Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Ricette | Le bottiglie | Ristoranti | Libri | Indirizzi | Archivio Scempi | I Funghi | Tartufi e funghi |
 Cerca

News Natura

Il lupo ha stabilmente occupato tutta l'Emilia Romagna


lunedì 16 aprile 2018
    

"Alcuni elementi oggettivi (rinvenimento di carcasse, predazioni su domestici e selvatici, eventi di riproduzione, avvistamenti, monitoraggio telemetrico di esemplari in dispersione) portano a considerare come stabilmente occupato tutto il territorio regionale a sud della via Emilia".

Lo ha detto in risposta ad un'interrogazione consiliare l’assessore regionale Simona Caselli (Agricoltura, caccia e pesca). La Caselli ha anche dichiarato che nessuno al momento sa quanti siano davvero i lupi, perché il monitoraggio fatto con Ispra si è interrotto "quando si è avuta conferma della completa ricolonizzazione dell’intera area appenninica".

Secondo la Caselli i dati sono frammentari ma mostrano chiaramente "un’espansione naturale della specie verso nord su tutto il territorio regionale, con esemplari riproduttivi stabilmente presenti a ridosso di alcune delle principali città emiliane".

"Fino a quando il lupo si mantiene a densità molto basse - spiega la Caselli - i rapporti con il cane sono caratterizzati quasi esclusivamente dal fenomeno dell’ibridazione. Purtroppo in aree ad alta densità della sottospecie lupus si assiste all’incremento di un comportamento diametralmente opposto, rappresentato dalla predazione nei confronti degli esemplari domestici".

Continua poi la Caselli: "Dati preliminari, ottenuti grazie all’applicazione di collari Gps-Gsm ad alcuni esemplari, confermano che il lupo è indotto, anche a causa di errati comportamenti umani quali smaltimenti non conformi di carcasse di animali e di altri residui zootecnici come le placente, a cercare cibo in prossimità di zone abitate, sviluppando comportamenti in grado di aumentare, in modo particolarmente significativo, le interazioni con i cani domestici».

"L’incidenza del problema è quindi destinata ad aumentare" conclude la Caselli, specificando però che la Regione sta studiando contromisure da condividere con il ministero dell’Ambiente "per ristabilire e rinsaldare il necessario confine tra la specie lupo e l’uomo".

Leggi tutte le news

8 commenti finora...

Re:Il lupo ha stabilmente occupato tutta l'Emilia Romagna

quanto ci hanno messo i nostri avi per ridurlo? e come mai? la storia ci insegna, meditate cari sfogliacarte...ma fate presto, prima che sia troppo tardi...

da arturo 17/04/2018 9.22

Re:Il lupo ha stabilmente occupato tutta l'Emilia Romagna

Sbrana lupo sbrana, tanto mica sai chi ti ama e chi ti odia. I metropolitani che sono attirati dai boschi sono più numerosi, grassi, e di facile cattura dei normali fruitori. (vedesi cacciatori)

da Fai il tuo dovere da predatore 17/04/2018 7.37

Re:Il lupo ha stabilmente occupato tutta l'Emilia Romagna

toni el cacciator 16/04/2018 19.32: Non hai capito nulla, tecnicamente....

da s.g. 16/04/2018 21.06

Re:Il lupo ha stabilmente occupato tutta l'Emilia Romagna

Erano stati intelligentemente annientati . I bravi di oggi hanno combinato tutto questo. I risultati parlano da se.

da Toscano 16/04/2018 19.53

Re:Il lupo ha stabilmente occupato tutta l'Emilia Romagna

Luca ti sei perso la mia "ironia" . Ripopolamento si intende anche preservando il minimo esistente. Il problema in questo caso e' fino a che limite?..

da toni el cacciator 16/04/2018 19.32

Re:Il lupo ha stabilmente occupato tutta l'Emilia Romagna

Toni tecnicamente non si può parlare di ripopolamento (immissioni di animali allevati) bensì di un semplice ritorno della specie che ha tassi di accrescimento e capacità di dispersione tali da aver portato la situazione a questi livelli di difficoltà nella convivenza.

da Luca 16/04/2018 19.27

Re:Il lupo ha stabilmente occupato tutta l'Emilia Romagna

Ottimo,quando si dice " ripopolamento" ....

da toni el cacciator 16/04/2018 17.51

Re:Il lupo ha stabilmente occupato tutta l'Emilia Romagna

ce ne sono troppi !abbiamo paura ad andare a castagne o funghi! bisogna ridurli di numero

da s 16/04/2018 17.30