HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Ricette | Le bottiglie | Ristoranti | Libri | Indirizzi | Archivio Scempi | I Funghi | Tartufi e funghi |
  Cerca
Il lupo in Francia 22 Aprile. Giornata Mondiale della Terra Veneto. Prima riunione Tavolo Regionale per gestione grandi carnivori Latte. Etichetta d'origine Toscana. Lupi: indagine conoscitiva, entro luglio documento di indirizzo UE e BEI insieme per la tutela ambientale Trento. 3 cuccioli di orso uccisi da un maschio adulto Giornata ambientale a Montelupone Se anche la terza carica dello Stato si fa animalista Bimbo morso da un ratto. Lorenzin a Raggi "si occupi del problema" Animalisti, non andate in tv! Emergenza cinghiali a Roma: la Procura apre inchiesta sui Parchi Se c'è un animale da tutelare, è lui: Mr Lombrico "No all'agnello, scegli veg": ora Berlusconi è anche vegano Galletti: a giugno Bologna capitale mondiale dell'ambiente Carcere per i genitori di bimbi vegani: Savino spiega la sua proposta Gasparri su riforma Parchi: "risarcimenti danni e meno vincoli per cittadini e imprese" Parchi, Coldiretti plaude alla Riforma alla Camera Dalla Toscana un’interrogazione al Ministro dell’Ambiente sul lupo Lombardia "nutrie sul 70% del territorio", servono soldi per evitare rischi Mattia Feltri su La Stampa "Il lupo sull'uscio" Strage di 30 pecore a Siena. Coldiretti agli animalisti "non sono animali questi?" Omicidio Morganti "Uccideva pesci? Se l'è meritato" Galletti "i Parchi italiani devono mettersi in gioco" Obiezione carnivora: “perchè il maiale sì e la coccinella no?” Roma. Carabinieri Forestale “di fronte al cinghiale usate la strategia del torero” Wwf contro riforma dei Parchi Vegani – carnivori. L'odio degli estremismi alimentari sui bambini IV Congresso FederFauna: piu' impegno su fronte etico

News Natura

Dalla Toscana un’interrogazione al Ministro dell’Ambiente sul lupo


lunedì 3 aprile 2017
    

Lupo Piano Toscana “L’attacco di lupi e di ibridi in Toscana e in modo particolare nella provincia di Siena e in Maremma sono un problema serio, con il quale allevatori e agricoltori fanno i conti da anni. Quello verificatosi a Quercegrossa è l’ennesimo episodio di un trend che sembra essere in crescita. Ho deciso di presentare un’interrogazione al Ministro dell’ambiente perché è necessario che le istituzioni e il Governo diano delle risposte urgenti sul fronte della prevenzione e di contrasto a questi fenomeni”.
 
Luigi Dallai, deputato del Pd, interviene così in merito ai recenti attacchi che hanno causato la morte di un gregge di pecore a Quercegrossa, nel comune di Monteriggioni, così come di alcuni alpaca, pochi giorni fa, a Barberino d'Elsa. Il parlamentare senese si è occupato più volte del tema dei danni causati dagli animali selvatici all’agricoltura e agli allevamenti così come della tutela delle specie protette.

“Il numero delle denunce presentate dagli allevatori – prosegue Dallai – segnala un aumento degli attacchi da parte di lupi e ibridi alle greggi, ed un progressivo avvicinamento dei predatori ai centri abitati. Ogni episodio, provoca perdita di animali e gravi danni di natura economica alle aziende colpite. Per questo dobbiamo accelerare i tempi degli interventi e trovare modalità per rendere attuabile il Piano di contenimento del lupo in discussione nella Conferenza Stato – Regioni. Le esigenze di salvaguardare la biodiversità e di tutelare gli allevatori possono stare insieme, ma occorre attuare dei provvedimenti che abbiano fondamenti scientifici affinché si possa affrontare il problema in maniera seria. Anche perché mentre la discussione va avanti, chi subisce gli attacchi si trova a dover fare i conti con problemi concreti.

Il Governo è già intervenuto con alcuni progetti, tra cui quello di ‘Ibriwolf’, unico nel continente Europeo, che aveva tra i suoi obiettivi quello di identificare e diminuire la presenza di ibridi e cani vaganti nelle zone della Toscana e per salvaguardare l’identità genetica lupo. Occorre infatti garantire un giusto equilibrio tra la presenza del lupo e la salvaguardia delle attività degli allevatori, che costituiscono oggi una caratteristica importante della nostra economia e della cultura locale. E’ evidente che dobbiamo agire maggiormente per contrastare il randagismo, che facilita l'ibridizzazione, e consentire il mantenimento di aree dove il lupo possa trovare il proprio habitat naturale, tenendo in considerazione le conoscenze che gli scienziati hanno acquisito per una più efficace gestione della fauna selvatica. Accanto a questo, dobbiamo velocizzare le misure per l’indennizzo agli allevatori colpiti”.

