Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Archivio
<aprile 2024>
lunmarmergiovensabdom
25262728293031
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293012345
Mensile
aprile 2024
marzo 2024
febbraio 2024
gennaio 2024
dicembre 2023
novembre 2023
ottobre 2023
settembre 2023
agosto 2023
luglio 2023
giugno 2023
maggio 2023
aprile 2023
marzo 2023
febbraio 2023
gennaio 2023
dicembre 2022
novembre 2022
ottobre 2022
settembre 2022
agosto 2022
luglio 2022
giugno 2022
maggio 2022
aprile 2022
marzo 2022
febbraio 2022
gennaio 2022
dicembre 2021
novembre 2021
ottobre 2021
settembre 2021
agosto 2021
luglio 2021
giugno 2021
maggio 2021
aprile 2021
marzo 2021
febbraio 2021
gennaio 2021
dicembre 2020
novembre 2020
ottobre 2020
settembre 2020
agosto 2020
luglio 2020
giugno 2020
maggio 2020
aprile 2020
marzo 2020
febbraio 2020
gennaio 2020
dicembre 2019
novembre 2019
ottobre 2019
settembre 2019
agosto 2019
luglio 2019
giugno 2019
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
aprile 2011
marzo 2011
febbraio 2011
gennaio 2011
dicembre 2010
novembre 2010
ottobre 2010
settembre 2010
agosto 2010
luglio 2010
giugno 2010
maggio 2010
aprile 2010
marzo 2010
febbraio 2010
gennaio 2010
dicembre 2009
novembre 2009
ottobre 2009
settembre 2009
agosto 2009
luglio 2009
giugno 2009
maggio 2009
aprile 2009
marzo 2009
febbraio 2009
gennaio 2009
dicembre 2008
novembre 2008
ottobre 2008
settembre 2008
agosto 2008
maggio 2008
aprile 2008
marzo 2008
febbraio 2008
gennaio 2008
dicembre 2007
novembre 2007
ottobre 2007
settembre 2007
agosto 2007
luglio 2007
giugno 2007
ott30


30/10/2023 11.43 

 
 
Ogni volta che vengo invitato a partecipare ad una battuta di caccia al cinghiale in una zona nuova, con un'altra squadra di colleghi cinghialai, magari in un’altra Regione, il mio primo pensiero è sempre: chi sarà il Capocaccia? Quella persona a cui, nel bene o nel male, dovrò la mia vita per tutta la durata della cacciata, senza se e senza ma. Perché chiariamo subito una cosa, il Capocaccia è il responsabile di tutto in assoluto,  dalle questioni giuridico - organizzative - legali alla sicurezza di cacciatori e ausiliari ed anche  dell’esito finale di tutta l’azione venatoria.
 
In una squadra di cinghialai “seria  e ben organizzata” non dovrebbe esistere né la democrazia né i sindacati, perché il solo a decidere cosa fare e quando farlo è sempre e soltanto il Capocaccia! Magari assistito e consigliato da alcuni validissimi “Vice”, ma da noi si usa dire: “Troppi galli a cantare non si fa mai giorno!”. Capisco che avere un ”Capo” non piace a nessuno ma in una coalizione pochissimo eterogenea, composta da una moltitudine di soggetti di tutte le età e di tutte le estrazioni sociali, la mano ferma di un Leader carismatico è fondamentale. Ovviamente un vero Capo ascolta tutti i consigli che gli possono venir dati, dal neofita neoiscritto nella squadra al componente anziano ultrasettantenne, ma poi TUTTE le strategie da adottare affinché la battuta riesca bene, senza intoppi né incidenti, spetterà  soltanto a lui deciderle. 
 
