Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Archivio
<aprile 2021>
lunmarmergiovensabdom
2930311234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293012
3456789
Mensile
aprile 2021
marzo 2021
febbraio 2021
gennaio 2021
dicembre 2020
novembre 2020
ottobre 2020
settembre 2020
agosto 2020
luglio 2020
giugno 2020
maggio 2020
aprile 2020
marzo 2020
febbraio 2020
gennaio 2020
dicembre 2019
novembre 2019
ottobre 2019
settembre 2019
agosto 2019
luglio 2019
giugno 2019
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
aprile 2011
marzo 2011
febbraio 2011
gennaio 2011
dicembre 2010
novembre 2010
ottobre 2010
settembre 2010
agosto 2010
luglio 2010
giugno 2010
maggio 2010
aprile 2010
marzo 2010
febbraio 2010
gennaio 2010
dicembre 2009
novembre 2009
ottobre 2009
settembre 2009
agosto 2009
luglio 2009
giugno 2009
maggio 2009
aprile 2009
marzo 2009
febbraio 2009
gennaio 2009
dicembre 2008
novembre 2008
ottobre 2008
settembre 2008
agosto 2008
maggio 2008
aprile 2008
marzo 2008
febbraio 2008
gennaio 2008
dicembre 2007
novembre 2007
ottobre 2007
settembre 2007
agosto 2007
luglio 2007
giugno 2007
ago17


17/08/2012 

Ferragosto!!! Finalmente il countdown per la ripresa della nostra passione comincia davvero ad assottigliarsi e, soprattutto, questo giorno in Umbria coincide da moltissimi anni con l’inizio del periodo di addestramento e allenamento dei nostri amati ausiliari.

L’entusiasmo e la speranza purtroppo durano ben poco, ancor prima di far scendere Fido dall’auto, perché prima di tutto è stato necessario cercare un parcheggio per sostare con l’auto. E sì cari amici cacciatori umbri, la solita e stucchevole “transumanza venatoria” che da anni affligge la nostra amata Regione in occasione della Preapertura o dell’Apertura della caccia da quest’anno è iniziata addirittura con la “prova” dei cani!!!

In un tratto di strada sterrata lunga circa 1 km ho contato ben 37 auto in un territorio cacciabile di modeste dimensioni!!! Un via vai di auto che non avevo mai visto nonostante il luogo è ben conosciuto da tante persone del perugino. Presa l’auto mi sono divertito a curiosare guardando il porta targa di ogni auto per capire l’origine dei proprietari con il seguente risultato: 26 auto avevano come luogo di acquisto del mezzo Foligno o Spoleto, 7 auto Terni e le restanti Perugia. A questo punto ho trovato un angolo dove parcheggiare e sono sceso andando in cerca delle persone per capire se realmente fossero di fuori Perugia. Il primo cacciatore che ho sentito avere il mio dialetto l’ho incontrato dopo 17 persone salutate educatamente. Per dare una indicazione geografica del luogo stiamo parlando del Lago Trasimeno.

Non contento sono ritornato verso casa e mi sono diretto nei territori attorno Corciano, dove vi sono discrete distese di girasole che con molta probabilità non arriveranno al 1° settembre. Macchine ovunque e dopo aver fatto il solito giro di perlustrazione ed aver incontrato qualche amico a cui ho chiesto informazioni mi hanno confermato la medesima cosa: oltre il 50% erano cacciatori di fuori Perugia.

A questo punto ho fatto un giro di telefonate ad amici che abitano ad Umbertide, Marsciano, Ponte Felcino e tutti unanimi mi hanno risposto le medesime cose: Foligno, Spoleto e Terni in maniera massiccia ovunque.

Ora, è bene precisare che non ho nulla in contrario con il “nomadismo” venatorio anzi ho sempre lottato e lotterò sempre contro la ghettizzazione a cui siamo stati costretti con gli Atc e la 157/92, ma signori in Umbria e nell’Atc PG1 la misura è colma, non se ne può più!!!!

L’ATC PG1 non riesce a sopportare tutti questi cacciatori nei giorni di preapertura e apertura della caccia, il territorio ma, soprattutto la selvaggina non lo consente.

Mi sono divertito a fare due conti molto semplici:

CACCIATORI in UMBRIA 35.000 circa

CACCIATORI ATC PG1 18.000 circa – CACCIATORI ATC PG2 5.000 – CACCIATORI ATC TR1 12.000

Consideriamo che il 50% dei cacciatori dei due Atc PG2 e TR1 facciano la preapertura nel proprio Atc di residenza venatoria e, che un 10% non vada a caccia il 1° Settembre, rimangono all’incirca 6000 individui. Ora se prendiamo la fascia orizzontale di territorio umbro che va da Umbertide a Marsciano in quanto sono le zone maggiormente interessate dal “nomadismo venatorio”  e uniamo i 17.000 (ne eliminiamo 1000) ai 6000 cacciatori ci ritroviamo un bel 23.000 persone teoriche nell’ATC PG1 di cui almeno il 60% si riversa nella suddetta fascia: in paroloni non meno di 12/13 mila persone sono concentrare in quello spazio con presenze massicce sulla fascia che va dal Lago Trasimeno a Perugia e le zone dei Ponti e del Marscianese.

