Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Archivio
<dicembre 2018>
lunmarmergiovensabdom
262728293012
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31123456
Mensile
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
aprile 2011
marzo 2011
febbraio 2011
gennaio 2011
dicembre 2010
novembre 2010
ottobre 2010
settembre 2010
agosto 2010
luglio 2010
giugno 2010
maggio 2010
aprile 2010
marzo 2010
febbraio 2010
gennaio 2010
dicembre 2009
novembre 2009
ottobre 2009
settembre 2009
agosto 2009
luglio 2009
giugno 2009
maggio 2009
aprile 2009
marzo 2009
febbraio 2009
gennaio 2009
dicembre 2008
novembre 2008
ottobre 2008
settembre 2008
agosto 2008
maggio 2008
aprile 2008
marzo 2008
febbraio 2008
gennaio 2008
dicembre 2007
novembre 2007
ottobre 2007
settembre 2007
agosto 2007
luglio 2007
giugno 2007
apr16


16/04/2018 13.42 

 
Cosa volete, nessuno è perfetto! Tutti abbiamo le nostre manie, o meglio, le nostre ossessioni. La mia è l’orso bruno europeo. Ecco, ve l’ho confessato. Per me non esiste selvatico più bello, più imponente e più scaltro dell’orso, indipendentemente da dove e come si cacci. Nel Nord Europa, ed anche in alcuni stati del Centro, lo cacciano anche in battuta con i cani e nella tana, ma la tecnica classica per cacciare l’orso è quella di appostarlo di notte presso un carnaio. E quando si parla di “appostare”, di attendere che un animale venga proprio dove “noi vogliamo che venga”, quindi dobbiamo confidare anche in una buona dose di fortuna. Volete sapere cosa dice sempre mia madre quando gli racconto che ho avuto poca fortuna sul terreno di caccia? “E ci vorrebbe proprio che un cacciatore bravo come te fosse anche fortunato. Sarebbe davvero troppo!” Io alla mia Vecchia mamma voglio un bene dell’anima, ma mi dispiace dissentire con lei, perché certe volte un pizzico di fortuna in più, specialmente quando faccio migliaia di chilometri in macchina per sparare un colpo solo, mi piacerebbe proprio averla.

Detto ciò, vorrei raccontarvi come vivo il mio rapporto di amore–odio con i plantigradi europei. Anni fa decisi di organizzare una spedizione per cacciare l’orso in Croazia, così chiesi ad un amico di accompagnarmi nel viaggio. Lui accettò di buon grado dicendo che gli avrebbe fatto piacere venire, magari anche per tirare un cinghialotto o un giovane cervo per carne. Morale della favola, la sera del primo giorno di caccia, al primo appostamento, il mio amico abbatté un bell’orso mentre io, in tre tediosissime nottate trascorse all’interno di una piccola altana di un metro per uno e cinquanta, non vidi niente!

 
Anche lo scorso anno, organizzai una piccola vacanza per andare a cacciare l’orso in Slovenia, ed anche in quel caso un amico si offrì di accompagnarmi perché in quel periodo aveva delle ferie da consumare. Si portò dietro la carabina perché, come si dice, “non si sa mai”, ed infatti la prima sera abbatté un bellissimo orso, mentre io in altre e tre lunghissime e drammatiche notti riuscii a stento a vedere un tasso! Come disse il marchese del Grillo a Aronne Piperno il falegname? “ Permetti, ma posso essere ancora un pochino incavolato?”.

Per fortuna ho molti amici residenti nell’Ex Jugoslavia che mi vogliono bene e che oltre ad essere molto ospitali sono anche molto comprensivi, ma a me farebbe piacere anche risolvere in maniera diversa tutte le mie avventurose cacciate all’orso. Per abbatterne due ho dovuto fare più o meno cinque viaggi e attendere nelle ceke un’infinità tale di ore, che a lungo andare sono diventate davvero insopportabili. Poi, non stiamo qui a prenderci in giro, perché non è mia abitudine farlo, le condizioni per dar la caccia al re delle foreste europee non sono più quelle di una volta, come quando per cacciare l’orso occorreva avere delle ottime e luminosissime ottiche da mira da utilizzare con la luna piena crescente.

Oggi esistono visori notturni ad infrarossi e addirittura mirini termici con i quali è possibile abbattere un orso in qualsiasi condizione di tempo e di luce, ma se il selvatico non si presenta all’appuntamento, allora non c’è nient’altro da fare che rassegnarci al triste destino. Il giorno di Pasqua ho ricevuto una mail da un mio caro amico sloveno, poi un messaggio sul telefonino ed infine una telefonata. Non solo m’invitava di andare da lui per cacciare l’orso, ma di sbrigarmi perché tutte le fototrappole piazzate strategicamente nella sua riserva avevano ripreso un fortissimo movimento di orsi. Il tempo di fare la valigia, mettere la carabina nel fodero e in poco più di sei ore di macchina ero a casa sua! Inutile dirlo, con il morale “oltre le stelle” e un entusiasmo da adolescente.



