HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Ricette | Le bottiglie | Ristoranti | Libri | Indirizzi | Archivio Scempi | I Funghi | Tartufi e funghi |
  Cerca
Ispra: il consumo di suolo rallenta ma non si ferma Lo sciacallo in espansione in Italia? Al Senato primo passo verso l'abolizione degli animali nei circhi Ambientalisti: la Camera bocci la riforma sui Parchi No Vegan: è il momento della controinformazione "Le aragoste provano dolore", condannato ristoratore fiorentino Trento chiede la possibilità di rimozione dei lupi dannosi In Australia gli ambientalisti alla guida della più grande eradicazione di gatti e volpi Corte Europea: no alla denominazione "latte" per prodotti vegetali Fruttariano a Cruciani “mangiare pasta è un delitto, si uccidono semi di grano” In Umbria stanziati quasi 7 milioni per interventi in aree naturali Coldiretti lancia la campagna No Vegan: “Il 95% degli italiani mangia carne” E' il Piemonte la Regione con la maggior superficie di boschi Nell'ambra conservato uccello di 100 milioni di anni Romano (M5S) "no agli abbattimenti, le nutrie sono molto amate" Onorificenza per meriti ambientalistici a Franco Zunino Veneto. Eradicazione cinghiali: 200mila euro dalla Regione al Parco Colli Euganei Ispra, l'istituto è in crisi: protestano i dipendenti Presentati dati di Life WolfAlps: in Piemonte vivono 151 lupi Il 5 giugno si festeggia la Giornata mondiale dell'Ambiente I Comuni toscani chiedono la riapertura del Piano lupo Sammuri gela l'ambientalista che vuole salvare i mufloni: "Il Parco non è uno zoo" Anche la caccia tra gli scatti in onore della Madre Terra Progetti LIFE: il 52% dedicato alla lotta contro le specie invasive "Fondazione UNA e Parco della Maremma insieme per valorizzare la biodiversità"

News Natura

Il Po continua ad essere contaminato da pesticidi vietati


giovedì 23 febbraio 2017
    

"Alcuni pesticidi sono ancora presenti nelle acque superficiali e sotterranee italiane, pur essendone proibito l'utilizzo da decenni". E' la disarmante constatazione dell'Ispra, nel dare notizia della pubblicazione rapporto "Sostenibilità ambientale dell'uso dei pesticidi. Il Bacino del Po" al termine di un  lungo monitoraggio, iniziato nel 2003, nel bacino del fiume Po, il più importante d'Italia per dimensione e per concentrazione delle attività umane.

L'atrazina, ad esempio, sebbene sia stata bandita da 25 anni è ancora rilevata, anche se in basse concentrazioni, nei fiumi e nelle acque sotterranee: ci vogliono 8 anni affinché la concentrazione della sostanza nel fiume Po si dimezzi; nelle acque sotterranee del Bacino, invece, l'atrazina rimane stabile e a livelli circa 4 volte più alti rispetto ai corsi d'acqua.

Il motivo? Nelle acque sotterranee vengono a mancare quasi del tutto i meccanismi di degradazione e la concentrazione evolve con i tempi di ricambio estremamente lenti delle falde. Il rischio pesticidi è ancora sottostimato, dice Ispra: lo dimostrano le lacune conoscitive in tema di effetti cumulativi e una regolamentazione in cui la valutazione del rischio sia fatta sulle singole sostanze.

Le conclusioni ottenute per l'atrazina sono indicative di quello che può essere il destino ambientale di altri pesticidi: in particolare, per sostanze della stessa famiglia, come la terbutilazina, che è attualmente il principale contaminante del bacino del Po. Nel 2014, la sostanza è, infatti, presente nel 42,9% dei punti di monitoraggio delle acque superficiali e nel 5,4% di quelli delle sotterranee. Analoga diffusione si ha per il metabolita desetil-tebutilazina.

È necessario inoltre considerare che nelle acque sono presenti miscele di sostanze diverse. Per alcune sostanze considerate "estremamente preoccupanti" non c'è una soglia di sicurezza per la salute e per l'ambiente: si tratta delle sostanze cancerogene, mutagene e tossiche per la riproduzione (CMR), delle sostanze persistenti, bioaccumulabili e tossiche e, infine, degli interferenti endocrini.

L'atrazina, per esempio, è un interferente endocrino. La sostenibilità dell'uso dei pesticidi, pertanto, non può basarsi semplicemente sul rispetto di determinati limiti di legge, ma deve considerare la capacità degli ecosistemi di rispondere ai fattori di stress antropici e di ripristinare le condizioni precedenti, o almeno condizioni ecologicamente sostenibili (resilienza).

Leggi tutte le news

6 commenti finora...

Re:Il Po continua ad essere contaminato da pesticidi vietati

........e chi sarà mai stato???.. E alloraaaaaaa.........Ispra che fate.....gli struzzi ???

da Annibale 26/02/2017 13.52

Re:Il Po continua ad essere contaminato da pesticidi vietati

BUONASERA PENSO CHE QUALCUNO UN PO DI PIOMBO DEVE LEGARSELO AL COLLO E BUTTARSI NEL PO.FINO A POCHI ANNI FA LE TUBATURE DELL ACQUA ERANO FATTE DI PIOMBO X CUI DOVREMMO ESSERE TUTTI MORTI

da GENNY 4 BOTT 26/02/2017 0.31

Re:Il Po continua ad essere contaminato da pesticidi vietati

Noi cacciatori dell'Emilia Romagna abbiamo già dato il ns. contributo.Proibito l'utilizzo di munizioni al piombo a meno di cento metri dagli soecchi d'acqua.

da Frank 44 24/02/2017 16.39

Re:Il Po continua ad essere contaminato da pesticidi vietati

ma deve considerare la capacità degli ecosistemi di rispondere ai fattori di stress antropici e di ripristinare le condizioni precedenti, o almeno condizioni ecologicamente sostenibili (resilienza).<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<< Condizioni ecologicamente sostenibili per me sono quelle a livello zero, bisogna eliminare tutta la schifezza che ci fanno mangiare e che mangiano i nostri figli, la fauna selvatica e gli habitat. Ci dovete solo far sapere quando si incomincerà a prendere provvedimenti drastici, perchè non è difficile sapere gli inquinanti da dove provengono.

da jamesin 23/02/2017 21.37

Re:Il Po continua ad essere contaminato da pesticidi vietati

Non sono i diserbanti e i pesticidi a inquinare il PO,ma il piombo dei cacciatori.

da gianni 23/02/2017 20.34

Re:Il Po continua ad essere contaminato da pesticidi vietati

state tranquilli che diranno che il problema e' dovuto al piombo delle nostre cartucce.

da cacciatore calabrese 23/02/2017 19.02