Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Archivio
<agosto 2019>
lunmarmergiovensabdom
2930311234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930311
2345678
Mensile
agosto 2019
luglio 2019
giugno 2019
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
aprile 2011
marzo 2011
febbraio 2011
gennaio 2011
dicembre 2010
novembre 2010
ottobre 2010
settembre 2010
agosto 2010
luglio 2010
giugno 2010
maggio 2010
aprile 2010
marzo 2010
febbraio 2010
gennaio 2010
dicembre 2009
novembre 2009
ottobre 2009
settembre 2009
agosto 2009
luglio 2009
giugno 2009
maggio 2009
aprile 2009
marzo 2009
febbraio 2009
gennaio 2009
dicembre 2008
novembre 2008
ottobre 2008
settembre 2008
agosto 2008
maggio 2008
aprile 2008
marzo 2008
febbraio 2008
gennaio 2008
dicembre 2007
novembre 2007
ottobre 2007
settembre 2007
agosto 2007
luglio 2007
giugno 2007
gen14


14/01/2019 16.32 

 
Per festeggiare la maturità, chiesi in regalo a mio padre una carabina da battuta. Non fu una richiesta né insolita né inaspettata, perché a otto anni mio nonno mi aveva già comperato la Diana 27 e a quattordici la Beretta Super Sport calibro 22 LR! Col “battesimo di sangue” avevo definitivamente contratto la “febbre del cinghialaio” ed anche la convinzione che l’arma migliore per cacciare il “Re” fosse la carabina. In commercio a quei tempi di semiautomatiche se ne vedevano poche così la mia scelta si limitò a tre modelli soltanto: la Browning BAR, la mod. 100 della Winchester e la Remington 742 Woodmaster. Nelle armerie trovai una BAR in 270 Winchester (che acquistai), una Winchester 100 in 308 W e quasi tutte le Woodmaster che vidi erano in calibro 280 Remington. A distanza di tanti anni voglio dedicare questo piccolo studio al calibro .280 R perché credo che se lo meriti davvero. Anche se ormai è un calibro quasi dimenticato, negli anni settanta–ottanta fu uno dei maggiori protagonisti delle battute al cinghiale. Le vecchie Remington 742 con funzionamento a recupero di gas, con l’otturatore tipo artiglieria ad alette multiple di chiusura, che spesso s’inceppavano, che avevano gli scatti duri e delle mire poco adatte al tiro in corsa ma che erano appunto camerate nel buon 280 Remington, si sono fatte onore nei boschi di mezza Europa.
 


Il calibro 280 Remington (7,21 x 64,52 millimetri) nacque nel 1957 espressamente per essere camerato nelle carabine Remington semiautomatiche 740-742 e, stando ai bene informati, anche per cercare di contendere una fetta del mercato americano al 270 Winchester e una parte di quello mitteleuropeo al mitico 7 x 64 Brenneke. Anch’esso (tanto per cambiare) deriva dal bossolo del 30.06 e, ad essere precisi, da una “Wildcat” sperimentale, la 7 mm-06. Il 280 R, pur essendo un calibro abbastanza valido e moderno come impostazione balistica, non è mai stato niente di eccezionale. Assomigliava talmente tanto al 7 x 64 da far ipotizzare che fossero praticamente intercambiabili. Nonostante gli sforzi commerciali della casa madre che, non dimentichiamo ha prodotto il suo primo fucile semiautomatico nel lontano 1906, la nuova munizione non ebbe il successo sperato né nel paese natio né tanto meno nel vecchio continente. Questo fenomeno credo sia dipeso principalmente da due motivi: perché non riuscì ad intaccare l’enorme popolarità del 270 Winchester e del 30.06 e perché ad eccezione del 7 mm R M, in America i calibri .284 millesimi di pollice non hanno mai riscosso grandi consensi.

