Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Ricette | Le bottiglie | Ristoranti | Libri | Indirizzi | Archivio Scempi | I Funghi | Tartufi e funghi |
 Cerca

News Natura

In Piemonte si mira a incrementare l'autonomia dei Parchi


martedì 24 febbraio 2015
    

E' iniziato in Piemonte l'iter di riforma della legge regionale sui Parchi. Il disegno di legge di revisione del Testo unico sulla tutela delle aree naturali e della biodiversità, è stato discusso in commissione Ambiente. Si parla di estendere la rappresentatività dei territori e incrementare il numero dei membri locali (da 2 a 4) nei consigli di amministrazione degli enti di gestione, allargando la partecipazione a rappresentanti delle associazioni ambientaliste e agricole.

“Portare a 4 i rappresentanti degli enti territoriali nei consigli di amministrazione degli enti di gestione dei parchi e delle aree protette regionali - ha spiegato
l’assessore all’Ambiente della Regione Piemonte, Alberto Valmaggia - è un modo per estendere la rappresentanza, non per accentrare il controllo nelle mani della Regione”.

La prospettiva, dice un comunicato della Regione - è lo sviluppo e la valorizzazione del territorio, prevedendo la crescita di forme di autofinanziamento dei Parchi al fine di rendere gli enti di gestione autonomi anche dal punto di vista finanziario. “A quarant’anni dalla nascita della legge sui Parchi – ha concluso l’assessore – è necessaria una riflessione sul ruolo di questi enti. Il Parco deve essere visto come una opportunità di sviluppo e valorizzazione del territorio, non come una sovrastruttura che pone soltanto vincoli”.

Leggi tutte le news

6 commenti finora...

Re:In Piemonte si mira a incrementare l'autonomia dei Parchi

Caro Jamesin, non è ignoranza!!! sono ben concentrati sull'intimidire i possibili molestatori dei loro interessi!!! la realtà è che in questi territori siamo tornati al medio evo della serie: tutto quello che nasce-cresce-corre vola o striscia in questo territorio è di mia proprietà perché io sono il Feudatario (direttore) nominato da sua eccellenza il mio Partito politico e chiunque si azzardi a fare qualsiasi cosa senza prima presentarsi da me con il cappello in mano o che anche venga solo a disturbarmi per segnalarmi i traffici che avvengono alla luce del sole...so io come sistemarlo Saluti

da Fetinalente 25/02/2015 9.28

Re:In Piemonte si mira a incrementare l'autonomia dei Parchi

Non vorrei atteggiarmi a professore ma, un parco deve essere fatto per proteggere rarità della flora territoriale e mantenimento della fauna stanziale. Questo starebbe a significare prendere territori a macchia di leopardo la dove esistono queste peculiarità vietando senza se e senza ma, il frequentare da parte di chi può danneggiare queste aree. Il fatto che un Parco deve essere visto come una opportunità di sviluppo e valorizzazione del territorio secondo il mio modesto avviso con questo obbiettivo non si rientra più nella specializzazione della parola parco ma si va a finire nella gestione territoriale agro faunistica che niente ha a che vedere con la protezione per evitare danneggiamento a piante e selvaggina rara o in via di estinzione. Ma siamo sempre lì ! Si usa far rientrare nel parco tutto ciò che conviene e non quello che serve. Peccato che non tutti sono all’altezza per ignoranza in materia di poter stabilire per far decidere ragionevolmente senza occupare vaste aree, dove proteggere e dove sviluppare e valorizzare, basta vietare in special modo la caccia alle sentinelle ambientali e tutto viene oscurato, anche la realtà. Troppo bello....Troppo bello. Cordialit

da jamesin 24/02/2015 20.48

Re:In Piemonte si mira a incrementare l'autonomia dei Parchi

istituire un parco è come firmare la condanna a morte di un territorio. gli unici che ci guadagnano sono gli enti parcho un sistema di parassiti infinito

da lollo 24/02/2015 20.16

Re:In Piemonte si mira a incrementare l'autonomia dei Parchi

Ma chiedersi SEMPLICEMENTE perchè NESSUNO, tranne gli animalisti-anticaccia, li vuole più sti parchi no eh??!! Pazienza i cacciatori che sono sporchi, brutti e cattivi, ma i sindaci? gli agricoltori? gli abitanti TUTTI delle zone interessate????

da Ezio 24/02/2015 19.05

Re:In Piemonte si mira a incrementare l'autonomia dei Parchi

questo, dopo quarant'anni di legge sui parchi che in quei territori a vietato di tutto e di piu',continua ancora oggi a raccontarci che il parco deve essere visto come una opportunità di sviluppo..alle prossime votazioni prendetelo a calci nel c..o.

da argo 24/02/2015 18.19

Re:In Piemonte si mira a incrementare l'autonomia dei Parchi

E' appunto una struttura che pone solo vincoli e che sempre più ne inventerà .Chiunque(persona rurale e non metropolitana) abbia la sventura di vivere nel territorio di un parco Piemontese sa benissimo che la missione degli "addetti" è sfacciatamente rivolta a vietare tutto a tutti in modo che nessuno scorrazzi per questi territori a vedere l'abbandono e lo scempio da corruzione e magari ribellarsi e poi rompere i coglioni a chi deve starsene tranquillo a percepire il suo bel stipendio...o al massimo ,nelle belle giornate di sole, farsi un bel giro sul fuoristrada con tanto di stemma a spese di pantalone...

da Festinalente 24/02/2015 16.41