Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Il News Feed non è attualmente disponibile. Messaggio di errore:Errore del server remoto: (403) Non consentito.

Editoriale

Percezione della caccia. L'ora delle verità


domenica 26 marzo 2023
    

 
 
E' indubbio che la percezione della caccia sia notevolmente diversa in molti altri Paesi europei. Alcuni giorni fa abbiamo riportato lo strabiliante caso della Danimarca, dove il 90 per cento dei cittadini approva l'attività venatoria, percentuale emersa da un sondaggio commissionato ad un istituto di analisi e rimasta tra l'altro stabile negli anni.

E' una caratteristica frequente nei Paesi nordici (ma non solo), ovvero quelli in cui il contatto con la natura è ancora predominante e in cui tradizione e modernità si integrano senza contrasti, spesso a partire dall'insegnamento nelle scuole, dove l'argomento viene trattato  in termini tecnici, pratici e scientifici. Non è un caso se in Norvegia, Svezia e Finlandia si contano molti cacciatori giovani, abituati fin da piccolissimi a familiarizzare con naturalezza con i selvatici e a partecipare fin dai 15 anni a battute di caccia con genitori e associazioni.

E in Italia? Piero Genovesi, responsabile fauna selvatica di Ispra (nonchè personaggio pubblico molto apprezzato dalla tv), pochi giorni fa, invitato a dire la sua sulla poca considerazione del grande valore economico dell'attività venatoria, si rammaricava della bassa opinione che i cittadini italiani hanno sulla caccia, sottolineando che le cose non vanno affatto così per esempio in Svezia, dove c'è un consenso molto ampio da parte della cittadinanza (che infatti mangia abitualmente selvaggina, alci e renne in primis).

Lo stesso discorso si può fare per la Finlandia, dove l'associazione venatoria di riferimento (Metsästätäjäliitto) ha appena commissionato un'analisi mediatica dell'immagine pubblica sia della caccia che di sé stessa. Dalle conclusioni emerge che gli articoli che trattano di caccia (stile di vita e hobby, attività sociali, posizioni dei politici a favore della caccia), si sono distinti come argomenti positivi. Ciò significa che i media nazionali parlano molto di caccia e lo fanno con toni divulgativi e propositivi. Se ci facciamo caso, invece, la stragrande maggioranza degli articoli a tema caccia sulle nostre testate generaliste, sono translate direttamente dai comunicati allarmistici delle associazioni abolizioniste e quindi aprioristicamente contrarie. C'è una bella differenza tra questi due approcci. Il secondo non può che essere superficiale e di parte. 

Ed ecco dunque spiegati anche i dati del sondaggio Nomisma presentato negli scorsi giorni da Federcaccia: da noi solo il  41% approva la caccia coerentemente con una disinformazione dichiarata: ben 2 italiani su 3 ammettono di non essere sufficientemente informati sulla tematica e solo 1 intervistato su 10 afferma di conoscere appieno norme e disposizioni che ne regolano l’operato. Ciò appare ancora più contraddittorio considerato che, sempre secondo la ricerca Nomisma, il 62% degli italiani consuma anche selvaggina (nel 39% dei casi al ristorante), considerandola oltre che buona, molto più sana e sostenibile, sia da un punto di vista ambientale, che etico, avendo evidentemente consapevolezza del fatto che gli animali allo stato brado hanno una vita notevolmente migliore di quelli in allevamento.

Dunque bene sicuramente l'invito rivolto da più parti al mondo venatorio di  farsi conoscere per i suoi contributi positivi alla biodiversità e per i ruoli di vigilanza e di ripristino degli habitat, ma non sarebbe affatto male se qualche sforzo in più venisse fatto in termini di divulgazione ed educazione anche a livello ministeriale, oltre che mediatico. Sia i dipartimenti dell'Agricoltura e dell'Ambiente che quelli di Istruzione e Cultura, in considerazione all'elevato valore economico della caccia (come abbiamo visto miliardi di euro tra economia e servizi ecosistemici), dovrebbero sentirsi chiamati in causa per ripristinare verita' per troppo tempo lasciate alla mercè di detrattori e mistificatori. 
 