Il 280 Remington nacque già vecchio perché in pratica non interessava a nessuno. Era destinato a collocarsi in una fascia di mercato che di per sé era praticamente già satura. Ebbe un discreto successo in Italia, in Spagna ed in particolare in Francia (dove tuttora sono vietate, a causa di un ostracismo ingiustificato, le munizioni di origine militare come il 308 W ed il 30.06). Questo perché fu offerto in una delle poche carabine semiautomatiche disponibili. Le caratteristiche di potenza, costanza e precisione del 280 Reminton erano idonee alla caccia in battuta a cervi e cinghiali, ma calibri come il 308 ed il 30.06, che meglio si prestano alle esigenze del caso, contribuirono al suo definitivo pensionamento.

La Famosa Casa di Ilion cercò di correre ai ripari, sostituendo la Woodmaster 742 con il modello 7400 meglio rifinito ed affidabile e ribattezzando il .280 (nel 1979) in 7mm Express Remington. Ma ormai era troppo tardi. Aprescindere dai motivi per acquistare una carabina Bolt Action in .280, dobbiamo ricordare che, oltre alla stessa Remington (modelli 721, 725 e 700), altri nomi famosi come Doumoulin, Francotte e Krico hanno prodotto armi in questo calibro. Nella stessa categoria gli sono sempre stati preferiti calibri come il 270 W, il 7 x 64 e il 7 mm RM, molto più collaudati e soprattutto offerti in numerosi caricamenti. Quando il 280 Remington era “abbastanza” diffuso, in commercio si trovavano soltanto le Core Lokt da 165 grani, oggi invece l’offerta è talmente vasta da sembrare perlomeno anomala. Sono facilmente reperibili: le Sako Hammerhead da 170 grani, le SPEER Grand Slam da 145 e 160 grani, le Winchester Ballistic Silvertip e Fail Safe da 140 grani, le Remington Pdt da 140 grani e da 150 grani e le Spcl da 165 grani, le Hornady BTST LM e SST LN da 139 grani, le Federal Premium Nosler Partition da 150 e Trophy Bonded BC da 140 - 160 grani, le Norma Oryx da 156 grani e Vulcan e Plastic Point da 170 grani e le RWS TIG da 162 grani.
 
 


Chi ancora possiede una vecchia semiautomatica o una (poco comune) Bolt Action in calibro 280 Remington, non deve assolutamente temere di rimanere senza colpi! I pesi delle munizioni commerciali variano dai 140 ai 165 grani, ma come ben sanno gli appassionati tutti i calibri sette millimetri (284 millesimi di pollice) possono essere caricati con dei proiettili che variano dai leggeri 100 grani ai pesantissimi 177 grani. Consiglio sempre di scegliere accuratamente la palla (foggia e peso) in funzione del selvatico da cacciare, del territorio e delle distanze di tiro. Palle lente, pesanti e in configurazione Round Nose sono idonee per la caccia ai grossi selvatici a breve distanza e nel folto. Palle di media granitura, veloci e a deformazione controllata sono adatte per abbattere selvatici di media mole entro i duecento metri, mentre i proiettili leggeri Spitzer Boat Tail spinti ad elevata velocità sono quanto di meglio si possa avere per la caccia a lunga distanza in spazi aperti e contro animali non eccessivamente grandi e/o resistenti.

Credo che oggi in Italia il calibro 280 Remington sia usato esclusivamente da pochi cacciatori di cinghiale in battuta. A quei “nostalgici” mi sento in dovere di consigliare, nell’ordine, le ottime RWS TIG da 162 grani, le Federal Premium Nosler Partition da 150 grani e le Norma Oryx da 156 grani. Sono tutte munizioni in grado di ottemere risultati anche col più grosso e scorbutico dei cinghiali senza problemi e se la vostra Woodmaster spesso fa i capricci, con l’aiuto del Dies specifico oppure con uno simile calibro 270 W, 30.06 o 7 x 64 affondate le palle delle munizioni originali nel bossolo per un paio di millimetri, in modo da ridurre la lunghezza totale della cartuccia. Questo piccolo ma collaudato accorgimento servirà, se non proprio ad evitare i malfunzionamenti, almeno a limitarli.
 

Elencherò alcuni dati di ricarica estrapolati dai migliori manuali reperibili sul mercato e da prove eseguite personalmente, con lo scopo di aiutare chi intende prepararsi da solo delle ottime ed economiche munizioni. Sono dosi studiate ed idonee ad un impiego venatorio e quindi da considerarsi come MASSIME. Chi volesse utilizzarle è bene che inizi con dosi inferiori di circa il 5%.


