Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Archivio
<febbraio 2021>
lunmarmergiovensabdom
25262728293031
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
1234567
Mensile
febbraio 2021
gennaio 2021
dicembre 2020
novembre 2020
ottobre 2020
settembre 2020
agosto 2020
luglio 2020
giugno 2020
maggio 2020
aprile 2020
marzo 2020
febbraio 2020
gennaio 2020
dicembre 2019
novembre 2019
ottobre 2019
settembre 2019
agosto 2019
luglio 2019
giugno 2019
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
aprile 2011
marzo 2011
febbraio 2011
gennaio 2011
dicembre 2010
novembre 2010
ottobre 2010
settembre 2010
agosto 2010
luglio 2010
giugno 2010
maggio 2010
aprile 2010
marzo 2010
febbraio 2010
gennaio 2010
dicembre 2009
novembre 2009
ottobre 2009
settembre 2009
agosto 2009
luglio 2009
giugno 2009
maggio 2009
aprile 2009
marzo 2009
febbraio 2009
gennaio 2009
dicembre 2008
novembre 2008
ottobre 2008
settembre 2008
agosto 2008
maggio 2008
aprile 2008
marzo 2008
febbraio 2008
gennaio 2008
dicembre 2007
novembre 2007
ottobre 2007
settembre 2007
agosto 2007
luglio 2007
giugno 2007
dic21


21/12/2009 16.43 

 
 
Recentemente sono stato invitato da “Zio” Bruno negli studi del canale televisivo Caccia & Pesca per partecipare ad un incontro – dibattito tra i favorevoli ed i contrari all’uso del fucile a canna liscia per la caccia al cinghiale. Devo subito ammettere che, avendo partecipato decine di volte a quella trasmissione in veste di “esperto solista”, mi è un po’ dispiaciuto avere troppo poco tempo a disposizione per poter dire la mia come avrei voluto.
 
Così sono dovuto ricorrere alle pagine della nostra bella rivista (concedetemi di dirlo), per tornare sull’argomento in modo più dettagliato e spero definitivo. Durante la suddetta trasmissione si è parlato principalmente del fattore sicurezza (tanto per cambiare un altro punto a favore della canna rigata), niente da ridire, anzi, ma per me è stato come consigliare di aprire l’ombrello quando piove!
 
Dobbiamo SEMPRE preoccuparci, e non poco della sicurezza di TUTTI i partecipanti ad una battuta di caccia, ausiliari compresi, , ma non credo sia soltanto questo il motivo per cui un cacciatore di cinghiali dovrebbe usare un tipo d’arma piuttosto che un’altra. Se non ve ne siete ancora accorti, leggendo i miei precedenti articoli o vedendo le mie interviste in TV io sono tra i più accaniti sostenitori dell’uso della canna rigata per la caccia a tutti gli ungulati, cinghiale incluso.
 
Per la Cacciarella, la carabina la metterei addirittura obbligatoria, come lo è per la caccia in montagna e per la Selezione. Quante volte avete sentito pronunciare, oppure avete pronunciato voi stessi, delle frasi come questa: “Io con il fucile calibro dodici mi ci trovo troppo bene e quindi  ci voglio cacciare di tutto! Riesco a spararci d’imbracciata. Specialmente nell’intricatissima macchia Mediterranea”. Io invece ne vorrei pronunciare un’altra: “Il cinghiale va sempre mirato bene”. Sempre! Sia che il tiro  venga effettuato da due metri di distanza sia che si spari da settanta. E poi chi lo dice che in Maremma si tira quasi sempre a distanza ravvicinata? Siete raccomandati dal Capocaccia e tutte le volte vi piazza in una strettissima cessa tagliafuoco? O partecipate come tutti gli altri al sorteggio delle poste?
 
Allora, procediamo per ordine: la canna rigata (carabina semiautomatica, express, a leva o  combinata mista) è più potente, ha maggiore penetrazione ed è più precisa. Inoltre ha maggior gittata, possiede degli organi di mira migliori, può essere corredata di cannocchiale o di un sistema di mira elettronico, spesso può sparare un numero quasi triplo di munizioni ed infine, stando alle statistiche, un proiettile è anche meno soggetto a pericolosi rimbalzi di una comunissima palla calibro 12. Punto e basta! Questi sono i “pro” della carabina, ma visto che sono una persona estremamente sincera ed obiettiva, vi illustrerò anche i pochi “contro”.
 
Purtroppo nove carabine su dieci sono molto sbilanciate in avanti, specialmente quelle camerate in calibri magnum, fino a pochissimi anni fa tutti i modelli in commercio  non permettevano modifiche di piega e di deviazione e per spararci discretamente bene necessitavano di una certa pratica. Vorrei anche aggiungere che una palla dai 6,5 gli 8 mm di diametro spinta ad altissima velocità (800 – 900 m/sec) danneggia la spoglia maggiormente di una Gualandi o di una Brenneke che a fatica raggiungono i 450 metri al secondo. Poi c’è il discorso economico.
 
Qualcuno (sempre in occasione della famosa trasmissione) ha sollevato il problema della spesa “insostenibile” che un normale cacciatore di cinghiali dovrebbe affrontare nell’ipotetico caso che una (buona) legge gl’imponesse d’acquistare una carabina. E i selecontrollori cosa devono dire? Mi sembra che nessuno si sia lamentato quando, alla consegna del tesserino, gli è stato detto che senza una buona carabina non era possibile praticare la caccia di contenimento alle specie ungulate.
 
Ammetto di aver visto parecchi neoselecontrollori che per risparmiare hanno riesumato vecchie glorie di guerra  come: Mauser  K 98, Mannlicher – Carcano, Enfield, ecc, ma, in linea di massima, quasi tutti i nuovi adepti sono dovuti correre in armeria a comperare un’attrezzatura adeguata se volevano andare a caccia di caprioli e  di daini. Come in tutte le cose, anche in materia di carabine “che potrebbero andar bene” per la caccia al cinghiale in battuta, in commercio ce ne sono per tutti i gusti e per tutte le tasche. Possiamo partire da alcune ex ordinanza che, con poche modifiche (tutte legali) possono diventare discreti ferri da lavoro come: le Simonov SKS e Norinco Type 56 calibro 7,62 x 39 Russian e le MAS 7,5 e 308 W (400 – 500 Euro) fino ad arrivare alle nuovissime e prestigiose Sauer S 303 (quasi duemila). Nel bel mezzo troviamo di tutto e per tutti, sia se ci orientiamo sul mercato delle armi nuove, sia su quello delle armi usate. E’ chiaro che se un prodotto costa meno della metà di un altro un motivo ci sarà senz’altro! Ora che abbiamo visto che per armarsi di canna rigata non bisogna spendere un capitale, perchè durante le battute si vedono ancora troppi fucili a canna liscia? E poi dobbiamo sorbirci le conseguenti lamentele: “
 
Che la palla calibro dodici non ferma il selvatico anche se ben colpito, che “fischia” pericolosamente quando rimbalza e che a una certa distanza perde parecchia della sua (già poca) energia. La differenza tra chi ama ed usa il calibro 12 da chi invece si trova molto bene con la canna rigata sapete qual è? Chi adopera la canna liscia non perde mai occasione di criticare quella rigata, come se fosse un nemico da combattere. Se ti azzardi a discutere con qualcuno dei più accaniti sostenitori della “palla asciutta” ti viene da strapparti i capelli (o di prenderlo a pugni).
 
“Ho abbattuto grossi verri da oltre 100 metri!”.”Ancora oggi con il mio sovrapposto con le canne tagliate riesco a colpire il collo di una bottiglia di birra da settanta metri di distanza”. Quante volte vi sarà capitato di sentirlo? Finché la legge attuale rimarrà invariata, ognuno potrà usare sia il fucile a canna liscia sia l’arma rigata per la caccia al cinghiale in battuta; a me sta bene, basta che i primi, poi, non si facciano tentare di usare “ogni tanto” anche qualche provvidenziale cartuccia caricata a terzarole. Per quanto riguarda il confronto tra le prestazioni delle due concorrenti, credo che il discorso possa ritenersi chiuso una buona volta per tutte  e senza appello. Ripeto ancora, ognuno a caccia può usare quel che vuole, ma per cortesia non torniamo più sull’eterno dilemma: qual è meglio e quale è peggio, sarebbe come paragonare un’auto sportiva ad un’utilitaria.
 
                                                                   Marco Benecchi 

 

 

 

VAI AGLI ALTRI BLOG DI MARCO BENECCHI

Tags:

Tuo Nome:
Titolo:
Commento:


162.158.62.239
Aggiungi un commento  Annulla 

87 commenti finora...

