Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Archivio
<dicembre 2018>
lunmarmergiovensabdom
262728293012
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31123456
Mensile
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
aprile 2011
marzo 2011
febbraio 2011
gennaio 2011
dicembre 2010
novembre 2010
ottobre 2010
settembre 2010
agosto 2010
luglio 2010
giugno 2010
maggio 2010
aprile 2010
marzo 2010
febbraio 2010
gennaio 2010
dicembre 2009
novembre 2009
ottobre 2009
settembre 2009
agosto 2009
luglio 2009
giugno 2009
maggio 2009
aprile 2009
marzo 2009
febbraio 2009
gennaio 2009
dicembre 2008
novembre 2008
ottobre 2008
settembre 2008
agosto 2008
maggio 2008
aprile 2008
marzo 2008
febbraio 2008
gennaio 2008
dicembre 2007
novembre 2007
ottobre 2007
settembre 2007
agosto 2007
luglio 2007
giugno 2007
gen12


12/01/2018 17.10 



Chissà chi devo ringraziare per quello che mi è stato concesso di abbattere durante la trascorsa stagione venatoria, ma sta di fatto che la ricorderò come quella dei “Record”, non solo perché ho raggiunto il ragguardevole (almeno per me!) traguardo di trentun cinghiali abbattuti, quanto per le due memorabili giornate di caccia che ebbi la fortuna di vivere: quando presi ben cinque cinghiali con sei colpi e quando ne abbattei contemporaneamente ben sette con nove colpi. Ho trascorso tre mesi colmi d’intensissime emozioni, ammetto anche particolarmente fortunati, ma sono sicuro che molto del successo ottenuto sia dipeso anche dall’impeccabile attrezzatura che ho usato, a cominciare dall’affidabilità e dalla precisione dell’arma e dal sistema di puntamento, per finire poi con la costanza e la letalità delle munizioni usate. A tale proposito mi sembra inutile ricordare che ogni cacciatore, più o meno esperto, ha sempre il sacrosanto dovere di verificare le qualità balistiche del trinomio, arma-sistema di mira-munizione sia in poligono sia sul terreno di caccia, perché, si sa, nonostante le prove di laboratorio e quelle contro i bersagli cartacei a corta, media e lunga distanza, è sempre l’utente finale quello che poi dovrà testare realmente la potenzialità della sua carabina sul selvatico.



Nel corso della trascorsa stagione venatoria ho deciso di utilizzare due soli tipi di munizioni calibro 30.06 in versione originale: la vecchia TIG, ora caricate in versione Original Brenneke da 150 grani e la nuovissima Hornady Superformance con palla SST (acronimo di Super Shock Tip), da 165 grani, ambedue importate da Bignami. Ho contrapposto una munizione classica europea ad una d’ultima generazione statunitense, ottenendo ottimi risultati da entrambe. Devo ammettere di essere rimasto molto soddisfatto e per nulla impressionato dalle eccellenti prestazioni riscontrate da entrambe le munizioni sui cinghiali maremmani, noti come forti incassatori e dalla proverbiale resistenza, perché da diversi anni usavo ed apprezzavo in versione ricaricata e in diversi calibri sia l’ottima palla Hornady SST, sia la TIG, indubbiamente una delle migliori creazioni del geniale Wilhelm Brenneke.



Hornady e Original Brenneke sono due ditte che hanno sempre adottato un criterio vincente alla base del loro successo commerciale: quello di progettare all’interno le macchine e le attrezzature necessarie alle proprie esigenze con impianti tecnologicamente all'avanguardia e in sintonia con la configurazione produttiva. La qualità delle munizioni Original Brenneke è proverbiale, ma anche la Hornady può contare su un ricchissimo catalogo sempre aggiornato e in costante evoluzione. Con entrambi i caricamenti da me scelti, ho effettuato abbattimenti perfetti, anche su verri di notevoli dimensioni di oltre un quintale di peso e tirati a buona distanza. Le palle TIG da 150 grani (Coefficiente Balistico .303) come le Hornady SST da 165 (C. B. .338) hanno un’espansione molto veloce, producono ferite altamente invalidanti appena colpiscono il bersaglio e non devono incontrare grandi ossa o spesse fasce muscolari per dare il loro meglio. C’è da ricordare che una buona munizione per la caccia al cinghiale in battuta è quella che “ferma” i cinghiali di piccole– medie dimensioni, non quella necessaria ad abbattere i grossi solenghi, per quelli vanno bene quasi tutte! Una buona palla, o forse sarebbe meglio dire un buon impianto balistico, spesso deve sopperire i nostri colpi imprecisi e potete stare tranquilli che una palla da 150 grani che viaggia intorno ai 900 metri al secondo, quando colpisce un cinghiale dai 30 ai 70 kg è molto, ma molto più letale di una da 180 che a fatica raggiunge i 750 m/s.



