Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Archivio
<luglio 2020>
lunmarmergiovensabdom
293012345
6789101112
13141516171819
20212223242526
272829303112
3456789
Mensile
luglio 2020
giugno 2020
maggio 2020
aprile 2020
marzo 2020
febbraio 2020
gennaio 2020
dicembre 2019
novembre 2019
ottobre 2019
settembre 2019
agosto 2019
luglio 2019
giugno 2019
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
aprile 2011
marzo 2011
febbraio 2011
gennaio 2011
dicembre 2010
novembre 2010
ottobre 2010
settembre 2010
agosto 2010
luglio 2010
giugno 2010
maggio 2010
aprile 2010
marzo 2010
febbraio 2010
gennaio 2010
dicembre 2009
novembre 2009
ottobre 2009
settembre 2009
agosto 2009
luglio 2009
giugno 2009
maggio 2009
aprile 2009
marzo 2009
febbraio 2009
gennaio 2009
dicembre 2008
novembre 2008
ottobre 2008
settembre 2008
agosto 2008
maggio 2008
aprile 2008
marzo 2008
febbraio 2008
gennaio 2008
dicembre 2007
novembre 2007
ottobre 2007
settembre 2007
agosto 2007
luglio 2007
giugno 2007
mag27


27/05/2013 16.30 

 
Voglio subito precisare che se il cane è il miglior amico dell’uomo, un buon coltello è il miglior compagno del cacciatore, in particolare di quello che pratica la caccia alla grossa selvaggina, perché il binomio coltello – cacciatore è sempre stato inscindibile. Fin dall’età della pietra l’uomo a riconosciuto alla lama un’importanza vitale, persino superiore a tutte le altre sue armi. Poche sere fa ho  rivisto per l’ennesima volta “Rambo”. Bel film, non c’è che dire, soprattutto molto curato nei particolari, tanto che Ted Kotcheff, il regista, ha persino deciso di dare un ruolo importante al coltello che impugna il protagonista: il mitico pugnale da “Survival” Jimmy Lile. Quando lo scorbutico sceriffo chiese a Stallone che cosa intendesse farne di un coltello così, lui gli rispose: “ci vado a caccia”.

A qualcuno sarà venuto da ridere a sentir pronunciare quella frase, ma a me no, perché se con un buon coltello puoi praticamente farci di tutto, non puoi certo dire lo stesso di un fucile o di un’altra arma. Nelle armerie ho visto spesso dei neo-selecontrolori, magari accompagnati da colleghi esperti che, dopo aver acquistato una carabina con ottica, sono diventati automaticamente dei buoni cacciatori a “Palla”, tralasciando, nell’acquisto della dotazione, accessori di fondamentale utilità come: il binocolo, lo zaino, l’abbigliamento ed appunto il coltello. Quest’ultimo è di una tale importanza che se ne siamo sprovvisti, oppure se ne abbiamo uno di scarsa qualità, potrebbe anche condizionare il buon esito della caccia. Che senso ha abbattere un capriolo o un daino se non possiamo né eviscerarlo e né scuoiarlo perché sprovvisti di una lama robusta e affilata?

Posso capire chi non se la sente di spellare un selvatico, magari col timore di rovinarlo, ma la pulizia interna deve essere fatta immediatamente dopo che il capo è stato abbattuto. Non pretendo che facciate come me, che in condizioni normali porto sempre due coltelli, mentre, in casi eccezionali ne porto anche tre o quattro! Ho il coltello che uso esclusivamente per mangiare (per un fatto di igiene), quelli che uso per scuoiare (uno con la punta acuminata e l’altro con la punta smussata) e il classico “tutto fare” con il quale, all’occorrenza,  posso anche tagliare una grossa corda o il ramo di un albero.

Sono un “maniaco”, lo ammetto, ma soltanto perché in qualità di Selecontrollore – Accompagnatore con le lame ci lavoro, come i salumieri e i macellai. Sarebbe bello che tutti avessero nello zaino o in una comoda tasca della giacca un validissimo compagno di caccia a lama fissa o pieghevole! Vediamo insieme quali caratteristiche dovrebbe avere, a mio avviso, un buon coltello da caccia. La cosa più importante, almeno quanto la qualità della lama, sono le sue dimensioni. Un coltello da caccia deve essere assolutamente di dimensioni contenute, con una lama non più lunga di 150 millimetri (5”- 6”) e non troppo larga. Di conseguenza anche il manico deve avere una forma ben disegnata e proporzionata. Uno dei compiti principali del coltello è quello di aiutarci nell’eviscerazione del capo abbattuto e nel trattamento della spoglia, quindi deve essere estremamente maneggevole e pratico quando dovremo “lavorare” sulla carcassa del selvatico.

Il coltello da caccia differisce da tutti gli altri modelli in commercio per l’uso specifico  cui è destinato. Non ci dobbiamo aprire le scatolette di latta, non ci dobbiamo tagliare le lamiere dei veicoli, né tanto meno ci serve come bussola o come Kit di pronto soccorso. Una buona lama da caccia serve, come già accennato, a pulire il selvatico abbattuto, a scuoiarlo, a sezionarne le carni ed eccezionalmente per finire un animale ferito con un preciso affondo al cuore, appena dietro la spalla e non alla gola come fanno in molti. Quindi il “miglior compagno” del cacciatore deve avere una lama in acciaio inox o legato al carbonio (440 C, ATS 34, AISI 420, ecc ) molto robusta, semplice nel disegno e perfettamente affilata.

L’affilatura di un coltello di gran marca nuovo è appena sufficiente per pulire consecutivamente due cinghiali di medie dimensioni, poi per poterlo usare di nuovo, al meglio delle sue capacità, è necessario ravvivare il filo con un utensile affilatore (cote, acciarino, mola, pietra “Arkansas”, ecc). Non c’è niente di peggio delle setole e del pelo animale per smussare il filo di una lama. Permettetemi due parole sulla forma della punta; per aprire e pulire un selvatico tutte le fogge vanno più o meno bene, mentre per scuoiare è indispensabile usare uno “Skinner” che abbia la lama molto arrotondata, in genere corta e massiccia in modo da poter essere impugnata anche in un modo poco ortodosso.

La lama appuntita è di estrema utilità quando occorre “bucare” la pelle, per i primi tagli lungo gli arti, lungo il collo e intorno al trofeo se siamo intenzionati a prepararlo naturalizzato. Sul nostro mercato esiste una tale scelta di coltelli che definirla impressionante mi sembra denigratorio. Ce ne sono di tutte le dimensioni, dalle forme più stravaganti e dalla provenienza più disparata. Io in oltre venticinque anni di caccia alla selvaggina da pelo ho provato tantissimi modelli e non sempre ne sono rimasto soddisfatto, tanto che molti dei “ferri” che tuttora uso, ho dovuto costruirmeli da solo in base alle mie esigenze personali.