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Carabina strasser in 308 ,oppure comprati una argo benelli .non vedo a cosa possano servire tutti questi calibri che vengono cninuamente menzionati ,se col solo 30,06 oppure 308 io ci vado a acaccia da 50 anni che cosa me ne faccio di un 270 .datemi retta fatevi una carabina strasserr e non avrete bisogno piu' di chiacchiere alla bennecchina

da Fioal  08/04/2016 16.02

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Gentilissimi amici, come tutti voi sono anche io un seguace di Diana, i vostri dibattiti ed in primis i super dettagliati articoli del Sig. Bennecchi, mi appassionano molto.
Sono un ragazzo di 23 anni quest'anno e' la mia quinta stagione venatoria, sono amante della caccia con il cane da ferma ,specialmente del setter inglese e delle beccacce, ma non disdegno certo dei fagiani e di qualche battuta al cinghiale.
Grande appassionato di doppiette, dispongo anche altri fucili fra i quali quello che uso più di tutti un benelli montefeltro calibro 12 con canna 66***.Non vi nascondo che una bella carabina nn mi dispiacerebbe, (prima o poi sarà nella mia fuciliera),ma quando si vedra' qualche soldo in piu', il sogno di un benelli execitive liscio mi tormenta! Purtroppo vado poco al cinghiale e in questi casi mi accompagna il mio benelli calibro 12, riconoscendo i suoi limiti e la netta e schiacciante superiorità della rigata.
Anche perché praticando solo e quasi esclusivamente la caccia con il cane da ferma uno prende confidenza con una sola arma (come in tutte le cacce del resto)e chi come me va poco al cinghiale, dovesse prendere la carabina in mano 1-3 volte all'anno se nn e' un fenomeno incorrerà ad imbracciare un' arma che "nn sente sua".Ho spiegato il mio particolare caso,ma se dovessi fare solo ed esclusivamente la caccia al suide, la carabina sarebbe la scelta da fare!
Approfitto per chiedere al Sig.Bennecchi, un chiarimento su quale sia la miglior palla ( in termini di precisione, shok e tutto quanto)per la mia tipologia di canna ovvero 66***.Ho sempre tirato le federal e vanno bene e facendo un test balistico ,sparando ad un cartone( posto a 35/40mt),ben appoggiato una federal,una remington e una brenneke,ho appurato che quella che si e' avvicinata
più al centro e' stata la federal poi leggermente sotto la brenneke e ancora sotto la Remington.
Grazie infinite un cordiale saluto.
Giacomo

da Giacomo  12/01/2016 18.01

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Andrea Scusami ma mi sembra tu abbia le idee Molto Molto, confuse, e peraltro lo testimonia il tuo scritto spesso articolato di concetti indecifrabili, e in un pessimo italiano, credimi sono concetti presi qua e là ma non approfonditi da parte tua e riportati qui in questo tuo post ovviamente male. Orrore poi il calibro 20 rigato!!!! Ma che cosa scrivi? Inizia a documentarti per bene e cerca di capire cosa leggi. Ti consiglio sul web di leggere sui siti Earmi e Grurifrasca, poi troverai tantissime altre pagine ricche di nozioni corrette ed istruttive. Saluti Roberto

da roberto  05/11/2013 15.22

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

salve a tutti!!!Sono un ragazzo di 26 anni e non sono un cacciatore ma sono in procinto di prendere il porto caccia, ora pensando a che arma prendere in futuro contando costi qualità balistiche e sicurezza vorrei far capire a certe persone che la canna liscia o rigata che sia non fa molta differenza, dato che esistono cal.12 o 20 rigati!!! detto questo un calibro 20 a canna rigata usato come si deve funziona meglio di un 12 o 30 06 calibri descritti da certe persone qui sul forum per la caccia nel nostro territorio sardo!!! con questo dico che un 20 dato il diametro inferiore al 12 è più teso velocità più elevata e una palla più leggera che deforma progressivamente e quindi cede tutta l'energia all'animale(che sicuramente non pesa 200 kg)e con rinculo molto inferiore che danno possibilità di doppiare il colpo molto meglio e di aumentare la possibilità di fermare l'animale nel modo più corretto(senza farlo soffrire più di tanto cosa che le carabine fanno benissimo!!). ora.. le carabine esistono anche in calibri da pistola o sbaglio??? quanto costano le munizioni?????? ora io credo sia meglio per la nostra incolumità evitare determinate situazioni!!! una carabina convenzionale rimbalza con un angolo molto vicino allo 0 mi sembra attorno ai 6° cosa che con i canna liscia avviene con angoli fino a 35°, quindi se si va a caccia bisogna sapere che caxxo di arma si ha in mano e cosa fa l'arma in determinate situazioni con la munizione che si sta sparando dato che ogni munizione risponde in modo diverso al tipo di situazione ambientale!!! ora dato che a me non interessa sparare a volatili e sono interessato solo alla caccia agli ungulati io sceglierei un'arma tipo marlin o pump action in un calibro che non ha una gittata estrema come il 30 06 e non sia rischioso alla salute degli amici umani e non che vengono a caccia con noi come può essere un cal.12, ma che mette più tranquillità a chi la utilizza!!! un 44 magnum stoppa alla grande un ungulato, se preso dove va preso!! (sparare ai prosciutti si può fare anche a casa con la carabina ad aria compressa senza mettere in pericolo la vita di altri e far soffrire gli animali) ora il 44 magnum è un calibro a caso come molti altri, che da una via di mezzo di prestazzioni e che se ricaricato a casa costa una sciocchezza e non per forza va caricato a massima potenza ma per ciò che è la caccia in sardegna e dato che non si caccia tutto l'anno abbiamo tempo per conoscere meglio la nostra arma portargli delle modifiche per migliorarne le funzioni/
prestazioni e testare le nostre munizioni(cosa che gli amici della canna liscia non fanno dato che usano lo stesso fucile tutto l'anno e non si preoccupano di essere troppo sicuri di loro stessi)!!abbiate rispetto delle vostre armi e di chi vi sta intorno anche se sono le vostre prede!!! ora detto questo vorrei avere dei pareri da voi in merito alle mie considerazioni!! un saluto a tutti

da andrea  02/11/2013 17.16

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

salve a tutti!!!Sono un ragazzo di 26 anni e non sono un cacciatore ma sono in procinto di prendere il porto caccia, ora pensando a che arma prendere in futuro contando costi qualità balistiche e sicurezza vorrei far capire a certe persone che la canna liscia o rigata che sia non fa molta differenza, dato che esistono cal.12 o 20 rigati!!! detto questo un calibro 20 a canna rigata usato come si deve funziona meglio di un 12 o 30 06 calibri descritti da certe persone qui sul forum per la caccia nel nostro territorio sardo!!! con questo dico che un 20 dato il diametro inferiore al 12 è più teso velocità più elevata e una palla più leggera che deforma progressivamente e quindi cede tutta l'energia all'animale(che sicuramente non pesa 200 kg)e con rinculo molto inferiore che danno possibilità di doppiare il colpo molto meglio e di aumentare la possibilità di fermare l'animale nel modo più corretto(senza farlo soffrire più di tanto cosa che le carabine fanno benissimo!!). ora.. le carabine esistono anche in calibri da pistola o sbaglio??? quanto costano le munizioni?????? ora io credo sia meglio per la nostra incolumità evitare determinate situazioni!!! una carabina convenzionale rimbalza con un angolo molto vicino allo 0 mi sembra attorno ai 6° cosa che con i canna liscia avviene con angoli fino a 35°, quindi se si va a caccia bisogna sapere che caxxo di arma si ha in mano e cosa fa l'arma in determinate situazioni con la munizione che si sta sparando dato che ogni munizione risponde in modo diverso al tipo di situazione ambientale!!! ora dato che a me non interessa sparare a volatili e sono interessato solo alla caccia agli ungulati io sceglierei un'arma tipo marlin o pump action in un calibro che non ha una gittata estrema come il 30 06 e non sia rischioso alla salute degli amici umani e non che vengono a caccia con noi come può essere un cal.12, ma che mette più tranquillità a chi la utilizza!!! un 44 magnum stoppa alla grande un ungulato, se preso dove va preso!! (sparare ai prosciutti si può fare anche a casa con la carabina ad aria compressa senza mettere in pericolo la vita di altri e far soffrire gli animali) ora il 44 magnum è un calibro a caso come molti altri, che da una via di mezzo di prestazzioni e che se ricaricato a casa costa una sciocchezza e non per forza va caricato a massima potenza ma per ciò che è la caccia in sardegna e dato che non si caccia tutto l'anno abbiamo tempo per conoscere meglio la nostra arma portargli delle modifiche per migliorarne le funzioni/
prestazioni e testare le nostre munizioni(cosa che gli amici della canna liscia non fanno dato che usano lo stesso fucile tutto l'anno e non si preoccupano di essere troppo sicuri di loro stessi)!!abbiate rispetto delle vostre armi e di chi vi sta intorno anche se sono le vostre prede!!! ora detto questo vorrei avere dei pareri da voi in merito alle mie considerazioni!! un saluto a tutti

da andrea  02/11/2013 17.13

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Salve a tutti mi chiamo Giovanni sono un selecontrollore della provincia di catanzaro nonche capocaccia della squadra locale uso come da regolamento la carabina calibro 30.06 per la selezione al cinghiale con ottimi risultati, la canna liscia cal. 12 e cal. 20 cartucce gualandi ax o baschieri e pellagri per le battute per tiri che vanno da 5m a 50 metri è vero le palle della canna liscia rimbalzano ma anche quelle monolitiche per carabina non scherzano.

da Giovanni  09/05/2013 17.25

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Rigata ragazzi rigata!! Non fosse solo per la sicurezza. Quell'altre l'ho sentite fischiare eccome se sifischiano. Non per sbruffoneria ma quest'anno mi sono regalato una marlin 444...Se piazzi bene la prima sei oltre mteà dell'opera. In bocca al lupo a tutti per la stag. 2013/2014 e...accidenti a quelle che vanno di fuori. Quelle a palla s'intende.