A questo punto credo che non sia più rimandabile un confronto serio e deciso tra le Istituzioni, Province in primis con le Associazioni Venatorie al fine di regolamentare almeno nel giorno di Preapertura l’accesso agli Atc.  Credo che l’Umbria sia infatti l’unica Regione italiana che permetta la libera circolazione nel giorno di Preapertura anche al di fuori del proprio Atc di Residenza Venatoria, è così in Toscana nelle Marche e nel Lazio.  Non si chiede di alzare delle barricate ne tantomeno di chiudere le porte ma semplicemente si chiede di dare il modo a chi risiede venatoriamente e, anche fisicamente, nell’ATC PG 1 di avere l’opportunità di cacciare almeno un giorno in un fazzoletto di territorio che gli spetta di diritto.

Sì, perché siamo arrivati a questo: sentirci ospiti nel proprio Atc.  Siamo arrivati al punto di trovare Camper o addirittura auto con le roulotte!!!! Ci hanno costretto a prendere 2 o 3 giorni di ferie per prendere i posti buoni con poi il rischio, come è successo al sottoscritto, di vederti arrivare il “furbone” di turno, in silenzio e piazzarsi a 50 metri dal tuo capanno che stavi magari presidiando in auto che ti risponde: “Su lu cappanno ci devi stare!!” .
Io faccio un appello al Presidente della Provincia di Perugia Marco Vinicio Guasticchi e all’Assessore Fernanda Cecchini per cercare di trovare una soluzione a questa realtà che francamente è diventata oramai insopportabile. Sono convinto, anzi ne sono sicuro, che anche centinaia di cacciatori dell’ATC PG 1 siano pronti a raccogliere questo mio appello, così come so che anche le Associazioni Venatorie sono pienamente informate su questo tema ma che ovviamente per problemi di facciata non possono far veicolare nei palazzi o pubblicamente.

Da Presidente di circolo di una delle maggiori Associazioni Venatorie, che non cito per evitare di ledere la propria immagine visto il privato sfogo, nato da lamentele non personali ma dai tanti soci del mio circolo, credo che un’attenta analisi della situazione sia ormai improcrastinabile. Non me ne vogliano gli amici dell’ATC PG2 o TR1, ma la situazione reale è stata descritta in modo serio ed oggettivo senza interferenze emotive; chiedo solo di provare ad immaginare invertendo la situazione, quale potrebbe essere stata la loro reazione ad una circostanza simile. Se gli Atc della Provincia di Viterbo lamentano gli stessi problemi evidentemente un fondo di verità ci deve essere.

Cordiali saluti.

Lettera Firmata 

Tags:

Tuo Nome:
Titolo:
Commento:


172.70.35.89
Aggiungi un commento  Annulla 

39 commenti finora...

Re: UMBRIA: Anticipata la “transumanza” venatoria

lupo cazzuto non meriteresti risposta ... comunque il link che hai postato non tratta un incidente di caccia ma di BRACCONAGGIO che è tutt'altra cosa.
inoltre mi par strano che uno raccolga le pannocchie di notte ... spero abbiano indagato per un eventuale voluto depistaggio...

da Andy  19/09/2012

Re: UMBRIA: Anticipata la “transumanza” venatoria

Ciao a te, essere socialmente e familiarmente irrealizzato che cerca di riversare sugli animali le prorpie frustrazioni da irrilevante granello di sabbia. Tu appendi la penna (o la tastiera) e và nei paesi sottosviluppati a far del bene ai tuoi simili. Almeno salverai degli esseri umani.

da Sergio 59  03/09/2012

Re: UMBRIA: Anticipata la “transumanza” venatoria

Se alla domenica non riuscite a stare con le Vs care consorti, andate a raccogliere rifiuti e divideteli, portateli nei centri di smistamento.... farete del bene a voi stessi, alle generazioni future ed anche agli animali! Fate del bene, appendete il fucile al chiodo! Vi conviene! ormai siete ridicoli. Ciao sfigati!!

da Caccia che grande passione di merda  30/08/2012

Re: UMBRIA: Anticipata la “transumanza” venatoria

Un'immagine della caccia d'altri tempi, suggestiva e commovente, ma non pertinente con l'argomento trattato. Ci hai abituati ad interventi di maggior levatura. Anch'io, spesso, cado nei ricordi e mi immalinconisco a vedere quello che è la caccia oggi. Mio padre (anni 50) andava a caccia in treno pagando il biglietto per 2 cani e poi faceva 5/6 km. a piedi dalla stazione per raggiungere il posto di caccia. E quando, in strada, camminava doppietta in spalla nessuno lo guardava come un criminale, anzi la domanda ricorrente era "Preso qualcosa?" Oggi penserebbero "possino ammazzatte"!

da Sergio 59  28/08/2012

Re: UMBRIA: Anticipata la “transumanza” venatoria

condivisibile, devi andare dove vuoi, se così stabilisce una legge che te lo permette. Quando ero giovane mio zio mi portava a caccia, con un' ape, forse del 56, caricavamo sul pianale due bici, poi si andava in quei paesi, 'rischiosi', si posteggiava l' ape in piazza, sotto al municipio, davanti ai vigili, si saltava sulle bici, il cagnino a guinzaglio e via in campagna, si infrascavano le bici e si stava tranquilli, a parte le pedalate. Altri tempi. Oggi per portartele via segherebbero anche l' albero al quale le incanteni.

