Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Archivio
<dicembre 2020>
lunmarmergiovensabdom
30123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031123
45678910
Mensile
novembre 2020
ottobre 2020
settembre 2020
agosto 2020
luglio 2020
giugno 2020
maggio 2020
aprile 2020
marzo 2020
febbraio 2020
gennaio 2020
dicembre 2019
novembre 2019
ottobre 2019
settembre 2019
agosto 2019
luglio 2019
giugno 2019
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
aprile 2011
marzo 2011
febbraio 2011
gennaio 2011
dicembre 2010
novembre 2010
ottobre 2010
settembre 2010
agosto 2010
luglio 2010
giugno 2010
maggio 2010
aprile 2010
marzo 2010
febbraio 2010
gennaio 2010
dicembre 2009
novembre 2009
ottobre 2009
settembre 2009
agosto 2009
luglio 2009
giugno 2009
maggio 2009
aprile 2009
marzo 2009
febbraio 2009
gennaio 2009
dicembre 2008
novembre 2008
ottobre 2008
settembre 2008
agosto 2008
maggio 2008
aprile 2008
marzo 2008
febbraio 2008
gennaio 2008
dicembre 2007
novembre 2007
ottobre 2007
settembre 2007
agosto 2007
luglio 2007
giugno 2007
set5


05/09/2014 8.40 

Sappiamo tanto oppure poco di quello che è stato prima, prima del fucile, prima del calendario venatorio e dei regolamenti, eppure c’è un modo divertente e affascinante per imparare di più. E' quello attraverso l’arte….già, le storie più belle vengono raccontate con le immagini e sono quelle che ci colpiscono di più; e anche quelle che rimangono impresse nella mente più a lungo. Per molti oggi la caccia è indifendibile, per altri è giusta e naturale, e per alcuni è ancora essenziale per la sopravvivenza.

Prima della diffusione e l’addomesticamento degli animali, la caccia era una componente fondamentale delle società… nonostante il cambio di un'esistenza agricola consolidata con la sua molto ridotta necessità di prendere (in latino “capere”, ovvero cacciare) cibo per sopravvivere, l'amore dell' uomo per la caccia è continuato. La caccia ha sostenuto la passione, testato la forza, il coraggio, l'abilità è stata l'occasione per i ricchi di mettersi in mostra, ostentare se stessi, è diventata comunque costume e stile di vita.

Si tratta di un antico rito di passaggio . Una glorioso attimo fissato per sempre nel divenire naturale. Una danza verbale primitiva a cui centinaia di migliaia di uomini e donne prima di noi hanno preso parte. La storia della caccia è un dono, una benedizione, un 'arte. E l’arte inizia qui: nella grotta, ricovero di storie e racconti dell'uomo di un tempo. Col semplice obiettivo, probabilmente, di raccontare storie di caccia e condividerle nei dettagli che le caratterizzano, facendole diventare arte. Le  pitture rupestri, più note sono quelle delle grotte di Altamira, nella Spagna settentrionale, e di Lascaux, nel Périgord (Francia), che risalgono a 20.000 anni fa.


Nel pozzo della Grotta di Lascaux è raffigurato un uomo morto, disteso inanimato con le braccia divaricate tra un rinoceronte che lo ha ucciso ed un bisonte infuriato trafitto da una lancia e con le interiora che escono dalla ferita. Al di sotto dell’uomo c’è un uccello senza zampe appollaiato (infilzato?) su una specie di asta. Chiaramente l’uomo e gli animali sono stati dipinti in relazione tra loro e sembrano rispecchiare una scena di caccia terminata tragicamente.
 
 

Le prime manifestazioni artistiche rupestri dell’Africa Settentrionale, del Sahara e di altre zone a Nord e a Sud dell’Equatore risalgono al 3000 a.C. circa. Popolazioni famose come i Boscimani che oggi sono tutelate e abitano le zone del deserto del Kalahari e vivono con la caccia e la raccolta di erbe varie hanno dipinto scene di pastorizia e di caccia su moltissime rocce e pareti di caverne. in questa pittura, notiamo come l’ artista preistorico ha ripreso con esattezza le forme degli animali, le varie tonalità del pelame, mentre gli uomini al centro sono disegnati con linee schematiche, molto tipiche dell’ arte del Neolitico.


Tags:

Tuo Nome:
Titolo:
Commento:


172.69.63.139
Aggiungi un commento  Annulla 

6 commenti finora...