da da Ghiacciolo  31/03/2013 16.46

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Alla caccia al cinghiale preferire la canna liscia alla canna rigata è come preferire andare a caccia con l'arco anzichè col fucile. Ma la ragione della preferenza della canna liscia alla rigata consiste nella spesa delle cariche, in quanto una confezione da venti della canna rigata costa il triplo se non il quadruplo della canna liscia, se va bene! Io preferisco la rigata, e per ovviare a questa spesa mi sono attrezzato di tutto per la ricarica, passione a parte! E' vero che anche le cartucce della canna liscia me le sono caricate sempre da solo, facendo dei tiri meravigliosi! Comunque se la caccia è una passione, aggiungiamo anche la passione della ricarica domestica, così si è cacciatori a tutt campo. Affettuosi saluti. Da Francesco

da [email protected]  27/09/2012 18.16

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

oibò, "soprapposto" mi mancava proprio, e pensare che l'ho sempre chiamato sovrapposto.....
se le vostre convinzioni sono come il vostro italiano, capisco il motivo che vi fà preferire la canna liscia al rigato.
saluti

da G.luigi  18/11/2011 19.29

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

sono d' accordo con marco benecchi; questa stagione andrò a caccia in battuta al cinghiale con un semiauto slug per poter usufruire delle cosiddette poste strette, in quanto da noi (basilicata) il capocaccia usa dire:tu con la carabina alla posta sul pianoro... che sarebbe una posta molto ampia ed all' aperto lontana dalla boscaglia.
a parte l' aneddoto, cerchiamo sempre di sparare in sicurezza e con cognizione di causa, qualsiasi sia l' arma che imbracciamo.
in bocca al lupo a tutti

da gr 81  17/09/2011 18.52

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Mi dispiace per chi caccia con loro, dalla mia squadra, se ti scoprono ad usare le terzarole, ti buttano fuori a calci nel culo......e se io fossi un canaio che, comunque, rimane davanti alla linea di tiro, mi incazzerei parecchio con questi illustri signori!!!!!
Ma evidentemente ci sono persone alle quali la propria vita gli và stretta.......

da Luca  12/09/2011 17.38

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

X luca p.,
sono pienamente d'accordo con te, l'arma k ci deve accompagnare nelle battute al cinghiale deve essere quella con cui ci troviamo meglio in assoluto..
X luca,
purtroppo le terzole le usano in molti e secondo loro sono le munizioni migliori

da al  12/09/2011 13.27

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Niente in contrario alle carabine,
sono più sicure e dovrebbero poter essere usate da tutti in tutte le regioni d' Italia, assolutamente niente contro il 12 o 20 che sia caricato a palla ( non a terzarole ) la vecchia palla asciutta è una caccia tradizionale e sarebbe veramente un peccato se uscisse una legge che ne vieta l' uso.
Sono convinto che non sia l' arma che di per se è più o meno pericolosa di un' altra, ma chi la usa, gli incidenti di caccia dello scorso anno non si sono verificati perchè la vittima è stata colpita da una palla di rimbalzo....ma perchè gli è stato proprio sparato contro!!
Non sono le armi ad essere inadeguate........a buon intenditore.......

da Luca  12/09/2011 7.31

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Aaaa, voglio precisare, ho usato anche la carabina, dalla benelli alla browning alla winchester, per questo ho detto che mi trovo meglio con il 12, non perchè ho padellato ma è proprio una questione di maneggevolezza tutto qui. Insomma, secondo me è una questione soggettiva.

da luca p.  07/09/2011 15.19

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

carabine, calibri 12, secondo me (personalissimo parere) è una questione di come una persona intende esercitare la caccia e di come uno si trova a maneggiare l'arma. Io personalmente preferisco il calibro 12 (sparando a palla e non a pallettoni intendo) solo perchè mi trovo meglio, a mio agio e lo sento molto più pratico in tutte le situazioni, la distanza bè certo, rispetto alla carabina è molto inferiore, ma anche lui fa il suo lavoro alla distanza giusta. Poi.....vogliamo proprio ammazzare tutto ciò che esce nel raggio di 150 metri? e suuu lasciamogli anche un pò di scampo no? se vanno via li troviamo la prossima volta...... un saluto a tutti

da luca p.  07/09/2011 15.17

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Anch'io uso sia la browning long-track 30.06 k il browning gold calibro 12, e li scelgo in base alla zona dove devo fare la battuta.. X la 30.06 uso le winchester 180gr mentre x il 12 uso B&P con palla slug, remington slugger, NSI con palla brenneke, winchester slug e alcune ottime ricaricate con palla gualandi da 32 grammi e con polvere D.N...

da al  01/09/2011 13.54

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Nello stretto e nei tiri veloci e vicini mi gioco una Gualandi con qualsiasi carabina in qualsiasi calibro. Da lontano indubbiamente la carabina aiuta, ma quando ti devi sparare fra i piedi......

da Filippo  30/08/2011 12.43

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Il bello del 12 è l' istintività del tiro...salvo qualche caso il 12 torna alla spalla più velocemente ed in maniera più precisa rispetto alla carabina.
Nelle berevi distanze è sicuramente più letale ( entro i 25-30 metri ), per le distanze superiori preferisco abbondantemente la carabina.
Io personalmente li uso entrambi, Benelli 121 canna 65 tre stelle caricata con le gualandi mi danno anche una discreta rosata a 30 metri. Browning Bar prima serie ( quella pesante ) con palle Federal soft point, io mi sono trovato bene e costano il giusto.
Ciao a tutti.

da Giuliano  27/08/2011 14.34

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Le carabine certamente superiori e personalmente le preferisco... Ma non si può negare k un 12 caricato con remington slugger o copper soli, federal con sabot, wincheter con palla foster o con palle sabot li stendono i cinghiali anche a distanze discrete 60/70 m

da al  27/08/2011 12.42

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Evidentemente Rambo usa ancora un moschetto napoleonico ad avancarica o peggio un bel sovrapposto con le canne tagliate in casa con il seggetto e terzarole....A Rambooooo ma vai in Cambogia!!!!

da Vik  25/08/2011 22.26

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Ma coglieteci invece di padellare tutti questi fucili moderni del czzo

da Rambo 4  24/08/2011 17.14

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Ma coglieteci invece di padellare tutti questi fucili moderni del czzo

da Rambo 4  24/08/2011 17.13

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Per Marco B,
nessuno mette in dubbio la tua esperienza, ci mancherebbe, ma darci una formuletta matematica serve a poco....te li faccio io i conti....10grammi a 900m/s bene sono 4050 J l' antagonista 31grammi a 450m/s sono 3150 J quindi niente da dire..... i numeri ti danno ragione!!!! Peccato però che i 3000 e passa J del 12 nel 90% dei casi vengono scaricati tutti addosso al verro, difficilmente la palla passa l' animale da parte a parte....i 150 grani della carabina invece sfondano l' animale nel 90% dei casi, fammelo tu ora il calcolo di quanta energia butti via.....sei sicuro che alla fine il conto non si pareggi????
Quì stiamo parlando di " battuta " al cinghiale, l' animalone peloso corre con i cani che gli mordono il culo, non è un bel tiro mirato e comodo da selezione, con il 12 l' animale lo fermi anche preso male....con la carabina....poi ognuno la pensa come vuole.
Comunque visto che di sport si tratta viva la sicurezza, speriamo che in tutte le regioni passi la legge dell' uso libero della carabina ( io sono della Toscana in provincia di Arezzo e quì, per gli abbattimenti in riserva, la carabina è un obbligo ) se ci si prende la mano si spara come con il fucile.
Un saluto a tutti gli amici cacciatori e cinghialai.

da Marcello  13/08/2011 9.13

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Buonasera a tutti,
per esperienza diretta direi che la verità stà esattamente nel mezzo...mi spiego meglio, il buon sempreverde 30-06 è considerato il calibro per eccellenza nella caccia al cinghiale........ne vogliamo parlare??? spesso se il porco non viene colpito in punti vitali e la palla non incontra ossa o cartilagine sfonda la preda da parte a parte....quanta energia ha rilasciato dunque???? Il cinghiale sicuramente andra a morire, ma dove??? Dopo quanto Tempo??? Ora prendiamo una buona Gualandi , Brenneke o quello che volete...la pericolosità del tiro a palla per il fucile a canna liscia è un dato di fatto e non si discute ma l' animale ( anche preso in un "prosciutto" ) non fà molta strada perchè 28 gr. di piombo difficilmente riescono a passare l' animale da parte a parte ( grazie proprio alla bassa velocità della palla ) e l' energia viene trasferita tutta sulla preda....devestante....anche se non muore sulla prima fucilata molto spesso ti dà la possibilità di doppiare il colpo e portare a casa " ciccia ".
Personalmete ho trovato un buon compromesso con un express camerato 8x57 jrs....palla più grande di un 30-06 ( quasi 1/2 mm in quanto il calibro 8 in realt è 8,22 ) e dalla velocità più bassa ( più o meno quanto un 308 ) che difficilmente sfonda l' animale ed utilizzando palle medio/morbide fanno un gran danno ( quasi come un 12 a palla ) avendo la sicurezza del " non rimbalzo " offerta da una carabina.
Un saluto a tutti.

da Luca  20/07/2011 15.30

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Condivido pienamente compreremo il combinato. Consiglio,Che'marca prendiamo e che'lunghezza di canne,io opterei per 60 cm.che' ne dici Antonio?aspetto notizie.Saluti a tutti.

da Martina 86  28/01/2011 3.31

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Buona sera a voi,e' un po' di tempo che' non colloquiamo sul blog,forse perche' siamo in periodo di chiusura,e siamo tutti presi a sparare le ultime cartucce dell'anno, o magari stiamo riflettendo su quanto abbiamo discusso sul blog e magari non si e' tanto convinti dell'uso del liscio o del rigato in situazioni che magari ci sono capitate durante la stagione venatoria che giunge al termine,per quanto mi riguarda e' proprio cosi',ci sono state delle occasioni da mordersi le mani per aver lasciato a casa la doppietta slug del nonno,non avendo fatto in tempo ad incannare tacca e mirino dei cinghiali a saltapassetto con relativa padella,o viceversa qualche' tiro forsato per il 12 a 90/100 mt. cinghiali scarseggiati non fermati sul posto magari andati a morire a 200 mt.dallo sparo.Stando cosi'le cose avrei deciso per la prossima stagione di aggiungere in rastrelliera un bel sovrapposto conbinato magari in cal.12/30.06 =12/8x57.Come si dice si potrebbe fare capra e cavolo o due piccioni con una fava,e poi magari siccome si fa'anche qualche cacciata a beccacce in zona bianca,dove spesso capita il cinghiale che ti carica lo spinone,e non hai il tempo di cambiare le cartucce con questa soluzione siamo pronti per il becco e per il pelo,per quanto riguarda invece il tiro lungo in battuta prima si manda la brenneke poi se non lo fermi si manda il 30.06,Bella idea discutiamola insieme,forse convinceremo anche turiduzzu e ci metteremo in linea col discorso di Giorgio Cipro.