da Fromboliere  24/08/2012

Re: UMBRIA: Anticipata la “transumanza” venatoria

Carissimo Fromboliere, tutto giusto.
Però spiegami una cosa. Io vivo nella provincia di Napoli dove il territorio agro-silvo-pastorale è forse il minore ed il più povero d'Italia e l'unica selvaggina rimasta sono i circa 3.800.000 abitanti che Napoli e hinterland conta. Allora se io non vado ad Avellino o a Salerno o a Caserta a caccia non ci vado. E se i cacciatori di queste province volessero ragionare come quelli di Perugia....
Si sa che se tu hai territorio e io no devi cederne una parte a me perchè non ho scelto io di nascere e vivere a Napoli, mi è successo. Quindi, se la caccia è un diritto di tutti, devo essere messo in condizione di poterla anche praticare oppure sol perchè il mio territorio non lo permetteb resto a casa? Sarebbe come impedire ad un pescatore della Val d'Aosta, dove non c'è mare, di recarsi a pescare altrove.

da Sergio 59  24/08/2012

Re: UMBRIA: Anticipata la “transumanza” venatoria

.... ma ormai non è più sufficiente dichiarare una condivisibile libertà, in Sardegna, con un unico atc è vietato, per legge, cacciare a chi non ha la residenza. Però le gomme se le tagliano eccome tra quelli di Tempio e quelli di Olbia, solo per citare qualche caso che mi sia noto, succede ovunque ormai, ovviamente incivilmente, tra pescatori, cacciatori, fungai, tartufai, al punto che certi terreni sono stati apposta recintati, tartufo, e sorvegliati di notte. Ci sono cose, più o meno lecite, in questi atti che comunque manifestano la volontà di non condividere. Allora ci si deve sentire liberi ma a proprio rischio? non credo che basti a risolvere il problema, anche se ormai si tornasse alle leggi originali. Anzi, se così, per viziosa ipotesi, si facesse, sono convinto che scoppierebbero delle vere guerre. Secondo me è il principio del tartufaio che dovrebbe fare modello anche con la selvaggina, tutto ciò che c'è sopra, anche nella colonna d' aria soprastante al terreno, dovrebbe appartenere al proprietario. So che è un anatema, ma io penso che se sempre fosse stato così, oggi qui fuori dove mi trovo ora, ci sarebbe stata un consorzio di cacciatori che avrebbe provveduto anche alla riforestazione, invece trovo terreni comunali brulli e a mala pena utili ad una pastorizia asfittica, dove una volte c' erano foreste di alberi pregiati, andati tutti per costruire le flotte dei Doria, dei Lomellini ecc ecc. Allora tutti in Piemonte, e alla fine anche i piemontesi si sono.... 'risentiti'

da Fromboliere  24/08/2012

Re: UMBRIA: Anticipata la “transumanza” venatoria

condivido pienamnete quello che dice sergio 59..., nelle riserve come i pellerossa ci siamo già da tempo e ci stiamo scannando l'un l'laltro per le invidie e le gelosie che ci dividono per contenderci quel poco che rimane della caccia...

quello esposto nei miei interventi sopra è solo la descizione di come stanno le cose , per far capire a quelli che trovano la selvaggina vicino casa che se altri vanno nella loro zona ci vanno per necessità e che loro sono più fortunati perchè non devono muoversi più di tanto per praticare la propria passione e che dovrebbero accantonare egoismi e campanilismi vari.

da Andy  24/08/2012

Re: UMBRIA: Anticipata la “transumanza” venatoria

Vorrei rivolgere una sola domanda a Ternano & company, ma anche all'autore dell'articolo. Ma forse che i terreni di caccia sono di vostra proprietà? Avete un atto notarile? Li avete accatastati a nome vostro? Come dite, noooooo????? Allora non rompete i marroni agli altri. Il territorio di caccia è di tutti ed il fatto che io sia di xxxxxx non preclude che ci possa venire a caccia anche chi è di yyyyyyy.
Tutti li sempre pronti a criticare la legge 157 che ci impedisce persino di respirare e poi quando non ci conviene tutti pronti a scagliarsi contro l'un l'altro. Ma vergognatevi perchè se siamo al punto in cui siamo è anche colpa di quelli come voi. Il cacciatore è nato libero e tale deve restare. Di questo passo ci confineranno in riserve come fecero gli USA con i pellirosse in attesa della nostra totale estinzione.
Sono di un'altra regione che nulla ha a che vedere con l'Umbria (che peraltro amo) sotto il profilo venatorio ma l'Italia è una e anche la caccia dovrebbe essere un diritto di tutti dappertutto.

da Sergio 59  24/08/2012

Re: UMBRIA: Anticipata la “transumanza” venatoria

un campanilismo arcaico,con risvolti, se vogliamo, anche gretti.........................................................................................................................................



allora si è costretti a spostarsi... e li trovi chi ti spara alla macchina, chi ti buca le gomme, chi ti butta l'acido sul cofano, ecc. ecc. perchè lui è fortunato vive in un posto dove transita la selvaggina e non vuole dividerla con nessuno "straniero" neanche se da lavoro a suo figlio o se arricchisce il suo benzinaio e la barista del suo paese...

cacciatore italiano ? non esiste più ci sono tanti cacciaotri paesani questa è la nuova realtà.


