Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Ricette | Le bottiglie | Ristoranti | Libri | Indirizzi | Archivio Scempi | I Funghi | Tartufi e funghi |
 Cerca
 Accedi

Notizie Funghi e Tartufi

Un genovese vince il campionato del mondo di raccolta funghi


giovedì 20 ottobre 2016
    

Anche i cercatori di funghi hanno la loro olimpiade. La gara mondiale di raccolta (di porcini) si è svolta due settimane fa in quel di Reggio Emilia, precisamente nei boschi di Cerreto Laghi. La quarta edizione del Campionato mondiale del fungo ha visto la partecipazione di 523 appassionati, provenienti da 7 nazioni diverse. L'iniziativa è del Parco nazionale Appennino tosco emiliano per incentivare ad un utilizzo rispettoso delle risorse del bosco.

A vincere la gara, con 23 porcini trovati in quattro ore di ricerca, per un peso complessivo di 1,950 è stato un genovese, Giuseppe Moro, di 50 anni, commesso di professione in un negozio di articoli per la pesca.  Intervistato da Repubblica, Moro ha spiegato che per diventare campioni, occorre studiare il bosco.
 
“L'anno scorso – ha dichiarato al quotidiano - ero qui al campionato e non ho trovato nulla. E allora in primavera e in estate sono venuto a studiare questi boschi. Devi capire come reagiscono quando c'è poca pioggia, devi trovare le zone umide, gli spazi aperti dove le foglie non fanno da impermeabile al terreno... Ho cominciato ad andare nei boschi - mai al mare, abitiamo sulle alture a Fontanabuona - con mio papà Rino, che ha 86 anni e ancora, a volte, mi accompagna. Anche mio nonno Giovanni è stato un maestro. Mi diceva: raccogli ciò che vedi, non ciò che è nascosto. Odiava chi usava i rastrelli e anche chi distruggeva i funghi velenosi. Nessuno deve accorgersi che sei passato nel bosco, si raccomandava".

Ottimi i consigli di questo campione. Il buon esito della raccolta è sicuramente avvantaggiato da altri fattori. Per esempio è fondamentale avere con sé l'attrezzatura adatta e indossare abbigliamento comodo e sicuro, come le scarponi per lunghe passeggiate nel bosco. Soprattutto è necessario avere  gerle, zaini o cestini predisposti, come a norma di legge, per il rilascio delle spore ma anche comodi da trasportare.  E una volta raccolti? Se abbiamo fatto incetta di porcini inutile abbuffarsi per consumarli tutti subito, si possono conservare in molti modi. Il più pratico è quello dell'essiccazione, grazie a moderni essiccatori  disponibili sul mercato.
 
 
 

Leggi tutte le news

2 commenti finora...

Re:Un genovese vince il campionato del mondo di raccolta funghi

mi sembra una demenziale predazione di un bene del territorio, e perché poi?

da vecchio cedro 21/10/2016 15.03

Re:Un genovese vince il campionato del mondo di raccolta funghi

23 porcini in 4 ore...!!! Eh la Madonna direbbe il grande Renato POZZETTO! Ma che numeri sono...?! In Sila quest'anno chi è andato si è...riempito ! Il più fesso dei cercatori ogni uscita si è portato dietro almeno 7/8 Kg. di porcini e che porcini ! Nella faggeta, nei castagneti ed anche tra le querce e nell'erica è stato tutto un tripudio di funghi sopratutto porcini. Tuttora se ne trovano ancora anche perchè le temperature della notte non sono ancora scese più ti tanto.

da Andrea 1953 20/10/2016 20.25