POLVERE DOSE (grani) PALLA (grani) VELOCITA’ (feet/sec)
 


 In un vecchio catalogo della Remington (stampato addirittura in Svizzera!), che conservo gelosamente, c’è una bellissima foto di un grosso cinghiale con delle magnifiche difese che sembra guardare dritto e minaccioso l’obiettivo del fotografo. La didascalia dice: ”Quando un cinghiale non ha paura e dovete essere veloci e precisi, avete il fucile adatto?” Non so se la mitica 742 Woodmaster calibro 280 Remington lo sia, ma sono certo che in una situazione simile si farebbe onore.


Marco Benecchi
 
 
 
 

Tags:

Tuo Nome:
Titolo:
Commento:


162.158.79.141
Aggiungi un commento  Annulla 

48 commenti finora...

Re: Il calibro 280 Remington

Ho una carabina 280 /R e non capisco tanta svalorizazzione di questo calibro che ammazza tutto chi scrive certe stupidaggihnji andasse a caccia co a fionda....fa piu' bella figura. tra l'altro non pecca di niente nemmeno alle lu nghe distanze. lo usata in polonia e gli amici polacchi me la invidiavano per la sua precisione e potenza !!! Chi non capòisce un cazzo deve stare muto !!! Lasciare i giudizi achi va a caccia da 40 anni e figlio nipote e pronipote di cacciatore !!!

da luciani Giulio de ROMA NO MAFIA CAPITALE FINANZIER  18/07/2019 15.27

Re: Il calibro 280 Remington

per me è un calibro eccezionale e se la carabina la tratti come si deve....non si inceppa

da aldo furiato  20/05/2019 15.34

Re: Il calibro 280 Remington

Come ormai sanno i frequentatori del Blog sono un convinto blaserista. Tuttavia possiedo anche "vecchie glorie", che sono tutte ugualmente affidabili, solo un po' meno pratiche. Ma non ho mai avuto nessun timore ad usare la mia Mauser 66 o la Steyr Mannlicher 6,5x68, sono armi super collaudate. Altro che bidoni... da qualche anno preferisco le Blaser perché le trovo più maneggevoli e più facilmente modulabili (vedi la possibilità di interscambio delle ottiche). Ecco tutto. Sul piano estetico si può discutere all'infinito (e forse quelle vecchie sono armi ancora insuperate) ma non certo su quello della garanzia degli abbattimenti. Chi critica le armi vecchie secondo me non le conosce bene... per non parlare dei calibri, che vengono sfornati a ripetizione solo per motivi commerciali. Nessun animale europeo può resistere alle vecchie glorie (Schuler, Brenneke, Bock). IBAL

da Filippo 53  28/01/2019 10.47

Re: Il calibro 280 Remington

Al mondo non esiste il migliore o il peggiore,
Ma il Più Adatto e il Meno Adatto...

Il 9,3 x 74 R è un grande calibro, molto diffuso e super collaudato, ma è stato progettato per determinati scopi..

Ora dovresti dirci, PER TE è un ottimo calibro, adatto per cosa?

MB

da Marco B x Jason 4  28/01/2019 7.10

Re: Il calibro 280 Remington

Andate a lavorare .

da Figli di papa'  27/01/2019 15.30

Re: Il calibro 280 Remington

Il miglior calibro e' il 9x74

da Jason 4  26/01/2019 21.18

Re: Il calibro 280 Remington

No non e' vero gli immigrati non rubano e non fanno a pezzi le persone e non e' vero che spacciano droga.

da Alfredo 34  26/01/2019 16.22

Re: Il calibro 280 Remington

aL CARA DI CASTELNUOVO SPACCIAVANO DROGA MA IL PAPA NON MENZIONA GLI ARRESTI con soldi in tasca degli exstracomunitari continuiamo cosi' facciamo finta di niente.

da ccci vostra  26/01/2019 13.25

Re: Il calibro 280 Remington

W MATTEO SALVINI.