 
Cinzia Funcis
 
 
 

 

Redazione Big Hunter. Avviso ai commentatori
 
Commentare le notizie, oltre che uno svago e un motivo di incontro e condivisione , può servire per meglio ampliare la notizia stessa, ma ci deve essere il rispetto altrui e la responsabilità a cui nessuno può sottrarsi. Abbiamo purtroppo notato uno svilimento del confronto tra gli utenti che frequentano il nostro portale, con commenti quotidiani al limite dell'indecenza, che ci obbligano ad una riflessione e una presa di posizione. Non siamo più disposti a tollerare mancanze di rispetto e l'utilizzo manipolatorio di questo portale, con commenti fake, al fine di destabilizzare il dialogo costruttivo e civile. Ricordiamo che concediamo questo spazio, (ancora per il momento libero ma prenderemo presto provvedimenti adeguati) al solo scopo di commentare la notizia pubblicata. Pertanto d'ora in avanti elimineremo ogni commento che non rispetta l'argomento proposto o che contenga offese o parole irrispettose o volgari.
Ecco le ulteriori regole:
1 commentare solo l'argomento proposto nella notizia.
2 evitare insulti, offese e linguaggio volgare, anche se diretti ad altri commentatori della notizia.
3 non usare il maiuscolo o ridurre al minimo il suo utilizzo (equivale ad urlare)
4 rispettare le altrui opinioni, anche se diverse dalle proprie.
5 firmarsi sempre con lo stesso nickname identificativo e non utilizzare lo spazio Autore in maniera inappropriata (ad esempio firmandosi con frasi, risate, punteggiatura, ecc., o scrivendo il nickname altrui)
Grazie a chi si atterrà alle nostre regole.
Leggi altri Editoriali

38 commenti finora...

Re:Percezione della caccia. L'ora delle verità

Io ancora godo documentando che moltissimi animalisti convinti sono andati fuori strada per colpa dell,invasione di lupi e cinghiali.E fortuna per noi sono deceduti.

da Luciano F. 02/04/2023 18.04

Re:Percezione della caccia. L'ora delle verità

Per non dimenticare : "ma per quanto riguarda le.offese,vorrei ricordarle quello che viene detto a noi cacciatori dai suoi colleghi..." (da IO 30/03/2023 12.41) :-))))))))))))

da Belin 02/04/2023 9.38

Re:Percezione della caccia. L'ora delle verità

Come e' bello cacciare una giornata intera e la sera davanti al camino arrostire tanta carne di selvaggina e godere alla facciaccia degli anticaccia.

da Dino 01/04/2023 15.48

Re:Percezione della caccia. L'ora delle verità

Egregio IO , basta leggere il commento dopo il suo per capire quante idiozie lei blateri e cosa scriva/dica la sua di parti! "Viva come vuole e lasci vivere gli altri come meglio credono": ecco bravo, applichi lo stesso principio agli animali che fucila a caccia e che lei non lascia certo vivere come meglio credono... fino a quel momento certe parole dette da uno come lei sono solo ridicole! X PIETRONET che dice " smettiamola col patetico vizio di umanizzare gli animali, questa è la vera violenza contro natura di cui gli animali farebbero volentieri a meno.": e lei la smetta col patetico vizio di dire coglionate... solo un mentecatto può pensare che gli animali preferiscano essere ammazzati a fucilate da gente come lei, piuttosto che umanizzati. Se umanizzarli è violenza verso la natura , sparargli addosso per hobby allora dovrebbe essere considerato un crimine da malati mentali.

da Belin 31/03/2023 22.33

Re:Percezione della caccia. L'ora delle verità

Purtroppo questi decerebrati di sinistra hanno fatto solo danni , un bel manganello in mano alle forze dell'ordine e giu mazzate a questi anarchici anticaccia del cxxo.

da venetopiglipesce 31/03/2023 19.04

Re:Percezione della caccia. L'ora delle verità

Lei Sign.Veneto sarà un caso a parte effettivamente ma per quanto riguarda le.offese,vorrei ricordarle quello che viene detto a noi cacciatori dai suoi colleghi..il miglior complimento è sperare e gioire della nostra morte per parlare di come sono apostrofate le mamme,moglie/marito ecc.. E chiaramente intendo solo di offese verbali se poi passiamo ad atti vandalici contro strutture adibite alla caccia,allora peggio ancora. Di cosa parliamo quindi?

