Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Archivio
<novembre 2018>
lunmarmergiovensabdom
2930311234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293012
3456789
Mensile
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
aprile 2011
marzo 2011
febbraio 2011
gennaio 2011
dicembre 2010
novembre 2010
ottobre 2010
settembre 2010
agosto 2010
luglio 2010
giugno 2010
maggio 2010
aprile 2010
marzo 2010
febbraio 2010
gennaio 2010
dicembre 2009
novembre 2009
ottobre 2009
settembre 2009
agosto 2009
luglio 2009
giugno 2009
maggio 2009
aprile 2009
marzo 2009
febbraio 2009
gennaio 2009
dicembre 2008
novembre 2008
ottobre 2008
settembre 2008
agosto 2008
maggio 2008
aprile 2008
marzo 2008
febbraio 2008
gennaio 2008
dicembre 2007
novembre 2007
ottobre 2007
settembre 2007
agosto 2007
luglio 2007
giugno 2007
set11


11/09/2018 14.58 

 
La caccia è una delle passioni più intense che può provare un uomo, ma nel caso del cacciatore di selezione potremmo paragonarla addirittura ad un lavoro vero e proprio, da prendere con altrettanta serietà e da praticare con grande impegno. Forse non tutti sanno che un selecontrollore deve sudare un anno intero per ottenere l’autorizzazione ad abbattere, quando è fortunato, due caprioli. Conosco parecchi cacciatori che dopo aver praticato la caccia di selezione per un paio di stagioni hanno dichiarato: “Ma chi me lo fa fare? Quando voglio abbattere un capriolo o un daino, vado in riserva o all’estero, fatico meno e mi diverto di più”.
 
Come possiamo dargli torto? Non deve più diventare matto con i censimenti, gli IKA, le schede d’abbattimento, i prelievi biologici, le fascette numerate, i registri delle uscite, le teleprenotazioni, le cartine topografiche, gli appostamenti fissi, la verifica dei capi abbattuti, le mostre dei trofei, le penalità, la graduatoria e non deve neanche più litigare con i proprietari terrieri che non vogliono vedere la gente sparare a “caccia chiusa”. Insomma, è conveniente diventare un selecontrollore?



Esistono dei rarissimi distretti particolarmente ricchi di selvaggina (si trovano per lo più in Piemonte, Lombardia, Liguria e Toscana) che assegnano ad ogni cacciatore tre, quattro o addirittura più capi a stagione, ma nella stragrande maggioranza dei casi, se hai un buon punteggio e ti sei sempre comportato bene, magari facendo anche qualche prestazione d’opera, riesci a farti assegnare un paio di capi l’anno (due caprioli o un capriolo ed un daino) ed un maschio da trofeo ogni tre. Vale la pena lavorare con tanto impegno per un compenso così basso?

La caccia di selezione è una vocazione e chi la pratica lo fa perché crede fermamente nella gestione del territorio e nel valore del patrimonio faunistico. Il selecontrollore non ha certo ambizioni da “sparatore” né tanto meno da “rifornitore” della dispensa. Una cosa è certa: un cacciatore abilitato al contenimento delle specie ungulate (termine questo, molto in voga dove si pratica la caccia anche all’interno delle aree protette), ha più pensieri che soddisfazioni.
Non a caso appartiene ad una categoria riconosciuta e rispettata da tutti, anche dai non addetti ai lavori. Quante volte vi sarà capitato di parlare con delle persone (uomini e donne) che pur non essendo cacciatori, spesso hanno sentito parlare della caccia di selezione? E’ un termine che ultimamente è stato spesso riportato in molti quotidiani e settimanali, specialmente dopo i molti casi dei “salviamo i Bamby” nei vari Parchi!

Possiamo affermare che il selecontrollore è un cacciatore simpatico? Io dico di si, e mi piacerebbe che anche tutti i cacciatori fossero considerati come tali. Dopo aver partecipato (assiduamente, perché se ben ricordo sono ammesse soltanto due assenze!) ad un corso piuttosto impegnativo e sostenuto tre esami: uno scritto, uno orale ed uno pratico (la prova di tiro), il Neo – Selecontrollore, per avere diritto ad esercitare la caccia di contenimento delle specie ungulate, deve ancora lavorare parecchio.

Deve partecipare con impegno e dedizione ai censimenti, deve fare gli IKA (indici chilometrici di avvistamento), deve fare delle prestazioni d’opera (manutenzione e costruzione delle altane, cura del territorio, istallazione di saline e mangiatoie, partecipare ad un maggior numero di censimenti in battuta, le catture, ecc), deve presenziare a non so quante riunioni, deve essere in regola con tutti i pagamenti del caso (tassa regionale, provinciale, contribuire ai risarcimenti per i danni provocati dalla selvaggina, ecc.) e quant’altro ancora gli potrebbe venir richiesto dal suo capo distretto.



 
Come premio, al buon selecontrollore che si sarà sempre comportato più che bene, gli verrà concesso di abbattere un bel capo, eccezionalmente due, ma mai due maschi insieme, neanche se fossero giovani sub adulti. E pensare che in Ungheria con “dieci fucilate” puoi fare dieci caprioli in una mattinata! Il bello è che alle province interessate ancora continuano ad arrivare valanghe di richieste per essere ammessi ai corsi da selecontrollori.

Dopo ciò che ho detto, quelli che spediscono le richieste sono tutti masochisti oppure sono effettivamente dei veri appassionati di gestione venatoria, che desiderano con tutto il cuore dare il loro contributo? Una volta un vecchio proverbio diceva: “Più siamo, meglio stiamo!”. Ok, sono d’accordo, ma mi permetto di dare un consiglio a tutti gli aspiranti selecontrollori: riconsiderate bene i pro e i contro di casa significhi veramente diventare dei selecontrollori, prima di diventarlo. Non fate come certi cacciatori di mia conoscenza che dopo aver ottenuto il benedetto tesserino (accompagnato da un bel diploma in pergamena), si rifiutano di collaborare attivamente con il gruppo, sono svogliati nelle prestazioni d’opera, fanno i furbi durante i censimenti e s’illudono addirittura di aver il diritto di cacciare di tutto in tutta Italia.

Ricordatevi che la caccia di selezione si pratica soltanto all’interno dei confini della provincia che ha rilasciato l’abilitazione e in determinate zone, che spesso possono distare centinaia di chilometri dalla nostra residenza. Convincetevi subito che il selecontrollore assomiglia più a un tutore dell’ordine che a un normale cacciatore, ma chi vuole diventarlo deve rassegnarsi ad avere pochi diritti e moltissimi doveri che poi, tutto sommato, sono anche piacevolissimi da adempiere. Almeno dai veri appassionati!


Marco Benecchi
 


Tags:

Tuo Nome:
Titolo:
Commento:


172.68.65.106
Aggiungi un commento  Annulla 

90 commenti finora...

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Ciao Nico. Perché non vieni a trovarci? Ti presento i bombaroli come me che pensano di aver cacciato negli anni '70 il cinghiale in libera. Parlo sul serio, non mi credi (neanche avessi detto che ne avevo fatti a mucchi). Comunque le chiacchiere stanno a zero. I calendari venatori dell'Umbria anni settanta prevedono la caccia al cinghiale IN LIBERA. Poi tu fa come ti pare

da Filippo 53  13/10/2018 21.42

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

spiegalo al tuo fratellone che dice che la cacciavano nelle libera ANZI LUI LO CACCIAVA NELLA LIBERA !!! negli anni 70!! bombarollllooo

da NIco  05/10/2018 16.20

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Perdonate la mia latitanza ma ero in BRAMITO

Sono appena tornato dall'amata Ungheria a caccia di cervi e cosa trovo?
Le solite , Sterili diatribe

RICORDATE l'articolo:
"DOVE TUTTO EBBE INIZIO"
Oppure ancora non l'ho pubblicato?
Come direbbe Laszlo: No so....
Dovrò controllare

Io,classe 1960,

Posso GIURARE DAVANTI A UN GIUDICE che nella Maremma LAZIALE
"""DOVE TUTTO EBBE INIZIO"""

Nel triangolo d'oro dei comuni di Tarquinia, Tolfa, Allumiere, Santa Severa, Canale Monterano, Manziana, Bracciano,
La caccia al cinghiale era MOLTO attiva (con pochissime prede, nell'ordine di 20-30 l'anno a squadra) sin dal lontano 1970,
dove io, appena decenne, andavo a fare lo satrillone con mio padre armato di secchio e bastone...
Le palle asciutte erano un lusso
TUTTI tiravano a PALLETTONI,
Caricati in casa con.... molta fantasia......

Poi la caccia si è diffusa pian piano seguendo l'espandersi del cinghiale!

