Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Ricette | Le bottiglie | Ristoranti | Libri | Indirizzi | Archivio Scempi | I Funghi | Tartufi e funghi |
 Cerca
Brevettato nuovo metodo per addestrare cani da tartufo...

Novità nell'addestramento cani da tartufo. La Scuola cinofila Majella Tartufi, che da un decennio si occupa di addestramento per cani da tartufo ed educazione cinofila...

Decolla la stagione dei funghi...

Raccolta funghiPochi giorni fa un comunicato di Coldiretti anticipava che  l’arrivo della prima pioggia di autunno avrebbe preparato il terreno per i funghi. Infatti le intense piogge...


Notizie Tartufi...

 

Micologia
Cantharellus cibarius - Galletto

Cantharellus cibarius

Ha un cappello di 3-8 cm, carnoso, di forma irregolare, convesso, depresso al centro, a margine ottuso e lobato, di colore giallo aranciato o anche giallo chiaro. La parte fertile è costituita da venature irregolari collegate tra loro, decorrenti sul gambo e dello stesso colore del resto del fungo...

RICETTE
Risotto mantecato con pernice rossa al Brandy, al profumo di tartufo

Per prima cosa è meglio procedere alla cottura della pernice. E’ un lavoro che richiede un largo anticipo, almeno un paio d’ore. Inoltre dobbiamo tenere in considerazione la lenta cottura del riso, quindi se desideriamo preparare questo delizioso piatto, teniamo conto che è un po' laborioso, ma anche che dà grande soddisfazione. Detto questo, prendiamo la nostra bella pernice, puliamola bene...

EVENTI

Sagra tartufo biancoTra le mostre mercato italiane più longeve dedicate a questo prezioso fungo ipogeo, c’è di diritto quella delle Crete Senesi che si svolge a San Giovanni d’Asso (oggi comune di Montalcino) che nel 2017 festeggia la trentaduesima edizione: oltre trent’anni dedicati...


Cosa sono i tartufi
Il tartufo è la parte fruttifera (sporocarpo) di un particolare tipo di fungo che nasce e cresce sotto terra. Come i funghi epigei (con il corpo fruttifero esterno), i tartufi (che sono funghi ipogei, vale a dire che compiono il loro intero ciclo vitale sotto terra) appartengono al genere Tuber. Tutti i tartufi per vivere hanno bisogno di un rapporto simbiotico con le piante. Attraverso le micorize (piccoli reticoli di tubicini chiamati ife) queste specie vengono in contatto con le radici delle piante, formando un legame con esse. Le piante offrono loro diverse sostanze nutritive ricevendo in cambio sali minerali e acqua. Il corpo fruttifero si forma solo in presenza di particolari condizioni, quando alcune ife si intrecciano tra di loro.

I tartufi devono il loro successo in cucina all'intenso aroma, caratteristica dovuta ad un adattamento evoluzionistico che permette loro di attirare insetti e piccoli mammiferi e, quindi, diffondere le spore, passando per l'apparato digerente di altri insetti e mammiferi.

Le spore, così come le caratteristiche organolettiche che interessano gli umani per la raccolta, si generano soltanto a maturazione completata, il che permette al tartufo stesso di essere scovato sotto terra dagli animali, uomo compreso, che si serve di altri animali dal forte apparato olfattivo, cani soprattutto.

Hanno una parete esterna, chiamata peridio, che varia nella struttura (liscio o sculturato) e nel colore. La parte interna è detta gleba, di colore variabile dal bianco al nero, a seconda della specie presenta diverse venature che delimitano gli alveoli in cui sono immersi gli aschi, che contengono le spore. Tutte queste caratteristiche variano da specie a specie. Vediamo quelle maggiormente diffuse in Italia.

 

Specie

Le specie sono tante. In Italia sono otto quelle che possono essere raccolte e commercializzate, secondo la legge quadro nazionale n. 752/85 e sue successive modificazioni (n. 162/91). Al top troviamo il Tartufo Bianco Pregiato, ovvero il Turber Magnatum e il Tuber Magnatum Pico (Tartufo Bianco d’Alba o di Acqualagna) e il Tartufo Nero Pregiato, ovvero il Tuber Melanosporum (Tartufo Nero di Norcia). Di medio livello lo scorzone, Tuber Borchii Vitt. (Bianchetto o Marzuolo), Tuber Brumale Vitt. (Invernale), Tuber Macrosporum Vitt. (Nero Liscio).

| Caccia | Cia: no a estensione divieto di caccia per stato calamità incendi
| Caccia | Massardi (Lega): "A Brescia in atto vergognosa persecuzione dei cacciatori"
| Natura | Prima segnalazione di leptospirosi nel lupo in Europa
| Caccia | Sardegna: Un'altra giornata per lepri e pernici
| Caccia | Caccia e incendi. Al Senato la Lega occupa la commissione Ambiente
| Caccia | I cacciatori lombardi tornano in piazza il 22 ottobre
| Caccia | Segnalazioni spari. Ma chi sbaglia?
| Caccia | L'era del cinghiale bianco
| Caccia | Francia. Riaprono le cacce tradizionali
| Caccia | "Selvatici e salvifici". A Trento una mostra su Mario Rigoni Stern
| Cani | Sis: Al via selezioni per Campionato Ue su beccacce
| Natura | Firmato protocollo di intesa tra ISPRA e Guardia di Finanza
| Natura | Biodirversità. A che punto siamo
| Caccia | Acr: no divieto caccia cesena e tordo nelle giornate integrative
| Editoriale | La ferocia dei più buoni

Clicca sulla risoluzione desiderata:

Clicca sulla risoluzione desiderata:

Sfondi: Maggio 2009 Big Hunter Sensuality

800x600
1024x768
1152x864
1280x800
1280x960
1280x1024

 Sfondo Art Venandi, da calendario Big Hunter 2009 - Mese di Maggio

800x600
1024x768
1152x864
1280x800
1280x960
1280x1024

Clicca sulla risoluzione desiderata:

Sfondi: Maggio 2009 Big Hunter l'altra metà del cielo

800x600
1024x768
1152x864
1280x800
1280x960
1280x1024