Il 30.06 è un ottimo calibro per la caccia in battuta, ma le sue prestazione possono variare notevolmente in funzione del peso e della foggia della palla impiegata. Io, in quasi quarant’anni di assidue battute al cinghiale, con centinaia di abbattimenti sulla coscienza, ho utilizzato svariati calibri e diverse tipologie di palle, valutandone pregi e difetti. E proprio grazie all’esperienza acquisita credo di poter affermare che le migliori palle calibro 308” adatte al nostro scopo sono quelle da 150-165 grani. Potenti, precise, costanti e micidiali. Inoltre, in un’arma semiautomatica, il loro mite rinculo mi ha permesso di sparare molti colpi in rapida successione, pur rimanendo sempre concentrato sul bersaglio in movimento. La trascorsa stagione venatoria ho scelto di usare delle cartucce originali quasi a scopo giornalistico-didattico, per saggiarne sul terreno di caccia le loro reali caratteristiche e mai scelta s’è dimostrata più azzeccata.

Usando esclusivamente le TIG 150 grani in prima canna alternandole alle Hornady SST Superformance da 165 non ho mai dovuto rimpiangere le mie creazioni “casalinghe”. I trentuno abbattimenti ne sono la prova tangibile! Le due munizioni hanno sempre garantito un funzionamento impeccabile nella mia Browning BAR Long Trac Composite dotata di collimatore elettronico  su attacchi amovibili Contessa & C Ultralow, un ottimo potere d’arresto e una precisione di tutto rispetto. C’è ancora da dire che sia le TIG da 150 lanciate a 910 metri al secondo sia le Hornday Superformance SST da 165 a circa 905 m/s, sono da ritenersi tra le munizioni più potenti e prestanti che si possono reperire sul mercato in versione originale.

Strutturalmente le Original Brenneke e le SST sono palle completamente diverse tra loro, pur mantenendo invariato l’impiego finale. Ambedue sono destinate alla caccia a selvatici di media mole a pelle relativamente morbida. Le TIG vantano un doppio nucleo in grado di garantire un effetto shock immediato grazie alla rapida espansione, abbinato ad una notevole penetrazione. Ciò è stato possibile utilizzando due porzioni di palla costituite da nuclei in piombo di diversa densità. La parte anteriore, più morbida, entra parzialmente incuneandosi in quella posteriore più dura e pesante. Il tutto racchiuso in un mantello di acciaio balistico nickelato duttile che s’inspessisce nella parte posteriore per garantire una maggiore penetrazione. Come tutte le palle ideate dal geniale Brenneke, la TIG mantiene la caratteristica coda a cuneo adattissima a stabilizzare al meglio il proiettile in volo. E’ molto raro che le TIG non fungano alla perfezione una volta raggiunto il bersaglio ed il loro caratteristico bordo tagliente posto sulla circonferenza garantisce sempre ferite nette con una copiosa fuoriuscita di sangue. Le SST sono più semplici come concezione, sono delle vere e proprie Hollow Point a punta cava, con l’apice protetto da una punta in polimeri di colore rosso acceso. Questa caratterista, inventata dalla Nosler ma adottata da diverse case costruttrici di munizioni, ha una triplice funzione: mantenere un’ottima aerodinamicità al proiettile, garantire una espansione–deformazione ottimale e favorire la cameratura dell’ogiva nella camera di scoppio, specialmente nelle armi a funzionamento semiautomatico. Le SST mantengono le caratteristiche principali che hanno portato la Hornady ai vertici della produzione di palle da caccia, la famosa configurazione Interlock, composta da un mantello preintagliato internamente e da due sezioni circolari, una interna e una esterna posta in prossimità del solco di crimpatura della palla, create appositamente per mantenere solidale il nucleo di piombo al mantello. Questa operazione, molto più semplice da ottenere della nuova procedura di saldatura “Bonded”, ha permesso di contenere i costi di produzione e di vendita delle palle come componenti di ricarica entro limiti molto ragionevoli.


Considerando le prestazioni in gioco e la qualità dei prodotti, le munizioni Original Brenneke TIG e Hornady Superformance SST hanno un costo più che adeguato e in linea con i tempi. Ora, per cortesia, non chiedetemi quali delle due preferisco perché è stato proprio per non pormi questo dilemma che ho deciso di utilizzarle e di consigliarle entrambe.


Marco Benecchi




Tags:

Tuo Nome:
Titolo:
Commento:


172.68.65.106
Aggiungi un commento  Annulla 

15 commenti finora...

Re: Original Brenneke vs Hornady Superformance Sst. Due classiche per il cinghiale

Voglio fare un'uscita al cinghiale come selezione, è ho a disposizione un 243 w e un 300wm, come selecontrollore principiante vado sul sicuro con la 300WM , ma vorrei sapere qual'cosa di più sul 243 W per il cinghiale dato che sul capriolo funziona benissimo, ma per il cinghiale non lo so' si comincia andare sul serio.Vorrei sapere di più in merito, Grazie.Ciao Marco.

da Selecontrollore alla prime armi  26/01/2018 16.03

Re: Original Brenneke vs Hornady Superformance Sst. Due classiche per il cinghiale

