Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi | Notizie in Evidenza |
 Cerca
Fidc BS: nessuna sorpresa da Ispra su Calendario Venatorio LombardiaProliferazione cinghiale Puglia: Gatta (FI) interroga il GovernoLibera Caccia pronta a seguire l'esempio dei cacciatori francesiQuestione caccia tortora sui tavoli della Regione UmbriaSulla caccia continua vergognosa disinformazioneLiguria, approvato emendamento su prelievo cinghiali oltre orarioVaccari (PD) "per tutela biodiversità servono anche scelte difficili"Giornata Biodiversità: Fidc "serve approccio nuovo alla gestione"Calendario Venatorio Marche 2024 - 2025 in dirittura d'arrivoIl Senato inizia l'esame del Decreto AgricolturaLiguria, approvate modifiche su anelli richiami vivi e foraggiamento cinghialeDopo stop cacce tradizionali i cacciatori francesi sospendono la caccia al cinghialeGiovani e caccia, in Inghilterra si punta sulla formazione scolasticaCampania, Circolare per i cacciatori di selezione al cinghialeAssemblea nazionale Anuu "Caccia: una passione al servizio della società"Cacciatori veri ambientalisti: continuano le iniziative dei paladiniAB (Agrivenatoria Biodiversitalia) chiede Iva 10% su cessioni fauna selvaticaDecreto Agricoltura (e caccia?): ecco il testo in esame in CommissioneRiforma legge caccia Marche, polemiche da ColdirettiArci Caccia Marche: Calendario Venatorio non concertato con le associazioniLiguria, Piana: "con autoconsumo cinghiali vero coinvolgimento dei cacciatori"Il Decreto di Lollobrigida fa infuriare i 5 StelleBonelli chiede referendum contro la cacciaIn Francia 90 specie cacciabili, 60 sono uccelliDe Carlo:"Dl Agricoltura in approvazione entro fine giugno"Bruzzone: pronti a superare ostruzionismo contro le modifiche alla 157/92 sulla cacciaLollobrigida annuncia firma di Mattarella su Decreto AgricolturaInterrogazione M5S chiede al Governo di rafforzare ruolo del SOARDAFidc: riconosciuta finalmente utilità pubblica della cacciaScienza e calendari venatori. A Bastia Umbra il punto di Federcaccia Bargi (Lega Emilia Romagna) "su regolamento ungulati persa occasione di confronto"Preapertura caccia e deroghe in Umbria. Puletti chiede di sollecitare IspraCommissario Caputo: già 15 mila bioregolatori, puntiamo a 100 mila entro l'annoAutoconsumo cinghiali abbattuti. Pubblicata Ordinanza PSA30 mila ingressi a Caccia VillageBruzzone: "Cinghiali, torna diritto all'autoconsumo in zone PSA"Ministro Lollobrigida all'inaugurazione di Caccia VillageCarabinieri Forestali, Mattarella esprime dubbi su Decreto AgricolturaProblema oche in Olanda, cacciatori lamentano regole inattuabiliCaccia, l'Enpa attacca Vaccari e i cacciatori "allarme selvatici inesistente"Ignazio Zullo (FdI) interroga il Ministro: "densità venatoria, disparità tra i cacciatori pugliesi"Francia: nuovo stop alle deroghe per "caccia tradizionale"Successo per il progetto nidi artificiali per il germano realePercezione distorta della caccia, un nuovo sondaggio in UE la fomentaAssessore Beduschi "su PSA siano riconosciuti gli sforzi dell'Italia"Selvatici e buoni: nasce manuale operativo per gli addetti alla filieraEmilia Romagna: Giunta vara nuovo regolamento ungulati Europee: Anna Maria Cisint (Lega) sottoscrive il suo impegno per il mondo venatorioArci Caccia: "finalmente corretto l'errore sulle guardie volontarie"Coldiretti "Bene Dl Agricoltura su cinghiali ma servono i piani regionali"Buconi "positivi provvedimenti dal Decreto Agricoltura"Fiocchi all'evento contestato di Sumirago “fiero di essere cacciatore”Europee: Cabina di Regia Venatoria chiede impegni alla politicaTar respinge ricorso contro 842 (ingresso cacciatori sui terreni privati) Face raccomanda ai cacciatori di votare alle prossime europeeApprovato DL Agricoltura. Novità su vigilanza venatoria, Psa, ForestaleCacciatori ancora all'opera nel weekend per ripulire boschi e ripristinare habitatCalendario Venatorio 2024 - 2025 Liguria: ecco il testoIl Soarda passerà sotto il controllo del MinAgricoltura. Decreto al CdMPutin e Berlusconi, quando l'amicizia si incrinò per una battuta di cacciaMassimo Buconi confermato alla guida di FedercacciaFondazione Una e Università Pollenzo presentano nuova filiera selvaticaL'invito di Buconi ai candidati: "caccia argomento da maneggiare con cura"Valle D'Aosta. Lega propone riapertura caccia allo stambeccoFiocchi ricandidato al Parlamento Ue. Polemica per il manifesto col fucileRegione Umbria preadotta Calendario Venatorio 2024 - 2025Coldiretti: fauna selvatica causa 200 milioni di euro di danniConsiglieri Lega Umbria "accolte nostre richieste su Calendario Venatorio"Campania: tra Salerno e Benevento stanziati quasi 200 mila euro per i fagianiCaccia di selezione aperta nella Zps del Parco Sirente VelinoDopo focolaio Lombardia, Ue aggiorna zona di restrizione PSA in ItaliaCalendario Venatorio Umbria: Morroni annuncia novità in ConsultaInterrogazione Brambilla contro la caccia al cinghiale in area protettaColdiretti "mancano ancora i Piani regionali di controllo della fauna selvatica"Buconi nella tana del lupo: Confronto con Wwf sul Fatto Q.In Estonia l'88% dei cittadini promuove la cacciaDimissioni Arci Caccia. La lettera di Gabriele SperandioOsvaldo Veneziano si dimette dal comitato scientifico dell'Arci CacciaLegge Bruzzone: Commissione Agricoltura tratta (e respinge) solo 5 emendamentiLega Umbria scrive al Governo per la caccia in derogaUmbria, rinnovato Piano controllo gazza e cornacchia grigiaBolzano: nel 2023 picco di licenze, crescono le cacciatriciBarbara Mazzali a difesa della caccia in deroga in Lombardia

