Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Archivio
<dicembre 2023>
lunmarmergiovensabdom
27282930123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
1234567
Mensile
novembre 2023
ottobre 2023
settembre 2023
agosto 2023
luglio 2023
giugno 2023
maggio 2023
aprile 2023
marzo 2023
febbraio 2023
gennaio 2023
dicembre 2022
novembre 2022
ottobre 2022
settembre 2022
agosto 2022
luglio 2022
giugno 2022
maggio 2022
aprile 2022
marzo 2022
febbraio 2022
gennaio 2022
dicembre 2021
novembre 2021
ottobre 2021
settembre 2021
agosto 2021
luglio 2021
giugno 2021
maggio 2021
aprile 2021
marzo 2021
febbraio 2021
gennaio 2021
dicembre 2020
novembre 2020
ottobre 2020
settembre 2020
agosto 2020
luglio 2020
giugno 2020
maggio 2020
aprile 2020
marzo 2020
febbraio 2020
gennaio 2020
dicembre 2019
novembre 2019
ottobre 2019
settembre 2019
agosto 2019
luglio 2019
giugno 2019
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
aprile 2011
marzo 2011
febbraio 2011
gennaio 2011
dicembre 2010
novembre 2010
ottobre 2010
settembre 2010
agosto 2010
luglio 2010
giugno 2010
maggio 2010
aprile 2010
marzo 2010
febbraio 2010
gennaio 2010
dicembre 2009
novembre 2009
ottobre 2009
settembre 2009
agosto 2009
luglio 2009
giugno 2009
maggio 2009
aprile 2009
marzo 2009
febbraio 2009
gennaio 2009
dicembre 2008
novembre 2008
ottobre 2008
settembre 2008
agosto 2008
maggio 2008
aprile 2008
marzo 2008
febbraio 2008
gennaio 2008
dicembre 2007
novembre 2007
ottobre 2007
settembre 2007
agosto 2007
luglio 2007
giugno 2007
set29


29/09/2023 

Si è concluso il processo civile contro l’uccisore dell’orso marsicano di Pettorano sul Gizio (fato che risale al 2014). Lo Stato e gli orsofili ne sono usciti vincitori: ma è stata vera giustizia?
 
 
La condanna – provvisionale – è infatti talmente pesante da suonare come spropositata, quasi peggio che se quella persona avesse ucciso un uomo! “25.000 Euro da risarcire ad ognuno degli organismi e autorità che si sono costituiti parte civile: Salviamo l’Orso, Parco Nazionale d’Abruzzo, WWF, LAV e Pro Natura” (ed è già stato richiesto il sequestro del quinto della pensione – di un pensionato ANAS!). La legge è legge ed è giusto che la si faccia rispettare, ma una tale pesante condanna si sarebbe giustificata solo a subirla fosse stato un VERO bracconiere, cioè, come quelli che in Alaska predano gli orsi bruni volontariamente e per una fine indiretto anche economico, ovvero con cognizione di causa, al pari di un assalitore di banca o di un omicida premeditato; ma condannare così una persona che ha sì ucciso un animale protetto (e che animale protetto!) solo perché, dopo varie aggressioni alla sua stalla, ha solo cercato di difendere i proprio interessi e, forse, anche la propria incolumità (quando un orso entra in una casa o in una stalla, non la si può né la si deve escludere!), bè, forse è troppo! Forse non è stata vera giustizia, e sembra piuttosto una vendetta, quasi una cattiveria. Tanto più che a subirne i danni non sarà solo la persona che ha sparato, ma tutta la sua famiglia, che dell’uccisione non può certo ritenersi responsabile. Ma soprattutto suona ingiusta per il fatto che i giudici non hanno saputo o voluto indagare sul come mai quell’orso anziché frequentare le proprie montagne come faceva un tempo, lui e i suoi compagni, si è ostinato a scendere nei paesi e a voler predare in quella stalla o pollaio; tanto più che i fatti  precedenti e successivi a quello letale, sono lì a dimostrare che sì, qualcuno ha certamente sbagliato o non ha fatto tutto il proprio dovere! Ecco, invece ha pagato solo chi ha premuto il grilletto di quel fucile. Di solito per gli omicidi questo non avviene, e la magistratura va anche a cercare i mandanti o i responsabili indiretti, così da suddividere con loro la pena. Perché non lo si è fatto per l’uccisione di un orso? Ecco, anche solo per questo, quella pesante condanna agli occhi di tanti non suonerà come GIUSTIZIA FATTA! “La causa civile è ancora in corso” hanno scritto i media. Bene, non resta che sperare che i giudici di quest’ultima istanza dimostrino più moderazione di quelli delle Corti precedenti, anche perché gli stessi media sembrano aver capito che forse si è esagerato, visto che hanno scritto  che: “come Leombruni, anche Centofanti confessò di aver ucciso l’animale protetto, ma accidentalmente. Dopo aver avvertito rumori provenienti dal suo cortile, uscì di casa armato di fucile, trovandosi di fronte un grosso esemplare, cadendo poi all’indietro e riportando una ferita alla tesa.
 
