Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Archivio
<settembre 2019>
lunmarmergiovensabdom
2627282930311
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30123456
Mensile
settembre 2019
agosto 2019
luglio 2019
giugno 2019
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
aprile 2011
marzo 2011
febbraio 2011
gennaio 2011
dicembre 2010
novembre 2010
ottobre 2010
settembre 2010
agosto 2010
luglio 2010
giugno 2010
maggio 2010
aprile 2010
marzo 2010
febbraio 2010
gennaio 2010
dicembre 2009
novembre 2009
ottobre 2009
settembre 2009
agosto 2009
luglio 2009
giugno 2009
maggio 2009
aprile 2009
marzo 2009
febbraio 2009
gennaio 2009
dicembre 2008
novembre 2008
ottobre 2008
settembre 2008
agosto 2008
maggio 2008
aprile 2008
marzo 2008
febbraio 2008
gennaio 2008
dicembre 2007
novembre 2007
ottobre 2007
settembre 2007
agosto 2007
luglio 2007
giugno 2007
ago20


20/08/2019 8.33 

 
Lo sapete che differenza c’è tra un adulto e un bambino? Soltanto una…il costo dei loro giocattoli! Come l’ultimo che si è recentemente regalato il mio carissimo amico Daniele! Diciamo che è costato il giusto, che è davvero molto bello, ma molto funzionale, anche se un pochino…. stravagante. Daniele ha acquistato una splendida carabina Blaser R8 Professional dotata di cannocchiale 20 x 50 e camerata.. tenetevi forte, nel nuovissimo calibro 7 MM Zentile, ideato dai due fratelli armaioli di Romallo Nicola e Samuel.

Il 7 MM Zentile è un calibro quasi unico nel suo genere, deriva dai bossoli Winchester Short Magnum (infatti è possibile ricavarlo sia dal 270 sia da 300 WSM) ed è anch’esso un magnum a tutti gli effetti, solo che la lunghezza del bossolo è stata portata ad appena 45 mm, la spalla a 40 gradi ed il colletto è stato volutamente mantenuto piuttosto lungo (circa 8,5mm), per trattenere perfettamente coassiali anche le palle molto lunghe, come appunto le Hasler Ariete da 145 grani scelte da Daniele. Nella canna della sua Blaser R8, ovviamente di fabbricazione Zentile, lunga appena 550 mm, la velocità ottenuta è stata di ben 920 m/s, con una relativa energia cinetica di tutto rispetto, più che sufficiente per abbattere pulitamente anche un grosso cervo danubiano. Daniele è un cacciatore a 360°, nel senso che le cacce gli piacciono e le ha praticate un po’ tutte, ma da qualche tempo ha cominciato ad orientarsi principalmente sulla caccia “vera” di selezione a caprioli, daini e cinghiali e su quella in alta montagna a camosci e cervi. Ed è stato proprio girovagando per le Alpi trentine che Daniele ha conosciuto Nicola e Samuel. Poi, visto che da cosa nasce cosa, era inevitabile che Daniele si lasciasse coinvolgere nel collaudo “sul campo” del nuovissimo calibro 7 mm. Davvero non oso immaginare l’emozione che ha provato il mio amico dell’Argentario quando ha abbattuto, al primo colpo, un bel maschio di capriolo dalla considerevole distanza di 503 metri esatti!
 