 
Che caratteristiche deve avere un bravo Capocaccia?  Innanzi tutto deve possedere una passione per la caccia in battuta al cinghiale pressoché assoluta. E per assoluta intendo che quasi tutti i Capocaccia che ho conosciuto nella mia vita non hanno mai praticato  nessun’altra forma di caccia che non sia stata la caccia al cinghiale in battuta. Il Capocaccia gli dedica  tutto il suo tempo libero trecentosassantacinque giorni l’anno, dal primo di gennaio al 31 di dicembre. A prescindere dagli obblighi da rispettare per motivi legislativi, la buona riuscita di una braccata è condizionata da tanti elementi, e solo con l’ausilio di cacciatori esperti si può ottenere il massimo risultato. Il Capocaccia deve possedere una profonda conoscenza del territorio, dei cinghiali, delle loro rimesse e delle vie di fuga preferenziali, in base alla stagione ed all’andamento climatico. Nelle ore diurne i cinghiali si rifugiano in zone molto variegate e, allo stesso modo, durante la notte spesso decidono di percorrere diversi chilometri per andare a cibarsi. In una giornata piovosa è sempre meglio cercare i cinghiali in zone dove c’è tanta roccia affiorante, nei periodi molto freddi difficilmente si rimettono nelle zone battute dal vento, e così via. Poi c’è il discorso della tracciatura e della disposizione delle poste. Sono due elementi essenziali della braccata vera e propria.
 
 
 
Un buon Capocaccia deve saper individuare dei cacciatori-tracciatori e coordinarli al meglio, in modo da poter aver un quadro completo degli spostamenti degli animali già nelle giornate precedenti alla cacciata. La mattina della braccata si alza prima degli altri, va sulla zona prescelta e comincia a ricostruire la trama dei segni lasciati dai cinghiali durante la notte come: grufolamenti, uso degli insogli, grattatoi, orme, etc. Talvolta si fa aiutare da un conduttore di un buon cane, per assicurarsi che le tracce siano fresche di rimessa e non della sera prima. Questo lavoro è essenziale per costruire una vera e propria mappa immaginaria (a volte anche consultando Google Maps!), che sarà utile in seguito per la disposizione corretta delle poste, per lo schieramento dei bracchieri e per l’individuazione delle ipotetiche lestre.
 
Al Capocaccia spetta il compito tedioso, ma indispensabile, di  compilare i registri di caccia e di ricordare a TUTTI i partecipanti alla battuta le regole fondamentali di sicurezza e di educato comportamento . Nella disposizione delle poste bisogna considerare sempre la direzione dei venti e un buon Capocaccia sa persino in quale direzione soffieranno durante tutto l’arco di tutta la giornata e non basandosi sulle previsioni del tempo, ma in base alla sua decennale esperienza. Ricordatevi che i cinghiali non muoiono mai “a vento cattivo”, cioè quando la brezza tira alle spalle del cacciatore di posta verso l’interno della cacciata. In queste condizioni, nonostante quel che si crede, un cinghiale percepisce la presenza dei cacciatori appostati anche da distanze considerevoli e non se ne vuole avvicinare anche se forzato. 
 
 
 
I cinghiali di solito, una volta scovati, tenderanno a ritornare da dove sono venuti, e quindi il Capocaccia dovrà prevedere tutte le possibili strade che potrebbero prendere per tentare d’intercettarli con successo. Piazzare bene le poste è un Arte che richiede una certa precisione, per ovvi motivi di sicurezza, ma anche per massimizzare l’esito della braccata. Un altro dei compiti gravosi che spetta al Capocaccia (ma non tutti lo fanno!) è quello di  accompagnare personalmente ogni singola posta per indicargli con precisione dove fermarsi e ricordargli come dovrà comportarsi senza possibilità di incomprensione. Gli spiegherà dove potrà e dove non potrà sparare per motivi di sicurezza e/o di cortesia coi compagni di braccata. Le poste normalmente vengono assegnate per “meriti” o per sorteggio. Quelle per merito si assegnano di solito nelle piccole squadre, a quei cacciatori che, dimostrata la loro abilità  con un’alta media di abbattimenti, si sono guadagnati la fiducia di tutti gli altri componenti della squadra, e senza pregiudizi  si permette loro di appostarsi nei punti migliori.
 
Le poste per sorteggio si assegnano di regola nelle grosse squadre  o durante le grandi battute tramite biglietti, palline numerate o per semplice conta, con lo scopo di non penalizzare o di non  favorire nessuno ed evitare spiacevoli disguidi e malcontenti. Dove e come piazzarle lo decide il Capocaccia a suo insindacabile giudizio.
 
Quando ad un cacciatore viene dato un tratto di bosco da sorvegliare, è come se ad un militare venisse affidata una “Consegna”. E’ superfluo sottolineare e ricordare che in battuta si caccia in tanti e che si usano armi potenti. Un calibro medio da carabina  ha una gittata di qualche chilometro, mentre le normali palle asciutte in piombo calibro dodici, se colpiscono un tronco, un sasso o uno specchio d’acqua con una determinata angolazione, hanno dei rimbalzi impossibili e spesso imprevedibili. Quindi prima di tirare il grilletto bisogna stare molto attenti a DOVE e a che COSA si spara, perché nel bosco non ci sono soltanto i cinghiali, ma anche uomini, cani ed altri selvatici, magari protetti, come daini e caprioli. 
 
