HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Ricette | Le bottiglie | Ristoranti | Libri | Indirizzi | Archivio Scempi | I Funghi | Tartufi e funghi |
  Cerca
Ispra: il consumo di suolo rallenta ma non si ferma Lo sciacallo in espansione in Italia? Al Senato primo passo verso l'abolizione degli animali nei circhi Ambientalisti: la Camera bocci la riforma sui Parchi No Vegan: è il momento della controinformazione "Le aragoste provano dolore", condannato ristoratore fiorentino Trento chiede la possibilità di rimozione dei lupi dannosi In Australia gli ambientalisti alla guida della più grande eradicazione di gatti e volpi Corte Europea: no alla denominazione "latte" per prodotti vegetali Fruttariano a Cruciani “mangiare pasta è un delitto, si uccidono semi di grano” In Umbria stanziati quasi 7 milioni per interventi in aree naturali Coldiretti lancia la campagna No Vegan: “Il 95% degli italiani mangia carne” E' il Piemonte la Regione con la maggior superficie di boschi Nell'ambra conservato uccello di 100 milioni di anni Romano (M5S) "no agli abbattimenti, le nutrie sono molto amate" Onorificenza per meriti ambientalistici a Franco Zunino Veneto. Eradicazione cinghiali: 200mila euro dalla Regione al Parco Colli Euganei Ispra, l'istituto è in crisi: protestano i dipendenti Presentati dati di Life WolfAlps: in Piemonte vivono 151 lupi Il 5 giugno si festeggia la Giornata mondiale dell'Ambiente I Comuni toscani chiedono la riapertura del Piano lupo Sammuri gela l'ambientalista che vuole salvare i mufloni: "Il Parco non è uno zoo" Anche la caccia tra gli scatti in onore della Madre Terra Progetti LIFE: il 52% dedicato alla lotta contro le specie invasive "Fondazione UNA e Parco della Maremma insieme per valorizzare la biodiversità"

News Natura

Torturava e uccideva gatti: condannato a 3 anni di carcere


giovedì 2 marzo 2017
    

cani e gatti vegani Dura condanna per il 43enne della provincia di Bergamo che seviziava gatti prima di ucciderli e postare le foto delle torture su whatsApp. Il tribunale di Bergamo ha inflitto una pena di tre anni e sei mesi al killer seriale dei felini ed imposto la libertà vigilata per due anni dopo il carcere. L'uomo aveva contattato alcune donne che avevano pubblicato su internet l'annuncio di vendita di alcuni gattini e dopo averli ricevuti, li ha torturati e uccisi, fotografando tutto. 
 
Esulta l'Enpa, parlando di "sentenza storica" contro il maltrattamento animale. Sicuramente lo è, da un certo punto di vista. Ma bisogna anche tenere a mente che la pena è stata così severa (il pm aveva chiesto solo un anno e quattro mesi) tenendo conto del fatto che l'uomo era già stato condannato lo scorso dicembre a 2 anni per stalking e non certo nei confronti di gattini. E' ovvio che i giudici abbiano tenuto conto della evidente pericolosità sociale dell'uomo.
   
L'uomo è stato anche condannato a  versare un risarcimento di cinquemila euro per ognuna delle parti civili: Enpa, Diritti Animali e Ugda, e pagare le spese processuali proprie e delle parti coinvolte. Se solo avesse un mimimo di reddito.  Il tribunale, in considerazione del suo esiguo reddito annuo (inferiore agli undici mila euro) ha riconosciuto il Patrocinio a spese dello Stato. Il che significa che tutte le spese processuali gravano direttamente sullo Stato. Per quanto riguarda i risarcimenti, le associazioni animaliste dovranno attendere che l’uomo possa ricominciare a lavorare.

Leggi tutte le news

3 commenti finora...

Re:Torturava e uccideva gatti: condannato a 3 anni di carcere

Con simili personaggi,non solo lo Stato,ma neanche queste associazioni vedranno un euro a meno che gravare sulla societa' con ulteriori spese per recuperare il risarcimento.Sarebbe bello se un giudice avesse la "liberta'" di poter giudicare superflue(e quindi non accettare) certe costituzioni di pc fatte chissa' perche'(credo che le associazioni che si costituiscono parti civili siano perfettamenti coscienti delle particolarita' dei vari casi).

da Pietro 2 03/03/2017 10.31

Re:Torturava e uccideva gatti: condannato a 3 anni di carcere

Ahahahahahahahah...belin mi fai steccare con ste battute... Buon nome di queste associazioni e tirare fuori le palanche, ma come ti vengono ?... Meno male che questo folle non era anche un cacciatore, altrimenti sarebbe stato materiale organico di risulta della digestione nei panetti e non ce ne sarebbe stato nemanco per tutti...

da lupo69 02/03/2017 20.53

Re:Torturava e uccideva gatti: condannato a 3 anni di carcere

Per il loro buon nome le Associazioni ambientaliste, vista la sentenza a loro favore, potrebbero reperire i fondi per evitare allo Stato le spese legali del gratuito patrocinio.

da Per giustizia reale 02/03/2017 20.09