Cinzia non potrei fare. Questo rappresenta uno zoccolo insormontabile. Lo zoccolo del mulo.

da Fromboliere 04/10/2010 12.48

Re:Italiani ignoranti della caccia

X max60, pienamente daccordo con te. Chi ci dice di dialogare con costoro evidentemente non ci ha avuto mai a che fare e non li ha letti sui blog. Provare per credere.......quanti di questi imbecilli ci sono in giro. Ti saluto.

da Gimessin 04/10/2010 12.43

Re:Italiani ignoranti della caccia

x Gimessin....se gli allungo la lista....non bastano 100 pagine di bighunter...credo che abbia capito!!!eppure ho i miei dubbi!! :)), x willow....non serve commentare.. oppure aprire un dibattito civile e costruttivo con queste persone!..l'ottusità è sempre dietro l'angolo!.

da Sandro Cagliari 04/10/2010 12.41

Re:Italiani ignoranti della caccia

x Gimessin.inutile allungare la lista,le loro argomantazioni sono queste,ma il bello è che ci dicono di diagolare con queste persone.

da max 60 04/10/2010 12.33

Re:Italiani ignoranti della caccia

Bravo Sandro. Dico la verità, io ho difficoltà a commentate questi vomitevoli avvoltoi che usano il dolore di una famiglia per i loro miserabili interessi di bottega. E poi loro sarebbero quelli sensibili ed amanti della vita! Ma vergognarsi un pochino, no, eh?

da Willow 04/10/2010 12.11

Re:Italiani ignoranti della caccia

"In Italia auto e motoveicoli uccidono circa 9000 persone all'anno (i morti sul colpo sono circa 3500 l'anno, quelli sul colpo o nella settimana successiva al sinistro sono circa 7000, quelli anche dopo la settimana appunto circa 9000). Come a dire che in cinquant'anni di dopoguerra dovremmo ormai essere vicini al mezzo milione di morti (nella II guerra mondiale i morti furono circa 200000, nella Grande Guerra circa 600000)" http://bicicletta.bonavoglia.eu/autostrage.htm

da dodo 04/10/2010 12.10

Re:Italiani ignoranti della caccia

X Giovanni da Verona, ma tu oggi non hai niente da fare? O sei il cretino di turno? Ho avuto modo di constatare che vi alternate. Oggi tocca a te dire ca@@@te. X Sandro da Cagliari, allungagli la lista se no questo poveretto del turno di mattina non si convince. Ciao!

da Gimessin 04/10/2010 11.37

Re:Italiani ignoranti della caccia

O ancora così...se preferisci.....devo continuare???fai tù.... Pakistano uccide moglie a Novi di Modena Per litigio nozze figlia, giovane presa a sprangate 03 ottobre, 19:38 (ANSA) - NOVI (MODENA), 3 OTT - Una pakistana e' morta e la figlia e' stata gravemente ferita al termine di un litigio dal marito e dal figlio a Novi di Modena. Pare che il motivo fosse la ribellione della giovane, 20 anni, a un matrimonio combinato. La madre avrebbe preso le sue difese e sarebbe stata uccisa con una pietra, mentre la figlia sarebbe stata colpita a sprangate. La donna e' morta mentre la ventenne e' grave ma non verserebbe in pericolo di vita all'ospedale di Modena. Indagano i carabinieri.

da Sandro Cagliari. 04/10/2010 10.55

Re:Italiani ignoranti della caccia

oppure così...... Bimbo cade in canale e affoga Aveva otto anni, e' successo nel parmense 03 ottobre, 22:59 (ANSA) - PARMA, 3 OTT - Un bimbo di otto anni e' morto annegato oggi dopo essere caduto in un canale di irrigazione a Corcagnano, frazione del Comune di Parma. Il piccolo era di origini nigeriane e risiedeva a poca distanza dal luogo della tragedia. Il bimbo, assieme ad un gruppo di amici, era uscito nel pomeriggio per giocare a pallone in un campo vicino alla parrocchia del paese quando, per cause ora al vaglio di polizia e carabinieri, e' caduto nel canale che limita la proprieta' di una villa e ed affogato

da Sandro Cagliari 04/10/2010 10.51

Re:Italiani ignoranti della caccia

x Giovanni Verona.....allora ti potrei rispondere così...Alpinismo, è morto Walter Nones Stava scalando la vetta dell'Himalaya 04 ottobre, 09:12 MILANO - Walter Nones, 39 anni, alpinista altoatesino, è morto questa mattina mentre stava tentando una salita al massiccio del Cho Oyu nell'Himalaya. La conferma dell'incidente mortale è stata data dalla moglie, Manuela, sul blog dello stesso alpinista

da Sandro Cagliari 04/10/2010 10.46

Re:Italiani ignoranti della caccia

04/10/2010 | LA TRAGEDIA. Omicidio colposo in Spara alla lepre, centra l'amico Muore operaio di S. Ambrogio Valpolicella, la vittima aveva 47 anni, sposato con figli, e abitava poco lontano in località Monte. Enzo Marconi era andato avanti convinto ci fosse una preda. Carlo Zorzi ha fatto fuoco pensando di colpire l'animale

da Giovanni Verona 04/10/2010 10.17