Tra gli originali mi sono trovato molto bene con: i Buck, i Linder, i Boker, i Gerber, i Puma, gli Helle, i Martiini, i Kershaw ed anche con qualche onesto modello proveniente da Maniago e da Scarperia. Quasi tutte le Marche più famose producono degli ottimi coltelli, sia a lama fissa che pieghevole e come sempre per chi si appresta ad acquistarne uno la scelta è soggettiva.

Tra le due filosofie preferisco i lama fissa ai pieghevoli, per diversi motivi più pratici che estetici; sono indubbiamente più robusti e di facile manutenzione, mentre i pieghevoli sono delicati e scomodi da pulire, specialmente quando dobbiamo rimuovere all’interno della impugnatura sangue rappreso, grasso animale, inoltre non ci permettono di poter esercitare forti pressioni, perché, per quanto possano essere moderni e ben fatti, esiste sempre la remota possibilità che il sistema di blocco della lama ceda, a discapito dell’incolumità dell’utilizzatore.

Anche l’impugnatura ha un ruolo di fondamentale importanza, deve essere solida, anatomica, dotata di guardia, assente da fastidiose sporgenze, e deve garantire un’ottima presa anche in condizioni particolari, come quando le nostre mani sono bagnate dall’acqua, dal sangue o unte di grasso. Per la pulizia vale lo stesso discorso già fatto per la lama, più è semplice, minore è la manutenzione. Sono da evitare i manici in legno di qualità scadente, quelli in materiali spugnosi e in cordura perché troppo delicati e inclini ad impegnarsi, mentre sono ottime le impugnature in corno, in gomma, in plastica o in micarta.

Come spesso accade per molti altri oggetti, anche quando acquistiamo un coltello dobbiamo affidarci alla buona sorte, perché so per esperienza personale che tra cinque modelli completamente identici, stesso modello, stesse dimensioni, stessa lama, ecc, ce ne sarà sempre uno migliore degli altri. Chissà, forse dipende dal trattamento termico, dalla percentuale di carbonio presente nella lega, oppure dal tipo di affilatura finale. Per ultimo è doveroso spendere due parole per il fodero. E’ l’anello debole del sistema perché molto soggetto a tagli involontari e all’usura. Indipendentemente se è di cuoio ingrassato, di cordura o di plastica, durante le fasi di estrazione e di reinserimento della lama dobbiamo stare molto attenti che questa non tagli il bordo del fodero o peggio ancora la cinghietta di blocco dell’impugnatura. Per questi motivi è meglio evitare di portare il pugnale alla cintura e riporlo in tasca o nello zaino.
Cos’altro dire, se mentre passate davanti ad una bancarella di venditori cinesi v’innamorerete di un coltello, compratelo pure, ma non credo che vi sarà di aiuto a maggio o in agosto quando aprirà la caccia di Selezione. Se prevedete di doverlo utilizzare sulle Alpi, sull’Appennino o in Maremma, fate un piccolo sforzo e acquistatene uno di marca e di ottima fattura, non ve ne pentirete, e se lo tratterete con cura in futuro potrà servire anche ai vostri figli.

                                                      
Marco  Benecchi  


Tags:

Tuo Nome:
Titolo:
Commento:


172.69.62.226
Aggiungi un commento  Annulla 

58 commenti finora...

Re: Selezione: Il coltello da caccia

Grazie per le info, molto utili, meno male c'è ancora qualcuno che scrive qualche articolo come si deve!

da Alessandro  25/09/2019 14.05

Re: Selezione: Il coltello da caccia

Scusate, potreste darmi qualche indicazione circa l'autorizzazione necessaria al porto di un coltello da 15-20 cm? posso essere soggetto a multa?

da rover66  08/03/2017 19.37

Re: Selezione: Il coltello da caccia

Gia i cacciatori sembrano un branco di matti ,legategli pure alla cintura un coltello di rambo

da Ernesto sparalesto  17/04/2014 17.20

Re: Selezione: Il coltello da caccia

Compratevi un coltello cinese e non rompete i cojioni io ne ho tre comperati la domenica al centro di roma sulle bancarelle sono sei anni che scuoiano cinghiali e ci faccio anche il capanno sono indistruttibili li pagai 15 euro ciascuno.

da Ernesto sparalesto  17/04/2014 17.19

Re: Selezione: Il coltello da caccia

Perdonatemi , il copia incolla mi ha "mangiato" la parte dove dicevo che necessitavo di portarlo alla cintura per poterne disporre sempre anche con una sola mano...

da juv cacciatore  14/04/2014 17.11

Re: Selezione: Il coltello da caccia

Buongiorno a tutti, scusate se mi permetto "la mia"..
Oramai da qualche anno ho acquistato un Martiini (così si scrive?) e lo uso come UNICO COLTELLO... Ci mangio(sono fatalista), finisco, scuoio e sfrasco .... Inoltre, ha la grande qualità di avere il fodero appeso ad una "cordicella" che camminando diviene di un ottima comodità!
Chi la caccia è costretto a viverla pressoché solo a casa, con i cani appresso, lo zaino in schiena, ferro in spalla a camminar molto per boschi per scovare quelle poche prede può pure avere la necessità di disporne, e con una mano sola, oltretutto !!! Ad ogni modo quel bell'acciaio di 80 euri, mi ha garantito 2 cervi,qualche capriolo e 2 cinghialetti sui 30 sviscerati con annessa apertura del bacino e punta del petto prima di richiedere una passatina .... !!!!!

da juv cacciatore  14/04/2014 16.32

Re: Selezione: Il coltello da caccia

Un grosso opinel e' il meglio del meglio ,naturalmente deve essere inox ci ho scuoiato qualsiasi cinghiale

da Manuel figaro'  04/04/2014 14.34

Re: Selezione: Il coltello da caccia

il coltello di rambo lo scuoia bene il cinghiale

da ciao  05/07/2013 16.04

Re: Selezione: Il coltello da caccia

Ciao Old_Hunter.Praticamente hai detto che usi i stessi coltelli che usiamo (più o meno)noi "Psicopatici"come dice vecchia lama.

da agostino  06/06/2013 14.51

Re: Selezione: Il coltello da caccia

....perchè voi no?Da quale pulpito parte la predica?