In TOSCANA era quasi sconosciuta, come anche nella BASSA Umbria (Terni!)
nella ALTA, dove cacciava il mio Fratellone Filippo, invece era già diffusa PERCHE' c'erano delle belle riserve che organizzavano grandi battute per ospiti e amici,
Ma il grosso dei cacciatori locali correvano dietro ad una lepre, ad un fagiano ad un colombo e ad un fagottino di migratoria minuta!
Questo è quanto!
I GROSSI SELVATICI si sono diffusi grazie a delle belle e ben gestite riserve, perlopiù private!!

Poi ognuno può dire la SUA,
Senza offendere e senza "alterarsi"

Un carissimo saluto a tutti
Marco

da MARCO BENECCHI X TUTTI  26/09/2018 18.11

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Salve Franco. Qui in Umbria la selezione dei caprioli maschi si fa in estate, quando le altre forme di caccia sono chiuse; le femmine e i giovani si cacciano dal 1° gennaio a metà marzo, e quindi non vedo che fastidio si possa dare a chi va col cane (caccia che pratico anch'io). Tanta salute

da Filippo 53  26/09/2018 8.41

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Non sono d'accordo, il cacciatore di selezione sta rovinando la vera passione di chi crede veramente nella caccia, sta disturbando i cacciatori veganti con cani da ferma e da lepre, nonchè quelli da appostamento fisso per caccia al tordo, ma sopratattutto sparpagliano branchi di cinghiali e caprioli che disurpano colture, che poi difficili a cacciare dalle squadre in battuta, cosa serve cacciare 2-3 cinghiali o caprioli o daini, non risolvono il problema del sovrannumero e ridurre i danni all'agricoltura visto che i danni vengono pagati da tutti i praticanti di attività venatoria e soprattutto la manutenzione del territorio è fatta da tutti, e non solo da voi come dichiarate, dovrebbero dare alle squadre in battuta anche i caprioli, anche perchè tutti e poi tutti paghiamo le stesse tasse ne più ne meno, ed io che caccio con un bracco italiano solo per 1-2 mesi a stagione mentre i selecontrollori cacciano tutto l'anno, mi sembra un po assurdo, non è che vi voglio male ma dovreste venirci incontro e combattere per un allungamento della stagione per la caccia vagante e riducendo un pò il Vs periodo.

da franco  26/09/2018 1.42

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Avevo promesso di astenermi. Ma dallo scrivere "scemenze", o comunque mie idee. Qui invece faccio presente un fatto, che non è frutto della mia fantasia: se consultate i calendari venatori della mia regione (Umbria) degli anni '70 si può notare che il cinghiale è previsto fra le specie cacciabili. Sul Web è disponibile quello del 1977/78, ma probabilmente si potranno trovare anche di anni precedenti. Se poi quei cacciatori fossero disperati o meno è un altro discorso, torniamo alle "scemenze" e quindi mi taccio

da Filippo 53  25/09/2018 10.18

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

nata nel 78 ???? ... qui si parla degli anni prima... e la caccia fu regolamentata nel 1986 per la prima volta. Quindi si tratta di mezzo bracconaggio "consentito" ma non di battute vere e proprie ma di un gruppo di cacciatori disperati che con la canna liscia provavano a cacciare il suino!

da Nico  25/09/2018 8.26

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

servirebbe uno storico per far luce su questa cosa se vera o non vera.

da Mario  25/09/2018 7.45

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Stiamo parlando di caccia al cinghiale. La selezione è un’altra cosa. Occorre essere precisi sennò il rischio di far confusione è alto. Ribadisco che frequento una squadra di cinghialai del viterbese nata nel 1978..ovviamente cacciavano e continuano a cacciare nel libero. Ma di che stiamo parlando...

da Little John  25/09/2018 7.37

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

perché la caccia a palla "vera e propria" è partita in Appennino dopo la 157 NON SIAMO SULLE ALPI. la caccia in battuta negli anni 70 era appena conosciuta in qualche riserva privata perché nel territorio libero non era consentita.

da Franco  25/09/2018 7.18

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Probabilmente qualcuno si è fatto assorbire dalla moda che stiamo vivendo in questi tempi..complotti ovunque anche nella caccia al cinghiale! se uno arriva a mettere in dubbio anche chi in quegli anni ci è andato a caccia veramente beh forse due domande dovremmo farcele..io non le ho vissute quelle cose perchè sono nato molto dopo ma se una persona sostiene che il cinghiale l'ha cacciato realmente nel 77 perchè non crederle?

da little john  24/09/2018 17.48

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Ho già detto che ho smesso; solo consentitemi un intervento generico, che prescinde da una discussione che indubbiamente non interessa i frequentatori del blog.
Vorrei far notare che le mie "scemenze" non sono mai state aggressive. Vedo in giro invece tanta rabbia che condisce gli interventi. Vi pare normale? E' giusto, è corretto insultare chi non si conosce? Qui non si tratta di scrivere sciocchezze o meno, ma di attaccare una persona senza alcun motivo. Io non pretendo di essere creduto, e quindi accetto, come ho già detto, che mi si dica che mi sto sbagliando. Pensate che in Umbria negli anni '70 non si cacciasse il cinghiale in battuta? Pazienza, vorrà dire che o io o chi mi critica si sta sbagliando, capita. Si può benissimo sostenere una tesi opposta a quella che si legge, senza scendere alle insinuazioni (fuori corso...) o alle offese (beh, credo che dire che uno scrive scemenze o sciocchezze sia un'offesa, almeno io così la penso). Quindi non accetto che un qualcuno - che davvero si nasconde dietro uno schermo - senza essere stato attaccato prenda a male parole qualcun altro. Questa si chiama maleducazione, non ci sono altri termini

da Filippo 53  24/09/2018 17.38

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

ecco , bravo inizia tu

da battute in Umbria ???????  24/09/2018 13.32

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Avete ragione, è ora di smetterla di scrivere scemenze...

da Filippo 53  24/09/2018 10.19

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Mi dispiace per Angelo; e chiedo scusa a tutti, ma sono arcisicuro che negli anni '70 le battute in Umbria si facevano, io usavo il 12 e palle Stendebach...

da Filippo 53  24/09/2018 10.17

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

qui c'è gente che scrive che va in battuta dalla fine degli anni 60!! ma si potrà dico io scrivere certe scemenze e non la smette!

da Nico  24/09/2018 10.15

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

In alcune zone dell’appennino Bolognese i cacciatori hanno iniziato a liberare i cinghiali (di dubbia provenienza) nel 1977, stando a quando dicono i membri più vecchi di una squadra che frequentavo. Invece una squadra del viterbese che ogni tanto frequento quest anno ha festeggiato il 40esimo anno di attività, quindi ha iniziato ufficialmente nel 1978. Poi dagli anni 80 è iniziata un po’ in tutta l’italia Centrale la caccia al cinghiale con “rilasci” a volte anche effettuati con il benestare delle province..le zone dove storicamente si avevano cinghiali in Italia erano ben poche prima degli anni 70...qualche tenuta maremmana e qualche sporadico cinghiale nel nord est o nord ovest dell’Italia a cui si aggiunge la Sardegna. In ogni caso attenzione che la peste suina sta avanzando e probabilmente arriverà anche in Italia...

P.S. Per MB: io intendevo che per i vecchi fagiani coriacei occorre piombo grosso perché almeno a me si involano quasi sempre al limite del tiro e sono davvero duri a morire. Per i fagiani di covata invece tutta altra storia..

da Little john  24/09/2018 10.08

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Filippo e Pierino avete rotto le scatole!!

da Angelo  24/09/2018 9.29

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Io ho fatto il fenomeno? Non credo ma ove fosse mi sono espresso male. Le battute alle quali partecipavo negli anni '70 si svolgevano in provincia di Perugia, nelle colline che dividono la Valle del Tevere dalla Valle spoletIna (comuni di Deruta, Collazzone, Bettona). Tra l'altro ero molto giovane e quindi raramente mi capitava una buona posta (allora non si sorteggiavano). Infatti ho scritto che partecipavo non che facessi strage di cinghiali.Non capisco cosa ci sia di dubbioso o addirittura incredibile. Tanta salute

da Filippo 53  23/09/2018 22.35

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

non è polemica. ma quando uno fa il fenomeno e scrive cose "dubbiose" molto dubbiose e crede che tutti siano li a "bere" simili sciocchezze ... si sbaglia. Certo che il blog potrebbe essere un proficuo scambio di opinioni basta non scrivere cose non vere o impopolari ( come in questo blog) e continuare a sostenerle !