Nello zaino avevo preparato tutto: una potentissima torcia Fenix, la piccola pila “da testa” Led Lenser, batterie di riserva, comprese quelle a stilo per il mirino notturno  che avevo portato con un doppio attacco da alternare al cannocchiale tradizionale  2,5–15 x 56 che avevo sulla mia Blaser R 93 Professional calibro 300 Winchester Magnum. Poi non poteva mancare una bottiglietta d’acqua e delle caramelle alla menta per evitare possibili colpi di tosse nervosa, una bottiglia di plastica dove fare pipì, un appoggio morbido per l’arma e tanto altro ancora. Avevo portato addirittura dell’abbigliamento “usato” che non profumasse di sapone, non avevo ingrassato gli scarponi, addirittura mi ero tolto anche l’orologio perché durante le interminabili ore che avrei dovuto trascorrere sull’altana avrebbe potuto dar fastidio con le sue lancette luminose. Ma nonostante tutto non c’è stato niente da fare! E’ stata un’ennesima uscita a vuoto, un’ennesima perdita di tempo e di denaro. E che cavolo, ma un pizzico di fortuna mai!!? E dire che non pretendo di vincere al Superenalotto o di trovare un portafoglio con 10.000 euro dentro. Al destino beffardo chiedo soltanto d’essere un pochino più clemente con chi ha tempo e risorse limitati. Sarebbe stato bello (si fa per dire perché anche la pazienza ha un limite!) poter stare in un paesino sloveno dieci giorni e dedicare tutte le sere alla caccia all’orso e i giorni al riposo e al turismo. Purtroppo quelli sono lussi che non mi sono mai potuto permettere in nessun caso!

Chi ha detto che la pazienza è la virtù dei forti, credo si sia sbagliato, perché fondamentalmente la pazienza è invece un lusso che possono permettersi ricchi e benestanti! Comunque ogni sacrificio è giustificato se poi il risultato è quello giusto. Tutte le volte che ci prepariamo ad una battuta di caccia all’estero niente va lasciato al caso, si parte sempre entusiasti, preparati, ottimisti, ma alla fine è sempre “quella piccola percentuale aleatoria” ad avere l’ultima parola. Chi si è già recato a caccia nell’Est Europa in primavera ben sa che il successo di una spedizione venatoria spesso può dipendere anche dalle condizioni del tempo ed è stato proprio il meteo quello che mi ha maggiormente preoccupato l’ultima volta.

Durante il mio breve soggiorno in Slovenia non ha praticamente mai smesso di piovere, e dulcis in fundo, in alcune fototrappole abbiamo trovato dei volti sorridenti di persone a dimostrarci che anche gli sloveni amano festeggiare la Pasquetta con delle belle gite in campagna. Ammetto che le condizioni non erano certo ideali, ma un orso un po’ più affamato degli altri avrebbe potuto farci visita! Silenziosissimi avevamo raggiunto una piccola ceka che sovrastava una radura di una cinquantina di metri per settanta dove, al centro di essa, si trova un piccolo cratere pieno di carne putrescente, pane secco, grano turco e cioccolata!



 
A differenza delle altre altane dove avevo cacciato in precedenza, quella era davvero comoda anche per starci in due. Avevo provato l’imbracciatura all’interno dell’angusto spazio per controllare il coordinamento dei miei movimenti, perché il novanta per certo degli insuccessi nella caccia all’orso al carnaio è dovuto proprio ai rumori che si possono provocare durante la fase di imbraccio e puntamento.
 
A tale proposito la mia Blaser non aveva nessun appiglio superfluo, avendogli rimosso persino i perni porta cinghia. Quando ero nell’altana in compagnia del mio silenzioso amico, che forse era più rammaricato di me per gli insuccessi che stavamo vivendo, ripensavo alle volte che invece m’era andata bene. Erano state poche, quello si, ma mi avevano ampiamente ripagato di tutti i sacrifici e regalato delle soddisfazioni incredibili. Al buio nella piccola casetta sopraelevata, rammentavo di quando il selvatico era venuto all’esca, di come si era avvicinato furtivo, anche se era consapevole del pericolo che incombeva, ma aveva dovuto farlo perché era affamato. Un orso appena uscito dal letargo, ha una pelliccia folta e lucente e appena lo vedi, ti colpisce in modo particolare per come si muove fluido e silenzioso, t’impressionano le dimensioni della testa e i suoi piccoli occhi porcini. E’ davvero un animale stupendo!