da antonio  26/01/2011 23.30

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Sig.Benecchi il suo articolo non fa una grinza specialmente quando si riferisce al fatto che il cacciatore dovrebbe avere il diritto di poter scegliere se far uso o meno della canna rigata.

da Giorgio Cipro  09/01/2011 20.53

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Se usiamo i termini della sicurezza sul lavoro ...anche se parliamo di caccia, si definisce rischio la probabilità che un evento sfavorevole si verifichi, sia le conseguenze dell'evento.
Se utilizziamo la canna liscia e quella rigata i loro proiettili rimbalzando possono cagionare la morte(stesso danno) ma la probabilità che il proiettile rimbalzi è maggiore nella canna liscia dunque è più rischioso l'uso di questo tipo di armi.
Se le regioni fossero datori di lavoro per ogni incidente verificatosi sarebbe chiamata di fronte al giudice il quale visto il metodo proposto, più rischioso rispetto ad altri già conosciuti condannerebbe il datore di lavoro.
La regione Sardegna in particolare visto la scarsa densità di popolazione non capisco perché abbia vietato la canna rigata(?)
I proiettili sparati da una canna rigata sono più stabili rispetto alle palle per canna liscia anche sparando in mezzo alla vegetazione...provare per credere, contrariamente a quello che si pensa!
Saluti
P.S. Per uno studio serio si dovrebbe riportare la casistica degli incidenti accaduti nei vari anni e studiarci sopra ..vedi Francia!

da Cazador  08/01/2011 10.01

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

buona sera cazador,purtroppo gli incidenti di caccia oggi sono aumentati,non saprei dirti con certezza se sono dovuti alla canna liscia o la rigata,o il modo di mettere le poste a terra,infatti non e' mai successo sui palchetti.poi tante volte gli spostamenti delle stesse,,poste senza avvisare le altrex andare a vedere se'hanno colpito o meno,vedi l'amico della gherardesca,e casi simili.io credo che' tante volte facciamo delle cose veramente irresponsabili,e non so'che dirti,forse l'euforia,la freddezza,o proprio il poco addestramento per la pratica della caccia in battuta,magari senza nulla togliere a nessuno,bisognerebbe cominciare a pensare a qualche piccolo esame x l'abilitazione a tale esercizio,sopratutto per verificare se hai il giusto autocontrollo emotivo per poterlo esercitare.perche' non so' se ti e' capitato di notare,delle persone che all'avvicinamento della canizza e del selvatico,sbiancano e gli trema il fucile sulle mani.per dirti noi abbiamo formato un gruppetto,di sei sette amici ormai collaudati,e ci si capisce al volo,in certe situazioni,talvolta pericolose.ma ora chiudiamo con brutti discorsi.volevo dirti per quanto riguarda le palle del cal.12,sempre se lo usi,di provare le palle sauvestre,da prove che abbiamo fatto sono quelle che' rimbalsano meno,sono le piu' veloci,circa 590 ms. le originali hanno il bossolo marcato spartan,ma le carica anche la cheddite,costano carucce pero'vanno veramente bene.ti saluto cazador e' un piacere dialogare con te'.asta la vista a tutti.

da antonio xcazador  07/01/2011 23.02

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Certo che se miri bene cadono sia con liscio che con rigato :-) . Per le schegge di proiettili da carabina hai ragione, nel raggio di qualche metro le soft point producono una miriade di piccole schegge e qualcuna può creare danni specialmente agli occhi oltre che conficcarsi nella pelle, ma le palle del 12 sono mortali visto che conservano dopo l'urto una massa considerevole oltre ad una certa velocità, vedi l'ultimo incidente successo in Sardegna....un vecchio capocaccia ucciso da una palla di rimbalzo!
Ed in questo caso i gilet ad alta visibilità possono fare poco.
Poi evitiamo di tirare per aria..se una uccide a mille metri l'altra stende fino a mezzo km!

da Cazador x antonio  07/01/2011 18.55

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

buonasera a tutti voi vedo con chiarezza su questo ed altri blog che si continua ancora a fare un acceso confronto,tra la canna liscia e la rigata,senza fare chiarezza definitiva di cosa vogliamo fare con l'una o con l'altra.in fatto di sicurezza personalmente da esperienze avute non farei tante polemiche ne' sull'una ne'sull'altra infatti se una rimbalsa quell'altra scamicia,e tra le due visti gli effetti non vi auguro di prendere nessuna delle due.in pro' la prima non va' molto lontana l'atra ti fa secco a 1000 metri.chiarito questo chi del mestiere dovrebbe affermare il contrario di quanto esposto.abbiamo perso ed accecato diversi cani colpiti dalle schegge delle camice delle palle del 30.06 quindi tanto sicure non lo sono.ora siccome non vorrei piu' tornare sull'argomento,lascio a voi il giudizio finale.per quanto riguarda invece l'uso venatorio in particolare la caccia al cinghiale,se si spara da 0 a 50 mt.o nel folto credo che il 12 sia piu'che sufficente certo se andiamo oltre la canna rigata prevale senza ombra di dubbio.per quanto riguarda la velocita' di puntamento oggi le armi sono tutte ben allestite non ci sono grandi differenze,e' un problema di come ti trovi meglio,io personalmente le uso tutte a secondo dove si va'a caccia ma onestamente la doppietta'slug,specialmente al passetto stretto,la preferisco alla tacca e mirino.poi le chiacchere che uno li ferma e l'altro li accarezza e' soltanto pubblicita',per incrementare le vendite del rigato,se non avete ancora capito questo e'meglio non continuare.mi dispiace per gli amici della sardegna e quelli piemontesi che'non possono usare il rigato a cinghiale,ma non preoccupatevi io di padelle ne'sto'vedendo tante anche con i mitragliatori non date retta a chiacchere del meglio o del peggio.asta la vista e mirate la spalla,vedrete che cadono liscia o rigata.

da antonio  06/01/2011 2.45

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Io uso una carabina bolt action con mire metalliche per battuta...meglio di qualsiasi canna liscia.... anche per sportività ;-)

da Cazador  03/01/2011 19.40

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Io vado a caccia di cinghiali eslusivamente con canna rigata anche se non abbiamo posti ampi ed ho trovato la giusta misura con 8x57jrs express li brucia sul post0
ciao a tutti

da Sniper  28/11/2010 17.55

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

bravo avvocato pako, torniamo alla poesia della caccia, tra poco ci si rechera' a caccia in elicottero e supercarabine con computer e monitor incorporati,, io caccio all antica, e ne vado fiero,

da petro  11/08/2010 17.30

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

ritengo che la caccia al cinghiale sia sempre una forma di sport, quindi come in ogni sport la sfida deve essere quanto più basata sugli stessi livelli, quindi sparare con una canna liscia ci mette ad un livelli sivile al cinchiale, ai sostenitori della canna rigata dico che tra poco ci consigliate un bel AK-47 con caricatore da 30 colpi. ciao a tutti.

da Avv. Pako  04/08/2010 13.32

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

uh huhhahaha a h hahahhauuuauauau aa a ahahahhahahaha

da ha ahaha hahhaaha hahahahhaa ha a ahahahaha  01/07/2010 16.18

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Sono del parere che la stoccata è utile a pochi metri, mentre a 50, 60 70 metri serve un arma caricata con una cartuccia a palla molto veloce tipo quelle sottocalibrate con un buon anticipo e una buona mira. Anche io caccio il cinghiale con il mio fidato benelli slug cal 12 e 20, ma per tiri non oltre i 30, 40 metri,( sicuramente non di stoccata ) dopo colpire un cinghiale in corsa con il fucile è solamente fortuna,ma con la carabina è una cosa normale. ciao senza rancore.

da giovanni  29/06/2010 9.36

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

AH HAHAH A HA AHAHAHAHAHAHA LA CANNA LISCIA E' LA MIGLIORE

da pietro n. X ROBERTOSTR.  28/06/2010 19.39

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

TENGO IL FUCILE BASSO IMPROVVISAMENTE IMBRACCIO E MODESTAMENTE NON SE NE VA UNO.

da pietro n.  28/06/2010 19.37

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

NON DO NESSUN ANTICIPO POSSEGGO UNA MICIDIALE STOCCATA.

da pietro n.  28/06/2010 19.36

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Per pietro, mi piacerebbe sapere quanto anticipo dai a un cinghiale in corsa a 70 metri, con fucile a canna liscia.

da da giovanni  28/06/2010 14.32

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

MA CARRARMATI E BOMBE ATOMICHE NELLA RASTRELLIERA CE LI HAI?

