Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Archivio
<giugno 2024>
lunmarmergiovensabdom
272829303112
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
1234567
Mensile
giugno 2024
maggio 2024
aprile 2024
marzo 2024
febbraio 2024
gennaio 2024
dicembre 2023
novembre 2023
ottobre 2023
settembre 2023
agosto 2023
luglio 2023
giugno 2023
maggio 2023
aprile 2023
marzo 2023
febbraio 2023
gennaio 2023
dicembre 2022
novembre 2022
ottobre 2022
settembre 2022
agosto 2022
luglio 2022
giugno 2022
maggio 2022
aprile 2022
marzo 2022
febbraio 2022
gennaio 2022
dicembre 2021
novembre 2021
ottobre 2021
settembre 2021
agosto 2021
luglio 2021
giugno 2021
maggio 2021
aprile 2021
marzo 2021
febbraio 2021
gennaio 2021
dicembre 2020
novembre 2020
ottobre 2020
settembre 2020
agosto 2020
luglio 2020
giugno 2020
maggio 2020
aprile 2020
marzo 2020
febbraio 2020
gennaio 2020
dicembre 2019
novembre 2019
ottobre 2019
settembre 2019
agosto 2019
luglio 2019
giugno 2019
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
aprile 2011
marzo 2011
febbraio 2011
gennaio 2011
dicembre 2010
novembre 2010
ottobre 2010
settembre 2010
agosto 2010
luglio 2010
giugno 2010
maggio 2010
aprile 2010
marzo 2010
febbraio 2010
gennaio 2010
dicembre 2009
novembre 2009
ottobre 2009
settembre 2009
agosto 2009
luglio 2009
giugno 2009
maggio 2009
aprile 2009
marzo 2009
febbraio 2009
gennaio 2009
dicembre 2008
novembre 2008
ottobre 2008
settembre 2008
agosto 2008
maggio 2008
aprile 2008
marzo 2008
febbraio 2008
gennaio 2008
dicembre 2007
novembre 2007
ottobre 2007
settembre 2007
agosto 2007
luglio 2007
giugno 2007
set5


05/09/2023 

1 Proseguono le polemiche per l’uccisione dell’orsa Amarena. Alcune anche giuste. Peccato che esse non siano state espresse prima che la persona che l’ha uccisa avesse premuto il grilletto, quando in tanti avevano PREVISTO che il fatto sarebbe potuto accadere, ed anzi, che PRIMA O POI SAREBBE ACCADUTO, così come Amarena stava rischiando di morire per investimento da automobile. TANTI lo pensavano, ma NESSUNO ha scritto alle autorità competenti affinché mettessero fine al processo che aveva spinto Amarena e tanti altri orsi marsicani, a lasciare le loro montagne per i paesi, le stalle, le pizzerie, le conigliere e i pollai! Un fenomeno anomalo di cui è responsabile la cattiva o mancata gestione dell’orso marsicano che dura da decenni, finanche dai tempi di chi ritiene ORA di aver fatto il proprio dovere, mentre aveva dato inizio al fenomeno emigratorio dispersivo di questa popolazione animale, incentivando il disturbo turistico e facendo cessare quelle campagne alimentari di cui oggi si vanta di aver iniziato! Cessazione poi MAI PIÙ RIPRESA dalle amministrazioni che si sono succedute! E, peggio, condivisa da chi ha ritenuto e ritiene ancora di far tornare all’alimentazione di origine naturale gli orsi marsicani (quando essi da millenni abbinavano a questa quella di origine antropica: campi coltivati e greggi sui pascoli). Ignorando, volutamente, che l’alimentazione naturale era valida ma solo prima che l’uomo iniziasse a convivere con l’orso. Perché, scoperta la bontà ed abbondanza del cibo di origine antropica, ovviamente gli orsi vi si sono abituati, così come un bambino tra un piatto di maccheroni ed un gelato, sceglierà sempre il gelato! Ecco, proprio in questi giorni le montagne del Parco sono ricche dei frutti del Ramno, quelle bacche che ogni anno facevano rientrare nel Parco tanti orsi. Eppure al Ramno, Amarena e i sui fratelli e sorelle, stanno dimostrando ancora una volta di preferire l’alimentazione prodotta dall’uomo! Ecco perché Amarena è stata uccisa, non solo perché qualcuno gli ha sparato! Lo sparo è stato solo una conseguenza che si poteva evitare, facendo sì che Amarena non scendesse ad elemosinare cibo umano nei paesi del Fucino, come mai la sua genia aveva fatto in passato! I problemi, quali  essi siano, si risolvono andando alle loro radici, non polemizzando (peraltro, inutilmente!) sui fatti del presente, perché, se chi ha sbagliato con l’atto finale e per questo pagherà, nessuno va a vedere chi ha sbagliato, sia pure involontariamente facendo da mandante di fatto a quel… fatto (e scusate il bisticcio di parole)! Ora si apprende anche che le stesse autorità si sono opposte alla cattura dei due cuccioli di Amarena, ed hanno fatto bene, perché su tratterebbe di una cattura inutile (quei cuccioli hanno già imparato a cibarsi da soli), pericolosa e foriere di ulteriore addomesticamento; sperando così che almeno loro si possano salvare… a meno che prima del letargo non debbano incontrare uno dei tanti branchi di lupi che scorrazzano per tutto l’Abruzzo e che tanti ostinati lupofili non vogliono ridurre di numero!  Previsione di esperto: attenti, ci saranno ancora altri morti, fino a quando gli orsi marsicani frequenteranno le strade e i paesi. E non è segno di rispetto lasciare che si cibino finanche nei ristoranti come è successo di recente, ma solo di timore; quel timore e fastidio che potrebbe armare altre mani!