Della caccia all’orso poi mi ha stregato anche il “dopo sparo”, la festa che segue l’abbattimento, alla quale partecipa tutto il Paese, con anziani, donne e bambini compresi che vengono a congratularsi con il cacciatore pronunciando la frase di rito: “Dobra Kob” o "Lovkibragor", le versioni locali del Weidmannsheill tedesco.
 
Spero vorrete perdonarmi per l’enfasi del racconto e per lo sfogo, ma quando ci vuole ci vuole! Un orso non si abbatte tutti i giorni, anzi sono convinto che chi è fortunato non ne abbatte più di uno o due nella vita. Io, pur avendone già presi quattro, al traguardo che mi sono prefissato di raggiungere purtroppo non ci sono ancora arrivato…



Marco Benecchi


Tags:

Tuo Nome:
Titolo:
Commento:


172.68.65.106
Aggiungi un commento  Annulla 

25 commenti finora...

Re: Ossessione orso

Verissimo little john !!!! con la caccia in italia siamo culturalmente sottoterra!!!

da vecchio cedro  23/04/2018 8.36

Re: Ossessione orso

Guarda se vogliamo andare in cerca di macellai con lo schioppo ti posso garantire che, per esperienza diretta, lo stato europeo più "cicciaio" é sicuramente l'Italia. Prova a chiedere ad un cacciatore medio se é disposto a rinunciare alla "sacra sportina" devolvendo una parte di capi abbattuti alla vendita per ricavare soldi da destinare alla gestione..vedrai cosa ti dice:"io pago le tasse e quello che prendo me lo tengo". All estero é esattamente il contrario, si vendono capi e carne per far funzionare il sistema caccia e le cose funzionano perfettamente (vedi Ungheria e Slovenia etc etc). Quando non si fanno le cose bene i risultati si vedono (es. Toscana attualmente). Scusate la polemica forse sono andato fuori tema.

da little john  23/04/2018 8.19

Re: Ossessione orso

solo all'estero o con i piani di controllo ... è meglio chiamarli con il suo nome : la caccia dei macellai !!!

da fabio  20/04/2018 8.30

Re: Ossessione orso

Cacciare cinghiali con la luna piena é una delle mie forme di caccia preferite..dove é concesso ovviamente

da little john  19/04/2018 17.19

Re: Ossessione orso

La tua considerazione era ed è giustissima
e TUTTO rientra nel discorse se educatamente esposto..
Saluti
M

da Marco B x Mario  19/04/2018 15.19

Re: Ossessione orso

era una considerazione, che non centra niente con il tuo articolo.

da mario  19/04/2018 13.41

Re: Ossessione orso

Come già accennato nell'articolo
IO SONO PARTITO con sopra montato un cannocchiale tradizionale..............

Ma quando NON c'è la LUNA PIENA e quando si ha pochissimo tempo a disposizione il discorso è diverso...........

NON MI SOGNEREI MAI E POI MAI di cacciare in ITALIA con un qualsiasi tipo di visore Notturno altrimenti sarebbe finita!!!

Saluti
M

da Marco B x TUTTI  19/04/2018 11.02

Re: Ossessione orso

Come già accennato nell'articolo
IO SONO PARTITO con sopra montato un cannocchiale tradizionale..............

Ma quando NON c'è la LUNA PIENA e quando si ha pochissimo tempo a disposizione il discorso è diverso...........

NON MI SOGNEREI MAI E POI MAI di cacciare in ITALIA con un qualsiasi tipo di visore Notturno altrimenti sarebbe finita!!!

Saluti
M

da Marco B x TUTTI  19/04/2018 11.02

Re: Ossessione orso

Come già accennato nell'articolo
IO SONO PARTITO con sopra montato un cannocchiale tradizionale..............

Ma quando NON c'è la LUNA PIENA e quando si ha pochissimo tempo a disposizione il discorso è diverso...........

NON MI SOGNEREI MAI E POI MAI di cacciare in ITALIA con un qualsiasi tipo di visore Notturno altrimenti sarebbe finita!!!

Saluti
M

da Marco B x TUTTI  19/04/2018 10.55

Re: Ossessione orso

tempo fa ho acquistato un rilevatore termico di ultima generazione per la caccia al cinghiale. Strumento molto efficace ma dopo un anno ho perso la passione della sorpresa notturna, del vedo e non vedo, della caccia!! ora non lo uso più e sono più contento. Vecchio cedro hai ragione "torniamo" alle origini e basta troppa tecnologia applicata alla caccia. ( premetto erano piani di controllo).

da mario  19/04/2018 9.33

Re: Ossessione orso

Marco, ti diagnostico una grave orsite cronica che si riacutizza nel penilunio di aprile. Segui i miei saggi consigli che ti curo!!!
Lascia stare i visori notturni!!! un sano binocolo ... rende la caccia più interessante!!!

da vecchio cedro  19/04/2018 8.39

Re: Ossessione orso

Grazie Marco sei stato chiarissimo e hai ragione.

da Renato  19/04/2018 7.52

Re: Ossessione orso

Caro Renato,
Quando dico che TROPPA POTENZA a volte può essere più dannosa che utile devi credermi...