da TuRIDDUZZU X ROBIERTO  24/06/2010 16.59

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Per PietroN.: Il tuo punto di vista è rispettabilissimo. Comunque, balisticamente, la canna rigata è più precisa della canna liscia. Personalmente, oltre a 4 carabine da battuta (cal. 35 Whelen, 9,3x62, 30.06, 300 WM), e 2 express (cal. 9,3x74R e 416 Rigby), anch'io nella mia rastrelliera ho un sovrapposto slug in cal. 12 che a volte mi porto in battuta tanto per cambiare, ma se quel giorno mi capita la posta "sbagliata", come mi è già successo, dove i cinghiali mi possono uscire anche oltre i 50-60 mt., resto a bocca asciutta, perchè nemmeno mi azzardo a sparare oltre a certe distanze... con canna liscia il cinghio non si dovrebbe sparare a più di 30-40 mt., mentre con la canna rigata ed una palla appropriata vai sul sicuro anche oltre i 100 mt. La balistica non è un'opinione....è certezza. Ciao

da RobertoST  24/06/2010 16.29

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Io uso un soprapposto slug caricato con una gualandi e una brennekk,fino ai 70 metri,vado benissimo, oltre nemmeno mi interessa abbattere i cignali io sono decisamente per la canna liscia

da PietroN.  24/06/2010 13.58

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

roberto str... h ahaha a a hahahaha

da ah hahahaha ahahaa  24/06/2010 12.23

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

huahah ahahahhaha a hauahuhahahhh a a a hahah ah ahuauuhauuauauau aaa..a.a.a.aaah ahauahah hauaaa ahhah a a a a ahhaha....

da ah aa a a ahahah aahahahahhahahahaha a a a ahah  24/06/2010 9.20

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Per turidduzzu: ahhh, smascherato finalmente, con i tuoi ultimi post hai chiaramente confermato, facendo trapelare che: 1) Non puoi; 2) Sei un morto di fame; 3) Sei apertamente e tremendamente INVIDIOSO degli altri e delle cose degli altri.... e mi scommetto una delle mie carabine (da regalarti, eventualmente, se perdo io), per ultima cosa, che perfino politicamente sei ideologicamente schierato a quell'area "rossa" estremista che da sempre fa certi discorsi simili ai tuoi applicati a tutto le aree del sociale.... Se perdi tu questa scommessa, però, evita di scrivere stronzate sui blog seri come questo, cortesemente, ehh! Convertiti alla normalità, altrimenti ti scoppia il fegato, prima o poi... l'ignoranza accieca e l'invidia uccide... convertiti alla normalità, figliuolo, sù!

da Roberto ST  24/06/2010 7.22

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Per turidduzzu: secondo me, dal tono e dalle parole che usi, sia qui che in un altro blog, tu non solo non capisci una mazza di armi e balistica... ma soprattutto sarai o un taccagno o un morto di fame che non può o non vuole attrezzarsi di carabina.... Un cordiale saluto a tutti gli amici e in particolare a MB di cui seguo tutto, comprese trasmissioni su caccia e pesca. Grazie Marco. Cordialità...

da RobertoST  23/06/2010 23.47

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Per turidduzzu: secondo me, dal tono e dalle parole che usi, sia qui che in un altro blog, tu non solo non capisci una mazza di armi e balistica... ma soprattutto sarai o un taccagno o un morto di fame che non può o non vuole attrezzarsi di carabina.... Un cordiale saluto a tutti gli amici e in particolare a MB di cui seguo tutto, comprese trasmissioni su caccia e pesca. Grazie Marco. Cordialità...

da RobertoST  23/06/2010 23.44

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Non sprecar fiato con chi di vera caccia non ne ha nemmeno la piu pallida idea

da Matadores x Turiduzzu  23/06/2010 21.09

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

SE DEBBO ANDARE A CACCIA CON QUELLE SUPER OTTICHE DA MARZIANO, E QUELLE BELLE CARABINE DA SIGNORINELLE, RICAMATE CON IL DISEGNINO,, RECANDOMI SUL LUOGO DI CACCIA CON MEGA SUV, O ADDIRITTURA IN ELICOTTERO,, COME SICURAMENTE IL SIGN.R ROBERTINO FA', LASCIAMO PERDERE LA CACCIA, NON NE POSSEDIAMO LO SPIRITO,

da turidduzzu  23/06/2010 21.05

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

PER L ESALTATO ROBERTO,, TU SICURAMENTE SEI TRA QUELLI CHE TRA POCHISSIMO ANDRANNO A CACCIA STANDOSENE A CASA IN POLTRONA .....

da turidduzzu  23/06/2010 21.00

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Per turidduzzu: secondo me, dal tono e dalle parole che usi, sia qui che in un altro blog, tu non solo non capisci una mazza di armi e balistica... ma soprattutto sarai o un taccagno o un morto di fame che non può o non vuole attrezzarsi di carabina.... Un cordiale saluto a tutti gli amici e in particolare a MB di cui seguo tutto, comprese trasmissioni su caccia e pesca. Grazie Marco. Cordialità...

da RobertoST  23/06/2010 15.12

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

questo e' un mio parere personale, con 300 cinghiali circa abbattuti in 28 anni di licenza tutti secchi con un vecchio soprapposto, tutte queste moderne armi e super ottiche , servono per chi di mira e tecnica, ne possiede ben poca!

da turidduzzu  23/06/2010 8.42

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Sono molto favorevole ad armi a canna rigata, per uso caccia ungulati, soprattutto x caccia al cinghiale anche nelle zone denominate ( bianche ).Cosi evitiamo di poter fare 2 tipi di caccia .E x gli amici Sardi ebbene che anche loro possano iniziare a cacciare con canne rigate ,perche volendo analizzando la palla arriviamo a risalire alla carabina che à sparato ,e trovare il padrone. Ciao a tutti e buon proseguimento grazie

da ciao sono Gattone 2370472010  23/04/2010 11.09

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Ciao a tutti, mi chiamo Jonny. avendo superato il corso selettori per cinghiali, tenutosi a catanzaro nel mese di febbraio, sarei intenzionato a comprare una carabina benelli argo. il problema: è meglio in cal 30 06 ho in 308w. domanda quale calibro dei due dà meno rinculo? La sudetta arma mi serve per sparare il cinghiale in battuta. Ciao di nuovo.

da Jonny  15/04/2010 18.35

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

qual'è il rapporto tra sicurezza e gittata?

da gino  17/03/2010 8.38

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Io sono della provincia di Alessandria, in Piemonte si può andare a cinghiali solo ed esclusivamente con la canna liscia. Chissà perchè non si decide nessuno a cambiare questa legge!!! Con la Sardegna, siamo le uniche regioni in Italia dove non è possibile usare la carabina...

E' per questo che io non vado a cinghiali, da queste parti ci sono stati già troppi incidenti!

Andrei a cinghiali se almeno ci permettessero di cacciarli di selezione con carabina da appostamento. X adesso è solo una vaga speranza.

Valerio P.

da Valerio P.  04/02/2010 13.55

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

ti ringrazio dell'aiuto....saluti. Mario.

da Mario  25/01/2010 12.48

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Certo! Purchè sia provvisto di solida bindella. Esistono molti accessori (sia di produzione italiana sia estera) che permettono di montare ottiche da mira tradizionali e/o elettronici su qualsiasi arma. Giorni addietro ho montato su una carabina il nuovo "punto rosso" compact della Konus e all'interno della confezione ho trovato proprio un adattatore Weaver - bindella. Consulti il catalogo A - Square. oppure contatti la ditta POLI NICOLETTA - ERREDI TRADING di Gardone Val Trompia che qualcosa trova di sicuro.
Saluti
Marco

da da Marco x Mario  25/01/2010 8.17

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

é possibile montare il cannochiale sul beretta silver pigeon????

da mario  22/01/2010 13.59

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Cari colleghi cacciatori. Vi scrivo dopo una bruttissima domenica dove ci sono stati 3 incidenti di caccia con un morto e 2 feriti gravi. 2 di questi si sono verificati nel comune di Luogosanto (SS) in due diverse compagnie di caccia.
Mi sembra ormai più che necessario l'utilizzo di giubbotti e berretti ad alta visibilità.
Spero che chi dovrebbe legiferare in merito finalmente faccia qualcosa. Ad oggi sono molto presenti SOLO quando gli servono i voti per superare lo sbarramento.
Per la sicurezza ribadisco che (visto che un incidente è dovuto ad una scheggia di palla asciutta impazzita) sarebbe opportuno dare la possibilità anche a noi cacciatori sardi di utilizzare le armi a canna rigata.
Nell'attesa di qualche segnale di fumo dal capoluogo di regione, speriamo che le 2 giornate rimanenti ci facciano parlare solo di bei tiri e padellate impossibili.

da Pietro da Arzachena  18/01/2010 21.12

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

per Doktorcash
Sono onorato di averti conosciuto e per aver espresso in poche parole ciò che e' accaduto domenica scorsa ad un porcastro in corsa che ho sparato a 50/60 mt di distanza. Purtrobbo devo dire che mentre noi discutiamo su cosa sia meglio tra palla asciutta o rigata, in Sardegna, in troppe squadre di caccia grossa, si continua ad usare solo ed esclusivamente la munizione spezzata. Tale munizione, a dire degli utilizzatori e' la piu' sicura.......ora per chi non conosce la Gallura (mia terra e luogo in cui caccio) parliamo di territori con forte presenza di roccia granitica. Spesso le poste sono tra le varie rocce e si spara a non più di 10 mt. Ora dico, già sparare con una palla asciutta e' pericoloso, figurarsi se si spara a pallettoni. Purtroppo sono passaggi obbligati nei quali i cinghiali si infilano come gli stambecchi. Ora non dico che una palla rigata,in tali condizioni non possa rimbalzare ma e' meno soggetta a tale comportamento, specialmente se si spara su angoli acuti.
Colgo l'occasione pe salutare Tonino da Arazachena e gli do appuntamento da Giovanni in armeria per parlarne di persona

da Pietro da Arzachena  16/01/2010 8.51

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Caro Benecchi,noi sardi non possiamo scegliere,non avendone facoltà ! Ovunque i politici italiani parlano di "pari dignità":principio non applicato in Sardegna essendoci vietata per Decreto Regionale l'uso della canna rigata per la caccia agli ungulati: ho sempre desiderato farlo e tale imposizione mi fa sentire cacciatore di serie "B"! Cosa aspettano ancora le varie associazioni venatorie presenti sul ns.territorio a proporre con forza tale utilizzo ? Ovviamente ogni cacciatore sarà libero di scegliere fra canna liscia o rigata,così come nel restante territorio nazionale.-Saluto e ringrazio tutti i cacciatori sardi sin qui intervenuti .