 
 
 
Quando decidiamo di partecipare ad una battuta collettiva, dobbiamo partire consapevoli che saremo il piccolo tassello di un grande puzzle e per quel giorno il Capocaccia sarà in tutto e per tutto il nostro Dio. Dopo che vi verrà assegnata la posta, prima che il Capocaccia si allontani per piazzare la prossima,  chiedetegli se in quella zona è possibile pulire le linee di tiro oppure no. Perché  non dobbiamo dimenticare che ogni bosco o macchia ha una storia a se e spesso  anche un proprietario privato, a cui potrebbe dar fastidio che una moltitudine di persone gli modifichino l’habitat del suo terreno senza il suo consenso.
 
State tranquilli che anche in questo caso il Capocaccia saprà darvi tutte le indicazioni necessarie su  come comportarvi. Ho visto che nel bosco e peggio ancora nell’intricatissima macchia mediterranea avere la maggiore visuale possibile può fare la differenza se poter tirare ad un cinghiale oppure no. E’ chiaro che non bisogna “potare” tutte le piante che abbiamo intorno, ma è sufficiente eliminare qualche ramo che impedisce di scoprire bene quelle zone che in base alla nostra esperienza riteniamo “strategiche”. Su come un cacciatore dovrebbe star di posta ci sarebbe da scrivere un libro intero, ed io non ho la voglia di scriverlo come voi non credo avreste la voglia di leggerlo, ma affinché vada tutto bene, per il verso giusto credo sarà sufficiente attenersi a tutte le raccomandazioni che avremo avuto dal Capocaccia.
 
Sappiamo tutti che sono  stati fatti una infinità di corsi per abilitare cacciatori Esperti, Selecontrollori, Conduttori di canni da traccia, Conduttori di cani Limieri, vari tipi di guardie e guide  e  tanto altro ancora, ma non mi risulta  invece che  abbiano mai organizzato dei corsi per abilitare anche dei Capicaccia. Vi siete mai domandati il perché non li hanno  mai fatti?  Ma è semplice: perché Capocaccia si nasce…non si diventa!

 
Marco Benecchi
 
 
 
 

Tags:

Tuo Nome:
Titolo:
Commento:


172.70.175.89
Aggiungi un commento  Annulla 

35 commenti finora...

Re: Caccia al cinghiale in battuta: Il Capocaccia

Io lo scorso anno sono stato attaccato da un rotweiler ( non so se e' esatta la scrittura e nn me frega) con il mio segugio al guinzaglio..... un casino. Me la sono scampata perchè la proprietaria lo ha richiamato ed ubbidiendo ha lasciato senza fine l'attacco sferrato. Mi stavo difendendo a calci con le spalle ad un casotto ed il cane in braccio. stavo per crollare e finire con il mio fedele tra i canini di quella bestiaccia. Me la sono cavata con uno sdruscio sopra i pantaloni che ha arrossito poco più la coscia. E se al posto mio ci fosse stato mio figlio o mia moglie ? O io con la Browning ? ps: non ho sporto denuncia perchè l'idiozia è umana non dei cani .

da massy  14/11/2023 14.43

Re: Caccia al cinghiale in battuta: Il Capocaccia

Non lo dico io, basta leggere le cronache ogni giorno quasi, succede qualche incidente e grave, sempre pitbull e rotwailer. solidarieta' al cacciatore che ha dovuto difendersi da quello schifoso rotwailer! arresto per i genitori del bambino minorenne che girava con un arma al guinzaglio!

da Vietare pitbull e rotwailer oppure 10 anni di gale  14/11/2023 9.27

Re: Caccia al cinghiale in battuta: Il Capocaccia

ma te pensa se c'è uno a piedi o in bici cosa potrebbe succedere .... la Soarda invece di rompere i maroni ai cacciatori sarebbe meglio che controllasse TUTTI i proprietari di queste bestie pericolose, schedarli, istruirli per un corretto uso di questa ARMA perchè possono uccidere come un fucile o una pistola ma nel peggiore dei modi sbranando le persone PERICOLO ANCHE PER I BAMBINI !