da Carlo  05/06/2013 6.08

Re: Selezione: Il coltello da caccia

Posso dire la mia, se non vi secca ?
Io i coltelli li ho sempre comprati a Maniago (forse anche perché è qui attaccato ...) non ho mai speso follie e vado in giro con 3 pezzi, sempre : un pieghevole fatto apposta x capriolo (ma va benissimo anche x il cevo) con lama, lama senza punta (per aprire le pance) e seghetto. Uno skinner, medio. Un machete della Fox che mi hanno regalato e che è una mano santa per le costole. Stop.
Non ho mai sentito la necessità di altri, anche se ne ho un sacco. Bhe, volendo, talvolta mi porto dietro anche un'altro : il coltello della Glock, imbattibile rapporto prezzo/prestazioni, ma non per caccia, per altri usi.
Ciao a tutti, un abbraccio da un devastato Walter

da OLD_Hunter  04/06/2013 16.26

Re: Selezione: Il coltello da caccia

Ma sei impazzito??
potevi chiamarmi!!!!!!!!!!!!!!
Ma non ti avrei offerto niente però perchè quello che stavamo mangiando era TROPPO BUONO.
STINCO CON PATATINE.
DIVINO. Tra i migliori mai mangiati.
Non a caso lo stand era Trentino!!!!
Hai visto quanta gente?
Ci sei stato a vedere i Colombi?
Io al mattino (ven, sab, dom) prima di andare a "lavorare" ai NOSTRI STAND: CONTESSA e LESLI CLUB mi sono montato dei cannocchiali e poi sono andato a tararli!!!!
Un caro saluto
M

da Marco x Carlo  04/06/2013 9.47

Re: Selezione: Il coltello da caccia

Il nostro sistema non è da semplificazioni semmai da U.C.A.S (Uffici complicazioni affari semplici) perchè è li che guazzano chi vuol mettere il bastone tra le ruote.Va beh, hai finito con il Game Fair? Poi sono passato al gazebo del tuo amico ma tu eri intento a mangiare con lui una signora e un altro più anziano, non ho ritenuto di disturbarti.Quando sono ripassato non c'eri.Non è che mi interessi quella caccia era solo per farmi una chiacchierata, magari ti avrei fatto anche in...are, ma va beh, ci stà pure questo no? Mica la possiamo ragionare tutti alla stessa maniera. Saluti

da Carlo  04/06/2013 9.32

Re: Selezione: Il coltello da caccia

AIUTOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Non se nè può proprio più.
BASTA!!!!!!!!!!!
Facciamola finita.
E mi risulta che ci sia anche un ministero per le SEMPLIFICAZIONI.?????????????
Da Noi, nella provincia di Grosseto la caccia di Selezione "doveva" aprire il 1° di Guigno, poi non se n'è più fatto niente....
Ora, si è deciso finalmente di cominciare, ma qualche bel pensate (cosa darei per sapere chi è, magari anche il braccio sx con cui sparo!!) s'è inventato che la Caccia non può essere praticata SENZA il normale TESSERINO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!1
Quindi immediata, caotica corsa al Comune per cercare di rintracciare e/o "riritirare" il vecchio tesserino per poi imbrattarlo (alla bielorussa o alla marocchina) con una serie di nuovi timbri (BHO!!!!!).
Per farci cosa????
Quando un Selecontrollore SERIO ha giustamente già pagato: tasse statali e regionali, ATC, assicurazione, contributo x i danni della selvaggina ed è anche dotato di registro delle uscite.
Evidentemente non bastano...............

Alla faccia della SEMPLIFICAZIONE.

Scusate lo sfogo..................

Un "in bocca al lupo".
Marco

da MARCO BENECCHI X TUTTI  04/06/2013 8.00

Re: Selezione: Il coltello da caccia

Le assicuro sig.Maurizio che non tutti(per fortuna) portano la lama lunga per fare "rambo".Qualcuno anche con cognizione di causa.Quando si va per macchie e per lunghi tratti il peso in più si fa sentire,sopratutto dopo una certa età.

da agostino  01/06/2013 13.42

Re: Selezione: Il coltello da caccia

Per l'alce il MACETE :) Per pulire animali come l'alce ci vorebbe attrezzature per vitelli!!

da Riccardo  31/05/2013 17.58

Re: Selezione: Il coltello da caccia

Ho capito ho capito, se no le tue lame si arruginiscono. Può darsi che ci faccio un salto ma ancora non lo so.

da Carlo  31/05/2013 9.31

Re: Selezione: Il coltello da caccia

Ragazzi, dimenticate una cosa: che il coltello è uno strumento-accessorio-arnese-utensile MOLTO SPECIALISTICO.
Il suo acquisto dipende dall'uso che ne vogliamo fare!!!!
Anche sano e semplice collezionismo!!!!!!!
Per tornare ai Cignali che ci piacciono tanto, io a "Cacciarella" vado con tre coltelli + un "Pennatino".
Con un coltello ci MANGIO e basta, Opinel da 10 con lama inox. Con altri DUE coltelli: Gerber Gator e Opinel dfa 10 ci lavoro le bestie, e col pennatino "ci poto lamacchia".
Ho anche bellissimi coltelli TASSATIVAMENTE in vetrina, ma questa è un'altra storia.
Ciao
M
Vi Lascio che devo andare a lavorare al GAME FAIR allo stand dell'amico LASZLO, l'ungherese, altrimenti poi non mi "invita" a caprioli e cervi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Hai Capito CARLETTO?

da Marco x Carlo e Maurizio  31/05/2013 8.55

Re: Selezione: Il coltello da caccia

il coltello è una fissa mentale sopratutto per chi pratica la caccia dell'amico marco, ci sono certi esaltati che girano con coltelli al cionturone tipo rambo che fanno ridere . Solo chi pratica quel tipo di caccia fa sfoggio di lame. Forse, pensano di fare paura al cinghiale!!!

da Maurizio  31/05/2013 8.25

Re: Selezione: Il coltello da caccia

Marco ha lanciato un sasso, un argomento, i coltelli da caccia e subito si è scatenata una bagarre. Si sono delineati alcuni orientamenti. Chi guarda più alla linea, come me, chi solo all’efficacia e chi a tutti e due, come sarebbe giusto.E’ chiaro che chi come Marco ne fa un largo uso è fondamentale l’acciaio e l’affilatura e qui si apre un capitolo grande come una voragine. Tanti sono i componenti che entrano in combinazione tra di loro, dal carbonio al vanadio passando per il cromo, cobalto, manganese,nichel ed altri ognuno dei quali conferisce una caratteristica alla lama come la durata del filo, la durezza, la tenacità,l’elasticità e altro ancora, tutte caratteristiche che solo un artigiano coltellinaio può acquisire nel tempo arrivando persino a celarne i segreti che coinvolgono anche i trattamenti termici. Insomma un campo vasto ma affascinante, almeno per me. In un viaggio in Sardegna, nel cuore della Barbagia, non si può non passare da Orgosolo, famosa per i murales ma a me più che quello che era dipinto sulla facciata mi rapì quel laboratorio che stava proprio li in mezzo. Un localetto 4x4 circa dove entrai e solo dopo un paio di orette mia moglie riusci a farmi uscire non senza minacce .Parlando con quel vecchio, molto disponibile, anche perché sperava in qualche mio acquisto, cosa che poi ci fù tra i mugugni della mia metà, mi si è aperto tutto un mondo e li ho capito che fare un coltello ,con la C maiuscola, richiede tanto amore e passione perché ogni coltello (di quelli fatti a mano) ha una storia a se è un pezzo unico. Entrare in un negozio, sfogliare una rivista di coltelli se ne può rimanere affascinati ma vederlo nascere o meglio creare è tutta un’altra storia, altre sensazioni.