da rISONTE  26/01/2019 13.22

Re: Il calibro 280 Remington

FORZA MATTEO!!!!!!!!!!!!!!!!! Un grande uomo ,che purtroppo la massa di vescovi e monsignori e cardinali da 20mila euro mensili e tutti fanno finta di non vedere! cccci vostra!! stop agli sbarchi via tutti gli stranieri dall'italia compresi gli albanesi e i rumeni che ogni gioorno ci rubano in casa. AVETE ROTTO IL CXXO!! SE LI VOLETE PORTATEVELI A CASA VOSTRA!

da rISONTE  26/01/2019 13.21

Re: Il calibro 280 Remington

purtroppo tutti i media sono contro Salvini... la gente invece è con lui!

da lega  25/01/2019 18.39

Re: Il calibro 280 Remington

Chiuinque e' controp salvini e' un povero comunista r eee chhione a favore della droga libera e del divorzio e dell'aborto e a favore della massa di immigrati maiali che stanno entrando in italy.

da www salvini  25/01/2019 13.07

Re: Il calibro 280 Remington

mA COME CXXO SI FFFA A PENSARE CONTRO A SALVINI CHE STA FACENDO DEL BENE AGLI ITALIANI W SALVINI I PRETI E I COMUNISTI SONO IL MALE DEL MONDO!! PRCO DDDDDDDDDDDDDDDDDDDDD

da www salvini  25/01/2019 13.05

Re: Il calibro 280 Remington

e SIII RICORDALE PURE LE VECCHIE GLORIE, ma sono dei cessi!

da pIETRO  25/01/2019 12.14

Re: Il calibro 280 Remington

I 5 stelle sono una meddrda ma salvini e' un SANTO! I COMUNISTI SONO IL MALE ASSOLUTO E RENZI E' UN CESSO DI POLITICO.

da pIETRO  25/01/2019 12.12

Re: Il calibro 280 Remington

Non so quanti anni tu abbia,
Io ormai vado x i 59
e posso giurarti che "AI SUOI TEMPI",
Negli anni 60-70 l'AUTO 5 era il numero uno,
Il fucile dei signori, dei nobili, perché costava il triplo di un Franchi 48 AL e quasi il doppio di un mollone Breda..
Erano quelli allora i semiauto in commercio..

Quando uscirono i primi Beretta serie 300 e in seguito i Benelli, i Browning AUTO 5 stavano già scomparendo!

Anche in questo caso, credo che paragonarli ad un moderno Benelli Comfortech è da....burloni!!
Proprio non vedo il nesso.
Sarebbe come paragonare una vecchia FIAT Campagnola ad un Porsche Macan o ad un Hammer...

Che stupidaggini!
MB

da Marco Benecchi x Ma Jamm  24/01/2019 16.11

Re: Il calibro 280 Remington

Io credo che se oggi ci ritroviamo ad essere governati dai 5 STELLE è anche per quesato motivo
Meno male che mio padre e mio nonno sono morti.....
Non credo che avrebbero resistito a veder accadere certe cose.
IN ITALIA REGNA LO SPIRITO DI CONTRADDIZIONE!
Se io dico BIANCO esplode subito un coro di NERO.

Dovreste farmi vedere/leggere dove ho sfr5itto o detto che uno oggi deve andare a caccia con un ferro vecchio.
Nella fattispecie di una Remington semiautomatica?

Riporto quel che ho scritto all'amico LITTLE

"""E' vero, le 742, le 7400 e le 750 non mai stati dei mostri di affidabilità,
Ma quei rari modelli (pochi, se non pochissimi) che sono venuti bene, hanno svolto sempre egregiamente il loro lavoro.
In particolare quelle camerate in 308 hanno sempre funzionato meglio.
Le 280 e le 30.06 parecchio meno.....

Quello che non ho mai perdonato alla Remington è stato il totale disinteresse al modernizzare il modello, Dopo essere passati alla riduzione delle alette di chiusura dal modello 742 al 7400, si sono fermati la'..

Comunque rimangono pur sempre delle bellissime semiauto, tra le più belle esteticamente!
M"""

E' chiaro che IN OGNI CAMPO uno cerca di utilizzare ottimi prodotti costruiti con ottimi materiali,
Ma non credo sia sbagliato ricordare quelle che sono state le Nostre "VECCHIE GLORIE"

Poi, paragonare una Remington 742 ad una Strasser ce ne vuole...................