da Alessandro Cannas.  23/08/2012

Re: UMBRIA: Anticipata la “transumanza” venatoria

ho solo esposto i veri motivi dello spostamento del cacciatore sul territorio, faccio presente anche che il "ternano" è visto come straniero già ad amelia che dista 20km e si trova nell stessa (ex) provincia o massa martana che di km ne dista pure meno.

il motivo è solo quello : chi ha la selvaggina sotto casa la vuole per se e non tollera il vicino che viene a caccia pure lui ... chi abita al centro città dovrebbe cacciare piccioni in piazza?

chi ama la caccia ad una particolare specie va dove quella specie ha un habitat ideale, e dove l'ambiente permette di cacciare.

il territorio non c'è più ... tra riserve parchi zone riservate nuove case e strade ho perduto l'80% dei posti di caccia che frequentavo 15-20 anni fa.

nei pochi posti rimasti mi chiedono perchè vado sempre li. ...

perchè prima andavo in un posto dove oggi sorge una villa con piscina...
perchè prima andavo in un posto dove oggi ci sono 12 villette a schiera a che per raggiungerle hanno fatto un um km di dtrada asfaltata e illuminata e dove non vedi più un animale...
perchè si sono create riserve per soli residenti, allargate altre già esistenti ecc.

perchè il territorio veramente libero è lasciato in mezzo alle case e alle strade tanto che in alcuni posti non puoi uscire dall'appostamento col fucile carico perchè sei a 150m esatti da case che ti circondano e i cui proprietari inveiscono continuamente perchè fai rumore

allora si è costretti a spostarsi... e li trovi chi ti spara alla macchina, chi ti buca le gomme, chi ti butta l'acido sul cofano, ecc. ecc. perchè lui è fortunato vive in un posto dove transita la selvaggina e non vuole dividerla con nessuno "straniero" neanche se da lavoro a suo figlio o se arricchisce il suo benzinaio e la barista del suo paese...

cacciatore italiano ? non esiste più ci sono tanti cacciaotri paesani questa è la nuova realtà.

da Andy  22/08/2012

Re: UMBRIA: Anticipata la “transumanza” venatoria

ho solo esposto i veri motivi dello spostamento del cacciatore sul territorio, faccio presente anche che il "ternano" è visto come straniero già ad amelia che dista 20km e si trova nell stessa (ex) provincia o massa martana che di km ne dista pure meno.

il motivo è solo quello : chi ha la selvaggina sotto casa la vuole per se e non tollera il vicino che viene a caccia pure lui ... chi abita al centro città dovrebbe cacciare piccioni in piazza?

chi ama la caccia ad una particolare specie va dove quella specie ha un habitat ideale, e dove l'ambiente permette di cacciare.

il territorio non c'è più ... tra riserve parchi zone riservate nuove case e strade ho perduto l'80% dei posti di caccia che frequentavo 15-20 anni fa.

nei pochi posti rimasti mi chiedono perchè vado sempre li. ...

perchè prima andavo in un posto dove oggi sorge una villa con piscina...
perchè prima andavo in un posto dove oggi ci sono 12 villette a schiera a che per raggiungerle hanno fatto un um km di dtrada asfaltata e illuminata e dove non vedi più un animale...
perchè si sono create riserve per soli residenti, allargate altre già esistenti ecc.

perchè il territorio veramente libero è lasciato in mezzo alle case e alle strade tanto che in alcuni posti non puoi uscire dall'appostamento col fucile carico perchè sei a 150m esatti da case che ti circondano e i cui proprietari inveiscono continuamente perchè fai rumore

allora si è costretti a spostarsi... e li trovi chi ti spara alla macchina, chi ti buca le gomme, chi ti butta l'acido sul cofano, ecc. ecc. perchè lui è fortunato vive in un posto dove transita la selvaggina e non vuole dividerla con nessuno "straniero" neanche se da lavoro a suo figlio o se arricchisce il suo benzinaio e la barista del suo paese...

cacciatore italiano ? non esiste più ci sono tanti cacciaotri paesani questa è la nuova realtà.

da Andy  22/08/2012

Re: UMBRIA: Anticipata la “transumanza” venatoria

... ora il dibattito comincia a piacermi! sempre merito tuo Alessandro, grazie

da Fromboliere  22/08/2012

Re: UMBRIA: Anticipata la “transumanza” venatoria

Il tema e' molto sentito, e' un reale disagio che vive la gran parte dei cacciatori Italiani,costretti a pagare per una libera circolazione, prevista dalla nostra Costituzione..Un sistema articolato modello bancomat che subiamo pur di poter esercitare la passione.Trasversalmente esiste l'egoismo umano,un campanilismo arcaico,con risvolti, se vogliamo, anche gretti..Quando invece dovrebbe esser l'esatto contrario...Un sistema nato con la 157, imposta su referendum vinti da noi.Idem la 394 che ha anche risvolti drammatici che andranno a peggiorare la situazione,con le aree contigue,RISERVATE solo ed esclusivamente ai residenti anagrafici che ricadono nell'area interessata(Campania docet)..Tu che stai fuori comune li non cacci, un privilegio per pochi a danno di tanti,con reazione a catena devastante,sulla percentuale di territorio destinato ad altri, il quale non sara' in grado di soddisfare la densita legale,conseguenza,ci saranno cacciatori che avranno due scelte o smettono o comprano un atc a 150 km da casa.Mentre i "fortunati" avranno a disposizione un territorio spropositato................Vi garantisco che questo indirizzo e' anche voluto, non dagli animalisti, che se la ridono..........La scelta?