da Pierino  23/09/2018 21.00

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Egregio Sig. Pierino, la ringrazio per la grande stima che dimostra nei miei confronti. Può essere che io dica scemenze, non posso escluderlo. Tuttavia in Umbria andavo a caccia di cinghiale in battuta negli anni settanta. I contadini di mio nonno, ancora fortunatamente in buona salute, potrebbero confermarlo. Se vuole posso fornirle vari testimoni. Comunque anche il suo ragionamento fa un po' sorridere. Se nel 1977 mi sono laureato e andavo a caccia coi libri di diritto, non crede che dev'essere successo PRIMA che io mi laureassi?
Detto questo, accetto che lei non mi creda, che sostenga che dico scemenze, che frequento recinti, o che sparo alle pecore. Solo una cosa non le consento: dire che io mi nasconderei dietro a un dito. Se le mie idee le suscitano ilarità o compassione, pazienza, è nel suo diritto. Ma non può dire che non ho il coraggio di esprimerle. E, tanto per cambiare, io ero intervenuto nella discussione senza criticare nessuno, poi arriva Pierino e la butta in caciara... mah...Evidentemente c'è gente che ha una vena polemica irresistibile. Io invece continuo a illudermi che il blog possa essere un proficuo scambio di esperienze ed opinioni.
PS: in effetti sono andato fuori corso, ma perché durante l'università ho fatto il servizio militare come ufficiale di complemento (15 mesi), e mi sono laureato a 24 anni

da Filippo 53  23/09/2018 14.32

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

In Maremma, il boom della caccia al cinghiale avvenne negli anni 80, qualcosa si faceva anche prima ma cose di poco conto.
Il primo Regolamento regionale per l'esercizio della caccia al cinghiale venne disciplinato nel 1986 poi nel 1990 moltissimi altri cacciatori si avvicinarono q questa pratica ( molto più sportivamente di oggigiorno). se lei nel 77 si è laureato ed andava a caccia con i libri (non so se fuori corso o no) stiamo già parlando degli anni 80 come io avevo già scritto. A parte questo, difendere sempre l'indifendibile a me fa RIDERE come quelli che si nascondo dietro a un dito per dire cose ASSURDE , come che 10 cinghiali vengano sparati solo da una posta! E adesso uso le sue parole, non vorrei urtare nessuno ma quando leggo simili SCEMENZE non riesco a stare zitto!

da Pierino  23/09/2018 9.08

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

In realtà parlo solo per sentito dire. Qualche volta però in sogno mi appaiono delle immagini confuse, e mi sembra di essere alla posta ad aspettare i cinghiali con i libri di diritto nello zaino... ma è impossibile, dev'essere successo all'estero lo scorso anno... Io mi sono laureato nel '77...

da Filippo 53  22/09/2018 12.51

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

si vede che dalle vostre parti girano in branco come le pecore oppure anche lei frequenta i recinti !!! e poi dai primi anni 70 ???? non esageri … forse inizi anni 80 ...forse … in Italia !!

da Pierino  22/09/2018 11.08

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Non voglio darmi arie di grande esperto; ma ho già scritto che partecipo alle braccate dai primi anni '70. E mi è capitato spesso che un intero branco di cinghiali passasse tutto sulla stesso tracciato, e quindi finisse per poter essere sparato da una - massimo due poste. Non mi pare che sia un fatto tanto strano, da chiedersi se chi lo scrive sa di cosa sta parlando...

da Filippo 53  21/09/2018 16.52

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Pierino,
Io e Filippo avremo fatto 50 battute insieme e TUTTE le volte o io o lui avremo tirato MAX due colpi ad animale..
Di SOLITO uno basta e avanza!
Il discorso caricatore maggiorato, che tanto sono certo che non riuscirò a spiegare bene,
NON E' PER FARE STRAGI O MITRAGLIATE,
Quanto per un senso di pura e semplice COMODITA' di... portabilità.....
Proviamo così...
Se con la squadra £"tracciamo" un SOLO cinghiale in un bosco e di posta mi tocca in un "foro" dove posso tirare un colpo MAX due, quando potevo, usavo il caricatore con 7 - 8 colpi ugualmente...
Poi ne avevo uno da 4 in tasca ed era tutta la mia scorta giornaliera!!

Vuoi farti una RISATA,

Secondo me TUTTE le semiauto moderne, con il caricatore maggiorato sono anche più bilanciate

POI, può accadere l'impensabile, l'impossibile, il regalo del destino...
Che ti arrivi il branco che hai sognato tutta la vita..
E' come fare tredici....

PUNTO

Per rispondere ANCHE a qualcuno a cui non vorrei rispondere,
nei RECINTI vado solo con l'express o con qualche stravaganza!! Ruger 44, combinato, etc

e DOPO il primo cinghiale... si scarica l'arma!!!


Un poliziotto è dotato di Beretta 92-98 FS con un caricatore da 15 colpi e di Mitra M 12 S (li ho provati parecchio entrambi sia in Beretta sia al Centro Prove ed Esperienze di Furbara!!!!) con caricatore da 32 colpi

Mi piacerebbe sapere QUANTI poliziotti hanno svuotato mai un caricatore in servizio!!!


Qualcuno ha detto... non ricordo chi, specialmente in passato

"""""Ho sentito delle smitragliate per la macchia"""""

Io direi che magari hanno tirato in 3 - 4 cacciatori allo stesso cinghiale che sfilava parallelo alle poste, ma che un cacciatore riesce a tirare più di tre colpi ad un cinghiale che salta lo stradone è davvero un fenomeno da baraccone!!

Nei prati, ovviamente, il discorso cambia,
Ma anche in questo caso ci sarebbe da scriverci un libro..
Nei prati a volte SPARANO TUTTI appena vedono un cinghiale apparire al pulito e questo non solo NON è ETICO (perché il cinghiale sarebbe dovuto andare da un SOLO cacciatore) ma anche pericoloso.
Una volta presi un grosso solengo di 120- 130 kg (il racconto del solengo dell'uliveto!) tirandogli 8-9 colpi,

MA DOPO che aveva attraversato tutta la linea delle poste ed era già fuori cacciata.........

Se può interessare nel calibro 12 non ho MAI tolto il fermo...

Mi sembra che la stiamo facendo MOLTO più lunga del dovuto
Si tratta SEMPLICEMENTE di puri e semplicissimi GUSTI PERSONALI

Tutto qua...

Non capisco tutta questa acredive verso di me per aver espresso un giudizio positivo verso un accessorio

Tanto per cambiare discorso
Anche io, come il 90% dei selecontrollori toscani ho un mirino notturno YUKON PHOTON 6,5 x 50,
L'ho preso per provarlo sull'orso
Ma MAI mi sognerei di portarlo in selezione, quando ormai (da noi!) il 98% dei cacciatori usano DI TUTTO..
Dai DEDAL da 10.000 alle torce da 5000 lumen montate sotto le canne........

Contenti loro......................

da Marco B x Pierino  21/09/2018 14.14

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

10 solo una posta? ma lei è mai andato in battuta?

da Pierino  21/09/2018 13.46

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Mi dispiace urtare la sensibilità di qualcuno. D'altra parte non volevo attaccare o difendere qualcuno. Se qualche squadra si autolimita tanto di cappello, ma è una scelta. Apprezzabile ma sempre soggettiva. E comunque potrebbe succedere che i dieci li spara solo una posta. Allora come la mettiamo? Ripeto però che si tratta di atteggiamenti che ognuno può condividere o meno. Ho già detto che io non uso i dieci colpi e spesso vado con un express. Tanta salute

da Filippo 53  21/09/2018 13.34

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Vado a caccia in battuta da 30 anni e sempre con un 12 canna liscia a tre colpi. e tutti nella nostra squadra non hanno caricatori da 10 colpi. facciamo piccole battute tra amici ( 15/20 cacciatori) non abbiamo mai sentito la necessita di tutti questi proiettili.

da Pasquale  21/09/2018 13.21

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

X Filippo 53 , non per difendere fede ma da oltre 15 anni, noi dove cacciamo in battuta a 10 cinghiali ci fermiamo sempre e non è vero che si devono fare le stragi ...per cani !!! Io ho fatto 7 cinghiali in due anni di caccia !!! e leggere cosi , mi fa male.

