HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Vignette Satiriche | Nella casa di caccia | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
  Cerca
Elena Michiardi rappresenterà i cacciatori valdostani Riforma Parchi: incertezza sulla caccia nelle zone pre parco Toscana: LAV vince ricorso al Tar, annullato Piano volpi Fidc Toscana "polemiche fuori luogo. Ma la caccia che c'entra?" Basilicata: presentata proposta per risolvere emergenza cinghiali Campania: pubblicate le graduatorie di ammissione negli Atc Abruzzo: attriti Arci- Fidc sulla Fenaveri Berlato: il Parco del Delta del Po deve rimanere regionale BigHunter Giovani, Giacinto Mario Fiorenza: "comunicare la caccia è nostro dovere" Fidc Brescia: come cambia la rappresentatività negli Atc lombardi Gestione, scienza e caccia: il presidente nazionale ospite di Federcaccia Roma Toscana: pubblicate le designazioni nei Comitati di gestione degli Atc Enpa "controriforma Parchi mantiene la caccia nelle aree contigue" Aree contigue: "la modifica riguarda solo i Parchi nazionali" I Parchi nazionali potranno vietare la caccia nelle aree contigue Caccia stanziale Emilia Romagna: "no agli stravolgimenti radicali" Molise: sì alla caccia al cinghiale per 4 mesi, modificare la 157 Michele Serra: Berlusca e Brambilla animalisti antinaturalisti Calendario venatorio 2017 - 2018 Umbria: bocciate proposte di modifica Partito Brambilla, il programma e le adesioni L'ARIA FRITTA DELLA LIPU Legge sulla caccia in Puglia, critiche dagli ambientalisti Berlusconi e il movimento animalista: le prime reazioni Fidc Toscana, beccaccia: gestione e etica della caccia versus istinto predatorio Beccaccia: presentati tre lavori scientifici di Federcaccia al 8° Woodcock & Snipe Workshop Unità e Atc: interviene Ezzelini Storti (Arcicaccia) Allarme: gli enti Parco ingloberanno i siti Natura 2000 Fidc Bergamo: ecco ora cosa cambia per i cacciatori lombardi Amiche di BigHunter, Martina Bonaventura “la caccia è un bene culturale di tutti" Nuove norme per la caccia in Lombardia. Il commento di Anuu Mobilità venatoria: l'intervento di Anlc Toscana Arriva Obama: sospeso controllo faunistico Controllo faunistico: Di Pietro propone modifiche alla 157/92 Sondaggio BigHunter.it: tiriamo le prime somme Forlì: i cinghiali invadono il parco giochi Caccia, Toscana: tenute le audizioni su regolamento attuazione nuova legge Lazio: agricoltori e sindaci in rivolta contro l'invasione dei cinghiali Acl contraria alle tre giornate fisse Lombardia, Lega Nord: “Semplificazione e nuove norme per favorire i cacciatori” Anuu: dalla Lipu richieste di divieto immotivate e inammissibili Emilia Romagna: pubblicate le osservazioni al Piano Faunistico Venatorio Danni cinghiale: La Regione Lazio cambia strategia Fidc: solidarietà dalla sezione di Chioggia a quella di Norcia Edo, la caccia e le nature morte A Montelupone il punto sulla caccia nelle Marche La proposta di Ragni: la selvaggina per far ripartire il centro Italia L'addio al dirigente