MB

da Marco Benecchi x TUTTI  24/01/2019 16.05

Re: Il calibro 280 Remington

Ma nadiamo ,per fare un esempio ho sparato coi tanto elogiati cal 12 browing auto 5 i breda a mollone ecc.. ,ma andiamo!!! dei rottami cessi vecchi ma cosa ci fai piu' andavano bene per l'epoca ,sse gli metti vicino un semplicissimo inerziale benelli non li vede proprio.

da Ma jamm  24/01/2019 15.33

Re: Il calibro 280 Remington

Fresca l8x68 lo conosco bene e' un super calibro ,ma io sto parlando di fucili che ti si inceppano e se non stai attento ti esplodono in braccio .Per certe cose meglio il moderno ultima generazione in termini di sicurezza precisione e affidabilita' .

da Ma jamm  24/01/2019 15.30

Re: Il calibro 280 Remington

E' come mettersi in autostrada con una 500 anni 60 oppure con una 126 oggi. La passione per le cose vecchie la capisco ,ma cacciare con delle reliquie non va bene.

da Ma jamm  24/01/2019 15.26

Re: Il calibro 280 Remington

io vado a caccia , da sempre, con "bidoni" anni 70(8x68, 6,6x68, 7x64) e fanno quello per il quale sono stati costruiti... abbattere animali: qual'è il tuo problema?

da tiroler X Ma andiamo!!!!  24/01/2019 14.45

Re: Il calibro 280 Remington

Ma dai su siamo al ridicolo!! Andate in posti pericolosi a cacciare animali pericolosi e andateci coi rottami da voi menzionati ,coi rottami da sfasciacarrozze io nel bosco non ci entrerei per niente al mondo pericolo inceppamenti padelle e scarsa precisione. Per divertimento e sfida va anche bene ma se debbo cacciare selvatici veri secondo voi ci vado con una strasser oppure con un bidone anni 80?

da Ma anadiamo!!!!  24/01/2019 11.24

Re: Il calibro 280 Remington

Questi due rottami che avete menzionato una strasserr se li mangia anche senza cartucce .

da Antichio  24/01/2019 11.16

Re: Il calibro 280 Remington

e hh eeeheh ehheheheh ma davvero e' hehehehe e che siete di parte per promuovere certi cessi e fargli avere mercato vuoi sull'usato vuoi sul nuovo siete imbattibili!! Le strasser bidoni? ah ha ah ah h aah ma si vede che le strasserr non vi fanno mangiare ha haah ah ah ah buffuni!

da Antichio  24/01/2019 11.15

Re: Il calibro 280 Remington

Vista e provata al poligono la strasser.. che dire, secondo me è la Fiat duna delle carabine..

da Little John  24/01/2019 8.36

Re: Il calibro 280 Remington

Con una CZ 550 i tuoi
Quanti?
1000 cinghiali li avresti fatti ugualmente, ad un quinto del costo della Strasser,
Solo che la CZ è tutto ACCIAIO e buon legno...

E SOPRATTUTTO

NON si smonta..............

Mi spaventano un pochino anche quelli di facile sostituzione della canna (vedi Blaser!)
Figuriamoci le armi RIGATE che si smontano in 6 - 7 pezzi..
Roba da James Bond...


Comunque col tempo... imparerai,
Tranquillo!
MB

da Marco B x Antico  23/01/2019 18.59

Re: Il calibro 280 Remington

h ah ahaha questa e' bellissima, le strasser sarebbero dei bidoni? ah ah ha ha ,mi ha colpito la precisione ,lo smontaggio e rimontaggio e i duecento cinghiali degli ultimi 4 anni fulminati .la lega non significa niente ,se il fucile va' puo' essere anche di cartone .