News Caccia

Il punto di Enalcaccia sui lavori del Comitato Tecnico Faunistico nazionale


mercoledì 10 aprile 2024
    
 
Enalcaccia, sul suo foglio di notizie periodico Il Beccaccino, fa sapere che sta procedendo a ritmo sempre più intenso il lavoro del Comitato Tecnico Faunistico Venatorio Nazionale (CTFVN), ricostituito per iniziativa del Ministro dell'Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste (MASAF) Francesco Lollobrigida con decreto del 22 maggio 2023. Ecco quanto pubblicato:

Le riunioni del CTFVN, alle quali partecipa il Presidente nazionale Lamberto Cardia, insieme ai presidenti delle altre due associazioni venatorie riconosciute maggiormente rappresentative - Federcaccia e Liberacaccia - si susseguono al ritmo di due/ tre alla settimana. "Il Comitato - ha dichiarato il ministro Lollobrigida - dopo 9 anni torna ad essere operativo e determinante per operare a tutela della biodiversità e per una corretta attività venatoria seguendo il nostro sistema normativo".

Enalcaccia ricorda che in base alle Legge n. 157/92, il Comitato è composto, oltre che dal Masaf, da tre rappresentanti delle associazioni venatorie, da un rappresentante delle Associazioni di protezione ambientale, dall'Ispra, da tre rappresentanti delle Regioni, dal Ministero dell'Ambiente, da un rappresentante delle Province, da due rappresentanti delle organizzazioni agricole, dall'Unione Zoologica Italiana, dalla Delegazione italiana del Consiglio Internazionale della Caccia e della conservazione della selvaggina, dall'Ente Nazionale Cinofilia Italiana (ENCI) e dall'Ente Nazionale Protezione Animali (ENPA). In tutto 17 componenti.