Questa che mi appresto a raccontarvi è la fedelissima cronaca di come s’è svolta quella memorabile battuta di caccia. Purtroppo non ero presente, ma posso descrivervi com’è andata, basandomi sul racconto, fin troppo dettagliato, che mi è stato fatto dal protagonista e dal suo inseparabile compagno di mille avventure Emilio. La selezione estiva al capriolo era aperta già da diversi giorni e procedeva nell’intero distretto ATC GR7 DS 31 piuttosto bene, anche se una spietata siccità aveva drasticamente impoverito i già magri prati maremmani, riducendo di molto gli avvistamenti. Anche Daniele ed Emilio, come tutti i cacciatori della zona, erano diventati gelosi delle loro zone, che monitoravano frequentemente sia il mattino sia la sera. A causa degli impegni di lavoro di Daniele, le uscite dei nostri inseparabili amici si erano ridotte, limitandosi a qualche sporadica uscita mattutina nelle meravigliose zone adiacenti al grande parco della Maremma, meglio conosciuto come il Parco dell’Uccellina. Daniele ed Emilio (anche lui possessore di una R8 ma camerata in un calibro diciamo più tradizionale, il 308 W!), avevano deciso di appostarsi in una zona chiamata “Collecchio”, che ricade nel comune di Montiano, praticamente alle porte di Grosseto!  All’alba, da quei splendidi prati incolti o seminati a grano e trifoglio, si ha una vista mozzafiato di molti monti della Maremma fino addirittura al Monte Amiata. Dove arrivi con lo sguardo è Macchia Mediterranea, quella caratteristica fatta di lentischio, di corbezzolo, di cerro, di ornello, di crognolo, di leccio, di olivo selvatico ma anche di querce e sughere secolari, divenute, a ragione, un patrimonio culturale. Insomma è il famoso “forteto”, quello che ha ispirato il Niccolini ed il nostro Bruno Modugno; il regno incontrastato del cinghiale Maremmano, dell’elusivo capriolo, dell’imponente daino, della lepre italica e della volpe, della beccaccia, del colombaccio e degli ultimi veri fagiani. Sono i boschi intricatissimi, dove cacciava e dove si rifugiava il brigante Tiburzi prima che i Regi Carabinieri ponessero fine alle sue scorribande.
 

Quel caldissimo mattino, anche se ancora doveva far giorno, i nostri amici avevano gli occhi già puntati verso i campi, dove speravano si sarebbero potuti affacciare i caprioli. In quel periodo la caccia al capriolo era aperta solo ai maschi e Daniele sperava di riuscire a trovarne uno adatto, sia come prelievo venatorio sia per verificare gli effetti balistici della nuova munizione. M’immagino Daniele e Emilio spalla e spalla, magari a ridosso di una rotoballa di fieno, immobili come statue in attesa che il sole spuntasse ad est, nella tremenda arsura estiva, ambedue coi loro binocoli incollati agli occhi per controllare se nei campi circostanti ci fossero delle novità.

Fu Daniele ad avvistare per primo delle inconfondibili sagome in lontananza. Erano dei caprioli che evidentemente dovevano essere già fuori nel prato sin prima del loro arrivo e che, ignari della presenza dei cacciatori appostati, brucavano vicini al limitare del bosco. Vista la distanza, Daniele decise d’imbracciare la R 8 per poter sfruttare il potente cannocchiale che aveva montato sopra, usandolo come un mini-specktive. I maggiori ingrandimenti sarebbero stati utili per cercare di identificare meglio i selvatici. Dopo una attenta valutazione dei capi, Daniele decretò che i caprioli erano tutte femmine, o forse uno, il più lontano, poteva essere un giovane, ma con un trofeo talmente scarso da apparire quasi invisibile. Con l’aumentare della visibilità aumentò progressivamente anche il calore, il senso di arsura e il fastidio provocato dagli insetti, così, appena il sole fece capolino oltre le colline, i due inseparabili amici iniziarono a binocolare più lontano, fin dove potevano arrivare coi loro potenti binocoli, fin dove non avevano mai e poi mai pensato di poter trovare il capriolo giusto, né tanto meno di dover tentare anche un tiro.
 
 
Questa volta fu Emilio ad accorgersi del puntino rossiccio che, controsole, girovagava tranquillo tra le rotoballe. Era lontanissimo! Daniele, con la calma che lo contraddistingue da sempre, lanciò l’impulso laser del suo  8 x 42 e nel led rosso comparve un numero davvero alto: 503 metri esatti! C’è chi considera tanti 150–200 metri, forse siamo tutti d’accordo che fino a 300 il tiro ha ancora buone possibilità di successo, ma quando cominciamo a parlare di andare a segno a oltre “mezzo chilometro”, allora occorre essere davvero degli ottimi tiratori e disporre dell’attrezzatura giusta! Ci sono delle zone in Maremma dove i selvatici sono scaltrissimi, si fanno vedere per pochissimi minuti alle ore più impensabili del giorno e quando hai la fortuna di avvistarli devi essere velocissimo nel valutare il capo e nell’eseguire il tiro. Li ricordo così quasi da sempre, ma ora che ci sono in giro molti più lupi che caprioli, posso capire meglio perché gli ungulati siano diventati particolarmente diffidenti.