da Carlo  31/05/2013 7.49

Re: Selezione: Il coltello da caccia

Lungi da me l'idea di denigrare il tuo Gerber , se hai letto attentamente e d essendo tu un conoscitore di coltelli avrai senz 'altro capito perché non lo preferisco non perché non sia valido.

da Carlo x Marco  30/05/2013 11.30

Re: Selezione: Il coltello da caccia

mi intrometto nella discussione e aggiungo che solo uno ha parlato di modelli con foderi fosforescenti o di colori IMPERDIBILI nel buio della notte. Mi sembra giova , siccome ne perdevo due all'anno ho deciso di spendere poco ( come suggerito da Bisba) e comperarli in materiale MOLTO VISIBILE.
sul taglio , però, ci si deve accontentare... al contrario di quiel che dice il tipo ( giova) !

da Luciano  30/05/2013 10.23

Re: Selezione: Il coltello da caccia

Caro Carlo, forse non ci crederai, ma il mio coltello preferito, quello che mi ha accompagnato in tantissime avventure è proprio un GERBER Gator Fixed.
Non riuscirei a trovargli un difetto neanche se volessi.
E' perfetto per le mie esigenze.
Vallo a vedere. L'ho da tanti anni e quindi non ricordo il prezzo, ma non credo sia eccessivo!!!
OPttimo anche per "servire-finire" grossi selvatici.
Alla nuca ovviamente!
Ciao
Marco
NB da noi, i vecchi ci hanno insegnato a spellare le lepri come un guanto.................

da Marco B x Carlo  30/05/2013 10.13

Re: Selezione: Il coltello da caccia

I coltelli sono ancorati ai gusti personali e all’uso che se ne intende fare. Personalmente sono come il mio appetito, mi piace tutto, mi piacciono tutti. Non dovendo però scuoiare niente se non spellare qualche lepraccio, non avrei bisogno di coltelli particolari per cui il mio gusto è legato al piacere del porto, l’occhio vuole la sua parte. Volendo stilare una scaletta di preferenze, per me, in testa metterei senz’altro i coltelli nordici dove prevale la rusticità. Infatti non mi piacciono o meglio mi piacciono di meno, i coltelli con le lame a specchio con i manici brillanti e ancor meno se sono di composizioni plastiche e peggio se sono multicolori. Per me il coltello deve essere un parto della natura dove l’uomo ha solo messo assieme il ferro il legno e la pelle. Ecco questi tre elementi naturali combinati insieme li ritrovo nel coltello nordico.Manico dall’impugnatura piena,in legno del posto (la betulla in questo caso) con inserti di corno, cuoio o sughero senza guardia perché deve affondare nel fodero rigorosamente in cuoio o pelle cucita possibilmente a mano, le cuciture devono essere evidenti, come quelle del calzolaio di una volta, la lama 3,5/4 mm ben affilata ma non lucida a specchio –sarebbe come un pugno in un occhio- che dia l’idea del grezzo. Queste le caratteristiche del mio coltello….ma sono cmq i miei gusti, personali. Adesso non mi si dica che ho voluto dettare la traccia del coltello ideale…ho parlato solo del mio coltello. Mi dispiace Marco ma gli ultimi che hai nominato specie il Gerber…tu capisci, no?

da Carlo  30/05/2013 9.24

Re: Selezione: Il coltello da caccia

Buon Giorno Agostino, innanzi tutto diamoci del Tu perchè di "Signore" ce ne stato uno solo e se ben ricordo non ha fatto una bella fine!!!!!
Io in Svezia ci sono stato a caccia due volte e sono stato molto in contatto anche con i lapponi nello Jamtland.
Hanno il culto delle lame come tutte le persone che vivono in mezzo alla natura e che le usano frequentemente. Ricordo che quando frequentavo assiduamente la Sardegna TUTTI avevano un pattadese in tasca anche la domenica col vestito buono. Un buon coltello aiuto in molte occasioni. Gli svedesi vantano ottimi acciai e prezzi altamente competitivi. Poi, per quanto riguarda la loro tecnica di scuoio e macellazione, è tutta particolare. Dovresti vedere come usano il coltello. Sicuramente non come lo uso io né come farà il simpatico GIOVA.
Un'altra cosa che mi ha impressionato parecchio della gente del Nord Europa: Svedesi, danesi, norvegesi, Bielorussi, lettoni, russi, è l'uso frequentissimo che fanno delle asce. Usano delle Accette eccezionali per fare di tutto.... Una volta ho visto addirittura costruire un piccolo ponte su un ruscello in tempi da record!!!!
Un'altro strumento di importanza vitale in condizioni estreme.
Nel Nord America invece usano dei pugnali tutti dalla lama un po' troppo spessa per i miei gusti. Ho visto che i più gettonati sono i Buck e i Gerber, che tra i due preferisco.
Un saluto
Marco

da Marco x Agostino  30/05/2013 6.19

Re: Selezione: Il coltello da caccia

Sig. Benecchi lasci stare queste diatribe tanto ognuno crede che quello che fa è giusto in base alla propria esperienza.Comunque obbligherei la canna rigata così taluni finiscono di tirare pallettoni e rimbalzi pericolosi dovuti alla palla asciutta.Poi personalmente non andrei per i boschi e macchie d'italia o d'europa con un bisturi semmai con qualcosa che all'occorrenza mi permetta di farmi un bastone o quando vado alla penna di recuperare un'anatra nel fiume come è successo qualche volta.Comunque Sig.Benecchi è stata messa tanta ciccia sul fuoco che si rischia di deviare dal discorso principale.Tornando a noi le premetto che sono d'accordissimo con Lei riguardo al doppio uso della lama.Ed a tal proposito le dico che ho visto qualche rivista dedicata alle lame e qualche filmato sui coltelli scandinavi e ne sono rimasto colpito in quanto la storia e lo studio secolare di tali coltelli a fatto si che essi per essere maneggiati a dovere dovevano essere e sono tuttora sprovvisti di guardia.Ed ho notato che la lunghezza della lama fosse dovuto al molteplice uso che i lapponi ne dovevano fare in base alle loro difficoltà compreso lo scuoio delle renne o altri animali selvatici.Ad oggi nei paesi scandinavi esiste ancora il culto del coltello.Se ha tempo e voglia di informarsi o guardare mi dirà come la pensa.Saluti

da agostino  29/05/2013 22.45

Re: Selezione: Il coltello da caccia

Però....però ragazzi bisogna riconoscere che alla fine sono le parole quelle più taglienti persino dei coltelli di Marco. Mamma mia, si è scatenata una bagarre, 31 commenti alcuni molto acidi e senza motivo. Se continua così, a suon di coltellate, scorrerà del sangue. Calma, calma rimettete i coltelli nei foderi, siamo gente pacifica...o no?