I primi pareri del CTFVN sui calendari

Nella seduta del 18 marzo scorso il CTFVN ha espresso, dopo un'analisi protrattasi per ben tre riunioni, il suo primo parere sulle proposte di calendario venatorio regionale, analizzando nello specifico il calendario venatorio della Regione Liguria per la stagione 2024/2025. Venerdì 22 marzo ha esaminato il calendario venatorio della Regione Lombardia. Sul Calendario della Liguria ha espresso parere favorevole (con la sola eccezione della rappresentante degli ambientalisti/animalisti), formulando alcune raccomandazioni riguardo ad una serie di specie di volatili. Parere favorevole anche per il Calendario della Lombardia, eccetto che per il prelievo della pavoncella, che potrà essere effettuato - secondo il CTFVN - “solo in presenza di un piano di gestione volto a riportare la specie ad uno stato di conservazione soddisfacente garantendone, nel contempo, una gestione venatoria equilibrata e sostenibile”.

L’esame dei calendari regionali da parte del CTFVN si confida che possa ridurre i ricorsi al Tar e le sentenze che ogni anno mettono a dura prova la pazienza dei
cacciatori e le loro legittime aspettative.

Nella stagione passata (2023/2024) in ben dieci Regioni ci sono stati ricorsi al Tar presentati da animalisti e ambientalisti contro i calendari venatori deliberati dalle Giunte: Emilia Romagna, Lombardia, Veneto, Marche, Campania, Molise, Calabria, Basilicata, Sardegna e Sicilia. In quasi tutte le Regioni ci sono stati posticipi di aperture e anticipi di chiusure a diverse specie e riduzioni di giornate di caccia.

Altro argomento di cui si è iniziato a discutere nell’ambito del CTFVN è la riforma
della Legge 157/92, partendo dalla proposta di legge presentata dall’on. Bruzzone (Lega) alla Camera.

Infine, nel corso della XI riunione del CTFVN (9 aprile 2024), è previsto l’esame, per quanto di competenza, del Calendario Venatorio della Regione Piemonte, oltre che l’audizione del Comandante Unità Forestali Ambientali e Agroalimentari Generale C.A. Andrea Rispoli.



Redazione Big Hunter. Avviso ai commentatori
 
Commentare le notizie, oltre che uno svago e un motivo di incontro e condivisione , può servire per meglio ampliare la notizia stessa, ma ci deve essere il rispetto altrui e la responsabilità a cui nessuno può sottrarsi. Abbiamo purtroppo notato uno svilimento del confronto tra gli utenti che frequentano il nostro portale, con commenti quotidiani al limite dell'indecenza, che ci obbligano ad una riflessione e una presa di posizione. Non siamo più disposti a tollerare mancanze di rispetto e l'utilizzo manipolatorio di questo portale, con commenti fake, al fine di destabilizzare il dialogo costruttivo e civile. Ricordiamo che concediamo questo spazio, (ancora per il momento libero ma prenderemo presto provvedimenti adeguati) al solo scopo di commentare la notizia pubblicata. Pertanto d'ora in avanti elimineremo ogni commento che non rispetta l'argomento proposto o che contenga offese o parole irrispettose o volgari.
Ecco le ulteriori regole:
1 commentare solo l'argomento proposto nella notizia.
2 evitare insulti, offese e linguaggio volgare, anche se diretti ad altri commentatori della notizia.
3 non usare il maiuscolo o ridurre al minimo il suo utilizzo (equivale ad urlare)
4 rispettare le altrui opinioni, anche se diverse dalle proprie.
5 firmarsi sempre con lo stesso nickname identificativo e non utilizzare lo spazio Autore in maniera inappropriata (ad esempio firmandosi con frasi, risate, punteggiatura, ecc., o scrivendo il nickname altrui)
Grazie a chi si atterrà alle nostre regole.
Leggi tutte le news

20 commenti finora...