da Tonino da Arzachena  13/01/2010 20.39

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Il mondo è proprio piccolo, quello dei cinghialai ancor di più! La scorsa domenica la mia squadra è stata ospite di una squadra di Arzachena, e in tale occasione ho avuto il piacere di conoscere Pietro, che ha partecipato a questo blog. E' un cacciatore preparato, sinceramente innamorato della sua carabina H&K; essendo in Sardegna, entrambi abbiamo utilizzato durante la giornata i nostri 12 Slug.
Manco a farlo apposta, Pietro si è esibito in un tiro alquanto difficoltoso: ebbene, il cinghiale è stato sicuramente colpito (non si è trovata traccia della palla per terra) ma è riuscito ad allontanarsi e non è stato ritrovato, con grande disappunto nostro...e verosimile felicità delle volpi della zona, alle quali abbiamo aperto un ristorante di cacciagione. Spero che il prossimo anno la preparazione della splendida Dachsbracke che ho acquistato quest'autunno sia completata, ed invito tutte le squadre ad attrezzarsi di cane da sangue Per la cronaca, la giornata è stata freddissima e ventosa ma proficua, con 10 cinghiali a carniere, e l'ospitalità della squadra di Arzachena veramente squisita: un grazie di cuore a tutti loro.

da doktorcash  13/01/2010 13.08

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Il calibro 12 viene caricato con polveri molto vivaci e quindi che non necessitano di canne eccessivamente lunghe. La lunghezza varia con la strozzatura, infatti, sempre più spesso, si trovano fucili a canna liscia con i tubi da 600 - 650 mm ma con gli strozzatori interni. Gli Slug vanno benissimo per le palle aciutte. Per la canna rigata il discorso cambia. Il 308 w usa sempre polveri vivaci che bruciano benissimo anche in canne da 470 mm, mentre il 30.06 con palle di peso superiore ai 165 grani devono avere delle canne lunghe almeno 510 - 560 mm per non perdere di velocità. Con le canne corte delle REMINTON 742 - 7400, 750 E CON LE hk 940 k è BENE usere il 30.06 con delle palle da 150 grani, molto veloci, che non necessitano di eccessive lunghezze di canna.
Ok? Ariciao M

da da MB  11/01/2010 11.30

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Buongiorno,
Marco forse mi sono espresso male...i dati che mi hai riportato sono quelli che comunicano le case!! Ma come ben sai le prove e i rilevamenti che fanno (ammesso che le facciano) non vengono certo fatti in canne da 47cm. o 58 cm. rispettivamente per il 30/06 e il 12.
Volevo sapere secondo te quanto perde in velocità la palla del 30/06 sparandola in una canna corta come quella della H&K? E quanto perde quella del 12? Ha proposito....approfitto della tua disponibilità.....la canna poligonale della H&K offre vantaggi in termini di velocita rispetto ad una canna con rigatura tradizionale??
Ti ringrazio e scusa per l' insistenza e il mare di domande.
Saluti

da SPRINGER TOSCANO  11/01/2010 9.18

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

La dofferenza di energia cinetica è facilmente calcolabile. Una TIG in cal. 30-06 (ora UNI CLASSIC!) da 150 grani (circa 10 grammi) viaggia a circa 900 metri al secondo, mentre una buona palla asciuttta (Gualandi, Brenneke, Maremmana, Foster; Aquila, ecc) da 31 - 31 grammi raggiunge a fatica i 450. Fai i conti ricordando la formela che è: EC= 1/2 MV2 (ossia= Massa x Velocità al quadrato diviso due.
Ciao
M

da da Marco B  10/01/2010 17.32

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Bene Marco,
però mi interessa davvero sapere la differenza di energia cinetica tra la palla tig da 150 gr caricamento RWS sparata dalla mia HK 770 K in 30.06 e la palla brennek cal 12 in caricamento RWS Magnum 70 che esce dalle canni di 58 cm della mia scalciante doppietta slug.
Mi puoi aiutare? Comunque, ormai diversi anni fa, fermai un verro di 120kg con la doppietta a 30-35 metri di distanza con una sola brennek che lo bloccò sul posto (e il 12 non ferma i cinghiali???)
Per quanto riguarda i cinghialetti di 30 chili "presi male" sei davvero convinto che il 308 o 30/06 lavorino meglio della tozza e pesante palla del 12?? (che comunque io non definirei proprio un sasso lanciato a mano!!!)
Saluti e già ti ringrazio per la risposta.

da SPRINGER TOSCANO  08/01/2010 17.48

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Carissimi colleghi, mi sembra che alla fine diciamo tutti le stesse cose. Io ho diverse armi (un po troppo a sentire mia moglie) e tra le quali 4 Browning BAR tutte calibro 30.06 e 3 semiauto calibro 308 W (un FAL FN, un M 14 e la mitica HK 770 K). in casa non ho minizioni con palle di peso superiore ai 150 grani. Se andate in edicola a prendere l'ultimo numero di CACCIA+, potrete vedere tre degli ultimi verri che ho fatto. Tutti con un colpo solo di 308 palla Hornady SST da 150 grani. Quello che ha fatto più strada...1/2 metro quando è caduto in avanti. Ricordate che un buon calibro e una buona palla per il cinghiale è quello che uccide pulitamente i "verrotti" di 30 chili "presi male". Quelli di 80 - 100 muoiono molto meglio perchè offrono più sostanza alla palla su cui lavorare Dimenticavo..sono anche in copertina. Saluti M

da Marco B  08/01/2010 14.53

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Per Docktorcash,
quoto in pieno quanto da te postato.
Saluti.

da SPRINGER TOSCANO  08/01/2010 10.35

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Caro Benecchi. il discorso su balistica, efficacia vulnerante, energia ceduta e potere di arresto è sempre complesso e si presta a cavilli vari. Credo che invece sia utile tornare ancora sull'argomento.
Partiamo dall'assunto più importante, ossia che la caccia agli ungulati andrebbe sempre praticata con l'arma rigata -e su questo mi pare che almeno su questo blog siamo tutti d'accordo-, la maggiore energia determinata dalla più alta velocità deve comunque essere ceduta a tessuti in grado di assorbirla; in tale senso, il calibro del proietto deve essere adeguato al volume attraversato. motivo per cui il calibro adatto ad un capriolo, o per il "warmint" (molto praticato negli Stati Uniti, da noi limitato alla caccia alla marmotta nelle Alpi) di sicuro non è sufficiente per un grosso ungulato. Potere vulnerante e potere di arresto, poi, sono parametri ben differenti. Un proiettile potrebbe cedere energia cinetica tale da creare danni devastanti, ma non essere in grado di arrestare immediatamente il selvatico. Sempre a proposito di animali di piccola taglia, è riportato come i velocissimi calibri utilizzati per la caccia di appostamento ai cani della prateria o alle marmotte creano uno shock neurogeno tale da determinare la morte immediate del selvatico; ma parliamo di animali non in fuga (ossia non adrenalinizzati) e notoriamente comunque poco resistenti. Il calibro 5,56 NATO risulta efficace nell'uso bellico sia perchè destinato ad un...."selvatico" che comunque pesa 70/80 Kg, sia perchè i nostri tessuti e la nostra resistenza al piombo non sono certo paragonabili a quelli dei selvatici di mole analoga, sia, soprattutto, perchè su tale munizione è stato condotto uno studio assai prolungato proprio per valutare la possibilità di indurre un'onda di diffusione dell'energia cinetica nei tessuti attraversati del proietto in questione. Tant'è che se si parla di solo potere di arresto (stopping power, non killing power) sia i cacciatori professionisti che squadre speciali quali SWAT, SEALS etc. suggeriscono l'impiego di un 12 Magnum caricato a munizione spezzata, definendo tali armi "a saturazione di area".
Ma a parte i discorsi accademici, un esempio (anzi 2) rendono meglio l'idea.
Qualche tempo fà mi è capitato di sparare con il 308 ad un verretto, poco più che un porcastro, di 30 kg circa, a brevissima (10 mt.) distanza, di traverso, su bestia in piena corsa perchè con canizza prossima. Ho visto distintamente un elegante sbaffo di terricicio dietro il pezzo, che ha continuato imperterrito, ed ho pensato, almeno nell'immediato, ad una padella. Avvicinatomi al punto di passaggio, non ho visto nessuna traccia di sangue: però, un rametto spezzato all'altezza"giusta" ed il cessare della sfrascata del cinghialetto mi hanno fatto venire il dubbio; con l'aiuto delle due poste vicine, abbiamo trovato il verretto morto stecchito ad oltre cento metri dal punto di impatto, con il cuore spaccato e perforato da parte a parte. Perche? perche i tessuti incontrati erano estremamente morbidi; la distanza estremamente ravvicinata; l'adrenalina in circolo nel selvatico era alle stelle.
Due domeniche prima, con l'altro fucile che utilizzo (Kassnar 12 Magnum canna slug -che mi segue fedelmente da oltre 30 anni-) mi è capitato di sparare dall'alto di una roccia. a 45 mt di distanza circa, ad un voluminoso (ca. 85 Kg) solengo già incazzato per una "strisciata" ad una precedente posta. Bene, la palla Federal Sabot, tra le più precise e vulneranti, è entrata alla base del collo, ha perforato un polmone, un rene e diverse anse intestinali e si è schiantata sull'anca opposta facendo un disastro dell'articolazione. Il suino dopo avere emesso un grido di dolore ha continuato a correre imperturbabile, ed è stato ritrovato in selva dai canai A MEZZO CHILOMETRO.
Ora, il "se" è l'eredità dei fessi. Ma mi è venuto da pensare che "se" avessi sparato al verrone con il 308 ed al porcastro con il 12, probabilmente si sarebbero fermati subito tutti e due.
Un cordiale saluto a tutti

