HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Ricette | Le bottiglie | Ristoranti | Libri | Indirizzi | Archivio Scempi | I Funghi | Tartufi e funghi |
  Cerca
Ispra: il consumo di suolo rallenta ma non si ferma Lo sciacallo in espansione in Italia? Al Senato primo passo verso l'abolizione degli animali nei circhi Ambientalisti: la Camera bocci la riforma sui Parchi No Vegan: è il momento della controinformazione "Le aragoste provano dolore", condannato ristoratore fiorentino Trento chiede la possibilità di rimozione dei lupi dannosi In Australia gli ambientalisti alla guida della più grande eradicazione di gatti e volpi Corte Europea: no alla denominazione "latte" per prodotti vegetali Fruttariano a Cruciani “mangiare pasta è un delitto, si uccidono semi di grano” In Umbria stanziati quasi 7 milioni per interventi in aree naturali Coldiretti lancia la campagna No Vegan: “Il 95% degli italiani mangia carne” E' il Piemonte la Regione con la maggior superficie di boschi Nell'ambra conservato uccello di 100 milioni di anni Romano (M5S) "no agli abbattimenti, le nutrie sono molto amate" Onorificenza per meriti ambientalistici a Franco Zunino Veneto. Eradicazione cinghiali: 200mila euro dalla Regione al Parco Colli Euganei Ispra, l'istituto è in crisi: protestano i dipendenti Presentati dati di Life WolfAlps: in Piemonte vivono 151 lupi Il 5 giugno si festeggia la Giornata mondiale dell'Ambiente I Comuni toscani chiedono la riapertura del Piano lupo Sammuri gela l'ambientalista che vuole salvare i mufloni: "Il Parco non è uno zoo" Anche la caccia tra gli scatti in onore della Madre Terra Progetti LIFE: il 52% dedicato alla lotta contro le specie invasive "Fondazione UNA e Parco della Maremma insieme per valorizzare la biodiversità"

News Natura

Riapre l’avviso pubblico per fauna selvatica ferita o in difficoltà a Parma e Piacenza


martedì 9 maggio 2017
    

Calendario venatorio Emilia Romagna 2017 2018 Una recentissima delibera della Giunta regionale dell'Emilia Romagna ha riaperto fino al prossimo 15 maggio i termini per la presentazione da parte di Cras (Centri di raccolta animali selvatici) e associazioni di volontariato delle manifestazioni di interesse per il recupero e trasporto della fauna in difficoltà nelle province di Parma e Piacenza, le uniche dell’Emilia-Romagna da cui non erano pervenute candidature allo scadere del primo avviso pubblico.

Il bando ha stanziato 300.000 euro per il rimborso dei costi sostenuti e prevede la stipula da parte della Regione Emilia-Romagna di un’unica convenzione per ciascuna provincia con tutti i soggetti disponibili. Finora da Parma sono arrivate manifestazioni di interesse di due Cras, che però svolgono solamente attività di pronto soccorso dei selvatici feriti, mentre nessun soggetto si è fatto avanti per il servizio di recupero e trasporto. Invece da Piacenza, oltre alla candidatura di un Cras per il primo soccorso, è pervenuta la manifestazione di interesse da parte di un’associazione che tuttavia si occupa soltanto di raccolta e trasporto dell’avifauna, con esclusione quindi di ungulati (cinghiali, cervi, ecc.) e di altre specie.

Per garantire la copertura del servizio sull’intero territorio regionale, la giunta ha così deciso di riaprire i termini per la presentazione delle candidature esclusivamente nelle due province di Parma e Piacenza, con gli stessi criteri applicati negli altri territori, e soltanto per la raccolta e il trasporto dei selvatici feriti. Sono fatte salve le candidature già pervenute ed istruite.

Le risorse a disposizione per il rimborso delle spese di trasporto e prime cure ammontano a circa 38mila euro per la provincia di Parma e poco più di 30mila per Piacenza.

Le domande possono essere presentate direttamente al Servizio attività faunistico-venatorie - Direzione generale agricoltura, caccia e pesca, viale della Fiera 8, 40127 Bologna, oppure tramite posta certificata all’indirizzo territoriorurale@postacert.regione.emilia-romagna.it (Regione Emilia Romagna)


Leggi tutte le news

4 commenti finora...

Re:Riapre l’avviso pubblico per fauna selvatica ferita o in difficoltà a Parma e Piacenza

Don camillo, questo su cui sta commentando è un comunicato stampa della Regione Emilia Romagna, per quanto riguarda "notizie e leggi mal interpretate" ci faccia sapere dettagliatamente dove avremmo sbagliato.

da Redazione BigHunter.it 09/05/2017 11.10

Re:Riapre l’avviso pubblico per fauna selvatica ferita o in difficoltà a Parma e Piacenza

Spiega .Grazie

da Mauro 68 09/05/2017 9.57

Re:Riapre l’avviso pubblico per fauna selvatica ferita o in difficoltà a Parma e Piacenza

Sbagliate molte volte a divulgare notizie errate dovete fare piu' attenzione confondete le idee ai cacciatori soprattutto sulle leggi .fate un bel casino scrivete un sacco di notizie e leggi mal interpretate

da Don camillo 09/05/2017 9.55

Re:Riapre l’avviso pubblico per fauna selvatica ferita o in difficoltà a Parma e Piacenza

Noi cacciatori , paghiamo per andare a caccia , e poi lavoriamo GRATIS gestire il territorio e mettendo del nostro . E i animalisti che hanno voluto questo vogliono anche i soldi ( e li danno ) . Pensate che un operaio che lavora 40 ore alla settimana non li prenda 30,00 mila euro all'anno . I militi delle assistenze pubbliche vanno a fare il loro servizio per 0,00 euro .E associazione ( assistenze pubbliche) prendono un tot per chilometro ( rimborso spese) .

da Mauro 68 09/05/2017 9.28