da Roby  14/11/2023 8.27

Re: Caccia al cinghiale in battuta: Il Capocaccia

Un pericolo in campagna adesso sono anche i cani pericolosi che sfuggono agli idioti propietari , soprattutto pitbull e rotwailer cosa dovrebbe fare un cacciatore che si ritrova a un metro queste bestiacce se non difendersi ? notizia di poco fa un cacciatore per difendersi ha sparato ad un rotwailer che lo stava attaccando. io darei 10 anni di galera ai padroni della bestiaccia .

da Pericolo cani pericolosi che sfuggono ai propietar  13/11/2023 18.26

Re: Caccia al cinghiale in battuta: Il Capocaccia

IL TROLL ... E BASTA !! MA VAI A PORTARE IL CANE AL PARCO....MALATO MENTALE

da AH  13/11/2023 14.19

Re: Caccia al cinghiale in battuta: Il Capocaccia

La caccia al cinghiale non e' roba per te. Non capisci una sega e si vede....

da xquesto qui sotto  13/11/2023 11.29

Re: Caccia al cinghiale in battuta: Il Capocaccia

Il ritratto del Capocaccia fatto da Aristide è inquietante: io da un tipo di tal fatta voglio restare più lontano possibile!

da Capoucazz!!!  10/11/2023 14.40

Re: Caccia al cinghiale in battuta: Il Capocaccia

bhe lo scontro fisico mi sembra un tantino esagerato. Però la determinazione è un OBBLIGO! CHI SBAGLIA FUORI. perchè si deve sparare al momento giusto , nel modo giusto e nella direzione GIUSTA.

da Rino  10/11/2023 8.27

Re: Caccia al cinghiale in battuta: Il Capocaccia

Capocaccia si nasce . Il vero capocaccia e' uomo di comando detta legge e fisicamente anche e' un duro dal fisico d'acciaio ,conosce alla perfezione il regolamento sa' sparare ad un cinghiale in corsa e colpirlo dietro l'occhio di stoccata ,ma soprattutto sa piazzare i suoi uomini sul campo nei punti strategici e dando ordini decisi su dove e come sparare chi non ubbidisce kapputt! via dalla squadra!

da Aristide  10/11/2023 6.24

Re: Caccia al cinghiale in battuta: Il Capocaccia

la guerra sta distruggendo tutto ,beccacce

da ebreone  06/11/2023 11.43

Re: Caccia al cinghiale in battuta: Il Capocaccia

Vi brucia la verità eh??? Cacciatorini del tagliolo procurato da altri.

da U.  05/11/2023 12.40

Re: Caccia al cinghiale in battuta: Il Capocaccia

Perdonatemi sono un pezzente nessuno mi vuole sul posto di lavoro vengo preso in giro da tutti ho anche un lavoro di bassa categoria mia compagna e' grassa e brutta quanto la fame faccio anche cose che non si possono fare .

da Umberto  05/11/2023 8.28

Re: Caccia al cinghiale in battuta: Il Capocaccia

@Il vero Umberto, che il 70% dei cinghiali li abbattono i canai e' una cavolata. Dalle mie parti non e' cosi'. Secondo me scrivi per sentito dire e mentre posti in questo blog ti guardi allo specchio. Quello che scrivi degli altri in realta' vale solo per te. Secondo me non sei nemmeno un cacciatore di selezione. Sei solo una morto di fame che va alle cene degli altri perche' lui non piglia una sega...haha

da Il falso Umberto  04/11/2023 21.39

Re: Caccia al cinghiale in battuta: Il Capocaccia

Un abbraccio a tutta la toscana e agli amici cacciatori toscani per la tragedia che li ha colpiti , ma si sa i toscani non si arrendono mai, forza fratelli!

da Antonio  04/11/2023 13.31

Re: Caccia al cinghiale in battuta: Il Capocaccia

Umberto ha ragione.