Fidc Massimo Cocchi Alessandro Mò: “Emozioni e utilità sociale, ecco la caccia spiegata ai giovani” Campania: eletti organi istituzionali del CAV Danni fauna selvatica. In Sardegna chiesta la caccia in deroga ARCICACCIA VS FIDC- CCT Wwf Int. apre alla caccia “insieme possiamo difendere la natura” Cinghiale in braccata: nuove proposte dai capidistretto di Firenze Caccia Lombardia, approvati emendamenti a Decreto semplificazione Friuli: Caccia, Panontin: no cancellazioni riserve e distretti venatori Umbria, preadottato calendario venatorio 2017 - 2018 World Migratory Day: Face promuove fondo per gli uccelli acquatici Valle D'Aosta: modifica a legge caccia su assegnazione capi Regno Unito: primo Ministro May favorevole a ritorno caccia volpe Su BigHunter.it un sondaggio per i cacciatori Molise: procedure corsi selecontrollori, Di Pietro ringrazia gli Atc Berlato: considerazioni sulla trasmissione Quinta Colonna dell'8 maggio Bagarre degli animalisti contro la caccia a Quinta Colonna Emilia R.: Anlc contesta nuova gestione starna e pernice rossa Fidc, CCT, Arcicaccia: è scontro Ancora polemiche in Toscana. Arcicaccia "Per noi il lavoro unitario continua" Assemblea CCT: ok a bilancio e programma. Adesione dell'Associazione Cacciatori Toscani Ancora atti di violenza contro i cacciatori Fondazione UNA presenta progetto su costituzione filiera selvaggina Abruzzo: ok Piano di controllo del cinghiale, abbattimenti tutto l'anno Amiche di BigHunter. Claudia Dei, 20 anni “sogno un futuro da professionista cinofila” Pubblicato il Piano europeo per le Direttive Natura Urca Siena denuncia caos su Atc e gestione ungulati CCT: Enalcaccia si tira indietro? Blitz Carabinieri interrompe spiedo tra cacciatori. Ma è tutto a norma Assemblea CIC "Da Montreux il rilancio del mondo della caccia" Siena, le regole per le iscrizioni ai due nuovi Atc Sorrenti (Fidc): “come ogni anno arrivano le richieste di divieto di caccia della Lipu” Controllo cinghiale Parco Colli: Pan risponde a Zanoni Friuli, caccia: "sui cinghiali la Regione tiene alta la guardia" Toscana: illustrato regolamento di attuazione della legge sulla caccia Liguria, Ass. Mai: modifica legge e calendario, ecco tutte le novità sulla caccia Interrogazione in Friuli chiede caccia in deroga ad uccelli infestanti Riforma caccia Puglia: previsti "divieti a specie vulnerabili" ColGustoDiretti: all'evento anche la caccia con Fondazione UNA Friuli, caccia: modifiche a criteri di finanziamento dei distretti Liguria, tesserino: ok del Consiglio a segnatura dopo abbattimento accertato Valle D'Aosta: ok in Commissione a modifiche sulla caccia Ali tortora: i primi risultati dall'Ufficio Avifauna Migratoria Fidc Approvato Calendario Venatorio Liguria 2017 -2018 Mozione di Berlato in Veneto sulle cacce in deroga Veneto, nuovo Piano cinghiale: controllo anche nelle aree protette Valle D'Aosta: dalla Giunta ok alla rielezione del Comitato Venatorio Liguria: nuova modifica della legge sulla caccia in Consiglio regionale