Leggi tutte le news

6 commenti finora...

Re:Dalla Toscana un’interrogazione al Ministro dell’Ambiente sul lupo

L'occasione mi consente di proseguire nella polemica Ispra/date di chiusura alla migratoria. Per dire che da soli, anche in tempi eroici, non abbiamo mai contato niente. Sono stati sempre gli agricoltori, nel bene e nel male, che hanno fatto la differenza, per noi. Ai tempi del referendum sotto al quorum, se non c'era la Coldiretti (appoggiata dalla lobby consorzi agrari ovvero dai chimici/farmaceutici), avremmo avuto una caccia privatizzata come da sempre voleva la Confagricoltura, in perenne conflitto con i piccoli proprietari terrieri. E la 157 fu il compromesso per mandare al mare milioni di mancati votanti. Chi lo nega, capisce poco delle vicende sociali in genere, e di quelle italiane in particolare. Successivamente, i grandi interessi speculativi sul territorio (e sui rifiuti) hanno imposto politiche anticaccia, non perchè la caccia fosse un pericolo, ma perchè era l'anello più debole della catena che consentiva di far distogliere l'attenzione dai reali problemi dell'ambiente e delle terre coltivate. E l'errore più grossolano l'abbiamo fatto noi cacciatori, dedicando tutte le nostre energie a difendere ottusamente il bidone, mentre ci scippavano sotto gli occhi il patrimonio, unico e reale, che serviva a mantenere in buona salute anche le poplazioni selvatiche. Il capolavoro, poi, l'hanno fatto con la 394, che con la scusa di proteggere il 10% del territorio con i parchi, hanno concensito l'assalto alla diligenza a industriali, agricoltori, speculatori, politici e sguazzare nella melma del restante 90%. Le nostre AAVV? Secondo me sono solo l'espressione della nostra nullità. Per seguire la corrente nella difesa, appunto, del bidone, hanno perso infinite occasioni per accreditarci legittimamente come gli unici veri ambientalisti e per salvare le tante poltroncine, moltiplicate dalla diversificazione "democratica" (enorme bleah), e non si sono adoperati per creare una nuova classe dirigente, giovane, intraprendente, preparata.

da Tony ex 04/04/2017 9.03

Re:Dalla Toscana un’interrogazione al Ministro dell’Ambiente sul lupo

W I LUPI W LE NUTRIE W GLI STORNI. Azzi loro...

da I'pigia di Serpiolle 04/04/2017 8.41

Re:Dalla Toscana un’interrogazione al Ministro dell’Ambiente sul lupo

Visto che tra poco è Pasqua, chiamate la Brambilla che con la sua petizione per bandire la carne di agnello dalle tavole ,forse riuscirà a convincere i lupi ad andar per cicoria

da stufo 03/04/2017 20.55

Re:Dalla Toscana un’interrogazione al Ministro dell’Ambiente sul lupo

Il problema è serio,amplificato dal fatto che siamo in un Paese poco serio.Non vedo perciò soluzioni a breve.

da Frank 44 03/04/2017 19.48

Re:Dalla Toscana un’interrogazione al Ministro dell’Ambiente sul lupo

Fate pagare i danni a chi lo vuole tutelare. Cominciate da quel gruppo di ambientalisti che stavano manifestando all arca di Noè a canale 5 ,uno diceva che la colpa è degli allevatori che non usano i recinti elettrici e non hanno i cani pastori e le strutture imposte dalla unione europea, ma se si poveracci di pastori che a malapena riescono a sopravvivere come fanno ad affrontare ste spese.

da stufo 03/04/2017 12.47

Re:Dalla Toscana un’interrogazione al Ministro dell’Ambiente sul lupo

Emergenza lupo, emergenza ungulati, in primis il cinghiale, emergenza nutria, emergenza storno... ma non vi sembrano già sufficienti per procedere all'adozione di un provvedimento coordinato? La politica deve dare risposte ai problemi o sbaglio? Questi non sono problemi?

da L'Uccellin verde riò 03/04/2017 12.38