Re:Il punto di Enalcaccia sui lavori del Comitato Tecnico Faunistico nazionale

X Biagio. Mi era venuto questo dubbio perchè per il calendario Liguria hanno specificato che l'unico voto contrario era quello della rappresentante del mondo animalista

da com 12/04/2024 13.38

Re:Il punto di Enalcaccia sui lavori del Comitato Tecnico Faunistico nazionale

X com probabilmente perché nel comitato faunistico ISPRA non è maggioranza e quindi faranno una votazione a maggioranza e il parere può essere positivo anche se il rappresentante ISPRA vota contro

da Biagio 11/04/2024 13.24

Re:Il punto di Enalcaccia sui lavori del Comitato Tecnico Faunistico nazionale

Un dubbio. Ma se sono presenti rappresentanti ISPRA come possibile che abbiano dato parere favorevole al calendario venatorio Lombardia visto che tutti gli anni ne contestano aperture e chiusure?

da com 11/04/2024 11.24

Re:Il punto di Enalcaccia sui lavori del Comitato Tecnico Faunistico nazionale

Concordo con Gaspare !! Perché nel CTFVN ci deve essere ISPRA e ENPA ?? Allora per par condicio , quando ISPRA prende delle decisioni che riguardano LA FAUNA SELVATICA devone essere presenti TUTTI I RAPPRESENTANTI DELLE ASSOCIAZIONI VENATORIE !!

da Arturo 11/04/2024 9.31

Re:Il punto di Enalcaccia sui lavori del Comitato Tecnico Faunistico nazionale

Purtroppo le associazioni venatorie fanno le stesse e identiche cose che fanno i politici, non capiscono che l'unione fa la forza. Stanno facendo tutto quello che gli animalisti ed ambientalisti vogliono. Loro appena si approva qualcosa a favore dei cacciatori, subito si coalizzano e fanno i ricorsi al tar ecc.

da Raffaele 10/04/2024 21.02

Re:Il punto di Enalcaccia sui lavori del Comitato Tecnico Faunistico nazionale

Tutti i nostri politici si ricordano di noi cacciatori 2/3 mesi prima delle elezioni, una volta presa la poltrona Ciao Ciao

da Lucio 10/04/2024 19.58

Re:Il punto di Enalcaccia sui lavori del Comitato Tecnico Faunistico nazionale

Tutti i nostri politici si ricordano di noi cacciatori 2/3 mesi prima delle elezioni, una volta presa la poltrona Ciao Ciao

da Lucio 10/04/2024 19.57

Re:Il punto di Enalcaccia sui lavori del Comitato Tecnico Faunistico nazionale

Gaspare siamo con te ma smetti di sparare a raffica perlomeno sul computer!

da Mariolino 10/04/2024 19.46

Re:Il punto di Enalcaccia sui lavori del Comitato Tecnico Faunistico nazionale

Leggendo questi commenti capisco gli animalisti e gli anticaccia. Povera Italia!

da Carlo 10/04/2024 19.20

Re:Il punto di Enalcaccia sui lavori del Comitato Tecnico Faunistico nazionale

Quindi? In sostanza non avete concluso niente. Avete ulteriormente diviso il mondo venatorio per ottenere solo aria fritta. Complimenti....

da Toscano 10/04/2024 19.17

Re:Il punto di Enalcaccia sui lavori del Comitato Tecnico Faunistico nazionale

Ciò che personalmente non comprendo, è perché debba fare parte del Comitato Faunistico Venatorio anche ISPRA. Organismo, spudoratamente di parte avversa, che per anni, ci ha vessati, sfornando pareri, a dir poco, offensivi, grazie ai quali, gradatamente ci venivano decurtate specie cacciabili e periodi. Con il chiaro intento, di spostare l'apertura della caccia ad ottobre, e la chiusura a fine dicembre.

da Gaspare 10/04/2024 18.18

Re:Il punto di Enalcaccia sui lavori del Comitato Tecnico Faunistico nazionale

Dovete rimettere subito in calendario la pavoncella perche’ noi cacciatori di trampolieri non possiamo piu’ andare a caccia essendo l’ultimo trampoliere rimasto cacciabile e ce lo avete tolto!e’ anche in buono stato di salute perche’ quest’anno ho visto branchi anche di cinquecento individui ed e’ cacciabile in tutte le altre nazioni europee!