da Alessandro Cannas.  22/08/2012

Re: UMBRIA: Anticipata la “transumanza” venatoria

Bravo Andy ,bravo per aver spiegato con pacatezza certe tematiche che portano al nomadismo venatorio anche se gli addetti ai lavori lo sanno e con certa gentucola vanno usate parole forti quanto lo loro e non carinerie. Anche io mi trovo nella tua stessa situazione e per non infrangere la legge dei “democratici muri di Berlino” che hanno una paternità ben definita di aaw. Se voglio un briciolo di libertà, sono costretto a sborsare 80€ alla Regione umbra +50 di ATC TR3+ 120€ per RI1. Se voglio cacciare in mobilità su RI2 x 20 giornate solo migratoria, devo pagare altri 25€, contro i 35 € del Laziale come tassa Regionale + 35 di ATC con mobilita gratuita su tutto il loro territorio ,se poi un laziale volesse cacciate a Terni paga anche lui 120€. Entità laziali che non hanno di che cacciare se non cinghiali perché altro non offre Terni e anche i confinanti laziali costretti a pagare per non infrangere la legge del “nostro “ muro. A volte mi chiedo come cxxo si fa a essere associati a certe aaw responsabili di queste nefandezze. Dopo aver pagato la tassa nazionale, regionale, il pizzo a questi nullafacenti se ne escono gli imbecille di turno che si alternano da Nord a Sud passando per il centro senza escludere le isole che mettono ulteriori paletti (come se non bastassero quelli che ci mettono la politica e gli animalari ) solo perché si trovano in situazioni ambientali + favorevoli alla migratoria. Come dicevo sopra allo schifo si aggiunge ancora +schifo e non ci accorgiamo quanto male ci stiamo facendo perché se la caccia subisce restrizioni o si chiude ci stiamo dentro tutti.
Cordiali saluti
Ps. combatti sempre per la tua e l’altrui liberta e contro il RAZZISMO venatorio da qualunque parte esso provenga. In bocca al lupo per la tua stagione venatoria

da Ternano  22/08/2012

Re: UMBRIA: Anticipata la “transumanza” venatoria

... poveri italiani, italiani poveri

da Fromboliere  21/08/2012

Re: UMBRIA: Anticipata la “transumanza” venatoria

io caccio solo migratoria... Se si ha la fortuna di vivere in un posto dove la selvaggina transita maggiormente e dove c'è spazio per cacciare si finisce per pensare che ovunque sia cosi... e non ci si spiega perchè altri debbano venire nei terreni propri a caccia e li si vorrebbe a casa loro... invece non è vero c'è chi abita in città , chi addirittura in un parco o che comunque nei dintorni non ha grandi prospettive di divertirsi cacciando, a volte anche per eccessiva presenza di cacciatori "paesani", se il territorio è risicato da case strade parchi riserve ecc ecc e è solo marginalmente interessato dal transito migratorio si finisce volenti o nolenti a doversi spostare per cacciare, io sarei ben felice di cacciare sotto casa o nei dintorni, risparmiando benzina, auto, ore di viaggio e di sonno, ma purtroppo se voglio cacciare e non semplicemente portare a spasso il fucile devo per forza spostarmi un e po' e bada che anche a pochi km da casa sono già considerato "straniero".

vivo a confine con un ambito del lazio e appena lo supero sono straniero a casa mia... anche se ci arrivo in bicicletta. e ci spendo normalmente i miei soldi, e per il quale pago 4 volte la cifra che paga un mio vicino di casa che sta di la del confine.

l'italia è degli italiani e tali ci dovremmo sentire ... la migratoria sorvaola l'italia secondo precise rotte migratorie ... se uno si sposta verso una di queste non è un ladro , ma un appassionato come te che vuole divertirsi e si sobbarca di costi maggiori di quelli che in quel posto ci abitano.


il proliferare delle riserve per residenti con la scusa della caccia programmata è l'ultima frontiera dell'egoismo in cui abbiamo voluto degenerare, gli ambinetalisti che ci vogliono male hanno capito da tempo che l'unico modo per sconfiggerci è metterci l'uno contro l'altro e che la strada giusta per far questo era proprio legarci al territorio.



da Andy  21/08/2012

Re: UMBRIA: Anticipata la “transumanza” venatoria

Guarda che io non ho minacciato nessuno se pure ho messo in guardia l’autore del link perché a qualcuno gli potrebbero girare le [email protected]@@e già abbondantemente frantumate da certi individui. Caratterialmente non minaccio mai nessuno, io agisco quando è necessario e lo faccio in modo molto discreto non faccio piazzate da lavandaia.
Forse tu userai un’enciclopedia più aggiornata rispetto alla mia, nella mia si legge transumanza = spostamento di bestiame prevalentemente pecore, poi oggi con tutti i giornaliri che girano c’è anche il caso che il termini abbia cambiato e/o ampliato il significato, se cosi fosse, buon per l’autore del link. Per la cultura del tuo linguaggio ci potrebbe anche stare che Povera Gente sia offensivo, se ti senti offeso, agisci. Nel mio linguaggio ravviso che Povera Gente si differenzia e di molto da Gente Povera forse ti sei incartato un pochino?
Per le “perdite” esistono rimedi farmaceutici e “manuali”, per rinfrescare la memoria, il dazio lo dovevano pagare i ternani che oltre ad aprire le frontiere cinghialare, pagare balzelli Atc dovevano portare il loco un autocarro di fagiani e i “nordisti” umbri a tale richiesta han fatto orecchie da mercante. Poi parliamoci chiaro i “nordisti” umbri sono da sempre interessati alla Toscana quelli centrali che sono interessati a migrare sono una minima parte, mentre i “sudisti” Umbri sono costretti causa l’ingordigia dei “nordisti” nell’accaparramento vergognoso del territorio umbro, a dover chiedere ospitalità alle regioni limitrofe per carenza di territorio ma, come dicevo sopra sta per finire anche questa di PREPOTENZA.