da Pierino Siena  21/09/2018 12.47

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Se permettete vorrei dire la mia. Ho già scritto qualche tempo fa che una semi-auto con tanti colpi, nelle braccate potrebbe portare a non rispettare l'angolo di tiro che solitamente limita le possibilità di tiro dei postaioli. Ho detto potrebbe; poi se i dieci colpi vengono sparati di punta non ci trovo niente di strano. E' evidente che se invece per vuotare il serbatoio si fa una rotazione di 360° gradi si rischia di sparare in direzione dei vicini di posta. Naturalmente se esistono le condizioni di sicurezza (ad esempio, terrapieni tutt'intorno) il problema non si pone. Quindi occorre buon senso e attenzione.
Circa l'etica invece credo che la discussione sia fuori luogo. Nelle braccate, da che mondo è mondo, si cerca di fare il maggior numero di abbattimenti. Proprio per premiare il lavoro di cani e canai. In altre forme di caccia, meglio se in solitaria, si possono invece privilegiare altri aspetti, questi sì più condizionati da scelte etiche.
Come sempre, vorrei che i toni della discussione fossero un tantino meno esasperati
PS: personalmente non ho caricatori maggiorati, i due che ho sulla mia BAR sono da quattro colpi

da Filippo 53  21/09/2018 11.16

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

nei recinti è facile tirare nel branco come negli storni ... fai sette anatre al volo se ne sei capace (???) per me se ne prendi una è un miracolo... io intervengo solo quando scrivi delle CASTORNATE DA PAURA !! come, prima scrivi DIRITTI E DOVERI poi fai questa infelice uscita da padellaro dei 10 colpi nel caricatore ... che per te è molto ETICO perché in regola con legge ! ed hai ragione ma c'è una parola che tu non conosci più : la Sportività !!! pensa in quel grappolo di cinghiali che hai sparato nel mucchio a raffica , se invece ne sceglievi uno , magari un altro e lasciavi il resto per gli ALTRI !!! ultima cosa, il vero cacciatore caccia solo e con un solo cane , la stanziale è un arte che tu non consoci , scrivi di cinghiale e mitraglie! scusami il disturbo ... era un bel pezzo che non scrivevo... mi hai forzato la mano! ed il blog è pubblico se lo vuoi rendere privato sai come fare ma scriveresti solo tu e due dei tuoi lecchini!

da Fede  21/09/2018 9.30

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Sarò pure un Padellaro...
Però come ben dovresti sapere ho fatto CON DECINE DI TESTIMONI consultabili 7 cinghiali con 9 colpi in 10 - 15 secondi...
Poi IN INVERNO INOLTRATO vado a fagiani con il 3 in TERZA BOTTA..
Caccio con tre setter ed uno..... jagd Terrier

Mediata medita medita......

Ciao..
E non dimenticare che il BLOG si chiama DI MARCO BENECCHI
se a te non piace, come dici,
Perché lo frequenti

MISTERI DELLA FEDE!!!

da Marco B x Fede  21/09/2018 8.39

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

ti commenti da solo ! le tue risposte fanno ridere e cambi le carte in tavola ARRAMPICANDOTI SUGLI SPECCHI!!! però, ho capito la tua ETCIA da classico padellaro che ha bisogno di dieci colpi per stare dalla parte del sicuro ! le dieci regole ricorda !! prima di scrivere un mare di sciocchezze .... le 10 regole... sta discussione mi da la noia per la tua non coerenza alla REALTA' !!! per me uno che ha un arma con 10 colpi è un PADELLARO a PRESCINDERE e POCO ANZI POCCHISSIMO CACCIATORE !!! ma in battuta chi è cacciatore ? solo i cani!! ahhahahah vai a fagiani con il 3 ahahahah ma si potrà dico io scrivere certe stupidate .... ?????????????????????????????????

da Fede  21/09/2018 7.12

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Scusa,
Un'ultima cosa,
Mi è venuta in mente solo ora..
Chi non ha visto almeno un video della famosissima serie Wild Boar Fever?
Bhe, non hai notato che in parecchi adottano caricatori maggiorati ANCHE nelle loro belle e "MOLTO ETICHE" carabine bolt action????

E dire che il Biondino in oggetto è anche un principe ereditario..
Quindi, chi meglio di lui dovrebbe essere ligio all'Etichetta?

MB

da Marco B x FEDE  20/09/2018 20.13

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Mi sembra che tu non capisca
Ed io ho ben poco da ridere...
Beato te che invece hai tanta voglia di sghignazzare
Qui non stiamo parlando di ETICA E NON ETICA
Qui stiamo parlando di preferenze nella scelta delle armi da usare..
Vediamo se riesco a farti capire, ma non credo che ci riuscirò..
OK, ci provo.
OGGETTO Caccia al cinghiale in battuta,
Armi: Fucili a canna lisci
Armi rigate
Nella seconda categoria rientrano: Kipplauf, carabine Bolt, Combinati misti, express carabine semiautomatiche,
Ma che dico... anche carabine a leva
NESSUNO TI OBBLIGA A SCEGLIERE
Solo... rispettare le leggi vigenti
Una volta era previsto il caricatore maggiorato (non eri molto bravo a scuola) perché sono SOLO 4 cartucce in più, perché ORA e' previsto colpo in canna e caricatore da 5, e non sette.........

ETICA O NON ETICA,
C'è chi per COMODITA' tiene il caricatore con 7-8-9 colpi, credo che in vita mia 10 l'ho tirate raramente, più 8-9

Mentre chi ha alla cintura 4-5 caricatori di riserva e in tasca 30 cartucce sfuse!!
A te non piace?????????????????????????????????????????????????????????????

Pazienza, è un tu problema.
A me si!
Punto!

Passiamo oltre

INCIDENTI DI CACCIA

Mi puoi segnalare DOVE è stato appurato che un incidente sia stato provocato da l'USO DI UN CARICATORE MAGGIORATO
Aspetto.....


Non lo leggo Topolino, né altri siti "poco interessanti"
Non sono amanti di statistiche e non faccio MAI critiche,
Preferisco pensare per me e... passare oltre!


GESTIONE?

Mi spieghi cosa c'entra con il caricatore maggiorato in semiauto da battuta?

Perché non uso la lupara?

L'ho fatto per vent'anni. Sono REO CONFESSO
Ho usato MOLTO i pallettoni... in gioventu,
E TUTTORA so che li usano in parecchi..
Ma......................

Mi dici cosa entra con il caricatore maggiorato.

BASTA CON LE MITRAGLIE

Io ne sentirò una due l'hanno quando uno o più cinghiali attraversano un campo aperto di lunghezza chilometrica,
Ti risulta che mitragliano NEL BOSCO???????????????????????????????????????????????????????????

E chi sono questi fenomeni???
E contro chi sparano quando ad un cinghiale riesci a malapena a tirargli due colpi???

Calma,
Non ti agitare

Il discorso è SEMPLICISSIMO, disarmante...
A te non piacciono i caricatori maggiorati?
Non li usare...
A me non piace chi va a caccia (anche di cinghiali) con il 410..
Ma MAI userei criticarli
Contenti loro......................

Contenti TUTTI

da Marco B x Fede  20/09/2018 19.03

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

perché fai finta di non capire. o sei ETICO o no ! Tu non lo sei !!! qualche cartuccia in più ???????
solo 7 in più !!! ahahahhahahaahha
amico se vogliamo prenderci mi sta bene. Riguardo gli incidenti ti stai sbagliando : 80% in battuta 10% canna liscia 10 % incidenti di salute---la tua fonte è topolino? il problema è che questa è una minchiata di legge per gente che di caccia .... diritti e doveri ??? etica ? gestione ? ahahah perché non usi la lupara!!! prima di scrivere conta fino a 10 e ricordati le tue 10 regole della minchia!!! e basta con le mitraglie !!! BASTA !!!

da Fede  20/09/2018 15.29

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Mi sembra di avertelo spiegato il perché dei 10 colpi...
Io sono favorevole,
Tu contrario?
Pazienza

Vorrei ricordarti SOLO una piccola cosa...

Non mi risulta che ci siano mai stati INCIDENTI a causa di un caricatore maggiorato
Piuttosto MOLTI con i fucili a canna liscia!!
Etica o non etica "avere qualche cartuccia in più" nel caricatore può piacere o meno...
Mi sembra una cosa lapalissiana
A te non piace?
A me si

Dove è il problema??

da Marco B x Fede  20/09/2018 14.57

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Mario hai ragione, dieci colpi e poi SCRIVI di Etica, di gestione, di diritti e doveri e poi mi cadi cosi miseramente!!! su un caricatore per padellari ! con questi presupposti siete più cacciatori di bistecche !!!
marco sta volta hai TOPPATO !!! tienile per te certe scemenze in regola con legge .... ????

da Fede  20/09/2018 14.03

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Allora vedo che non hai capito. 10 colpi ai voi dei cinghiali e tre colpi a noi della canna liscia. PERCHE???? ma sei mai stato ad anatre? sai che servirebbero 10 colpi e molti lo fanno TRUCCANDO il fucile perché sono UTILI ... però questi rischiano il PENALE e voi no! MA CHE LEGGE E'? e poi che sportivo sei con 10 colpi in serbatoio? diciamo che è una Grande CAZZATA oltre a questo il decimo colpo dove finisce? ma dico ci sei o ci fai ? ma stai scherzando? poi siete sempre voi quando ci scappa il morto e rovinate l'immagine di tutti ! 10 calci nel culo altroché dieci proiettili nel caricatore e vai al diavole te e il tuo blog !del cavolo !!! tu sei un talebano !!! solo i non tiratori e i non cacciatori vanno a caccia con 10 colpi!!! CANTATELE E FILETELA DA SOLO!!! CINGHILARO DA BAR SPORT!!! mi hai fatto girare le balle !!!

da Mario  20/09/2018 13.55

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Sia Tu che Mario fate un ragionamento sterile,
oserei dire quasi senza senso...
E' come se Filippo, notissimo amante di kipplauf un bel giorno decidesse di lamentarsi perché il suo K 95 ha un colpo solo...
Io spero che Voi due stiate scherzando..
Il monocanna spara UN COLPO
sovrapposto e doppietta DUE colpi
Un semiauto liscio TRE colpi

Una carabina, semiauto PIU' colpi

Quindi... chi dovesse avvertire il bisogno di dover tirare PIU' colpi, allora dovrebbe ripiegare su di un'arma rigata
RIPETO,
Non vedo dov'è il problema!