Daniele verificò se ci fosse del vento laterale, poi estrasse dalla tasca la tabella balistica che Nicola Zentile aveva preparato “espressamente per lui”, per la sua combinazione arma, ottica, munizione, palla e vide che, con la sua taratura iniziale, avrebbe dovuto compensare di ben 26 click, pari a circa 130 cm d’alzo. Fatte le dovute correzioni, iniziarono i preparativi per il tiro. Daniele sfruttò una delle onnipresenti rotoballe di fieno, ci piazzò sopra saldamente il bipiede, utilizzò il fodero della carabina come appoggio posteriore poi inquadrò il capriolo all’interno dell’obiettivo. Mise il reticolo al centro esatto dell’animale per avere più margine di errore in deriva due dita sopra il centro e poi, senza neanche pensarci troppo, quando fu certo di essere fermissimo, sparò. Daniele riuscì a sentire la palla che aveva colpito qualcosa di solido, ma fu il grido d’esultanza di Emilio a confermargli in buon esito del tiro. Quel che doveva essere fatto era stato fatto e il capo abbattuto era immobile nel punto esatto dov’era stato raggiunto dalla micidiale Hasler Ariete da 145 grani. La mattinata era cominciata decisamente bene e c’era da sperare che sarebbe finita ancora meglio, sempre che gli amici più intimi avessero creduto al loro fantastico abbattimento.
 
 

Ci volle qualche minuto per raggiungere il maschio e quanto ebbero la possibilità di poterlo ammirare da vicino, Daniele ed Emilio furono doppiamente felici sia per l’esito della spettacolare azione di caccia sia per il corretto abbattimento. Seguirono il Weidmannsheil, gli onori al capo abbattuto, le foto di rito, la eviscerazione e la verifica degli effetti terminali della palla. Ora io mi domando, Daniele è senza ombra di dubbio un tiratore eccezionale, ma credo che anche a Nicola e Samuel Zentile vada un bel po’ di merito per come si è comportata la loro arma e soprattutto il loro nuovissimo calibro. Alla prova sul campo, il 7 MM Zentile ha decisamente mantenuto quanto aveva promesso, come: costanza di tiro, scarso rinculo, precisione assoluta e letalità stupefacente.

Dopo aver marcato il capriolo con la fascetta numerata, lo stiparono nello zaino e poi Daniele se lo caricò in spalla, come dovrebbe sempre fare chi ha abbattuto il capo e non lasciarselo trasportare da un amico o dall’accompagnatore! Per arrivare alla macchina avrebbero dovuto percorrere due–trecento metri di strada, ma non sarebbe stato un problema percorrerla anche con il piacevole fardello, visto che il morale generale era praticamente alle stelle. Durante le settimane seguenti il trinomio Daniele-arma- calibro è entrato in azione diverse volte, su tutti i selvatici presenti e cacciabili in Maremma: capriolo, daino, cinghiale, sempre con ottimi risultati. Da quello che mi ha confidato il mio amico selecontrollore, nel 7 MM Zentile ha finalmente trovato tutto quello che cercava da tempo in una munizione e chissà che non diventerà il “Calibro della vita"! Mi sento in dovere di fare i complimenti a tutti: Daniele, Nicola e Samuel Zentile e al grande Emilio, che si dovrà sorbire lo sfottò del suo inseparabile compagno di avventure per molto, moltissimo tempo!


Marco Benecchi
 
 
 



Tags:

Tuo Nome:
Titolo:
Commento:


172.68.65.172
Aggiungi un commento  Annulla 

26 commenti finora...

