HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Ricette | Le bottiglie | Ristoranti | Libri | Indirizzi | Archivio Scempi | I Funghi | Tartufi e funghi |
  Cerca

News Natura

Coldiretti: sul lupo la Regione Toscana prosegua da sola


venerdì 28 aprile 2017
    

Coldiretti lupo Gli attacchi alle greggi da parte del lupo (ma anche di ibridi e cani) proseguono senza sosta nel grossetano, terra toscana particolarmente vocata alla pastorizia. Solo negli ultimi giorni si sono registrati tre episodi, con 23 capi (di cui 13 agnelli) massacrati.  Di qui un nuovo appello da parte della Coldiretti provinciale all'Assessore Marco Remaschi, sulla estrema gravità della situazione. Si cercano senza sosta risposte concrete per gli allevatori. “Non possiamo restare fermi – ha detto Marzocchi a chiare note all’assessore con i dirigenti della Coldiretti. Coldiretti Grosseto con il supporto della sede regionale da mesi, ormai, segue la vicenda.

“Siamo usciti dal protocollo d’intesa per i risultati scarsi in termine di catture, chiesto alla Regione Toscana di eleminare il freno del de minimis per gli allevatori e registrato, in un recente incontro presso la nostra sede di Grosseto, lo scorso febbraio, il via libera di Remaschi e della Regione Toscana per l’attuazione del piano lupo – hanno detto Marcelli e Bruni – ma non si deve abbassare la guardia”.
 
L’assessore Remaschi ha garantito che se il Piano Lupo non passerà, come sembra, nella conferenza stato regioni (anche se dal punto di vista tecnico dopo l’incontro di Coldiretti con il Ministro Galletti la Conferenza aveva dato il proprio via libera) la Regione Toscana lavorerà per proseguire da sola nella tutela degli allevatori. “Continuare a seguire queste vicende fa parte del nostro lavoro – ha detto Renna – e continueremo a farlo senza demagogia o sterili polemiche che non ci appassionano davvero.
 
La situazione intanto sembra essere davvero tesa in tutto l'Appennino. In queste ore ha fatto il giro del web la foto di un lupo scuoiato fatto trovare appeso a Sovereto (LI) sotto un cartello con la scritta "No agli abbattimenti, sì alla prevenzione", un modo macabro e sicuramente deprecabile per portare a galla l'esasperazione degli allevatori. Purtroppo se la crescita del lupo non sarà sottoposta a un Piano per la sua gestione, abbattimento o non abbattimento, questo tipo di rivendicazioni saranno sempre più frequenti.

Leggi tutte le news

3 commenti finora...

Re:Coldiretti: sul lupo la Regione Toscana prosegua da sola

13 agnelli? Se eravamo sotto Pasqua ci può stare,comunque informate subito Berlusconi e la Brambilla e sentite cosa hanno da dire.

da Frank 44 28/04/2017 17.53

Re:Coldiretti: sul lupo la Regione Toscana prosegua da sola

Massimiliano come non darti ragione...

da Alpigino 28/04/2017 15.34

Re:Coldiretti: sul lupo la Regione Toscana prosegua da sola

a forza di piangere qualche cosa rabbruscellano sempre.Un giorno e quello dopo pure,son sempre a lamentarsi..quando non c'è il lupo c'è il cinghiale,quando mancano loro ci sono i caprioli.In assenza di questi c'è pure il freddo ! Non mi imbambolate più con queste lagne perenni. Scommettiamo se la selvaggina appartenesse al conduttore del fondo,saresti ben lieti di tutta questa abbondanza ?!!! Continuate che forse riuscirete a far disperdere un immenso patrimonio faunistico.Complimenti...........

da Massimiliano 28/04/2017 14.20