da Carlo  29/05/2013 16.10

Re: Selezione: Il coltello da caccia

Bans, nel mio articolo mi sono dimenticato di scrivere che quando si acquista un coltello, indipendentemente dal prezzo, si deve avere anche un pizzico di FORTUNA. Infatti, molto spesso mi è capitato di trovare dei modesti coltelli come Opinel e falsi Pattada fatti a Scarperia che hanno fatto una riuscita migliore di altri. Questo dipende principalmente dal grado di carbonio presente nella lega acciaiosa. Che non deve essere né troppo né troppo poco!!!! Ottimi colteli super affilati all'atto dell'acquisto non hanno poi mantenuto quanto promesso, mentre volgari "pezzi di latta" si sono dimostrati VALIDISSIMI negli anni. NB con un buon coltello riesci a scuoiare al max DUE cinghiali di medie dimensioni, poi perdono il filo. E giù di pietra ed acciarino!! Io una volta l'anno porto i miei coltelli da un mio carissimo amico arrotino di fiducia (Marco Venturini di Cerea!) perchè devono essere "sborsati",e/o perchè richiedono un nuovo filo, con una buona mola dalla giusta pasta raffreddata ad acqua.
Ultimamente, per i lavori più gravosi uso coltelli da macellaio perchè più facili da "arrotare" sul posto e con meno fatica.
Per non contare poi quelli che perdi e quelli che inesorabilmente .... finiscono negli zaini di altri!!!!
Un saluto
M

da Marco x Bans  29/05/2013 13.47

Re: Selezione: Il coltello da caccia

Sono Perito Meccanico con qualifica di Assistente presso l'ENEL. Inoltre ho un piccolo laboratorio da "Armaiolo". Inoltre collaboro (forse dovresti saperlo) con alcune riviste di settore (DIANA, Mondo Caccia, Stagioni di Caccia, Caccia Alpina, La Voce del Terrier, etc). Inoltre, non ho debiti perchè ho acquistato casa in giovane età, inoltre COLLABORO ATTIVAMENTE con alcune prestigiose riserve di caccia in Italia e con alcune agenzie venatorie europee, asiatiche e Nord Americane. Fare 50 femmine e/o calvi di capriolo in Ungheria costa quanto sparare un maschio di camoscio in Italia! Ho la mia squadra al cinghiale (150 - 200 capi l'anno!) ed ho buoni amici con cui scambiarci inviti e/o favori. Inoltre sono MONOTEISTA, non ho altri Hobby, solo caccia, armi, cani, caccia, armi e cani...
Tutto quà!
Se si vuole fare una o due gite venatorie l'anno, ci si può riuscire anche con uno stipendio medio...
A patto di sacrificare le ferie estive e la settimana biianca. Magari anche lo scooterone e l'abbonamento allo stadio. Magari anche l'i-phon ultimo grido, magari anche il completo da tennis o da golf.
Tutto quà.
E' più semplice di quel che si crede...............................................
Con quello che un appassionato spende per andare a sciare due - tre volte l'anno, un appassionato di caccia a palla gira l'europa abbastanza comodamente, sempre se non cerca grandi trofei, altrimenti son dolori!!!!!!
Un caro saluto
M

da Marco x Marco  29/05/2013 13.34

Re: Selezione: Il coltello da caccia

Qualche considerazione a ruota libera sui coltelli, sperando che ne venga fuori una rissa.
• È molto importante che l’impugnatura impedisca che le dita scivolino sulla lama. Per questo motivo gli eleganti puuku o i proletari e simpatici Opinel lasciano a desiderare.
• Il coltello è l’accessorio che più spesso si perde o si regala (io ho dovuto regalare un bel Solingen a un accompagnatore scozzese che ci moriva dietro), quindi conviene stare bassi con la spesa. Non conosco nessuno che abbia perso nel bosco una doppietta o che si sia sentito in dovere di regalarla (in questo caso ci sono anche adempimenti legali), quindi il paragone non calza.
• Il grande Marco saggiamente raccomanda la lama fissa per motivi di igiene. Sempre per igiene, aggiungo io, conviene un fodero sintetico, meglio se forato in punta per far scorrere l’acqua durante il lavaggio.
• Lasciate che la folla vada dagli arrotini-assassini di lame. Con tanta pazienza e un poco di olio di gomito chiunque impara ad affilare da solo con la pietra a mano. Barbieri e macellai fanno da soli perché se si affidassero alla mola dell’arrotino cambierebbero due lame al mese.
Mi raccomando, non litigate.

da bansberia  29/05/2013 13.34

Re: Selezione: Il coltello da caccia

Ciao Marco mi piacerebbe sapere che lavoro fai per trovare i soldi e soprattutto il tempo per tutti questi capi

da Marco x Marco  29/05/2013 13.14

Re: Selezione: Il coltello da caccia

Ciao Massy . La mia avversità per le carabine è cosa nota e vecchia e non sarei entrato in questo blog se non fosse stato per i coltelli verso i quali nutro una vera passione e Marco ne ha mostrati davvero tanti per tutti i gusti e belli checché se ne dica. Sulle carabine non discuto ne la loro bellezza ne la loro efficacia piuttosto il sistema di caccia ad esse collegato e di questo ne abbiamo parlato tanto tempo addietro per cui non aggiungo altro. Un saluto carissimo

da Carlo  29/05/2013 11.54

Re: Selezione: Il coltello da caccia

..una considerazione spensierata a chi nn ama le carabine (Carlo.. che saluto).........

penso proprio che questo nn sia proprio il luogo + indicato e adatto per rimarcare l'antipatia per questo mezzo venatorio.vedasi e leggasi CARABINA. Legale al 100% ai termini di legge e per la caccia al suide in battuta,certamente + sicura dei folli rimbazi della palla asciutta uscita dal nostro amato cal.12 (o 20) .
Non parlo di cervidi e bovidi ove è ammesso solo ed esclusivamente cacciare con ella...la carabina.

senza polemica e con simpatica stretta di mano.
Massimiliano

da colombaio senese  29/05/2013 10.44

Re: Selezione: Il coltello da caccia

non faccio gare la caccia per me non è competizione . Non conosco nessuno di queli da te citati. quando scuio lo faccio con calma , mi serve il sangue per il cane, e impiego il tempo che serve non faccio gare. SPERO DI ESSERE STATO CHIARO. Non so chi sia questo laszlo e neppure mi interessa. però so che in ungheria c'è gente che spara anche cento capi alla volta anche in una sola settimana( se è caccia questa...ok!!) . Ok sei piu bravo di me e di tutti!! la scusa dei ricchi e poveri??? IO NON HO SOLLEVATO NULLA ... ho detto che con un puma da 10 euro si fanno le stesse cose dei tuoi 1000 coltelli ... non vedo cosa ci sia di male dare UNA BUONA NOTIZIA. e adesso ha ragione il grillo FACCIO PENA A SCIVERE NEL TUO BLOG, non lo farò piu.
Carlo , se una cosa è brutta è brutta.

