Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Archivio
<dicembre 2020>
lunmarmergiovensabdom
30123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031123
45678910
Mensile
novembre 2020
ottobre 2020
settembre 2020
agosto 2020
luglio 2020
giugno 2020
maggio 2020
aprile 2020
marzo 2020
febbraio 2020
gennaio 2020
dicembre 2019
novembre 2019
ottobre 2019
settembre 2019
agosto 2019
luglio 2019
giugno 2019
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
aprile 2011
marzo 2011
febbraio 2011
gennaio 2011
dicembre 2010
novembre 2010
ottobre 2010
settembre 2010
agosto 2010
luglio 2010
giugno 2010
maggio 2010
aprile 2010
marzo 2010
febbraio 2010
gennaio 2010
dicembre 2009
novembre 2009
ottobre 2009
settembre 2009
agosto 2009
luglio 2009
giugno 2009
maggio 2009
aprile 2009
marzo 2009
febbraio 2009
gennaio 2009
dicembre 2008
novembre 2008
ottobre 2008
settembre 2008
agosto 2008
maggio 2008
aprile 2008
marzo 2008
febbraio 2008
gennaio 2008
dicembre 2007
novembre 2007
ottobre 2007
settembre 2007
agosto 2007
luglio 2007
giugno 2007
mag31


31/05/2010 

Patrick De ContiQuante volte parliamo di caccia che trova le sue radici nell'ambiente rurale di un tempo, ambiente che era ricco di valori e tradizioni venatorie.

Quest'ultime per molti di noi sono per lo più sconosciute o si differenziano comunque di regione in regione.
 
Vorrei allora portare a conoscenza dei “riti”, delle usanze e della maniera di vivere la caccia di noi cacciatori friulani, o più precisamente carnici, sperando che voi amici cacciatori di altre regioni facciate lo stesso, in maniera che le tradizioni-venatorie non vadano perse e siano un'occasione per una crescita della nostra cultura di caccia.
 
Essendo nati, vivendo e cacciando ai confini con l'Austria, le nostre tradizioni sono fortemente influenzate dalle tradizioni austro-ungheresi, che si differenziano in qualche particolare dalle tradizioni germaniche.

 

IL BATTESIMO DEL CACCIATORE
 
Nel caso in cui un cacciatore abbia eseguito il suo primo abbattimento di una determinata specie, il cacciatore più anziano o con più esperienza provvederà a farlo inginocchiare a cavalcioni della preda ( non sopra ), e reciterà queste parole:
 
"Tu, che vuoi eguagliarci nella nostra passione, ricorda che la caccia e' un'arte da praticarsi con rispetto per la natura: non sfogando incontrollatamente la propria abilita' ma equilibrando l'esercizio del corpo e dello spirito; non attuando azione rozza e volgare,  non sfruttando insensatamente ma tutelando con passione l'eredita' tramandataci dagli avi; non commerciando ma ripristinando le sagge tradizioni; non divertendosi venalmente ma esercitando il sacrosanto diritto di uomini liberi, senza distinzione di professione o ceto, che hanno innato nel cuore l'amore per il selvatico. Cio' detto, ti consacriamo con questa spada degno seguace di Sant'Uberto: per Diana, per Nemrod, per il Cervo che hai ucciso !"
Alla fine di queste parole tutti i partecipanti alla caccia, a turno,daranno una frustata sul sedere al “neo-cacciatore” con un pezzo di ramo.
 
IL BRUCH E IL WEIDMANNS'HEIL
 
Il bruch in lingua tedesca significa “rottura” e deriva dal fatto che molti rami vengono spezzati per i vari utilizzi che proverò a spiegarvi.

Vengono utilizzati per lo più rami di abete rosso, pino, quercia e faggio.

Dopo aver raggiunto l'animale abbattuto e aver provveduto al suo sventramento, il primo rituale previsto è quello di porre un ramo sul foro d'entrata del proiettile.

Il secondo bruch dovrà essere leggermente tinto nel sangue della preda per poi trovare posto sul lato sinistro del cappello del cacciatore, mentre nel caso ci fosse un' accompagnatore l'abbattitore provvederà a porgere un terzo bruch, che verrà posto sulla parte destra del cappello dell'accompagnatore, con la mano sinistra mentre le mani destre si stringeranno augurandosi weidmanns'heil.

L'ultimo bruch sarà posto in bocca al selvatico abbattuto come simbolo di “ultimo boccone”, tributandogli così l'ultimo onore e saluto.

Il weidmanns'heil significa in una traduzione un po' stentata “salve folletto”, e viene utilizzato come saluto, augurio o ringraziamento al termine della caccia; solitamente si risponde con weidmann's dank stringendosi la mano.
 
                                                                                                           
Patrick De Conti

Tags:

Tuo Nome:
Titolo:
Commento:


172.69.62.64
Aggiungi un commento  Annulla 

9 commenti finora...

Re: Riti venatori

caro Cjargnel potevi scrivere un commento più intelligente

da patrick.deconti  14/06/2010

Re: Riti venatori

Patrick, non leggere troppi giornalini...

da Cjargnel  09/06/2010

Re: Riti venatori

Sono daccordo con te,lo sparo è l'ultima cosa la caccia è un insieme di emozioni.

da Vincenzo  01/06/2010

Re: Riti venatori

un saluto a tutti e grazie per i commenti. Come dice Nato cacciatore è veramente emozionante vivere queste esperienze come del resto lo è tutto ciò che fa parte della caccia, e non mi smetterò mai di ricordare che la caccia non è il solo sparo...

da patrick.deconti  01/06/2010

Re: Riti venatori

Errata corrige; nelle tradizioni

da Nato cacciatore  01/06/2010

Re: Riti venatori

Ottimo Patrik, deve essere sicuramente emozionante vivere una simile esperienza, e come fa giustamente notare Silvano, non stanchiamoci mai di urlare ai quattro venti, i valori, i sentimenti, gli stili di vita sani e rispettosi per la natura che ci circonda in tutto il suo insieme, anche per chi non meriterebbe la minima attenzione, si, mi rifersco a quelle persone che ci muovono attacchi indegni e inqualificabili. La nostra forza deriva appunto, da quella cultura nelle tradizione lasciateci dai nostri avi. Un caloroso abbraccio

da Nato cacciatore  01/06/2010

Re: Riti venatori

"..ricorda che la caccia e' un'arte da praticarsi con rispetto per la natura: non sfogando incontrollatamente la propria abilita' ma equilibrando l'esercizio del corpo e dello spirito; non attuando azione rozza e volgare, non sfruttando insensatamente ma tutelando con passione l'eredita' tramandataci dagli avi". Bravissimo Patrik ad averlo ricordato a tutti noi ed urlato a chi parla di caccia per sentito dire.

da Silvano B.  31/05/2010

Re: Riti venatori

Bello richiamare le ragioni di una tradizione. Perchè non fare altrettanto con le nostre tradizioni casalinghe? Quelle legate alle nostre cacce più comuni.....

da giorgio  31/05/2010

Re: Riti venatori

Una perla, tra i gioielli delle tradizioni.

da Fromboliere  31/05/2010
Cerca nel Blog
Lista dei Blog