Negare che il ternano non sia una sparatore offenderei non solo la mia intelligenza ma anche la mia integrità morale. Senza sparare nel mucchio, per quanto ne so io non è che i perugini siano che cxxxxo di meglio perchè anche voi esercitate la caccia alla migratoria e non credo che risparmiate cartucce, spoletini e folignati poi a meno che non li ripudiate come perugini vi riempio di mxxxa a voi lindi, casti e sensa peccato “nordisti”. Di quale cinofilia parli di quella da quagliodromo, quella falsa della tv spazzatura, quella dei racconti imbellettati, taroccati fiabbeschi, quella dei CD? No grazie noi abbiamo quella sul campo solo che non la possiamo esprimere a pieno nella provincia regione poiché la gestione e la mentalità è quella della pronta caccia e voi non ne siete di certo immuni. Per non offendere la tua intelligenza già fortemente compromessa ti cito Amelia paese della Provincia di Terni che la separano dalla città soli 20Km riconosciuta a livello nazionale come una delle CAPITALI della caccia tradizionale di colombacci.. Non a caso sono famosi in tutta Italia come richiami i “volantini” di Amelia con tecniche di caccia esportate e messe in campo in tutta Italia e non è il ternano a dirlo ma le enciclopedie di settore e in generale.

Saluti a te puro cacciatore “nordista” umbro.



da Ternano  21/08/2012

Re: UMBRIA: Anticipata la “transumanza” venatoria

Caro “nordista” umbro come di tu? la mamma degli imbecilli è sempre incinta? Sai che è proprio vero? Una macchina mi precede verso il posto di caccia, ad un certo punto ci si arresta perché si è giunti a destinazione, siccome le legge recita che l’appostamento temporaneo è di chi lo occupa per primo poiché non è vincolato per legge come quello fisso e di norma è relativamente distante dalla sede stradale fosse anche un carrareccia per motivi si sicurezza e anche per non essere disturbati da altri veicoli che transitano, mi attacco a correre per occuparlo prima del cacciatore che mi precede con la sua vettura. Stante al suo racconto non si ravvisano infrazioni di nessun genere, al contrario ravviso da parte tua un’infrazione perché la legge vieta di scorrazzare per i campi onde per cui se il ternano con quel gesto non è stato educato e sportivo il “nordista” umbro a collezionato una bella infrazione infilandosi con l’autovettura dentro la parata. Certo c’è da andar fieri raccontare simili prodezze. Questo in risposta al tuo post nell’altro sito. Dimenticavo tu sai che se non si fa parte di un’aaw non si possono immettere selvatici nel territorio altrimenti si va contro la legge? Stante cosi la regola in rispetto alla legge sei sicuro che tra i vari € ad personam non ci sia qualche spicciolo ternano?

da Ternano  21/08/2012

Re: UMBRIA: Anticipata la “transumanza” venatoria

... condivido il concetto...

da Fromboliere  20/08/2012

Re: UMBRIA: Anticipata la “transumanza” venatoria

A me invece l'articolo pare abbia dato solamente uno spaccato di realtà venatoria nella nostra Regione.
Partendo dal fatto che a mio avviso ci dovrebbe essere libera circolazione ovunque per la fauna migratoria è oramai un fatto innegabile che quanto descritto sopra, forse magari in modo esagerato, corrisponda ad un verità innegabile.

Fatto sta che l'Umbria rappresenta una goccia nel mare per quanto concerne la preapertura, in nessuna regione questa/e giornate si possono esercitare al di fuori del proprio ATC di residenza Venatoria. Glielo dico in quanto avendo 2 ulteriori ambiti al di fuori della nostra Regione, mi scoccia, ma mi debbo per forza adeguare e francamente non la giudico una nefandezza ma semplicemente un piccolo privilegio che si può pagare.

X TERNANO - A parte la ridicola minaccia di carte bollate per il termine transumanza il quale oggi è utilizzato anche come sinonimo per le persone fisiche che si muovo in massa, la stessa cosa la potrei rigirare con la frase PG - Povera Gente che sicuramente è molto più offensivo....