da IO 30/03/2023 12.41

Re:Percezione della caccia. L'ora delle verità

Egregio Pietronet, posso condividere conte quello che dici tenendo presente che pure a me accade ogni tanto che questo sito non pubblica i miei commenti oppure interrompe la possibilità di commentare forse perché l'argomento magari è stato sufficientemente trattato ma quello che è più grave sono i commenti di Fabio e che gli assomiglia nello scrivere che non mancano occasione per offendere...

da Veneto 29/03/2023 6.55

Re:Percezione della caccia. L'ora delle verità

Come mai su un forum Come mai su un forum di cacciatori si possono trovare commenti degli animalambientalisti mentre invece quando tento di controbattere assurde argomentazioni sparse in giro per la rete su lidi disneyani il più delle volte non mi pubblicano nemmeno??? Forse perché nella loro boriosa presunzione il loro fine giustifica ogni antidemocratico mezzo, come le balle megagalattiche date in pasto all'opinione pubblica pur di calunniare altri umani come loro, eh si!... Anche noi siamo umani, inferiori solamente alla Natura nel suo complesso. E per favore, smettiamola col patetico vizio di umanizzare gli animali, questa è la vera violenza contro natura di cui gli animali farebbero volentieri a meno.

da Pietronet 28/03/2023 22.45

Re:Percezione della caccia. L'ora delle verità

Se questo è il mondo della caccia hanno ragione i giovani a boicottarla. Mi piacerebbe che tra stessi cacciatori vi fosse il libero arbitrio di contestarsi vicedevolmente quando si parlano male di altri soggetti ma mi accorgo a malincuore che non si sputa nel piatto dove si mangia.

da Veneto 27/03/2023 20.40

Re:Percezione della caccia. L'ora delle verità

Brava Cinzia bell’articolo, purtroppo in un paese come il nostro, dove un terzo delle persone non riesce a comprendere quello che legge e gran parte non sa neanche scrivere in italiano corretto, è difficile fare entrare certi concetti nelle teste bacate che ci circondano.

da Fauno 26/03/2023 14.30

Re:Percezione della caccia. L'ora delle verità

X Fucino Cane niente "gutalax" perchè se vedevi le loro facce altro che "purga"....Sono come le pecore dove sentono il campanaccio prendono la direzione senza sapere niente di niente e parlano x sentito dire.Il mio rammarico(come altri)è che in questi ultimi 20 anni non ci sia stata una sola volta che le ASS.VEN. si siano fatte sentire nel spiegare cosa sia la caccia anche perchè la CACCIA QUELLA VERA non lo sanno neanche loro cosa significa e ci ritroviamo come stiamo messi oggi punto..........

da MARCELLO64 24/03/2023 11.00

Re:Percezione della caccia. L'ora delle verità

non è stefania ma il Veneto... che se la canta e suona da solo...ma non rispondetegli più..fate finta che non esista...

da Roby 23/03/2023 10.47

Re:Percezione della caccia. L'ora delle verità

Stefania mi scusi, lei che ci definisce violenti e crudeli ed invece il suo tentativo di indottrinare il pensiero altrui,su cosa sia giusto o sbagliato ed addirittura buono da mangiare che cosa è? Per me è sì questa una violenza inaudita ed anche una presunzione di superiorità. Chi è lei per dire a me.cosa devo o non devo fare,come devo nutrirmi ecc.?? Viva come vuole e lasci vivere gli altri come meglio credono.

da IO 22/03/2023 15.01

Re:Percezione della caccia. L'ora delle verità

Per Marcello 64 agli animalisi dovevi purgarli tutti con il gutalax(piccola vendetta Cinese)

da Fucino Cane 22/03/2023 14.25

Re:Percezione della caccia. L'ora delle verità

@ Stefania : tu libera di mangiare ciò che credi……noi liberi di mangiare ciò che,”preleviamo” in conformità con le leggi………può nn piacerti……amen …..siamo carnivori e per nutrirci di carni ad alto valore nutrizionale,dobbiamo x forza ucciderli(vivi nn si possono mangiare)………..le aziende zootecniche,allevano bestiame ,i maschi ,nn produttivi,finiscono sulle tavole dei carnivori ,le femmine,produttive,vengono allevate come “rimonta” del capitale zootecnico che,siano pecore,capre,mucche…….ecc……

da Lisandru 21/03/2023 23.09

Re:Percezione della caccia. L'ora delle verità

Povero Roby, ti consiglio di andare a ripetizione da Stefania che forse ne sa piu di te sul mondo animale. Ricordati il detto dei nostri vecchi Veneti: par far na femena ghe vol tre omeni.

