Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
CCT: approvata riforma legge caccia ToscanaUmbria: approvato calendario venatorio 2020 - 2021Francia, nuovi MinistriToscana. Cinghiale in braccata aree non vocate, piani cervidi e mufloneApprovato Calendario venatorio 2020 - 2021 BasilicataTar Abruzzo: improponibile questione di legittimità su aree contigueUmbria: gli agricoltori potranno abbattere cinghiali senza guardie venatorieToscana. In cantiere la legge sulla cacciaLivorno. Arcicaccia chiede modifiche per il caprioloCct: depositate osservazioni regolamento Padule di FucecchioMoriglione e Pavoncella. CCT sulla sentenza del Tar toscanoPiemonte. PagoPa per le concessioni regionaliUe. Conferenza Intergruppo sulla biodiversitàUmbria. Atteso parere Ispra su calendario venatorioBruzzone (Lega) "Conte non escluda mondo venatorio, chiarisca"Campania: approvato Calendario VenatorioPiemonte. Ok a modifiche sulla cacciaToscana. Piano controllo cornacchia e gazzaFrancia. Vincono i verdiLivorno. Cct incontra selecontrollori e capi squadraIl Governo impugna la legge del Molise sulla cacciaCaretta: basta ritardi sulla caccia in derogaLega commenta questione Piemonte e Stati GeneraliPiemonte. Stralciate norme caccia da ddl OmnibusCalendario venatorio Campania: richieste modifiche Trento. Cinghiale sotto controlloCalabria. Verso la modifica della leggeCabina Regia: errore escludere il mondo venatorio da Stati GeneraliEnalcaccia. Stati generali o particolari?Bruxelles, dove si decide il nostro futuroArci Caccia: "Stati Generali con animalisti? No grazie!"Eps Campania: no alle limitazioni di IspraCinghiale. Protestano le squadre umbreVicenza. Patto fra cacciatori e agricoltoriVeneto. Berlato chiede piena applicazione mobilità venatoriaStati Generali. Animalisti all'attaccoLombardia approva deroga per storni e colombiToscana. Ripartono gli esami per la licenza di cacciaVenezia: cacciatori per la lagunaUmbria. Rinviata ancora la selezioneFrancia. 100 deputati firmano un appello per le cacce tradizionaliVeneto: approvato calendario venatorio 2020 - 2021Piemonte. E' blitz anticaccia in consiglio regionale Regione Lombardia individua valichi migratori in provincia di BresciaRolfi: ora attuiamo nuova legge per contenere i cinghialiCaretta: "finalmente chiarezza sul rinnovo del Porto d'Armi"Uncza annulla assembleaAnuu Emilia R. e Anuu Veneto unite contro il Covid 19Umbria: Arci Caccia sollecita la Regione sulla stanzialeUmbria. Slitta la selezioneLiguria. Assessore Mai "I cinghiali se li prenda il Ministro Costa"Piemonte. Animalisti in allarmeLucca. Enalcaccia dice no al tesserino elettronico per lo stornoCuneo. Perplessità di Anlc su selezione al cinghialePiemonte. Dal 1 luglio il tesserino si paga con PagopaToscana. La Regione incontra le associazioni venatorieBerlato sulle cacce in derogaPer la starna forum al MezzanoPavoncella Moriglione. Bruzzone interroga il Ministro CostaAbruzzo. Caccia al cinghiale in selezioneTrump e la caccia in AlaskaVeneto. Ignoranza animalistaAosta. I cacciatori protestanoToscana: si sollecitano risposteDreosto. La Corte dei Conti europea boccia l'attuale Pac

News Caccia

Imperia: emergenza cinghiali e problematiche della fauna selvatica


lunedì 15 settembre 2008
    
cinghiali liguriaL'Assessore alla Caccia della provincia di Imperia Giovanni Ballestra ha concesso, in seguito alle numerose richieste di intervento per la riduzione del numero dei cinghiali, due battute di “sfoltimento” su tutto il territorio della provincia il 21 e il 28 settembre. Un provvedimento che in parte servirà ad attutire lo stato di emergenza in cui riversa la provincia e che si inserisce tra le iniziative dell'assessore per risolvere le problematiche causate dalla fauna selvatica. In questi giorni Ballestra ha infatti scritto una lettera aperta a sostegno della modifica della legge 157 sulla caccia, in cui viene affrontato il problema dei danni causati dal sovrannumero della fauna selvatica. Ad essere coinvolte ci sono anche le città, ad esempio a Ventimiglia "I gabbiani e i piccioni ormai sono i veri padroni e per nulla timorosi dell’uomo, stanno creando non poche difficoltà ai sindaci e ai cittadini". Colpevoli di questa situazione sono – secondo le parole dell'assessore -  principalmente gli atteggiamenti oltranzisti del mondo animalista che incoscientemente non prende in considerazione l'attuazione di quelle misure necessarie quando una specie diventa invasiva per l'uomo e per l'ambiente. Questi animali sono portatori di parassiti e veicoli per virus e batteri e i loro escrementi creano ulteriori danni a monumenti e agli altri patrimoni pubblici e privati. Posizioni che hanno portato ad una situazione normativa pericolosa che di fatto paralizza qualsiasi intervento serio ed efficace da parte delle istituzioni. Ballestra si è espresso anche sul sovrannumero degli ungulati e in particolare dei cinghiali: “Gli enti continuano a dover operare in stato di vera e propria emergenza applicando deroghe che ormai sono di ordinarietà. Confesso che più volte mi sono trovato in riunioni istituzionali convocate per affrontare il problema ed ogni volta mi congedo sempre più sconsolato, poiché  tutti invocano la legge non più attuale ma pare che metterci le mani sia impossibile”.
(Riviera24.it)
Leggi tutte le news

0 commenti finora...