da Antico   23/01/2019 17.57

Re: Il calibro 280 Remington

Premetto che NON MI INTENDO MOLTO DI ARMI specialmente quelle rigate
quindi il mio è un giudizio giudizio puramente personale
Credo che le STRASSER siano tra le peggiori carabine MAI COSTRUITE.
In assoluto
Con larghissimo uso di leghe leggere COMPLETAMENTE SMONTABILI;
cosa da voltastomaco almeno per me,
hanno una estetica orribile e un prezzo osceno,
Compresi gli attacchi dedicati,
Ora dimmi tu cosa ti ha colpito di questi
"capolavori"!
Marco Benecchi

da Marco Benecchi x Antico  23/01/2019 17.18

Re: Il calibro 280 Remington

Anche qua qualcuno e' di parte…. chissa' perché non vedo mai menzionate le carabine strasser, mentre si parla e d elogiano dei bidoni di fucili di antiquariato! a caccia bisogna portarsi appresso il meglio del meglio e non carabine scatolame . una bella strasser e' quanto di meglio possa esserci sul mercato al momento ottimi prezzi ,ma chissa' perché ' non lo diteehh eeh furbacchioni volete fare pubblicita' ai rottami vero?

da Antico  23/01/2019 17.08

Re: Il calibro 280 Remington

Ma fatevi una strasser in 308 e non rompete il cxxo!! Ci caccerete per tutta la vita dalla a alla zeta!

da Antico  23/01/2019 17.02

Re: Il calibro 280 Remington

So bene che a MB non piace usare palle troppo leggere in grossi calibri; ciò premesso, io sul mio 9,3x74R mi trovo benissimo con le DK (RWS, scusa ancora Marco) che però mi risulta non vengano più prodotte. Modesto rinculo (se non ricordo male sono 225 grani appena), ottimo effetto stop, scarso danneggiamento della spoglia (la DK venne creata con questo scopo).
Ma certa gente perché frequenta il Blog se lo trova inutile?

da Filippo 53  21/01/2019 18.50

Re: Il calibro 280 Remington

Ok grazie mille....riferisco.

da Iacopo  20/01/2019 22.29

Re: Il calibro 280 Remington

Carissimo,
Lascia stare......................

da Marco Be x Bansberia  20/01/2019 17.56

Re: Il calibro 280 Remington

NON SI VA MAI FUORI TEMA nel NOSTRO BLOG,
Purchè si parli di cose serie e educatamente...

Fai i complimenti al tuo amico x l'acquisto, ma sarebbe come farli ad uno che appena comperata una Ferrari poi si lamenta che..
Consuma troppo?????

Col 9,3 x 74 R ci hanno fatto anche bufali e elefanti....

E' un calibro piuttosto energico..
Poi c'è il discorso "CONVERGENZA DELLE CANNE"
Occorrerebbe sapere con che tipo e peso di munizioni è stata fatta e non muoversi da quella, altrimenti potrebbe cercare di utilizzare delle MONOLITICHE, che sono sempre meno distruttive delle normali Soft.
Ottime le Fox Bullet, ma dovrebbe farsele ricaricare..

Tra le commerciali io mi orienterei verso le Norma Oryx da 286, non ho molta simpatia per le munizioni in GROSSO CALIBRO ma utilizzate con palle di peso esiguo come potrebbero essere le Vulkan o similari da 232 grani..

Facci sapere
Buona
M

da Marco Be x Iacopo  20/01/2019 17.55

Re: Il calibro 280 Remington

si si e' bello parlarne del 280 magnum ,ma a cosa c xxo serve questo calibro?

da mangi  20/01/2019 14.24

Re: Il calibro 280 Remington

Non mi risulta si possano usare semiauto per cacciare il camoscio. In secondo luogo, pochissimi camosci vengono abbattuti con il .308. Quindi, almeno per il camoscio, occorre un altro calibro e un'altra arma.
Non è detto che si comperi un nuovo fucile, con relativa ottica , per fare invidia al prossimo. Tanti oggetti vengono acquisatai per il piacere di averli. Potremmo usare tela cerata invece delle tovaglie, due soli paia di scarpe, ecc. ecc..
Così si dà anche lavoro a un pò di gente.

da bansberia  20/01/2019 8.45

Re: Il calibro 280 Remington

Marco una domanda un po' fuori tema.....un mio amico da poco contagiato dalla febbre del cinghiale si è comprato un sovrapposto express in 9.3x74 e mi ha chiesto consiglio su quali cartucce acquistare dato che quelle che gli sono state consegnate con l'arma non lo hanno soddisfatto in quanto troppo distruttive....dato che non so che dirgli mi rivolgo a te....