da Veneto 21/03/2023 21.48

Re:Percezione della caccia. L'ora delle verità

X Alberto su richiesta di un mio amico(cacciatore)ho invitato a cena dei suoi "amici" senza dirgli quello che si mangiava:Menù=Primi pappardelle in bianco con ragù di CINGHIALE gnocchi al ragù di petto di COLOMBACCIO:Secondi= Fettine panate(ricavate dal coscio) e spezzatino di CINGHIALE.MORALE si sono leccati i baffi ma il bello è stato quando gli ho detto cosa avevano mangiato beh le loro facce sono state tutto un programma e ho goduto come un riccio..

da MARCELLO64 21/03/2023 17.59

Re:Percezione della caccia. L'ora delle verità

Stefania, libera di pensarla come vuoi ma per il momento l'unica persona violenta mi sembri tu.

da Frank 44 21/03/2023 14.05

Re:Percezione della caccia. L'ora delle verità

Chi è contrario alla caccia non lo è certo per ignoranza, come volete scioccamente dare ad intendere. Non c'è bisogno di conoscere le norme sulla caccia per sapere e disapprovare quello che è il fulcro della caccia: degli animali vengono ammazzati. Dove, come, quando e persino il perché sono dati irrilevanti per le persone perbene e dotate di un minimo di coscienza. È il vostro "sport", hobby o comunque lo vogliate definire, ad essere ignorante, oltre che violento e crudele. E a praticarlo è per l'appunto gente ignorante, violenta e crudele. P.s. vista la notoria aggressività ANCHE verbale dei cacciatori e non avendo alcuna intenzione di perdere tempo ed energie a raccogliere le loro provocazioni, rispondo in anticipo a quella che può essere l'unica obiezione logica da parte loro (attenzione, obiezione logica, NON giustificazione) chiarendo che da parte mia non c'è alcuna incoerenza, contraddizione ecc in quanto non mangio né carne né altri derivati animali. Non c'è differenza alcuna tra gli animali selvatici e quelli allevati, meritano di essere lasciati in pace TUTTI. Anzi, colgo l'occasione per invitare ad una serie riflessione tutti i consumatori di carne che sono contrari alla caccia: se amate gli animali o semplicemente trovate ingiusto ammazzare qualcuno, pensate agli animali che muoiono per finire nei vostri piatti. Non esiste essere vivente al mondo più miserabile e infelice e sfortunato di loro. Abbiate pietà anche di loro, come l'avete per gli animali selvatici vittime dei cacciatori.

da Stefania 21/03/2023 12.53

Re:Percezione della caccia. L'ora delle verità

il Veneto se la canta e suona da solo...psicopaticooooooooooooooooooooo

da Roby 21/03/2023 7.15

Re:Percezione della caccia. L'ora delle verità

Anna parla di animali in generale,selvatici e allevati……bene ,liberissima di nn cibarsene ma,anche noi ,liberi di poter mangiare un agnello,un vitello,un maiale,nati maschi e in azienda zootecnia,nn produttivi ,quindi,destinati alle tavole di coloro che,ne apprezzano le carni con alto valore nutriente,,,,,,si x i gli onnivori come noi che,a parte le bestie acquistate,provvediamo a prelevare,legalmente,là selvaggina, cibo ad altissimo valore nutrizionale………..il resto,follia ideologica…….

da Lisandru 20/03/2023 22.13

Re:Percezione della caccia. L'ora delle verità

Gli ambientalisti dicono di no a tutto, secondo me qualcuno gli ha fatto il lavaggio del cervello, comunque dicono no per puro spirito di farlo.

da Raffaele 20/03/2023 20.24

Re:Percezione della caccia. L'ora delle verità

Egregia Anna stai tranquilla che sono dalla tua parte sebbene non sia cacciatore, ne animalista e ne ambientalista. Come puoi pretendere di competere con questi cacciatori dove si ergono ad essere i primi della classe dove per fortuna vi sono tra di loro persone umili e comprensive verso gli animali selvatici? Egregio Roby sono orgoglioso di essere Veneto ed avere il coraggio di dire quello che penso senza mai offendere come fate taluni di voi. Impara a commentare da Alberto e ricordati che fra qualche decennio esisterà solo una caccia umana, razionale e professionale solo gestita dallo Stato perché gente con la tua mentalità non può gestire la caccia.