Re: LA PROVA SUL CAMPO DEL Calibro 7 MM Zentile, “L’eccezionale avventura di Daniele ed Emilio”

I nuovi calibri ..ci vogliono anni per testarli seriamente pioggia vento gelo eccecc... poi di molto piu' efficace e testato sul campo per secoli gia' lo abbiamo. Naturalmente chi contraddice sua maesta' viene subito citato in giudizio.Hah ah ah ah ah ah ah e di risatte me ne faccio quante ne voglio!

da Risonte  30/08/2019 10.19

Re: LA PROVA SUL CAMPO DEL Calibro 7 MM Zentile, “L’eccezionale avventura di Daniele ed Emilio”

Spione un ti vergogni?

da H  29/08/2019 19.22

Re: LA PROVA SUL CAMPO DEL Calibro 7 MM Zentile, “L’eccezionale avventura di Daniele ed Emilio”

Grazie spia dei cacciatori.

da h  29/08/2019 18.28

Re: LA PROVA SUL CAMPO DEL Calibro 7 MM Zentile, “L’eccezionale avventura di Daniele ed Emilio”

Ho già chiesto alla Redazione di segnalare il tuo indirizzo IP alle Autorità..

da Marco B x risonte  29/08/2019 10.41

Re: LA PROVA SUL CAMPO DEL Calibro 7 MM Zentile, “L’eccezionale avventura di Daniele ed Emilio”

h ah ah a chi ride un pericolo ah h aha ha ha voi con le vostre pericolose armi siete un pericolo.

da Risonte  29/08/2019 9.12

Re: LA PROVA SUL CAMPO DEL Calibro 7 MM Zentile, “L’eccezionale avventura di Daniele ed Emilio”

a haha ah hahah ah h ah aah ah hah ah ah ah a hahah a veramente sono animalista convinto da sempre .a h ah ah aa ha hah ah ah h aha ah ah ha ah ah prrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr

da Risonte  29/08/2019 9.11

Re: LA PROVA SUL CAMPO DEL Calibro 7 MM Zentile, “L’eccezionale avventura di Daniele ed Emilio”

Non ci crederai ma sei riuscito a spaventarmi..
A mettermi davvero paura..

Non oso pensare se potresti avere anche un porto d'armi o ...
o più semplicemente ... la patente di guida....
Perché in quel caso.....
Saresti un pericolo per l'umanità...

Poi mi viene da chiedermi..

Ma hai un padre..?
Una madre?
Magari dei figli?
Amici e parenti...???

Dovresti mostrargli il blog e i...
Tuoi interventi
Dicendogli:

"Tenetevi forte... Risonte sono io!"

Poi facce sapere cosa ti rispondono...

da Marco Benecchi x Risonte  28/08/2019 19.47

Re: LA PROVA SUL CAMPO DEL Calibro 7 MM Zentile, “L’eccezionale avventura di Daniele ed Emilio”

Ha ha a haah ha ahh a hah ah a
a ahah ah ah a h a

hahuuu hh aha uu hah ah ah ha
a a hah h a h ahha ha ah ha ha ha h aah a aa hha ha h aha hahah ah a a hhahahahahahah .Prrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr....................................................................

da Risonte  28/08/2019 18.30

Re: LA PROVA SUL CAMPO DEL Calibro 7 MM Zentile, “L’eccezionale avventura di Daniele ed Emilio”

si vabbè! ma questa è la scoperta dell'acqua calda e torno a dire che solo un 2% degli appassionati potrebbe pensare di acquistare un calibro del genere TOTALMENTE SCONOSCIUTO che nessuno sa come va e se va . perchè le prove fanno fatte negli ANNI e dopo dai due ai cinque anni di test sugli animali possiamo TIMIDAMENTE dare delle certezze!! per ora cosa abbiamo un ventenne e un trentenne che abbattono 10/20 animali all'anno ??? pochi ? facciamo 100 si ma dove? in pianura? in montagna ? in collina? al mare? In estate? in inverno? con il vento? con la pioggia? con il sole caldo? ecc. ecc. ecc.

da Ecc.  28/08/2019 15.11

Re: LA PROVA SUL CAMPO DEL Calibro 7 MM Zentile, “L’eccezionale avventura di Daniele ed Emilio”

