HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | Foto | I Video | Sondaggi | Quiz | Forum | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Downloads | Fresco di Stampa | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani |
  Cerca

Marco Vignaroli

Nato nel 1967, cresciuto a Perugia, ha conseguito in corso di studi la laurea in Ingegneria Meccanica presso l’Università di Bologna; è felicemente sposato con Daniela e padre di 3 bambini, che sono ad oggi la sua passione principale, lasciando poco spazio a sci, tiro a volo e trekking.

Ha servito nell’esercito come Sottotenente di Complemento del Corpo Tecnico, con assegnazione alla storica Fabbrica d’Armi di Terni nel Servizio Lavorazioni Meccaniche dove ha maturato le prime esperienze nel settore.

Assunto ad Urbino nel 1994, ha curato all’interno dell’Ufficio Tecnico la progettazione, le prove  e lo sviluppo dei nuovi prodotti, perseguendo con tenacia la strategia dell’azienda di innovazione ed ampliamento della gamma; nata con l’applicazione del brevetto del sistema di funzionamento inerziale ai fucili semiauto da caccia, oggi Benelli propone numerose famiglie di prodotti (fucili semiautomatici, fucili a pompa, carabine semiautomatiche, pistole da competizione, armi da difesa); tra questi possiamo ricordare nomi ben noti a cacciatori e sportivi italiani e di mezzo mondo, come i semiautomatici Montefeltro, Centro, Raffaello e Crio, i pompa Nova e SuperNova, le carabine Argo e MR1, i fucili M2, M3 e M4.

Importantissima l’esperienza avuta come Program Manager nel 2000 nella commessa con il governo americano per la fornitura dell’arma da difesa M4 Super90, in cui Benelli è stata selezionata tra numerosi competitors; ad oggi rimane l’unico successo nella fornitura di prodotti italiani al governo USA dopo la pistola Beretta 92FS .
Responsabile dell’Ufficio Progettazione ed industrializzazione, ha lavorato allo sviluppo di tutti i modelli recenti della casa urbinate, arrivando a registrare nel corso degli anni ben 19 diversi brevetti, distribuiti in tutto il portafoglio prodotti.

A partire dal 2003 ha assunto l’incarico di Direttore tecnico di Benelli Armi, ed in tale posizione ha curato la progettazione e lo sviluppo del nuovo sistema Comfortech, un brevetto nato per il modello semiautomatico americano SuperBlackEagle e successivamente esteso a tutte le famiglie di prodotti.

Responsabile dal 2005 di tutta l’area prodotto Benelli (un gruppo di tecnici ed ingegneri altamente qualificati, comprendente Ricerca&Sviluppo, Progettazione, Esperienze e Qualità) ha concentrato gli sforzi del team sulla ideazione, lo sviluppo, la qualifica e la messa in produzione del fucile Vinci, un modello d’arma da caccia di concezione completamente nuova, riconosciuta dalla registrazione di ben 3 brevetti, che continua a garantire a Benelli la leadership tecnologica e di mercato in Europa e negli Stati Uniti.

Grazie anche ad un lancio nel mercato USA particolarmente innovativo e stimolante, il Vinci ha ricevuto numerosi riconoscimenti da svariate riviste americane, quali Outdoor Life, Gun’s and Ammo, Sporting Clays, American Hunter, Field&Stream che hanno proclamato il Vinci fucile dell’anno in Usa nel 2009, con un rilevante successo in termini di volumi di vendita nel mercato. In Europa il prodotto è in fase di lancio, con presentazione nel 2010 alla IWA di Norimberga ed alla EXA di Brescia.