Ma TI RENDI CONTO di cosa hai scritto:

mario, a parte la parolaccia, ha solo chiesto perchè 10 colpi e l'anima liscia tre magari a cinghiali???
gli sparatori esultano i cacciatori devono sottostare alle vostre angherie.


Sottostare alle NOSTRE ANGHERIE????????

Mi vedi uno sparatore (magari Tu e Mario, chissà avete la passione per le allodole e i tordi, quando io, se va bene, tiro MENO di 50 cartucce a pallini l'anno!), ?????

Eppure, se possibile, mi fa piacere mettermi di posta con qualche colpo in più...
Mi fa stare più tranquillo,
Non immagini QUANTE VOLTE
Dopo aver tirati due - tre colpi ad un cinghiale NON MI PREOCCUPO di rimpiazzarle, perché so che ne ho altre nel caricatore..

Paradossalmente, credo che avere più colpi nell'arma.....
La rende anche più sicura perché elimina molti tempi morti e brandeggi strani!!!
Hai mai visto, nella concitazione della battuta, cosa si è capaci di fare per ricaricare velocemente un arma??
A chi cadono le cartucce, il caricatore, addirittura la carabina...

Per cortesia, siamo onesti con noi stessi e i talebani lasciamoli nel loro paese!

M

da Marco B x Carlo 48  20/09/2018 13.20

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Quoto Marco. Bene i 10 colpi sotto le semi per la cacciata al cinghiale.
Viceversa vedo molto nero per i colpi singoli delle bolt (?) al nero ..quindi compensiamo i disappunti del blog !



da massi  20/09/2018 13.16

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

mario ha ragione.
come me non sa spiegarsi bene, non tutti abbiamo fatto le scuole alte bisogna anche capire.
dopo tutto sono contrario anche io ai mitragliatori ero contento dell'eliminazione dei 10 colpi
essendo un CACCIATORE non uno sparatore.
mario, a parte la parolaccia, ha solo chiesto perchè 10 colpi e l'anima liscia tre magari a cinghiali???
gli sparatori esultano i cacciatori devono sottostare alle vostre angherie. ciao mario.

da carlo48  20/09/2018 12.55

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Mi risulta che la Bugatti Veyron sia la macchina più veloce del mondo
Che raggiunge addirittura i 400 km orari...

Cosa che, secondo te, è stato inutile progettare e/o costruire visti i limiti di velocità imposti in quasi tutto il mondo..................

A te Mario non piace il caricatore da 10 colpi?
NON LO USARE,
ma questo non credo ti autorizzi ad essere MALEDUCATO E VOLGARE!!

Giusto?

A chi servono? A cosa servono?

Non è un problema tuo..

Io AD ESEMPIO, l'ho sempre usato...
Vogliamo dire... per tranquillità?
La legge mi permetteva di usarlo ed io lo usavo
E credo continuerò ad usarlo se la legge continuerà a permetterlo
RARAMENTE mi è tornato utile (9 colpi 7 cinghiali)
Oppure quando prendi un cinghiale in un campo all 8° - 9° colpo.
Tanto per il cinghiale non fa nessuna differenza ... è come se tu lo avessi preso con il primo!

Ma sono delle azioni di caccia che poi si ricordano...

Una volta un cinghiale mi ha ANCHE caricato,
Niente di che.. 120 - 130 kg di zanne e setole che ti vengono addosso a bocca aperta..
Gli tirai 5 - 6 colpi sul muso in... 3 secondi..
Ma questi sono sempre ricordi personali
Qui non si tratta di discutere se una cosa è BENE O MALE
Qui siamo SEMPRE al SOLITO vecchio problema
Se a ME non piace una cosa allora "fuochi e fulmini" verso tutti gli altri..
Per non essere volgare come te!!
Credo sia ora di rispolverare il buon vecchio RISPETTO per gli altri
Cosa del tutto dimenticata, estinta!!!!

tu scrivi... perché a voi 10 colpi e noi 3 ?

Perché allora non ti comperi una bella carabina....?????
Scommettiamo che quando i semiauto erano ancora a 5 colpi tu (se hai l'età di ricordarlo...) ce li mettevi tutti nel serbatoio, poi magari tiravi sempre uno - due colpi?

Saluti
MB

da Marco B x Mario  20/09/2018 10.50

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

10 COLPI ... ma siamo onesti ... a chi servono? e poi perché a voi 10 colpi e noi 3 ? non per fare polemica ma una CAZZATA !!!

da Mario  20/09/2018 10.09

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

E così..
Sembra che possiamo ritornare alle nostre sane, vecchie abitudini!
Che i tanto terribili caricatori da 10 colpi sono "ritornati" legali.....

Ora mi domando?

Ma tutti quei poveracci (come un mio amico, alquanto stupidotto, devo ammettere!) che si sono visti distruggere davanti agli occhi caricatori NUOVI di HK 770 (valore commerciale dai 200 ai 250 euro!) da 10 colpi perché NON denunciati entro i termini previsti,
Con chi se la dovrebbero andare prendere ora?

Ma ... OCCHIO RAGAZZI

Perché per i boschi girano più analfabeti in divisa grigio topo tutta piena di patacche dorate che gente disponibile e sufficientemente intelligente che recepisce e conosce le nuove leggi vigenti!!!

Speriamo bene!!
Saluti
Marco

da MARCO BENECCHI X TUTTI  20/09/2018 7.37

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Il 5... "Sotto Ferma" su selvatici come i fagiani di COVATA mi sembra eccessivo

Anche io uso il 5-5 3 o anche 5-5 2 ma in inverno inoltrato

Si! sto parlando di selvatici RUSTICISSIMI, ma pur sempre Settembrini,
Che, come si dice da noi, a posto delle penne hanno i "Cacchioni!"

Io credo che il buon esito di una munizione dipenda molto dal clima e posso confermartelo perché quando ero uno SPARATORE INCALLITO
Anni 70 - 80 in Sardegna avevo grosse difficolta anche coi tordi!!!

da Marco B x Little  20/09/2018 5.41

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Se parliamo di polli colorati lasciati da pochi giorni o settimane come cartuccia basta un 7, addirittura un giorno che stavo cacciando beccaccini ne ho preso uno con il 10! Se invece parliamo di fagiani rustici o selvatici puri beh allora ci vuole almeno il 5, per me il top è f2 b&p. Hanno una resistenza davvero incredibile e spesso si involano quasi fuori tiro. Io quando vado a stanziale ( lepre e fagiano metto 5 in prima e 3 in seconda) anche qui ci sono varie teorie, chi preferisce tanti pallini piccoli e chi pochi e grandi..de gustibus!

da Little John  20/09/2018 4.29

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Credo che il problema sia la dose di piombo,
32-34 grammi dovrebbero essere l'ideale,

Solo che le "tradizioni" sono dure a morire

Sono 50 che invece uso grammature da 36 per la caccia alla stanziale..
Almeno non mi sono lasciato contagiare dalla "magnumania"!

Comunque le FAGIANO NSI sono delle ottime cartucce!
Peccato che abbiano "aggiornato" la confezione!

Io per fortuna ho ancora qualche vecchia scatola di quelle rettangolare

M

da Marco B x Jacopo  18/09/2018 20.24

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Io sono un amante delle Maionchi Nsi collezione, però a gusto mio, almeno nel cal 20 sono troppo forti (e con il caldo di questi giorni non è un bene) e sciupano troppo gli animali, tant'è che a fagiani in prima canna uso la serie Beccaccia con la Fagiano in seconda e quando è il momento delle beccacce scalo ancora (dispersante poi Beccaccia poi Fagiano)

da Iacopo x Marco  18/09/2018 18.33

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Per questa volta sei scusato... da noi domenica faceva un caldo insopportabile, anche perché fino alle 9,30 c'era una nebbia fittissima (a saperlo andavo in alta collina, invece sono andato vicino al Tevere). Disastro, altro che drittite

da Filippo 53  18/09/2018 18.01

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Carissimo Filippo,
Io domenica ho preso di parte mia TRE fagiani e DUE ieri tirando un totale di 7 colpi..

Ne ho tirate due al primo perché ancora non ci si vedeva bene (6,40 0 giù di lì) e due al secondo perché mi è partito un po infrascato..

Gli altri "impallati" di prima botta ....
Bhe sono caduti TUTTI vivi......

Considera che da NOI ci sono ancora oltre 30 gradi e domenica era come se fosse stato Ferragosto..