Non credo che il mondo abbia guadagnato molto con l'arrivo del 7 mm Zentile.
Tuttavia, senza le nuove invenzioni (comprese le superflue) andremmo ancora in giro su auto con freni meccanici, faremmo foto su lastre di vetro invece che su pellicole, ecc. ecc.
Si può dissentire civilmente senza insultare.

da bansberia per Filippo 53 e altre persone ragionevo  28/08/2019 7.52

Re: LA PROVA SUL CAMPO DEL Calibro 7 MM Zentile, “L’eccezionale avventura di Daniele ed Emilio”

Se ha ragione Re di quaglie non lo so. Comunque la diversità di opinioni in un blog è necessaria. Ripeto quindi che è ingiusto chi accusa sia MB sia i suoi frequentatori di non sopportare chi ha idee diverse

da Filippo 53  26/08/2019 22.31

Re: LA PROVA SUL CAMPO DEL Calibro 7 MM Zentile, “L’eccezionale avventura di Daniele ed Emilio”

In modi certamente piu' educati del cafone antico, ma a quanto pare sono usciti fuori almeno 5 frequentatori del blog che la pensano esattamente come lui su questa inutilissima trovata calibro 7

da Re di quaglie  26/08/2019 17.55

Re: LA PROVA SUL CAMPO DEL Calibro 7 MM Zentile, “L’eccezionale avventura di Daniele ed Emilio”

Carissimo,
Qui non stiamo parlando del..
"""Ma ce n'era bisogno?"""

ASSOLUTAMENTE NO,
Quì stiamo parlando di Pura Passione e di Soddisfazione personale
Di essere ancora Operativi in un ambiente dove spesso regna ...l'Apatia..

Anche io potrei creare il 7 mm Bennek, magari riducendo a 7 mm il colletto del magnifico bossolo dell'8 x 68 Shuler,
Ma chi ne ha voglia!!!!!

Poi non dimenticare che una canna da18" delle armi camerate nel 7 mm Z non è proprio uguale a quella da 22" di un normale WSM..


Io per avere delle prestazioni sovrapponibili in montagna vado con un 270 Weatherby che a confronto nell'insieme assomiglia ad una canna da pesca come dimensioni

A differenza di "Qualcuno che ci leggeva ion passato" (fortunatamente..
Ben vengano tutte le innovazioni, specialmente se utili, anche in piccolissima parte...

A chi potrebbero mai danneggiare..
Se non fosse così saremmo ancora all'età della piatra..
Poi ci sono i famosissimi GUSTI PERSONALI,
Ne hai mai sentito parlare..
Il più eclatante è che a qualcuno di noi piacciono "ancora" le donne, mentre a tantissimi altri..... molto meno..
Davvero un fenomeno strano questo, non trovi?
Sarà forse l'alimentazione?

Perdonami se sono uscito dal seminato per sdrammatizzare...

Sono appena rientrato dalla Slovenia..
Indovina un po in che calibro era la carabina del mio accompagnatore:
in 10,3 x 68.....

Tu la prenderesti un'arma camerata così?

Il mondo è bello perché è vario...
Saluti
M

da Marco B x Old  25/08/2019 7.44

Re: LA PROVA SUL CAMPO DEL Calibro 7 MM Zentile, “L’eccezionale avventura di Daniele ed Emilio”

Toh, guarda ... Un WSM !
Ma come ? Quando io parlavo del mio 270 WSM me le sentivo di tutti i colori !
Bon, comunque alla fine della fiera, cosa farebbe DI PIU' del 270 WSM ?
Per la cronaca, il 270 WSM caricato "tranquillo" (4100 bar) in canna da 22" con una palla da 140 grs Nosler Accubond a 500 mt cala 128 cm : 3 cm in meno, di una inezia ma è più teso (dipende dal CB della palla ?) consevando 1930 Joules (mica pochi ...)
Francamente, non starei a gridare al miracolo, e penso proprio che di un calibro "nuovo" come questo non ne vedo il gran vantaggio. Specie se pensiamo che un 7 WSM esiste già ...
Comunque, apprezzabile il lavoro dei ragazzi, bravi !
Un abbraccio