da Giova  29/05/2013 10.17

Re: Selezione: Il coltello da caccia

......e basta!........fate veramente pena......tutti quanti !

da grillo parlante  29/05/2013 9.54

Re: Selezione: Il coltello da caccia

E spero con questa di finirla quì.
Prima dici che non hai detto di essere più bravo, ora dici di aver essere più bravo, Deciditi!!!
Facciamo così: ora apre la caccia di selezione al capriolo.
Ti do carta BIANCA trova TU una buona riserva che ne ha da vendere. Ne spariano uno testa e ci cimentiamo nello "scuoiarli" per una preparazione FULL completa, come faccio io quando scuoio animali INTERI per essere naturalizzati. In proposito puoi contattare diversi imbalsamator-tassidermistii in tutta Italia come Mirco Mazzone, Ugo Sapetti, Fontecedro, Bressan, Gasparella, etc.che spesso vengono "omaggiati" con delle MIE pelli!
Vediamo chi lo fa meglio e in minor tempo, poi chi perde PAGA I DUE CAPI!
Poi pubblichiamo il responso sul Blog.
Così non scappa nessuno.
Tu col bisturi io con l'Opinel.......
Attendo indicazioni, per me non c'è problema. Se poi preferisci cinghiale, cervo, daino, muflone o camoscio idem. Ho scuoiato anche orsi ed alci...... Dimenticavo, anche stambecchi.
Quest'anno ho abbattuto (così sei contento!!!) tra Italia ed estero
47 caprioli
22 cinghiali
6 daini
2 camosci
4 cervi
3 volpi
totale : 84.
Hai ragione, devo dartene atto, avevo detto "un centinaio" ma mi sbagliavo, ma spero però di non aver dimenticato qualcosa.
NB quasi tutti i miei abbattimenti sono TESTIMONIABILI da compagni di caccia e di avventura.
Se vuoi posso far metterci in contatto.
No problem!!

Attendo indicazioni su dove e quando "metterci all'opera".
Ora tocca a te!!!!
E per piacere non tirar fuori la scusa delle stragi e dei ricchi e poveri.
Ci bastano quelli che cantano!!
Sei stato tu a sollevare la questione. Non io. Questo fine settimana ho ospite in casa Laszlo, il mio amico ungherese, il titolare della LESLI CLUB che puntualmente mi riprenderà perchè quando vado a trovarlo a casa sua "sparo poco!!! Vallo a capire.
NB puoi contatrtare anche lui se vuoi.................. Lui "scuoia" o vede scuoiare, MIGLIAIA di selvatici l'anno, e non credo cabbia mai visto nessuno usare il bisturi!!!
Sempre con Rancore
Marco

da Marco x Giova  29/05/2013 9.52

Re: Selezione: Il coltello da caccia

Non me ne dovrebbe fregare niente di questa diatriba e con Marco già da tempo ho manifestato la mia avversità verso le carabine ecc. però quello che è giusto è giusto ed è giusto riconoscergli tutto quello che dice perchè è vero anche se le mattanze a me non piacciono. Sui coltelli invece approvo tutto e gli invidio questa sua collezione. In quanto ai riferimenti alla classe al gusto ecc beh...Giova, mi sembra una affermazione fuori luogo e di cattivo gusto....quella si. Allora io colleziono anche piatti e piattini delle località che ho visitato e ne ho talmente tanti che ci ho decorato le pareti della cucina. Ci sono di belli e meno belli- quelli che il posto offriva- ma tutti belli perchè ognuno è un ricordo così come i coltelli.

da Carlo  29/05/2013 9.22

Re: Selezione: Il coltello da caccia

144 cinghiali si chiama strage ! non è caccia, non è etico, non è da vantarsi come fai tu. Ti ho detto, sei un cinghialaro e siamo distanti. Oltre a questo mi chiedo, ma come fai a sparare 100 capi all'anno in Italia??? io non ci credo ma se è vero vuol dire che sei ricco sfondato ( fotunato te) e spendi molto per la tua passione. ma di questo, me ne ero accorto da come mi hai umiliato per 50 euro ... vedi per certe persone 50 euro sono molti per te che sei ricco NO! ma non è da vantarsi.
Ho scirtto che sono piu bravo di te scuoiare ( ed è vero ) solo questo ! In un anno abbatto al massimo dieci cinghiali ma faccio solo la selzione . una miseria per te ma io ne sono felice e contento E NON SONO POCHI.
ti ho disturbato sul BLOG PER DARE UNA BUONA NOTIZIA SU UN COLTELLO MIGLIORE DI TUTTI I TUOI FOTOGRAFATI CHE COSTA POCO E VA BENE ma voi che usate 50 euro per accendere una sigaretta forse non potete capire. Fortunati voi. Informati sul bisturi , ma uno ricco come te forse non ci ha mai pensato ! NB. la foto dei coltelli è veramente brutta ... cambiala!
Senza rancore

da Giova  29/05/2013 9.15

Re: Selezione: Il coltello da caccia

Ma come si fa a non risponderti? Vuoi che ti faccio la lista specifica dei miei 1\00 capi? Ti pregherei di evitare frasi come "sparale meno grosse dai". Strano ma vero, non amo vantarmi dei miei abbattimenti, ma se devo....................
Il mio museo degli orriri come tu dici è composto da coltelli di tutti i tipi: dai 10 euro ai 200. Non vedo dove stà l'orrore. Hai mai visto tableau di 144 cinghiali? Qualcuno deve anche scuoiarli. Quanti ne hai fatti in un giorno? Potresti farmi una piccola lista di persone che oltre te usano il bisturi per scuoiare, oltre il mitico Pacciani ovviamente! Dimentticavo.. quella foto dei coltelli risale a oltre dieci anni fà, come avrai visto è stata scannerizzata.
Non hai detto che sei più bravo di me? e questa frase chi l'ha scritta?

ma io lo so affilare e usare bene e meglio di te che dici di aver scuoiato migliaiaaaaa ( booommm!!)