Nella caduta sarebbe partito il colpo che ferì gravemente il plantigrado, poi morto”. Una verità che forse non è proprio tale, ma che gli è molto vicina, se consideriamo lo stato psicologico della persona in quel momento. Che non è certamente quella di un sadico e deciso bracconiere come è stato dipinto! E, soprattutto, il fatto indiretto che se l’orso marsicano rischia l’estinzione non è più da tempo a causa di chi volontariamente ha voluto uccidere un orso (che poi sono stati casi rarissimi in Abruzzo, visto che la maggioranza è morta accidentalmente). E questo proprio grazie all’amore per quest’animale che il popolo abruzzese ha sempre avuto.
 
 
Franco Zunino

Tags:

Tuo Nome:
Titolo:
Commento:


172.70.42.135
Aggiungi un commento  Annulla 

2 commenti finora...

Re: Orsi e giustizia

Attenti giudici e paladini dell' orso, perche' se mettete quella persona sul lastrico, POTREBBE perdere la testa e SE non avra' piu' nulla da perdere e' POSSIBILE che si VENDICHERA' ammazzando tutti gli orsi che gli capitano. Poi quando i 4 orsi che sono rimasti saranno tutti morti Salviamo l’Orso, Parco Nazionale d’Abruzzo, WWF, LAV e Pro Natura s' attaccano al tram!! Sentenza sporopositata ed allucinante! Ma cio' non soprende visto il BASSO livello intellettivo di TUTTI quelli coinvolti nell' accusare e giudicare questa persona. Inoltre queste faccende non fanno altro che generare ODIO nei confronti di questi animali. Ce ne vuole per essere piu' STUPIDI di cosi'....

da Flagg  05/10/2023

Re: Orsi e giustizia

Vittoria degli animalisti ? Macchè, casomai una vittoria di Pirro. Tutto questo accanimento e cattiveria verso bravi cittadini che difendono la propria casa e incolumità da queste bestiacce puzzolenti, pericolose e inutili, che LO STATO SI RIFIUTA DI CONTROLLARE, altro non farà che riportare l'intera problematica nel buio: sapendo a cosa va incontro uno che abbatte un orso, per legittima difesa, la prossima volta farà sparire la carcassa e tanti auguri, senza allertare i carabinieri come hanno fatto questi due signori. E gli orsi torneranno a diminuire di numero magicamente, senza grossi proclami, nel silenzio. Tra l'altro sulla bufala dell'orso marsicano "in pericolo estinzione" molti ci stanno mangiando bene, anzi benissimo, grazie ai fondi che ricevono per tentare di fermare questa presunta "estinzione"... chi vuol capire capisca...

da Hunting  30/09/2023
Cerca nel Blog
Lista dei Blog