da OLD_Hunter  25/08/2019 3.49

Re: LA PROVA SUL CAMPO DEL Calibro 7 MM Zentile, “L’eccezionale avventura di Daniele ed Emilio”

ffA NIENTE.. Tanto soon solo,un saluto a tutti voi visto che vi arrabbiate cosi' tanto quando qualcuno non la pensa come voi. Non vi preoccupate non leggero' piu' nemmeno niente di niente su bighunter e non daro' piu' nessun consiglio i soldi son vostri continuate a comperarvi giocattolini pubblicizzati in loco.

da Antico  24/08/2019 16.46

Re: LA PROVA SUL CAMPO DEL Calibro 7 MM Zentile, “L’eccezionale avventura di Daniele ed Emilio”

Non capisco certe critiche ed anche alcuni interventi sul Blog. Personalmente - pur essendo Marco Benecchi per me un fratello - chi ci legge dovrebbe ricordare che spesso e volentieri io e lui ci siamo trovati su posizioni opposte... Ma qui sta il bello; ogni critica alle nostre idee può rappresentare uno stimolo ad approfondirle, ed anche a riflettere se chi ci contraddice non abbia (hai visto mai???) un po' di ragione. Altro che farsi i complimenti fra di noi... io faccio mille complimenti a MB per come sa fare l'armaiolo; sulle sue idee in fatto di armi (Blaser si o no), calibri (7x64 o 270) ottiche (torrette si o no) abbiamo idee un po' diverse. Ma è normale così, credo; mi pare meno normale ripetere sempre le stesse cose e criticare il blog... più che altro non ha molto senso perdere tempo su un blog che non ci piace
IBAL a tutti

da Filippo 53  24/08/2019 13.54

Re: LA PROVA SUL CAMPO DEL Calibro 7 MM Zentile, “L’eccezionale avventura di Daniele ed Emilio”

Dimenticavo...
Comunque quando vedi e/o senti Antico,
Fatti dire se OLTRE i 300 - 400 mt il suo 308 ha le stesse prestazioni del 7 mm Zentile,
Come:
PRECISIONE
POTENZA
RADENZA
In un'arma leggerissima e ultracompatta...

Certo, IO e TE, che al limite potremmo arrivare a cacciare solo orsi (l'ultimo l'ho preso DOMENICA!) alci, stambecchi, cervi, camosci, caprioli, daini etc il 7 mm Zentile "potrebbe anche NON servire",
Ma chi HA ESIGENZA di dover effettuare tiri piuttosto lunghi...
BHE, CREDIMI,
Il 7 mm Zentile è un pochino (ma solo di poco!) migliore del 308 di Antico.
Arisaluti
MB


Dimenticavo

qua' e' severamente vietato contraddire i sapientoni del blog.Numero chiuso siete solo voi tutto voi sapete tutto voi vi fate le coccole tra di voi e vi elogiate ed esaltate tra voi


NIENTE DI PIU' SBAGLIATO

Il Nostro BLOG è fatto per confrontarci, mentre il sig. Antico, è SOLO e perennemente contro tutti e tutto,
Praticamente del BLOG non gli piace niente
ma su 100 interventi 90 (Piuttosto sterili!)

Sono i suoi...


Gli piacciono le antichità?
Ci si trova bene?
Gli piace tacca e mirino?
Abbatte 1000 ungulati l'anno?
OK, l'abbiamo capito, ce ne siamo fatti una ragione
ora però potrebbe calmarsi un po'
TUTTO QUA'

da da Marco Benecchi x Re di Quaglie  24/08/2019 9.42

Re: LA PROVA SUL CAMPO DEL Calibro 7 MM Zentile, “L’eccezionale avventura di Daniele ed Emilio”

Hai perfettamente ragione

Infatti non passa giorno che io mi domandi
PERCHE'
Ci sono le macchine Hybride, quelle addirittura tutte elettriche, o meglio ancora,
Quando negli anni 70 avevamo già la mitica FIAT 127