da Roberto  03/11/2023 15.33

Re: Caccia al cinghiale in battuta: Il Capocaccia

Tutti vecchierelli ubriaconi ormai i cacciatori in braccata che si affidano ai cani (unici ad andare a caccia) per portare a casa il tagliolo di cinghiale.
Il 95% non sa dove cercarli, come cercarli, come stare alla posta, cosa fare mentre si è alla posta, non sanno niente di nulla. Cacciatori che da soli perderebbero la strada nel bosco!
La loro fortuna e’ il numero minimo per organizzare la braccata altrimenti li avrebbero già buttati fuori!
Infatti la braccata è organizzata per ridurre al minimo le occasioni di tiro delle poste! Gli abbattimenti sono realizzati nel 70% dei casi dai canai e da chi va con loro.
So che la verità vi fa male, ma tant’è!

da Il vero Umberto  03/11/2023 14.48

Re: Caccia al cinghiale in battuta: Il Capocaccia

segnalato ad asl

da X U mbertino  03/11/2023 10.00

Re: Caccia al cinghiale in battuta: Il Capocaccia

Affidati ad un serio capocaccia ubbidisci ai comandi e socializza con la squadra ,cosi' dimostri di essere un ignorante in materia di caccia al cinghiale .

da X U mbertino  03/11/2023 9.58

Re: Caccia al cinghiale in battuta: Il Capocaccia

abbiamo un Troll idiota su questo blog ! fine discussione.

da m  03/11/2023 7.24

Re: Caccia al cinghiale in battuta: Il Capocaccia

La selezione e' un tiro molto semplice ,poi con i moderni sistemi di puntamento direi anche un po da vigliacchetti.

da Gianni  03/11/2023 6.06

Re: Caccia al cinghiale in battuta: Il Capocaccia

I veri tiratori sono quelli come me di stoccata, riesco a prendere e centrare qualsiasi animale in corsa entro i 150 mt senza mirare!308w

da Gianni  03/11/2023 6.02

Re: Caccia al cinghiale in battuta: Il Capocaccia

@Umberto (quello vero) chi e' bravo nel tiro dinamico impara, con un minimo di applicazione ed impegno, facilmente anche il tiro meditato. Il contrario NON e' automaticamente vero. Probabilmente questo e' uno dei tuoi problemi. Si dice che "chi disprezza, compra"!
Inoltre chi pratica la caccia alla cerca VERA non ha bisogno di calcolare alzo e quant'altro perche' e' sempre un tiro a distanze moderate (massimo 150-180 metri) che NON lo richiede con NESSUN calibro. Se i tiri sono piu' lunghi allora non e' propriamente caccia. Direi piuttosto cecchinaggio....

da Umberto (quello finto)  02/11/2023 19.11

Re: Caccia al cinghiale in battuta: Il Capocaccia

Io pratico la caccia alla CERCA a Capriolo, Daino e Cervo.
Caccia da Champions.
Un paio di volte all’anno vado alla cena dei cinghialai del paese a rutto libero e mi godo lo spettacolo dei buoni a niente che erano capannisti e lepraioli falliti che si sono ridotti a mendicare il sacchetto della ciccia.

da Umberto (quello vero)  02/11/2023 18.32

Re: Caccia al cinghiale in battuta: Il Capocaccia

La selezione e' caccia da re ,bisogna saper sparare saper dare l'alzo giusto ,ma voi sacchettari della domenica cosa ne sapete.Sono un solitario e faccio un solitario al di'

da Umberto  02/11/2023 17.08

Re: Caccia al cinghiale in battuta: Il Capocaccia

rieccolo lo scemo lo avevano bannato, il malato psichiatrico e' tornato contro i veri cacciatori da braccata, nessuno lo vuole e lui rosica i pezzentello fallito

da Rieccolo  02/11/2023 16.29

Re: Caccia al cinghiale in battuta: Il Capocaccia

Che piaccia o no, la Caccia al cinghiale tradizionale e' la caccia in battuta e non c'e' solo quella con 50 poste, 20 battitori e 100 cani.....Inoltre la caccia in battua non e' solo quella al cinghiale. C'e' la caccia alla lepre che decismanete piu' dinamica per tutti e la stessa si potrebbe fare anche per i caprioli......
Ci sarebbe poi UNA forma di selezione che si puo' chiamare caccia ed e' quella d' avvicinamento. Stare seduti su un trespolo ed aspettare che fa notte, non ci vuole nessuna abilita' particolare. Bisogna solo munirsi degli strumenti adatti, stare zitti ed aspettare il momento giusto monitorando. E' una cosa che possono imparare TUTTI. Invece la caccia in movimento richiede abilita' e non e' per tutti.