da Iacopo  19/01/2019 22.15

Re: Il calibro 280 Remington

All'atto pratico se voi cambiate calibro per ogni animale che andate cercando io vi dimostro che lo stesso identico lavoro lo fa una semplicissima faccio un esempio benelli 308 o una browning in 308 ci vado a caccia da mezzo secolo e credetemi che di ciccia ne ho portata a casa parecchia e senza feriti.divertitevi pure a sfidarvi chia ha il calibro piu' lungo

da Mangiacarneecane  19/01/2019 10.19

Re: Il calibro 280 Remington

Capisco il bel vedere di un fucile vecchio che ha fatto epoca ,capisco portare a spasso fucili in radica di noce capisco le ottiche costosissime per far vedere al vicino i soldi che abbiamo ,ma non capiro' mai a cosa cxxo vi servono tutti questi calibri ,ma a quanto volete abbattere un animale a 3 km.? un 308 un 30 06 basta e avanza per qualsiasi ungulato italiano .

da Mangiacarneecane  19/01/2019 10.15

Re: Il calibro 280 Remington

mangiacane non hai tutti i torti - ma il business è il business ahahah

da ahaha  18/01/2019 19.13

Re: Il calibro 280 Remington

ancora cercate meglio

da Mangiacarne  18/01/2019 18.03

Re: Il calibro 280 Remington

Ma quando senza ottica a 150 metri metti una palla 308 in un diametro di 20 cm . che cosa ne pensate

da Mangiacarne  18/01/2019 18.03

Re: Il calibro 280 Remington

E basta con tutti sti fucili e calibri!! Ma come czz e' che io con un 308 acchiappo dalla volpe al muflone all'elefante? non sarete un po' fissati.

da Mangiacarne  18/01/2019 18.01

Re: Il calibro 280 Remington

E' vero, le 742, le 7400 e le 750 non mai stati dei mostri di affidabilità,
Ma quei rari modelli (pochi, se non pochissimi) che sono venuti bene, hanno svolto sempre egregiamente il loro lavoro.
In particolare quelle camerate in 308 hanno sempre funzionato meglio.
Le 280 e le 30.06 parecchio meno.....

Quello che non ho mai perdonato alla Remington è stato il totale disinteresse al modernizzare il modello, Dopo essere passati alla riduzione delle alette di chiusura dal modello 742 al 7400, si sono fermati la'..

Comunque rimangono pur sempre delle bellissime semiauto, tra le più belle esteticamente!
M

da Marco B x Little John  18/01/2019 12.48

Re: Il calibro 280 Remington

Sul calibro non si discute (essendo gemello del 7x64) ma sulle carabine semiauto remington, ad essere sinceri, non ne ho mai sentito parlare molto bene

da Little john  17/01/2019 9.04

Re: Il calibro 280 Remington

hi hihihhiha h aha hihiiiii

da gas  16/01/2019 18.08

Re: Il calibro 280 Remington

Credo che l'ultima foto, scattata dal Francesco il figlio di Filippo a nostra insaputa,
La dica lunga su "Come dovrebbe essere la caccia!"

Tanta Azione, tanta, Passione, ma anche momenti tranquilli da godere in compagnia di amici veri e sinceri.
Quel giorno eravamo ad una battuta al cinghiale,
Sia io sia Filippo avevamo fatto due bei capi e entrambi avevamo deciso che bastava così....

Chissà di cosa stavamo discutendo.. forse proprio se è meglio il 270 W o il 7 x 64..........
Cordiali Saluti a tutti
M

da Marco Benecchi x TUTTI  15/01/2019 6.25

Re: Il calibro 280 Remington

Nella mia R-93 (in 7x64) quella munizione della Winchester che si vede nel servizio (Ballistic SiverTip, 140 grani) mi garantiva una precisione eccezionale. A 100 metri al Poligono La Folce non sono mai uscito dal 10, ma la maggior parte erano mouches! Sono ancora prodotte?

da Filippo 53  14/01/2019 20.01
Cerca nel Blog
Lista dei Blog