2. Ci sono alti rappresentanti delle varie fedi cristiane che hanno addirittura benedetto le guerre (ed hanno sbagliato, perché in guerra si uccidono gli uomini!), ma che si gridi allo scandalo perché un prete cattolico voglia benedire delle armi da caccia forse è troppo (ci riferiamo a quanto è successo nei giorni scorsi a Marliana, nel pistoiese). In fondo la caccia è stata alla base del sostentamento dell’uomo fin dai tempi biblici, e fin dai tempi biblici andare a caccia è sempre stato anche uno piacere, un divertimento, uno sport, lo si chiami come si vuole. Perché è l’istinto dell’uomo o, meglio degli animali predatori cui l’uomo appartiene, procurarsi il cibo cacciando, e questo ha creato negli individui, compresi gli animali, sia una necessità sia un divertimento (o c’è chi crede che i nostri gatti domestici predino topi, lucertole, uccelli, bisce e finanche mosche solo per mangiare?). Necessità che fa parte della vita dell’uomo e di tutto il Creato: senza cibo non si vive, ed il cibo sono anche altri animali e tutto ciò che è vita su questo pianeta. Per cui, se dove si pratica la caccia, i credenti avanzano richiesta di benedire le loro armi come si benedicono i campi coltivati e tante altre cose, attività e mezzi, perché scandalizzarsi e ritenerlo scorretto? Sono forse scorretti i coltelli dei macellai, e quelli delle nostre cucine dove con gli stessi si lavora la carne di animali uccisi nei macelli? E quando un prete benedisce le nostre case, quindi tutto quanto esse contengono, non benedisce forse, di fatto, anche i coltelli delle cucine? O qualcuno ha mai visto un prete escluderli dalle benedizioni? Sono cose, queste, che fanno parte della fede di ognuno, e se chi la professa richiede di essere benedetto prima di partire per la caccia legittima, su quali basi ragionevoli e fideistiche il prete dovrebbe rifiutarsi di farlo e noi scandalizzarci se lo fa? Questa non è una domanda retorica. Lo spieghino, con riguardo alla coerenza, i fedeli alla religione animalista (riflettendo che forse la loro stessa esistenza porta alla morte di altri esseri, per non dire quella data per alimentare i milioni di animali di affezione che, appunto, dovrebbero essere fuori dal grande cerchio della vita, visto che il Creatore non lo aveva previsto, ed è stato l’uomo a farsene una ragione di vita alterando i cicli che il Creatore aveva stabilito).

3. Ancora una vittoria degli oppositori alla politica di Trump e difensori della Wilderness. In Alaska la Corte Distrettuale ha respinto tutte le richieste di prospezioni petrolifere che lo Stato voleva iniziare, grazie alla politica di Trump che le aveva autorizzate nell’Arctic National Wildlife Refuge (e che già erano state ridimensionate dall’attuale Presidente Biden appena insediatosi – cosa che fece andare deserte molte aste per l’assegnazione dei diritti). E’ il caso di ricordare che la fascia di ambienti in stato di wilderness della costa artica che Trump voleva a tutti i costi devastare con decine e decine di prospezioni petrolifere, è in pendenza di divenire accorpata all’Area Wilderness che comprende quasi integralmente il Rifugio Faunistico. Ed è una battaglia che dura dal lontano 1980, quando il Presidente Jimmy Carter fece designare l’Area Wilderness assieme a quasi 40 milioni di ettari di varie forme di aree protette dell’Alaska! Non è ancora l’assicurazione finale (ovvero l’inserimento di questa fascia nell’Area Wilderness), ma almeno si impedisce che nel frattempo venga devastata per sempre!

Tags:

Tuo Nome:
Titolo:
Commento:


172.70.135.54
Aggiungi un commento  Annulla 

2 commenti finora...

Re: Orsi, natura e caccia. Questione di buonsenso

si devono sparare....

da Oriano  18/09/2023

Re: Orsi, natura e caccia. Questione di buonsenso

Ma lo scopo dei ciarlatani a capo del progetto Life Ursus ed altre minchiate del genere e' proprio quello di far uscire gli orsi dal Parco vero e proprio, in modo da allargare l'areale a scapito dell' uomo. Infatti, si legge nel progetto UE di reintroduzione dei grandi carnivori che e' necessario recuperare altro territorio e se la convinvenza con l' uomo non e' possibile (e NON lo sara' MAI per ragioni talmente lapalissiane che anche un gallina lo capisce) si passa all' esproprio. Se questa non e' FOLLIA dimeti voi come si chiama. Questi metecatti credono di essere in America o in Africa, con grandi territori a disposizione ma non hanno ancora capito che l' Italia non e' e non sara' MAI piu' cosi', a meno di qualche cataclisma o peste o pandemia che spazza via tutto e si ricomincia da zero! A posteri le risposte.....

da Flagg  15/09/2023
Cerca nel Blog
Lista dei Blog