da doktorcash  08/01/2010 9.56

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Caro Marco,
ti do del tu perche credo che tra cacciatori si possa fare e perche ho letto tanti dei tuoi articoli che mi pare quasi di conoscerti. Per quanto riguarda il calibro militare saprai benissimo che l' efficacia del 5,56 nato (alias 223) negli ultimi tempi è stata messa in discussione per diversi motivi, che non stò qui ad elencare, strizzando l' occhio a calibri leggermete superiori 6,8 6,5 ecc. La capacita di fermare un selvatico come ben sai non dipende solamente dall' energia cinetica ma anche e soprattutto dal mezzo che deve traferire questa energia nel bersaglio........ergo la palla. La forma, la durezza, la conformazione il diametro ecc oltre al peso e alla velocita determinano l' efficacia di una palla sul selvatico quidni mi pare un po riduttivo valutare solo la velocita e il peso (in parole povere i KG/M) senza tener conto degli altri. Premettendo che non caccio attualmente spesso il cinghiale (ma l' ho fatto in passato) e che possiedo una carabina uguale alla tua ma in 30/06 oltre che una doppietta sulg (fra l' altro bellissima) ti dico solo che in base alle mie esperienze dirette e a quelle di molti miei conoscenti se non fosse per la sicurezza (sulla quale non si discute) visto che i tiri sul suide sono nella stragrande maggioranza entro i 50/60 io............andrei a caccia con il 12 sicuro di essere perfettamente attrezzato!!!! Ripeto la capacita di fermare un cinghiale preso in punti non istantaneamente letali entro le distanze di cui sopra è secondo me maggiore ne 12 che nei calibri rigati (fino diciamo al 30/06 è ovvio). Una curiosità sai dirmi la differenza di energia cinetica tra una palla di 150 grani sparata da un 30/06 con canna da 47 cm (come quella della mia arma) e una RWS BRENNEK magnum 70 di 31,5 grammi o una remigton slugger sparata in un 12 con canna da 58 cm???
Salutoni

da SPRINGER TOSCANO  08/01/2010 9.54

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Il buon Springer Toscano ha forse dimenticato la formula dell'energia cinetica: 1/2 MV2, dove la VELOCITA' nell'equazione entra al quadrato. Cosa significa? Che ogni metro di velocità in più di un proiettile si duplica come energia. Quindi....... come si fa a parlare di STOPPING POWER con un "sasso" quasi scagliato a mano? Lo so che pesante e grosso è bello (vedi il seno ed il fondo schiena delle donne!) ma la balistica terminale è tutt'altra cosa. Non a caso il munizionamento Nato militare è il 5,56 mm a 900 metri al secondo! Perchè non andiamo a caccia e in guerra con armi che sparano pallettoni da 20 - 30 mm di diametro? Che la palla asciutta calibro 12 entro i 50 metri è superiore ad una pallottola di carabina è assolutamente impensabile. Spero di non rotornare più su questo argomento.
Ciao a tutti e un Buon Anno "Cinghialaro"

da da Marco Benecchi  08/01/2010 7.39

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Ciao a Tutti,
sulla maggior sicurezza della palla sparata dall' arma rigata nessuno discute cosi come sull' efficacia della stessa oltre 50/60 metri.
Entro questo range però, il buon vecchio cal. 12, ha uno stopping power (dovuto a massa e diametro dei proiettili) che molti calibri di carabina invidiano. Diciamo che secondo me è leggermente superiore ha quello del 30/06. Secondo me una palla non ben piazzata del 12 è più debilitante di quella di un rigato. Con palle ben piazzate.........................il risultato è lo stesso.
Saluti e per sicurezza comunque sparate rigato.

da SPRINGER TOSCANO  07/01/2010 14.40

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

“Grazie ai nuovi collari satellitari BS Planet BS 102 è stato ritrovato un cane rubato a più di sedici chilometri di distanza!”

Il giorno 2 gennaio 2010, a Cellere (VT) un piccolo paesino della Tuscia Viterbese, è accaduto un fatto estremamente grave, ma che deve essere assolutamente raccontato con la speranza che possa essere d’aiuto a tutti i possessori di cani da cinghiale e risultare come deterrente all’ancora troppo numerosa massa di delinquenti, ladri e razziatori di cani senza scrupoli. Dopo una battuta di caccia al cinghiale sui Monti di Castro, a Mauro ed Elena Pellegrini di Capalbio, che oltre ad essere marito e moglie sono anche accomunati dalla stessa grande passione per la caccia al cinghiale e per i segugi Maremmani, non sono rientrati due dei loro cani migliori. Provvidenzialmente però ambedue i segugi erano dotati del nuovo localizzatore BS 102, il rivoluzionario collare satellitare della BS Planet, che ne ha permesso il ritrovamento, ma soltanto dopo una rocambolesca avventura. Mauro ed Elena, dopo aver aspettato per un ragionevole lasso di tempo che i loro ausiliari rientrassero, hanno deciso di collegare il palmare ai due cani ritardatari e di procedere con il recupero. “Bosco” è stato facilmente rintracciato a circa duemilaseicento metri da dov’era iniziata la ricerca, ma per il ritrovare “Tiburzi” sono sorti subito dei problemi. Il cane risultava essere addirittura a più di sedici chilometri di distanza, neanche avesse preso l’autobus! In un primo momento si è sospettato di un malfunzionamento del collare satellitare o di uno scarso segnale GPS, ma vista l’insistenza e la precisione dello strumento elettronico che non ha mai manifestato nessuna incertezza, la coppia è partita ugualmente alla ricerca con il palmare acceso all’interno del fuoristrada. Dopo diversi minuti, senza mai perdere il segnale, il BS 102 ha orientato i coniugi Pellegrini verso un casolare situato vicino alla sponda di un fiume e, stando al suo display, il cane si sarebbe dovuto trovare proprio all’interno del caseggiato. Mauro ha parcheggiato il fuoristrada ed chiesto ad un giovane che stava accudendo un gregge di pecore se per caso avesse visto un segugio Maremmano “tigrato” maschio di taglia media. Il giovane ha subito negato energicamente, minacciando addirittura i due, invitandoli ad allontanarsi dalla sua proprietà, ma questi, invece di darsi per vinti ed allontanarsi, hanno cominciato a chiamare il loro cane. Immediatamente dall’interno di una stalla adibita a ricovero ed officina sono giunti abbai e latrati, tra i quali spiccavano quelli, inconfondibili per i proprietari del cane, di Tiburzi. A quel punto, per evitare uno spiacevole confronto diretto con il violento pastore, i Pellegrini hanno fatto intervenire i Carabinieri che hanno risposto prontamente alla chiamata. I militari dell’Arma, dopo aver accertato il reato di furto del cane e di furto e danneggiamento di cose private (non é stata più trovata traccia del collare, sicuramente distrutto e/o gettato nel fiume) hanno riconsegnato il cane ai loro legittimi proprietari. C’è da dire che durante tutto lo svolgimento della spiacevole faccenda, Mauro Pellegrini ha dimostrato un grandissimo sangue freddo, considerando che era armato e che la situazione poteva degenerare in un batter d’occhio, facendo passare un onesto ed appassionato cacciatore dalla parte della ragione a quella del torto. Il malvivente (il furto dei cani è una pratica ancora fin troppo diffusa in tutta Italia), aveva sicuramente intercettato il bravo segugio impegnato nell’inseguimento di un cinghiale uscito dalla battuta e poi doveva averlo caricato in macchina e trasportato presso la sua abitazione. Soltanto allora, forse allarmato dal lampeggiare delle spie luminose emesse del collare BS 102, il pastore doveva essersi impaurito ed aveva provveduto alla distruzione dell’apparato elettronico. Certamente ignaro che quel piccolo gioiello tecnologico ha una funzione di memoria “Last Position”, che permette di memorizzare con una precisione “al metro” l’ultima posizione registrata dai satelliti finché il collare riesce ad emettere un minimo di segnale. Mi risulta che, grazie a questa funzione, sono stati ritrovati addirittura anche dei cani purtroppo uccisi dai cinghiali e dispersi da diversi giorni.
I coniugi Pellegrini mi hanno gentilmente chiesto se era possibile approfittare di questo comunicato stampa per poter ringraziare personalmente tutto lo staff della BS Planet di Gaggio Montano (BO), ed in particolare il Presidente Sauro Bazzani, per aver progettato e costruito il fantastico localizzatore per cani BS 102. Dopo quel che è accaduto sui Monti di Castro, Mauro ed Elena, già possessori di un kit composto da un palmare e da tre collari, mi hanno garantito che, col tempo, provvederanno a dotare di GPS tutti i migliori cani della loro folta e brava muta di segugi Maremmani.


