HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Ricette | Le bottiglie | Ristoranti | Libri | Indirizzi | Archivio Scempi | I Funghi | Tartufi e funghi |
  Cerca
Federparchi: ecco come cambia il testo della 394 Agricoltori: siccità, danni già per un miliardo di euro Ispra: il consumo di suolo rallenta ma non si ferma Lo sciacallo in espansione in Italia? Al Senato primo passo verso l'abolizione degli animali nei circhi Ambientalisti: la Camera bocci la riforma sui Parchi No Vegan: è il momento della controinformazione "Le aragoste provano dolore", condannato ristoratore fiorentino Trento chiede la possibilità di rimozione dei lupi dannosi In Australia gli ambientalisti alla guida della più grande eradicazione di gatti e volpi Corte Europea: no alla denominazione "latte" per prodotti vegetali Fruttariano a Cruciani “mangiare pasta è un delitto, si uccidono semi di grano” In Umbria stanziati quasi 7 milioni per interventi in aree naturali Coldiretti lancia la campagna No Vegan: “Il 95% degli italiani mangia carne” E' il Piemonte la Regione con la maggior superficie di boschi Nell'ambra conservato uccello di 100 milioni di anni Romano (M5S) "no agli abbattimenti, le nutrie sono molto amate" Onorificenza per meriti ambientalistici a Franco Zunino Veneto. Eradicazione cinghiali: 200mila euro dalla Regione al Parco Colli Euganei Ispra, l'istituto è in crisi: protestano i dipendenti Presentati dati di Life WolfAlps: in Piemonte vivono 151 lupi Il 5 giugno si festeggia la Giornata mondiale dell'Ambiente I Comuni toscani chiedono la riapertura del Piano lupo Sammuri gela l'ambientalista che vuole salvare i mufloni: "Il Parco non è uno zoo" Anche la caccia tra gli scatti in onore della Madre Terra Progetti LIFE: il 52% dedicato alla lotta contro le specie invasive "Fondazione UNA e Parco della Maremma insieme per valorizzare la biodiversità"

News Natura

Se c'è un animale da tutelare, è lui: Mr Lombrico


martedì 11 aprile 2017
    

Beccaccia mangia un lombrico Riprendiamo con entusiasmo un recente articolo pubblicato dalla rivista di divulgazione scientifica inglese The conversation, intitolato I lombrichi sono molto più importanti dei panda (se vuoi salvare il pianeta), che tira le orecchie alle associazioni animaliste per il loro disinteresse verso animali poco carini ma esponenzialmente più utili di altri presi ad emblema (il panda è l'esempio più lampante).  Il lombrico in particolare è una specie chiave per la protezione dell'ambiente e la salute dei terreni, di cui tra l'altro ne è il vero artefice visto che è in grado di purificare la terra da sostanze nocive e di renderle più fertili.

Dovrebbe trovarsi dunque in cima alla lista nel novero degli animali da salvare dall'estinzione, ma purtroppo è brutto, per giunta cieco e strisciante. Eppure la sua  conservazione è importantissima per la salubrità dei terreni e delle piante, per la tutela della biodiversità (pensiamo a quanti uccelli se ne nutrono) e quindi, per il principio dei servizi ecosistemici (insieme dei benefici multipli forniti dagli ecosistemi al genere umano), anche per la nostra stessa sopravvivenza. Secondo gli ecologisti, il primo di tutti fu Darwin, che studiò a lungo questi animali formidabili, il lombrico è in assoluto la specie più influente nella storia del pianeta, più dei dinosauri e degli esseri umani.

Non tutti sanno che...

- i lombrichi sono dei riciclatori eccellenti: scompongono la materia organica e concimano i terreni in un mix di sostanze nutritive e batteri ottimali per il nutrimento delle piante.

- sono dei formidabili ingegneri del suolo: scavando gallerie contribuiscono ad aerare il terreno e a portare nutrienti in superficie. Inoltre aiutano a rafforzare il terreno prevenendo inondazioni ed erosione.
- sono ricchi di proteine e alimentano un gran numero di animali, vertebrati e non.

- riparano il suolo danneggiato dalle contaminazioni: possono ripulire i terreni da metalli pesanti tossici come il piombo.

- la loro sensibilità ad alcuni agenti inquinanti è uno strumento utile per valutare l'impatto delle sostanze tossiche sul territorio.

Quindi, sosteniamo il lombrico. Anche la beccaccia ci ringrazierà.

Leggi tutte le news

3 commenti finora...

Re:Se c'è un animale da tutelare, è lui: Mr Lombrico

Sono d'accordo di tutelare il Lombrico, almeno lui fa parte della catena alimentare di molti uccelli, oltre che dei porcospini. come asseriva P.G,sarà dira farlo capire agli animalari vegani.

da Il Nibbio 14/04/2017 14.54

Re:Se c'è un animale da tutelare, è lui: Mr Lombrico

Già, allora stendiamogli sopra una pietosa colata di cemento armato!

da s.g. 11/04/2017 20.59

Re:Se c'è un animale da tutelare, è lui: Mr Lombrico

Questo significa che vale di più un lombrico che un animalaro ? ora chi lo spiegherà a quei rimbambiti ?

da P.G. 11/04/2017 18.51