Non riesco a farmene una ragione

Saluti
MB

da Marco Benecchi x Re di Quaglie  24/08/2019 9.31

Re: LA PROVA SUL CAMPO DEL Calibro 7 MM Zentile, “L’eccezionale avventura di Daniele ed Emilio”

Antico ha ragione ma qua' e' severamente vietato contraddire i sapientoni del blog.Numero chiuso siete solo voi tutto voi sapete tutto voi vi fate le coccole tra di voi e vi elogiate ed esaltate tra voi. bene bravi .ma perche' non ha ragione antico quando dice che questo calibro non serve a niente di niente in piu' d quello che gia' esiste da un secolo sul mercato.

da Re di quaglie 2  24/08/2019 8.58

Re: LA PROVA SUL CAMPO DEL Calibro 7 MM Zentile, “L’eccezionale avventura di Daniele ed Emilio”

Te lo dico come l'avrebbe detto a me mio padre

Mo basta, falla finita...

OK?

TI ABBIAMO CAPITO TUTTI
Perfetto
ORA,
Rientra nei ranghi..
STOP.
Il BLOG l'ho creato per discutere di cose SERIE,
Possibilmente..
TE NE SEI APPROPRIATO
Per ripetere SEMPRE le stesse cose..
Ripeto io..
ABBIAMO CAPITO, la tua Piotti, il tuo express di Ferlach, la tua Strasser, il 308 etc..
ma

Mo basta..
OK,
Me la fai questa cortesia????

GRAZIE

MB

da Marco Benecchi x Antico  23/08/2019 17.43

Re: LA PROVA SUL CAMPO DEL Calibro 7 MM Zentile, “L’eccezionale avventura di Daniele ed Emilio”

ZENTILE HA AHAH

da aNTICO NON ABBOCCA  22/08/2019 12.00

Re: LA PROVA SUL CAMPO DEL Calibro 7 MM Zentile, “L’eccezionale avventura di Daniele ed Emilio”

Unobbrobio.

da Antico  22/08/2019 11.46

Re: LA PROVA SUL CAMPO DEL Calibro 7 MM Zentile, “L’eccezionale avventura di Daniele ed Emilio”

Interessante. Ma chi produce i dies per la ricarica? Quali sono i dati da rispettare per una ricarica corretta (pmax, OAL, ecc.)? E per i (molti) non ricaricatori chi produce le cartucce complete?

da bansberia  22/08/2019 6.48

Re: LA PROVA SUL CAMPO DEL Calibro 7 MM Zentile, “L’eccezionale avventura di Daniele ed Emilio”

hai ragione io con la saphir sabatti al poligono, ho spuntato c0n GMX hornady 140 gr 940 mt. circa
con ks 162 che ho in casa da circa 2anni ho spuntato 884mtt.
usate su caprioli a 80m a 160 danni irrisori da quando qualche anno fa hanno fatto la
camicia piu spessa e il cinghiale resta dove è . il cal. è il 7x64 x me grosso o piccolo l'animale resta
dove lo tiro.

da carlo48x antico  21/08/2019 11.27

Re: LA PROVA SUL CAMPO DEL Calibro 7 MM Zentile, “L’eccezionale avventura di Daniele ed Emilio”

Comunque .. contenti voi contenti tutti.Io rimango all'antica e per sempre. tre calibri testati da una 50ina di anni e cosa vado cercando di piu'?

da Antico e felice  21/08/2019 10.50

Re: LA PROVA SUL CAMPO DEL Calibro 7 MM Zentile, “L’eccezionale avventura di Daniele ed Emilio”

Ma per quale motivo dovrei usare questo calibro zentile quando con quei due o tre calibri che posseggo da 40 o 50 anni si puo' abbattere allo stesso modo un quadrupede e alla stessa distanza? I bambini giocano sono curiosi e aquistano sempre novita' vogliono sempre l'ultimo giocattolo sul mercato. Ma alla fine e' tutto gia stato scritto e provato piu' di quello gia inventato cosa si vuole?? arrivare a sparare i cervi su marte dal pianeta terra?

da Antico per sempre  21/08/2019 10.42
Cerca nel Blog
Lista dei Blog