Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Archivio
<marzo 2021>
lunmarmergiovensabdom
22232425262728
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930311234
Mensile
marzo 2021
febbraio 2021
gennaio 2021
dicembre 2020
novembre 2020
ottobre 2020
settembre 2020
agosto 2020
luglio 2020
giugno 2020
maggio 2020
aprile 2020
marzo 2020
febbraio 2020
gennaio 2020
dicembre 2019
novembre 2019
ottobre 2019
settembre 2019
agosto 2019
luglio 2019
giugno 2019
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
aprile 2011
marzo 2011
febbraio 2011
gennaio 2011
dicembre 2010
novembre 2010
ottobre 2010
settembre 2010
agosto 2010
luglio 2010
giugno 2010
maggio 2010
aprile 2010
marzo 2010
febbraio 2010
gennaio 2010
dicembre 2009
novembre 2009
ottobre 2009
settembre 2009
agosto 2009
luglio 2009
giugno 2009
maggio 2009
aprile 2009
marzo 2009
febbraio 2009
gennaio 2009
dicembre 2008
novembre 2008
ottobre 2008
settembre 2008
agosto 2008
maggio 2008
aprile 2008
marzo 2008
febbraio 2008
gennaio 2008
dicembre 2007
novembre 2007
ottobre 2007
settembre 2007
agosto 2007
luglio 2007
giugno 2007
dic10


10/12/2015 11.31 

BH Heroes ThoreauChi ha letto Walden, la vita nei boschi, non ha potuto non immedesimarsi, da vero cacciatore e ambientalista, nel protagonista, il filosofo e scrittore Hanry David Thoureau, che nella prima metà dell'Ottocento, fra i primi, percepì limiti e difetti del cosiddetto progresso e volle dimostrare che l'uomo, pur mantenendo la propria integrità etica e morale, avrebbe potuto vivere senza indulgere alle mollezze che il cosiddetto progresso gli prospettava.

Fu così che, per due anni, da pacifico rivoluzionario quale era - ebbe una formazione umanistica e professò la disobbedienza civile - andò a vivere nei boschi, in solitudine, costruendo con le sue mani una capanna ai margini di un piccolo lago - Walden, appunto, nel Maine - e visse cacciando e pescando e nutrendosi dei frutti del suo orticello. Tenendo in parallelo un diario, su cui registrava giorno per giorno le sue esperienze, senza dimenticare di registrare anche le piccole spese per garantire la sua sopravvivenza: l'acquisto e il costo delle sementi, gli attrezzi per l'orto e per la pesca, eccetera. Un mirabile esempio di morigeratezza, che molti ambientalisti contemporanei, dall'alto della loro prosopopea salottiera hanno preso a modello senza sognarsi ovviamente di riproporsi direttamente nel modello.

“Lavoravo su un bel fianco di collina coperto di boschi di pini - scrive Thoureau in Walden - attraverso i quali potevo scorgere il lago e un campicello aperto in mezzo ai boschi, dove crescevano pini e noci americane. Nel lago, il ghiaccio non s’era ancora disciolto, sebbene ci fossero spazi aperti, e tutto era di colore scuro e saturo d’acqua. Ci furono leggere tempeste di neve, i giorni in cui lavoravo in quei luoghi, ma quando, tornando a casa, uscivo di là e mi dirigevo verso la ferrovia, i gialli monticelli di sabbia si stendevano scintillanti nell’atmosfera un po’ nebbiosa e le rotaie rilucevano nel sole primaverile, e allora io udivo l’allodola, il vanello e altri uccelli che erano già venuti a cominciare un altro anno con noi. Erano bei giorni di primavera, nei quali 'l’inverno dell’umano scontento' si sgelava come la terra, e la vita - che fino allora aveva torpito - incominciava a risvegliarsi”.

Fece esperienze di vita selvaggia anche in compagnia di un cacciatore indiano, e da un suo resoconto in un altro resoconto di viaggio si legge: “... Noi, in tre abbiamo consumato esattamente 11 kg di pane duro, 6 kg di maiale, 1,3 kg di caffè, 5 kg di zucchero (e avremmo potuto usarne di più), oltre a un po' di tè, riso e farina indiana, e poi bacche e carne d'alce in abbondanza. Caccia all'alce che lui visse direttamente insieme a Joe Aitteon, il cacciatore indiano, appunto, e descrisse nell'articolo Chesuncook, resoconto di viaggio pubblicato su Atlantic Monthly.

Molti ambientalisti di maniera continueranno a sostenere che Thoureau, in quanto antesignano dell'ambientalismo, fautore di una vita fuori dalla civiltà, tendente al vegetariano, non può essere all'un tempo considerato un riferimento anche per chi come noi pratica la caccia. Leggete Walden, poi ne riparliamo.

Tags:

Tuo Nome:
Titolo:
Commento:


162.158.63.148
Aggiungi un commento  Annulla 

1 commenti finora...

Re: THUREAU: VITA NEI BOSCHI

Cari amici cacciatori sappiate che THUREA è uno dei padri fondatori di AIW


da Santino  01/01/2016 21.33
Cerca nel Blog
Lista dei Blog