da Veneto 20/03/2023 19.58

Re:Percezione della caccia. L'ora delle verità

Anna sei il Veneto...ma smettila di cambiare nome e di scrivere scemenze ! Se erano cosi intelligenti perchè sono ancora dove sono come migliaia di anni fa? il fatto è che sei cosi limitato mentalmente che non riesci ad afferare il concetto della Vita e degli animali , ma per questo AVRESTI dovuto studiare quando era ora....povero illuso

da Roby 20/03/2023 18.27

Re:Percezione della caccia. L'ora delle verità

Auguro alla Sig.ra Anna di avere buona salute, ma nel caso le capitasse qualche inciampo eviti di rivolgersi a medici e farmacisti, noti trogloditi, vada nel bosco a farsi curare da cinghiali, caprioli, volpi, cornacchie, lupi, ecc. molto più bravi. Questo è solo un esempio, potrei fargliene molti altri in tutti i campi che vuole. Gli animali hanno una loro intelligenza certo, anche se sarebbe meglio parlare di istinto, ma paragonarla a quella umana (discutibile fin che vuole) è un'assurdità.

da MarioP 20/03/2023 17.21

Re:Percezione della caccia. L'ora delle verità

Anna ma lo sai che gli animali intelligentissimamente ti si mangerebbero come hanno sempre fatto in milioni di anni? Hanno canini (pure noi), artigli e zanne atti a lacerare e masticare carne, non stanno a leggersi Repubblica mentre ipotizzano un mondo in cui tutti gli esseri viventi fanno il girotondo. Cerchiamo di non essere ridicoli, su. Questa accezione buonista della natura è una pura invenzione. Se poi, come credo, sei venuta a provocare, spero che nessuno raccolga. Perchè sai benissimo Anna che questo è un sito che parla di caccia ai cacciatori, questi discorsi da fiaba animalista devi andare a farli in altri lidi, con rispetto parlando.

da Bruno Livorno 20/03/2023 17.13

Re:Percezione della caccia. L'ora delle verità

Criteri stantii.Si stanno superando nonostante le lobby che , sfruttando il sistema contro gli animali , tengono duro . Gli animali non sono prede commerciali . Mettetevelo in testa . Sono creature intelligenti come noi , solo un po' diverse . Le facolta' mentali che hanno ? Molto superiori a quanto si dice . Siamo ancora trogloditi al riguardo . Auspico una rapida immissione in vendita di carne coltivata e così finiranno le torture animali frutto di vecchie degradanti psicologie .

da Anna Poggesi Firenze 20/03/2023 17.00

Re:Percezione della caccia. L'ora delle verità

Ma quale caccia in Italia, appena scendi dal letto sei già in difetto, uno slalom continuo tra oasi, divieti, carabinieri, volontari, il passo che non c'è più, è rimasta solo la passione e tanti soldini da pagare. Non è questa la caccia che io ricordo.

da Sergio 70 20/03/2023 15.44

Re:Percezione della caccia. L'ora delle verità

Riportiamo la licenza di Caccia a 16 anni,vedrete che molti ragazzi e ragazze nei sabati sera,NON sballeranno più con Alcoll e Droghe!!!!!!!!!!!!!!

da Fucino Cane 20/03/2023 15.34

Re:Percezione della caccia. L'ora delle verità

Fondazione Una, Unione di tutti i cacciatori, Nomisma, Paladini del territorio, censimenti, tutte cazza@@ per cacciatori perennemente a bocca aperta come i pesci. Questi intrallazoni non si sono mai scagliati contro il dilagare delle zone interdetta alla caccia, non hanno mai preso in considerazione una revisione catastale della stesse, se pure hanno fatto come con l’ispra, parole tante ma denunce mai. Già qui si presentano come eroi ma poi quando vanno dalla gente che conta, se questi chi battono i perdi scappano come conigli stanati dai cani. Mai che si siano proposti per il PdA ai sedicenni accompagnati, mai proposte per entrare nelle scuole, mai una richiesta di intervento sulle reti TV nazionali ecc..Ci meravigliano se poi siamo messi alla gogna dal popolo,dai politi, dai Tar ecc. Sarà invece da meravigliarsi come ancora anche se a stento sopravviviamo?