NOOOO
Ci vuole soltanto una vecchia morsa.
Metti la palla nelle ganasce e poi il taglio lo fai a filo ganasce.
Non è difficile.
Ci vuole soltanto una buona lama e fare il taglio molto velocemente per non fondere l'anima di piombo delle palle
M

da Marco B x Mustang  21/01/2018 20.06

Re: Original Brenneke vs Hornady Superformance Sst. Due classiche per il cinghiale

...” smerigliatrice angolare”.
E , cavolo, sei proprio bravo, perché serve una mano fermissima.

da Mustang  19/01/2018 7.33

Re: Original Brenneke vs Hornady Superformance Sst. Due classiche per il cinghiale

Il frullino è quell'utensile che alcuni chiamano il FLESSIBILE...

da Paolo79  18/01/2018 23.41

Re: Original Brenneke vs Hornady Superformance Sst. Due classiche per il cinghiale

Così mi prendi in castagna perché CREDO di non conoscere il vero nome in italiano del "frullino".
Io sono cresciuto con un Frullino in mano...
Il frullino NON è come un Dremmel che assomiglia più ad un trapano, ad un avvitatore.
Il frullino è la Smerigliatrice di "piccole" dimensioni.
Che poi tanto piccole non sono...
Io, come in molti sanno, lavoro all'ENEL in centrale e sono un manutentore e li si usano DUE soli tipi di Frullini, grande e piccolo secondo esigenza. Infatti se qualcuno va a curiosare per gli scaffali di una Ferramenta ben nutrita ( che per me è molto più eccitante di una armeria!) vede che vendono due soli tipi di dischi, almeno come dimensioni
Uno molto simile a un vecchio 45 giri che è il grande mentre l'altro delle dimensioni di un piattino da caffè.
C'è da ricordare che esistono DISCHI per ogni tipi di materiale...
Quindi OCCHIO, se vogliamo tagliare ferro al carbonio, acciaio inox, alluminio etc. occorre il disco giusto...
Saluti
M

da Marco B x Bansberia  18/01/2018 14.04

Re: Original Brenneke vs Hornady Superformance Sst. Due classiche per il cinghiale

Marco, spiega per bene al popolo voglioso di sapere come è questa tecnologia del "frullino".
E' forse una variante economica del Dremel?

da bansberia  18/01/2018 9.52

Re: Original Brenneke vs Hornady Superformance Sst. Due classiche per il cinghiale

No. ho usato un frullino con una lama sottilissima e poi "tanto olio di gomito" con vari tipi di tele abrasive

Ciao
M

da Marco B x Little  17/01/2018 19.19

Re: Original Brenneke vs Hornady Superformance Sst. Due classiche per il cinghiale

X sezionare le palle hai usato un levigatrice a nastro?

da little john x MB  16/01/2018 10.56

Re: Original Brenneke vs Hornady Superformance Sst. Due classiche per il cinghiale

BRAVO...
Mi sono sbagliato, ma purtroppo non hai indovinato
Quella è una TROPHY BONDED BEAR CLAW....
calibro 308 da 165 grani

Ma a caccia non le ho mai uste.
Le Swift Scirocco invece si...
M

NB a me sono sempre piaciute molto anche le vecchie BRONZE POINT della Remington

da Marco B x Paolo 79  15/01/2018 20.45

Re: Original Brenneke vs Hornady Superformance Sst. Due classiche per il cinghiale

Come mai hai cambiato cartucce? http://www.bighunter.it/Home/Blog/tabid/58/EntryId/358/CANNA-RIGATA
-Caccia-al-cinghiale-in-battuta-La-difficile-scelta-della-palla.aspx

da Piero  15/01/2018 17.15

Re: Original Brenneke vs Hornady Superformance Sst. Due classiche per il cinghiale

La penultima non mi sembra una swift a frame (che assomiglia a una partition) ma più che altro alla palla Grom che usa la Cheddite, dove la parte posteriore è tutta monolitica in rame e sopra piombo...

da Paolo 79  15/01/2018 11.49

Re: Original Brenneke vs Hornady Superformance Sst. Due classiche per il cinghiale

Nille grazie. Mi chiedevo come hai fatto a tenerle ferme e che lamahai usato per un taglio così netto.
Grazie ancora

da bansberia  15/01/2018 10.19

Re: Original Brenneke vs Hornady Superformance Sst. Due classiche per il cinghiale

Eccoti accontentato:
Da sinistra verso destra.
Barnes Triple Shock, Hornady SST, Nosler Ballistic Tip Nosler Accubond, Swift A Frame, Sierra SPBT

Non sai quanto ho tribolato per sezionarle

M

da Marco B x Banberia  15/01/2018 6.42

Re: Original Brenneke vs Hornady Superformance Sst. Due classiche per il cinghiale

Vorrei aggiungere solo che hornady sconsiglia l’impiego dei caricamenti superformance in armi semi auto che abbiano la presa di gas molto vicina alla camera di cartuccia.

...benelli argo per esempio...

da Cristiano montano  14/01/2018 7.34

Re: Original Brenneke vs Hornady Superformance Sst. Due classiche per il cinghiale

Buon articolo, ma ci vorrebbe una didascalia con i nomi delle palle della foto.
Saluti

da bansberia  13/01/2018 10.19
Cerca nel Blog
Lista dei Blog