News Caccia

Arezzo: è emergenza danni ungulati e lupi


giovedì 12 gennaio 2017
    

Coldiretti Arezzo denuncia una situazione drammatica per i danni causati dagli ungulati su terreni coltivati e vigneti. “Se non si trovano rapide soluzioni lasceremo i nostri campi, non siamo qui per nutrire cinghiali, daini e lupi…. Ma per produrre per il mercato e per i cittadini”. Sono parole di un agricoltore al limite della disperazione: si tratta di Vanni Finocchi, che ha un’azienda di circa 150 ettari a Caprese Michelangelo, in °Valtiberina.

Non solo cinghiali che deastano le coltivazioni e vanificano gli sforzi delle semine. Per l’agricoltore la situazione è resa difficile anche dai lupi: “Due giorni fa ho avuto un vitello che è stato mangiato – spiega – e una vacca sbranata. Insomma, se non si trovano rapidamente soluzioni qui siamo costretti a chiudere e andare via”.

“Di fatto quasi ogni giorno riceviamo almeno una telefonata di un nostro agricoltore disperato per i danni subiti dagli ungulati – spiega il direttore di Coldiretti Arezzo, Mario Rossi – che danneggiano colture: occorre muoversi in fretta con modalità diverse dal passato attraverso le quali si guardi al risarcimento ma soprattutto ad un contenimento del numero degli ungulati, il tutto in un momento difficile per la nostra agricoltura, che ha visto anche il precipitare dei prezzi all’origine in particolare per il grano, con conseguenze gravissime visto che il prezzo è più basso dei costi sostenuti in campo”. “Coldiretti Arezzo – insiste Rossi – evidenzia quindi lo stato di esasperazione del mondo agricolo di fronte ad una gestione quantomeno poco oculata della fauna selvatica, che ha determinato un vero e proprio squilibrio dell’ecosistema”.

“Noi chiediamo a tutti i livelli istituzionali – spiega Tulio Marcelli, presidente di Coldiretti Toscana e Arezzo – che si possano rendere veramente efficaci gli interventi, e riteniamo anche necessaria una diversa delimitazione delle aree non vocate alla presenza del cinghiale e di altri ungulati”.

“Occorre infatti tener presente – insiste Marcelli –  che in Toscana la concentrazione di cinghiali e altri ungulati è quattro volte superiore alla media nazionale. E’ la regione europea con il maggior numero di ungulati, inferiori solo ad alcune zone dell’Austri: se ne stimano complessivamente oltre 400 mila, con circa 200 mila cinghiali e altrettanti caprioli. A questi si aggiungono circa 8 mila daini e 4 mila cervi”.

“Appare assolutamente necessario a questo punto – conclude il presidente – che le autorità pubbliche a tutti i livelli debbano rendere al più presto efficaci le norme che possono consentire un’azione rapida ed incisiva e tutela del settore agricolo, ma anche del territorio, del paesaggio e dell’incolumità dei cittadini minacciata da scorribande, soprattutto di cinghiali, che hanno portato ai recenti gravi casi di incidenti stradali”.
 

Leggi tutte le news

6 commenti finora...

Re:Arezzo: è emergenza danni ungulati e lupi

ben gli sta hanno buttato fuori tutti i non residenti e hanno creato un feudo che si arrangino l'egoismo di questa provincia non ha pari spero che i lupi mangino di tutto e di più e gli ungulati vadano a magiare nel giardino di qualche presidente di atc!

da Abacus 13/01/2017 8.16

Re:Arezzo: è emergenza danni ungulati e lupi

Condivido Mino51, che se lo risolvano loro il problema ungulati, anzi, auto sospensione degli abbattimenti di qualsiasi ungulato sull'intero territorio nazionale per un paio di anni, scommetto che poi si avrebbe molta più voce ai vari"tavoli"

da Luca Antonioni 12/01/2017 20.32

Re:Arezzo: è emergenza danni ungulati e lupi

Quando vi mangeranno anche i piedi dei vostri tavoli allora forse capirete che la caccia può fare la differenza ! Siamo in attesa.

da jamesin 12/01/2017 13.52

Re:Arezzo: è emergenza danni ungulati e lupi

Però che titolone!... Arezzo: è emergenza danni ungulati e lupi: Ma lasciate che i cacciatori caccino in serenità e il problema sparirà da solo e a costo zero. Ma il rovescio della medaglia cita..... Allora fateli pagari a chi è contrario alla caccia, dimenticavo la toscana è governata dalle solite ass.ven. blasonate e riconosciute!

da s.g. 12/01/2017 13.24

Re:Arezzo: è emergenza danni ungulati e lupi

Il problema dei danni causati dalla specie Cinghiale non vuole essere affrontato in maniera efficace dallo Stato e dalle Regioni, mentre è di una estrema semplicità la sua risoluzione: basterebbe non assegnare le zone fisse alle squadre ed allungare il periodo di caccia; quando non veniva "gestito ".......... i cinghiali erano molto meno ed i danni "sopportabili" ..............

da BAX 12/01/2017 12.06

Re:Arezzo: è emergenza danni ungulati e lupi

Chiamate Ferrero da Torino saprà darvi buoni consigli, magari organizza una battuto con Zanoni la Brambilla e Galletti a far da battitore mandiamo wwf,lac,lav con altre onlus 5X1000 tipo UNA della federcaccia così il problema si risolve.

da mino51 12/01/2017 11.15