M

da Marco B x Filippo  18/09/2018 16.17

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Ciao Marco; se i fagiani ti cadono feriti con le "Fagiano" sostituiscile con cartucce caricate a drittite... se vengo (come spero) il 7 te la porto

da Filippo 53  18/09/2018 15.22

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Per il Sig. Aldo
Il problema non è il Sud o il Nord, o altro; io sono un Terrone Campano trapiantato al Nord da 40 anni; ho 68 anni suonati e solo da 5 pratico la caccia in Alpe. Ho sempre ritenuto che in ogni attività si dovesse portare rispetto per ottenere rispetto, anzi pretenderlo, quindi … Ha ragione Lei nel parlare di pagliacci travestiti da cacciatore. Se si andasse a scrutare sotto quel vestito, si scoprirebbero individui di tutte le latitudini.
Cordialmente. Bopi.

da Bopi  18/09/2018 9.24

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

B&P F2 da 34 grammi ( anche troppi) piombo 6 , uso una canna da 70 a tre stelle vado a caccia a Bologna per la lepre è un po' leggero ma se spari nel tiro ( massino 30 metri ) hai buone possibilità. Il fagiano cade perfettamente ora sono soggetti giovani , con poche penne, bruttini ! I vecchi non si alzano neppure con le cannonate !!! Ho fatto la quota quasi subito. tanta gente, vigilanza e animali. Unico problema IL CALDO INSOPPORTABILE!!

da Mario  18/09/2018 8.18

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Ora SCATENO L'INFERNO

E sicuramente trovero dei colleghi MOLTO PIU' FERRATI DI ME IN MATERIA

Io da diversi anni uso solo le ex Maionchi ora NSI
serie FAGIANO

Bhe, con questo caldo i fagiani mi sono caduti tutti feriti...
Uno l'ho anche perso in dieci ettari di pattume alto un metro e mezzo!!!

da Marco Benecchi x TUTTI  17/09/2018 18.34

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Allora????
Come è andata l'apertura?

Spero bene...
Io, nonostante il CALDO AFRICANO non mi posso lamentare..
In due cacciatori e 1/2 (Alfonsetto ha quasi ottant'anni!) abbiamo fatto 5 fagiani e due colombacci
4 setter in campo!
Oserei dire molto bravi e allenati
Oggi
In due
due bei galli...

Ma occorre cacciare con l'acqua nella tasca della cacciatora del gilet...

Un caro saluto a tutti!
M

da Marco Benecchi x TUTTI  17/09/2018 18.30

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Bopi, fate la cosa GIUSTA , in Appennino contano solo i NUMERI , i pacchetti gonfiati, i censimenti falsificati, le graduatorie RIDICOLE, E GLI ATC e GUARDA CASO ASEGNANO sempre agli stessi il maggior numero di capi e i migliori a chi non fa parte delle cricca "bottoni" e piccoli ah ah ah questa è la SELEZIONE nel sud !! scrivo sud perché ho letto tempo una diatriba con uno del nord che però ha RAGIONE QUI SIAMO IN AFRICA PER LA GETSIONE DELLA CACCIA !!! AFRICA NERA!!! estremo sud ... di pagliacci travestiti da cacciatore !!!

da Aldo  17/09/2018 14.53

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Per Marco
… e non parlo dei censimenti. Dipende dalla serietà di chi li gestisce. Quest'anno, nel mio CA, diversi, anche se li potevi contare sulle dita di una mano, hanno storto il naso perché il Tecnico Faunistico ha sparigliato le carte ( leggasi " clan " ) e, miracolo, siamo rimasti tutti molto soddisfatti dei risultati.
Ciao. Bopi

da Bopi  17/09/2018 14.13

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Per Marco
ciao, mi rivolgo a te perché sicuramente rispetterai la mia " ignoranza ". Si sta parlando di " selezione " in pianura ed in Appennino ? lo spero, perché qui, sulle Alpi Piemontesi, facciamo Selezione agli " Ungulati Alpini " solo nel periodo della stagione venatoria, e assicuro che la cosa è molto diversa: un capo a scelta ( secondo una graduatoria ben definita ) e, se ti va bene, un secondo dopo che è stato concluso il primo turno, sempre che sia rimasto qualcosa. E così via.
Ciao. Bopi.

da Bopi  17/09/2018 14.07

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Filippo, grazie per la sua risposta.

da Roberto  17/09/2018 8.46

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Ciao Roberto, grazie per la stima. Ma non credere che io la pensi tanto diversamente da te. E non mi sognerò mai di difendere chi fa stragi di femmine e piccoli in estate (non me ne importa nulla se sono umbri o pakistani). Mi pare però che sia altrettanto esecrabile chi le ha consentite, quelle stragi, non credi? Premesso che non ho mai neanche pensato, non solo scritto, che i cacciatori umbri siano più corretti di altri, da noi in estate si spara solo ai maschi, con la pausa dell'amore. Forse se tutti i calendari venatori fossero simili, se non uguali, certi fenomeni di spostamenti venatori in massa (che io giustifico, in parte, solo per la migratoria) non esisterebbero. In bocca

da Filippo 53  15/09/2018 13.14

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Filippo , quando vedi rovinare un patrimonio di animali che HAI CREATO con fatica e serietà non puoi non arrabbiarti! Idioti ; che definizione può dare a uno che ha l'abilitazione da 5/10 anni e si atteggia a BIOLOGO della situazione? Buffoni: tutti quelli che pensano ai NUMERI e non alla caccia , buffoni a tutti gli sceriffi , buffoni i dirigenti di atc , uffici caccia, che hanno permesso questa strage, BAGHINI: uno che vende la selvaggina lo è !! Se uno deve arrivare a questo ha sbagliato qualcosa nella sua vita ! UN FALLITO e deve chiudere con questa passione e andare a lavorare non speculare SULLE CARCASSE DEGLI ANIMALI. IN TUTTO IL MONDO E' VIETATA LA VENDITA in Italia la normativa è contorta in ogni caso sbagliata. MA QUI ENTRA IN BALLO L'ETICA PERSONALE. che queste tre categorie NON HANNO. ma c'è ne anche per il tuo paradiso ; I TUOI COLLEGHI SONO VENUTI IN TOSCANA A FAR RAZZIA DI FEMMINE E PICCOLI IN ESTATE !!! per cui tutto il tuo bon ton cerca di allargarlo ai tuoi colleghi che faresti un opera buona . Io Filippo la leggo ogni tanto e so che lei è un grande cacciatore ed ha cacciato in tutto Il mondo ma difendere certe problematiche non è da lei !

da Roberto  15/09/2018 9.54

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Il mio Fratello di Macchia Filippo mi ha accusato di "Aver lanciato il sasso e poi di aver nascosto la mano!"

Forse si forse no...
In questi giorno ho davvero MOLTO da fare, ma ho deciso di astenermi dalla discussione perché tanto sarebbe sterile, inutile...
Come qualcuno a ben sottolineato
Forse "DOVREMMO" dare un limite allo STRAPOTERE che si sono presi quei quattro furbetti "dirigenti" (ma vi rendete conto del Titolo?) degli ATC,

Molti dei quali che non sono NEANCHE cacciatori e che "delegano" i prelievi alle loro guardie del corpo, ai loro Bravi Don Rodrigani!

Le famosissime Cappe Nere! i super GAV i Rangers, i super sceriffi volgarmente chiamate Guardie Volontarie!

Che amarezza..............

M

da Marco Benecchi x TUTTI  15/09/2018 5.51

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Grazie Filippo...... un signore .

da Massi  14/09/2018 17.47

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Caro Massi, il mio ultimo intervento non voleva essere ironico. Se ti trovi in quelle situazioni me ne dispiace, e quindi - dato che qui da me non posso dire altrettanto - mi sono autodefinito fortunato. Probabilmente se vivessi in un contesto come quello che descrivi, la penserei come te. Non intendevo mettere in dubbio le situazioni da te descritte e giustamente condannate. Invece Roberto spara raffiche di "idioti", "buffoni", "baghini senza cervello". Mah....

da Filippo 53  14/09/2018 17.27

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Filippo 53 ... mi preme ribadire che "certi interventi " (parlo del mio) non sono frutto di fantasie ! Disponibile a qualsiasi contraddittorio in qualsiasi momento e luogo.Questo per sgomberare il campo da dubbi del lettore...

da massi  14/09/2018 16.26

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Più leggo certi interventi più mi rendo conto di quanto sono fortunato a vivere in Umbria

da Filippo 53  14/09/2018 16.02

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

vogliono far passare la FAVOLA che il selecontrollore è la guardia dell'ambiente , il paladino della natura, il biologo formato con tre serate di corso , il superman della caccia ah ah ah invece il 90% sono idioti con il binocolo molto più seri i cacciatori di storni che si dedicano tutto l'anno al capanno , o chi va alle anatre in valle o colombacci al palco QUESTI SONO SERI non sti buffoni vestiti di loden che si credono i MIGLIORI e siedono negli atc, uffici caccia, spesso sono Volontari ahahah e giu CICCIA a volontà! sti "baghini" senza cervello! hanno distrutto una popolazione di animali incredibile perché VENDONO LA CICCIA ... ma vi rendete conto????