Vedrò di farmi capire meglio..
A parte le DIMENSIONI di una carabina in calibro Magnum che all'interno dell'altana potrebbero essere un problema..
HO VISTO CON I MIEI OCCHI
Un orso colpito in pieno da un 300 Weatherby da 50 mt di distanza partire dopo il colpo come se niente fosse...
Giusto come se fosse stato punto da un insetto,
Un calibro "meno potente" e veloce lo avrebbe accusato molto meglio
A quelle distanze (40-60 mt) la palla un selvatico di 150-200 kg a pelle tenera non lo vede nemmeno...

E' chiaro che il selvatico colpito non fa molta strada.........

Per ricapitolare il 300 WM va bene, ma va bene anche un 308...
Fidati!!!

Tanto TU stai su una altana chiusa...............

MB

da Marco B x Renato  18/04/2018 18.08

Re: Ossessione orso

potranno anche ridere ma se gli pianto una bella balistic tip da 180 grain!!del mio bel 300WM sai dove va l'orso ?? da nessuna parte! la sicurezza non è mai troppa con quelle bestie la...che non ho mai cacciato!!! ma ci sto pensando per 2500 !!!!!!!

da Renato  18/04/2018 16.49

Re: Ossessione orso

in effetti dalla poca esperienza che ho i tiri al carnaio sono sotto i 100 m quindi anche un 7 mm tranquillo può farcela...

da little john  18/04/2018 14.46

Re: Ossessione orso

Se il 300 WM è sufficiente per l'orso bruno al carnaio??
Quando ti presenti con quel calibro (come ho fatto io!!)
Si mettono a ridere anche gli alberi.................
TROPPO POTENTE
Non serve
TUTTI i cacciatore Sloveni, Croati, Rumeni che ho conosciuto usano:
7 x 64, 7 x 65 R, 30.06, 308, 8 x 57 e al MAX se proprio è previsto un grossissimo capo il 9,3 x 62,
Ma è l'eccezione!!!

I più usati sono il 7 x 64 con palla da 175 grani e l'8 x 57 JS

M

da Marco B x Renato  18/04/2018 11.35

Re: Ossessione orso

un 300 WM pensi che sia sufficiente Marco?

da Renato  18/04/2018 7.11

Re: Ossessione orso

Indovinato...
Il mio bel BETTINSOLI a canne corte!!!

da Marco B x Little  18/04/2018 6.30

Re: Ossessione orso

Vediamo se indovino..express in 9,3x74r quello nella prima foto?

da little John  17/04/2018 19.29

Re: Ossessione orso

Pensavo molto di più.

da Renato  16/04/2018 20.43

Re: Ossessione orso

Con 2500 euro abbatti un orso come quelli nelle foto...
Anche meno....
PER ME Bellissimi,
Per altri forse meno,
Ma tanto la caccia r/o il tiro è lo stesso se ne prendi uno da 350 kg.....

NNB con quei soldi ci prendi un cervetto o un capriolo da 500 grammi!
Per un camoscio NORMALISSIMO in italia in alcune riserve ne chiedono 2000

da Marco B x Renato  16/04/2018 19.51

Re: Ossessione orso

bha io ho sentito che per un orso sotto i 7000/8000 euro non fai nulla ma parlo di un orsacchiotto una medaglia si arriva anche a 14.000/15.000 è vero???

da Renato  16/04/2018 16.52

Re: Ossessione orso


Dice che per" Motivi Redazionali"
Non si possono indicare Marche negli articoli

Così mi tocca fare in un altro modo....

mirino notturno Yukon Photom 6,5 x 50 XT che avevo portato con un doppio attacco CONTESSA da alternare al cannocchiale tradizionale Swarovski Z6i 2,5 – 15 x 56 che avevo sulla mia Blaser R 93 Professional calibro 300 Winchester Magnum.

Saluti
M

da Marco B x TUTTI  16/04/2018 16.50

Re: Ossessione orso

Costosa??
Neanche tanto,
ANZI, credo molto meno del giusto
Se pensi cosa vogliono per un Camoscio o per un capriolo o un cervo da trofeo!!!
MB

da Marco B x Renato  16/04/2018 16.46

Re: Ossessione orso

bellissima caccia . ma troppo costosa. un vero peccato. Complimenti

da Renato  16/04/2018 16.26
Cerca nel Blog
Lista dei Blog