da Mariolino 10/04/2024 16.43

Re:Il punto di Enalcaccia sui lavori del Comitato Tecnico Faunistico nazionale

Qui già sbarellano--- Parere favorevole anche per il Calendario della Lombardia, eccetto che per il prelievo della pavoncella, che potrà essere effettuato - secondo il CTFVN - “solo in presenza di un piano di gestione volto a riportare la specie ad uno stato di conservazione soddisfacente garantendone, nel contempo, una gestione venatoria equilibrata e sostenibile”. MA IO DICO ALL'ESTERO FANNO LE STRAGI E A NOI OCCA SEMPRE SEMPRE RIPORTARE LE SPECIE IN STATO DI CONSERVAZIONE.? COME LE TORTORA, L'ALLODOLA ECC.ECC. MA NON VI SEMBRA CHE AVETE ROTTO I COGLION@?

da migratorista 10/04/2024 15.34

Re:Il punto di Enalcaccia sui lavori del Comitato Tecnico Faunistico nazionale

Oh Trapper ma che speri? L'hai vista la composizione del Comitato? Hai visto chi sono le Ass.Venatorie autorizzate? c'è anche l'Ispra! Manca la Brambilla e Brigitte Bardot e poi ci sono tutti i nostri nemici. Il Comitato è un altro autogol del mondo venatorio.

da 1 toscano 10/04/2024 15.21

Re:Il punto di Enalcaccia sui lavori del Comitato Tecnico Faunistico nazionale

I nostri calendari venatori sono i più penalizzati rispetto alle altre nazioni Europee sia per quanto riguarda le specie cacciabili che la durata del calendario venatorio!!! Visto che si parla tanto di Europa vogliamo adeguarci?

da Nemo 10/04/2024 15.14

Re:Il punto di Enalcaccia sui lavori del Comitato Tecnico Faunistico nazionale

Ad oggi: discorsi tanti, pareri vari, proclami un tot....calendari 2024/25 = 0

da Stecker 10/04/2024 14.25

Re:Il punto di Enalcaccia sui lavori del Comitato Tecnico Faunistico nazionale

Ok ok ok .. siamo qui e aspettiamo cosa accadrà. C'è più aspettativa rispetto al passato ,questo è indubbio , anni fa non si affrontava nessuna discussione alla pari e partivamo già battuti.Non ci tradite ,siete in maggioranza ma la nostra paura è che cia sia un accordicchio al ribasso sulla nostra pelle . Si notano troppi tentennamenti su proposte che comunque sono troppo " timide" .Speriamo che dopo tutte queste chiacchiere non venga fuori una schifezza di legge. Ma non avete capito che noi vogliamo in primis calendari più estesi ( almeno fino al 28/2 ),più libertà di spostamento sul territorio nazionale ,per la migratoria ( 1 atc x regione e 20 giornate libere extraregione) ecc.. Siete in grado di rappresentarci ?

da Trapper 10/04/2024 13.35

Re:Il punto di Enalcaccia sui lavori del Comitato Tecnico Faunistico nazionale

Partite dalla legge Bruzzone e cercate di completare con la legge Berlato modifiche approvate dai cacciatori migratoristi con 504000 mila firme o forse non vi è ancora chiaro.

da Giacomo 10/04/2024 12.50

Re:Il punto di Enalcaccia sui lavori del Comitato Tecnico Faunistico nazionale

LAMBERTO CARDIA NATO A TIVOLI IL 29/5/1934. NOVANTA PRIMAVERE!!! Auguri.

da Largo ai giovani….o no? 10/04/2024 11.57

Re:Il punto di Enalcaccia sui lavori del Comitato Tecnico Faunistico nazionale

Esatto!.... Forestale se ci sei batti un colpo visto che sai dove sono ubicati i siti di interesse venatorio!

da s.g. 10/04/2024 11.36