da Roberto  14/09/2018 14.32

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Ho i clonati di vomito nel sentirvi discutere della selezione (uso la s minscola di proposito).. quella attuale mi riferisco e nelle due province che conosco maggiormente,ovvero Siena (la mia) e Firenze al confine con noi.
Esprimo disappunto non certo per quanto educatamente e civilmente esponete,ci mancherebbe....ma x lo sbracamento che si è venuto a creare da 5-6 anni a questa parte .Non certo consono al sacro concetto di Selezione (S maiuscola)
Chiedo a chi caccia in provincia di Siena,ma avete la più pallida idea,o vi ricordate come me di come funzionava la selezione fino all'avvento (ahimè ) dell'attuale intellighenzia Regionale Toscana ?
Mi ero preposto di non intervenire ma è troppo forte il ranmarico nell'aver visto degenerare una vera eccellenza (quella senese) partorita dal dott.Mazzoni della Stella e suoi collaboratori e ritrovarsi al giorno d'oggi con 12.000 abilitati con esami tarocchi per selezione cinghiale e peggio ancora,una gestione cervidi e bovidi mirata solo a far ciccia e/o cassa ai macelli autorizzati infischiandosene palesemente di tutte le nozioni di biologia,di densità,di rapporto densità incremento,fattore K,di habitat,di rapporto tra i sessi.....Addirittura noi abilitati dei primi anni '90,da un alto funzionario di Regione ci è stato consigliato di ammodernarsi e di uscire dalla logica conservativa a cui eravamo stati formati. Parlo del 1993. Ma vi rendete conto ? Non guardano più nemmeno i libretti tantè li hanno eliminati. Le schede di abbattimento nemmeno arrivano al cestino degli organi preposti.....archiviate prima da capoarea insignitosi autonomamente di stelle da sceriffi.Quest'ultimi vantano carnieri di 12 o 13 caprioli annui..A METà STAGIONE....tanto per darci idea di come avviene la assegnazione Pe rnon parlare del cinghiale..qui siamo al colmo dei colmi.
Mi fermo per il disgusto creato nel ricordarmi i censimenti seri ..metro a metro che facevamo. Oggi una risata al bar e si segna ........... via via....cambiate discorso per favore.
Marco...secondo il mio modesto punto di vista sei andato ad affrontare un argomento da ginepraio...non se ne esce con le ossa sane.CREDIMI

UN IBAL A TUTTI PER DOMENICA.

da Massi  14/09/2018 13.56

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

x Little... bravo ! hai fatto centro. non è possibile fare 30 uscite per un piano! c'è qualcosa che non va . Filippo i CENSIMENTI sono tutti truccati in tutta Italia e poi si faccia una domanda 4 capi a testa nel vostro distretto ma quanto siete? 5 ? 10 ? 25 ? 40 ? è tutti relativo . pensi dove cacciavo io ogni anno tutti avevano 4 capi tutti uguali per tutti!!! AHAHAH cera da ammazzarsi dalle risate! ora non trovano più un capriolo neppure a pagarlo oro!!! e ben gli sta a questi rimbambiti!! in Emilia comunque hanno abbassato i prelievi ovunque ed anche in Romagna e Marche solo in Toscana continuano a far danni con delle leggi incredibili! ieri sera ho accompagnato un amico in Toscana ( è la sua 10 uscita) può sparare tutto anche il fusone di daino ... neppure l'ombra di un ungulato !! in questa zona 5 anni fa cerano i branchi dieci anni fa le mandrie ...20 anni fa un delirio !! oggi IL NULLA!!!

da Pino  14/09/2018 13.56

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

La mia opinione sui censimenti é un po’ particolare e spesso viene criticata ma io credo che i censimenti non servono a niente, se non a formare i cacciatori e renderli socialmente partecipi alla gestione. Data un unità di gestione di xxx ettari possiamo aspettarci date le condizioni ambientali (vegetazione + presenza di predatori e mortalità naturale) una certa densità di caprioli dal minimo per attivare un piano di gestione (10 capi per km2). Ciò che conta maggiormente è la realizzazione dei piani di abbattimento. Se non raggiungo almeno il 70% del piano sui caprioli credetemi che c’è qualcosa che non va. Vi siete mai domandati come mai in Ungheria a gennaio pur di completare il piano di abbattimento si fa “fuoco e fiamme” ? Semplice perché se una riserva non rende x capi all anno vuol dire che c’è qualcosa che non va e allora il prossimo anno il piano viene decurtato. E non mi si venga a dire che i cacciatori non escono o che i caprioli ci sono ma non si fanno vedere. Se per fare un capriolo occorrono 30 uscite (come a Pistoia l’anno scorso) significa semplicemente che la specie é in declino e allora l’anno dopo, indipendentemente dai censimenti il piano si abbassa. Trovo davvero comico il fatto che alcuni tecnici e professori continuano a sostenere alcune tesi contraddittorie e sopratutto criticando alcuni metodi di gestione supercollaudati vogliono insegnare a ungheresi sloveni o tedeschi a gestire gli ungulati!!

da Little John  14/09/2018 13.10

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Correggo, volevo dire "censimenti" taroccati, non piani di abbattimento, ovviamente

da Filippo 53 x Pino  14/09/2018 12.43

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Se ci sono statistiche serie, attendibili, che fanno risultare un calo dei caprioli, le prenderò per buone; vorrà dire che vivo in una zona fortunata. Invece non capisco come si possa pretendere di sapere che i piani di abbattimento sono taroccati dappertutto; queste mi sembrano sensazioni personali, difficili da dimostrare. Personalmente faccio i censimenti da tantissimi anni, e non ricordo, qui dalle mie parti, esiti dei censimenti tali da far supporre un abuso. Quanto alle fascette, da noi se si fa un certo numero di uscite (ed ecco perché a volte ne faccio tante) non ci sono penalizzazioni anche se non si raggiunge il piano. Sempre senza polemica

da Filippo 53 x Pino  14/09/2018 12.41

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Purtroppo non è cosi e Roberto ha ragione alla grande ! C'è FAME DI AABBATTIMENTI e questo è un problema. I dati dei censimenti sono taroccati ovunque , Ma FORTUNATAMENTE sono sempre sottostimati ! pero la situazione è in forte degrado in tutta Italia. Una cosa ma se lei restituisce le fascette le vengono sottratti dei punti che con l'anno successivo non le danno il diritto di accedere a granchè!! Riguardo che la selezione è una bella forma di caccia .

da Pino  14/09/2018 10.31

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Salve Roberto. Ovviamente qualche anno mi è capitato di sparare i capi assegnati con solo sette / otto uscite; altre volte invece ho dovuto usare due libretti (non è come andare al supermercato). Ho già detto che l'aumento dei caprioli è di tutta evidenza in Umbria, salvo alcune zone. Quanto alla sottile, io non sarò un grande esperto, ma credo sia più facilmente individuabile a marzo che a gennaio; solo che ce ne sono poche... E infatti, come ho già scritto in altre circostanze, spesso restituisco la fascetta, o le fascette, delle femmine. I furbetti non so chi siano, e pensare che si tarocchino i dati dei censimenti è lecito, ma mi chiedo a cosa servirebbe. Se gonfiamo i numeri non riusciremo a completare il piano, non crede?
Meno male che qualcuno (Vecchio Cedro) la pensa come me! Personalmente sono convinto che la selezione sia l'unica forma di caccia che possa essere accettata anche dagli ambientalisti, dato che deve essere esercitata con serietà, programmazione e coinvolgimento della PA. Sarà un'utopia, ma lasciatemi il diritto di credere che esistano persone che - quando lavorano, quando si divertono, e quindi anche a caccia, insomma nella vita - cercano di comportarsi correttamente

da Filippo 53  14/09/2018 9.56

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

enorme numero che abbiamo visto??? 1) sono veri i dati? tutti sono seri come lei ci vuol far credere ? io metterei ai censimenti metterei a fianco uno della WWF cosi la finiamo di fare i furbetti del quartierino!! Comunque, i caprioli sono calo ovunque tranne in "pianura" che stanno registrando un notevole aumento. a parte questo Filippo se uno deve fare 50 uscite ( ti serviranno due libretti all'anno) per 3 capi dove sono tutti questi caprioli???? mi sa che lei si contraddice da solo! un maschio giovane in tre uscite si dovrebbe fare uno adulto massimo due. la femmina sottile a marzo sarei curioso di capire come fa a riconoscerla ????? non per fare polemica ma questa "bella storia" del selecontrollore perfetto io non ci credo e non esiste .