Tanto per rinfrescarle la memoria storica del perchè parte del mondo venatorio perugino ha le balle un pò girate lericordo questo:

- Perdita dell'apertura unica al 1° settembre: Difficoltà di stringere rapporti di interscambio tra laziali e ternani

- Perdita dell'apertura unica al 1° settembre: Difficoltà di stringere rapporti di interscambio tra laziali e ternani per quanto riguarda la specie cinghiale

- Perdita del Colombaccio in preapertura: Uno dei principali motivi ancora la difficoltà di stringere rapporti di interscambio tra laziali e ternani

Credo che Perugia, venatoriamente parlando abbia già pagato il suo dazio. La vostra bravura? Essere solo ed unicamente degli eccelsi SPARATORI e buoni cacciatori. Quando avrete la nostra cinofilia sia su penna che su pelo, quando avrete la cultura per la stanziale, quando raggiungerete il 50% di specialisti nella caccia al colombaccio, quando avrete la cultura della caccia in lago oramai persa causa parchi.... forse potremmo parlare. Pur essendo io un migratorista al 90% non ho mai basato la mia bravura sulla quantità dei carnieri ma solo sulla qualità cosa che non posso dire, per oggettiva conoscenza di amici ternani....

Saluti

da Scolopax Perugia  20/08/2012

Re: UMBRIA: Anticipata la “transumanza” venatoria

Pur usando toni forti,che colpiscono il lettore, il Ternano ha perfettamente ragione....L'articolo effettivamente,ha fatto girare l'elica anche a me...

da Alessandro Cannas  20/08/2012

Re: UMBRIA: Anticipata la “transumanza” venatoria

A tenà che fumi????

da Alpigino  19/08/2012

Re: UMBRIA: Anticipata la “transumanza” venatoria

C’è poco da ridere parassiti smidollati invertebrati aniamalari. Vi faccio notare che io come la maggioranza delle categoria quando c’è da Mxxxxo in Cxxx al lor sig ci alleiamo anche con il diavolo figuriamoci tra cacciatori anche se la pensiamo in modo diametralmente opposto. In certe circostanze siamo un’unica entità ci potete scommettere la testa.


da Ternano  19/08/2012

Re: UMBRIA: Anticipata la “transumanza” venatoria


Per quello che riguarda gli inqualificabili associali e la loro cricca di lustrascarpe totalitaristi, ancorati e sostenitori ancor oggi della ripugnante Cortina di Ferro e /o consimile, quelli che al motto :quello che è mio è mio e quello degli altri è mio ugualmente ne fanno tutt’oggi dottrina, voglio ricordargli che tutti gli esseri umani sono stati creati uguali con due diritti inalienabili , la VITA e la LIBERTA’. Anche se la libertà è un concetto astratto perché fino a quando si indosserà anche solo un paio di braghe, non ci si potrà dichiarare liberi, è meglio questa misera libertà che un odioso e sanguinario regime. Le barriere generano odio, violenza, malcontento, malcostume, invidia ed è dovere di ogni persona democratica, responsabile, onesta, civile e libera, attivarsi per estirparle al più presto. Questi recinti quasi invalicabili , sono fonte di corruzione, clientelismo, scambi di voti, ricatti dove oscuri e bizzarri personaggi totalitari dettano legge. Queste barriere sono state generate da menti perverse per attivare la cosiddetta soluzione finale e sono quasi giunti alla meta, prendiamone coscienza tutti, se vogliamo sopravvivere altrimenti ce ne per tutte le regioni italiane 20 o 21 a seconda se il Trentino si considera separato dall'Alto Adige dopo di che, non avendo più di che le lamentarsi, perchè nessuno invaderà più nessuno, queste menti oscurantiste si scaxxxo come da tempo immemore, per una palla di cuoio.

da Ternano  19/08/2012

Re: UMBRIA: Anticipata la “transumanza” venatoria

Ghettizzazione è una brutta parola però un freno bisogna metterlo. Ogni anno la stessa storia, arrivano come le cavallette. Ho sempre sostenuto che ognuno si deve coltivare il proprio orticello, ha tutto l'interesse affinchè cresca bello e rigoglioso.

da Maremmano  19/08/2012

Re: UMBRIA: Anticipata la “transumanza” venatoria

giusto... anche io sono residente, raramente mi capita di vedere un altro cacciatore quando esco...

da Fromboliere  19/08/2012

Re: UMBRIA: Anticipata la “transumanza” venatoria

Io sono Sardo e sono abituato ad andare dove voglio, non ci sono ATC quelli li avete voluti voi non offendetevi se lo dico , ma noi in Sardegna stiamo lottando proprio per quello perchè gli ATC sono stati la rovina per la caccia dovete cercare di riprendere potere voi su tutto il territori e vedrete che di litigi cosi non esisteranno più gli ATC fanno parte della nostra politica Mafiosa.
Buona caccia a tutti

da Massimo  19/08/2012

Re: UMBRIA: Anticipata la “transumanza” venatoria

ternano ti qualifichi da solo

da il gatto  18/08/2012

Re: UMBRIA: Anticipata la “transumanza” venatoria

ecco la caccia in Italia .... che spettacolo!! ahahah

da libero  18/08/2012

Re: UMBRIA: Anticipata la “transumanza” venatoria

Vai ternano facciamoci rispettare..... Io sono uno di quelli che pago l'atc pg1 e sento di avere lo stesso diritto di esercitare la caccia in questo atc come uno che ci risiede!!!!!!!!!

da Ternano2  17/08/2012

Re: UMBRIA: Anticipata la “transumanza” venatoria

Guarda che io sono nativo del senese ,ed ho tutti i parenti laggiu' ..anche il mio pseudonimo"alpigino"vuol dire t. sassello in senese...xciò'......saluti!!!!!!

