HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Ricette | Le bottiglie | Ristoranti | Libri | Indirizzi | Archivio Scempi | I Funghi | Tartufi e funghi |
  Cerca
Wwf contro riforma dei Parchi Vegani – carnivori. L'odio degli estremismi alimentari sui bambini La presidente del Wwf "Mangio carne, sono vegetariana non praticante" Ancora paura a Roma a causa di un cinghiale L'Emilia Romagna stanzia 5,5 milioni di euro per i boschi Alaska: Trump riapre la caccia ai carnivori nelle aree protette Dalla Sardegna arriva eco-diserbante rivoluzionario Fondazione Una su emergenza cinghiali a Roma "la sterilizzazione non basta" Fava adotta motto "salva un albero mangia un vegano" Innocenzi con M5S alla Camera "stop macelli lager e allevamenti intensivi" Dal Codacons perplessità sulla riforma dei Parchi Ponza: consiglio comunale vota sì all'uscita dal Parco del Circeo Parco Colli: 70 selecontrollori per eradicare i cinghiali Caos normativo nutrie: Regione Lombardia organizza tavolo tecnico Abbattimenti anche nelle aree protette, diffida per 43 sindaci Nutrie: Tar annulla ordinanze comunali Piano Lupo: arriva lo stralcio del capitolo sull'abbattimento Assessore Pan "allarmismi inutili, ritorno lupo è spontaneo" De Castro: etichettatura semaforo penalizza prodotti italiani Genova, i cinghiali infestano la città e commuovono gli animalisti Per gli animalisti i lupi in Italia sono pochi Galletti: l'Italia ha un notevole capitale naturale; e diverse criticità. Veneto. Lupi: Giunta istituisce tavolo regionale Dieta vegana: a Piazza pulita il dramma delle carenze nei bambini Torturava e uccideva gatti: condannato a 3 anni di carcere Coldiretti: cinghiali, sempre più un problema per la sicurezza pubblica Ministro tedesco all'Ambiente intima menù vegetariani durante incontri ufficiali Dal Parlamento Ue ok a risoluzione per pesticidi alternativi Accertata aggressione a cane e padrone da parte di lupi La Toscana sollecita l'approvazione del Piano lupo

News Natura

Ecco come fanno gli uccelli migratori a sapere quando ripartire


martedì 21 febbraio 2017
    

beccafico Come fanno gli uccelli migratori, durante le loro tappe per rifocillarsi di cibo, a sapere quando è ora di ripartire? Il meccanismo che permette loro di non appesantirsi troppo e avere abbastanza riserve di carburante, è regolato da un ormone, la grelina, a cui spetta il compito di comunicare al cervello degli uccelli che le riserve di grasso accumulate basteranno. A scoprirlo è stato uno studio condotto dall'italiano Leonida Fusani, che dirige l'istituto Konrad Lorenz per l'Etologia di Vienna ma che insegna anche a Ferrara. La ricerca, pubblicata su Proceedings of the National Academy of Sciences of America e divulgata da National Geographic Italia, si è basata su una specie in particolare, il beccafico,  passeriforme che in Italia nidifica lungo tutto l’arco alpino e ogni anno compie lunghe migrazioni per svernare in Africa.

Gli studi si sono concentrati al Centro di Ricerca sulla Migrazione dell’isola di Ponza, dove si è scoperto che i beccafichi che avevano maggiori scorte di grasso sottocutaneo, registravano livelli più alti di grelina degli altri. Quando gli scienziati hanno somministrato la grelina ai beccafichi, di contro, hanno scoperto che questi mangiavano di meno e aumentavano l’inquietudine migratoria. “I fattori che regolano la decisione se fermarsi o ripartire sono molti, ma la grelina è all’inizio della cascata”, conferma Fusani su National Geographic Italia. “In passato avevamo scoperto che anche la melatonina influenza il meccanismo e crediamo che i due sistemi interagiscano tra loro. Ma è la grelina a dare l’ok per la partenza, forse aumentando le funzioni metaboliche e il metabolismo di base”.

Il prossimo passo per i ricercatori sarà cercare di capire quali sono le interazioni tra la via metabolica della grelina e quella della melatonina. “Ora che sappiamo che sono coinvolte entrambe vorremmo capire meglio quali sono gli effetti diretti sul metabolismo”, conclude Fusani, “in modo da studiare i fenomeni fisiologici che accompagnano quello comportamentale, ovvero l’aumento dell’inquietudine migratoria e la maggior assunzione di cibo”.

Leggi tutte le news

2 commenti finora...

Re:Ecco come fanno gli uccelli migratori a sapere quando ripartire

Per essere certi dei periodi cacciabili ci sono già molti studi fatti sia da scienziati e sia dalla Fidc con l'uso del GPS, e delle ali di beccacce, attraverso i quali viene tolto ogni dubbio. Resta solo metterli sul tavolo della discussione con tutti gli interessati, facendo valere la verità senza se e senza ma.

da jamesin 21/02/2017 20.35

Re:Ecco come fanno gli uccelli migratori a sapere quando ripartire

questo e' uno studio,ad esempio,che potrebbe essere usato per analizzare le specie di interesse venatorio per vedere quando e,se cacciarle.....

da vet61 21/02/2017 13.52