da Paolo 20/03/2023 14.56

Re:Percezione della caccia. L'ora delle verità

Per una volta debbo sposare la frase (i politici son tutti uguali) quando i comunisti son presi alle strette e il dito nella marmellata. Però si sposa con le associazioni venatorie. Già i truffatori della tre carte per antonomasia. Chi ha fatto i conti non è stata la politica di dx o sx ,se pure ne hanno approfittato, ben altri loschi personaggi con la loro dietrologia da bassi fondi hanno manovrato il tutto. I conti son belli e fatti legge 157/ 92 come primo sfoltimento infatti ne ha “decapitati quasi un milione” ma c’era un problema “ancora troppi” allora via con il piano B liberare la parcomania. No no ci siamo, attuiamo il piano C azzerare o quasi la piccola stanziale e buttarci sul cinghiale. Questo porta diversi risultati prima di tutto economici, l’età non più giovanile dei praticanti li porta a preferire il sostare sotto una pianta piuttosto che andare in zonzo per le campagne e quei pochi giovani che ci si dedicano non vanno a disturbale gente per monti e valli. Tra qualche anno tra chi lascia per sfinimento che per l’età si ridurranno ancora di più questi rompicog@@@ e li potremmo manovrate a nostro piacimento molto più di adesso.

da Paolo 20/03/2023 14.52

Re:Percezione della caccia. L'ora delle verità

Glielo dovevi dire dopo Alberto che avevano mangiato selvaggina ! Dopo che avevi visto che si leccavano anche il piatto.

da Giacomo 20/03/2023 14.06

Re:Percezione della caccia. L'ora delle verità

X Alberto, purtroppo è la verità che hai scritto...secondo me...oggi, ci sono troppi che '' vanno su google'' anche anziani e quindi....poverini gli animali,un tempo si pensava al lavoro alla famiglia, ora anche a scuola....hanno sostituito,il lupo di cappuccetto rosso, ''genitore uno genitore due. ..l'uomo sapiens!!!

da Mario 20/03/2023 13.56

Re:Percezione della caccia. L'ora delle verità

Alberto stai sereno, in un Paese normale sarebbero loro a doversi vergognare. Certo che purtroppo non siamo un Paese normale.

da Frank 44 20/03/2023 13.45

Re:Percezione della caccia. L'ora delle verità

in italia fannno sondaggi su 1000 persone in piazza duomo a milano....è ovvio il risultato

da giacomo 20/03/2023 13.29

Re:Percezione della caccia. L'ora delle verità

finchè continuiamo a partecipare gratis agli interventi di contenimento senza che nessuana istituzione si prenda carico di spiegare alla cittadinanza che questi interventi sono stati organizzati da prov. o regione, spiegando che chi vi partecipa è stato chiamato ed incaricato da queste, come possiamo pretendere che la cittadinanza capisca cosa stiamo facendo. non ho mai visto su nessun giornale locale o in una trasmissione televisiva, un trafiletto o 30 secondi di trasmissione che spieghi cosa si stà facendo. quindi di cosa ci lamentiamo se poi siamo descritti come delinquenti o assassini. l'importante è andare a sparare.

da marco 20/03/2023 13.09

Re:Percezione della caccia. L'ora delle verità

diciamo che anche i cacciatori ( come il sottoscirtto) non brillano per EDUCAZIONE ! Ad esemmpio in Alto Adige , le cose sono diverse la caccia è gestita e apprezzata diversamente che nel resto della penisola. Oltre a questo, cosa facciamo per farci conoscere ? NIENTE. Un esempio, cena scolastica con i genitori , ho provato a proporre un menu a base di cacciaggione OFFERTA dal sottoscritto a casa nostra! MORALE ? la metè dei genitori ha declinato l'invito -perchè contro la caccia- io e mio figlio da quale giorno siamo stati quasi emarginati! Questa è la percezione della caccia nel nostro paese. UNA VERGOGNA ! che sia colpa della sinistra o della destra poco importa ! questo è ! Perchè voi parlateliberamente di caccia in un contesto sociale???

da Alberto 20/03/2023 10.37

Re:Percezione della caccia. L'ora delle verità

in un Paese dove regna l'ipocrisia diventa molto difficile, se non impossibile, far emergere la verità.

da Frank 44 20/03/2023 10.25