Re:Mihaela Cretu: "arte e caccia nella storia"

sì, però bisogna intendersi. dov'eravamo noi, quando questi signori, da noi votati e osannati (finchè le cose ci andavano bene: parlo da cittadino, non da cacciatore), ci governavano? non è una questione di qualche anno, ma di decenni, secondo me fino dal dopoguerra. basta rileggere le cronache per far tornare alla mente che qaunto a scandali, ruberie, tentati golpe, mafia camorra e 'ndrangheta non ci siamo fatti manare niente. sbaglio? più che cheguevara mi viene in mente masaniello e ciceruacchio, a volte doroteo, a volte bolscevico, a volte massone, forse anche un po' più di frequente su questa nota, che spesso sembra accomunare tutti appassionatamente. secondo me, la crisi (mondiale, non italiana, pur se con un italia, che siamo tutti noi, che ci ha messo tanto del suo) ci ha svegliato. ho paura però che siamo vispi solo perchè ci siamo accorti che molto probabilmente dovremo rinunciare all'agiatezza (in generale, poi ci sono i ricchissimi e i poverissimi) in cui ci siamo da tempo crogiolati. la caccia? secondo me sempre guidata da brescia e da lecco (con qualche inciso bolognese), più a garantirsi la chiusura positiva del fatturato a fine anno, che prefigurare un futuro buono per tutti. in ogni caso, fra pro e contro, anche con la 157 abbiamo ottenuto + pro che contro. se perdevamo il referendum, la caccia veniva prvatizzata e la ANLC andava a organizzare la caccia libera in terra dalmatica, allora ancora bolscevica, almeno come cultura di popolo.

da Bresnief  08/09/2014 15.55

Re:Mihaela Cretu: "arte e caccia nella storia"

x Anticomunista...mamma mia che schiettezza!! complimenti al giorno d'oggi persone come lei sono veramente rare, in poche righe ha descritto questo stato governato di m....da politici collusi ed atti al bene proprio, credo che ci vorrebbe una bella sommossa popolare e prenderli tutti a calci nel c...., un saluto!

da dardo  08/09/2014 8.23

Re:Mihaela Cretu: "arte e caccia nella storia"

Ma questa Mihaela ne sa una più del diavolo. E' una settersita, va a caccia, scrive, è una storica dell'arte, ma allora? Magari alleva e addestra anche setter. Se avessi un cucciolino da istruire glielo darei.

da Marco M.  05/09/2014 18.20

Re:Mihaela Cretu: "arte e caccia nella storia"

Ogni stagione ha il suo frutto. Noi non ci possiamo lamentare, abbiamo ancora bravi pittori (anche in Italia, vedi per esempio la galleria di artisti su Bighunter) che a dispetto di tutto e di tutti sanno conciliare la bellezza della natura con la passione per la caccia.

da C. Talini  05/09/2014 17.02

Re:Mihaela Cretu: "arte e caccia nella storia"

ad oggi nelle pareti vi sarebbe disegnata la brambilla tra asini, ciuchini, e galline, cagnetti, tutti a preservare l'animale e l'uomo infilzato in terra come preda.

da dardo  05/09/2014 16.57

Re:Mihaela Cretu: "arte e caccia nella storia"

BISOGNEREBBE PARLARE DI PIù DI ARTE DI STORIA DI CULTURA PER FAR CAPIRE A TUTTI NOI E PER DIFFONDERNE POI IL VERBO ALL'ESTERNO DI QUANTO VALORE CI SIA IN UN UOMO (O IN UNA DONNA, COME MIHAELA) CHE OGGI HA ANCORA LA PASSIONE DELLA CACCIA. SPESSO CI SI PERDE NELLE NOSTRE BEGHE, CALENDARI, SPECIE CACCIABILI, LOTTE INTESTINE, MENTRE SI DOVREBBE ACQUISIRE MAGGIORE COESIONE (PROPRIO PRENDENDO CONSAPEVOLEZZA DEI NOSTRO VALORE SOCIALE E CULTURALE) E RIVOLGERCI ALL'ESTERNO CON ARGOMENTI E OBIETTIVI ALLA PORTATA DI TUTTI. MA, PERQUESTO, LO SO, BISOGNEREBBE CAMBIARE IL MONDO. EGOISMO E IGNORANZA ORMAI DILAGANO ANCHE NELLA PATRIA DI DANTE, DI LEONARDO E MICHELANGELO, DI MACHIAVELLI, DI GALILEI,DI LEOPARDI. BRAVA MIHAELA, DACCI UNA MANO

da L. Macchi  05/09/2014 13.20
Cerca nel Blog
Lista dei Blog