Io ho paura di un "cinghialaro" magari cinghialaio...
Quanti cinghiali hai abbattuto quest'anno?
E visto che siamo MOLTO distanti su tutto, come mai ti disturbi a visitare il mio blog?
Non ne hai trovati tra gli amanti del bisturi.
Con Rancore
Marco

da Marco x Giova  29/05/2013 8.08

Re: Selezione: Il coltello da caccia

Benecchi, ho già scritto che non amo fare competizioni ( mi sembri un pò nervosetto) cento capi dove?? in Italia? sparale meno gorsse dai . Mi domando perchè ti arrabbi perchè uno DA UNA NOTIZIA BUONA E GIUSTA! io non ho mai spellatto dalle 14 alle 21 cinghiali e neppure ci pesno di farlo io vado a caccia non faccio il macellaio!!! Non ho detto che sono più bravo di te ma che abbia paura di un cinghilaro mi fa sorridere ... siamo troppo distanti su tutto ... ! Riguardo il bisturi, forse non hai girato abbastanza oppure non hai incontrato la gente giusta e gli animali giusti! Chiudo : la foto della tua collezzione di coltelli ( non ti arrabbiare) mi sembra il museo degli orrori. Non hai molta classe a preparare le foto mettici piu impegno ... dai che ce la fai. Senza rancore Giova

da Giova  29/05/2013 7.31

Re: Selezione: Il coltello da caccia

Carlo quelli in foto sono "una piccola parte" della mia collezione privata. Compresi MOLTI che ho fatto io a mano!! Compresi i foderi.
X Giova che ha fatto il BOOOOM. Vorrei soltanto dirti gli animali che ho abbattuto e LAVORATO solo quest'anno. Quando ci vuole ci vuole. tra caprioli, camosci, daini, cinghiali, cervi. ho fatto un centinaio di capi. Ho 37 LICENZE. Durante le quali ho ACCOMPAGNATO ANCHE cacciatori per vent'anni.........
Fatti i tuoi conti.
Hai mai spellato cinghiali dalle 14 alle 21?
poi hai detto che sei PIU? BRAVO DI ME.
Incontriamoci..................
Qual è il problema?????
Se c'è una cosa che odio con tutto me stesso sono questi confronti stupidi, non li ho mai fatti neanche da bambino.
Ma come puoi permetterti di dirmi che sei più bravo di me?
Quando nessuno si è permesso di dire che è più bravo di te.
Scuoiare un animale con un bisturi non lo avevo MAI SENTITO. MAI!!
E come hai detto tu HO GIRATO IL MONDO!!!!

Marco

da Marco B x Carlo  28/05/2013 18.21

Re: Selezione: Il coltello da caccia

Carlo quelli in foto sono "una piccola parte" della mia collezione privata. Compresi MOLTI che ho fatto io a mano!! Compresi i foderi.
X Giova che ha fatto il BOOOOM. Vorrei soltanto dirti gli animali che ho abbattuto e LAVORATO solo quest'anno. Quando ci vuole ci vuole. tra caprioli, camosci, daini, cinghiali, cervi. ho fatto un centinaio di capi. Ho 37 LICENZE. Durante le quali ho ACCOMPAGNATO ANCHE cacciatori per vent'anni.........
Fatti i tuoi conti.
Hai mai spellato cinghiali dalle 14 alle 21?
poi hai detto che sei PIU? BRAVO DI ME.
Incontriamoci..................
Qual è il problema?????
Se c'è una cosa che odio con tutto me stesso sono questi confronti stupidi, non li ho mai fatti neanche da bambino.
Ma come puoi permetterti di dirmi che sei più bravo di me?
Quando nessuno si è permesso di dire che è più bravo di te.
Scuoiare un animale con un bisturi non lo avevo MAI SENTITO. MAI!!
E come hai detto tu HO GIRATO IL MONDO!!!!

Marco

da Marco B x Carlo  28/05/2013 18.21

Re: Selezione: Il coltello da caccia

Carlo, io ho dato una BUONA INFORMAZIONE su un oggetto UTILE , poco costoso e meglio delle blasonate marche citate . Carlo, oltre a questo, non amo fare le competizioni perchè come forme di caccia siamo distanti chilometri e non rischio nulla credimi , anzi!

da giova  28/05/2013 16.29

Re: Selezione: Il coltello da caccia

Anche l'occhio vuole la sua parte se no a che ti serve? E su quel tavolo ce ne per tutti i gusti. Per carità non ne posseggo tanti
così ma nel mio piccolo mi difendo. Giova, non sono innamorato della caccia praticata da Marco ma mettere in discussione le sue capacità, competenze ed esperienze in questo campo rischi di farti male ,credi a me.

da Carlo  28/05/2013 15.18

Re: Selezione: Il coltello da caccia

benecchi, il mio ERA UN CONSIGLIO E BASTA.. il puma è il coltello con IL MIGLIOR RAPPORTO QUALITA PREZZO AL MONDO... e va meglio del tuo opinel, buck , ecc. ecc. ma io lo so affilare e usare bene e meglio di te che dici di aver scuoiato migliaiaaaaa ( booommm!!) di capi. Per la pelle si usa il BISTURI e si deve saper usare bene con il coltello fai uno schifo e impeghi il trilpo del tempo!! ma non voglio fare polemiche RIPETO il mio era un BUON consiglio ma quà tutti NOBILI PIENI DI SOLDI... beati voi!! poi magari la --come sempre--la realtà è ben diversa!

da Giova  28/05/2013 14.40

Re: Selezione: Il coltello da caccia

Ragazzi, quello in foto con le "palle" del capro in mano sono io, e gliele ho tolte con un Opinel.....
Il mio coltello preferito! Ne ho sempre dietro almeno tre. 50 euro per un buon coltello sono un furto? Ammazza come siamo messi male! C'è chi con quei soldi ci prende l'aperitivo... in compagnia!!!. In occasione dell'ultima fiera di Riva del Garda ho comperato un PUMA con 50 euro BELLISSIMO. Sia come oggetto sia come arnese da lavoro...
Come amo spesso ripetere: NON SI VIVE DI SOLO PANE!!!
Lei o Tu Giova, dove li spenderesti volentieri 50 euro? Per una camicia? Un cappello? una scatola di munizioni RWS? Non so...
Poi, stai a sentire un PROFESSIONISTA, perchè ho scuoiato CENTINAIA (o forse migliaia? Devo fare i conti...) di aninali, il bisturi lascialo ai dottori, per scuoiare ci vuole un buon coltello e, stai molto attento, non TROPPO AFFILATO, perchè potrebbe tagliare la preziosa pelle quando non serve!!!
Sempre se la pelle vuoi recuperarla ovviamente!!!
Un saluto
M

da Marco x Paolo e Giova  28/05/2013 14.03

Re: Selezione: Il coltello da caccia

Scusate la mia ignoranza in materia, comunque io uso per fare tutto un opinel... tagliano da dio, ma la cosa più bella è che quando perdono il filo, gli dai una passata anche su un sasso e riprendono a tagliare come da nuovi...

da Paolo 79 per tutti  28/05/2013 13.51

Re: Selezione: Il coltello da caccia

benecchi, con un puma da 10 euro faccio quello che fai te con un buck , martini , ecc.e cc. A maniago ( informati ) fanno i migliori coltelli al Mondo e li esportano in Tutto il mondo con le marche che hai scritto tu. 50 EURI PER UN COLTELLO sono un furto! ma se ti piace buttare i soldi fa pure chi se ne frega!
Si carlo scusami mi sono confuso con i Rapala hai ragione. I martini li uso solo per il pesce non per il cinghiale , cervo , camoscio o capriolo! Il coltello a me serve solo per eviscerare le bestie , tagliare il salame e il pane! Per togliere la pelle uso un bisturi medico e levo la pelle meglio di qualsiasi coltello al mondo e spendo ancora meno! Benecchi, lei è stato in giro per il mondo e non si è accorto che usano tutti i puma da pochi dollari e il bisturi per le pelli??? si non parliamo la stessa lingua ha ragione lei ... butti pure via i suoi soldi ma non scriva che sono migliori perchè sono UGUALI.