da Flagg  02/11/2023 14.54

Re: Caccia al cinghiale in battuta: Il Capocaccia

Ah ah ah quanti buoni a nulla sacchettari della domenica si sono risentiti per aver ascoltato la verità!!!! Le poste? Gente sa 75 anni in su che fanno solo numero mentre a “caccia” vanno i canai che poi danni ai vecchietti il sacchetto degli avanzi!!!
La braccata? Salverei solo le cene, quelle a rutto e scorreggia liberi! Dove si mangia di tutto e di più senza moglie e suocera fra le scatole!!!
Per il resto mi godo in solitudine la selezione dove io sono il Re: decido se sparare o no, decido se uscire o no, decido dove andare, senza un CAPO che mi fa la paternale prima e dopo la caccia.
La battuta? Una caccia per buoni a niente!

da Umberto (quello vero)  02/11/2023 13.47

Re: Caccia al cinghiale in battuta: Il Capocaccia

Ma statti zitto pizzutello che ne sai ,anche per la selezione ci vuole occhio e cervello che a voi manca.

da Umberto il selection  02/11/2023 12.51

Re: Caccia al cinghiale in battuta: Il Capocaccia

Caro Umberto se vogliamo dirla tutta , sparare a fermo è molto più facile che non in corsa!! Selezione di cosa? no perchè dal capriolo al cervo passando per il muflone ce ne passa! Sparare a "zero" su una passione non condivisa non va mai bene. Inoltre non ti obbliga nessuno a partecipare . Tornando alla selezione ci sono dei personaggi che per fare un capriolo a 50 metri escono 30 volte !!! gente che non capisce un H di calibri, ottiche, munizioni, carabine, distanze che spara 5 capi all'anno ( come te ) e fa le pulci alla braccata perchè non SA sparare ad u cinghiale in corsa , cosi e come la volpe e l'uva! Umberto , ma facci il piacere!!

da Bracca  02/11/2023 11.25

Re: Caccia al cinghiale in battuta: Il Capocaccia

Uno dei motivi che mi fanno stare alla larghissima dalla braccata: avere un capo pure a caccia!! Io che sono un anarchico individualista non ho mai avuto simpatia per qualsivoglia autorità! Un altro motivo sono i canai con carabina che abbattono più cinghiali di tutte le poste messe insieme: già, le poste: gente in gran parte incapace di andare a caccia per proprio conto, gente che non porta mai nulla a casa tranne il sacchetto del cinghiale abbattuto da altrui!
L’unica cosa bella di questa caccia sono le cene pantagrueliche alla capanna con rutto rigorosamente libero.
W sempre e solo la selezione

da Umberto  01/11/2023 13.46

Re: Caccia al cinghiale in battuta: Il Capocaccia

Uno dei motivi che mi fanno stare alla larghissima dalla braccata: avere un capo pure a caccia!! Io che sono un anarchico individualista non ho mai avuto simpatia per qualsivoglia autorità! Un altro motivo sono i canai con carabina che abbattono più cinghiali di tutte le poste messe insieme: già, le poste: gente in gran parte incapace di andare a caccia per proprio conto, gente che non porta mai nulla a casa tranne il sacchetto del cinghiale abbattuto da altrui!
L’unica cosa bella di questa caccia sono le cene pantagrueliche alla capanna con rutto rigorosamente libero.
W sempre e solo la selezione

da Umberto  01/11/2023 12.34

Re: Caccia al cinghiale in battuta: Il Capocaccia

Non lo sapevo, e sinceramente ne sono un po' sorpreso....
Perchè, come ho scritto...
CAPOCACCIA SI NASCE NON SI DIVENTA
Almeno secondo il mio parere..
Saluti
Marco

da Marco B x Bracco  31/10/2023 6.58

Re: Caccia al cinghiale in battuta: Il Capocaccia

Marco in Emilia il corso da caposquadra esiste eccome

da bracco  30/10/2023 17.48

Re: Caccia al cinghiale in battuta: Il Capocaccia

Ottimo Marco.

da Massy  30/10/2023 15.42

Re: Caccia al cinghiale in battuta: Il Capocaccia

Tantissimi capocazza non sono cosi' ,fanno i gradassi dico in generale ,per esempio in una battuta invitato da un capoicaccia capocazzzzo a momenti non ci sparavamo in 5 persone messe male sul territorio.

da Pamplero  30/10/2023 14.04
Cerca nel Blog
Lista dei Blog