da roberto  14/09/2018 7.50

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

La caccia di selezione è una vocazione e chi la pratica lo fa perché crede fermamente nella gestione del territorio e nel valore del patrimonio faunistico.
Verissimo, dovrebbe essere così per tutti!

da vecchio cedro  14/09/2018 7.47

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Filippo, non mi permetto di mettere in dubbio le tue parole, infatti ho scritto chiaramente che mi riferivo alle mie zone (Casentino) dove purtroppo sono i dati a confermare le mie parole; ad es nel mio distretto siamo passati nel giro di poco dall'avere "normalmente" da 3 a 5 capi tutti gli anni ai nemmeno 2 a testa di quest'anno!!!......da dire anche che la situazione non è uguale per altre parti della provincia dove sembra che la specie non abbia problemi; non sapendo non mi pronuncio!!!!
Quello che poi afferma Pino (i cinghiali finiti) non so dove lo abbia sognato.....il 2017 è stato un anno scarso ma già il 2018 ha mostrato una ripresa notevole!!!! Tornando alla selezione non posso che ribadire quanto detto e cioè che da noi tolte le due giornate di censimenti non c'è da fare altro; niente riunioni se uno non vuole niente foraggiamento niente Ika (cos'è??).....
Chiudo come Filippo sperando che prima o poi tutti inizino a dire la loro in maniera pacata e soprattutto educata!!!

da Iacopo  13/09/2018 15.23

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Roberto ha detto delle grandi verità.Parlo della Toscana.
Hai la mia stima .

da massi  13/09/2018 14.54

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Cari Roberto, Iacopo e Pino, liberissimi di non credermi, ma in Umbria in generale i caprioli sono in aumento. Nel mio distretto quest'anno ci hanno assegnato 3 o 4 capi a testa, dato l'enorme numero di caprioli che abbiamo visto! Lo sapete che a Perugia (la mia città) ne hanno fotografato uno (un bel maschio adulto) dentro una tabaccheria in pieno centro storico? Lo ha riportato il QN (La Nazione). Io stesso ne ho visti alcuni dentro le mura cittadine. In qualche zona invece vanno diminuendo (Alta Valle del Tevere), perché ne hanno abusato. Quanto agli impegni, personalmente - pur non ritenendomi un forzato - ogni anno faccio, debitamente registrate, dalle 30 alle 50 uscite a caccia, perché, come sa chi svolge con coscienza questa forma di caccia, se devi tirare un maschio giovane, e solo quello, non è così semplice; quanto alle femmine, cerco sempre di tirare una sottile, ma anche questo è (almeno per me) abbastanza complicato, e richiede tempo; poi ci sono censimenti, riunioni, mostre, convegni, foraggiamenti, etc. Forse sono solo io a fare tutto questo? Non credo... E il mio capo distretto è un amico, altro che un dittatore!
Per Roberto: che gli Umbri facciano razzie in Toscana potrebbe darsi, ma di che cosa, dato che, a sentirvi, non c'è più nulla da cacciare?
PS: è proprio necessario urlare sempre, attaccare chi non si conosce, invece di esporre il proprio pensiero con educazione?

da Filippo 53  13/09/2018 14.08

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Arezzo era il Paradiso della caccia dalla fine degli anni 90 poi SI SONO MONTATI LA TESTA ( quei 4 pagliacci di dirigenti) ed è finito tutto ! non ci sono più neppure più i cinghiali ma di cosa andate caccia??

da Pino  13/09/2018 13.25

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Diciamo che, almeno a mio avviso, con toni troppo drastici e sicuramente generalizzando troppo, Roberto ha detto alcune amare verità.....ad es almeno dalle mie parti (Ar) non è poi così impegnativo ottenere le fascette per i caprioli , basta fare quelle 2 3 mattine di censimenti (Però le facciamo sul serio non al bar), altri impegni non ci sono (alle riunioni non e obbligatorio partecipare......poi è purtroppo vero che, sempre riferito alle mie zone, i caprioli siano in forte diminuizione (aumento di cervi daini e lupi alcune delle cause).....se poi sia a questo punto meglio andarli a cacciare in azienda o addirittura oltreconfine credo sia una questione di gusti personali, per me 1 o 2 capi l'anno bastano

da Iacopo  13/09/2018 12.00

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

ah ah ah scusa marco ma dove farebbero tutte queste cose??? sono morto dal ridere a leggerle!! NESSUNO LE FA! si mettono al tavolino , due bicchieri di vino ed il gioco è fatto! e poi , cosa dovrei fare io per tirare due caprioli che in qualsiasi azienda paghi al massimo 100/200 euro al capo? solo di benzina ne dovrei spendere il doppio! Oppure me ne vado in Ungheria ( nessuno mi rompe le balle) e spendo meno che in Italia!! In Toscana danno le fascette e non ci sono più i caprioli come a Forlì e Pesaro Urbino ma anche a Modena , Bologna , Ravenna , i caprioli stanno sparendo e chi afferma il contrario e CONTRO LA CACCIA!!! Gli umbri prendono l ATC toscano a fanno RAZZIA DOVE PASSANO !! DOVREBBERO RESTARE A CASA LORO invece l atc ha bisogno di soldi e vendono il fumo!! vengono a fare i censimenti e dichiarano cose MAI VSITE ah ah ah MARCO è FINITA LA PACCHIA ... dovrebbero chiudere la caccia alle femmine su tutto il territorio nazionale... almeno per due anni ! Invece sparano di più per i DANNI ? poi ci sono i lupi ( più dei caprioli) e poi è TUTTO DA RIVEDERE... mi sembra di far la caccia alle streghe... una volta uscivi e vedevi animali ovunque oggi se vedi due capi è un miracolo !!! ma di cosa stiamo parlando. Certo hai ragione su una cosa perché rilasciare tutti questi permessi se non ci sono più animali? ma non è finita... i capi distretto sembrano DIO in terra , fanno quello che gli pare e sparano quello che vogliono. poi i piani di controllo ( una schifezza unica) che fanno solo loro e qualche amico e il CANCRO atc Marco la caccia al capriolo sta finendo ...rilassati c'è sempre l'Ungheria, L'Austria, la Slovenia , Croazia ecc. meno problemi e costi UGUALI !!

da Roberto  13/09/2018 8.06

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Sul sito della FOREST LEICA ITALIA
C'è un mio articolo comparativo sui PUNTI ROSSI

m

da MARCO BENECCHI X TUTTI GLI AMICI  12/09/2018 20.44

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Carissimo Marco, ho letto con attenzione e piacere il tuo ultimo racconto. E devo dire che mi ci ritrovo in pieno! Sono selecontrollore da quando la caccia di selezione è stata introdotta in Umbria. In effetti gli impegni sono innumerevoli, e per tirare uno o due caprioli all'anno, se va bene, il selecontrollore deve fare decine e decine di uscite: a parte quelle con la carabina (che non sono mai troppo poche, perché si devono rispettare i piani di abbattimento e i periodi, per cui magari si vedono tanti caprioli ma non quello giusto), tra censimenti, rilievi, IKA, foraggiamento, preparazione del sito, etc. si effettua, involontariamente forse, un'intensa attività di controllo del territorio. Prevenzione degli incendi, contrasto del bracconaggio, sistematica verifica delle condizioni floro-faunistiche, vengono svolti senza alcun costo per la collettività. Tanta salute

da Filippo 53  11/09/2018 20.31

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

E' assolutamente PROIBITO DARMI DEL "LEI"

Nel NOSTRO BLOG
E' IMPERATIVO darci sempre del TU...

Un abbraccio a tutti
M


NB "so più stanco di un cane da slitta"

La caccia "deve ancora iniziare" ed io invece.. sono già stanco morto!!!!!!
Per non parlare dell'arsura

POVERI I MIEI CANI
Ai miei compagni di caccia imporrò di portare almeno una bottiglia d'acqua da 1,5 LT cadauno!!

da MARCO BENECCHI X Stiv e x TUTTI  11/09/2018 18.39

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Marco...
una volta era così !

da massi  11/09/2018 17.43

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

.benito

da Tutte queste regole hanno rovinato la vera caccia,  11/09/2018 16.40

Re: Caccia di selezione: DIRITTI E DOVERI

Caro Benecchi sono felice di questo suo articolo spero che molti che frequentano questo spazio lo leggano , forse dette da lei queste cose avranno più peso che dette da un semplice visitatore del sito ad altri che non praticano questa caccia anzi diciamo la odiano proprio .....credo che molti come dice lei pretenderebbero di poter fare la caccia di selezione a modo loro per " diritto" quindi non dover fare corsi , non andare alle riunioni, non andare ai censimenti e tirare a quello che capita .....quando poi si rendono conto che non funziona così a quel punto della caccia di selezione e chi la pratica diventa il nemico numero uno!

da Stiv  11/09/2018 16.35
Cerca nel Blog
Lista dei Blog