da Alpigino  17/08/2012

Re: UMBRIA: Anticipata la “transumanza” venatoria

A fiorentino se noi non siamo ben visti non illuderti che le siate voi specialmente voi fiorentini. Faresti più belle figura fare un sondaggio prima di esporti con così tanta convinzione di essere un gradito ospite anche nella tua Regione. Mi citi Viterbo , che cxxxo ci fai tu fuori dalla tua Regione, nel grossetano nel senese fuori dalla tua Provincia? Non stai facendo esattamente quello che fanno i ternani? Tu puoi farlo perché toscano e in no perché sono umbro? Ma per cortesia!!!! sii più coerente con te stesso, evidenzieresti positivamente il tuo essere uomo.

da Ternano  17/08/2012

Re: UMBRIA: Anticipata la “transumanza” venatoria

A parte il fatto che sono fiorentino...voi ternani siete come il prezzemolo siete dappertutto e non avete rispetto x il territorio altrui vi trovo nel viterbese vi trovo nel senese vi trovo nel grossetano ...e credimi non siete benvisti io non voglio entrare in polemica assolutamente ....ma quello che posso dire è che se non riusciremo a gestire la caccia senza l' assalto alla diligenza non ci sarà futuro. saluti e IBL.

da alpigino  17/08/2012

Re: UMBRIA: Anticipata la “transumanza” venatoria

"Sarebbe il caso che in ambito nazionale si iniziasse a riflettere seriamente sull’anacronismo di continuare a considerare la fauna selvatica patrimonio indisponibile dello stato ed eventualmente ragionare su percorsi intrapresi da altri Paesi europei che non considerano la fauna selvatica come l’Italia”. Copio e incollo da altro post e non aggiungo il resto perché inutile alla solita esortazione: abolizione dell' art 842, creazione di zone venatorie private a compartecipazione collettiva, quindi assieme di territori gestiti in modo consorziale da associazioni locali di cacciatori. Ora se si comincia a parlarne già a livello politico, anche se regionale, comincio a nutrire qualche speranza.

da Fromboliere  17/08/2012

Re: UMBRIA: Anticipata la “transumanza” venatoria

Alpigino veramente se c’è qualcuno povero sei tu, non a caso sei targato PG cioè Povera Gente poi se i cacciatori ternani vengono in massa a farvi visita per voi non c’è trippa per gatti perché non siete proprio all’altezza di competere con la bravura di tali cacciatori. Perché tribunale ? perché l’art.594 /595 CP è sempre in agguato. Transuma il bestiame prevalentemente come da dizionario pecore, gli esseri umani viaggiano, emigrano, migrano, vagano, girano, si muovono, si spostano da un posto all’altro ecc.ecc. Usare quel termine è volutamente offensivo e ci può essere che si offende.

da Ternano  17/08/2012

Re: UMBRIA: Anticipata la “transumanza” venatoria

Povero Ternano.....!!!!!!

da Alpigino  17/08/2012

Re: UMBRIA: Anticipata la “transumanza” venatoria

ma cosa centra il tribunale e perchè?

da libero  17/08/2012

Re: UMBRIA: Anticipata la “transumanza” venatoria

Tanto per cominciare visto che di certo dai responsabili dei forum hai preteso l’occultamento della firma sei un’entità del valore di un soldo bucato. Tirare il sasso e nascondere la mano non è certo edificante. La transumanza viene riferita prevalentemente allo spostamento di bestiame e il termine usato da te è dispregiativo nei confronti di una realtà comunque ancora(spero per poco) umbra e da la misura che adotta un essere insignificante. Io ternano non sono una bestia e tantomeno pecora in transumanza, sono una persona che merita rispetto come lo meritano tutti gli esseri umani e lo esigo. Se vi è un cosi alto concentramento di cacciatori ternani, folignati, spoletini, è segno evidente che le istituzioni e gli organi di gestione lo hanno valutato e permesso e non sarai di certo tu che potrai sovvertire le cose. Ti è concessa la facoltà ma solo come cittadino e non certo come dirigente di denunciare eventuali illeciti commessi dai conduttori di cani dopo di che finisce la tua democrazie e inizia quella degli altri. Se la musica non ti suona bene, cambia Regione anche perché l’addestramento cani non ti porta via nulla di tuo che poi è di tutti gli umbri anche di quelli che non hanno il tuo ambito e sono costretti a pagare la tassa regionale tra le più alte d’Italia e anche di quelli fuori Regione che hanno acquistato l’atc . Non ti hanno fatto schifo però i soldi che sono arrivati da quelli che tu apostrofi come bestie sulle casse perugine e nel tuo atc. Ricordati sempre che sei venuto al mondo nudo e riparti con un vestito e un paio di calzini. Anche nascondere la tua identità venatoria è sinonimo di vixxxxa unità all’ingenuità di un dirigente allo sbaraglio quando afferma: (Da Presidente di circolo di una delle maggiori Associazioni Venatorie) non avevo dubbi della tua provenienza e non lasci nulla all’immaginazione. Quando nel 1884 Terni era già industrializzata voi ancora avevate come sostentamento solo la zappa e della transumanza ne avete le origini e ricordi molto vivi direi ancora attuali. Impara un poco di educazione e la consapevolezza del vivere in una società prima di metterti in gioco perché, potresti avere spiacevoli sorprese in qualche aula di tribunale.


da TERNANO  17/08/2012
Cerca nel Blog
Lista dei Blog