da Marco Benecchi  07/01/2010 7.30

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Per Doktorcash.
Anch'io diversi anni fa ho trovato difficoltà a far accettare il tiro a palla nella mia squadra, mi facevano capire che era meglio se sparavo a pallettoni. Bene, dopo l'uso di fucile slug e carabina, con tiri nella macchia più fitta o nei calcarei ho dimostrato che ne ammazzavo più di loro e ne ferivo di meno(fino ad ora ne ho ferito solo uno). Ti assicuro che i discorsi che mi facevano un tempo sono spariti; e se c'è una posta "particolare" vai sicuro che l'assegnano a me.
Saluti

da sardus  06/01/2010 23.08

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Quoto al 100% quanto dice Pietro di Arzachena. Soprattutto per quanto riguarda la caccia di selezione.
Siamo "abbastanza" vicini, anch'io caccio in Gallura, e ti assicuro che la popolazione di mufloni è cresciuta tamto da rendere possibili avvistamenti ai margini dei centri abitati.
Purtroppo le abitudini, mascherate da "tradizioni", sono dure a morire. Per carità. la braccata è una caccia stupenda, c'è tutta una ritualità oltre che la bellezza della battuta vera e propria...ma sarebbe ora di prendere in considerazione anche da noi cacce come la girata o l'appostamento. Per quanto riguarda i cinghiali che se ne vanno... buon per loro, si spareranno un'altra volta: e se i cani escono di battuta, è solo colpa del postaiolo "rinco": sbagliare è umano, non fermare i cani è cretino...
Per quanto riguarda i corsi per l'uso dell'arma rigata: se si farà il brevetto di selecontrollore, verrano previsti; nel caso di armi da battuta, ti posso assicurare che meccanica, ingombri e linee di mira sono praticamente identici a quelli dei più comuni automatici ad anima liscia (in particolare Browning e Benelli -la mia Argo ha la stessa meccanica dell'Urbino-) Un saluto a tutti i Cazadores sardi!

da Doktorcash  06/01/2010 11.59

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Per Doktorcash.
Sono perfettamente in accordo con il tuo punto di vista è confermo: Il cinghiale non vede a colori. Proporrei di imporre per legge,nella caccia al cinghiale l'utilizzo di giubbotti ad alta visibilità. Purtroppo è di un anno fa la proposta di un attuale consigliere regionale di reinserire l'utilizzo della munizione spezzata. Ignoranza pura!!!! Purtroppo sappiamo che tale munizione è ancora largamente utilizzata in Sardegna nonostante il divieto. Come giustificazione mi sento spesso dire: dove cacciamo noi se non spari a pallettoni la maggior parte dei cinghiali non li spari nemmeno o se ne vanno con tutti i cani al loro seguito. Bei discorsi di m.... dico io, a scapito della sicurezza.
Spero al più presto che chi si occupa di caccia e legislazione venatoria, in ambito regionale si più competente di oggi.
Con l'inserimento dell'uso della canna rigata proporrei l'obbligatorietà di fare un piccolo corso (1 giorno) come abilitazione per imparare ad utilizzarla, in un poligono attrezzato e con l'ausilio di un istruttore di tiro qualificato.
Inoltre si aprirebbe la possiblità di attuare i pini di controllo di mufloni, cervi sardi e daini (anche questi previo corso di selecontrollore) che in alcune zone geografiche dell'isola sono fuori controllo, a tutto discapito della salute di tali specie che come maschi dominanti/o anche femmine, hanno a volte vecchi esemplari non più fertili.

da Pietro da Arzachena  05/01/2010 20.17

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Purtroppo, sia le insulse e preistoriche norme della regione Sardegna, sia i pregiudizi dei caccìatori sardi continuano ad ostacolare l'impiego dell'arma rigata nella mia regione. Sono in ottimi rapporti, in linea di massima, con i miei compagni di squadra; salvo che quando si parla di armi, balistica etc. etc.: in tale caso, i discorsi che sento fare sono sconfortanti. Quasi tutti, compreso il capocaccia, sono fermamente convinti della maggiore pericolosità dell'arma rigata (alla faccia della balistica). Uno dei loro cavalli di battaglia è la gittata (frasi tipo: "la palla di una carabina fa 2 km, è troppo pericolosa"); probabilmente scambiano il cinghiale per un colombaccio, visto che a terra o su un tronco NON si possono fare nè 2 nè 1 chilometro. Ho sentito alcuni dire che se approveranno l'uso dell'arma rigata, non verranno più a caccia... Tendenzialmente sono gli stessi che consigliano alle poste ed ai canai un abbigliamento molto mimetico, alla faccia della sicurezza; se cerchi di spiegargli una semplice verità, cioè che il cinghiale non può vedere il rosso (la sua retina non contiene le strutture idonee alla individuazione cromatica) ti senti rispondere che non è vero, che il suino ci vede benissimo, e se sei vestito di rosso ancora meglio! Un'ottusità simile fà cadere le braccia (per non parlare di altri importanti organi). Forti di questa ignoranza, i nostri legislatori , nella fattispecie l'assessore all'ambiente, non si degnano nemmeno di rispondere alle interpellanze inviate al loro indirizzo -Mail. In compenso, in ossequio alla tradizione, in tante, troppe zone della mia isola sono tranquillamente tollerati i pallettoni, per non parlare del'uso comune di lacci etc etc.
Nel frattanto, io ho acquistato una splendida Benelli Argo 308, visto che ho la fortuna di poter cacciare anche in regioni più civili: e poi... la speranza che si possa utilizzare anche da noi rimane. Per inciso: ho detto alla mia squadra di aver acquistato tale arma, mi sono sentito diffidare dal portarla in battuta, adducendo la possibilità di provvedimenti nei confronti di tutta la squadra da parte della Venatoria o Forestale o Forze dell'ordine in genere, quasi che la responsabilità di una infrazione venatoria non fosse squisitamente individuale...

da Doktorcash  04/01/2010 18.25

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Caro Benecchi come darti torto!!!ciao veci

da Mirko  02/01/2010 21.16

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Secondo me i ns. politici di canne rigate "non ci capiscono na mazza", tant'è vero che nel lontano 98, proprio quando è stata fatta la nostra attuale legge regionale, mi riferiva un amico, che l'allora esponente
politico esperto di caccia auspicava l'uso dei pallettoni definendo l'arma rigata molto pericolosa.
Mi pare ovvio che conoscono solo i pallettoni!!
Hai ragione blacksnake da noi usano ampiamente gli AK 47 con caricatore da 30 colpi e proiettili perforanti!!!

da sardus  30/12/2009 13.18

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Caro Nando il banditismon sardo è solo una scusa! Di armi a canna rigata ne girano tante, e tutte in mani sbagliate!!!!!!! sicuramente non aspettano come noi la legge che ne permetta l'utilizzo venatorio.

da blacksnake  25/12/2009 23.50

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Non ci sono dubbi, sia per sicurezza come per efficacia canna RIGATA.
Ho provato da vicino cosa fa una palla del 12 quando rimbalza, non lo auguro a nessuno, per fortuna posso raccontarlo.

da gianluca  24/12/2009 20.01

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

la canna rigata sarebbe il massimo, ma in Sardegna è un tabù!! Quando i ns. politici si accorgeranno che " il banditismo " appartiene ormai al passato ? Forse allora anche in Sardegna ne verrà consentito l'utilizzo !!!

da Nando  22/12/2009 16.59

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Non si può non riconoscere la superiorità dell'arma rigata nella caccia al cinghiale rispetto alle armi lisce. Posso capire che le difficoltà economiche non permettano a tutti di effettuare un ulteriore acquisto per un'arma da utilizzare in battuta al cinghiale, quello che non capisco è la falsa diffidenza verso le armi rigate. Dico "falsa diffidenza" perchè ritengo sia invece la CONSAPEVOLEZZA della scarsità delle proprie doti tecniche/balistiche ( scarsa capacità di mira...) ad indurre i più a criticare le armi rigate... diciamocelo chiaro signori, la paura di sbagliare è troppo forte e tanti alla fine ricorrono alle terzarole (..anche se solo al primo colpo..)
Per l'esperienza personale fin qui da me acquisita in circa 30 anni di caccia al cinghiale posso con tranquillità dire che "un buon manico" anche con il cal.20 sà farsi valere e rispettare ( naturalmente nei limiti del tiro utile di tale arma ), entro i 40/50 metri una palla liscia ben piazzata non lascia scampo al selvatico. E' normale che oltre tale distanza avere una carabina tra le mani e saperla usare fà la differenza. Selvatici di olte un quintale in piena corsa spenti sul posto ad oltre 100 mt di distanza sono quasi una cosa normale con carabina, diventano una cosa eccezionale se fatta con un'arma liscia. Ed in tanti anni io ancora un fatto del genere non l'ho mai visto, al contrario ho visto tanti ferimenti, troppi, anche a distanze brevi, causate da scarsa mira ed inefficacia di munizioni ( anche a terzarole) e tante difficoltà di recupero dei selvatici feriti. Con le carabine è un'altra musica, destinata però a chi non ha paura di "stonare"...
C'è da riconoscere che un pò di carne si sciupa, anche con le migliori palle a deformazione controllata, però ritengo che sia sempre meglio perdere un chilo di carne che un quintale intero. Da non trascurare il discorso sicurezza.... sia con le lisce che con le rigate bisogna prestare la massima attenzione.... Gli "sceriffi" che sparano a qualsiasi cosa vedono ed a qualsiasi distanza è meglio che se ne stiano a casa... a buon intenditor poche parole...
Buone feste a tutti e viva la caccia...Auguri a tutti

da beccaccia61  22/12/2009 15.11

Re: Caccia al cinghiale: canna liscia o rigata?

Condivido totalmente. Le auguro buone feste.

da sabatius  22/12/2009 14.40
Cerca nel Blog
Lista dei Blog