da Giova  28/05/2013 13.45

Re: Selezione: Il coltello da caccia

Adesso non mi voglio mettere a discutere ma il mio puukko marttini è finlandese e non svedese,comprato a Rovaniemi capoluogo della lapponia finlandese e precisamente presso la vendita annessa al museo nei pressi della fabbrica originaria dei puukko e ti assicuro che non è costato poco,ce ne erano cmq di tutti i prezzi. Riguardo al risultato è basta allora ti posso
dire che la mia passione per i coltelli nel tempo mi ha portato a farmene da solo con le vecchie balestre delle cinquecento, con i dischi consumati delle troncatrici a legno, con le seghe circolari ecc. e tagliano come rasoii ma riguardo all'estetica lasciano a desiderare.

da Carlo x Giova  28/05/2013 10.41

Re: Selezione: Il coltello da caccia

grazie Marco ! Il signore dei cerri in quel di Colle !

un abbraccio

Massy

da colombaio senese  28/05/2013 10.34

Re: Selezione: Il coltello da caccia

Buck, i Linder, i Boker, i Gerber, i Puma, gli Helle, i Martiini, i Kershaw ed anche con qualche onesto modello proveniente da Maniago e da Scarperia. Quasi tutte le Marche più famose producono degli ottimi coltelli,
Quelli da me citati sono: COLTELLI COSTOSI E POCO UTILI?????????
Quanto mi dispiace che non li conosci......................
Un buon PUMA, Gerber, HELLE, Martinii, Linder, costa dai 50 agli 80 euro, con tanto di fodero.
Se per te sono costosi e/o "inutili" allora forse non parliamo la stessa lingua................
Saluti
M

da Marco Benecchi x Giova!!  28/05/2013 9.42

Re: Selezione: Il coltello da caccia

infatti io guardo SOLO AL RISULTATO e questo coltello è il migliore sul mercato. non c'è guida all'estero che non ne abbia uno. Il discorso dell'arma è diverso devi pretendere sempre il meglio SULLE PRESTAZIONI e queste costano ma sopratutto nelle carabine dotate di ottica. nella canna liscia UN BUON TIRATORE spara bene anche con un manico di scopa però una buona canna, piega, brandeggio fanno sempre la differenza. Tornado ai coltelli, il tuo martini è sempre svdese ne ho una decina in mia posseso li suo solo per sfiletatre il pesce ma da cinghiale hanno dei bei limiti. poi i gusti sono gusti ,

da Giova  28/05/2013 9.00

Re: Selezione: Il coltello da caccia

Ma uno mica guarda solo quello.Allora si può andare a caccia con una doppietta da € 450 e con una da € 12000 con gli stessi risultati....che vuol dire.

da Carlo  28/05/2013 8.45

Re: Selezione: Il coltello da caccia

Caro benecchi hai citato coltelli costosi e poco utili. Ragazzi, vi comperate un MORA svedese massimo 10 euri e con il rapporto qualita prezzo MIGLIORE AL MONDO. ci sono pure versioni con custodia e manico fosforescenti che non si perdono al buio. dopo essermi fatto rapianare per anni e anni soldi inutilmente su coltelli che dopo due tagli sono da buttare con questi puma ho risolto il problema. Unico accorgimento munitevi di un buon affilacoltelli e un guanto in acciaio , eviscerare un cervo in pieno inverno o un cinghiale può essere fatale se non si fa attenzione!

da Giova  28/05/2013 8.35

Re: Selezione: Il coltello da caccia

X gli appassionatio di Caccia a Palla!!!
Anche il giovane alce fotogratato in anteprima l'ho abbattuto io in BIELORUSSIA! Con un solo colpo sparato "di punta" con la mia Weatherby Accumark calibro 300 Weath. Mag. La palla è stata recuperata quasi nel quarto posteriore, con una penetrazione di oltre un metro e mezzo!!
Vorrei far notare che nel giro di una ora, sul luogo dell'abbattimento, sono rimaste solo poche viscere non recuperabili, mentre il resto della spoglia è stato portato via a pezzi per intero!!!
Lame Bielorusse!!!!!!!!!!
Marco

da Marco Benecchi  28/05/2013 6.05

Re: Selezione: Il coltello da caccia

Un buon coltello deve svolgere UNA SOLA FUNZIONE. Guarda ad esempio il macellaio, per ogni genere di operazione usa la lama adatta. Non puoi abbinare lo "sfrascamento" allo scuoio, scherzi?. Per lo sfascamento va bene un semplice "pennatino" per lo scuoio ci vogliono lame molto affilate, delle giuste dimensioni e di forma particolare.
Per ritornare alle lame del Nord Europa sono veramente eccezionali. Vedi anchele aasce e le normali seghe.
Saluti
Marco

da Marco Benecchi x Agostino  28/05/2013 5.59

Re: Selezione: Il coltello da caccia

Le popolazioni scandinave sig.Carlo hanno usato e usano con profitto i loro coltelli,e la loro forma senza guardia è una cosa studiata dai tempi del medioevo se non prima,per facilitarne i diversi usi a cui erano destinati.Si ricordi che in passato visto la carenza di medicine e ospedali bisognava evitare anche il pericolo di farsi male con il proprio coltello.Si informi sul loro corretto di utilizzo ne rimarrà soddisfatto.
Sig.Benecchi qui si rischia di passare da maniaci,comunque anche io non posso fare a meno del coltello a caccia.In battuta ne porto dalle 2 alle 3 lame ed ognuna per il suo scopo che va dallo sfrascamento specie i primi tempi quando le frasche impediscono il brandeggio dell'arma ,alla custodia del selvatico,infine quello per mangiare.Vorrei comperare un leuku da 20cm(non per fare Rambo)perchè assolve 2 delle funzioni appena dette lo sfrascamento e lo scuoio,così diminuisco un po di peso.Che ne pensa?

da agostino  27/05/2013 23.33

Re: Selezione: Il coltello da caccia

La mia posizione sulle carabina è nota, le aborro . Sui coltelli ne sono innamorato. Durante un viaggio per turismo in Finlandia ho acquistato un Puukko Martiini originale , me lo sono attaccato alla cinta e non me ne sono separato più . Manico in betulla nordica con inserti in corno e ottone purtroppo senza guardia ( tre punti al pronto soccorso) ma se l'avesse avuta avrebbe perduto in bellezza e in funzionalità . E' un piccolo grande coltello da caccia.

da Carlo  27/05/2013 17.56
Cerca nel Blog
Lista dei Blog