Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi | Notizie in Evidenza |
 Cerca
Acma: in Toscana recuperato beccaccino con trasmettitore satellitare del 2021 Fauna selvatica: Governo annuncia la riforma della legge 157/92Pac, cacciatori partner dei miglioramenti ambientali per la selvagginaCA TO3: "cacciatore circondato da lupi, prestare attenzione"In Gazzetta Ufficiale l'avvio della sperimentazione su contraccettivo GonaConSpiedo bresciano in lista prodotti tradizionali lombardiSimiani (Pd): ripristinare Comitato Faunistico Venatorio nazionaleParlamento UE chiede modifica status grandi carnivoriCaretta: proposta ministro Lollobrigida primo passo concreto su fauna selvaticaLollobrigida in Parlamento "occorre modificare legge 157 per emergenza cinghiali"Rendicontazione storno Toscana, nuove dateBruzzone (Lega) interviene su questione PSA Piemonte e LiguriaFidc: riprendono i monitoraggi sulla migrazione della beccacciaVaccari PD interroga il Governo sull'emergenza cinghialiPSA: Liguria snellisce procedure per i cacciatoriCommercio di animali selvatici: FACE si unisce a partner e governi alla conferenza globaleRegione Marche si adegua a ordinanza Consiglio di StatoColdiretti Torino chiede l'intervento dell'esercito contro i cinghialiDisturbo venatorio al Giglio. Fidc chiede intervento delle autoritàFirenze: nasce Unione Cacciatori Toscani UCTAnlc Marche "sul Calendario attendiamo giudizio di merito"CNCN protesta per gli attacchi animalisti ai cacciatori all’Isola del GiglioMarche: Consiglio di Stato ordina rispetto parere IspraAnziano in fin di vita dopo l'attacco di un cinghiale. Coldiretti "solo la punta dell'iceberg"Lombardia: sdegno dalle associazioni venatorie per voto in CommissioneLombardia: FdI protesta per gli emendamenti sulla caccia bocciatiMinistro Lollobrigida affronta la questione fauna selvaticaBruzzone "Regole cinghiale Liguria dissuadono la caccia, Ministro intervenga"Mazzali "ferito un anziano da cinghiale nel mantovano. Azioni inadeguate"Toscana: Entrano in attività i Centri di Assistenza VenatoriaConfagricoltura Liguria "inaccetabile la protesta dei cacciatori"Langone "i cacciatori andrebbero pagati altro che tassati"FACE: tolleranza zero sui crimini contro la fauna selvaticaAnuu "38 anni di raccolta ali tordi"Anuu: "una calda migrazione post nuziale"Trieste: celebrata la storica messa di San UbertoFidc: "una nuova rotta per la sorveglianza dell'aviaria"Cabina Regia Toscana a difesa del calendario venatorioFidc Lombardia: non ancora chiusa causa contro il calendario venatorioL'Aquila, a Cagnano Amiterno riprende la caccia senza limitazioni per PSAUmbria: Mancini (Lega) chiede piano straordinario cinghialeMacerata: progetto scuola delle Federcaccciatrici

News Caccia

Grandi carnivori: Dreosto sollecita le Regioni


lunedì 10 agosto 2020
    

 
 
Non passa settimana in cui non si verifichi almeno un attacco agli animali domestici da parte di lupi e orsi, che si stanno velocemente espandendo in tutto il territorio nazionale. Dagli appennini alle Alpi - e non solo - i grandi carnivori sembrano aver trovato nelle aree montane ed in quelle degradate il loro habitat ideale e non disdegnano nemmeno di frequentare le periferie delle grandi cittá, come fa il lupo a Roma.
 
Ma da opportunisti quali sono, se ai predatori viene data la possibilitá di scegliere, preferiscono il menu facile: una pecora corre meno velocemente di un cervo o di un capriolo, cosi come un cane o un gatto sono piu’ facili da catturare rispetto una lepre o una volpe. In tutto questo sono gli allevatori a pagare il prezzo piu’ alto “i danni che subiscono gli allevatori sono diretti ed indiretti - spiega l’Eurodeputato Marco Dreosto, membro della Commissione Ambiente al Parlamento UE - non sussiste solo la perdita diretta del capo, ci sono anche gli esemplari feriti da curare, gli aborti delle femmine gravide causati dal trauma, il deprezzamento della qualitá del latte per l’aumento delle cellule somatiche e, soprattutto, il danno morale e psicologico subito da chi vive di questo lavoro ed ama i propri animali.”
 
Dreosto evidenzia che alle condizioni attuali,  rischiamo di perdere una parte importante della nostra economia tradizionale: pastori, malgari, titolari di piccoli allevamenti estensivi rischiano di chiudere. Per questo le Regioni, titolari della competenza gestionale della fauna selvatica del risarcimento dei danni da essa provocati, devono cercare di ottimizzare al meglio azioni e  sovvenzioni nei confronti della categoria. “La prioritá e quella di ridurre drasticamente i tempi di indennizzo del danno e pagare equamente i capi abbattuti, tenendo anche conto della zona - continua l’Onorevole - se l’area risulta svantaggiata come quella montana, il capo dovrebbe essere pagato due o tre volte il suo valore, ma soprattutto e’ fondamentale investire sulla prevenzione: in alcune realtá come il Trentino Alto Adige, la Regione fornisce ed installa le recinzioni elettrificate, in Friuli Venezia Giulia il danno da predazione viene indennizzato entro 30 giorni dall’evento. Io stesso, assieme alla collega Ceccardi, ho chiesto alla CE lo stanziamento di contributi dedicati. Il tempo stringe, urgono interventi rapidi, o ci troveremo a subire la desertificazione di molti territori legati al settore primario”.

Leggi tutte le news

3 commenti finora...

Re:Grandi carnivori: Dreosto sollecita le Regioni

... Però... Dreosto, cerchiamo di mostrare gli attributi, oppure ci si vergogna?!

da s.g. 11/08/2020 21.30

Re:Grandi carnivori: Dreosto sollecita le Regioni

Un grazie per il lavoro svolto. Purtroppo il tema è caldo e in molti per non bruciarsi le mani preferiscono fare finta di niente.

da Bravo 10/08/2020 19.23

Re:Grandi carnivori: Dreosto sollecita le Regioni

Caro Dreosto, dimostri di conoscere poco il tuo Paese. Da noi si aspetta sempre che il problema diventi emergenziale, poi si interviene;la prevenzione non è nel ns. DNA.Nel caso specifico si aspetta il morto umano poi vedrai che tutti si stracceranno le vesti.Conoscendo bebe la situazione del mio Appennino, temo che non dovremo aspettare ancora molto.

da Frank 44 10/08/2020 16.07